loader

Principale

Complicazioni

Misura estrema ma necessaria: amputazione delle gambe nel diabete mellito e sue conseguenze

Il rapido sviluppo del diabete mellito può causare enormi danni alla salute, provocando alcuni fallimenti nel lavoro di tutti i sistemi e organi.

Lo scompenso a lungo termine può portare al fatto che una persona dovrà affrontare le conseguenze più inaspettate e tragiche.

Gli endocrinologi sostengono che sono i diabetici che più spesso amputano le dita, e in alcuni casi è necessario agire in modo più radicale - per rimuovere l'intero arto inferiore.

Naturalmente, tali interventi chirurgici vengono eseguiti solo nei casi più estremi, quando la terapia farmacologica non ha portato l'effetto desiderato. Separatamente, vale la pena considerare che l'amputazione nel diabete può essere evitata, ma con l'attenta implementazione di tutte le raccomandazioni mediche.

Perché il diabete mellito ha amputato gli arti inferiori?

Quando un diabetico non segue il livello della glicemia, nel suo corpo si verificano processi irreversibili che interrompono il funzionamento del sistema nervoso e dei vasi importanti, distruggendo gradualmente la loro struttura.

Come risultato di questo impatto, ci sono le conseguenze più pericolose e tragiche.

In una persona con diabete, tutti i graffi e le ferite guariscono molto più lentamente, il che può causare la cancrena. Questa patologia è caratterizzata dal fatto che i tessuti danneggiati si estinguono gradualmente.

Medici esperti sono stati in grado di sviluppare molte tecniche innovative progettate per combattere sia il diabete stesso che le sue conseguenze. Ma ci sono situazioni in cui la medicina tradizionale e tradizionale rimane impotente.

In questo caso, per salvare la vita del paziente, i medici possono decidere l'amputazione di un arto. L'intervento chirurgico aiuta ad evitare l'intossicazione, la crescita del tessuto interessato e l'infezione del sangue.

I motivi principali per cui gli arti possono essere amputati includono:

  • la struttura generale delle navi ha subito cambiamenti patologici. È importante considerare che ciò si applica non solo al grande, ma anche ai più piccoli canali del sangue;
  • processi necrotici che si verificano nelle situazioni più difficili e trascurate;
  • il più alto grado di danno alle terminazioni nervose che non è possibile

È importante ricordare che questi fattori da soli non possono portare all'amputazione degli arti.

Per avviare un processo irreversibile nel corpo può solo l'infezione, che il sistema immunitario del paziente ha fallito. Dipende solo dalla persona quanto sarà forte e resistente la sua barriera immunitaria.

Se i medici non riuscissero a eliminare il processo infiammatorio in tempo, allora la chirurgia radicale è considerata l'unico modo per salvare la vita di una persona.

Sintomi e segni di cancrena diabetica

I primi segni di cambiamenti trofici sono quasi impossibili da vedere ad occhio nudo. Molto spesso, questa condizione non ha sintomi tangibili.

Quando la cancrena diventa più pronunciata, può essere accompagnata dalle seguenti manifestazioni:

  • freddezza intermittente o sensazione di bruciore;
  • formicolio e intorpidimento spiacevoli alle gambe;
  • si sviluppa la deformazione dei piedi;
  • rapida affaticabilità e pesantezza alle gambe, anche con un leggero sforzo fisico e mentre si cammina. Il più delle volte, il paziente deve affrontare un forte dolore ai muscoli del polpaccio.

Separatamente, vale la pena considerare che la cancrena è preceduta da un'altra condizione, che tra i medici è chiamata ischemia critica. In questo caso, sulla pelle del paziente compaiono piccole sacche di ulcere trofiche e necrosi. In questa fase, la persona avverte un forte dolore agli arti inferiori, che è aggravato in una posizione orizzontale.

L'ischemia di grado critico è una condizione borderline che richiede un trattamento qualificato, dal momento che essa stessa non può passare. Inoltre, l'assunzione di pillole non ha l'effetto desiderato.

Per ridurre al minimo il disagio e prevenire possibili complicazioni, è urgente ripristinare la circolazione naturale del sangue nelle gambe. Altrimenti, il paziente avrà bisogno di amputazione nel prossimo anno.

Fasi di sviluppo di cancrena

Quando un diabetico non controlla il suo stato di salute e il livello di glucosio nel sangue, i sintomi di disagio iniziano ad aumentare e la cancrena stessa è visibile ad occhio nudo.

Il paziente nota che la temperatura e il colore della pelle delle gambe stanno cambiando. Le estremità diventano fredde e la pelle assume un'ombra dolorosa. In alcuni casi, si possono formare calli e gonfiore.

La presenza di cancrena in fase avanzata può essere determinata dalle seguenti caratteristiche:

  • lunghe ferite cicatrizzanti che producono un odore fetido;
  • oscuramento della pelle;
  • scarico periodico di pus;
  • mancanza completa o parziale di afflusso di sangue.

Amputazione delle dita dei piedi, dei piedi e delle gambe sopra il ginocchio: preparazione e funzionamento

Il livello di amputazione è determinato esclusivamente da un chirurgo esperto, che valuta obbligatoriamente l'intero grado di lesioni agli arti. Inoltre, gli esperti tengono conto di tutti i fattori per le protesi di successo.

I gradi di amputazione possono essere come segue:

  • rimozione del piede colpito. Questo tipo di chirurgia consiste di oltre 10 livelli. Tutti loro sono divisi in certe aree del piede. Primaria: amputazione delle dita interessate alla zona metatarsale. In alcuni casi, potrebbe essere necessario rimuovere completamente il tarso;
  • amputazione dell'arto inferiore. Durante tale operazione, si verifica una separazione accurata della tibia piccola e grande;
  • isolamento dell'articolazione del ginocchio. Durante questa operazione, il chirurgo separa l'articolazione del ginocchio dall'osso e lo rimuove dal corpo. L'anca in questo caso è completamente conservata;
  • amputazione della zona interessata della coscia. In questo caso, il chirurgo rimuove solo l'area danneggiata dell'osso.
  • amputazione della pelle morta dall'articolazione dell'anca;
  • in rari casi viene eseguita l'emipelvectomia. Durante questa operazione, il femore viene parzialmente o completamente rimosso dal bacino.

Amputazione nel diabete mellito: conseguenze alle gambe, ai piedi, ai piedi e agli arti

Una complicanza così grave, come la cancrena, si sviluppa in persone con diagnosi di diabete ed è direttamente correlata alla sindrome del piede diabetico. Il rischio di complicazioni aumenta se una persona ha il diabete scompensato da molto tempo, i livelli di glucosio nel sangue superano i 12 mmol e il livello di zucchero aumenta costantemente.

La sindrome del piede diabetico è mirata alla lesione degli arti inferiori nei diabetici, tale malattia può verificarsi se lo zucchero alto colpisce i tronchi nervosi e i piccoli vasi sanguigni, che a loro volta porta a una ridotta circolazione del sangue.

Secondo le statistiche, tale violazione è rilevata nell'80% dei pazienti che per più di 20 anni soffrono di diabete di tipo 1 o di tipo 2. Se il medico diagnostico cancrena a causa del lungo corso della complicazione, è stata prescritta un'amputazione della gamba per il diabete.

Perché la cancrena si sviluppa nel diabete?

Con un livello elevato di glucosio nel sangue, i vasi sanguigni diventano più sottili nel tempo e iniziano a degradarsi gradualmente portando ad angiopatia diabetica. Sia le navi piccole che quelle grandi sono soggette a violazione. Le terminazioni nervose subiscono cambiamenti simili, a seguito dei quali la neuropatia diabetica viene diagnosticata in un diabetico.

  1. Come risultato dei disturbi, la sensibilità della pelle diminuisce e, a questo proposito, la persona non sempre sente che i cambiamenti iniziali sono iniziati alle estremità e continuano a vivere, inconsapevoli delle complicazioni.
  2. Il diabetico potrebbe non prestare attenzione all'aspetto di piccoli tagli alle gambe, mentre l'area danneggiata nella zona dei piedi e dei piedi non guarisce a lungo. Di conseguenza, le ulcere trofiche iniziano a formarsi e quando sono infette, il rischio di sviluppare la cancrena degli arti inferiori è alto.
  3. La comparsa di cancrena può anche essere influenzata da varie lesioni minori, calli, unghie incarnite, lesioni cuticole, danni alle unghie durante una pedicure.

Sintomi di cancrena

L'ischemia critica, che è una mancanza di circolazione del sangue, può essere un presagio di una complicazione. Un diabetico ha sintomi sotto forma di frequenti dolori nella zona dei piedi e dei piedi, che sono aggravati durante la deambulazione, freddezza dei piedi e ridotta sensibilità degli arti inferiori.

