loader

Principale

Motivi

Diabete e reni Danni renali nel diabete mellito e suo trattamento

Sfortunatamente, il diabete spesso dà complicazioni ai reni e sono molto pericolosi. Il danno renale nel diabete mellito dà al paziente enormi problemi. Perché per il trattamento dell'insufficienza renale è necessario eseguire regolarmente le procedure di dialisi. Se sei fortunato a trovare un donatore, viene eseguito un trapianto di rene. La malattia renale diabetica spesso causa morte dolorosa per i pazienti.

Se il diabete è efficace nel controllo della glicemia, le complicanze renali possono essere evitate.

La buona notizia è che se si mantiene il livello di zucchero nel sangue vicino al normale, quasi sicuramente si sarà in grado di prevenire danni ai reni. Per questo è necessario perseguire attivamente la tua salute.

Sarai anche lieto che le misure per prevenire le malattie renali allo stesso tempo servano a prevenire altre complicazioni del diabete.

Come il diabete provoca danni ai reni

In ogni rene una persona ha centinaia di migliaia di cosiddetti "glomeruli". Questi sono filtri che puliscono il sangue dai rifiuti e dalle tossine. Il sangue passa sotto pressione attraverso i piccoli capillari dei glomeruli e allo stesso tempo filtrato. La parte principale del fluido e dei normali componenti del sangue viene restituita al corpo. E i rifiuti con una piccola quantità di liquido passano dai reni alla vescica. Quindi vengono rimossi all'esterno attraverso l'uretra.

  • Quali test devi superare per controllare i reni (si apre in una finestra separata)
  • È importante! Dieta del diabete
  • Stenosi dell'arteria renale
  • Trapianto di rene del diabete

Nel diabete, il sangue con un alto contenuto di zucchero passa attraverso i reni. Il glucosio tira molto liquido, il che causa un aumento di pressione all'interno di ciascun glomerulo. Pertanto, la velocità di filtrazione glomerulare è l'indicatore più importante della qualità della funzionalità renale - spesso aumenta nella fase iniziale del diabete. I glomeruli sono circondati da un tessuto chiamato membrana basale glomerulare. E questa membrana è anormalmente ispessita, come gli altri tessuti adiacenti. Di conseguenza, i capillari all'interno dei glomeruli vengono gradualmente sostituiti. I glomeruli meno attivi rimangono, peggio i reni filtrano il sangue. Poiché esiste una significativa riserva di glomeruli nei reni umani, il processo di purificazione del sangue continua.

Alla fine, i reni sono così svuotati che compaiono i sintomi di insufficienza renale:

  • letargia;
  • mal di testa;
  • vomito;
  • diarrea;
  • prurito della pelle;
  • sapore metallico in bocca;
  • alito cattivo, che ricorda l'odore di urina;
  • mancanza di respiro, anche con minimo sforzo fisico e riposo;
  • crampi e crampi alle gambe, soprattutto la sera, prima di andare a dormire;
  • perdita di coscienza, coma.

Questo di solito si verifica dopo 15-20 anni di diabete, se il livello di zucchero nel sangue era elevato, cioè il diabete era mal trattato. L'uremia si verifica - l'accumulo di rifiuti azotati nel sangue, che i reni colpiti non possono più filtrare.

Analisi ed esami dei reni nel diabete mellito

Per controllare i reni per il diabete, è necessario superare i seguenti test.

  • esame del sangue per la creatinina;
  • analisi delle urine per albumina o microalbumina;
  • Analisi delle urine di creatinina

Conoscendo il livello di creatinina nel sangue, è possibile calcolare la velocità di filtrazione glomerulare dei reni. Scopri anche se c'è o meno microalbuminuria e calcola il rapporto tra albumina e creatinina nelle urine. Maggiori informazioni su tutte queste analisi e prestazioni renali, vedi "Quali test passare per controllare i reni" (si apre in una finestra separata).

Il primo segno di problemi renali nel diabete è la microalbuminuria. L'albumina è una proteina le cui molecole hanno un diametro piccolo. I reni sani ne passano una piccola quantità nelle urine. Non appena il loro lavoro peggiora, l'albumina nelle urine diventa più grande.

Microalbuminuria per il diabete

Lo sviluppo di microalbuminuria nel diabete mellito (MAU) indica la presenza di danno renale. Sono organi bersaglio che sono i primi a soffrire. L'albumina è un gruppo di piccole proteine ​​che circolano nel plasma umano. La loro comparsa nell'urina è caratteristica della sconfitta dell'apparato di filtrazione glomerulare. La microalbumina nelle urine viene fissata mediante esame di laboratorio oa casa con l'aiuto di strisce reattive.

Che tipo di malattia?

La nefropatia diabetica si sviluppa a causa di danni ai vasi sanguigni e ai tessuti dei reni nel diabete mellito. Le prime manifestazioni di patologia - la formazione di albumina nelle urine. La norma fisiologica consente una parte della loro concentrazione nelle urine. Questa condizione è chiamata microalbuminuria. Mentre la patologia progredisce, le proteine ​​più grandi non sono già filtrate. Un test delle urine microalbuminuria rivela la prima fase della nefropatia diabetica, che è suscettibile di cura medica. Si sviluppa in media entro 7 anni. Inoltre, il rapporto tra albumina e creatinina viene utilizzato per valutare la funzionalità renale - la norma è inferiore a 30 mg / go 2,5-3,5 mg / mmol.

Perché e come si sviluppa nel diabete?

Una maggiore concentrazione di glucosio nel sangue provoca un aumento della quantità di fluido che viene filtrata dai reni in un minuto. Di conseguenza, aumenta la pressione nei capillari dei glomeruli. Un carico eccessivo porta ad un ispessimento compensatorio del tessuto e della membrana basale. Inoltre, i vasi di nefrone hanno aperture di un certo diametro, attraverso le quali sono in grado di passare molecole di una particolare dimensione. Si allungano anche, il che consente il rilascio di albumina nelle urine. Come risultato di entrambi i meccanismi, i capillari nel mezzo dei glomeruli vengono alla fine espulsi. Ridurre significativamente il numero di nefroni attivi porta a una violazione della funzione di filtraggio dei reni. È anche impossibile escludere il fattore di predisposizione genetica.

Gruppo di rischio

Non tutti i pazienti con diabete hanno lo stesso rischio di sviluppare malattia renale cronica. I pazienti con pressione sanguigna elevata sono inclusi nel gruppo ad alto rischio. Inoltre, il flusso incontrollato, la predisposizione genetica e livelli elevati di lipidi plasmatici aumentano significativamente le possibilità di sviluppare nefropatia diabetica. Le persone con obesità, ridotta tolleranza ai carboidrati, disfunzione del miocardio e con cattive abitudini sono anche a rischio di UIA.

sintomatologia

I sintomi della nefropatia diabetica si sviluppano da 15 a 20 anni dopo la manifestazione del diabete in caso di flusso incontrollato. Patologia dei criteri:

  • la debolezza;
  • mal di testa;
  • violazioni del tratto gastrointestinale;
  • prurito;
  • respiro del mouse;
  • dispnea a riposo;
  • spasmi e crampi agli arti;
  • disturbo della coscienza;
  • coma.
Torna al sommario

Come viene eseguita l'analisi?

