loader

Principale

Complicazioni

Variante autoimmune del diabete

La malattia autoimmune diabete mellito (di solito di tipo 1) è caratterizzata come una patologia del metabolismo del glucosio causata da una predisposizione ereditaria, che si traduce nella mancanza di insulina nel corpo, che è accompagnata dalla distruzione del pancreas a livello cellulare.

Con maggiore frequenza, questa malattia ha una particolarità da combinare con altre malattie endocrine di tipo autoimmune, che includono la malattia di Addison, così come anomalie che non sono correlate ai disturbi del sistema endocrino, ad esempio, patologia reumatoide e morbo di Crohn.

Fattori di rischio

Va notato che nonostante numerosi studi, le vere cause di una tale malattia come il diabete mellito autoimmune del primo tipo non sono ancora state determinate con precisione.

Tuttavia, ci sono fattori di rischio che sono condizioni predisponenti, la cui combinazione porta infine allo sviluppo del diabete mellito (un tipo autoimmune).

  1. Come già notato, una delle cause della malattia può essere attribuita al fattore genetico. Tuttavia, il rapporto percentuale, come si è scoperto, è piuttosto piccolo. Quindi, se il padre era malato in famiglia, allora la probabilità che il bambino si ammali è al massimo del 3%, e la madre - 2%.
  2. In alcuni casi, uno dei meccanismi che possono provocare il diabete di tipo 1 sono le malattie infettive virali, come la rosolia, il coxsacke B e la parotite. In questo caso, i bambini che portano la malattia in utero sono maggiormente a rischio.
  3. L'avvelenamento frequente del corpo può provocare il diabete mellito, a seguito del quale le sostanze tossiche agiscono su organi e sistemi, contribuendo alla comparsa di patologie autoimmuni.
  4. La nutrizione svolge un ruolo molto importante. Ad esempio, è stato scoperto che i bambini hanno maggiori probabilità di ammalarsi di diabete mellito di tipo 1 quando latte vaccino e miscele basate su di esso vengono introdotti troppo presto. Allo stesso modo, la situazione con l'introduzione di cereali.

Per quanto riguarda il diabete di tipo 2, questa malattia colpisce persone con i seguenti fattori predisponenti:

  • persone di età superiore ai 45 anni;
  • glucosio o trigliceridi alterati nel sangue, lipoproteine ​​ridotte;
  • dieta malsana, con conseguente obesità;
  • mancanza di attività fisica;
  • ovaie policistiche;
  • malattie cardiache.

Tutte le persone che hanno i suddetti fattori dovrebbero monitorare le condizioni del loro corpo, essere regolarmente esaminate e testate per la presenza di zucchero nel sangue. Nella fase di stato pre-diabetico, il diabete può essere prevenuto, impedendo il suo ulteriore sviluppo. Se nelle fasi iniziali, il secondo tipo di diabete si sviluppa senza danni alle cellule pancreatiche, quindi con il decorso della malattia i processi autoimmuni iniziano anche con questo tipo di patologia.

Il diabete gestazionale (durante la gravidanza) può svilupparsi sullo sfondo dell'obesità, predisponendo ereditarietà, insufficienza nei processi metabolici del corpo, eccesso di glucosio nel sangue e nelle urine durante la gravidanza.

Gli individui sono a rischio medio per i seguenti motivi:

  • alla nascita di un bambino di peso superiore a 4 kg;
  • caso passato di natimortalità;
  • aumento di peso intensivo durante il parto;
  • se l'età di una donna ha più di 30 anni.

Come si sviluppa la malattia

Il diabete autoimmune si manifesta abbastanza rapidamente, con manifestazioni di chetoacidosi che vengono osservate dopo poche settimane. Il secondo tipo di diabete mellito, che si presenta molto più spesso, è per lo più latente.

E i sintomi principali sotto forma di carenza di insulina sono di solito espressi dopo circa 3 anni, e questo nonostante il fatto che la malattia sia stata rilevata e trattata. I pazienti hanno segni come perdita di peso significativa, iperglicemia, pronuncia e segni di chetonuria.

Qualsiasi diabete mellito autoimmune è carente in insulina. L'assunzione insufficiente di carboidrati sotto forma di glucosio nel tessuto adiposo e muscolare, così come la mancanza di energia porta alla disinibizione di prodotti prodotti da ormoni contrainsulari, che agiscono come stimolatore della gluconeogenesi.

La carenza di insulina porta alla soppressione della capacità liposintetica epatica, con l'inclusione di acidi grassi rilasciati nella chetogenesi. Nel caso in cui la disidratazione e l'acidosi iniziano ad aumentare, può verificarsi uno stato comatoso, che è fatale senza un adeguato trattamento.

Un disturbo autoimmune di tipo 1 rappresenta circa il 2% di tutti i casi di diabete. A differenza della malattia di tipo 2, il diabete mellito di tipo 1 ha il tempo di manifestarsi prima dei 40 anni.

sintomi

Per quanto riguarda il quadro clinico della malattia, è abbastanza chiaramente espresso, soprattutto nei bambini e nelle persone in giovane età. La sintomatologia per quasi tutti i tipi di diabete mellito è identica ed è espressa in:

  • ulcere della pelle;
  • aumentato bisogno di assunzione di liquidi;
  • perdita di peso intensa;
  • debolezza muscolare;
  • malessere generale e sonnolenza.

All'inizio della malattia, l'appetito può anche aumentare un po ', che con lo sviluppo della chetoacidosi porta all'anoressia. Intossicazione causando nausea, accompagnata da vomito, odore di acetone dalla bocca, dolore all'addome e disidratazione.

Il diabete autoimmune di zucchero del primo tipo in presenza di malattie associate gravi può causare disturbi della coscienza, che spesso portano al coma. Nei pazienti la cui fascia di età varia da 35 a 40 anni, la malattia di solito si manifesta in modo non chiaro: si manifestano manifestazioni moderate di polidipsia e poliuria e il peso corporeo rimane allo stesso livello. Questa malattia di solito progredisce per diversi anni e tutti i segni e i sintomi tendono a manifestarsi gradualmente.

Diagnosi e trattamento

Tenendo conto del fatto che il diabete autoimmune è espresso abbastanza chiaramente, la diagnosi non è difficile. Il test di tolleranza al glucosio orale può essere eseguito per confermare la diagnosi. In caso di dubbio, è consigliabile applicare i metodi di diagnosi differenziale.

La riproduzione del trattamento della malattia comporta la somministrazione di terapia ipoglicemizzante, terapia insulinica e terapia dietetica. Il dosaggio totale di insulina è aggiustato tenendo conto del fabbisogno giornaliero del corpo umano, della quantità di carboidrati assunti e del livello di glicemia, determinato utilizzando un glucometro, la cui misurazione viene riprodotta immediatamente prima dell'iniezione.

Mangiare con il diabete implica l'osservanza di alcune regole:

  • organizzazione del potere frazionario;
  • introduzione alla dieta di cibi ipocalorici, fibre;
  • restrizione di piatti contenenti carboidrati, grassi e sale;
  • mangiare cibi fortificati;
  • fornendo all'organismo prodotti contenenti una quantità sufficiente di minerali, microelementi e macroelementi.

