loader

Principale

Motivi

Neuropatia diabetica: sintomi e trattamento

Neuropatia diabetica - danno ai nervi che appartengono al sistema nervoso periferico. Questi sono i nervi attraverso i quali il cervello e il midollo spinale controllano i muscoli e gli organi interni. La neuropatia diabetica è una complicanza comune e pericolosa del diabete. Provoca una varietà di sintomi.

Il sistema nervoso periferico è diviso in somatico e autonomo (autonomo). Con l'aiuto del sistema nervoso somatico, una persona controlla coscientemente il movimento dei muscoli. Il sistema nervoso autonomo regola la respirazione, il battito cardiaco, la produzione di ormoni, la digestione, ecc.

Sfortunatamente, la neuropatia diabetica colpisce entrambi. La compromissione della funzionalità del sistema nervoso somatico può causare dolori lancinanti o rendere disabile una persona diabetica, ad esempio a causa di problemi alle gambe. La neuropatia autonomica aumenta il rischio di morte improvvisa, ad esempio a causa di aritmie cardiache.

La causa principale della neuropatia diabetica è la glicemia cronica elevata. Questa complicazione del diabete non si sviluppa immediatamente, ma nel corso degli anni. La buona notizia è che se si riduce la glicemia e si impara a mantenerla stabilmente normalmente, i nervi si riprendono gradualmente e i sintomi della neuropatia diabetica scompaiono completamente. Come ottenere ciò nel diabete, lo zucchero nel sangue è costantemente normale - leggi di seguito.

Neuropatia diabetica: sintomi

La neuropatia diabetica può colpire i nervi che controllano vari muscoli e organi interni. Pertanto, i suoi sintomi sono molto diversi. Nel caso più generale, sono divisi in "positivo" e "negativo".

Sintomi neuropatici

  • Sensazione di bruciore
  • Pugnale
  • Mal di schiena, "scosse elettriche"
  • pizzicore
  • Iperalgesia: alta sensibilità anormale agli stimoli del dolore
  • Allodinia - una sensazione di dolore quando esposta a stimoli non dolorosi, ad esempio, da un tocco leggero
  • rigido
  • "Necrosi"
  • intorpidimento
  • pizzicore
  • Squilibrio quando si cammina

Molti pazienti hanno entrambi.

Elenco dei sintomi che la neuropatia diabetica può causare:

  • intorpidimento e formicolio agli arti;
  • diarrea (diarrea);
  • disfunzione erettile negli uomini (per ulteriori informazioni, leggi "Impotenza nel diabete - un trattamento efficace");
  • perdita del controllo della vescica - incontinenza o svuotamento incompleto;
  • lassità, rilassamento dei muscoli del viso, della bocca o delle palpebre;
  • problemi agli occhi a causa della ridotta mobilità del bulbo oculare;
  • vertigini;
  • debolezza muscolare;
  • difficoltà a deglutire;
  • linguaggio alterato;
  • crampi muscolari;
  • anorgasmia nelle donne;
  • dolore bruciante nei muscoli o "scosse elettriche".

Ora descriviamo in dettaglio i sintomi di 2 tipi di neuropatia diabetica, di cui è importante essere consapevoli per i pazienti, perché si verificano soprattutto spesso.

Acido alfa-lipoico per il trattamento della neuropatia diabetica - leggi in dettaglio qui.

Neuropatia sensoriale

Le fibre nervose più lunghe si estendono agli arti inferiori e sono le più vulnerabili agli effetti dannosi del diabete. La neuropatia sensomotoria si manifesta nel fatto che il paziente gradualmente smette di sentire i segnali dalle sue gambe. L'elenco di questi segnali include dolore, temperatura, pressione, vibrazione, posizione nello spazio.

Un diabetico che ha sviluppato la neuropatia sensomotoria può, ad esempio, farsi un chiodo, farsi male, ma non sentirlo e andare avanti tranquillamente. Inoltre, non sentirà se il suo piede è ferito troppo stretto o scarpe scomode, o se la temperatura del bagno è troppo alta.

In tale situazione, di solito si verificano ferite e ulcere alle gambe, possono verificarsi dislocazioni o fratture ossee. Tutto questo è chiamato sindrome del piede diabetico. La neuropatia sensomotoria può manifestarsi non solo come una perdita di sensibilità, ma anche come un dolore bruciante o cucito alle gambe, specialmente di notte.