  • Urina all'UIA viene raccolta entro 24 ore.
  • La prima parte del mattino non viene presa in considerazione e tutti gli altri vengono raccolti in un unico contenitore.
  • Il contenitore deve essere conservato a una temperatura compresa tra +4 e +8 gradi durante l'intero processo di raccolta.
  • La porzione giornaliera viene misurata alla fine della raccolta, mescolata e versata in un contenitore sterile.
  • Specificare la quantità giornaliera di urina, altezza e peso.
  • Per passare al laboratorio.

Norma: non più di 30 mg / giorno.

  • Nei bambini - no.
  • Più di 30 mg / die - nefropatia lieve.
  • Più di 300 mg / giorno è un corso severo.
Torna al sommario

Metodi di trattamento della microalbuminuria nel diabete mellito

Il trattamento include l'esclusione dalla dieta di cibo in scatola, porridge di cereali, salse piccanti, carne, cibi troppo salati. Pasti frazionari e frequenti consigliati. Fortemente vietato l'uso di bevande alcoliche. Tè sfuso e saporito, acqua e succhi salati sono accettabili. È importante smettere di fumare e altre cattive abitudini. Il monitoraggio della pressione arteriosa viene effettuato due volte al giorno. L'esercizio fisico regolare aiuta a normalizzare la pressione. Guarda i tuoi livelli di zucchero.

I farmaci che hanno azione antiipertensiva e nefroprotettiva sono presentati nella tabella:

Nefropatia diabetica. Rene con diabete.

Nefropatia diabetica: impara tutto ciò di cui hai bisogno. I suoi sintomi e la sua diagnosi sono descritti in dettaglio sotto usando esami del sangue e delle urine, nonché un'ecografia dei reni. La cosa principale è raccontata sui metodi di trattamento efficaci che consentono di mantenere costante la glicemia a 3,9-5,5 mmol / l 24 ore al giorno, come nelle persone sane. Il sistema del Dr. Bernstein per il controllo del diabete di tipo 2 e di tipo 1 aiuta a guarire i reni se la nefropatia non è andata troppo lontano. Scopri cos'è la microalbuminuria, la proteinuria, cosa fare se i tuoi reni fanno male, come normalizzare la pressione sanguigna e la creatinina nel sangue.

La nefropatia diabetica è un danno renale causato da un livello elevato di glucosio nel sangue. Anche il fumo e l'ipertensione distruggono i reni. Entro 15-25 anni in un diabetico entrambi questi organi possono fallire e sarà necessaria la dialisi o il trapianto. Questa pagina descrive i rimedi popolari e il trattamento ufficiale per evitare l'insufficienza renale, o almeno rallentarne lo sviluppo. Vengono fornite raccomandazioni, la cui attuazione non solo protegge i reni, ma riduce anche il rischio di infarto e ictus.

Nefropatia diabetica: un articolo dettagliato

Scopri come il diabete influenza i reni, i sintomi e l'algoritmo per la diagnosi della nefropatia diabetica. Comprendi quali test devi superare, come decifrare i risultati, quanto è utile un'ecografia del rene. Leggi di trattamento con dieta, farmaci, rimedi popolari e il passaggio a uno stile di vita sano. Le sfumature del trattamento dei reni nei pazienti con diabete di tipo 2 sono descritte. Dettagli sulle pillole che riducono la glicemia e la pressione sanguigna. Oltre a questi, potresti aver bisogno di statine per il colesterolo, l'aspirina, i farmaci per l'anemia.

  1. In che modo il diabete influenza i reni?
  2. Qual è la differenza tra le complicanze renali nel diabete di tipo 2 e di tipo 1?
  3. Sintomi e diagnosi di nefropatia diabetica
  4. Cosa succede se i reni smettono di funzionare?
  5. Perché la nefropatia diabetica riduce la glicemia?
  6. Quali esami del sangue e delle urine avete bisogno di passare? Come capire i loro risultati?
  7. Cos'è la microalbuminuria?
  8. Cos'è la proteinuria?
  9. In che modo il colesterolo influisce sulle complicanze del diabete renale?
  10. Quanto spesso i diabetici devono fare un'ecografia renale?
  11. Quali sono i segni di nefropatia diabetica sugli ultrasuoni?
  12. Nefropatia diabetica: fasi
  13. Cosa fare se i reni ti fanno male?
  14. Come trattare un diabetico per salvare i reni?
  15. Quali pillole, abbassando lo zucchero nel sangue, prescritto?
  16. Che tipo di farmaci per la pressione hai bisogno di prendere?
  17. Come essere trattati se la nefropatia diabetica è stata diagnosticata e c'è molta proteina nelle urine?
  18. Cosa dovrebbe fare un paziente con nefropatia diabetica e ipertensione?
  19. Quali sono i buoni rimedi popolari per il trattamento dei reni?
  20. Come ridurre la creatinina nel sangue nel diabete?
  21. È possibile ripristinare il normale tasso di filtrazione glomerulare dei reni?
  22. Quale dieta dovrebbe essere seguita per la nefropatia diabetica?
  23. Quanto tempo vivono i diabetici nell'insufficienza renale cronica?
  24. Trapianti renali: vantaggi e svantaggi
  25. Per quanto tempo può vivere un diabetico con un rene trapiantato?

Teoria: minimo richiesto

I reni sono impegnati a filtrare i rifiuti dal sangue e ad espellerli nelle urine. Producono anche l'ormone eritropoietina, che stimola la comparsa dei globuli rossi - globuli rossi.

Il sangue passa periodicamente attraverso i reni, che rimuovono i rifiuti da esso. Il sangue purificato circola ulteriormente. Veleni e prodotti metabolici, così come il sale in eccesso sciolto in una grande quantità di acqua, formano l'urina. Sfocia nella vescica, dove viene temporaneamente immagazzinata.

Il corpo regola con precisione la quantità di acqua e sale che devono essere escreti nelle urine e quanto rimane nel sangue per mantenere i livelli normali di pressione sanguigna e di elettroliti.

Ogni rene contiene circa un milione di elementi filtranti chiamati Nefroni. Il glomerulo di piccoli vasi sanguigni (capillari) è uno dei componenti del nefrone. La velocità di filtrazione glomerulare è un indicatore importante che determina la condizione dei reni. È calcolato sulla base della creatinina nel sangue.

La creatinina è uno dei prodotti di degrado che i reni rimuovono. In caso di insufficienza renale, si accumula nel sangue insieme ad altri rifiuti e il paziente avverte i sintomi di intossicazione. I problemi renali possono causare diabete, infezioni o altre cause. In ciascuno di questi casi, viene misurata la velocità di filtrazione glomerulare per valutare la gravità della malattia.