L'obiettivo della terapia è quello di stimolare l'auto-produzione di insulina, aumentare la suscettibilità all'insulina tissutale, rallentare il processo di assorbimento del glucosio riducendo la sua sintesi. Cominciano a trattare il diabete mellito (autoimmune), di solito con insulina in monoterapia, e poi aggiungono farmaci che riducono il glucosio, in aggiunta. I farmaci più popolari sono:

  • glibenclamide;
  • metafore;
  • Inibitori dipeptidil leptidiase;
  • clorpropamide;
  • Increins e un numero di altri.

Se il diabete è identificato, devono essere prese misure per qualsiasi tipo di diabete. E prima si inizia il trattamento, meglio è.

Diabete di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 è una classica malattia organoimmune autoimmune, che provoca la distruzione delle cellule β pancreatiche produttrici di insulina con lo sviluppo di una carenza assoluta di insulina.

Le persone che soffrono di questa malattia hanno bisogno di terapia insulinica per il diabete di tipo 1, il che significa che hanno bisogno di iniezioni di insulina quotidiane.

Anche molto importante per il trattamento sono dieta, esercizio fisico regolare e monitoraggio costante della glicemia.

Cos'è?

Perché questa malattia si verifica e che cos'è? Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune del sistema endocrino, la cui principale caratteristica diagnostica è:

  1. Iperglicemia cronica - elevati livelli di zucchero nel sangue.
  2. Poliuria, come conseguenza di ciò - sete; perdita di peso; appetito eccessivo o ridotto; grave affaticamento generale del corpo; dolore addominale.

I casi più comuni di giovani (bambini, adolescenti, adulti sotto i 30 anni) possono essere congeniti.

Il diabete si sviluppa quando si verifica:

  1. Insufficiente produzione di insulina da parte delle cellule endocrine pancreatiche.
  2. Interruzione dell'interazione dell'insulina con le cellule dei tessuti corporei (resistenza all'insulina) come risultato di un cambiamento nella struttura o diminuzione del numero di specifici recettori per l'insulina, un cambiamento nella struttura dell'insulina stessa o una violazione dei meccanismi intracellulari di trasmissione del segnale dai recettori agli organelli cellulari

L'insulina è prodotta nel pancreas - l'organo situato dietro lo stomaco. Il pancreas è costituito da gruppi di cellule endocrine chiamate isolette. Le cellule beta nelle isole producono insulina e la rilasciano nel sangue.

Se le cellule beta non producono abbastanza insulina o il corpo non risponde all'insulina che è presente nel corpo, il glucosio inizia ad accumularsi nel corpo, piuttosto che essere assorbito dalle cellule, che porta al prediabete o al diabete.

cause di

Nonostante il fatto che il diabete sia una delle malattie croniche più comuni del pianeta, nella scienza medica non esistono ancora informazioni chiare sulle cause dello sviluppo di questa malattia.

Spesso, al fine di sviluppare il diabete, sono necessari i seguenti prerequisiti.

  1. Predisposizione genetica
  2. Il processo di decadimento delle cellule beta che compongono il pancreas.
  3. Questo può accadere sia sotto effetti avversi esterni che sotto autoimmuni.
  4. La presenza di costante stress di natura psico-emotiva.

Il termine "diabete" fu introdotto per la prima volta dal medico romano Aretius, che visse nel II secolo d.C. Descriveva la malattia come segue: "Il diabete è una sofferenza terribile, non molto frequente tra gli uomini, che scioglie la carne e gli arti nelle urine.

I pazienti, senza cessare, emettono acqua in un flusso continuo, come attraverso le condutture dell'acqua aperta. La vita è breve, spiacevole e dolorosa, la sete è insaziabile, l'assunzione di liquidi è eccessiva e non commisurata all'enorme quantità di urina dovuta a diabete ancora più grande. Nulla può impedirgli di assumere liquidi ed espellere l'urina. Se per un breve periodo si rifiutano di prendere liquidi, la bocca si secca, la pelle e le mucose si seccano. I pazienti hanno nausea, sono agitati e muoiono in breve tempo. "

Cosa succederà se non trattato?

Il diabete è terribile per il suo effetto distruttivo sui vasi sanguigni umani, sia piccoli che grandi. I medici per quei pazienti che non curano il diabete mellito di tipo 1, danno una prognosi deludente: lo sviluppo di tutte le malattie cardiache, dei reni e degli occhi, la cancrena delle estremità.

Pertanto, tutti i medici sostengono solo il fatto che ai primi sintomi è necessario contattare un istituto medico e condurre test per lo zucchero.

effetti

Le conseguenze del primo tipo sono pericolose. Tra le condizioni patologiche sono le seguenti:

  1. Angiopatia - danno ai vasi sanguigni sullo sfondo della carenza di energia dei capillari.
  2. Nefropatia - danno ai glomeruli renali sullo sfondo dei disturbi circolatori.
  3. Retinopatia: danno alla retina oculare.
  4. Neuropatia: danno alle membrane delle fibre nervose
  5. Piede diabetico - caratterizzato da lesioni multiple degli arti con morte cellulare e presenza di ulcere trofiche.

I pazienti con diabete di tipo 1 non possono vivere senza terapia sostitutiva con insulina. Con una terapia insulinica inadeguata, rispetto alla quale non vengono raggiunti i criteri per la compensazione del diabete e il paziente è in uno stato di iperglicemia cronica, le complicanze tardive iniziano a svilupparsi rapidamente e progrediscono.

sintomi

Il diabete di tipo 1 della malattia ereditaria può essere rilevato dai seguenti sintomi:

  • sete costante e, di conseguenza, minzione frequente, che porta alla disidratazione;
  • rapida perdita di peso;
  • costante sensazione di fame;
  • debolezza generale, rapido deterioramento della salute;
  • L'insorgenza del diabete di tipo 1 è sempre acuta.

Se si riscontrano sintomi di diabete, è necessario sottoporsi immediatamente a una visita medica. Se si verifica una diagnosi del genere, il paziente richiede un controllo medico regolare e un monitoraggio costante dei livelli di glucosio nel sangue.

diagnostica

La diagnosi di diabete di tipo 1 nella stragrande maggioranza dei casi si basa sull'identificazione di una significativa iperglicemia a digiuno e durante il giorno (postprandiale) in pazienti con gravi manifestazioni cliniche di insufficienza assoluta di insulina.

Risultati che mostrano che una persona ha il diabete:

  1. Il glucosio a digiuno nel plasma sanguigno è 7,0 mmol / lo superiore.
  2. Quando si eseguiva un test di due ore per la tolleranza al glucosio era il risultato di 11,1 mmol / l e oltre.
  3. La glicemia in una misurazione casuale era 11,1 mmol / lo superiore e ci sono sintomi di diabete.
  4. Emoglobina glicata HbA1C - 6,5% o superiore.

Se hai un misuratore di glucosio nel sangue a casa, misuri semplicemente il tuo zucchero, senza dover andare al laboratorio. Se il risultato è superiore a 11,0 mmol / l - probabilmente è il diabete.