Un richiamo di un paziente affetto da diabete di tipo 2 che ha avuto problemi alle gambe dopo lo zucchero nel sangue è migliorato...

Neuropatia diabetica autonomica

Il sistema nervoso autonomo è costituito da nervi che controllano il cuore, i polmoni, i vasi sanguigni, le ossa e il tessuto adiposo, il sistema digestivo, il tratto urinario e le ghiandole sudoripare. Ognuno di questi nervi può influire sulla neuropatia diabetica autonomica.

Il più delle volte, provoca vertigini o svenimenti con un forte aumento. Il rischio di morte improvvisa a causa di disturbi del ritmo cardiaco aumenta di circa 4 volte. Il lento movimento del cibo dallo stomaco all'intestino si chiama gastroparesi. Questa complicazione porta al fatto che il livello di glucosio nel sangue varia notevolmente, e diventa molto difficile mantenere stabilmente il livello di zucchero nel sangue in condizioni normali.

La neuropatia autonomica può causare incontinenza urinaria o svuotamento incompleto della vescica. In quest'ultimo caso, si può sviluppare un'infezione nella vescica, che alla fine si alza e danneggia i reni. Se i nervi che controllano il riempimento di sangue del pene sono colpiti, allora la disfunzione erettile si verifica negli uomini.

Cause della neuropatia diabetica

La causa principale di tutte le forme di neuropatia diabetica è un livello di zucchero nel sangue cronicamente elevato in un paziente, se viene mantenuto costantemente alto per diversi anni. Esistono diversi meccanismi per lo sviluppo di questa complicanza del diabete. Vedremo due dei principali.

La glicemia elevata danneggia i piccoli vasi sanguigni (capillari) che alimentano i nervi. La pervietà dei capillari per il flusso sanguigno è ridotta. Di conseguenza, i nervi iniziano a "soffocare" a causa della mancanza di ossigeno e la conduttività degli impulsi nervosi diminuisce o scompare completamente.

La glicazione è la combinazione di glucosio con proteine. Più alta è la concentrazione di glucosio nel sangue, più proteine ​​subiscono questa reazione. Sfortunatamente, la glicazione di molte proteine ​​porta all'interruzione del loro funzionamento. Questo vale anche per le proteine ​​che formano il sistema nervoso. Molti dei prodotti finali della glicazione sono veleni per il corpo umano.

Come un medico fa una diagnosi

Per diagnosticare la neuropatia diabetica, il medico controlla se il paziente avverte tatto, pressione, iniezione dolorosa, freddo e calore. La sensibilità alle vibrazioni è controllata con un diapason. Sensibilità alla pressione - utilizzando un dispositivo chiamato monofilamento. Il medico scoprirà anche se il paziente ha un cretino.

Ovviamente, un diabetico può facilmente testarsi per la neuropatia. Per la ricerca indipendente sensibilità al tocco adatto, ad esempio, tamponi di cotone. Per verificare se i tuoi piedi sentono la temperatura, qualsiasi oggetto caldo e freddo farà.

Un medico può utilizzare attrezzature mediche complesse per effettuare una diagnosi più accurata. Determinerà il tipo di neuropatia diabetica e lo stadio del suo sviluppo, cioè quanto i nervi sono interessati. Ma il trattamento in ogni caso sarà più o meno lo stesso. Ne discuteremo più avanti in questo articolo.

Trattamento della neuropatia diabetica

Il modo principale per trattare la neuropatia diabetica è abbassare la glicemia e imparare come mantenere in modo sostenibile il suo livello, come nelle persone sane senza diabete. Tutte le altre misure terapeutiche non hanno una piccola frazione dell'effetto che il controllo del glucosio nel sangue. Ciò vale non solo per la neuropatia, ma anche per tutte le altre complicanze del diabete. Articoli consigliati per la vostra attenzione:

Se la neuropatia diabetica causa forti dolori, allora il medico può prescrivere farmaci per alleviare la sofferenza.

Farmaci che vengono utilizzati per il trattamento sintomatico del dolore da polineuropatia diabetica

Attenzione! Tutti questi farmaci hanno effetti collaterali significativi. Possono essere usati solo come indicato dal medico se il dolore diventa completamente insopportabile. Molti pazienti sono convinti che tollerare gli effetti collaterali di questi farmaci sia anche peggiore della sofferenza a causa di danni ai nervi. Inoltre, questi farmaci possono aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Per il trattamento della neuropatia diabetica, vengono utilizzati antiossidanti e vitamine del gruppo B, in particolare B12 sotto forma di metilcobolamina. Le prove per questo sono incoerenti. In ogni caso, ti consigliamo di provare l'acido alfa lipoico e un complesso di vitamine del gruppo B. Leggi anche l'articolo "Quali vitamine nel diabete possono portare benefici reali".