In che modo il diabete influenza i reni?

L'aumento della glicemia danneggia gli elementi filtranti dei reni. Nel corso del tempo, scompaiono e vengono sostituiti da tessuto cicatriziale, che non può pulire il sangue dai rifiuti. Gli elementi meno filtranti rimangono, peggiore è il funzionamento dei reni. Alla fine, non affrontano più la rimozione dei rifiuti e l'intossicazione si verifica. In questa fase, il paziente ha bisogno di terapia sostitutiva per non morire - dialisi o trapianto di rene.

Prima di morire, gli elementi filtranti diventano "pieni di buchi", iniziano a "perdita". Passano nelle proteine ​​delle urine, che non dovrebbero essere lì. Vale a dire, l'albumina in concentrazioni elevate.

La microalbuminuria è il rilascio di albumina nelle urine nella quantità di 30-300 mg al giorno. Proteinuria - l'albumina si trova nelle urine in quantità superiori a 300 mg al giorno. La microalbuminuria può cessare se il trattamento ha successo. La proteinuria è un problema più serio. È considerato irreversibile e segnala che il paziente ha intrapreso il percorso di sviluppo dell'insufficienza renale.

Più è peggio il controllo del diabete, maggiore è il rischio di malattia renale allo stadio terminale e più velocemente può arrivare. Le probabilità di affrontare l'insufficienza renale completa nei diabetici non sono molto elevate. Perché la maggior parte di loro muore per un infarto o ictus prima che insorga la necessità di una terapia sostitutiva renale. Tuttavia, il rischio è aumentato per i pazienti nei quali il diabete è associato a fumo o infezione cronica del tratto urinario.

Oltre alla nefropatia diabetica, può esserci anche stenosi dell'arteria renale. Questo è un blocco delle placche aterosclerotiche di una o di entrambe le arterie che alimentano i reni. Allo stesso tempo, la pressione sanguigna aumenta molto. I farmaci per l'ipertensione non aiutano, anche se prendi diversi tipi di pillole allo stesso tempo.

La stenosi dell'arteria renale richiede spesso un trattamento chirurgico. Il diabete aumenta il rischio di questa malattia, perché stimola lo sviluppo di aterosclerosi, anche nei vasi che alimentano i reni.

Rene per diabete di tipo 2

In genere, il diabete di tipo 2 è nascosto per diversi anni mentre viene scoperto e iniziato a essere trattato. Tutti questi anni, le complicazioni distruggono gradualmente il corpo del paziente. Non bypassano i reni.

Secondo siti di lingua inglese, al momento della diagnosi, il 12% dei pazienti con diabete di tipo 2 ha già microalbuminuria e il 2% ha proteinuria. Tra i pazienti di lingua russa, queste cifre sono diverse volte più alte. Perché i residenti dei paesi occidentali hanno l'abitudine di sottoporsi regolarmente a visite mediche preventive. A causa di questo, sono più tempestive rilevare le malattie croniche.

Il diabete di tipo 2 può essere combinato con altri fattori di rischio per la malattia renale cronica:

  • ipertensione;
  • elevato colesterolo nel sangue;
  • ci sono stati casi di malattie renali in parenti stretti;
  • ci sono stati casi di infarto o ictus precoce in famiglia;
  • il fumo;
  • l'obesità;
  • vecchiaia

Qual è la differenza tra le complicanze renali nel diabete di tipo 2 e di tipo 1?

Nel diabete di tipo 1, le complicanze renali di solito si sviluppano 5-15 anni dopo l'insorgenza della malattia. Nel diabete di tipo 2, queste complicazioni sono spesso rilevate immediatamente al momento della diagnosi. Perché il diabete di tipo 2 di solito richiede molti anni in una forma latente prima che il paziente veda i sintomi e congettura per controllare il livello di zucchero nel sangue. Finché non si fa una diagnosi e si inizia la cura, la malattia distrugge liberamente i reni e tutto il corpo.

Il diabete di tipo 2 è una malattia meno grave rispetto al diabete di tipo 1. Tuttavia, si verifica 10 volte più spesso. I pazienti diabetici di tipo 2 sono il gruppo più numeroso di pazienti serviti da centri dialisi e specialisti nel trapianto di reni. L'epidemia di diabete di tipo 2 è in aumento in tutto il mondo e nei paesi di lingua russa. Ciò si aggiunge al lavoro di specialisti che trattano le complicanze renali.

Nel diabete di tipo 1, i pazienti che hanno la malattia iniziata nell'infanzia e nell'adolescenza spesso incontrano nefropatia. Per le persone che hanno il diabete di tipo 1 nei loro anni maturi, il rischio di problemi ai reni non è molto alto.

Sintomi e diagnosi

Nei primi mesi e anni di nefropatia diabetica e microalbuminuria non causano alcun sintomo. I pazienti notano i problemi solo quando è già alla portata della malattia renale allo stadio terminale. All'inizio, i sintomi sono vaghi, come un affaticamento freddo o cronico.

I primi segni di nefropatia diabetica:

  • debolezza, stanchezza;
  • pensiero offuscato;
  • gonfiore alle gambe;
  • ipertensione;
  • minzione frequente;
  • frequente necessità di alzarsi in bagno durante la notte;
  • ridurre i dosaggi di insulina e compresse ipolipidiche;
  • debolezza, pallore e anemia;
  • prurito, eruzione cutanea.

Pochi pazienti possono sospettare che i sintomi elencati siano causati da un deterioramento dei reni.

Cosa succede se i reni smettono di funzionare con il diabete?

I diabetici che sono troppo pigri per sottoporsi a regolari esami del sangue e delle urine possono rimanere in una felice ignoranza fino all'ultimo stadio, l'insorgenza dell'insufficienza renale allo stadio terminale. Tuttavia, alla fine, i segni di intossicazione causata dalla malattia renale diventano evidenti:

  • scarso appetito, perdita di peso;
  • la pelle è secca e pruriginosa;
  • forte gonfiore, crampi muscolari;
  • gonfiore e borse sotto gli occhi;
  • nausea e vomito;
  • disturbo della coscienza.

Perché la nefropatia diabetica riduce la glicemia?

Infatti, nella nefropatia diabetica nell'ultimo stadio di insufficienza renale, il livello di zucchero nel sangue può diminuire. In altre parole, la necessità di ridurre l'insulina. Dobbiamo ridurre la dose per evitare l'ipoglicemia.

Perché sta succedendo questo? L'insulina viene distrutta nel fegato e nei reni. Quando i reni sono gravemente danneggiati, perdono la capacità di rimuovere l'insulina. Questo ormone rimane più a lungo nel sangue e stimola le cellule ad assorbire il glucosio.

L'insufficienza renale terminale è un disastro per i diabetici. La capacità di ridurre la dose di insulina è solo una debole consolazione.

Quali test devono passare? Come decifrare i risultati?