Metodi di trattamento per il diabete di tipo 1

Immediatamente si deve dire che il diabete di primo grado non può essere curato. Nessun farmaco è in grado di rianimare le cellule che muoiono nel corpo.

Gli obiettivi del trattamento del diabete di tipo 1:

  1. Mantenere il livello di zucchero nel sangue il più vicino possibile alla norma.
  2. Monitorare la pressione sanguigna e altri fattori di rischio cardiovascolare. In particolare, per avere risultati normali di esami del sangue per colesterolo "cattivo" e "buono", proteina C-reattiva, omocisteina, fibrinogeno.
  3. Se si verificano le complicazioni del diabete, quindi rilevarlo il più presto possibile.
  4. Lo zucchero più vicino in un diabetico è normale, minore è il rischio di complicanze nel sistema cardiovascolare, nei reni, nella vista e nelle gambe.

L'obiettivo principale nel trattamento del diabete di tipo 1 è il monitoraggio costante della glicemia, delle iniezioni di insulina, della dieta e dell'esercizio fisico regolare. L'obiettivo è mantenere la glicemia nell'intervallo di normalità. Un controllo più stretto della glicemia può ridurre il rischio di infarto e ictus legati al diabete di oltre il 50%.

Terapia insulinica

L'unica opzione possibile per aiutare un paziente con diabete mellito di tipo 1 è prescrivere la terapia insulinica.

E prima viene prescritto il trattamento, migliore sarà la condizione generale del corpo, dal momento che lo stadio iniziale del diabete mellito di grado 1 è caratterizzato da una insufficiente produzione di insulina da parte del pancreas e in seguito smette di produrlo. E c'è bisogno di introdurlo dall'esterno.

I dosaggi dei farmaci vengono selezionati individualmente, mentre si cerca di imitare le fluttuazioni insuliniche di una persona sana (mantenendo il livello di fondo della secrezione (non associato con l'assunzione di scrittura) e postprandiale - dopo un pasto). Per fare ciò, applicare insulina ultracorta, durata d'azione breve e media e azione prolungata in varie combinazioni.

Di solito l'insulina estesa viene somministrata 1-2 volte al giorno (mattina / sera, mattina o sera). L'insulina breve viene iniettata prima di ogni pasto - 3-4 volte al giorno e secondo necessità.

dieta

Per controllare bene il diabete di tipo 1, devi imparare molte cose diverse. Prima di tutto, scopri quali alimenti aumentano il tuo zucchero e quali no. La dieta per diabetici può essere utilizzata da tutte le persone che seguono uno stile di vita sano e vogliono preservare la giovinezza e un corpo forte per molti anni.

Prima di tutto è:

  1. Esclusione di carboidrati semplici (raffinati) (zucchero, miele, confetteria, marmellata, bevande zuccherate, ecc.); consumare principalmente carboidrati complessi (pane, cereali, patate, frutta, ecc.).
  2. Rispetto dei pasti regolari (5-6 volte al giorno in piccole porzioni);
    Limitare i grassi animali (lardo, carne grassa, ecc.).

L'inclusione sufficiente nella dieta di verdure, frutta e bacche è utile perché contengono vitamine e oligoelementi, sono ricchi di fibre alimentari e forniscono un normale metabolismo nel corpo. Ma va tenuto presente che la composizione di alcuni frutti e bacche (prugne, fragole, ecc.) Include molti carboidrati, quindi possono essere consumati solo tenendo conto della quantità giornaliera di carboidrati nella dieta.

Per il controllo della glicemia, viene utilizzato un indicatore come un'unità di pane. Ha introdotto per controllare il contenuto di zucchero nel cibo. Un'unità di pane è pari a 12 grammi di carboidrati. Per lo smaltimento di 1 unità di pane richiede una media di 1,4 unità di insulina. Pertanto, è possibile calcolare il fabbisogno medio del paziente negli zuccheri.

La dieta numero 9 nel diabete comporta il consumo di grassi (25%), carboidrati (55%) e proteine. Nei pazienti con insufficienza renale è necessaria una più forte restrizione dello zucchero.

Attività fisica

Oltre alla terapia dietetica, alla terapia insulinica e all'accurata autocontrollo, i pazienti devono mantenere la loro forma fisica applicando le attività fisiche determinate dal medico curante. Tali metodi cumulativi aiuteranno a perdere peso, a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari, cronicamente ipertensione.

  1. Durante la pratica, aumenta la sensibilità dei tessuti del corpo all'insulina e il tasso di assorbimento.
  2. Il consumo di glucosio aumenta senza ulteriori porzioni di insulina.
  3. Con allenamenti regolari, la normoglicemia si stabilizza molto più velocemente.

L'esercizio influisce molto sul metabolismo dei carboidrati, quindi è importante ricordare che durante l'esercizio fisico il corpo utilizza attivamente le riserve di glicogeno, pertanto può verificarsi un'ipoglicemia dopo l'esercizio.

Diabete di tipo 1

Diabete di tipo 1

Nel mondo moderno, il diabete mellito è una delle malattie classificate come gravi problemi medici e sociali su scala globale, in quanto ha un alto grado di prevalenza, gravi complicanze e richiede anche notevoli spese finanziarie per svolgere procedure diagnostiche e terapeutiche. malato per tutta la vita. Questo è il motivo per cui la massa di forze e mezzi dell'intero settore sanitario è finalizzata a uno studio più approfondito delle cause e dei meccanismi dello sviluppo del diabete mellito, nonché alla ricerca di nuovi metodi efficaci per prevenirlo e combatterlo.

Qual è il diabete di tipo 1?

Il diabete mellito è una malattia cronica, un sintomo caratteristico del quale è una violazione dei processi metabolici accompagnata da iperglicemia (aumento del glucosio nel sangue), che si verifica a seguito di una violazione della produzione di insulina da parte della ghiandola endocrina (pancreas), o una violazione della sua azione. Le statistiche mostrano che il numero totale di pazienti diabetici di tutte le forme nel mondo supera attualmente i 160 milioni di persone. Nuovi casi di morbilità sono registrati così spesso che in ogni decennio il numero di pazienti raddoppia. La forma più grave di diabete mellito in termini di correzione e possibili complicanze è considerata il diabete di tipo 1, la cui incidenza varia nell'8-10% di tutti i casi di malattia.

Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia del sistema endocrino, per il quale una caratteristica è una maggiore concentrazione di glucosio nel sangue, che si sviluppa a causa di processi distruttivi in ​​cellule pancreatiche specifiche che secernono l'insulina ormonale, causando un'assoluta mancanza di insulina nel corpo. Un alto tasso di incidenza del diabete mellito di tipo 1 è osservato nei bambini adolescenti e in età giovanile: 40 casi ogni 100.000 persone. In precedenza, questa forma di diabete era chiamata diabete insulino-dipendente e giovanile.

Si distinguono due forme di diabete di tipo 1: autoimmune e idiopatica.

