loader

Principale

Trattamento

Processo infermieristico nel diabete

Dal 1980 il diabete è stato diviso in 2 tipi (secondo l'elenco dell'OMS):

  • 1 tipo - Insulino-dipendente (osservato principalmente nei bambini e nei giovani).
  • 2 tipo - Insulino-indipendente (di solito si trova negli adulti e negli anziani).

Il processo infermieristico nel diabete mellito è un complesso di basi scientifiche, e applicate in pratica, azioni che l'infermiere svolge come aiuto per i pazienti affetti da questa malattia. L'obiettivo principale di queste azioni è garantire un soggiorno confortevole durante il periodo di malattia con l'aiuto di garantire il più confortevole stato fisico, psicologico, sociale e spirituale per il paziente, tenendo conto dei suoi valori.

Oggi, il processo infermieristico è diventato uno dei termini chiave dei moderni modelli di cura. È diviso in diverse fasi:

  1. • Esame del paziente;
  2. • Diagnosi del paziente;
  3. • Pianificazione dell'assistenza ai pazienti;
  4. • Implementare un piano di assistenza;
  5. • Valutazione dell'impatto dell'assistenza.

Durante il processo infermieristico in un paziente con diabete, l'infermiera dovrebbe, insieme al paziente, formare un piano specifico di interventi. Affinché il piano sia il più efficace possibile, è necessario alla prima valutazione (esame del paziente) trovare tutte le informazioni importanti sulla salute e distinguere parte dei bisogni del paziente per l'assistenza infermieristica, nonché parte delle azioni mediche che il paziente può svolgere in modo indipendente.

Origini dati primarie:

  1. • Conversazione con whiten e i suoi parenti;
  2. • Case history;
  3. • Informazioni ottenute al momento dell'indagine.

Il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo 1 (così come il tipo 2) inizia con la raccolta di informazioni durante il sondaggio iniziale.

È necessario chiarire con il paziente:

  1. • segue una dieta prescritta (n. 9 o fisiologica), che osserva;
  2. • Svolge attività fisiche difficili;

Successivamente, dovresti procedere a chiarire le informazioni sul trattamento:

Determina il nome di insulina, la quantità di farmaco usato al giorno, il periodo di azione, il regime di trattamento.

  • Specificare il complesso di trattamento antidiabetico.

Determina quale paziente sta assumendo farmaci aggiuntivi (eccetto insulina), in quali dosi, quali sono le caratteristiche del trattamento e se il paziente è ben tollerato.

  • Affinare le analisi dei dati.

Quando è stata l'ultima volta che un paziente ha donato sangue / urina per il glucosio, quali erano i risultati quando l'ultima volta si trovava a un appuntamento con un endocrinologo.

Se il paziente è in grado di usarlo indipendentemente, la presenza di un glucometro.

  • Informazioni sulla tabella delle unità di pane.

È in grado di utilizzare, sarà in grado di creare un menu.

  • Affina l'intuizione del paziente sull'insulina.

Sa come usare i farmaci insulinici, fare i colpi giusti, sapere dove iniettare l'insulina, se il paziente sa cosa fare in caso di complicazioni dolorose nel sito di iniezione.

Successivamente, il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo 2 (o tipo 1) procede al passaggio successivo: compilando il libro di osservazione dei pazienti con diabete mellito.

  1. • Hai mai frequentato una scuola per diabetici?
  2. • Ha mai avuto casi di stati comatosi ipoglicemici e iperglicemici. In tal caso, quali sono le cause che hanno causato e quali sintomi hanno accompagnato;
  3. • Può un paziente fornire l'auto-aiuto;
  4. • Ha un "passaporto diabetico";
  5. • Se esiste una possibilità di trasmissione ereditaria di diabete mellito o suscettibilità alla malattia;
  6. • Esistono ulteriori malattie (malattie del pancreas, della cavia, della tiroide o di altre ghiandole, obesità);
  7. • Quali sono stati gli inconvenienti durante il periodo di ispezione.

La fase successiva del processo infermieristico è l'esame del paziente, che consiste in:

  1. • Determinare il colore, l'umidità della pelle e la presenza di ferite da graffi;
  2. • peso corporeo di pesatura;
  3. • Determinazione degli indicatori di pressione;
  4. • Misurazione della frequenza cardiaca su più arterie.

Il processo infermieristico nel diabete negli anziani deve essere effettuato tenendo conto del fatto che tali pazienti appartengono più spesso al secondo tipo di diabete. Tuttavia, in vista della loro età avanzata, dovrebbero essere trattati con maggiore attenzione e con maggiore precisione per determinare i metodi di intervento infermieristico. Ad esempio, dovresti dare diverse opzioni per il menu giornaliero per consentire loro di scegliere la loro dieta.

L'elenco degli interventi infermieristici dopo l'esame (compresa l'assistenza con la famiglia del paziente):

  • 1. Condurre una conversazione sulle caratteristiche della nutrizione, a seconda del tipo di malattia. Determina la dieta.
  • 2. Convinca i pazienti con diabete nella necessità di osservare rigorosamente la dieta corretta, che è prescritta dal medico curante.
  • 3. Promuovere il diabete mellito per un regolare esercizio fisico, prescritto da un medico.
  • 4. Consigliare al paziente la natura della malattia, le possibili cause e le complicazioni previste.
  • 5. Informare il paziente sulla terapia con insulina (quali tipi sono, quanto il farmaco funziona, come combinarlo con il cibo, come conservarlo, quali effetti collaterali, tipi di aghi insulinici e come usarli).
  • 6. Per controllare la corretta somministrazione di insulina, così come altri agenti antidiabetici.
  • 7. Effettuare test su pelle, polso, peso, indicatori della pressione arteriosa, indicatori di glucosio nelle analisi e rispetto delle raccomandazioni del medico.

Il processo infermieristico nel diabete nei bambini deve essere effettuato tenendo conto del tipo di malattia insulino-dipendente. Abbastanza spesso, la diagnosi di un piccolo paziente è fatta nel periodo di coma diabetico. La prognosi per il recupero è direttamente correlata al trattamento tempestivo.

Un'infermiera deve controllare:

  1. • Presenza di un'attività fisica costante;
  2. • Conformità con la dieta numero 9;
  3. • Conduzione della terapia sostitutiva dell'insulina, tenendo conto della dose scelta individualmente;
  4. • Insegnare a un bambino sul diabete e su come autocontrollarsi.

Sfortunatamente, il diabete non può essere curato, tuttavia, può essere compensato. Se lo hai.

La diagnosi di "microalbuminuria" viene effettuata quando l'albumina appare nelle urine. L'esame è possibile.

Assolutamente tutti coloro che hanno mostrato i primi segni del diabete si chiede se lo zucchero venga trattato.