Per effettuare una diagnosi accurata e la selezione di un trattamento efficace, è necessario superare i test:

  • albumina nelle urine;
  • il rapporto tra albumina e creatinina nelle urine;
  • creatinina nel sangue.

La creatinina è uno dei prodotti di degradazione della proteina che i reni sono coinvolti nell'espulsione. Conoscendo il livello di creatinina nel sangue, così come l'età e il sesso di una persona, è possibile calcolare il tasso di filtrazione glomerulare. Questo è un indicatore importante sulla base del quale viene determinata la fase della nefropatia diabetica e viene prescritto il trattamento. Il medico può anche prescrivere altri test.

Sotto 3,5 (donne)

In preparazione per i test ematici e urinari sopra elencati, è necessario astenersi da gravi sforzi fisici e bere alcolici per 2-3 giorni. Altrimenti, i risultati saranno peggiori di quanto non sia in realtà.

Che cosa significa la velocità di filtrazione glomerulare dei reni?

Sulla forma del risultato del test del sangue per la creatinina, deve essere indicato il range normale, tenendo conto del sesso e dell'età, e anche la velocità di filtrazione glomerulare dei reni dovrebbe essere calcolata. Più alto è il numero, meglio è.

Cos'è la microalbuminuria?

La microalbuminuria è la comparsa di proteine ​​(albumina) nelle urine in piccole quantità. È un sintomo precoce del danno renale diabetico. È considerato un fattore di rischio per infarto e ictus. La microalbuminuria è considerata reversibile. Farmaci, un discreto controllo del glucosio e della pressione arteriosa possono ridurre la quantità di albumina nelle urine alla normalità per diversi anni.

Cos'è la proteinuria?

Proteinuria - la presenza di proteine ​​nelle urine in grandi quantità. Segno molto male Significa che un infarto, un ictus o un'insufficienza renale terminale sono dietro l'angolo. Richiede un trattamento intensivo urgente. Inoltre, potrebbe essere che il tempo per un trattamento efficace è già stato perso.

Se trovi microalbuminuria o proteinuria, dovresti consultare un medico che tratta i reni. Questo specialista è chiamato nefrologo, da non confondere con un neurologo. Assicurati che le proteine ​​urinarie non siano causate da una malattia infettiva o da una lesione renale.

Può essere che il sovraccarico sia diventato la causa di un risultato di analisi scadente. In questo caso, una nuova analisi dopo alcuni giorni darà un risultato normale.

Come funziona il livello di colesterolo nel sangue sullo sviluppo di complicanze del diabete sui reni?

Si ritiene ufficialmente che l'aumento del colesterolo nel sangue stimoli lo sviluppo delle placche aterosclerotiche. L'aterosclerosi colpisce simultaneamente molte navi, comprese quelle attraverso le quali il sangue scorre verso i reni. Resta inteso che i diabetici devono assumere statine dal colesterolo e questo ritarderà lo sviluppo dell'insufficienza renale.

Tuttavia, l'ipotesi sull'effetto protettivo delle statine sui reni è controversa. E i gravi effetti collaterali di questi farmaci sono ben noti. Prendere le statine ha senso per evitare il reinfarto, se hai già avuto il primo. Naturalmente, una prevenzione affidabile dell'infarto ricorrente dovrebbe includere molte altre misure, oltre a prendere pillole dal colesterolo. Non vale la pena bere statine, se non hai avuto un infarto.

Passare a una dieta povera di carboidrati migliora di solito il rapporto tra colesterolo "buono" e "cattivo" nel sangue. Non solo il glucosio è normalizzato, ma anche la pressione sanguigna. A causa di ciò, lo sviluppo della nefropatia diabetica è inibito. Ai risultati degli esami del sangue per lo zucchero e il colesterolo per farti piacere e invidiare i tuoi amici, la dieta a basso contenuto di carboidrati dovrebbe essere rigorosamente seguita. È necessario abbandonare completamente i prodotti vietati.

Quanto spesso i diabetici devono fare un'ecografia renale?

L'ecografia dei reni permette di verificare se ci sono sabbia e pietre in questi organi. Inoltre, l'utilizzo del sondaggio può rilevare tumori benigni dei reni (cisti).

Trattamento del diabete del rene: una revisione

Tuttavia, l'ecografia è quasi inutile per diagnosticare la nefropatia diabetica e monitorare l'efficacia del suo trattamento. È molto più importante eseguire regolarmente esami del sangue e delle urine, descritti in dettaglio sopra.

Quali sono i segni di nefropatia diabetica sugli ultrasuoni?

Il fatto è che la nefropatia diabetica non dà quasi segni sull'ecografia dei reni. In apparenza, i reni del paziente possono essere in buone condizioni, anche se i loro elementi filtranti sono già danneggiati e non funzionano. La foto reale ti darà i risultati dei test del sangue e delle urine.

Nefropatia diabetica: classificazione

La nefropatia diabetica è divisa in 5 fasi. L'ultimo è chiamato terminale. In questa fase, la terapia sostitutiva è necessaria affinché il paziente eviti la morte. È di due tipi: dialisi più volte alla settimana o trapianto di rene.

Di solito non ci sono sintomi nelle prime due fasi. Il danno renale diabetico può essere rilevato solo da esami del sangue e delle urine. Si noti che l'ecografia dei reni non porta molto beneficio.

Quando la malattia si sposta al terzo e al quarto stadio, possono comparire segni visibili. Tuttavia, la malattia si sviluppa gradualmente, gradualmente. Per questo motivo, i pazienti spesso si abituano e non danno l'allarme. I sintomi evidenti di intossicazione compaiono solo al quarto e quinto stadio, quando i reni quasi non funzionano.

  • DN, stage MAU, CKD 1, 2, 3 o 4;
  • DN, stadio della proteinuria con funzione renale conservata per l'escrezione di azoto, CKD 2, 3 o 4;
  • DN, stadio PN, CKD 5, trattamento di RRT.

DN - nefropatia diabetica, MAU - microalbuminuria, PN - insufficienza renale, CKD - ​​malattia renale cronica, PRP - terapia sostitutiva renale.

La proteinuria di solito inizia nei pazienti con diabete di tipo 2 e di tipo 1 con una storia patologica di 15-20 anni. Se non trattato, lo stadio terminale dell'insufficienza renale può verificarsi dopo altri 5-7 anni.

Cosa devo fare se i miei reni hanno il diabete?

Prima di tutto, dovresti assicurarti che siano i reni a fare male. Non si può avere un problema con i reni, ma osteocondrosi, reumatismi, pancreatite o qualche altro disturbo che causa una sindrome del dolore simile. È necessario consultare un medico per determinare la causa esatta del dolore. Questo è impossibile da fare da soli.

L'automedicazione può ferire gravemente. Le complicazioni del diabete sui reni di solito non causano dolore, ma i sintomi di intossicazione sopra elencati. I calcoli renali, la colica renale e l'infiammazione sono molto probabilmente non direttamente correlati al metabolismo del glucosio alterato.

trattamento

Il trattamento della nefropatia diabetica ha lo scopo di prevenire o almeno ritardare l'insorgenza dell'insufficienza renale allo stadio terminale, che richiederà dialisi o trapianto di un organo donatore. Consiste nel mantenere un buon livello di zucchero nel sangue e pressione sanguigna.