Neuropatia diabetica - completamente curabile!

Alla fine, abbiamo risparmiato buone notizie per te. La neuropatia è una delle complicazioni reversibili del diabete. Ciò significa che se puoi abbassare la glicemia e mantenerla stabilmente normale, puoi aspettarti che i sintomi dei danni ai nervi scompaiano completamente.

Possono passare da diversi mesi a diversi anni, fino a quando i nervi iniziano a riprendersi, ma questo succede davvero. In particolare, la sensibilità delle gambe viene ripristinata e la minaccia del "piede diabetico" scompare. Questo dovrebbe essere un incentivo per voi a fare ogni sforzo per controllare intensivamente lo zucchero nel sangue.

La disfunzione erettile negli uomini può essere causata da danni ai nervi che controllano il pene o dal blocco dei vasi sanguigni che forniscono sangue al corpo cavernoso. Nel primo caso, la potenza viene completamente ripristinata con la scomparsa di altri sintomi di neuropatia diabetica. Ma se il diabete è riuscito a causare problemi con le navi, allora la prognosi è peggiore.

Speriamo che il nostro articolo di oggi sia stato utile per i pazienti. Ricorda che oggi non ci sono farmaci che potrebbero davvero aiutare bene nel trattamento della neuropatia diabetica. I dati sull'efficacia dell'acido alfa-lipoico e delle vitamine B sono contraddittori. Non appena appariranno nuovi potenti farmaci, ti informeremo. Vuoi sapere subito? Iscriviti alla nostra newsletter e-mail.

Il modo migliore per trattare la neuropatia diabetica è mantenere il livello di zucchero nel sangue normale. Dopo aver letto il nostro sito, sai già qual è il vero modo per raggiungere questo obiettivo. Oltre a una dieta povera di carboidrati, raccomandiamo di provare l'acido alfa lipoico e le vitamine del gruppo B in dosi elevate. Sicuramente non porterà danni al corpo, e i benefici possono essere significativi. Gli integratori possono accelerare il sollievo dai sintomi dei disturbi della conduzione nervosa.

Neuropatia diabetica

La neuropatia diabetica è una lesione distrofica dei nervi periferici causata da disturbi metabolici che si verificano sullo sfondo del diabete mellito. La malattia si manifesta con compromissione della sensibilità e disfunzione autonomica.

La neuropatia diabetica è molto diffusa e diagnosticata, secondo vari autori, nel 30-50% dei pazienti con diabete mellito di qualsiasi tipo.

Cause e fattori di rischio

Il ruolo principale nel meccanismo patologico della neuropatia diabetica appartiene alla microangiopatia, cioè alla sconfitta dei vasi sanguigni più piccoli che alimentano sia le pareti vascolari che i nervi periferici. L'insufficiente apporto di sangue al tessuto nervoso provoca una rottura dei processi metabolici in esso e contribuisce all'accumulo di prodotti di stress ossidativo. Di conseguenza, il tessuto nervoso si gonfia, il deterioramento della conduttività degli impulsi elettrici. In definitiva, le atrofie delle fibre nervose.

Fattori che aumentano il rischio di sviluppare la neuropatia diabetica:

  • età avanzata;
  • ipertensione arteriosa;
  • iperglicemia scompensata;
  • lungo corso di diabete;
  • il fumo;
  • l'obesità.

Forme della malattia

A seconda della topografia si distinguono:

  • neuropatia autonomica. È associato a una violazione dell'innervazione degli organi interni;
  • neuropatia periferica. Nervi spinali principalmente colpiti

Nella pratica clinica, la classificazione posinomica è ampiamente utilizzata:

  1. Polineuropatia simmetrica generalizzata. A seconda del danno predominante delle fibre sensoriali o motorie, è suddiviso rispettivamente in neuropatia sensoriale e motoria. Con il danno simultaneo di entrambi i tipi di fibre nervose si parla di neuropatia combinata.
  2. Neuropatia autonoma (vegetativa). È diviso in sudomotor, forme cardiovascolari, respiratorie, urogenitali e gastrointestinali.
  3. Neuropatia multifocale (focale). Include demielinizzazione infiammatoria cronica, tunnel, neuropatia cranica, plexopatia (radiculoneuropatia), amiotrofia.