Dopo un po 'di tempo, le gambe possono essere viste violazioni della pelle, la pelle è sovraessiccata, cambia colore, coperta da crepe, formazioni purulente necrotiche e ulcerative. In assenza di un trattamento adeguato, il più grande rischio è che la cancrena possa svilupparsi in una persona.

Il diabete mellito può essere accompagnato da cancrena secca o umida.

  • La cancrena secca di solito si sviluppa ad un ritmo piuttosto lento per diversi mesi o addirittura anni. Inizialmente, il diabetico inizia a sentire freddo, dolore e bruciore ai piedi. Successivamente, la pelle colpita inizia a perdere sensibilità.
  • Questo tipo di cancrena può essere rilevato, di regola, nell'area delle dita degli arti inferiori. La lesione è una piccola lesione necrotica in cui la pelle ha una tonalità pallida, bluastra o rossastra.
  • In questo caso, la pelle è molto secca e si sfalda. Dopo un po 'di tempo, si verificano la morte e la mummificazione dei tessuti danneggiati, dopodiché i tessuti necrotici cominciano a essere rigettati.
  • La cancrena secca non rappresenta un rischio maggiore per la vita, ma poiché la prognosi è deludente e aumenta il rischio di sviluppare complicazioni, le amputazioni sono spesso amputate per il diabete mellito.

In cancrena umida, la zona interessata ha una tinta bluastra o verdastra. La lesione è accompagnata da un forte odore putrido, dall'aspetto di vescicole nell'area del tessuto morto, un esame del sangue indica la comparsa di leucocitosi neutrofila. Inoltre, il medico scopre quanto è l'indicatore ESR.

Lo sviluppo della cancrena umida non è veloce, ma semplicemente rapido. Un diabetico colpisce la pelle, il tessuto sottocutaneo, il tessuto muscolare, i tendini.

C'è un forte aumento della temperatura, la condizione diventa grave e pericolosa per il paziente.

Trattamento della cancrena

Il principale metodo di trattamento della cancrena nel diabete mellito è la chirurgia, cioè l'amputazione della gamba sopra il ginocchio, la punta o il piede. Se il medico diagnostica cancrena umida, la resezione della parte interessata del corpo viene eseguita immediatamente dopo che la violazione è stata rilevata in modo che le conseguenze non complichino le condizioni del paziente. Altrimenti, può essere fatale.

La chirurgia comporta l'asportazione di tessuto morto che si trova al di sopra dell'area di necrosi. Quindi, se una persona ha il diabete, l'amputazione dell'intero piede sarà effettuata con cancrena di almeno un dito dell'arto inferiore. Se il piede è colpito, la rimozione viene eseguita più in alto, cioè metà della tibia viene amputata.

Oltre all'amputazione della gamba con gangrena in età avanzata, il corpo viene ripristinato dopo l'intossicazione e l'infezione.

A tale scopo vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro, il sangue viene trasfuso e viene eseguita la terapia di disintossicazione.

Riabilitazione dopo l'amputazione della gamba

Al fine di curare i punti più velocemente e il paziente ha superato con successo il periodo dopo l'intervento chirurgico, è richiesta la completa riabilitazione.

  1. Durante i primi giorni dopo l'intervento chirurgico, i medici sopprimono molti processi infiammatori e prevengono l'ulteriore sviluppo della malattia. La parte del corpo amputata viene ligata ogni giorno e cucita.
  2. Se non hai dovuto amputare l'intera gamba, ma solo il dito interessato, le protesi non sono richieste ei diabetici vivono con una gamba sana. Tuttavia, anche in questo caso, il paziente spesso sperimenta un grave dolore fantasma e si muove incerto nei primi giorni.
  3. Dopo che l'area interessata è stata amputata, l'arto ferito è posizionato ad una certa altezza per ridurre il gonfiore dei tessuti. L'amputazione della gamba è un pericolo, poiché durante il periodo di riabilitazione, se non si seguono le regole, si può introdurre un'infezione.
  4. Il diabetico dovrebbe seguire una dieta terapeutica, massaggiare l'arto inferiore ogni giorno per migliorare il drenaggio linfatico e l'apporto di sangue ai tessuti sani.
  5. Durante la seconda e la terza settimana, il paziente dovrebbe sdraiarsi passivamente sullo stomaco su una superficie dura. Le parti sane del corpo devono essere impastate con l'aiuto della ginnastica per rafforzare i muscoli, aumentare il tono muscolare e preparare il corpo per l'inizio dell'attività motoria.

L'equilibrio si esercita vicino al letto, il paziente tiene sulla schiena, esegue esercizi per i muscoli spinali e le braccia. Se le protesi devono essere eseguite, i muscoli dovrebbero rimanere forti, poiché dopo l'amputazione il meccanismo naturale del camminare è interrotto.

Prevenzione della cancrena

Se il diabetico è anziano, mentre la durata del diabete è più di 20 anni, tutto deve essere fatto per prevenire lo sviluppo di complicanze in forma di cancrena.

A tal fine, è necessario monitorare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue con un glucometro. Una volta ogni tre mesi, il paziente esegue un esame del sangue per i valori di emoglobina glicosilata.

È anche importante seguire una dieta terapeutica speciale, assumere un farmaco per diabetici o insulina. Al verificarsi delle lesioni più lievi sulla pelle, dovrebbero essere trattati immediatamente.

La principale prevenzione del verificarsi di complicanze è la cura igienica delle condizioni dei piedi, la loro idratazione, lavaggio. Massaggiare. Devi indossare solo comodo, non costringendo le scarpe degli arti inferiori. I diabetici dovrebbero fare una regola per fare un'ispezione quotidiana dei piedi e delle gambe al fine di rilevare tempestivamente eventuali danni alla pelle. Speciali plantari ortopedici sono ideali per il diabete.

Inoltre, i medici raccomandano di fare ginnastica preventiva degli arti inferiori.

  • Il paziente si siede sul tappeto, si calza i calzini e poi si toglie da lui.
  • I piedi divorziano e tornano.
  • Ogni piede esegue una rotazione circolare.
  • Il diabetico stringe le dita il più lontano possibile e le chiude.

Ogni esercizio viene eseguito almeno dieci volte, dopo si consiglia di fare un leggero massaggio ai piedi. Per fare questo, il piede destro viene posizionato sul ginocchio della gamba sinistra, l'arto viene massaggiato delicatamente da un piede all'altro. Successivamente, le gambe cambiano e la procedura viene ripetuta con il piede sinistro.

Per alleviare la tensione, una persona si sdraia sul pavimento, solleva le gambe e le scuote leggermente. Questo migliorerà il flusso di sangue ai piedi. Il massaggio viene effettuato ogni giorno due volte al giorno. Il video in questo articolo ti dirà se è possibile curare la cancrena senza amputazione.

Amputazione del dito del piede con conseguenze del diabete

Direttore dell'Istituto per il Diabete: "Butta via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

La forma scompensata del diabete spesso porta a numerose complicazioni, una delle quali è l'aggravamento totale della condizione degli arti inferiori. Di conseguenza, il diabete potrebbe persino richiedere la loro amputazione. Possiamo parlare non solo della gamba stessa, ma anche di una parte di essa, per esempio, le dita, il piede. In ogni caso, sarà molto importante per ogni paziente con diabete evitare questa complicazione al fine di mantenere la massima vitalità e attività. Tuttavia, se ciò non è ancora possibile, le conseguenze e le altre caratteristiche associate all'amputazione dovrebbero essere prese in considerazione.

Quali sono i prerequisiti per l'amputazione?

La destabilizzazione del normale funzionamento delle navi si forma a causa di alcune interruzioni nel processo del metabolismo. Inoltre, la formazione di un rapporto significativo di componenti di zavorra (circolante nel sangue) e la formazione di autoimmunizzazione (una condizione in cui l'immunità umana distrugge le cellule del proprio corpo) ha un effetto. A questo proposito, il rapporto tra le navi che lavorano abitualmente diminuirà gradualmente. Di conseguenza, prima formata non è troppo pronunciata, e poi - ischemia acuta. È necessario tenere conto del fatto che l'amputazione della gamba in caso di diabete mellito è necessaria, anche perché:

  • la condizione sarà aggravata dall'attivazione di processi congestizi nell'area dei vasi sanguigni, che è particolarmente comune nella zona degli arti inferiori;
  • l'inedia del tipo di ossigeno renderà il tessuto delle gambe molto più vulnerabile alle lesioni infettive e ridurrà drasticamente il loro potenziale rigenerativo;
  • allo stato attuale, anche il più piccolo infortunio o livido può influenzare lo sviluppo di algoritmi purulenti, vale a dire ascessi o flemmoni, che sono difficili da trattare;
  • in caso di danno osseo totale, si formerà osteomielite, cioè fusioni purulente di strutture ossee.