È necessario monitorare il livello di creatinina nel sangue e nelle proteine ​​(albumina) nelle urine. Inoltre, la medicina ufficiale raccomanda di monitorare il colesterolo nel sangue e cercare di ridurlo. Ma molti esperti dubitano che sia davvero utile. Le azioni terapeutiche per proteggere i reni riducono il rischio di infarto e ictus.

Cosa dovrebbe fare un diabetico per salvare i reni?

Certo, è importante assumere pillole per la prevenzione delle complicanze renali. I diabetici sono generalmente prescritti diversi gruppi di farmaci:

  1. Le pillole per la pressione sono principalmente inibitori ACE e bloccanti del recettore dell'angiotensina II.
  2. Aspirina e altri agenti antipiastrinici.
  3. Statine da colesterolo.
  4. Rimedi per l'anemia che può causare insufficienza renale.

Tutte queste preparazioni sono descritte in dettaglio di seguito. Tuttavia, il cibo svolge un ruolo importante. L'assunzione di farmaci ha un effetto molto minore rispetto a una dieta seguita da un diabetico. La cosa principale che devi fare - decidere sulla transizione a una dieta a basso contenuto di carboidrati. Leggi di più sotto.

Non fare affidamento su rimedi popolari se si vuole difendere contro la nefropatia diabetica. Tè alle erbe, infusi e decotti sono utili solo come fonte di liquidi per la prevenzione e il trattamento della disidratazione. Non hanno un serio effetto protettivo sui reni.

Come trattare i reni per il diabete?

Prima di tutto usano la dieta e le iniezioni di insulina per mantenere il livello di zucchero nel sangue il più vicino possibile alla norma. Il mantenimento dell'emoglobina glicata HbA1C al di sotto del 7% riduce il rischio di proteinuria e insufficienza renale del 30-40%.

L'uso dei metodi del Dr. Bernstein consente di mantenere stabile lo zucchero nella norma, come nelle persone sane, e l'emoglobina glicata è inferiore al 5,5%. È probabile che questi indicatori riducano a zero il rischio di gravi complicazioni renali, sebbene ciò non sia confermato da studi ufficiali.

È dimostrato che con un livello di glucosio costantemente normale nel sangue, i reni affetti da diabete sono guariti e ripristinati. Tuttavia, questo è un processo lento. Negli stadi 4 e 5 della nefropatia diabetica, generalmente non è possibile.

Alimento ufficialmente raccomandato con la limitazione delle proteine ​​e dei grassi animali. La fattibilità dell'utilizzo di una dieta a basso contenuto di carboidrati è discussa di seguito. A valori normali della pressione arteriosa, è necessario limitare l'assunzione di sale a 5-6 g al giorno e a livelli elevati, fino a 3 g al giorno. In realtà, non è molto piccolo.

  1. Smetti di fumare.
  2. Controlla l'articolo "Alcol nel diabete" e bevi non più di quanto affermato in questo articolo.
  3. Se non bevi alcolici, allora non iniziare nemmeno.
  4. Cerca di perdere peso e certamente non guadagnare più peso in eccesso.
  5. Parlate con il vostro medico di quale attività fisica è adatta a voi e all'esercizio fisico.
  6. Avere un monitor della pressione arteriosa a casa e misurare la pressione sanguigna regolarmente.

Non ci sono pillole magiche, tinture e tanto altro ancora, rimedi popolari che potrebbero ripristinare rapidamente e facilmente i reni colpiti dal diabete.

Il tè con il latte non aiuta, ma al contrario fa male, perché il latte aumenta lo zucchero nel sangue. Il tè all'ibisco è una bevanda da tè popolare che non aiuta più che bere acqua pulita. Meglio nemmeno provare i rimedi popolari, sperando di curare i reni. L'auto-trattamento di questi organi filtranti è estremamente pericoloso.

Quali farmaci sono prescritti?

I pazienti che hanno scoperto la nefropatia diabetica in uno stadio o in un altro, solitamente usano diversi farmaci contemporaneamente:

  • pillole per l'ipertensione - 2-4 specie;
  • statine per il colesterolo;
  • agenti antipiastrinici - aspirina e dipiridamolo;
  • farmaci che legano il fosforo in eccesso nel corpo;
  • forse anche una cura per l'anemia.

Assumere più pillole è la cosa più facile che puoi fare per evitare o ritardare l'insorgenza della malattia renale allo stadio terminale. Impara il trattamento graduale per il diabete di tipo 2 o il monitoraggio del diabete di tipo 1. Seguire attentamente le raccomandazioni. Il passaggio a uno stile di vita sano richiede sforzi più seri. Tuttavia, deve essere implementato. Sbarazzarsi del farmaco non funzionerà se si vuole proteggere i reni e vivere più a lungo.

Quali pillole che abbassano la glicemia sono adatte alla nefropatia diabetica?

Sfortunatamente, la metformina farmacologica più popolare (Siofor, Glucophage) dovrebbe essere esclusa già nelle prime fasi della nefropatia diabetica. Non può essere assunto se la velocità di filtrazione glomerulare dei reni in un paziente è di 60 ml / min, e ancor meno. Questo è coerente con la creatinina nel sangue:

  • per gli uomini - sopra 133 mmol / l
  • per le donne - sopra 124 mol / l

Ricordiamo che maggiore è la creatinina, peggio è il funzionamento dei reni e minore è la velocità di filtrazione glomerulare. Già nella fase iniziale delle complicanze renali diabetiche, è necessario escludere metformina dal regime di trattamento per evitare l'acidosi del lattato pericolosa.

Ufficialmente, i pazienti con retinopatia diabetica possono assumere medicinali che inducono il pancreas a produrre più insulina. Ad esempio, Diabeton MB, Amaril, Maninil e i loro analoghi. Tuttavia, questi farmaci sono nella lista delle pillole dannose per il diabete di tipo 2. Esse riducono il pancreas e non riducono la mortalità dei pazienti, anzi aumentano. È meglio non usarli. I diabetici che sviluppano complicazioni nei reni devono sostituire le compresse ipolipemizzanti con i colpi di insulina.

Alcuni farmaci per il diabete possono essere assunti, ma con attenzione, in consultazione con il medico. Di norma, non possono fornire un controllo glicemico sufficientemente buono e non offrono l'opportunità di rifiutare i colpi di insulina.

Che pillole per la pressione hai bisogno di prendere?

Pillole molto importanti per l'ipertensione, che appartengono al gruppo degli ACE-inibitori o dei bloccanti del recettore dell'angiotensina II. Non solo abbassano la pressione sanguigna, ma forniscono anche una protezione aggiuntiva per i reni. L'assunzione di questi farmaci aiuta a ritardare l'insorgenza della malattia renale allo stadio terminale per diversi anni.