A volte, la neuropatia centrale si distingue in una forma separata, che si manifesta:

  • disturbi acuti della circolazione cerebrale;
  • encefalomielopatia;
  • disturbi mentali acuti.

Stadio della malattia

Ci sono tre fasi della neuropatia diabetica:

  1. Subclinica.
  2. Forme cliniche (dolore, dolore acuto e cronico).
  3. Stadio delle complicazioni tardive (piede diabetico, deformità del piede, ecc.).

La neuropatia diabetica è molto diffusa e diagnosticata, secondo vari autori, nel 30-50% dei pazienti con diabete mellito di qualsiasi tipo.

sintomi

Per la forma periferica di neuropatia diabetica sono caratteristici:

  • formicolio, bruciore, intorpidimento della pelle (parestesia);
  • crampi dei muscoli gastrocnemio;
  • dolore alle dita delle mani e dei piedi, mani e piedi;
  • perdita di sensibilità alla temperatura;
  • aumento della sensibilità tattile (iperestesia);
  • debolezza muscolare;
  • indebolimento della gravità dei riflessi tendinei;
  • mancanza di coordinazione dei movimenti e dell'andatura.

I dolori prolungati causano l'insonnia e in seguito una grave depressione.

Nella forma autonoma della neuropatia diabetica, c'è una lesione del sistema nervoso autonomo che innervora gli organi interni, il che porta a una rottura delle loro funzioni. Il quadro clinico di questa forma della malattia è determinato da quale sistema di organi soffre in misura maggiore:

  1. Neuropatia diabetica cardiovascolare. Si sviluppa nei primi anni del diabete. Caratterizzato da tachicardia, ipotensione ortostatica (abbassamento della pressione sanguigna quando il paziente si trova in posizione verticale) e alcuni cambiamenti sull'elettrocardiogramma (allungamento dell'intervallo QT). Aumenta il rischio di sviluppare una forma indolore di infarto del miocardio.
  2. Neuropatia diabetica gastrointestinale. È clinicamente manifestato da ipersalivazione, gastroparesi (dismotilità dello stomaco) e reflusso gastroesofageo patologico. I pazienti vengono spesso diagnosticati con ulcera gastrica e ulcera duodenale, discinesia della cistifellea, gastrite con bassa acidità, malattia del calcoli biliari, epatite grassa.
  3. Neuropatia diabetica urogenitale. Vi è una violazione del tono degli ureteri e della vescica, che porta all'incontinenza urinaria o alla ritenzione urinaria, e crea anche i prerequisiti per lo sviluppo del processo infettivo-infiammatorio delle vie urinarie (cistite, pielonefrite). Negli uomini, la neuropatia urogenitale può causare una violazione della sensibilità al dolore dei testicoli e della disfunzione erettile, e nelle donne, anorgasmia e secchezza della mucosa vaginale.
  4. Neuropatia diabetica sudomotoria. È caratterizzato da una maggiore sudorazione di tutto il corpo (iperidrosi centrale) con ridotta sudorazione dei palmi e dei piedi (con ano o ipoidrosi distale). Questa manifestazione di neuropatia è più chiaramente osservata di notte e quando si mangia.
  5. Neuropatia diabetica respiratoria. Accompagnato da una diminuzione della sintesi di tensioattivo, iperventilazione dei polmoni e episodi periodici di apnea.

Per prevenire lo sviluppo della neuropatia diabetica, è necessario controllare il livello di glucosio nel sangue, mangiare correttamente e condurre uno stile di vita attivo.

diagnostica

La diagnosi di neuropatia diabetica, in particolare la forma vegetativa della malattia, è spesso difficile. L'anamnesi viene prima esaminata, quindi viene condotto un sondaggio che include:

  • determinazione del glucosio, dell'insulina, dell'emoglobina glicosilata, del peptide C nel siero;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • determinazione della pulsazione delle arterie periferiche;
  • un esame approfondito dei piedi per identificare calli, calli, lesioni fungine, deformità.

Oltre all'endocrinologo, altri specialisti stretti (neurologo, gastroenterologo, cardiologo, ginecologo, urologo-andrologo, oftalmologo, podologo, ortopedico) partecipano alla diagnosi di neuropatia diabetica.