Cause per lo sviluppo del diabete di tipo 1

Lo sviluppo di una forma autoimmune di diabete mellito di tipo 1 inizia spesso nell'infanzia, ma può essere diagnosticato negli anziani. Allo stesso tempo, gli autoanticorpi (anticorpi prodotti contro gli antigeni propri del corpo umano) vengono rilevati nei componenti strutturali delle cellule beta - cellule pancreatiche specifiche che producono insulina, ovvero i loro antigeni di superficie, insulina, decarbossilasi di glutammato e simili. Sono formati a causa della perdita di tolleranza congenita o acquisita (insensibilità) agli antigeni propri della β-cellula. Come risultato di questo processo, si sviluppa una disgregazione autoimmune delle cellule beta. Nei bambini, il processo di disintegrazione di queste cellule è rapido, quindi, un anno dopo l'inizio del processo patologico, la secrezione di insulina nel pancreas si ferma completamente. Nel corpo degli adulti, il processo di distruzione cellulare dura più a lungo, quindi le β-cellule per lungo tempo possono secernere una quantità sufficiente di insulina, che può impedire lo sviluppo di una tale complicazione del diabete mellito come chetoacidosi. Tuttavia, una diminuzione della secrezione di insulina è inevitabile, e dopo un certo periodo si sviluppa la sua mancanza assoluta.

Contribuisce alla disgregazione autoimmune delle cellule pancreatiche che producono insulina e a numerosi fattori genetici. Il diabete mellito di tipo 1 viene spesso diagnosticato in associazione a malattie autoimmuni come gozzo tossico diffuso, tiroidite autoimmune, morbo di Addison, vitiligine, sindrome autoimmune-complessa.

La forma idiopatica del diabete di tipo 1 è piuttosto rara. Allo stesso tempo, i pazienti non hanno i fattori immunologici e genetici del diabete di tipo 1, ma ci sono sintomi che confermano la mancanza assoluta di insulina.

Corso di diabete di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 è caratterizzato da un periodo di latenza, la cui durata può variare da un anno a diversi anni. Lo sviluppo della malattia passa attraverso diverse fasi:

Fase 1 Presenza di predisposizione genetica. Se nel sangue sono rilevati antigeni specifici del sistema HLA, il grado di probabilità di sviluppare il diabete mellito di tipo 1 aumenta significativamente.

Fase 2 Fattore di innesco stimato. Nella sua capacità, possono esserci agenti di natura infettiva - enterovirus, retrovirus, togavirus, così come cause non infettive - caratteristiche dietetiche, stress psico-emotivi, esposizione a sostanze chimiche, tossine e veleni, insolazione (radiazione solare), radiazioni, ecc.

Fase 3 Vi sono violazioni del sistema immunitario - la comparsa di autoanticorpi contro gli antigeni delle cellule beta, l'insulina, la tirosina fosfatasi - con un livello normale di insulina nel sangue. In questo caso, la prima fase della produzione di insulina è assente.

Fase 4. È caratterizzato da gravi disfunzioni immunitarie, in particolare, la secrezione di insulina si riduce rapidamente a causa dello sviluppo di insulite (infiammazione nelle isole di Langerhans del pancreas, contenente cellule che producono insulina), la resistenza al glucosio è disturbata, mentre il livello di zucchero nel sangue rimane entro il range normale.

Fase 5 Per questo, le manifestazioni cliniche pronunciate sono tipiche, poiché tre quarti delle cellule beta sono state distrutte a questo punto. Viene conservata solo la secrezione residua del peptide C.

6 palcoscenico. Morte totale delle cellule beta Il peptide C non viene rilevato, i titoli anticorpali sono ridotti. Questo stadio è indicato altrimenti come diabete totale. Il decorso del diabete mellito diventa incontrollato, che minaccia lo sviluppo di gravi complicanze: coagulazione intravascolare disseminata, gonfiore della corteccia cerebrale e sviluppo del coma diabetico.

Come si manifesta il diabete di tipo 1?

Poiché i segni clinici compaiono nel momento in cui la maggior parte delle cellule beta del pancreas viene distrutta, l'insorgenza della malattia è sempre acuta e può manifestare per la prima volta una grave forma di acidosi o coma diabetico. Nei bambini e negli adolescenti, l'insorgenza della malattia è caratterizzata da segni di chetoacidosi. A volte i pazienti possono chiaramente nominare il giorno in cui hanno notato i segni della malattia. A volte l'insorgenza della malattia può essere preceduta da una grave infezione virale (influenza, parotite, rosolia).

I pazienti possono lamentare secchezza e sete causate da un'eccessiva escrezione di liquidi dall'organismo da parte dei reni, minzione frequente, aumento dell'appetito, insieme a un'impressionante perdita di peso (fino a 10-15 kg al mese), debolezza generale, affaticamento rapido. Inoltre, i pazienti possono lamentare prurito, processi pustolosi sulla pelle e sulle unghie, visione offuscata. Da parte della sfera sessuale, i pazienti notano una diminuzione del desiderio sessuale e della potenza. Nella cavità orale possono essere segni di malattia parodontale, piorrea alveolare, gengivite, stomatite. lesioni cariose dei denti.

Quando si esaminano pazienti con diabete di tipo 1, viene rilevato un aumento della concentrazione di zucchero nel sangue e la sua presenza nelle urine. Nella fase di scompenso, gli esperti notano la secchezza della pelle dei pazienti, le loro membrane mucose, la lingua, la riduzione del turgore del grasso sottocutaneo, il rossore delle guance, della fronte e del mento a causa dell'espansione dei capillari della pelle del viso. Se il processo di scompenso è ritardato, i pazienti possono sviluppare complicazioni quali oftalmopatia diabetica, nefropatia periferica, neuropatia periferica, osteoartropatia diabetica, ecc. L'infertilità può svilupparsi nelle ragazze e nei bambini con marcata compromissione e crescita e sviluppo fisico.

Criteri diagnostici per il diabete di tipo 1

Se, insieme ai segni clinici, c'è un'aumentata concentrazione di glucosio nel sangue (più di 11,1 mmol / l) in qualsiasi momento della giornata, allora possiamo parlare di diabete.

Gli specialisti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità hanno sviluppato una serie di criteri per diagnosticare il diabete. Prima di tutto, questa è la determinazione del livello di glicemia a digiuno, cioè quando sono trascorse almeno 8 ore dall'ultimo pasto. È anche necessario determinare il livello di glucosio nel sangue in modo casuale, vale a dire, in qualsiasi momento per 24 ore, indipendentemente dal momento del cibo.

Al fine di valutare a quale stadio del diabete mellito il paziente rimane, sono necessari i seguenti test di laboratorio:

- esami delle urine e del sangue;

- la concentrazione di glucosio nel sangue a stomaco vuoto, e poi un paio d'ore dopo aver mangiato il cibo;

- determinazione del livello di emoglobina glicata;

- livelli di corpi chetonici e glucosio nell'urina quotidiana;

- analisi del sangue biochimica;

- analisi delle urine secondo nechyporenko.

Ai fini della diagnosi differenziale del diabete mellito di tipo 1, viene eseguita l'analisi del contenuto dei marcatori immunologici e genetici e il livello di C-peptide.

Inoltre, i pazienti sottoposti a una serie di esami strumentali obbligatori - elettrocardiografia, radiografie degli organi del torace e oftalmoscopia.