Devi cercare di mantenere la pressione sanguigna al di sotto di 130/80 mmHg. Art. Per fare questo, di solito devono usare diversi tipi di farmaci. Inizia con ACE inibitori o bloccanti del recettore dell'angiotensina II. Aggiungono più farmaci da altri gruppi - beta-bloccanti, diuretici (diuretici), calcio antagonisti. Chiedi al tuo medico di prescrivere comode pillole combinate che contengano 2-3 sostanze attive sotto una guaina da assumere una volta al giorno.

Gli ACE-inibitori o i bloccanti del recettore dell'angiotensina II all'inizio del trattamento possono aumentare il livello di creatinina nel sangue. Discuti con il tuo medico quanto sia serio. Molto probabilmente, non è necessario cancellare il farmaco. Inoltre, questi farmaci possono aumentare il livello di potassio nel sangue, specialmente se combinati tra loro o con farmaci diuretici.

Concentrazioni di potassio molto alte possono causare l'arresto cardiaco. Per evitarlo, non si devono combinare gli ACE-inibitori e i bloccanti dei recettori dell'angiotensina-II, così come i farmaci chiamati diuretici a risparmio di potassio. Gli esami del sangue per creatinina e potassio, così come l'urina per proteine ​​(albumina) devono essere testati una volta al mese. Non essere pigro per farlo.

Non utilizzare statine di propria iniziativa per il colesterolo, l'aspirina e altri agenti antipiastrinici, farmaci e integratori alimentari per l'anemia. Tutte queste pillole possono causare gravi effetti collaterali. Parlate con il vostro medico della necessità di prenderli. Inoltre, il medico dovrebbe essere coinvolto nella selezione dei farmaci per l'ipertensione.

Il compito del paziente non è quello di essere pigri per sottoporsi regolarmente a test e, se necessario, consultare un medico per la correzione del regime di trattamento. Il tuo mezzo principale per raggiungere buoni livelli di glucosio nel sangue è l'insulina, non le pillole per il diabete.

Come essere trattati se la nefropatia diabetica è stata diagnosticata e c'è molta proteina nelle urine?

Il medico ti prescriverà diversi tipi di farmaci, descritti in questa pagina. Tutte le pillole prescritte devono essere prese ogni giorno. Questo può ritardare la catastrofe cardiovascolare, la necessità di sottoporsi a dialisi o un trapianto di rene per diversi anni.

Il Dr. Bernstein raccomanda di passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati se lo sviluppo delle complicanze del diabete nei reni non ha ancora superato il punto di non ritorno. Vale a dire, la velocità di filtrazione glomerulare non dovrebbe essere inferiore a 40-45 ml / min.

Un buon controllo del diabete si basa su tre pilastri:

  1. Aderenza alla dieta a basso contenuto di carboidrati.
  2. Misurazione frequente di zucchero nel sangue.
  3. Iniezioni di dosi accuratamente selezionate di insulina estesa e rapida.

Queste misure consentono di mantenere un livello di glucosio normale stabile, come nelle persone sane. Allo stesso tempo, lo sviluppo della nefropatia diabetica si arresta. Inoltre, sullo sfondo di una normale glicemia stabile, i reni malati possono ripristinare la loro funzione nel tempo. Resta inteso che la velocità di filtrazione glomerulare aumenterà e le proteine ​​scompariranno dall'urina.

Tuttavia, raggiungere e mantenere un buon controllo del diabete non è un compito facile. Per far fronte a questo, il paziente deve avere alta disciplina e motivazione. Puoi ispirarti all'esempio personale del Dr. Bernstein, che ha completamente eliminato le proteine ​​nelle urine e ripristinato la normale funzionalità renale.

Senza una transizione verso una dieta a basso contenuto di carboidrati, è impossibile riportare lo zucchero alla normalità nel diabete. Sfortunatamente, la nutrizione a basso contenuto di carboidrati è controindicata per i diabetici che hanno una bassa velocità di filtrazione glomerulare, e ancora di più, lo stadio terminale dell'insufficienza renale si è sviluppato. In questo caso, devi provare a eseguire un trapianto di rene. Maggiori informazioni su questa operazione di seguito.

Cosa dovrebbe fare un paziente con nefropatia diabetica e ipertensione?

Passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati migliora non solo la glicemia, ma anche il colesterolo e la pressione sanguigna. A sua volta, la normalizzazione del glucosio e della pressione sanguigna inibisce lo sviluppo della nefropatia diabetica.

Tuttavia, se l'insufficienza renale si è sviluppata ad uno stadio avanzato, è troppo tardi per passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati. Resta solo da prendere le pillole prescritte dal medico. Una vera possibilità di salvezza può dare un trapianto di rene. Questo è spiegato in dettaglio qui sotto.

Tra tutti i farmaci per l'ipertensione, gli inibitori dei reni e i bloccanti del recettore dell'angiotensina II è meglio proteggere i reni. Solo uno di questi farmaci deve essere assunto, non possono essere combinati tra loro. Tuttavia, può essere combinato con l'assunzione di beta-bloccanti, farmaci diuretici o bloccanti dei canali del calcio. Solitamente prescritto comode pillole combinate che contengono 2-3 principi attivi sotto una conchiglia.

Quali sono i buoni rimedi popolari per il trattamento dei reni?

Contare su erbe e altri rimedi popolari per problemi renali è la cosa peggiore che puoi fare. La medicina tradizionale non aiuta affatto la nefropatia diabetica. Stai lontano dai ciarlatani, che ti assicurano il contrario.

Gli appassionati di rimedi popolari muoiono rapidamente dalle complicazioni del diabete. Alcuni di loro muoiono relativamente facilmente da un attacco di cuore o ictus. Altri prima della morte muoiono per problemi renali, piedi in decomposizione o cecità.

Tra i rimedi popolari per la nefropatia diabetica sono chiamati mirtilli rossi, fragole, camomilla, mirtilli rossi, sorbo, rosa canina, piantaggine, germogli di betulla e fave secche. Dei rimedi erboristici elencati stanno preparando tè e decotti. Ripetiamo che non hanno un reale effetto protettivo sui reni.

Interessarsi agli integratori alimentari per l'ipertensione. Questo è, prima di tutto, il magnesio con vitamina B6, così come la taurina, il coenzima Q10 e l'arginina. Loro fanno del bene. Possono essere presi in aggiunta ai farmaci, ma non invece. Negli stadi gravi della nefropatia diabetica, questi supplementi possono essere controindicati. Verificare con il proprio medico su questo.

Come ridurre la creatinina nel sangue nel diabete?

La creatinina è uno dei tipi di rifiuti che i reni rimuovono dal corpo. Più vicino alla normale creatinina del sangue, meglio i reni funzionano. I reni malati non sopportano la rimozione della creatinina, a causa di ciò che si accumula nel sangue. Secondo l'analisi della creatinina, viene calcolata la velocità di filtrazione glomerulare.