Inizialmente identificato il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo II

Situazione numero 2

Nel reparto terapeutico arruolato, il paziente K. 56 anni. Al momento della cura, il paziente lamentava secchezza delle fauci ricorrenti, sete, minzione frequente, tra cui notturno (fino a 4 volte), perdita di peso di 13 kg per diversi mesi, un netto deterioramento della vista, frequenti attacchi di vertigini, prurito genitale. Il paziente indica debolezza, affaticamento durante i compiti, anche vertigini e mal di testa che accompagnano un aumento della pressione arteriosa fino a 150/90 mm. Hg. Arte, intorpidimento delle membra, pesantezza nei movimenti.

Esame infermieristico di Fase I:

Esecuzione della prima fase del processo infermieristico - esame infermieristico. Durante l'esame infermieristico, abbiamo ottenuto i dati: Obiettivo: la condizione generale del paziente è soddisfacente, la coscienza è chiara. Posizione - attiva. L'aspetto corrisponde all'età. Il tipo di costituzione è normostenico, altezza - 166 cm, peso - 75 kg. L'indice di massa corporea è 27,8. La pelle è pulita, nella zona addominale si gratta, prurito nella zona addominale, e la vulva, le mucose visibili sono intatte. Il tessuto grasso sottocutaneo è uniformemente distribuito. L'atrofia muscolare degli arti inferiori è stata rilevata, nessun edema, pulsazione salvata.
Durante l'ispezione del sistema respiratorio - la forma del torace - normale, è simmetricamente coinvolto nell'atto di respirare. La frequenza dei movimenti respiratori - 18 al minuto. La pressione arteriosa è 150/90 mm Hg, la frequenza cardiaca è 75, non c'è deficit di polso. I confini del cuore non sono cambiati. I suoni del cuore sono ritmici, attutiti. La lingua è asciutta, l'addome è simmetrico e nella parte inferiore della parete addominale anteriore c'è un cicatrice cesareo postoperatorio. I sintomi di irritazione peritoneale sono negativi.

Fase II Diagnosi infermieristica:

Fase II del processo infermieristico - identificati bisogni alterati, identificazione dei problemi - reale, potenziale, priorità.

Priorità: sete, prurito della pelle e della vulva, visione ridotta, aumento della pressione sanguigna, minzione frequente.

Presente: debolezza, prurito della pelle e della vulva, aumento del peso corporeo, diminuzione della vista, aumento della pressione sanguigna, minzione frequente, intorpidimento dell'arto, rigidità.

Potenziale: infarto miocardico acuto, insufficienza renale cronica, cataratta e retinopatia diabetica, angiopatia delle estremità.

- a breve termine - eliminare il prurito, la sete, normalizzare il numero di minzione.

- a lungo termine: normalizzare la vista, la pressione, la nutrizione tramite la dieta al momento della dimissione.

Fase III Pianificazione degli interventi infermieristici:

a) Preparare il paziente e prendere materiale biologico per la ricerca di laboratorio;

b) Condurre una conversazione sulla necessità di conformità con la dieta;

c) Esame infermieristico giornaliero, identificazione dei problemi del paziente e loro soluzione mediante interventi infermieristici indipendenti;

d) Esecuzione di appuntamenti medici.

Fase IV Implementazione del piano di intervento infermieristico:

a) Supporto psicologico.

b) Fornire assistenza al paziente per soddisfare le necessità primarie della vita.

c) Controllo della pressione sanguigna, del polso, della glicemia, del peso corporeo.

d) Eseguire interventi dipendenti.

Fase V Valutazione dell'efficacia: valutazione dei risultati degli interventi infermieristici: le condizioni del paziente sono migliorate. L'obiettivo è raggiunto.

La storia della sorella

numero di degente20453/683

Nome dell'istituto medico _MU TsGB Torez

Data e ora di ricezione __05.06.2017 alle 13:25_Data e data di scarico _2017/05/15

Chi ha mandato il paziente _ ЦПМСП medico di famiglia Simushinoy TA

Spedito in ospedale per motivi di emergenza: , no (sottolineatura)

Attraverso __anno __ ore dopo l'inizio della malattia, ferita

ricoverato in ospedale in modo pianificato: sì, no (Sottolineato)

Tipi di trasporto: su una barella, su una sedia a rotelle, può andare (sottolineare)

ufficio dipartimento terapeutico Camera __№7__

Trasferito al reparto _________giorni 6______

Nome completo Himochka Galina Ivanovna

Paul __femminile__ Età __56 anni (anni interi, per bambini fino a 1 anno - mesi, fino a 1 mese - giorni)

Sede di servizio, posizione ____pensionato ____

Pericoli professionali: sì, no (sottolinea) indicare quali _____________

Per le persone con disabilità, gruppo di genere e disabilità ______________________________________

Residenza permanente (telefono) b. Casa Ilyich 13 metri quadrati. 44__tel: 0666443214

Figlia: Bedilo Valentina Ivanovna, Thorez St. Moskovskaya_35__tel: _0506478997

(inserire l'indirizzo che indica l'area, il distretto, la località, l'indirizzo e il numero di telefono dei parenti per i visitatori)

Famiglia / persone vicine Figlia: Bedilo Valentina Ivanovna

Gruppo sanguigno __io__ Rhesus - ______ Rh + _____________

farmaci ____ no____

Allergeni alimentarino_______

Effetto collaterale dei farmaci _________________________________

nome del farmaco, la natura degli effetti collaterali

Storia epidemiologica ________________________

(contatto con pazienti infetti, viaggi fuori città o stati, trasfusioni di sangue, iniezioni, interventi chirurgici negli ultimi 6 mesi)

Diagnosi medica diabete mellito di tipo 2, di nuova diagnosi, grave, scompensato.

complicazioni Angiopatia diabetica della retina Angiopatia periferica diabetica degli arti inferiori. Polineuropatia distale-sensoriale degli arti inferiori.

Diagnosi infermieristica: Sete, poliuria, debolezza, perdita di peso, prurito della pelle e della vulva, vertigini, visione offuscata, intorpidimento dell'arto.

1. La ragione del trattamento, l'autostima per lungo tempo sente forte sete e aumento della minzione, vertigini, perdita di peso, prurito del corpo.

2. Atteggiamento della malattia: adeguato, rifiuto, sottovalutazione della gravità della condizione, esagerazione della gravità della condizione, cura nella malattia __adeguato______________________

3. Motivazione per il recupero (sì, debole, no) ____c'è____________________

4. Risultato atteso ___il benessere del paziente migliorerà________________

5. Atteggiamento nei confronti delle procedure: adeguato, inadeguato __adeguato_____________

6. Fonti di informazione: paziente, famiglia, cartelle cliniche, amici, personale medico e altre fonti ___ personale medico _____

7. Reclami del paziente al momento Sete, aumento della minzione, debolezza, perdita di peso, prurito cutaneo, vertigini, visione offuscata, intorpidimento dell'arto.

8. Data della malattia _06.05.2017_ ragione dieta sovrappeso e malsana.

la sequenza dei sintomi, la loro dinamica, intensità, localizzazione del dolore.