In alcuni casi, a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo, le indicazioni per l'amputazione possono essere diverse. Si raccomanda vivamente di prestare attenzione a quale tipo di riabilitazione dovrebbe essere dopo l'operazione sulle gambe.

La prima settimana dopo l'amputazione

L'amputazione dell'arto durante lo sviluppo della cancrena suggerisce la resezione di una parte della gamba interessata da un qualsiasi algoritmo patologico. Dopo che questa rimozione è stata effettuata, durante i primi giorni tutti gli sforzi degli specialisti saranno diretti proprio a sopprimere i processi infiammatori, così come ad eliminare la successiva formazione della malattia. Il moncone della gamba deve essere sottoposto ogni giorno non solo alle medicazioni, ma anche al trattamento dei punti.

L'amputazione della punta è forse l'intervento chirurgico più non essenziale che non richiede protesi. Tuttavia, anche in questa situazione, un diabetico può sperimentare dolori fantasma e sperimentare qualche incertezza nel processo di deambulazione durante i primi giorni. Dopo l'amputazione di un arto nel diabete mellito, deve essere ad una certa altezza, perché a causa di lesioni alle navi e fibre nervose si forma un certo gonfiore.

Per quanto riguarda l'amputazione della gamba in caso di diabete mellito, si deve tenere presente che è estremamente pericoloso nel periodo dopo l'operazione dal fatto che aumenta la probabilità di sviluppare una lesione infettiva.

Detto questo, oltre al trattamento più completo delle suture, una dieta rigorosa e il massaggio quotidiano dell'arto saranno fortemente raccomandati ai diabetici.

Si tiene sopra il moncone per un drenaggio linfatico ottimale e migliora la funzione del flusso sanguigno.

Seconda e terza settimana

La seconda settimana è un segmento del processo di recupero durante il quale il paziente non deve più affrontare significative sensazioni dolorose alla gamba. Allo stesso tempo, la cucitura inizia a guarire e per ripristinare la salute ottimale dell'arto, ci vorrà del tempo - sia per il piede che per il piede. Si raccomanda vivamente di prestare attenzione al fatto che:

  • se il diabetico fosse un'amputazione della gamba sopra il ginocchio, allora il periodo di riabilitazione in questo intervallo di tempo consentirà di escludere la formazione di contratture (restrizione dei movimenti passivi) nell'articolazione dell'anca;
  • se la gamba viene amputata, anche l'area dell'articolazione del ginocchio senza un adeguato sviluppo sarà seriamente compromessa;
  • la riabilitazione dovrebbe includere movimenti passivi, distesi sulla superficie più solida e sul peritoneo;
  • più volte al giorno si consiglia vivamente di condurre la ginnastica per altre parti del corpo, incluso per un arto sano;
  • Tutto ciò aiuta a rafforzare i muscoli, aumentare il tono muscolare e preparare il corpo per l'inizio precoce del movimento.

Considerando questo, vorrei richiamare l'attenzione sul fatto che se un arto viene amputato, allora è necessario iniziare l'allenamento per l'equilibrio vicino al letto. In tal modo, dovrai tenerti dietro, specialmente quando esegui esercizi per gli arti superiori e l'area posteriore. Per ulteriori protesi e prestazioni ottimali della gamba, sarà molto importante avere una notevole forza muscolare e resistenza. Infatti, come è noto, l'amputazione destabilizza l'algoritmo naturale del camminare umano, e quindi è necessario abituarsi alle nuove condizioni di vita.

Le difficoltà del periodo dopo l'intervento

Alcuni pazienti iniziano alcune complicazioni dopo che le loro gambe sono state amputate. Possono essere espressi, ad esempio, nella prolungata guarigione delle suture, nella formazione di aree infiammate e nel gonfiore del moncone. Al fine di eliminare tali complicanze, si consiglia vivamente di utilizzare speciali bende di compressione. Il fatto è che forniscono un'opportunità per stabilizzare il processo di rifornimento di sangue e la corrente linfatica nell'area delle navi danneggiate dopo la rimozione.

Va tenuto presente che le bende di compressione sono applicate in modo abbastanza stretto direttamente sulla regione della parte inferiore del moncone, indebolendolo sistematicamente verso la parte superiore.

È obbligatorio massaggiare e auto-massaggiare il moncone, così come la pelle circostante, piccoli picchiettamenti e impastamenti.

Ciò renderà possibile normalizzare il trofismo del tessuto interessato molto più velocemente. Va anche ricordato che:

  • quasi ogni paziente ha dolore fantasma dopo l'amputazione;
  • il trattamento in questo caso dovrebbe essere medico, specialmente nel periodo acuto, così come la fisioterapia;
  • buoni risultati sono dimostrati da frequenti movimenti e, come già notato, la fornitura di massaggio, anche se si trattava di un'amputazione delle gambe sopra il ginocchio.

Caratteristiche della prognosi nei diabetici

I diabetici dopo un'amputazione sufficientemente alta della parte femorale muoiono entro 12 mesi nel 50% dei casi. I dati presentati sono confermati anche nel caso in cui l'operazione sia stata eseguita su una persona anziana con condizioni patologiche concomitanti. Nel numero di pazienti che sono riusciti a stare sulla protesi, la mortalità si riduce di tre volte.

Dopo l'amputazione della gamba senza un adeguato periodo di riabilitazione, oltre il 20% dei pazienti muore. Circa il 20% di essi necessiterà successivamente di una nuova amputazione a livello della regione femorale. Tra questi diabetici che hanno imparato a camminare su una protesi, i tassi di mortalità non saranno superiori al 7% entro 12 mesi da eventuali disturbi di accompagnamento. I pazienti dopo le cosiddette piccole amputazioni (dita dei piedi) e le resezioni del piede avranno un'aspettativa di vita simile per il gruppo di età.

Pertanto, nel caso della patologia diabetica, la probabilità di sviluppo di varie complicanze, comprese quelle associate agli arti inferiori, è estremamente alta. Per prolungare la vita del paziente, gli esperti insistono nel portare avanti l'amputazione della gamba o parte di essa. In caso contrario, è probabile la cancrena, la sepsi e la morte per diabete. Tuttavia, dopo l'amputazione è molto importante seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del chirurgo al fine di preservare il 100% dei processi vitali.

Implicazioni e rischi dell'operazione

L'amputazione dell'arto inferiore per i pazienti di età superiore a 50 anni con comorbilità è una procedura altamente traumatica. Un arto viene amputato, se è di vitale importanza, da una procedura che previene le complicazioni fatali, in caso di fallimento di altri metodi di trattamento per ripristinare la circolazione del sangue nella gamba interessata.

Quando l'amputazione è molto importante non commettere errori nella scelta del livello dell'intervento chirurgico. Con un alto livello di amputazione dell'anca, i pazienti anziani muoiono entro la metà di tutti i casi durante l'anno. Dopo l'amputazione della parte inferiore della gamba, in assenza di riabilitazione, circa il 20% dei pazienti muore e quasi il 20% ha bisogno di una nuova amputazione a livello dell'anca. Con una bassa amputazione del piede o delle dita, l'aspettativa di vita dei pazienti anziani non differisce dalla fascia di età.

Di solito i chirurghi cercano di preservare il più possibile la gamba, tuttavia, se la ferita non guarisce da molto tempo, è necessaria una nuova amputazione e ogni intervento per un organismo anziano - grande stress e pericolo per la vita. I tassi di mortalità per re-amputazione nelle persone anziane sono sempre più alti rispetto a quelli della chirurgia primaria allo stesso livello. Pertanto, l'amputazione deve essere eseguita una volta e ad un livello che garantisca la migliore guarigione della ferita.

Con l'amputazione a qualsiasi livello, il paziente ha bisogno di un'attività fisica precoce. Con il suo forte calo, specialmente nei pazienti anziani con comorbilità, si sviluppa spesso polmonite ipostatica, peggiorando le loro condizioni. Tra i pazienti che hanno subito un'amputazione elevata e che sono riusciti a imbarcarsi su una protesi, il tasso di mortalità diminuisce di un fattore 3 in un anno e, dopo l'amputazione della parte inferiore della gamba, non supera il 7% delle malattie concomitanti.

La cancrena dei piedi nei pazienti anziani, che si verificano sullo sfondo di aterosclerosi, spesso porta a un accidente cerebrovascolare acuto o infarto miocardico acuto.

Intossicazione cronica, sindrome del dolore a lungo termine, uso costante di farmaci antinfiammatori non steroidei e analgesici nel periodo preoperatorio, il trauma dell'amputazione porta allo sviluppo di lesioni ulcerative acute e croniche dello stomaco e del duodeno 12, con possibile perforazione e sanguinamento.