Per proteggere i reni, i diabetici sono spesso prescritti compresse chiamati ACE inibitori o bloccanti del recettore dell'angiotensina II. All'inizio, dopo l'assunzione di questi farmaci, il livello di creatinina nel sangue può aumentare. Tuttavia, in seguito è probabile che diminuisca. Se hai livelli elevati di creatinina, discuti con il tuo medico quanto è grave questo.

È possibile ripristinare il normale tasso di filtrazione glomerulare dei reni?

È ufficialmente considerato che la velocità di filtrazione glomerulare non può aumentare dopo che è diminuita significativamente. Tuttavia, molto probabilmente, la funzione renale nei diabetici può essere ripristinata. Per fare questo, è necessario mantenere un normale livello di zucchero nel sangue, come nelle persone sane.

Per raggiungere questo obiettivo, è possibile utilizzare un trattamento step-by-step per il diabete di tipo 2 o un sistema di monitoraggio del diabete di tipo 1. Tuttavia, questo non è facile, soprattutto se le complicanze del diabete sui reni si sono già sviluppate. Il paziente deve avere alta motivazione e disciplina per l'aderenza quotidiana.

Si noti che se lo sviluppo della nefropatia diabetica ha superato il punto di non ritorno, allora è troppo tardi per passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati. Il punto di non ritorno è la velocità di filtrazione glomerulare di 40-45 ml / min.

Nefropatia diabetica: dieta

Si raccomanda ufficialmente di mantenere l'emoglobina glicata al di sotto del 7%, utilizzando una dieta a ridotto contenuto proteico e grassi animali. Prima di tutto, cercano di sostituire la carne rossa per il pollo e ancora meglio per le fonti di proteine ​​vegetali. Alimenti ipocalorici senza grassi (dieta n. 9) sono integrati con iniezioni di insulina e farmaci. Questo dovrebbe essere fatto con attenzione. La funzione renale più compromessa, minore è la dose richiesta di insulina e compresse, maggiore è il rischio di sovradosaggio.

Molti medici credono che una dieta a basso contenuto di carboidrati danneggi i reni, acceleri lo sviluppo della nefropatia diabetica. Questa è una domanda difficile, deve essere attentamente compresa. Perché la scelta della dieta è la decisione più importante che un diabetico e i suoi parenti devono prendere. Tutto dipende dalla nutrizione nel diabete. Le medicine e l'insulina svolgono un ruolo molto più piccolo.

Nel luglio 2012, un articolo in inglese è stato pubblicato sulla rivista clinica dell'American Society of Nephrology sul confronto dell'effetto sui reni di una dieta povera di carboidrati e povera di grassi. I risultati dello studio, in cui hanno partecipato 307 pazienti, hanno dimostrato che una dieta povera di carboidrati non danneggia. Il test è stato effettuato dal 2003 al 2007. Vi hanno partecipato 307 persone affette da obesità e che desiderano perdere peso. La metà di loro è stata prescritta una dieta a basso contenuto di carboidrati, e la seconda metà è stata data una dieta a basso contenuto calorico con ridotto contenuto di grassi.

I partecipanti sono stati osservati in media 2 anni. La creatinina sierica, l'urea, il volume giornaliero delle urine, l'escrezione di albumina, calcio ed elettroliti nelle urine sono stati misurati regolarmente. Una dieta a basso contenuto di carboidrati aumentava il volume giornaliero delle urine. Ma non vi era alcun segno di una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare, della formazione di calcoli renali o dell'addolcimento delle ossa dovuto a carenza di calcio.

Non c'era differenza nella perdita di peso tra i partecipanti di entrambi i gruppi. Tuttavia, per i diabetici, una dieta a basso contenuto di carboidrati è l'unica opzione per mantenere un livello di zucchero nel sangue costantemente normale, per evitare i suoi salti. Questa dieta aiuta a controllare il metabolismo del glucosio, indipendentemente dal suo effetto sul peso corporeo.

Allo stesso tempo, i cibi con grasso ridotto, sovraccarico di carboidrati, i diabetici certamente danneggiano. Lo studio, sopra descritto, è stato frequentato da persone che non hanno il diabete. Rende impossibile rispondere alla domanda se una dieta a basso contenuto di carboidrati accelera lo sviluppo della nefropatia diabetica, se è già iniziata.

Informazioni dal Dr. Bernstein

Tutto ciò che viene affermato di seguito è la pratica personale del Dr. Bernstein, non supportata da una ricerca seria. Nelle persone con reni sani, la velocità di filtrazione glomerulare è di 60-120 ml / min. Un alto livello di glucosio nel sangue distrugge gradualmente gli elementi filtranti. Per questo motivo, la velocità di filtrazione glomerulare diminuisce. Quando scende a 15 ml / min ed inferiore, il paziente necessita di dialisi o di un trapianto di rene per evitare la morte.

Il Dr. Bernstein crede che una dieta a basso contenuto di carboidrati possa essere prescritta se la velocità di filtrazione glomerulare supera i 40 ml / min. L'obiettivo è quello di ridurre lo zucchero alla normalità e mantenerlo stabile normale a 3,9-5,5 mmol / l, come nelle persone sane.

Per raggiungere questo obiettivo, è necessario non solo seguire una dieta, ma utilizzare l'intero trattamento step-by-step per il diabete di tipo 2 o un programma di controllo del diabete di tipo 1. La gamma di attività include una dieta a basso contenuto di carboidrati, nonché colpi di insulina a bassa dose, assunzione di pillole e attività fisica.

Nei pazienti che hanno raggiunto un livello normale di glucosio nel sangue, i reni iniziano a riprendersi e la nefropatia diabetica può scomparire completamente. Tuttavia, questo è possibile solo se lo sviluppo delle complicazioni non è andato troppo lontano. La velocità di filtrazione glomerulare di 40 ml / min è un valore soglia. Se viene raggiunto, il paziente può seguire solo una dieta a ridotto apporto proteico. Perché una dieta a basso contenuto di carboidrati può accelerare lo sviluppo della malattia renale allo stadio terminale.

Ripetiamo che è possibile utilizzare queste informazioni a proprio rischio. È possibile che una dieta povera di carboidrati danneggi i reni e ad una velocità di filtrazione glomerulare superiore a 40 ml / min. Non sono stati condotti studi formali di sicurezza per i diabetici.

Non limitarti a dieta, ma usa l'intera gamma di misure per mantenere i tuoi livelli glicemici stabili e normali. In particolare, capire come normalizzare lo zucchero al mattino a stomaco vuoto. I test del sangue e delle urine per i test di funzionalità renale non possono essere testati dopo un intenso sforzo fisico o alcol. Attendi 2-3 giorni, altrimenti i risultati saranno peggiori di quanto non sia in realtà.

Quanto tempo vivono i diabetici nell'insufficienza renale cronica?

Considera due situazioni:

  1. La velocità di filtrazione glomerulare dei reni non è molto bassa.
  2. I reni non funzionano più, il paziente viene trattato con la dialisi.