In corso cronico: durata della malattia, frequenza e durata delle esacerbazioni

9. Cosa causa il deterioramento ulteriormente conducendo un tale stile di vita.

10. Che allevia la condizione (farmaci, metodi di fisioterapia, ecc.) pillole per ridurre lo zucchero e dieta numero 8-9

11. In che modo la malattia ha influito sullo stile di vita del paziente? ha iniziato a mangiare bene.

1. Condizioni in cui è cresciuto e sviluppato cresciuto e sviluppato in condizioni normali

2. Ambiente: prossimità di industrie pericolose, parcheggi, autostrade, ecc.

Non c'è pericolo ambientale.

3. Malattie posticipate, operazioni Taglio cesareo all'età di 26 anni

4. Vita sessuale (età, contraccezione, problemia) la vita sessuale è assente.

5. Storia ginecologica non appesantito, esami preventivi all'anno.

l'ultimo esame di un ginecologo, l'inizio delle mestruazioni, la frequenza, il dolore, la profusione, la durata, l'ultimo giorno,

_______una gravidanza, menopausa da 45 anni.

Il numero di gravidanze, aborti, aborti spontanei; menopausa - età)

6. Storia allergica (intolleranza al cibo, farmaci, prodotti chimici per la casa) _no__

7. Funzionalità alimentari (preferite) preferisce piatti dolci, cibi piccanti, cibi grassi.

8. Cattive abitudini (fuma, da quanti anni, quanti pezzi al giorno, alcool, uso di droghe) non fuma

9. Status spirituale (cultura, credenze, intrattenimento, ricreazione, valori morali) ortodosso

10. Status sociale (ruolo in famiglia, al lavoro, a scuola, situazione finanziaria) nella mamma di famiglia, nonna.

11. Ereditarietà: presenza di parenti di sangue delle seguenti malattie (sottolineatura): diabete,

ipertensione, cardiopatia ischemica, ictus, obesità, tubercolosi, malattie mentali, ecc. ___________________

STUDIO OBIETTIVO (sottolineato come appropriato)

1. Coscienza chiaro, confuso, assente.

2. Posizione a letto: attiva, passivo, forzata.

3. Crescita166 Peso _75_ Deve pesare __66kg__Peso prima di perdere peso __88kg_

4. Temperatura corporea ___36,7__

5. La condizione della pelle e delle mucose visibili:

colore (rosa, iperemia, pallore, cianosi, ittero)

difetti grattarsi sullo stomaco.

pettini, dermatite da pannolino, piaghe da decubito, cicatrici, eruzioni cutanee

cicatrice cesareo

lesioni, segni di iniezioni, cicatrici, vene varicose (indicare la posizione)

gonfiore: sì, no __no ___

appendici cutanee: unghie __nella norma__ capelli __normalmente_______ non rilevato

fragilità, lesioni fungine dei pidocchi

6. I linfonodi sono ingranditi: sì, no ___ no__

7. Sistema muscolo-scheletrico (indicare la localizzazione):

deformità scheletrica (articolazioni): sì, no___ no__

la possibilità di rotazione; sì, no atrofia muscolare: sì, no__no ___

reazioni adattive (con amputazione, paralisi) _____no ___

8. Sistema respiratorio:

cambi di voce: sì, no _____no____il numero di movimenti respiratori __18__

respirazione: profonda, superficie, ritmico, aritmico, rumoroso (sottolineatura, finitura) ______________

carattere di dispnea: espiratorio, inspiratorio, misto

tour al petto - simmetria: sì, no

tosse: secca, umida (sottolineatura)

- espettorato: purulento, emorragico, sieroso, schiumoso, con un odore sgradevole

9. Sistema cardiovascolare:

- impulso (frequenza, tensione, ritmo, riempimento, simmetria, carenza)__75ud. Riempito bene, ritmico, intenso

- L'inferno a due mani: a sinistra 150/90 destra 155/90

- dolore al cuore (sottolineatura)

§ carattere (urgente, compressione, prurito, bruciore)

§ localizzazione (dietro lo sterno, nell'apice, la metà sinistra del torace)

§ irradiazione (su, sinistra, clavicola sinistra, spalla, sotto la scapola)

§ battito cardiaco (costante, periodico)

§ fattori che causano battito cardiaco __ dall'eccitazione __

§ di fermare il dolore __ Corvalol

- gonfiore: sì, no (localizzazione) __net__

- svenimento ____ no ____

- intorpidimento e formicolio degli arti ___si ______

10. Apparato gastrointestinale:

- appetito: non modificato, ridotto, assente, aumentato __ fame costante __

- deglutizione: normale, difficile normale

- protesi rimovibili: sì, no no lingua allineata: sì, no no nausea, vomito: sì, no no

- ipersalivazione, sete

- sedia: decorato, costipazione, diarrea, incontinenza, presenza di impurità: muco, sangue, pus

- pancia: forma normale, retratta, piatta forma usuale

- aumento di volume: flatulenza, ascite non aumentato

- asimmetrico: sì, no no

- palpazione dell'addome: indolenzab, dolore, tensione, sindrome da irritazione peritoneale no

11. Sistema urinario:

- minzione: libera, difficile, dolorosa, accelerato, incontinenza, enuresi

- Colore delle urine il solito, cambiato: ematuria, "birra", "brodaglia di carne"

- trasparenza: sì, no; quantità giornaliera di urina: normale, anuria, oliguria, poliuria

- un sintomo di Pasternack no

- la presenza di un catetere permanente, lo stoma no

12. Sistema endocrino:

- la natura della distribuzione dei capelli: maschio, femminile;

- distribuzione di grasso sottocutaneo: tipo maschile, tipo femminile;

- Ingrandimento visibile della tiroide: sì, n.

13. Sistema nervoso:

- sonno: normale, insonnia, irrequieto; durata 6-8 ore

- Ho bisogno di sonniferi: sì, no no

- tremore: sì, no; disturbo dell'andatura; si no no

- paresi, paralisi si, no no

14. Sistema sessuale (riproduttivo): ghiandole mammarie: (dimensioni, asimmetria: sì, no ) normalmente

BISOGNI DISTURBABILI (COMPRENDERE): respirare, mangiare, bere, espellere, mossa, mantenere la temperatura, dormire e riposare, vestirsi e svestirsi, essere puliti, bisogni sessuali, evitare il pericolo, comunicare, nel rispetto e nell'autostima, nell'autorealizzazione.

Nome completo Himochka Galina Ivanovna

La diagnosi Diabete mellito di tipo II identificato per la prima volta, forma grave, stadio di scompenso

DIAGNOSI DELL'INFANZIA

PIANO DI CURA DEGLI INFERMIERI

Raccomandazioni per la cura di un paziente con diabete di tipo II

Alcuni pazienti con diabete possono auto-servirsi da soli e non hanno bisogno di cure. Ma per molte persone anziane con varie patologie somatiche o complicanze del diabete, è necessaria un'assistenza professionale, il cui compito è quello di sistematizzare sia l'assunzione di farmaci sia la pianificazione di una dieta, esercizio fisico e igiene personale adeguati.