Le conseguenze dell'amputazione sono più favorevoli per la cancrena secca, il corpo nel suo complesso soffre poco. Ma con cancrena umida, anche dopo l'amputazione, c'è una minaccia per la vita del paziente, la morte può verificarsi a causa di complicazioni da reni, cuore, fegato.

motivi

Perché il diabete mellito ha amputato gli arti inferiori? Come conseguenza di un disordine metabolico nel corpo di un diabetico, c'è un malfunzionamento del sistema vascolare, che provoca lo sviluppo della malattia coronarica. L'amputazione della gamba con diabete mellito è anche necessaria per il fatto che:

  1. Le terminazioni nervose sono in una condizione così danneggiata che perde la sua vitalità.
  2. C'è un forte danno al sistema vascolare della gamba.
  3. L'emergere di processi necrotici che possono portare alla formazione di fenomeni gangrenici.

Di per sé, queste ragioni non sono in grado di diventare un verdetto per un diabetico e un incentivo a decidere sulla rimozione della gamba o della sua parte. Il motivo principale, che è una conseguenza di quanto sopra elencato, è l'accessione di infezione e l'incapacità del sistema immunitario di combatterlo.

A causa della morte delle strutture tissutali in cancrena, i suoi effetti sono estremamente pericolosi per un diabetico. La penetrazione di tossine nel flusso sanguigno risultante dalla rottura dei tessuti porta allo sviluppo di complicazioni molto gravi della condizione di un paziente con diabete.

Queste complicazioni includono:

  • la presenza di letargia;
  • inibizione delle reazioni;
  • palpitazioni cardiache;
  • abbassamento della pressione;
  • rapido aumento della temperatura;
  • cambiamenti nelle caratteristiche cromatiche della pelle nella zona del viso;
  • perdita di appetito.

Nel caso in cui il paziente non venga aiutato, esiste una probabilità di gravi malattie infettive del sangue. La durata della vita successiva in questo caso può essere di diverse ore.

Le misure terapeutiche in questo caso si riducono a rianimazione del paziente. Pertanto, le misure di amputazione per rimuovere un arto, eseguite in tempo, sono la condizione più importante per salvare un diabetico dalla morte. A volte l'amputazione è mostrata con altre indicazioni.

effetti

L'amputazione di un arto è una procedura traumatica molto difficile. Condurre una tale operazione è impossibile senza ulteriore supporto medico del corpo. Inoltre, quando si eseguono le procedure terapeutiche dopo l'intervento chirurgico, è impossibile senza fermare il dolore con l'aiuto di anestetici e analgesici. La sindrome del dolore scompare dopo la completa guarigione della ferita. Ai fini dell'eliminazione a breve termine del dolore nel periodo postoperatorio, vengono prescritti farmaci non ormonali che possono ridurre l'infiammazione.

Con il costante verificarsi di dolori spettrali duraturi e forti nell'arto amputato, vengono prescritte fisioterapia, procedure di massaggio, ecc.

Un punto importante dopo l'amputazione della gamba nel diabete è la prevenzione dell'atrofia muscolare. Dovrebbe essere chiaro che qualsiasi procedura avviata in tempo avrà un effetto positivo, mentre il processo di atrofia iniziato è piuttosto difficile da fermare e invertire.

Per complicazioni di amputazione anche la manifestazione di ematoma, situato sotto la pelle. Per evitare che si verifichi, solo un chirurgo è in grado di fermare correttamente il sanguinamento durante l'intervento. Per eseguire il lavaggio della ferita, installano tubi, che vengono rimossi dopo mezza settimana. L'eliminazione della contrattura muscolare può essere ridotta all'imposizione di materiale di gesso nell'area del ginocchio e alla rapida implementazione degli esercizi necessari.

Rimuovere la depressione e migliorare l'umore dopo l'intervento chirurgico prendendo antidepressivi. Per rimuovere il gonfiore da un arto, utilizzare un dispositivo speciale per bendaggi.

Amputazione dell'arto inferiore

L'amputazione del dito del piede si verifica quando c'è una minaccia per la vita del diabetico e non vi è alcuna possibilità di trattare i tessuti colpiti con altri metodi. La presenza di un piede diabetico spesso diventa la causa principale della morte del paziente e l'amputazione consente di arrestare lo sviluppo della malattia e salvare la vita del paziente.

Questo tipo di operazione è la più innocua, perché l'assenza di un dito non è in grado di avere una forte influenza sul funzionamento del piede completamente. Ma, se tale operazione non viene eseguita in tempo, la morte del tessuto e l'intossicazione del corpo possono diffondersi alle strutture tissutali vicine e l'area interessata aumenterà notevolmente. La lesione gangrena del diabete è una complicanza comune, ma non può essere limitata a un solo dito.

Nel processo di amputazione, i medici cercano di mantenere una parte sana del dito. In particolare, una persona ha bisogno di un dito grande e un secondo. Quando vengono completamente rimossi, ci sono disturbi nel funzionamento dell'intero piede.

L'amputazione delle dita può essere di tre tipi:

  1. Primaria - viene effettuata nella fase avanzata della malattia;
  2. Secondaria viene eseguita dopo l'instaurazione della circolazione sanguigna o per la mancanza di efficacia nel trattamento dei farmaci.
  3. Ghigliottina. A lei è ricorsa nel caso in cui il paziente è in una condizione critica. In questo caso, tutte le strutture tissutali interessate con la cattura di tessuti sani sono soggette a rimozione.

In presenza di cancrena in lacrime, viene eseguita un'operazione urgente, a secco pianificato.

Dopo l'amputazione di un dito dell'arto inferiore, il diabete è generalmente favorevole nel diabete. In questo caso, la condizione principale è la tempestività dell'operazione e seguendo il corso corretto di riabilitazione. Altrimenti, il paziente può essere minacciato di infezione ripetuta.

reinserimento

L'obiettivo principale perseguito dalla riabilitazione dopo l'amputazione della gamba è quello di evitare il verificarsi di eventi infiammatori nell'area di intervento.

Dalla cura dopo la rimozione delle gambe sopra il ginocchio dipende se la malattia cancrena progredirà ulteriormente. A tale scopo sono necessari condimenti costanti e trattamento antisettico del moncone rimanente. Se queste regole non vengono seguite, esiste una possibilità di infezione secondaria.

Per aumentare la longevità dopo l'amputazione della gamba, occorre prestare attenzione a non causare gonfiore dell'arto, ri-ferimento e infezione perché può contribuire allo sviluppo di gravi complicanze postoperatorie.

Si raccomanda che la dieta, il passaggio dei massaggi sul ceppo.

Se non si sviluppano le gambe in modo tempestivo, potrebbero verificarsi disturbi nel lavoro delle articolazioni e di altri sistemi motori. A tal fine, al paziente vengono prescritti speciali esercizi terapeutici, massaggi.

A partire dal primo periodo postoperatorio, è necessario prepararsi per le misure di riabilitazione e imparare a camminare senza l'aiuto di altri.

Il compito principale delle misure di riabilitazione per ripristinare la gamba diabetica dopo l'intervento chirurgico è quello di ripristinare la forza muscolare. È necessario ripetere tutti gli esercizi ogni giorno, il tono muscolare completamente restaurato è la chiave per le protesi.

Il recupero nel periodo postoperatorio include:

  1. Fisioterapia, composta da molte procedure. Questi includono: trattamento con ultravioletti, ossigenoterapia e baroterapia.
  2. Fisioterapia, esercizi di respirazione.
  3. Esercizi per preparare il ceppo al carico.

Durata della vita dopo l'amputazione

La più grande percentuale di diabetici viene chiesta dai lettori la domanda su quanto amputazione dopo gamba nel diabete mellito. Nel caso in cui l'intervento chirurgico fosse eseguito in tempo, l'amputazione non rappresenta almeno un pericolo per il paziente.

Dopo un alto taglio delle gambe sopra la coscia, i diabetici non possono vivere a lungo. Spesso muoiono durante l'anno. Le stesse persone che sono riuscite a superare se stesse e hanno iniziato a usare la protesi, vivono tre volte di più.

Dopo l'amputazione della tibia senza il corretto periodo di riabilitazione, oltre l'1,5% dei pazienti muore, un'altra parte deve essere nuovamente amputata. I diabetici che sono diventati sulla protesi, muoiono molte volte di meno. Dopo l'amputazione del dito e le resezioni nel piede, i pazienti sono in grado di vivere una lunga vita.

L'amputazione della gamba è una procedura sgradevole con molte conseguenze negative. Al fine di prevenire lo sviluppo di malattie e patologie che portano all'amputazione, è necessario controllare attentamente l'indicatore quantitativo delle molecole di zucchero nel sangue.