In presenza di sintomi clinici di danno al sistema cardiovascolare, l'algoritmo dell'esame primario è completato da ECG, echoCG, test cardiovascolari (test ortostatico, test Valsalva). Effettuato anche uno studio del sangue per le lipoproteine ​​e il colesterolo.

L'esame neurologico per la neuropatia diabetica sospetta comprende:

  • electroneurogram;
  • elettromiografia;
  • valutazione dei riflessi e vari tipi di sensibilità (sensoriale, tattile, vibrazione, temperatura, dolore).

Con un ciclo atipico di neuropatia diabetica, potrebbe essere necessario eseguire una biopsia della pelle e (o) del nervo surale, seguita da un esame istologico del materiale ottenuto.

Quando vengono mostrati segni di patologia degli organi gastrointestinali:

  • test per helicobacter;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • radiografia a contrasto dello stomaco e dell'intestino;
  • EGD.

La diagnosi della forma urogenitale della neuropatia diabetica include:

  • analisi delle urine;
  • Il test di Nechiporenko;
  • assaggiare Zimnitsky;
  • elettromiografia dei muscoli della vescica;
  • urografia endovenosa;
  • cistoscopia;
  • Ultrasuoni dei reni e della vescica con la determinazione obbligatoria della quantità di urina residua.

trattamento

Il trattamento della neuropatia diabetica è lungo e complesso e influenza i vari meccanismi del processo patologico. È necessario raggiungere il massimo grado possibile di compensazione per il diabete. Per fare ciò, controllando il glucosio nel siero del sangue, selezionare le dosi necessarie di farmaci ipoglicemici o di insulina. Inoltre, è necessaria una modifica dello stile di vita:

  • schema di potenza ottimale (tabella №9 di Pevzner);
  • lezioni regolari di fisioterapia;
  • controllo del peso corporeo.

Per migliorare i processi metabolici prescrivere vitamine del gruppo B, antiossidanti (vitamina E, acido alfa-lipoico), oligoelementi (preparati di zinco e magnesio).

Nei casi di dolore severo, vengono mostrati farmaci antinfiammatori non steroidei e anticonvulsivi.

I metodi fisioterapeutici sono applicati: agopuntura, terapia della luce, laserterapia, terapia magnetica, stimolazione elettrica del nervo, massaggio.

La corretta cura dei piedi è importante:

  • idratare la pelle dei piedi con l'aiuto di una crema speciale;
  • pediluvi regolari;
  • eseguire un pedicure medico;
  • indossare scarpe comode che non schiacciano il piede e non strofinarlo (se necessario, indossare scarpe ortopediche).

La terapia delle forme vegetative della neuropatia diabetica deve essere effettuata tenendo conto delle caratteristiche della sindrome clinica sviluppata.

Possibili complicazioni e conseguenze

Le principali complicanze della forma periferica della neuropatia diabetica sono:

  • collasso dell'arco del piede;
  • deformazione a martello delle dita dei piedi;
  • difetti ulcerativi della pelle degli arti inferiori;
  • sindrome del piede diabetico.

Il dolore prolungato ai piedi e alle mani nella neuropatia diabetica provoca insonnia e in seguito una grave depressione.

Anche la neuropatia diabetica può portare allo sviluppo di:

  • ipoglicemia asintomatica;
  • violazione della termoregolazione;
  • emeralopia sintomatica;
  • diplopia;
  • deplezione progressiva (cachessia diabetica).

prospettiva

Con la diagnosi precoce e il trattamento attivo della neuropatia diabetica, è possibile interrompere la progressione della malattia. La prognosi per forme complicate di neuropatia diabetica è meno favorevole.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della neuropatia diabetica sono necessari:

  • controllo della concentrazione di glucosio nel siero;
  • dieta alimentare;
  • esercizio moderato ma regolare;
  • aderenza rigorosa allo schema della terapia insulinica o assunzione di riduttori di zuccheri prescritti da un medico;
  • trattamento tempestivo delle malattie associate;
  • regolari esami profilattici di un endocrinologo, un neurologo e altri specialisti raccomandati.