Raccomandazioni per la cura del diabete del tipo 2:

1. Il personale di cura e il paziente stesso dovrebbero ricevere informazioni sulla malattia. Nutrizione sana e attività fisica, il mantenimento del peso è normale e seguendo le raccomandazioni di un medico per controllare i livelli di zucchero sono i fattori principali per il mantenimento della qualità di un paziente diabetico.

2. Se il paziente fuma, è necessario consultare un medico per trovare un modo per sbarazzarsi di questa cattiva abitudine. Il fumo aumenta il rischio di varie complicazioni del diabete, tra cui infarto del miocardio, ictus, danni ai nervi e danni ai reni. Infatti, i fumatori affetti da diabete hanno una probabilità tre volte maggiore di morire per malattie cardiovascolari rispetto ai diabetici non fumatori.

3. Mantenere la normale pressione sanguigna e i livelli di colesterolo nel sangue. Come il diabete, l'ipertensione può danneggiare i vasi sanguigni. Il colesterolo alto diventa anche un problema per qualsiasi persona, e nel diabete, la possibilità di aterosclerosi vascolare aumenta in modo significativo. E quando c'è una combinazione di questi fattori, il rischio di sviluppare complicazioni così gravi come un infarto o ictus aumenta molte volte. Mangiare cibi sani e l'esercizio quotidiano, oltre a prendere i farmaci necessari, ti permette di controllare i livelli di zucchero e i livelli di colesterolo.

4. Pianificazioni chiare per gli esami medici annuali e regolari esami dell'occhio. Gli esami sistematici dei medici consentono di diagnosticare le complicanze del diabete nelle fasi iniziali e collegare il trattamento necessario in tempo. Un oftalmologo controllerà l'occhio per i segni di danni alla retina, alla cataratta e al glaucoma.

5. Vaccinazione. L'alto livello di zucchero nel sangue può indebolire il sistema immunitario, il che rende l'immunizzazione di routine più importante che per una persona normale.

6. Cura dei denti e della cavità orale. Il diabete può aumentare il rischio di infezioni gengivali. È necessario lavarsi i denti almeno due volte al giorno, una volta al giorno con il filo interdentale e almeno due volte l'anno per visitare il dentista. È necessario andare immediatamente dal dentista se c'è sanguinamento dalle gengive e visivamente c'è gonfiore o arrossamento.

7. L'alto livello di zucchero nel sangue può danneggiare i nervi delle gambe e ridurre il flusso di sangue alle gambe. Se non trattati, tagli o vesciche possono portare a gravi infezioni. Per evitare problemi ai piedi, devi:

§ Lavare i piedi ogni giorno in acqua calda.

§ Asciugare i piedi, specialmente tra le dita dei piedi.

§ Idratare i piedi e le caviglie con una lozione.

§ Indossare sempre scarpe e calze. Non camminare mai a piedi nudi. Indossare scarpe comode, che avvolge bene la gamba, protegge le gambe coricate.

§ Proteggere i piedi dall'esposizione calda e fredda. Indossare scarpe sulla spiaggia o sul pavimento caldo. Non mettere i piedi nell'acqua calda. Controlla l'acqua prima di abbassare le gambe. Non usare mai bottiglie di acqua calda, piastre riscaldanti o coperte elettriche. Queste misure sono progettate per garantire che il paziente non subisca danni alle gambe a causa della ridotta sensibilità del diabete.

§ Controlla i tuoi piedi ogni giorno per vesciche, tagli, ulcere, arrossamenti o gonfiori.

§ È necessario consultare un medico in caso di dolore alle gambe o lesioni che non scompaiono entro pochi giorni.

8. Assunzione giornaliera di aspirina. L'aspirina riduce la capacità di coagulazione del sangue. Assunzione giornaliera di aspirina può ridurre il rischio di infarto e ictus - le principali complicanze nei pazienti con diabete.

9. Ci sono diverse cose che puoi fare per prevenire i problemi della pelle:

§ Mantenere la pelle pulita e asciutta. Utilizzare il talco nelle aree con pieghe della pelle, come le ascelle e l'inguine.

§ Evitare bagni e docce molto caldi. Usa saponi idratanti.

§ Prevenire la pelle secca. Graffiare o graffiare la pelle secca (con prurito) può portare a infezioni della pelle, quindi è necessario idratare la pelle per evitare crepe, soprattutto in caso di freddo o vento.

§ Contattare un dermatologo se non si è in grado di affrontare i problemi.

10. Carico fisico. L'allenamento può aiutare un paziente diabetico a perdere peso e controllare i livelli di zucchero nel sangue. Camminare solo 30 minuti al giorno, ad esempio, può aiutare a stabilizzare i livelli di glucosio. Il più grande motivatore per l'esecuzione di carichi è la persona che si prende cura del paziente, che può incoraggiare il paziente a svolgere attività fisica. Il livello dei carichi dipende dalle condizioni del paziente e in ogni caso i carichi potrebbero essere diversi.

CONCLUSIONE

Nello studio pratico dell'argomento "Il ruolo di un'infermiera nell'organizzazione di cure per un paziente con diabete di tipo 2", abbiamo descritto il processo infermieristico per: diabete di tipo 2 moderato, fasi di scompenso. E il secondo caso di diabete mellito è stato identificato per primo, grave, stadio di scompenso. La cura negli anziani, come il diabete, con questa malattia richiede una maggiore attenzione da parte degli infermieri. L'infermiere deve monitorare le condizioni del paziente, il livello di zucchero nel sangue e informare tutti i medici sui cambiamenti.

Nella parte pratica fornisce anche raccomandazioni generali che sono necessarie quando si prende cura di un paziente con diabete di tipo 2. Per molte persone anziane con varie complicanze del diabete, è richiesta un'assistenza professionale, il cui compito è sistematizzare il farmaco, pianificare la dieta corretta, l'esercizio fisico, l'igiene personale.

Ho concluso che con un trattamento tempestivo e una cura adeguata del paziente, è possibile ottenere miglioramenti e prevenire complicazioni.

CONCLUSIONE

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia endocrina cronica del pancreas, causata da un aumento della glicemia come conseguenza di una relativa mancanza di insulina (un ormone prodotto dal pancreas). Il diabete di tipo 2 è chiamato non insulino-dipendente, in questa malattia la sensibilità all'insulina all'insulina (resistenza all'insulina) è compromessa. O resistenza all'insulina combinata con produzione insufficiente di ormone pancreatico.

La medicina moderna afferma che il diabete di tipo 2 è causato da una combinazione di fattori genetici e di vita, con la stragrande maggioranza dei casi di questa malattia che viene rilevata nelle persone in sovrappeso e affette da obesità.