  • Contattaci
    • Su di me
    • Scrivi ad admin
    • Suggerisci un articolo
  • Diritti, benefici, leggi
  • Persone e destini
  • Sport, notizie
    • pubblicità
    • Inva - notizie
    • Inva - Sport
  • Informazioni, articoli
    • ITU e IRP
    • articoli
    • Scrivi della tua città
    • pensiero
    • miscellanea
  • foro
  • Novità sul forum
  • Le tue storie
    • Le tue storie
    • Mi sono ammalato!
    • La vita può essere cambiata
    • Persone invisibili
  • bambini
  • Turismo accessibile
  • Salute, trattamento
    • Assistenza infermieristica
    • Malattie del sangue
    • Sistema nervoso
    • Il cuore
    • Organi respiratori
    • Fegato / cistifellea
    • Malattie infettive
    • Sistema urinario
    • Tratto gastrointestinale
    • Malattie della pelle
    • oftalmologia
    • Ossa / articolazioni
    • oncologia
    • Salute, bellezza, psicologia
    • rehabilitology
    • Medicina di erbe
    • Verdure. Frutti. frutti di bosco
    • farmaceutica
    • miscellanea
    • Ricette dalla Galina
  • Disabilità, società
  • Dopo l'amputazione
  • Malattia, fede, spiritualità
  • FAMIGLIE (questionari)
  • Informazioni utili
    • Centri di riabilitazione
    • Istituzioni mediche
    • formazione
    • Guadagna online
    • Organizzazioni di disabilità
    • Siti a tema Inva
    • carità
    • Servizi di incontri
    • Diritti e Legge
    • Medtech, passeggino
    • miscellanea
    • Articoli utili
  • biblioteca
    • programmi
    • Programmi di lettura di libri
    • invalidità
    • Letteratura legale
    • psicologia
    • medicina
    • enciclopedia
    • Letteratura informatica
    • Tempo libero e hobby
    • Photoshop, grafica
    • Religione, ateismo
    • Sala di lettura
  • Sezione positiva
    • video
    • musica
    • slideshow
    • Proverbi e storie
    • Aforismi e citazioni
  • Libreria video
  • I nostri album fotografici
  • Sala di riposo
    • Pagina positiva
    • Completa IQ test IQ
    • Oroscopo
  • libro degli ospiti

La cancrena e i suoi tipi

"Il piede diabetico" provoca la necrosi dei tessuti. Questo fenomeno, a sua volta, può portare all'amputazione delle gambe.

La morte dei tessuti del corpo nel diabete mellito può essere secca o umida. La cancrena secca si presenta lentamente, gradualmente, con la diminuzione della pervietà dei vasi sanguigni. A volte il processo può richiedere diversi anni. Durante questo periodo, il corpo può sviluppare una funzione protettiva. Spesso con cancrena secca, le dita dei piedi sono colpite. Ma il tessuto morto non è influenzato dall'infezione. E le dita non perdono la loro sensibilità. Per meglio rappresentare questo fenomeno, immagina un corpo mummificato. Nell'aspetto, le dita dei piedi sono mummificate, senza odore di tessuto morto. La condizione generale del paziente rimane stabile, poiché le tossine vengono assorbite nel sangue in piccole quantità.

Questo tipo di cancrena non è pericoloso per la vita. Gli arti possono essere amputati per prevenire l'infezione e la crescita di cancrena da asciutto a umido.

La forma umida di cancrena è radicalmente opposta alla forma secca. I microbi nelle ferite si moltiplicano molto rapidamente, a causa dei quali i tessuti molli diventano blu-viola e aumentano significativamente di volume. I tessuti degli arti inferiori cominciano ad assomigliare ad un aspetto simile al cadavere. Inoltre, la sconfitta delle gambe avviene molto rapidamente, diffondendosi sempre più in alto, emettendo un odore molto sgradevole. A causa della grave intossicazione, le condizioni del paziente possono essere definite gravi.

Come prevenire l'amputazione

I pazienti con diabete dovrebbero monitorare attentamente le condizioni dei loro piedi. Stabilisci una regola per ispezionare gli arti inferiori ogni notte per abrasioni, vesciche, ustioni, calli, ferite e lividi. Indossare scarpe ortopediche. Ciò ridurrà il carico sulle gambe e la probabilità di calli e ferite.

Se rilevi eventuali cambiamenti negli arti inferiori, consulta un medico. Ma non permettere a nessuno (e nemmeno al dottore) di tagliare i calli sulle gambe. Questo può portare alla formazione di ferite, che cominceranno a marcire e si trasformeranno in cancrena.

In caso di comparsa di cancrena secca, l'operazione sui vasi delle gambe è inevitabile. Non aver paura di questo. Questa procedura avrà un effetto benefico sulla permeabilità vascolare, il sangue circolerà in maniera completa, alimentando i tessuti interessati. Ciò impedirà l'amputazione degli arti.

La cancrena bagnata non è trattabile e comporta l'amputazione. In questo caso, la gamba viene tagliata molto più in alto rispetto ai tessuti interessati. La mancata amputazione può portare a conseguenze indesiderabili.

I diabetici dovrebbero monitorare molto attentamente la loro salute, seguire una dieta speciale, seguire le raccomandazioni del medico, proteggere il loro corpo. In questo caso, eviteranno la sindrome del piede diabetico e l'amputazione degli arti.

Le principali cause della sindrome del piede diabetico

Nel diabete, c'è una produzione insufficiente dell'ormone - insulina, la cui funzione è quella di aiutare il glucosio (zucchero) a raggiungere le cellule del corpo dal flusso sanguigno, quindi quando è carente, il glucosio sale nel sangue, rompendo il flusso sanguigno nei vasi nel tempo, colpendo le fibre nervose. L'ischemia (mancanza di circolazione sanguigna) porta a compromissione della cicatrizzazione delle ferite e il danno ai nervi porta a una diminuzione della sensibilità.

Questi disturbi contribuiscono allo sviluppo delle ulcere trofiche, che a loro volta si trasformano in cancrena. Eventuali crepe, abrasioni si trasformano in ulcere aperte e ulcere nascoste si formano sotto calli e strati cheratinici.

La ragione del ritardo nell'inizio del trattamento e dell'amputazione degli arti è che il paziente non nota i cambiamenti da molto tempo, perché molto spesso non presta attenzione ai suoi piedi. A causa dello scarso afflusso di sangue alle gambe contro una diminuzione della sensibilità, il dolore da tagli e graffi non è sentito male e anche l'ulcera può passare inosservata per un lungo periodo.

Di solito, una lesione del piede si verifica in quei luoghi in cui l'intero carico si verifica quando si cammina, si formano fessure sotto lo strato insensibile della pelle, in cui cade l'infezione, creando condizioni favorevoli per il verificarsi di una ferita in via di guarigione. Tali ulcere possono colpire le gambe fino alle ossa, i tendini. Pertanto, alla fine, c'è bisogno di amputazione.

Nel mondo, il 70% di tutte le amputazioni sono associate al diabete e, con un trattamento tempestivo e costante, è possibile evitare quasi l'85%. Oggi, quando gli uffici del "Piede diabetico" funzionano, il numero di amputazioni è diminuito di 2 volte, il numero di esiti letali è diminuito, il trattamento conservativo è del 65%. Tuttavia, il numero effettivo di pazienti con diabete è 3-4 volte superiore rispetto ai dati statistici, poiché molti non sono consapevoli di essere malati.

Quindi, le cause della sindrome del piede diabetico sono:

  • diminuzione della sensibilità delle estremità (neuropatia diabetica)
  • disturbi circolatori nelle arterie e nei piccoli capillari (micro- e macroangiopatia diabetica)
  • deformità del piede (a causa della neuropatia motoria)
  • pelle secca

Desensibilizzazione - neuropatia distale diabetica

La causa principale dei danni ai nervi è l'effetto costante di alti livelli di glucosio sulle cellule nervose. Una tale patologia di per sé non causa necrosi tessutale. Le ulcere si verificano per altri motivi indiretti:

Le ulcere che si formano dopo microfee, tagli e graffi guariscono molto male, acquisendo un decorso cronico. Indossare scarpe scomode e anguste aggrava i danni alla pelle. Le ulcere trofiche, in crescita e in profondità, vengono trasferite al tessuto muscolare e osseo. Secondo la ricerca, un eccessivo ispessimento dello strato corneo dell'epidermide (ipercheratosi) porta allo sviluppo di ulcere neuropatiche nel 13% dei casi, l'uso di scarpe inadeguate nel 33% e il trattamento del piede con oggetti appuntiti nel 16%.