Neuropatia diabetica

Neuropatia diabetica: impara tutto ciò di cui hai bisogno. Leggi le sue cause, i sintomi, la diagnosi e, soprattutto, i trattamenti efficaci. Capire quali pillole e rimedi popolari sono buoni. Impara a mantenere la glicemia a 3,9-5,5 mmol / l in modo coerente 24 ore al giorno, come nelle persone sane. Dopo la normalizzazione del livello di glucosio nei pazienti con diabete di tipo 2 e di tipo 1, la sensibilità delle braccia e delle gambe intorpidite viene gradualmente ripristinata, gli attacchi di dolore passano e scompaiono altri sintomi sgradevoli.

La neuropatia diabetica è un danno alle fibre nervose causato da elevati livelli di glucosio nel sangue. Le fibre nervose si trovano in tutto il corpo, dalla sommità della testa alla punta. Gli impulsi che li seguono controllano il lavoro di tutti gli organi e sistemi. Pertanto, la neuropatia può causare una varietà di sintomi, a seconda di quali i nervi soffrono di più. Alcune manifestazioni di questa complicanza sono quasi impercettibili, mentre altre possono seriamente peggiorare la vita del paziente.

Neuropatia diabetica: un articolo dettagliato

Questa pagina descrive le cause, i sintomi, la diagnosi e il trattamento della neuropatia diabetica. Impara tutto ciò di cui hai bisogno, su rimedi e medicine popolari e sulle procedure di fisioterapia. La lotta contro questa complicanza dovrebbe essere parte di un trattamento step-by-step per il diabete di tipo 2 o un programma di controllo del diabete di tipo 1.

Puoi ridurre la glicemia e mantenerla stabilmente normale, come nelle persone sane, 24 ore al giorno. Per fare questo, utilizzare i metodi del Dr. Bernstein, in primo luogo, andare a una dieta a basso contenuto di carboidrati. Senza il raggiungimento del normale livello di glucosio, i farmaci, i rimedi popolari, il massaggio e l'agopuntura contro i danni ai nervi e altre complicazioni del diabete non saranno di grande aiuto.

motivi

La neuropatia diabetica si manifesta in pazienti i cui livelli di zucchero nel sangue per lungo tempo sono più alti che nelle persone sane. In un giorno, questa complicazione non ha il tempo di svilupparsi. Ha bisogno di almeno un paio di mesi. Più è peggio il controllo del diabete e più lunga è la durata della malattia, più grave sarà il danno alle fibre nervose.

Il glucosio elevato è la causa principale della neuropatia diabetica, responsabile dell'85-90% dei suoi sintomi. Il fumo e l'abuso di alcool aggravano la gravità della malattia. Occasionalmente possono esserci attacchi autoimmuni sulle fibre nervose, oltre agli attacchi alle cellule beta del pancreas che producono insulina.

sintomi

I sintomi della neuropatia diabetica sono divisi in positivo (dolore, bruciore) e negativo (intorpidimento, perdita di sensibilità). Il dolore causa il maggior numero di reclami nei pazienti. Ma in realtà i sintomi negativi sono più pericolosi. A causa del torpore e della perdita di sensibilità nelle gambe è già alla portata di gravi lesioni, cancrena e amputazione. E il dolore stimola i diabetici a guarire attivamente, aumentando le loro possibilità di evitare la disabilità.

Di norma, i pazienti iniziano a notare cambiamenti solo quando le loro fibre nervose sono già gravemente avvelenate da elevati livelli di glucosio. Gli esami medici possono determinare la neuropatia molto prima che compaiano i suoi sintomi. Ulteriori informazioni sulla diagnosi descritta di seguito. E ora imparerai i tipi più comuni di neuropatia diabetica e i problemi che causano.

Neuropatia periferica - colpisce i nervi delle gambe e delle braccia. Si trovano alla periferia, lontano dal centro, che è considerato il busto e la testa. Le gambe solitamente soffrono prima, e più tardi le loro mani possono unirsi. sintomi:

  • intorpidimento, perdita della capacità di sentire dolore, tatto, cambiamenti di temperatura;
  • sensazione di formicolio o bruciore;
  • può essere maggiore sensibilità, intolleranza al tatto;
  • dolore acuto, crampi;
  • indebolimento o completa perdita del riflesso del tendine di Achille;
  • perdita di equilibrio e coordinazione, instabilità quando si cammina.

Lo ripetiamo dalla neuropatia periferica, è già a portata di mano a gravi problemi che richiedono un intervento chirurgico. È necessario ispezionare le gambe ogni sera nel tempo per rilevare la comparsa di abrasioni, ferite, ulcere, deformità del piede. Nell'articolo "Piede diabetico" impari le regole della cura del piede e seguili attentamente.