Dal momento che l'insulino-insufficienza di diabete mellito di tipo 2 non è assoluta, ma relativa, una persona malata può non essere a conoscenza della sua malattia per un lungo periodo e cancellare alcuni dei sintomi per problemi di salute. Nella fase iniziale, i disturbi metabolici non sono molto pronunciati e spesso la persona in sovrappeso non si accorge nemmeno della perdita di peso, poiché aumenta il suo appetito. Ma nel tempo peggiora lo stato di salute, la debolezza e altri segni caratteristici: prurito della pelle, secchezza delle fauci, poliuria, aumento della pressione sanguigna, debolezza, perdita di peso, sete, visione offuscata, intorpidimento delle estremità.

Le principali complicanze in un paziente possono essere microangiopatia, microangiopatia, polineuropatia, artropia, oftalmopatia. Con la cura adeguata, queste complicazioni possono essere prevenute.

L'infermiera ha un ruolo molto importante nella diagnosi. Il tipo di diagnosi è prescritto dal medico e l'infermiere deve comunicare al paziente la procedura imminente e prepararlo adeguatamente per lo studio: esame del sangue, test delle urine e test di tolleranza al glucosio.

Il trattamento completo della malattia comprende tre aree principali: mantenimento di una dieta a basso contenuto di carboidrati, aumento dell'attività fisica, assunzione di farmaci che riducono la concentrazione di glucosio nel sangue. Di grande importanza è l'adeguamento della dieta. Dieta nella fase iniziale del diabete aiuta a normalizzare il metabolismo dei carboidrati, perdere peso e ridurre la produzione di glucosio a livello del fegato. Se aggiungiamo a questo uno stile di vita attivo e il rifiuto delle cattive abitudini, possiamo evitare la rapida progressione della malattia e vivere una vita piena per lungo tempo.

La principale prevenzione è una dieta equilibrata, la prevenzione dell'obesità, l'attività fisica.

Prendersi cura di questi pazienti è che bisogna prendersi cura di pelle, piedi, denti. Spiega al paziente come prendersi cura e perché. Dovrebbe essere spiegato a tali pazienti che la loro diagnosi non è una frase, se ci si prende cura della propria salute, si può anche sbarazzarsi di questo disturbo. I principi di base per risolvere i problemi di un paziente con una tale diagnosi sono stati forniti nella parte pratica e sono state formulate le linee guida principali per la cura di tali pazienti.

ELENCO DELLA LETTERATURA

1 Ametov, A. S. Diabete mellito di tipo 2 /: problemi e soluzioni / A. S. Ametov. - M.: GEOTAR-Media, 2016. - 704 con

2 Ametov, A. S. Attuali approcci al trattamento del diabete mellito di tipo 2 e sue complicanze [Testo] / A. S. Ametov, E. V. Doskina // Problemi di endocrinologia. - 2015. - № 3. - p. 61-64. - Bibliogr.: P. 64 (16 titoli).

3 Ametov, A. S. Attuali approcci al trattamento della polineuropatia diabetica [Testo] / A. S. Ametov, L. V. Kondratieva, M. A. Lysenko // Terapia clinica. - 2015. - № 4. - p 69-72. - Bibliogr.: P. 72

Supporto in legno a una colonna e modi per rinforzare i supporti angolari: i supporti della linea aerea sono strutture progettate per supportare i cavi all'altezza desiderata dal suolo, con acqua.

Profili trasversali di argini e fascia costiera: nelle aree urbane, la protezione bancaria è progettata per soddisfare esigenze tecniche ed economiche, ma quelle estetiche sono di particolare importanza.

Organizzazione del deflusso delle acque superficiali: la maggiore quantità di umidità sul globo evapora dalla superficie dei mari e degli oceani (88).

Condizioni generali per la selezione di un sistema di drenaggio: il sistema di drenaggio viene selezionato in base alla natura di quello protetto.

5 fasi del processo infermieristico nel diabete

Metodi di riabilitazione per diabetici

La riabilitazione nel diabete mellito si basa su un approccio integrato che include vari metodi per ripristinare il corpo. La base per questo è la formazione di uno stile di vita sano dei pazienti, così come la terapia dietetica, la farmacoterapia, la fisioterapia e l'attività fisica. Indipendentemente dal tipo di malattia, è necessario controllare i livelli di zucchero con farmaci, dieta ed esercizio fisico.

Se l'educazione fisica in combinazione con una dieta non fornisce il livello desiderato di zucchero, viene applicata la farmacoterapia. Tuttavia, l'uso di droghe presenta diversi svantaggi, come lo sviluppo della resistenza e degli effetti collaterali. Pertanto, la moderna pratica medica presta grande attenzione ai metodi ausiliari di riabilitazione nel diabete mellito, qui considerati.

massaggio

I medici hanno consigliato il massaggio per i diabetici da oltre 100 anni. La letteratura medica suggerisce un effetto positivo del massaggio sulla normalizzazione dei livelli di zucchero. Il massaggio offre relax, riduce la frequenza cardiaca e normalizza la pressione sanguigna.

È noto che il massaggio riduce l'ansia, anche nelle persone affette da una malattia di entrambi i tipi 1 e 2. Il massaggio stimola la circolazione sanguigna nel corpo, prevenendo così la neuropatia diabetica e altre complicazioni.

agopuntura

L'agopuntura è ampiamente usata nel trattamento del diabete in Cina. A poco a poco, questa pratica sta guadagnando slancio in Russia e in altri paesi sviluppati. L'agopuntura può essere efficace non solo nel trattamento di questa malattia, ma anche nel minimizzare le complicazioni causate da questa malattia. Aiuta a combattere l'obesità e migliorare la produzione di insulina.

idroterapia

L'idroterapia aiuta il corpo a sottoporsi a disintossicazione e a rilassare i muscoli. Promuove il rilassamento psicologico e fisico del corpo. Le vasche idromassaggio migliorano il flusso sanguigno ai muscoli scheletrici e quindi possono essere raccomandate per le persone con diabete di tipo 2 che non possono esercitare da sole.

Rilassamento e assistenza psicologica

Per le persone con diabete di tipo 2, l'incidenza di disturbi affettivi e depressione è più alta che nella popolazione generale. Spesso, le tecniche di rilassamento consentono ai diabetici di ottenere una riduzione dei livelli di zucchero. Permettono anche a una persona che soffre di entrambe le malattie di tipo 1 e di tipo 2 di migliorare la loro qualità di vita, creando un microclima psicologico favorevole attorno a loro.

È importante capire che in risposta allo stress e alla tensione risultanti, il corpo spesso utilizza le riserve di glucosio differite. Da un lato, aiuta il corpo a ottenere energia extra per eliminare la fonte di stress, dall'altro provoca un aumento dei livelli di zucchero.