Disturbi del flusso sanguigno - macroangiopatia diabetica

Il deterioramento del flusso sanguigno nelle arterie delle gambe è associato a placche aterosclerotiche (vedi come ridurre il colesterolo senza farmaci). L'aterosclerosi, che causa danni a grandi vasi, con diabete mellito è difficile e ha un certo numero di caratteristiche.

  • gambe inferiori colpite (arterie della gamba)
  • danno alle arterie di entrambe le gambe e in più aree contemporaneamente
  • inizia in età precoce rispetto ai pazienti senza diabete

L'aterosclerosi in un paziente con diabete mellito può causare la morte dei tessuti e la formazione di ulcere trofiche da soli, senza impatti meccanici e lesioni. Una quantità insufficiente di ossigeno penetra nella pelle e in altre parti del piede (a causa di un forte disturbo del flusso sanguigno), a seguito della quale la pelle muore. Se il paziente non segue le precauzioni e ferisce ulteriormente la pelle, la zona di danno si espande.

I sintomi clinici tipici comprendono dolore al piede o un'ulcera, secchezza e assottigliamento della pelle, che è altamente sensibile ai microtraumi, specialmente nell'area delle dita. Secondo i dati della ricerca, i meccanismi di innesco delle lesioni neuroischemiche nel 39% dei casi sono lesioni fungine dei piedi, nel 14% delle gambe sono trattati con oggetti appuntiti, nel 14% - rimozione incurante di unghie incarnite da parte del chirurgo.

La conseguenza più drammatica della SDS è l'amputazione dell'arto (piccolo - all'interno del piede e dell'alto - a livello della parte inferiore della gamba e della coscia), così come la morte del paziente da complicazioni di un processo purulento-necrotico (per esempio, dalla sepsi). Pertanto, ogni paziente con diabete dovrebbe conoscere i primi sintomi del piede diabetico.

Segni di danno al piede diabetico

  • Il primo segno dell'insorgenza delle complicanze è una diminuzione della sensibilità:
    • prima vibrazionale
    • poi la temperatura
    • poi il dolore
    • e tattile
  • Inoltre dovrebbe avvisare la comparsa di edema delle gambe (cause)
  • Una diminuzione o un aumento della temperatura dei piedi, cioè una gamba molto fredda o calda, è un sintomo di disturbi circolatori o infezioni
  • Aumento dell'affaticamento delle gambe quando si cammina
  • Dolore alle gambe: a riposo, di notte o quando si cammina a certe distanze
  • Formicolio, sensazioni di bruciore, sensazione di bruciore ai piedi e altre sensazioni insolite.
  • Scolorimento della pelle delle gambe - tonalità della pelle pallide, rossastre o bluastre
  • Riduzione dei peli sulle gambe
  • Cambiamenti nella forma e nel colore delle unghie, lividi sotto le unghie - segni di una infezione fungina o danno all'unghia che può causare necrosi
  • Lunga guarigione di graffi, ferite, calli - invece di 1-2 settimane 1-2 mesi, dopo la guarigione delle ferite ci sono tracce scure che non scompaiono
  • Ulcere del piede - non cicatrizzante a lungo, circondato da una pelle sottile e secca, spesso profonda

Ogni settimana, dovresti ispezionare le gambe, seduto su una sedia nello specchio, posto sotto - le dita e la parte superiore del piede, puoi semplicemente ispezionare, prestare attenzione allo spazio interdigitale, talloni e suola per sentire e ispezionare con uno specchio. Se si riscontrano cambiamenti, incrinature, tagli, patologie non ulcerose, contattare un podologo (specialista del piede).

I pazienti con diabete dovrebbero visitare almeno una volta all'anno uno specialista e controllare le condizioni degli arti inferiori. Quando vengono rilevati dei cambiamenti, il podologo prescrive il trattamento farmacologico per il trattamento dei piedi, l'angiologo esegue le operazioni sui vasi delle gambe, se sono necessari speciali sottopiedi, è richiesto un angiosurgeon ed è richiesto un chirurgo ortopedico.

A seconda della prevalenza di una particolare causa, la sindrome è divisa in forme neuropatiche e neuroischemiche.

  • Piede caldo
  • Le arterie sono palpabili
  • Il colore può essere normale o rosato.
  • Piede freddo (con infezione può essere caldo)
  • I capelli cadono sugli stinchi
  • Rubeosis (arrossamento) della pelle
  • Rossore cianotico della suola.
  • Diabete di tipo 1
  • Giovane età
  • Abuso di alcol
  • Età avanzata
  • Cardiopatia coronarica e ictus in passato
  • fumo
  • Colesterolo alto (vedi colesterolo normale)

Gruppi di rischio per lo sviluppo di VTS

  • Pazienti con diabete per più di 10 anni
  • Pazienti con compensazione o scompenso instabile del metabolismo dei carboidrati (fluttuazioni costanti dei livelli di glucosio)
  • i fumatori
  • Persone che soffrono di alcolismo
  • Pazienti con ictus
  • Attacco di cuore
  • Persone con trombosi nella storia
  • Pazienti con obesità grave

Diagnosi della sindrome del piede diabetico

Al primo segno di problemi, un paziente con diabete dovrebbe contattare uno specialista e descrivere in dettaglio i sintomi associati al piede diabetico. Idealmente, se c'è una sala per i piedi diabetici in città con un podologo competente. In assenza di tale, è possibile contattare il terapeuta, il chirurgo o l'endocrinologo. Per la diagnosi verrà esaminata.

  • Analisi del sangue generale e biochimica
  • Analisi delle funzioni urine e renali
  • Radiografia del torace ed ecografia del cuore
  • Test di coagulazione del sangue

Lo studio del sistema nervoso:

  • Controllo della conservazione della riflessione
  • Controlla il dolore e la sensibilità tattile
  • Doppler
  • Misurazione della pressione nei vasi degli arti

Ulcera trofica del piede:

  • Semina la microflora dalla ferita con la determinazione della sensibilità agli antibiotici
  • Esame microscopico del contenuto della ferita

Radiografia di piedi e caviglie

Trattamento della sindrome del piede diabetico

Tutte le complicanze del diabete sono potenzialmente pericolose e richiedono una terapia obbligatoria. Il trattamento del piede diabetico dovrebbe essere completo.

Trattamento delle ulcere trofiche con un buon flusso sanguigno nell'arto:

  • Trattamento accurato delle ulcere
  • Scarico dell'arto
  • Terapia antibatterica per sopprimere l'infezione
  • Risarcimento del diabete
  • Rifiuto di cattive abitudini
  • Trattamento di malattie concomitanti che impediscono la guarigione delle ulcere.

Trattamento delle ulcere trofiche con alterata circolazione del sangue (forma neuroischemica del piede diabetico):

  • Tutto quanto sopra
  • Ripristino del flusso sanguigno

Trattamento delle ulcere trofiche profonde con necrosi tessutale:

  • Trattamento chirurgico
  • In assenza di effetti: amputazione

Trattamento dell'ulcera trofica

Il medico dopo l'esame e l'esame rimuove il tessuto che ha perso la vitalità. Di conseguenza, la diffusione dell'infezione si arresta. Dopo la pulizia meccanica, lavare l'intera superficie dell'ulcera. In nessun caso è consentito il trattamento con "Zelenko", iodio e altre soluzioni alcoliche, che danneggiano ulteriormente la pelle. Per il lavaggio, utilizzare antisettici salini o delicati. Se durante il trattamento della ferita il medico determina i segni di una pressione eccessiva, può ordinare lo scarico dell'arto malato.

Scarico dell'arto

La chiave per il successo del trattamento delle ulcere è la completa rimozione del carico sulla superficie della ferita. Questa importante condizione spesso non viene soddisfatta, poiché la sensibilità dolorosa della gamba è ridotta e il paziente è in grado di fare affidamento sulla gamba interessata. Di conseguenza, tutto il trattamento è inefficace.

  • in caso di ulcere della gamba è necessario ridurre il tempo trascorso in posizione verticale
  • per le ferite sul dorso del piede, raramente si indossano scarpe da strada. Indossare le pantofole è permesso.
  • in caso di ulcere sulla superficie di appoggio di un piede, vengono utilizzati dispositivi di scarico (immobilizzazione della benda di scarico sullo stinco e sul piede). Controindicazioni per indossare un dispositivo del genere è un'infezione dei tessuti profondi e ischemia degli arti gravi. Non dobbiamo dimenticare che le scarpe ortopediche adatte alla profilassi non sono applicabili per lo scarico del piede.

Soppressione delle infezioni

La guarigione delle ulcere trofiche e altri difetti è possibile solo dopo che l'infezione si è attenuata. Lavare la ferita con antisettici non è sufficiente, la terapia antibiotica sistemica per lungo tempo è necessaria per curarla. Nel caso della forma neuropatica di SDS, gli agenti antimicrobici sono utilizzati in metà dei pazienti e nella forma ischemica tali farmaci sono necessari per tutti.