Nonostante il quadro clinico del diabete mellito insulino-dipendente e non insulino-dipendente abbia molte somiglianze, la diagnosi differenziale tra loro si basa su una serie di differenze. Se il diabete mellito di tipo 1 è caratterizzato da una diminuzione del peso corporeo dei pazienti, allora il tipo 2 è più tipico dell'aumento di peso. Il diabete di tipo 1 inizia acutamente in contrasto con il diabete di tipo 2, che è caratterizzato da un lento aumento dei sintomi. Il diabete di tipo 2 viene diagnosticato più spesso negli adulti e negli anziani (oltre 45 anni) e nel diabete di tipo 1 nei bambini e nei giovani. Negli studi di laboratorio, gli anticorpi agli antigeni delle cellule beta vengono rilevati solo nel diabete insulino-dipendente.

Se un paziente ha sviluppato per la prima volta il diabete di tipo 1, deve essere ricoverato in ospedale per selezionare un regime di insulina, imparare come controllare indipendentemente il livello di glucosio nel sangue, sviluppare una dieta e un regime di lavoro. Inoltre, i pazienti sono ospedalizzati in uno stato precomatoso e in coma, con chetoacidosi diabetica, con un aumento di angiopatia, con l'aggiunta di infezioni, così come la necessità di qualsiasi intervento chirurgico.

Trattamento del diabete di tipo 1

L'obiettivo principale di trattare i pazienti con diabete di tipo 1 è la conservazione della loro vita, così come il miglioramento della sua qualità. A tale scopo vengono prese misure preventive per prevenire lo sviluppo di complicazioni acute e croniche, la correzione di malattie concomitanti.

Il trattamento del diabete mellito di tipo 1 comporta un complesso di misure, inclusa la terapia insulinica, che è attualmente l'unico metodo per correggere il deficit di insulina assoluto. Per questi scopi, nel nostro paese vengono utilizzati analoghi di insulina umana o insulina ottenuti mediante ingegneria genetica. La terapia sostitutiva dell'insulina può essere effettuata secondo lo schema tradizionale, quando un certo livello di insulina viene somministrato per via sottocutanea senza un costante adattamento della dose al livello di glicemia. La terapia insulinica intensiva, che include più iniezioni di insulina, la correzione della dieta usando il conteggio delle unità di pane e il controllo dei livelli di glucosio durante il giorno, ha grandi vantaggi.

L'elemento successivo del regime di trattamento del diabete è lo sviluppo di un programma nutrizionale speciale che ti consentirà di normalizzare il peso corporeo e aiuterà a mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro il range normale. Il cibo per i pazienti con diabete dovrebbe essere a basso contenuto calorico, non contenere carboidrati raffinati (dolciumi, bevande zuccherate, marmellate), e i tempi dei pasti dovrebbero essere rigorosamente seguiti. È necessario escludere dalla dieta cibi in scatola, affumicati, ricchi di grassi (panna acida, maionese, noci). Il rapporto tra i principali componenti energetici nella dieta è solitamente equiparato a fisiologico, ed è 3: 1: 1.

L'esercizio per i pazienti con diabete di tipo 1 deve essere moderato ed essere selezionato individualmente, in base alla gravità della malattia. La migliore forma di attività fisica è camminare. Tuttavia, va ricordato che le scarpe dovrebbero essere selezionate in modo da escludere la formazione di calli e mais, che può essere l'inizio di una terribile complicazione del diabete - piede diabetico.

L'esito del trattamento del diabete è direttamente correlato alla partecipazione attiva del paziente stesso, che deve essere addestrato dal personale medico nei metodi di auto-monitoraggio della glicemia utilizzando misuratori di glucosio e strisce reattive, poiché deve effettuare questa manipolazione almeno 3-4 volte al giorno. Inoltre, il paziente deve valutare le loro condizioni, monitorare la dieta e le dimensioni dello sforzo fisico, nonché visitare regolarmente il medico curante, che dovrebbe, oltre a parlare con il paziente, condurre un esame delle gambe e misurare la pressione sanguigna. Una volta all'anno, un paziente con diabete di tipo 1 deve sottoporsi a tutti i test necessari (esame del sangue biochimico, emocromo completo e test delle urine, determinazione del livello di emoglobina glicata), essere esaminato da un oftalmologo e da un neurologo, effettuare una radiografia del torace.

Prevenzione dello sviluppo del diabete di tipo 1

È possibile prevenire lo sviluppo del diabete di tipo 1 in individui con un'elevata predisposizione genetica nel caso di prevenzione di infezioni virali intrauterine, nonché infezioni da infezioni virali nell'infanzia e nell'adolescenza. Le miscele nutrizionali contenenti glutine, prodotti con conservanti e coloranti che possono causare una reazione autoimmune contro le cellule pancreatiche produttrici di insulina non dovrebbero essere incluse nella dieta dei bambini predisposti alla malattia.

Complicazioni del diabete

Il motivo principale per lo sviluppo di complicanze del diabete è il danno dei vasi sanguigni a causa del prolungato decompensa- mento del diabete mellito (iperglicemia prolungata - glicemia alta). Prima di tutto, la microcircolazione soffre, cioè l'afflusso di sangue è disturbato nei vasi più piccoli.

Trattamento del diabete

Il diabete mellito è un gruppo di malattie metaboliche caratterizzate da elevata glicemia ("zucchero")

Tipi di diabete

Attualmente, ci sono due tipi principali di diabete mellito, che differiscono per ragione e meccanismo di insorgenza, così come per i principi del trattamento.

Dieta per il diabete

Numerosi studi in tutto il mondo si concentrano sulla ricerca di trattamenti efficaci per il diabete. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che oltre alla terapia farmacologica, le raccomandazioni per i cambiamenti dello stile di vita non sono meno importanti.

Diabete gestazionale durante la gravidanza

Il diabete mellito gestazionale può svilupparsi durante la gravidanza (circa il 4% dei casi). Si basa su una diminuzione della capacità di assimilare il glucosio.

ipoglicemia

L'ipoglicemia si riferisce a una condizione patologica caratterizzata da una diminuzione della concentrazione plasmatica di glucosio inferiore a 2,8 mmol / l, che si verifica con alcuni sintomi clinici, o inferiore a 2,2 mmol / l, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di segni clinici

Coma con diabete

Informazioni sulla complicazione più pericolosa del diabete mellito, che richiede cure mediche di emergenza - coma. Descrive i tipi di noduli nel diabete, i loro segni specifici, le tattiche di trattamento

Sindrome poliglandolare autoimmune

Sindrome poliglandolare autoimmune - un gruppo di endocrinopatie, che è caratterizzato dal coinvolgimento di diverse ghiandole endocrine nel processo patologico a causa del loro danno autoimmune

Oftalmopatia diabetica (danno oculare nel diabete mellito)

Informazioni sul danno oculare nel diabete mellito - un'importante complicazione di questa malattia che richiede un costante monitoraggio da parte di un oftalmologo e misure preventive per tutta la durata del trattamento del diabete

Neuropatia diabetica

Neuropatia diabetica - una combinazione di sindromi di lesioni di varie parti del sistema nervoso periferico e autonomo, che si verificano sullo sfondo di disturbi metabolici nel diabete mellito e che complicano il suo corso