Nel primo caso, puoi provare a mantenere stabile il livello di zucchero nel sangue, come nelle persone sane. Maggiori informazioni sul trattamento step-by-step per il diabete di tipo 2 o il monitoraggio del diabete di tipo 1. L'attenta attuazione delle raccomandazioni consentirà di rallentare lo sviluppo della nefropatia diabetica e di altre complicanze e persino di ripristinare il funzionamento ideale dei reni.

L'aspettativa di vita di un diabetico può essere la stessa che nelle persone sane. Dipende molto dalla motivazione del paziente. L'aderenza quotidiana alle raccomandazioni di guarigione del Dr. Bernstein richiede una disciplina eccezionale. Tuttavia, nulla è impossibile in questo. Le attività di controllo del diabete impiegano 10-15 minuti al giorno.

L'aspettativa di vita dei diabetici trattati con la dialisi dipende dal fatto che abbiano la prospettiva di aspettare un trapianto di rene. L'esistenza di pazienti sottoposti a dialisi è molto dolorosa. Perché si sentono costantemente malati e deboli. Inoltre, un rigido programma di procedure di pulizia rende impossibile per loro condurre una vita normale.

Fonti ufficiali statunitensi dicono che ogni anno il 20% dei pazienti sottoposti a dialisi rifiuta ulteriori procedure. Quindi, si suicidano essenzialmente a causa delle condizioni insopportabili della loro vita. Le persone con insufficienza renale terminale si aggrappano alla vita se hanno speranza di aspettare un trapianto di rene. O se vogliono finire un po 'di affari.

Trapianti renali: vantaggi e svantaggi

Un trapianto di rene fornisce ai pazienti una migliore qualità della vita e una durata maggiore rispetto alla dialisi. La cosa principale che scompare legandosi al luogo e al tempo delle procedure di dialisi. Per questo motivo, i pazienti hanno l'opportunità di lavorare e viaggiare. Dopo un trapianto di rene con successo, è possibile allentare le restrizioni dietetiche, anche se il cibo deve rimanere sano.

Gli svantaggi del trapianto rispetto alla dialisi sono un rischio chirurgico, così come la necessità di assumere farmaci immunosoppressori con effetti collaterali. È impossibile prevedere in anticipo quanti anni durerà il trapianto. Nonostante queste carenze, la maggior parte dei pazienti sceglie la chirurgia piuttosto che la dialisi se ha la possibilità di ricevere un rene da donatore.

Il trapianto renale di solito è meglio della dialisi

Meno tempo trascorre il paziente in dialisi prima del trapianto, migliore è la prognosi. Idealmente, si dovrebbe eseguire un'operazione prima che sia necessaria la dialisi. I trapianti di rene vengono eseguiti in pazienti che non hanno il cancro e le malattie infettive. L'operazione dura circa 4 ore. Durante questo periodo, gli organi filtranti del paziente non vengono rimossi. Il rene del donatore è montato nell'addome inferiore, come mostrato nella figura.

Quali sono le caratteristiche del periodo postoperatorio?

Dopo l'intervento chirurgico, sono richiesti esami regolari e consultazioni con specialisti, soprattutto durante il primo anno. Nei primi mesi, gli esami del sangue vengono effettuati più volte alla settimana. Inoltre, la loro frequenza diminuisce, ma saranno comunque necessarie visite regolari alla struttura medica.

Può verificarsi un rifiuto di un rene trapiantato, nonostante l'uso di farmaci immunosoppressori. I suoi sintomi includono febbre, ridotta produzione di urina, gonfiore, dolore nella zona dei reni. È importante prendere le misure in tempo, per non perdere il momento, rivolgersi urgentemente ai medici.

Il ritorno al lavoro sarà di circa 8 settimane. Ma ogni paziente ha la sua situazione individuale e la velocità di recupero dopo l'intervento. Si raccomanda di seguire una dieta con restrizioni di sale e grassi alimentari. Hai bisogno di bere molti liquidi.

Gli uomini e le donne che vivono con un rene trapiantato spesso riescono persino ad avere figli. Le donne sono avvisate di rimanere incinte non prima di un anno dopo l'intervento.

Per quanto tempo può vivere un diabetico con un rene trapiantato?

In parole povere, un trapianto di rene di successo prolunga la vita di un diabetico di 4-6 anni. Una risposta più precisa a questa domanda dipende da molti fattori. L'80% dei diabetici dopo trapianto di rene vive almeno 5 anni. Il 35% dei pazienti può vivere per 10 anni e più a lungo. Come puoi vedere, le possibilità di successo dell'operazione sono considerevoli.

Fattori di rischio per bassa aspettativa di vita:

  1. Il diabetico ha aspettato un trapianto di rene per lungo tempo, è stato trattato con la dialisi per 3 anni o più.
  2. L'età del paziente al momento dell'intervento ha più di 45 anni.
  3. L'esperienza del diabete di tipo 1 da 25 anni o più.

Un rene da donatore vivo è meglio di un cadavere. A volte, insieme al rene cadaverico, viene trapiantato anche il pancreas. Consultare gli esperti in merito ai vantaggi e agli svantaggi di tale operazione rispetto al trapianto convenzionale di rene.

Dopo che il rene trapiantato ha messo radici normalmente, è possibile passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati a proprio rischio. Perché è l'unica soluzione per riportare lo zucchero alla normalità e mantenerlo stabile e normale. Ad oggi, nessun dottore approverà questo. Tuttavia, se segui una dieta standard, il livello di glucosio nel sangue sarà alto e al galoppo. La stessa cosa che è successa ai reni nativi può rapidamente accadere all'organo trapiantato.

Ripetiamo che è possibile passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati dopo un trapianto di rene solo a vostro rischio e pericolo. Innanzitutto assicurati di avere buoni risultati di un esame del sangue per la creatinina e la velocità di filtrazione glomerulare oltre il livello soglia.

La dieta formalmente a basso contenuto di carboidrati per i diabetici che vivono con un rene trapiantato non è approvata. Nessuna ricerca è condotta su questo problema. Tuttavia, nei siti in lingua inglese è possibile trovare storie di persone che hanno corso il rischio e ottenuto buoni risultati. Godono di glicemia normale, buon colesterolo e pressione sanguigna.

Altri Articoli Sul Diabete

Il risultato dell'impatto negativo a lungo termine dei livelli elevati di glucosio nel sangue sui vasi sanguigni del corpo può essere il loro danno irreversibile. Il compito vitale del diabetico è di mantenere gli indicatori di zuccheri nel range di 6,7-8,0 mmol / l.

Kefir con diabete

Diagnostica

Prodotti a base di latte fermentato senza grassi - latte fermentato o kefir nel diabete è la base della dieta. Questa bevanda può essere utilizzata come spuntino o per completare il pasto.

La produzione di insulina pancreatica controlla i livelli di zucchero nel sangue. Il tasso di glucosio nel sangue negli uomini si trova nella stessa fascia di donne e bambini.