Compensazione del glucosio

Un aumento significativo del livello di glucosio nel sangue provoca la comparsa di nuove ulcere trofiche e complica la guarigione di quelle esistenti in relazione al danno ai nervi. Con l'aiuto di agenti ipoglicemici opportunamente selezionati, pompe per insulina o dosi di insulina, il diabete può essere controllato, riducendo al minimo il rischio di piede diabetico.

Rifiuto di cattive abitudini

Il fumo aumenta il rischio di aterosclerosi dei vasi shin, riducendo le possibilità di conservazione degli arti. L'abuso di alcool provoca neuropatia alcolica, che, in combinazione con il danno del nervo diabetico, porta a ulcere trofiche. Inoltre, l'assunzione di alcol elimina la compensazione stabile del metabolismo dei carboidrati, di conseguenza, il livello di glucosio nei pazienti che bevono è costantemente aumentato.

Trattamento di malattie concomitanti

Molte malattie e condizioni che sono spiacevoli di per sé, con diabete mellito, diventano pericolose. Rallentano la guarigione delle ulcere trofiche, aumentando il rischio di cancrena e amputazione del piede. I compagni più indesiderabili del diabete includono:

  • anemia
  • nutrizione squilibrata e inadeguata
  • insufficienza renale cronica
  • malattia del fegato
  • neoplasie maligne
  • terapia ormonale e citostatica
  • stato depresso

Nelle condizioni sopra descritte, il trattamento della sindrome del piede diabetico dovrebbe essere particolarmente approfondito.

Ripristino del flusso sanguigno negli arti inferiori

Nella forma neuroischemica della sindrome del piede diabetico, il flusso sanguigno è così sconvolto che diventa impossibile guarire anche l'ulcera più piccola. Il risultato di questo processo prima o poi diventa amputazione. Pertanto, l'unico modo per mantenere l'arto è ripristinare la permeabilità vascolare. Il ripristino del flusso sanguigno nelle gambe è spesso inefficace, quindi i metodi chirurgici vengono solitamente utilizzati per l'insufficienza arteriosa: chirurgia di bypass e chirurgia intravascolare.

Trattamento chirurgico dei processi purulento-necrotici

  • pulizia e drenaggio delle ulcere profonde. Nelle ulcere profonde, un drenaggio è posto sul suo fondo, lungo il quale si verifica il deflusso delle secrezioni. Migliora la guarigione.
  • rimozione di ossa non vitali (per osteomielite, per esempio)
  • chirurgia plastica per estesi difetti della ferita. La sostituzione della pelle danneggiata con la pelle artificiale è ampiamente utilizzata.
  • amputazioni (a seconda del livello di danno possono essere piccole e alte)

L'amputazione dell'arto è una misura estrema usata in caso di una grave condizione generale del paziente o di fallimenti in altri metodi di trattamento. Dopo l'amputazione, è necessario un trattamento riparatore e una compensazione del diabete mellito per una migliore guarigione del moncone.

Cura dei piedi di base

Per prevenire lo sviluppo della sindrome del piede diabetico è molto più facile che curare. Il diabete è una malattia cronica, quindi un'attenta cura del piede dovrebbe diventare un'abitudine quotidiana. Ci sono alcune semplici regole, la cui osservanza riduce significativamente l'incidenza delle ulcere trofiche.

Il problema principale per un paziente con diabete è la selezione di scarpe. A causa della riduzione della sensibilità tattile, i pazienti indossano scarpe strette e scomode per anni, causando danni irreversibili alla pelle. Ci sono criteri chiari in base ai quali un diabetico deve prendere le scarpe.

Ci sono alcune regole più importanti per la cura del piede per il diabete:

  • Eventuali tagli, abrasioni, ustioni e il più piccolo danno alla pelle delle gambe: questo è un motivo per consultare uno specialista.
  • Un esame giornaliero delle gambe, comprese le aree difficili da raggiungere, consentirà il rilevamento tempestivo di un'ulcera fresca.
  • Il lavaggio e l'asciugatura attenti dei piedi sono una procedura quotidiana indispensabile.
  • In caso di violazione della sensibilità delle gambe, è necessario monitorare attentamente la temperatura dell'acqua durante il bagno. Eliminare l'assunzione di bagni caldi, l'uso di cuscinetti riscaldanti per evitare ustioni.
  • L'ipotermia influisce anche negativamente sulla condizione della pelle delle gambe. Nei mesi invernali, l'ipotermia non dovrebbe essere consentita.
  • Ogni giorno dovrebbe iniziare con un'ispezione della scarpa. Ciottoli, carta e altri oggetti estranei, se esposti per lungo tempo, portano a gravi ulcere trofiche. Prima di indossare le scarpe, assicurati che non ci siano granelli di sabbia, ciottoli, ecc.
  • Le calze e le calze che cambiano dovrebbero essere tenute due volte al giorno. È meglio comprare calzini di materiali naturali, senza una gomma stretta, non si possono usare calzini dopo il darn.
  • A causa della ridotta sensibilità dei piedi, si consiglia alle persone affette da diabete di camminare a piedi nudi sulla spiaggia, nei boschi e anche a casa, dal momento che le ferite ai piedi possono essere trascurate.
  • Il trattamento delle ferite nel diabete ha le sue caratteristiche.
    • Le ferite sul piede non devono essere trattate con soluzioni alcoliche (iodio, zelenka), ma anche con permanganato di potassio, agenti aggressivi e unguenti ad effetto abbronzante e non consentendo l'uso di ossigeno (pomata Vishnevsky).
    • Le abrasioni possono essere trattate se sono pulite con la soluzione di Furacilina, il perossido di idrogeno - se la ferita è purulenta o contaminata. I rimedi ideali per il diabete sono Miramistina e Clorexidina.
  • I semi che appaiono nel diabete mellito sono inevitabili, non possono essere rimossi con le forbici a spigoli vivi, una diminuzione della sensibilità nel diabete mellito può contribuire a tagliare la pelle e l'aspetto delle ferite. La lavorazione delle unghie deve essere eseguita in linea retta, senza arrotondare gli angoli. La soluzione al problema delle unghie incarnite può essere considerata attendibile solo da un medico.
  • L'uso di intonaci ammorbidenti è inaccettabile, non consentono all'aria di passare e, in assenza di ossigeno sulla zona interessata, i batteri anaerobici possono moltiplicarsi, il che si sente ottimo in un ambiente senza ossigeno e contribuisce allo sviluppo della cancrena anaerobica.
  • L'eccessiva secchezza della pelle viene eliminata con l'aiuto di creme o unguenti grassi. Questa è una crema per bambini e una crema contenente olio di olivello spinoso. Gli spazi interdigitali non possono gestire la crema.

L'ipercheratosi (cheratinizzazione della pelle) in luoghi ad alta pressione meccanica è un fattore di rischio provocante per la formazione di un'ulcera. Pertanto, la prevenzione del loro sviluppo include il trattamento delle aree problematiche del piede, la rimozione dell'ipercheratosi, l'uso di creme nutrienti e idratanti e dei piedi. Le aree cornee vengono rimosse meccanicamente da uno scalatore o un bisturi senza lesioni allo strato cutaneo solo da un medico.

  • Creme che possono essere utilizzate con diabete mellito contengono urea in diverse concentrazioni - Balsamed (230-250 rubli), Alpressan (1400-1500 rubli). Accelerano la guarigione della pelle, prevengono il desquamazione, eliminano la pelle secca, riducono il dolore e fermano la comparsa di crepe sui talloni e calli nel diabete mellito. Oltre all'urea, il balsamo contiene anche vitamine e oli vegetali.
  • Esistono prove che, al fine di prevenire il processo di invecchiamento, possono essere utilizzate cataratta, malattie dei nervi periferici, del cuore e del piede diabetico, acido α-lipoico (tiotico) e vitamine del gruppo B (Turboslim, acido alfa-lipoico di Solgar, ecc.).

Anche 10-15 anni fa, qualsiasi ulcera sul piede di un paziente diabetico prima o poi ha portato ad un'amputazione dell'arto. La diminuzione dell'attività a seguito dell'operazione paralizzante ha causato una serie di complicazioni, l'aspettativa di vita è diminuita significativamente. Attualmente, i medici stanno cercando con tutte le loro forze per mantenere la gamba e riportare il paziente al solito modo di vivere. Con la partecipazione attiva al trattamento del paziente stesso, questa terribile complicazione ha una prognosi abbastanza favorevole.

Domande frequenti per l'endocrinologo

È vero che con il diabete di tipo 1, la formazione del piede diabetico è impossibile?