Sindrome del piede diabetico

La sindrome del piede diabetico è una delle complicanze del diabete mellito, insieme a oftalmopatia diabetica, nefropatia, ecc. Che rappresenta una condizione patologica causata da danno al sistema nervoso periferico, letto arterioso e microcircolatorio, manifestata da processi ulcerativi purulento-necrotici e danni alle ossa e alle articolazioni del piede

Informazioni sul diabete

Il diabete mellito è un termine che unisce le malattie endocrine, una caratteristica della quale è la mancanza di azione dell'insulina ormonale. Il principale sintomo del diabete è lo sviluppo dell'iperglicemia - aumentando la concentrazione di glucosio nel sangue, che ha una natura persistente

Sintomi del diabete

L'efficacia del trattamento del diabete dipende direttamente dal momento del rilevamento di questa malattia. Nel diabete mellito di tipo 2 per lungo tempo può causare solo disturbi minori, ai quali il paziente potrebbe non prestare attenzione. I sintomi del diabete possono essere cancellati, rendendo difficile la diagnosi. Prima si effettua la diagnosi corretta e si inizia il trattamento, minore è il rischio di sviluppare complicanze del diabete

insulina

L'insulina è un ormone prodotto dalle cellule beta delle isole pancreatiche di Langerhans. Il nome insulina deriva dall'insulina latina - l'isola

Analisi a San Pietroburgo

Una delle fasi più importanti del processo diagnostico è l'esecuzione di test di laboratorio. Molto spesso, i pazienti devono eseguire un esame del sangue e delle analisi delle urine, ma spesso altri materiali biologici sono oggetto di ricerche di laboratorio.

Trattamento stazionario

Oltre al trattamento ambulatoriale, lo staff del Centro per l'endocrinologia conduce anche il trattamento ospedaliero dei pazienti. Il ricovero nel trattamento di pazienti con malattie del sistema endocrino è richiesto nel caso di trattamento del diabete mellito complicato, così come nella selezione delle dosi di insulina nei pazienti in terapia insulinica. I pazienti con malattie delle ghiandole surrenali sono esaminati in condizioni di ricovero quando è richiesto un numero significativo di campioni di laboratorio complessi.

Consultazione dell'endocrinologo

Gli specialisti del Centro di Endocrinologia Nord-Occidentale diagnosticano e curano le malattie degli organi del sistema endocrino. Gli endocrinologi del centro nel loro lavoro si basano sulle raccomandazioni dell'Associazione europea degli endocrinologi e dell'Associazione americana degli endocrinologi clinici. Le moderne tecnologie diagnostiche e terapeutiche forniscono il risultato ottimale del trattamento.

Glycohemoglobin Assay

Glycohemoglobin (emoglobina glicata, emoglobina glicata, emoglobina A1c) - composto di emoglobina con glucosio, che è formato negli eritrociti

Consultazione dell'endocrinologo dei bambini

Molto spesso, i pazienti di età inferiore ai 18 anni si rivolgono a un appuntamento con specialisti del Centro di Endocrinologia del Nord-Ovest. Per loro, medici speciali - gli endocrinologi dei bambini lavorano al centro.

Malattie autoimmuni e diabete

Il diabete è una patologia grave che influisce negativamente sull'intero corpo e presenta manifestazioni caratteristiche per ciascun tipo. Tuttavia, il diabete autoimmune differisce dal fatto che combina le caratteristiche di ciascun tipo. Pertanto, il disturbo è chiamato transitorio o un-e-un-metà, che non lo rende meno pericoloso delle patologie di tipo 1 e 2. Quando compaiono i primi segni, si raccomanda di non ritardare una visita dal medico, poiché lo stadio avanzato può portare al rischio di sviluppare coma e mutazione con altre malattie.

Cos'è il diabete autoimmune?

Nel diabete mellito, il metabolismo del glucosio è disturbato, motivo per cui il deficit di insulina si sviluppa nel corpo e la disfunzione si verifica nel pancreas. Spesso si verifica una mutazione della malattia se associata ad altre anomalie del sistema endocrino, nonché a patologie che non hanno nulla a che fare con esso (reumatoide e malattia di Crohn).

Le cause della malattia

Numerosi studi non sono stati in grado di determinare i veri fattori del verificarsi di una tale malattia come il diabete di tipo 1. I motivi che possono scatenare malattie autoimmuni sono i seguenti:

  • Genetica. Esiste una possibilità di sviluppo della malattia in famiglie in cui almeno uno dei parenti soffriva di diabete. Pertanto, i medici controllano attentamente la salute di tali persone.
  • Infettiva. La malattia può svilupparsi sotto l'influenza di rosolia, parotite. Le malattie sono pericolose per i bambini che hanno subito un'infezione da sconfitta in utero.
  • Intossicazione. Sotto l'influenza di una sostanza tossica in organi e sistemi, si possono attivare anormalità del tipo autoimmune.
  • Nutrizione impropria

Se consideriamo lo sviluppo del diabete di tipo 2, possiamo distinguere i seguenti fattori concomitanti:

Il secondo tipo di malattia può svilupparsi a causa del consumo di cibo malsano, con conseguente sovrappeso.

  • età oltre 45 anni;
  • bassa glicemia, diminuzione dei livelli di lipoproteine;
  • dieta malsana che conduce all'obesità;
  • stile di vita inattivo;
  • numerose formazioni cistiche nelle appendici femminili;
  • malattia del miocardio.
Torna al sommario

Peculiarità delle deviazioni nelle donne in gravidanza

Il diabete autoimmune si sviluppa sullo sfondo di aumento di peso, predisposizione genetica, disfunzione dei processi metabolici, valori elevati di glucosio nel sangue e urine. In media, durante la gravidanza, le seguenti cause influenzano il rischio di sviluppo:

  • processo generico in cui il bambino pesa più di 4 kg;
  • la precedente nascita di un bambino morto;
  • rapido aumento di peso durante la gravidanza;
  • categoria di età donne oltre 30 anni.

Solo gli adulti sono suscettibili al tipo di diabete autoimmune, lo sviluppo dei bambini non è fisso.

Il quadro clinico caratteristico della patologia

Nelle fasi iniziali del diabete si manifesta raramente. Tuttavia, la patologia si sta rapidamente sviluppando e porta a forme che richiedono terapia insulinica. Un tipo di diabete autoimmune ha sintomi complessi che includono manifestazioni di tipo 1 e tipo 2. Questi includono:

  • eccessiva secrezione di urina;
  • costante bisogno di acqua;
  • insaziabile sensazione di fame.

Come determinare lo sviluppo della malattia?

Il processo di diagnosi è abbastanza semplice, dal momento che il diabete del tipo autoimmune ha una manifestazione pronunciata. Tuttavia, il medico può prescrivere test di tolleranza al glucosio orale. Se ci sono dei dubbi durante l'esame iniziale, il metodo di diagnosi differenziale viene applicato al paziente. Tutti gli studi aiuteranno a fare una diagnosi accurata, sulla base della quale lo specialista prescriverà la terapia appropriata.