Caratteristiche della riabilitazione psicologica degli adolescenti

Psicologicamente, gli adolescenti sono doppiamente difficili da affrontare con gli effetti del diabete. Attualmente, il diabete di tipo 1 è più comune tra adolescenti e bambini rispetto al secondo tipo di questa malattia. Tuttavia, negli ultimi anni, la percentuale di adolescenti con diabete di tipo 2 è aumentata in modo significativo. Nella riabilitazione degli adolescenti, è importante prestare attenzione alla fornitura di assistenza psicologica.

Spesso gli adolescenti si ritirano in se stessi e non condividono i loro problemi con i loro genitori e amici. La soluzione in questa situazione può essere la comunicazione con altri adolescenti che hanno problemi simili con il diabete, così come la terapia di gruppo.

Adattamento sociale degli adolescenti

I conflitti interpersonali nell'ambiente adolescenziale sono abbastanza comuni. È necessario proteggere gli adolescenti con diabete dagli attacchi e ridicolizzare dai pari, se ce ne sono. I rischi delle situazioni di conflitto sono aggravati dal fatto che i pazienti diabetici spesso subiscono sbalzi d'umore, nonché periodi di ansia e depressione.

Per risolvere situazioni difficili, puoi rivolgerti a uno psicologo adolescente per un lavoro esplicativo con genitori, amici e altre persone dall'ambiente del paziente. Avere un adeguato supporto psicologico da parte di amici e parenti aiuta gli adolescenti diabetici a superare i loro disturbi, è un elemento importante dell'adattamento sociale.

I genitori sono importanti per non esagerare con la cura dell'adolescente. Devono mostrare la diplomazia e non essere eccessivamente invadenti. È importante chiarire all'adolescente che si preoccupano discretamente di lui, ma allo stesso tempo rispettano lui, la sua opinione e le sue preferenze. È necessario creare un'atmosfera di fiducia e sostegno reciproci. Molto di questo si applica alle relazioni con gli amici.

Poiché gli adolescenti con diabete sono maturi, è importante sviluppare il desiderio di uno stile di vita sano. Prima che gli adolescenti inizino a vivere in modo indipendente dai loro genitori, è importante che formino il giusto approccio alla nutrizione e all'attività fisica, tenendo conto del loro stato di salute.

È importante sviluppare in loro una comprensione dell'importanza di un'alimentazione sana, l'autodisciplina e l'organizzazione. Questo aiuterà gli adolescenti a monitorare regolarmente i loro livelli di zucchero, così come evitare le tentazioni di consumare alcol in eccesso e diete malsane. L'attività fisica attiva dovrebbe essere parte integrante della vita di un adolescente.

aromaterapia

In alcuni casi, l'aromaterapia può essere utile nel diabete a causa del suo effetto calmante sul corpo. Tuttavia, prima di utilizzare questo approccio, è consigliabile consultare il proprio medico.

Piante medicinali

La moderna pratica medica utilizza più di 1200 specie di piante a causa della loro attività ipoglicemica. Alcuni studi hanno dimostrato che alcune piante medicinali alleviano i sintomi e prevengono lo sviluppo di complicazioni del diabete, oltre a contribuire alla rigenerazione delle cellule beta ea superare l'insulino-resistenza.

Vitamine e minerali

La pratica medica mostra che un certo numero di vitamine (ad esempio, B3 ed E) e sostanze minerali (cromo, vanadio, magnesio, ecc.) Contribuiscono sia alla prevenzione che al trattamento del diabete di tipo 1 e di tipo 2. La corretta selezione del dosaggio e della composizione di questi integratori alimentari è di competenza del medico curante.

Gli studi dimostrano che lo yoga aiuta ad alleviare i sintomi e ridurre le complicanze del diabete di tipo 2. Si noti che lo yoga aiuta anche a prevenire il diabete. Lo yoga in generale armonizza lo stato fisiologico e mentale dei pazienti con diabete, ha un effetto ristoratore.

l'esercizio fisico

L'attività fisica è un elemento importante del programma di riabilitazione del diabete. Sono più significativi per le persone che soffrono di malattia di tipo 2. L'esercizio fisico regolare riduce la resistenza all'insulina e facilita la lotta contro la malattia. Inoltre, lo sforzo fisico ha un effetto benefico sui pazienti attraverso il miglioramento del loro stato psicologico, creando una sensazione di comfort e rilassamento dopo l'allenamento.

Le persone con il secondo tipo di malattia dovrebbero aderire almeno alla quantità minima giornaliera di attività fisica al fine di combattere il diabete e l'eccesso di peso. Anche una piccola quantità di attività fisica in qualsiasi forma sarà utile per le persone sedentarie. Sebbene, ovviamente, il maggior beneficio derivi da programmi strutturati speciali di attività fisica, suddivisi in fasi con diversi livelli di complessità e intensità. I diabetici dell'attività fisica sono una serie di cambiamenti positivi.

  1. Il metabolismo migliora, l'insulina riduce più efficacemente il livello di zucchero, che aumenta la produzione totale di energia nel corpo.
  2. La circolazione sanguigna aumenta.
  3. Nel caso delle classi regolari, migliora sia il benessere fisico che mentale.
  4. Rischio ridotto di malattie cardiache e ictus.
  5. Perdita di peso ridotta.
  6. Le ossa si rafforzano e il tono muscolare migliora.

Anche circa 30 minuti di allenamento al giorno permetteranno a un paziente diabetico di sentire la differenza. I medici raccomandano di aumentare sistematicamente l'esercizio aerobico e portarlo a 150 minuti a settimana con una rottura di almeno 3 giorni.

Preparazione per il programma di allenamento

Prima di iniziare ad aumentare l'attività fisica, consultare il medico. In una materia così responsabile, è importante eliminare tutte le incertezze e tenere sotto controllo la situazione. Se sta assumendo insulina, la sua dieta dovrebbe corrispondere ai dosaggi prescritti.

Effettuare le misure di controllo dei livelli di zucchero prima degli allenamenti e dopo di loro, così come tenere un registro delle dinamiche di questi indicatori. Questo ti permetterà di capire come il tuo corpo risponde a una certa intensità di allenamento. Misura lo zucchero immediatamente prima dell'esercizio e dopo circa 30-45 minuti. Discutere le voci del diario con il proprio medico.

Intensità di allenamento

I medici raccomandano di portare l'allenamento quotidiano a 60 minuti al giorno per rimanere in salute. È necessario iniziare l'allenamento con piccoli carichi da 5 a 10 minuti al giorno, se possibile aumentandoli gradualmente fino a 60 minuti.

Se si è impegnati in un'attività fisica più intensa, è possibile ridurre la durata dei carichi. Ad esempio, se vai a fare una breve passeggiata, nuota o vai in bicicletta, puoi ridurre la durata dei tuoi allenamenti a mezz'ora al giorno con 4 allenamenti a settimana.