No, il rischio di sviluppare VTS dipende solo dalla durata del diabete. È più difficile controllare il livello di glucosio nel diabete di tipo 1, e quindi le complicanze si sviluppano spesso.

Soffro di diabete da 12 anni. Recentemente è comparsa una ferita sull'alluce. Dopo il trattamento con lozioni con l'unguento di Vishnevsky, il liquido cominciò a filtrare dalla ferita. Non sento dolore, posso posticipare una visita dal dottore?

L'uso di unguenti che non consentono l'aria è un grosso errore. A questo proposito, la ferita alla gamba è stata infettata, quindi una visita dal medico non può essere rimandata!

Sei mesi fa, ha subito l'amputazione del piede della gamba sinistra a causa della forma ischemica di VTS. Una settimana fa, il moncone era gonfio, diventato bluastro. Qual è la ragione e cosa dovrei fare?

Ci sono 2 opzioni: ricaduta dei disturbi circolatori e infezione del moncone. La consultazione urgente del chirurgo è necessaria!

Ho bisogno di scarpe ortopediche per il diabete?

Se i piedi non sono danneggiati o vengono rapidamente ripristinati, è sufficiente indossare scarpe normali molto comode. Se le ulcere trofiche sono spesso disturbate e le ossa e le articolazioni del piede sono deformate, non si può fare a meno di scarpe ortopediche speciali.

È possibile fare bagni caldi per un paziente con diabete di tipo 2?

I bagni caldi sono indesiderabili a causa del rischio di ustioni o di surriscaldamento dell'arto, che comporterebbe lo sviluppo di un piede diabetico.

Perché la cancrena si sviluppa nel diabete?

Con un livello elevato di glucosio nel sangue, i vasi sanguigni diventano più sottili nel tempo e iniziano a degradarsi gradualmente portando ad angiopatia diabetica. Sia le navi piccole che quelle grandi sono soggette a violazione. Le terminazioni nervose subiscono cambiamenti simili, a seguito dei quali la neuropatia diabetica viene diagnosticata in un diabetico.

  1. Come risultato dei disturbi, la sensibilità della pelle diminuisce e, a questo proposito, la persona non sempre sente che i cambiamenti iniziali sono iniziati alle estremità e continuano a vivere, inconsapevoli delle complicazioni.
  2. Il diabetico potrebbe non prestare attenzione all'aspetto di piccoli tagli alle gambe, mentre l'area danneggiata nella zona dei piedi e dei piedi non guarisce a lungo. Di conseguenza, le ulcere trofiche iniziano a formarsi e quando sono infette, il rischio di sviluppare la cancrena degli arti inferiori è alto.
  3. La comparsa di cancrena può anche essere influenzata da varie lesioni minori, calli, unghie incarnite, lesioni cuticole, danni alle unghie durante una pedicure.

Sintomi di cancrena

L'ischemia critica, che è una mancanza di circolazione del sangue, può essere un presagio di una complicazione. Un diabetico ha sintomi sotto forma di frequenti dolori nella zona dei piedi e dei piedi, che sono aggravati durante la deambulazione, freddezza dei piedi e ridotta sensibilità degli arti inferiori.

Dopo un po 'di tempo, le gambe possono essere viste violazioni della pelle, la pelle è sovraessiccata, cambia colore, coperta da crepe, formazioni purulente necrotiche e ulcerative. In assenza di un trattamento adeguato, il più grande rischio è che la cancrena possa svilupparsi in una persona.

Il diabete mellito può essere accompagnato da cancrena secca o umida.

  • La cancrena secca di solito si sviluppa ad un ritmo piuttosto lento per diversi mesi o addirittura anni. Inizialmente, il diabetico inizia a sentire freddo, dolore e bruciore ai piedi. Successivamente, la pelle colpita inizia a perdere sensibilità.
  • Questo tipo di cancrena può essere rilevato, di regola, nell'area delle dita degli arti inferiori. La lesione è una piccola lesione necrotica in cui la pelle ha una tonalità pallida, bluastra o rossastra.
  • In questo caso, la pelle è molto secca e si sfalda. Dopo un po 'di tempo, si verificano la morte e la mummificazione dei tessuti danneggiati, dopodiché i tessuti necrotici cominciano a essere rigettati.
  • La cancrena secca non rappresenta un rischio maggiore per la vita, ma poiché la prognosi è deludente e aumenta il rischio di sviluppare complicazioni, le amputazioni sono spesso amputate per il diabete mellito.

In cancrena umida, la zona interessata ha una tinta bluastra o verdastra. La lesione è accompagnata da un forte odore putrido, dall'aspetto di vescicole nell'area del tessuto morto, un esame del sangue indica la comparsa di leucocitosi neutrofila. Inoltre, il medico scopre quanto è l'indicatore ESR.

Lo sviluppo della cancrena umida non è veloce, ma semplicemente rapido. Un diabetico colpisce la pelle, il tessuto sottocutaneo, il tessuto muscolare, i tendini.

C'è un forte aumento della temperatura, la condizione diventa grave e pericolosa per il paziente.

Trattamento della cancrena

Il principale metodo di trattamento della cancrena nel diabete mellito è la chirurgia, cioè l'amputazione della gamba sopra il ginocchio, la punta o il piede. Se il medico diagnostica cancrena umida, la resezione della parte interessata del corpo viene eseguita immediatamente dopo che la violazione è stata rilevata in modo che le conseguenze non complichino le condizioni del paziente. Altrimenti, può essere fatale.

La chirurgia comporta l'asportazione di tessuto morto che si trova al di sopra dell'area di necrosi. Quindi, se una persona ha il diabete, l'amputazione dell'intero piede sarà effettuata con cancrena di almeno un dito dell'arto inferiore. Se il piede è colpito, la rimozione viene eseguita più in alto, cioè metà della tibia viene amputata.

Oltre all'amputazione della gamba con gangrena in età avanzata, il corpo viene ripristinato dopo l'intossicazione e l'infezione.

A tale scopo vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro, il sangue viene trasfuso e viene eseguita la terapia di disintossicazione.

Riabilitazione dopo l'amputazione della gamba

Al fine di curare i punti più velocemente e il paziente ha superato con successo il periodo dopo l'intervento chirurgico, è richiesta la completa riabilitazione.

  1. Durante i primi giorni dopo l'intervento chirurgico, i medici sopprimono molti processi infiammatori e prevengono l'ulteriore sviluppo della malattia. La parte del corpo amputata viene ligata ogni giorno e cucita.
  2. Se non hai dovuto amputare l'intera gamba, ma solo il dito interessato, le protesi non sono richieste ei diabetici vivono con una gamba sana. Tuttavia, anche in questo caso, il paziente spesso sperimenta un grave dolore fantasma e si muove incerto nei primi giorni.
  3. Dopo che l'area interessata è stata amputata, l'arto ferito è posizionato ad una certa altezza per ridurre il gonfiore dei tessuti. L'amputazione della gamba è un pericolo, poiché durante il periodo di riabilitazione, se non si seguono le regole, si può introdurre un'infezione.
  4. Il diabetico dovrebbe seguire una dieta terapeutica, massaggiare l'arto inferiore ogni giorno per migliorare il drenaggio linfatico e l'apporto di sangue ai tessuti sani.
  5. Durante la seconda e la terza settimana, il paziente dovrebbe sdraiarsi passivamente sullo stomaco su una superficie dura. Le parti sane del corpo devono essere impastate con l'aiuto della ginnastica per rafforzare i muscoli, aumentare il tono muscolare e preparare il corpo per l'inizio dell'attività motoria.

L'equilibrio si esercita vicino al letto, il paziente tiene sulla schiena, esegue esercizi per i muscoli spinali e le braccia. Se le protesi devono essere eseguite, i muscoli dovrebbero rimanere forti, poiché dopo l'amputazione il meccanismo naturale del camminare è interrotto.

Altri Articoli Sul Diabete

Consiglio:Ci sono ancora varie opinioni e punti di vista su questo problema. Passiamo alla scienza moderna e scopriamo cosa ci vorrà e quanto durerà.
Quando si inzuppano le patate dall'amido, i cui composti sono difficili da digerire nei bambini e nelle persone con determinate malattie.

Il monitoraggio costante dei livelli di glucosio è parte integrante della vita di una persona con il diabete. Oggi il mercato offre dispositivi più convenienti e compatti per un'analisi del sangue rapida per lo zucchero, tra cui il Kontur TS meter (Contour TS) - un buon dispositivo della società tedesca Bayer, che da molti anni produce non solo prodotti farmaceutici, ma anche prodotti medicali.

Glucometer "Bionime-110" (Bionime Rightest GM-110) è un analizzatore rapido che aiuta a monitorare il livello di glucosio nel sangue. Adatto per uso domestico e medico.