Modi per trattare una malattia autoimmune nel diabete mellito

Il complesso terapeutico ha lo scopo di eliminare la manifestazione clinica, poiché la medicina non può curare completamente il diabete autoimmune. Gli obiettivi principali del medico nel processo di trattamento sono i seguenti:

  • Regolare i disordini dei carboidrati.
  • Prevenire lo sviluppo di complicazioni.
  • Per insegnare al paziente le regole di comportamento in caso di malattia.
  • Fai una dieta
Glibenclamide contribuirà a ridurre i livelli di glucosio nel sangue.

Nel processo di trattamento, alla persona viene assegnato un complesso di insulina, che viene selezionato individualmente per le esigenze del corpo. Quindi aggiungere farmaci che aiutano a ridurre i livelli di glucosio. I medici raccomandano l'uso di "Glibenclamide", "Dipeptidyl peptidase inhibitors", "Chlorpropamid", "Incretin".

Durante il trattamento del diabete autoimmune, l'attenzione dovrebbe essere rivolta alla nutrizione. Ci sono diverse regole per mangiare:

  • I pasti dovrebbero essere frazionari e in piccole porzioni.
  • Se possibile, eliminare gli alimenti contenenti grassi e carboidrati.
  • Mantenere il corpo con l'aiuto di complessi vitaminici.
  • La dieta dovrebbe contenere prodotti con bassi parametri di carboidrati e fibre.
  • Includere alimenti ricchi di vitamine nella vostra dieta.

Il diabete autoimmune è considerato di tipo 1,5, in quanto contiene le caratteristiche del 1 ° e 2 ° tipo. Le manifestazioni della malattia sono pronunciate, quindi è facile notare deviazioni nel corpo. In questo modo è possibile consultare un medico in tempo utile per diagnosticare e redigere un piano di trattamento che soddisfi i requisiti individuali del corpo.

Diabete di tipo 1 e altre malattie autoimmuni

Le malattie autoimmuni sono malattie in cui le proprie cellule immunitarie (che partecipano alla difesa del corpo) vengono confuse nella scelta del nemico e iniziano a distruggere non i microbi alieni, ma le cellule del loro stesso organismo.

Il sistema immunitario ha lo scopo di proteggere contro batteri, virus, tossine, cellule malsane nel corpo. Riconosce i cosiddetti antigeni (sostanze estranee) e produce anticorpi contro di loro (proteine ​​speciali). Succede che un difetto appare nel sistema immunitario, inizia a percepire certe cellule del suo corpo come antigeni (sostanze estranee) e le distrugge. Nel caso del diabete mellito di tipo 1, vengono attaccate le cellule beta pancreatiche (cellule produttrici di insulina).

Perché il sistema immunitario inizia a funzionare in modo errato?

È ancora sconosciuto Ci sono molte teorie, forse le violazioni del suo lavoro possono provocare batteri, virus, droghe, sostanze chimiche.

Quali sono gli obiettivi del sistema immunitario?

L'attacco può subire:

- globuli rossi

Le più frequenti malattie autoimmuni.

La malattia di Addison - gli anticorpi sono diretti contro le ghiandole surrenali, la secrezione dei loro ormoni è compromessa.

Celiachia - il corpo non assimila una sostanza speciale, il glutine. Quando il glutine entra nell'intestino tenue, scatena una risposta immunitaria e un'infiammazione nell'intestino. Di conseguenza, l'assorbimento di altri prodotti è compromesso.

Malattia di Graves - il lavoro della ghiandola tiroidea è potenziato da speciali anticorpi, aumenta la secrezione degli ormoni tiroidei.

Tiroidite autoimmune (AIT) o tiroidite di Hashimoto - la ghiandola tiroidea viene distrutta e, di regola, si verifica una condizione chiamata ipotiroidismo (ridotta funzionalità della ghiandola), cioè gli ormoni tiroidei sono pochi o assenti nel corpo.

Sclerosi multipla - un attacco immunitario diretto alle guaine mieliniche che proteggono le fibre nervose.

Artrite reattiva: il sistema immunitario è fuorviato, ritiene che l'infezione precedente (artrite) sia ancora presente e distrugga i tessuti sani del corpo.

Artrite reumatoide - l'immunità agisce contro le cellule all'interno delle articolazioni.

Lupus eritematoso sistemico - l'aggressività del corpo è diretta contro la pelle, le articolazioni e alcuni organi interni.

Diabete di tipo 1 - le cellule beta del pancreas vengono distrutte, la produzione di insulina viene disturbata, il livello di glucosio nel sangue aumenta.

L'ipogonadismo primario è l'effetto dell'immunità sulle ghiandole sessuali maschili e femminili, che può portare alla sterilità.

In questa sezione, esamineremo le malattie autoimmuni che più spesso accompagnano il diabete di tipo 1.

Cosa può essere associato al diabete di tipo 1?

Tiroide - tiroidite autoimmune o gozzo tossico diffuso.

Cos'è una ghiandola tiroidea?

Organo endocrino situato nel collo, di fronte alla trachea. La ghiandola tiroide controlla il metabolismo (metabolismo energetico). Produce ormoni triiodotironina (T3) e tiroxina (T4).

Malattia delle tombe (gozzo tossico diffuso).

Come risultato della malattia, il ferro diventa iperattivo e produce troppi ormoni. Le cellule del sistema immunitario agiscono sui recettori della ghiandola tiroidea, costringendolo a lavorare di più. Il metabolismo accelera e compaiono i seguenti sintomi:

- Intolleranza al caldo e al freddo

- "Occhi sporgenti" (esoftalmo su scientifico)

- Cambiamenti di personalità (ansia, depressione, agitazione)

- Gozzo (ingrossamento della ghiandola tiroidea)

Per prima cosa vengono usati i farmaci del gruppo di tireostatici (propitsil o tirosolo). In assenza di recupero, è indicato il trattamento chirurgico - rimozione della ghiandola tiroidea o terapia con iodio radioattivo (per distruggere le cellule della ghiandola).

Nel caso di questa malattia, la situazione è opposta, la funzione della ghiandola può diminuire. Le cellule del sistema immunitario distruggono la ghiandola tiroidea e possono perdere la capacità di produrre ormoni, che possono manifestarsi con i seguenti sintomi:

- Sensibilità al freddo

- Modifiche di personalità (depressione)

- Gozzo (ingrossamento della ghiandola tiroidea)

Nel caso dell'ipotiroidismo, è necessario assumere ormoni tiroidei sotto forma di compresse. Ma non ci sono effetti collaterali dal prenderli (se la dose del farmaco viene scelta correttamente). Ogni sei mesi, sarà necessario valutare il valore dell'ormone TSH.

L'effetto della malattia della tiroide sul diabete.

Queste malattie possono influenzare l'appetito, il metabolismo, che a sua volta può influenzare i valori di glucosio nel sangue. Pertanto, è necessario identificare queste malattie il prima possibile.

Insufficienza surrenalica primaria (morbo di Addison).

Le ghiandole surrenali sono organi accoppiati situati sopra i reni. Producono una grande quantità di ormoni che controllano le molte funzioni nel nostro corpo.