Durante l'allenamento, ricorda che il tuo corpo consuma glucosio extra durante l'esercizio. Ciò significa che il livello di zucchero può scendere sia durante che dopo l'esercizio. Il corpo delle persone con diabete reagisce in modo diverso all'allenamento.

Consulta il tuo medico per consigli su come migliorare i tuoi allenamenti. Per precauzione, è importante portare sempre con sé una piccola porzione di caramelle in caso di sviluppo di ipoglicemia.

Organizzazione del processo di formazione

È meglio condurre l'allenamento alla stessa ora del giorno. Prova ad allenarti non più tardi di un'ora dopo aver mangiato. In questo periodo di tempo, il livello di zucchero aumenta e il rischio di ipoglicemia è minimo.

Anche se i tuoi esercizi durano meno di 30 minuti, potresti aver bisogno di mangiare sia prima che dopo l'allenamento. Prima delle lezioni, è meglio mangiare tipi digeribili di cibi a base di carboidrati.

Quando si esercita per più di mezz'ora, potrebbe essere necessario prendere un pasto o bere qualcosa che contiene carboidrati, anche durante l'allenamento. L'opzione migliore sarebbe una bevanda con carboidrati facilmente digeribili, come succo di frutta o una bevanda sportiva. Ovviamente, dopo gli allenamenti, devi anche mangiare.

Se ti alleni la sera, assicurati di controllare il livello di zucchero prima di andare a letto. Dopo tutto, il tuo corpo può continuare a usare attivamente lo zucchero, anche dopo l'esercizio.

Rischi di complicazioni nella formazione

L'esercizio intenso può causare un aumento della pressione sanguigna. Se soffri di ipertensione o malattia renale, dovresti evitare un aumento dei carichi. Questo vale anche per i pazienti con retinopatia diabetica per i quali l'allenamento intensivo è irto di rischio di emorragia negli occhi.

Per coloro che soffrono di alterata circolazione del sangue nelle gambe, così come la neuropatia causata dal diabete, è importante selezionare con cura scarpe e calze da ginnastica per evitare lo sfregamento. In una situazione del genere, è importante evitare esercizi che possano esercitare una pressione eccessiva sui piedi. Per coloro che soffrono di malattie cardiache, è necessario consultare il proprio medico prima dell'allenamento.

Processo infermieristico nel diabete

Processo infermieristico nel diabete. Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata da una ridotta produzione o azione dell'insulina e porta all'interruzione di tutti i tipi di metabolismo e, soprattutto, del metabolismo dei carboidrati. La classificazione del diabete mellito, adottata dall'OMS nel 1980:
1. Tipo insulino-dipendente - 1 tipo.
2. Tipo insulino-indipendente - tipo 2.
Il diabete mellito di tipo 1 è più comune nei giovani, il diabete mellito di tipo 2 è nelle persone di mezza età e negli anziani.
Nel diabete, le cause e i fattori di rischio sono così strettamente intrecciati che a volte è difficile distinguerli. Uno dei principali fattori di rischio è la predisposizione ereditaria (il diabete mellito di tipo 2 è ereditariamente sfavorevole), anche l'obesità, l'alimentazione squilibrata, lo stress, le patologie pancreatiche e le sostanze tossiche svolgono un ruolo importante. in particolare, l'alcol, le malattie di altri organi endocrini.
Fasi del diabete:
Fase 1: prediabete: uno stato di predisposizione al diabete.
Gruppo di rischio:
- Le persone con l'ereditarietà oppressa.
- Donne che hanno dato alla luce un bambino vivo o morto di oltre 4,5 kg.
- Persone che soffrono di obesità e aterosclerosi.
Stadio 2 - diabete latente - è asintomatico, il livello di glucosio a digiuno è normale - 3,3-5,5 mmol / l (secondo alcuni autori - fino a 6,6 mmol / l). Il diabete latente può essere identificato da un test di tolleranza al glucosio quando il paziente dopo aver assunto 50 g di glucosio sciolto in 200 ml di acqua, ha un aumento dei livelli di zucchero nel sangue: dopo 1 ora sopra 9,99 mmol / l. e dopo 2 ore - più di 7,15 mmol / l.
Fase 3 - diabete chiaro - è caratterizzata dai seguenti sintomi: sete, poliuria, aumento dell'appetito, perdita di peso, prurito (specialmente nell'area del cavallo), debolezza, affaticamento. Nell'analisi del sangue, il glucosio alto, il glucosio è anche possibile con l'urina.
Con lo sviluppo di complicanze associate alla lesione vascolare del sistema nervoso centrale. il fondo dell'occhio rene, cuore, arti inferiori, unire i sintomi del danno agli organi e ai sistemi corrispondenti.