La malattia di Addison è una malattia autoimmune, basata sulla sconfitta della corteccia surrenale con le cellule immunitarie. La produzione di ormoni è disturbata e compaiono i seguenti sintomi:

- Manifestazioni gastrointestinali (nausea, vomito, mancanza di appetito, dolore addominale)

- Perdita di peso

- Bassa pressione sanguigna

- "Abbronzatura" (iperpigmentazione) della pelle e delle mucose

- Vertigini quando si cambia la posizione del corpo

- Livelli elevati di potassio nel sangue

- Bassi livelli di ormone cortisolo, aldosterone

- ACTH elevato

Insufficienza surrenale spesso nascosta, che si manifesta durante una situazione stressante per il corpo. Ci sono alcuni test che possono rivelarlo in anticipo.

Dovrai prendere la terapia sostitutiva per tutta la vita, gli ormoni vengono selezionati in una singola dose, durante lo stress, il raffreddore, le operazioni, la dose di ormoni aumenta.

Diabete e malattia di Addison.

La frequenza delle condizioni ipoglicemizzanti aumenta, la necessità di ridurre l'insulina. Se noti questi sintomi nella tua zona, dovresti informare tempestivamente il medico.

vitiligine

Macchie bianche appaiono su alcune aree della pelle. Il pigmento di melatonina che colora la pelle scompare. La vitiligine non rappresenta un pericolo (a meno che queste aree della pelle non brucino facilmente al sole), solo un difetto estetico. Ma in presenza di vitiligine aumenta il rischio di malattie autoimmuni.

Questa è una malattia in cui la mucosa dell'intestino tenue viene danneggiata dal glutine (per il sistema immunitario questa sostanza diventa il nemico). Il glutine è una proteina presente nei cereali: segale, frumento, orzo. Poiché la mucosa intestinale è danneggiata, il cibo non viene digerito correttamente.

Quali sono i sintomi?

- Dolore addominale, disagio

Ma i sintomi possono essere espressi piuttosto debolmente. Nei bambini, la celiachia comincia a manifestarsi quando si introduce cereali nella dieta.

Quali sono le cause di questa malattia?

Il glutine è costituito da due componenti: la gliadina e la glutenina. Raggiungendo l'intestino tenue, si innesca una risposta immunitaria. L'immunità attacca i villi dell'intestino tenue (attraverso i quali vengono assorbiti i nutrienti), l'infiammazione si sviluppa in essi e muoiono. Allo stesso tempo, altri nutrienti non possono più essere adeguatamente assorbiti dalle fibre intestinali, il che porta a determinati problemi.

La celiachia può essere ereditata (se c'è una persona nella famiglia con questa malattia, allora la probabilità di celiachia aumenta del 10%).

Quali sono i metodi diagnostici?

Dovresti essere esaminato da un gastroenterologo. È necessario determinare il livello di anticorpi antigliadina, secondo le indicazioni - per eseguire una biopsia della mucosa intestinale.

Il rapporto tra diabete mellito di tipo 1 e celiachia.

In presenza di diabete di tipo 1, è necessario essere sottoposti a screening per la celiachia, queste malattie spesso si verificano insieme. Va anche ricordato che nella celiachia l'assorbimento dei carboidrati è compromesso, il che può portare all'ipoglicemia.

Che dieta dovrei avere se ho la celiachia e il diabete di tipo 1?

La regola della dieta priva di glutine dovrebbe essere seguita. È necessario escludere molte fonti di carboidrati: pane, pasta, cereali, biscotti e pasticcini.

Le principali difficoltà nella scelta del cibo?

- il glutine può essere nascosto in alimenti apparentemente "sicuri"

- devi cucinare in anticipo

- costo dei prodotti senza glutine (di solito sono più costosi)

Con questa malattia, dovrai valutare la tua dieta ancora più attentamente.

Artrite reumatoide

Le persone con diabete di tipo 1 sono più a rischio per questa malattia. Nell'artrite reumatoide, il sistema immunitario distrugge la cartilagine, i tessuti che circondano le articolazioni e la mobilità delle articolazioni viene disturbata.

Le persone con determinati geni hanno maggiori probabilità di avere il diabete e l'artrite reumatoide. Questi geni sono:

Sintomi dell'artrite reumatoide.

La manifestazione più importante è lo sviluppo dell'infiammazione nell'articolazione, che diventa dolorosa e rigida. La rigidità articolare al mattino, che dura più di 30 minuti, può indicare la presenza di artrite reumatoide.

Di solito, le articolazioni delle dita delle mani e dei piedi vengono inizialmente colpite e anche la simmetria è caratteristica.

Ci possono essere altri sintomi della malattia:

- Febbre (temperatura superiore a 37,5 ° C)

Come viene fatta questa diagnosi?

Se hai sintomi simili, consulta il tuo medico. Ci sono molte forme di artrite ed è necessario essere esaminati per provare che hai esattamente l'artrite reumatoide.

Se qualcuno nella tua famiglia ha l'artrite reumatoide o il diabete di tipo 1, la celiachia, qualsiasi altra malattia autoimmune, informi il medico.

- Tasso di sedimentazione degli eritrociti (ESR)

- Proteina C-reattiva (CRP)

Raggi X, ultrasuoni e risonanza magnetica possono essere utilizzati per valutare specifici segni di distruzione e infiammazione della cartilagine nell'articolazione.

Cause dell'artrite reumatoide.

Non si sa quale causa il sistema immunitario distrugge le articolazioni, ma sono noti fattori che aumentano la probabilità di questa malattia:

- predisposizione genetica (avere parenti con artrite reumatoide)

Ci sono molti farmaci che sono usati per trattare la malattia in combinazione, lo scopo della loro azione è di ridurre la progressione della malattia, ridurre l'infiammazione e ridurre il dolore. Ormoni speciali - glucocorticoidi - sono necessari per alleviare l'infiammazione.

L'uso di glucocorticoidi provoca un aumento della glicemia, pertanto, in presenza di diabete, è necessario regolare la dose di insulina.

Non è necessario che in presenza di diabete mellito di tipo 1 si abbiano alcune delle suddette malattie. Ma, se all'improvviso si notano cambiamenti incomprensibili nella propria salute, la glicemia, ricorda, è necessario contattare il medico per determinare la necessità di ulteriori esami e tattiche di trattamento.

Altri Articoli Sul Diabete

Per mantenere una buona salute, mantenere alta l'attività lavorativa e prevenire le complicazioni di un paziente con diabete mellito nella vita quotidiana, è necessario osservare uno speciale regime terapeutico e profilattico.

Le persone a cui viene diagnosticato il diabete per la prima volta devono cambiare completamente il loro stile di vita. Inoltre, devono occuparsi di molti indicatori, scoprire l'ordine di analisi, il trasferimento di alcuni valori di glucosio agli altri.

Ogni anno sempre più persone soffrono di malattie cardiovascolari, che spesso portano a morte prematura. Una delle cause di tali malattie è il colesterolo alto, che si accumula nel corso degli anni nel corpo sotto forma di placche che impediscono al sangue di fornire ossigeno alle cellule per il loro normale funzionamento.