Processo infermieristico nel diabete:
Problemi del paziente:
A. Esistente (reale):
- la sete;
- poliuria:
- prurito della pelle. pelle secca:
- aumento dell'appetito;
- perdita di peso;
- debolezza, stanchezza; ridotta acuità visiva;
- dolore al cuore;
- dolore agli arti inferiori;
- la necessità di seguire costantemente una dieta;
- la necessità di somministrazione continua di insulina o assunzione di farmaci antidiabetici (manin, diabeton, amaril, ecc.);
Mancanza di conoscenza su:
- la natura della malattia e le sue cause;
- terapia dietetica;
- auto aiuto con l'ipoglicemia;
- cura dei piedi;
- calcolare unità di pane e compilare un menu;
- usando il metro;
- complicanze del diabete mellito (coma e angiopatia diabetica) e auto-aiuto per il coma.
B. Potenziale:
Rischio di sviluppo:
- stati precomatosi e comatosi:
- cancrena degli arti inferiori;
- infarto miocardico acuto;
- insufficienza renale cronica;
- cataratta e retinopatia diabetica con visione alterata;
- infezioni secondarie, malattie della pelle pustolosa;
- complicanze dovute alla terapia insulinica;
- guarigione lenta della ferita, compreso il postoperatorio.
Raccolta di informazioni durante l'esame iniziale:
Interrogazione del paziente su:
- aderenza a una dieta (fisiologica o dietetica numero 9), sulla dieta;
- sforzo fisico durante il giorno;
- condotto dal trattamento di:
- terapia insulinica (nome di insulina, dose, durata della sua azione, regime di trattamento);
- preparazioni di targa antidiabetiche (nome, dose, caratteristiche del loro ricevimento, tolleranza);
- vecchia ricerca di esami del glucosio nel sangue e nelle urine e esami endocrinologici;
- il paziente ha un glucometro, la capacità di usarlo;
- la possibilità di utilizzare la tabella delle unità di pane e creare un menu per unità di pane;
- possibilità di usare una siringa per insulina e una penna a siringa;
- conoscenza dei luoghi e delle tecniche di somministrazione di insulina, prevenzione delle complicanze (ipoglicemia e lipodistrofia nei siti di iniezione);
- tenere un diario di osservazioni di un paziente con diabete mellito:
- una visita al passato e ora "Diabetic School";
- lo sviluppo del passato ipoglicemico e iperglicemico com, le loro cause e sintomi;
- capacità di fornire auto-aiuto;
- il paziente ha un "Diabetic Passport" o "Diabetic Business Card";
- predisposizione genetica al diabete mellito);
- malattie correlate (malattie del pancreas, altri organi endocrini, obesità);
- reclami del paziente al momento dell'ispezione.
Esame del paziente:
- colore, umidità della pelle, presenza di graffi:
- determinazione del peso corporeo:
- misurazione della pressione sanguigna;
- determinazione dell'impulso sull'arteria radiale e sulle arterie del piede posteriore.
Interventi infermieristici, incluso il lavoro con la famiglia del paziente:
1. Condurre una conversazione con il paziente e la sua famiglia sulle abitudini alimentari, a seconda del tipo di diabete, dieta. Per un paziente con diabete di tipo 2, dare alcuni esempi del menu per un giorno.
2. Convinca il paziente della necessità di seguire la dieta prescritta dal medico.
3. Convincere il paziente della necessità di uno sforzo fisico raccomandato dal medico.
4. Parlare delle cause, della natura della malattia e delle sue complicanze.
5. Informare il paziente sulla terapia insulinica (tipi di insulina, l'inizio e la durata della sua azione, la connessione con l'assunzione di cibo, le caratteristiche di conservazione, gli effetti collaterali, i tipi di siringhe da insulina e le siringhe a penna).
6. Garantire la somministrazione tempestiva di insulina e farmaci antidiabetici.
7. Per controllare:
- condizione della pelle;
- peso corporeo:
- impulso e pressione sanguigna;
- polso sulle arterie del piede posteriore;
- dieta e nutrizione; trasmissione al paziente dai suoi parenti;
- raccomandare il monitoraggio continuo della glicemia e delle urine.
8. Convinca il paziente della necessità di osservazione costante da parte dell'endocrinologo, tenendo un diario di sorveglianza, che indica gli indicatori del livello di glucosio nel sangue, urina, pressione sanguigna, cibo mangiato al giorno, terapia ricevuta, cambiamenti nel benessere.
9. Raccomanda esami periodici di un oculista, chirurgo, cardiologo, nefrologo.
10. Raccomanda classi nella "Scuola di diabetici".
11. Informare il paziente delle cause e dei sintomi dell'ipoglicemia, condizioni di coma.
12. Convinca il paziente della necessità di un leggero peggioramento della salute e conta ematica immediatamente contattare un endocrinologo.
13. Educa il paziente e i suoi parenti:
- calcolo delle unità di pane;
- elaborare un menu per il numero di unità di pane al giorno; assunzione e somministrazione sottocutanea di insulina con una siringa da insulina;
- regole per la cura del piede;
- fornire auto-aiuto con l'ipoglicemia;
- misurazione della pressione sanguigna.
Condizioni di emergenza nel diabete mellito:
A. Stato ipoglicemico. Coma ipoglicemico.
motivi:
- Un sovradosaggio di compresse insuliniche o antidiabetiche.
- Mancanza di carboidrati nella dieta.
- Assunzione inadeguata di cibo o saltare l'assunzione di cibo dopo la somministrazione di insulina.
- Attività fisica significativa
Gli stati ipoglicemici si manifestano con una forte sensazione di fame, sudorazione, tremori degli arti, grave debolezza. Se questa condizione non viene interrotta, i sintomi dell'ipoglicemia aumenteranno: il tremore si intensificherà, ci sarà confusione nei pensieri, mal di testa, vertigini, visione doppia, ansia generale, paura, comportamento aggressivo e il paziente cade in coma con perdita di coscienza e convulsioni.
Sintomi di coma ipoglicemico: il paziente è incosciente, pallido, non c'è odore di acetone dalla bocca. la pelle è umida, abbondante sudore freddo, il tono muscolare è aumentato, la respirazione è libera. la pressione sanguigna e le pulsazioni non vengono cambiate, il tono dei bulbi oculari non viene modificato. Nell'analisi del sangue, il livello di zucchero è inferiore a 3,3 mmol / l. non c'è zucchero nelle urine.
Autoaiuto in condizioni ipoglicemiche:
Si raccomanda di mangiare 4-5 pezzi di zucchero ai primi sintomi di ipoglicemia, o bere tè caldo dolce, o prendere 10 compresse di glucosio 0,1 g ciascuno, o bere il 40% di glucosio da 2-3 fiale, o mangiare diversi dolci (meglio caramello ).
Pronto soccorso in condizioni ipoglicemiche:
- Chiama un dottore.
- Chiama il tecnico di laboratorio.
- Dare al paziente una posizione laterale stabile.
- Metti 2 pezzi di zucchero sulla guancia, su cui giace il paziente.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
Soluzione di glucosio 40 e 5%. Soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio, prednisone (amplificatore), idrocortisone (amplificatore), glucagone (amplificatore).
B. Coma iperglicemico (diabetico, chetoacidotico).
motivi:
- Insufficiente dose di insulina.
- Violazione della dieta (alto contenuto di carboidrati negli alimenti).
- Malattie infettive
- Lo stress.
- Gravidanza.
- Lesioni.
- Intervento chirurgico
Prurito: aumento della sete, poliuria. vomito, perdita di appetito, visione offuscata, sonnolenza insolitamente forte, irritabilità.
Sintomi di coma: la coscienza è assente, l'odore di acetone dalla bocca, iperemia e pelle secca, respiro profondo rumoroso, ridotto tono muscolare - bulbi oculari "morbidi". Pulse-filiform, la pressione sanguigna è ridotta. Nell'analisi del sangue - iperglicemia, nell'analisi delle urine - glicosuria, corpi chetonici e acetone.
Quando compaiono i precursori del coma, contatta immediatamente un endocrinologo o chiamalo a casa. Con segni di coma iperglicemico, chiamata d'emergenza.
Primo soccorso:
- Chiama un dottore.
- Dare al paziente una posizione laterale stabile (prevenzione della retrazione della lingua, aspirazione, asfissia).
- Prendere un catetere delle urine per una rapida diagnosi di zucchero e acetone.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
- insulina a breve durata d'azione - actropide (fl.);
- Soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (fl.); Soluzione di glucosio al 5% (fl.);
- glicosidi cardiaci, agenti vascolari.

Altri Articoli Sul Diabete

La sindrome da insulino-resistenza è una patologia che precede lo sviluppo del diabete. Per identificare questa sindrome, viene utilizzato un indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR).

Se il medico sospetta che il paziente abbia un livello di glucosio elevato, lo manda a fare un test per il diabete.Il numero di pazienti diagnosticati con questo disturbo aumenta di anno in anno.

L'incidenza del diabete aumenta a un ritmo tale che questa malattia è chiamata pandemia del 21 ° secolo. Il principale sintomo del diabete è l'iperglicemia: un aumento del livello di glucosio nel sangue.