Guarda il video del Dr. Bernstein sui problemi alle gambe causati dalla neuropatia. Scopri quanto tempo riesci a sbarazzarti del dolore e del torpore nelle gambe. E, soprattutto, come farlo. La neuropatia diabetica è una complicanza trattabile, a differenza della cecità e dell'insufficienza renale. Usa il metodo descritto nel video e sarai piacevolmente sorpreso dai risultati. Ci sono storie di successo di pazienti reali.

Segni di neuropatia diabetica autonomica

Il sistema nervoso autonomo controlla le funzioni che si verificano nel corpo senza la partecipazione cosciente dell'uomo. Questo è il battito del cuore, la respirazione, lo svuotamento della cistifellea e della vescica, il movimento del cibo attraverso il tratto gastrointestinale, l'ammiccamento. La neuropatia diabetica autonoma è considerata molto pericolosa. Aumenta il rischio di morte per molte cause, come i disturbi del ritmo cardiaco. I suoi sintomi sono:

  • perdita di sensibilità a basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia);
  • ritenzione di urina residua nella vescica;
  • incontinenza urinaria;
  • costipazione, diarrea incontrollata o una loro combinazione;
  • ritardare il trasferimento di cibo dallo stomaco all'intestino, che provoca nausea, vomito, sensazione
  • sovraffollamento addominale;
  • difficoltà a deglutire;
  • aumento del polso a riposo;
  • un forte calo della pressione sanguigna quando si alza da una posizione seduta o sdraiata (ipotensione ortostatica);
  • disturbi sessuali negli uomini e nelle donne.

La ritenzione di urina residua nella vescica aumenta il rischio di infezioni del tratto urinario. L'ipotensione ortostatica provoca capogiri e può anche causare svenimenti. A volte i nervi che regolano la costrizione degli alunni soffrono. Per questo motivo, l'adattamento alla luce è compromesso e si verificano altri problemi di visione. Le fibre nervose che si trovano nella regione del muscolo cardiaco possono perdere sensibilità. In questo caso, il paziente può soffrire di malattia coronarica, ma non provare dolore fino a quando improvvisamente si verifica un attacco di cuore.

Di particolare importanza è il ritardo nel trasferimento di cibo mangiato dallo stomaco all'intestino. Questo problema si chiama gastroparesi diabetica. Provoca salti di zucchero nel sangue, interferisce con la selezione dei dosaggi di insulina e compresse. Il ristagno di cibo nello stomaco causato dalla neuropatia diabetica si verifica in modo irregolare e imprevedibile. Tali episodi rendono difficile stabilire un buon controllo del diabete e intraprendere la via della guarigione. Tuttavia, questo problema può ancora essere risolto utilizzando i metodi unici del Dr. Bernstein. Leggi nell'articolo "Gastroparesi diabetica" come agire.

diagnostica

Prima di tutto, è necessario seguire le dinamiche della glicemia con i risultati delle sue frequenti misurazioni con un glucometro. Fai anche un test di laboratorio per l'emoglobina glicata. Perché più alto è il livello di glucosio, la neuropatia diabetica più dura e più pericolosa. Per fare una diagnosi accurata, il medico controllerà i riflessi tendinei, la forza e il tono muscolare, la sensibilità al tatto, la vibrazione e la temperatura.

La sensibilità dei piedi al tatto è valutata usando uno strumento chiamato microfilamento. Questa è una sottile fibra di nylon sul manico. La sua lunghezza, spessore e peso sono esattamente abbinati. Se un diabetico non sente un tocco di fibra di nylon, significa che ha un alto rischio di sviluppare problemi alle gambe e successiva amputazione. Leggi l'articolo "Piede diabetico" per i dettagli. Invece di microfilamenti, puoi usare berretti di cotone o cotone, anche solo una partita è facile da toccare. L'affidabilità del risultato sarà quasi la stessa.

La sensibilità alla vibrazione viene controllata con un diapason graduato di 128 Hz. La neuropatia autonomica può essere diagnosticata mediante un esame di tipo ECG. Il medico può anche misurare la pressione sanguigna del paziente mentre è seduto, in piedi e sdraiato per verificare l'ipotensione ortostatica. Equipaggiamento speciale consente di misurare la velocità di trasmissione degli impulsi nervosi, nonché la forza delle scariche elettriche nei muscoli. Ma per il trattamento pratico della neuropatia, i risultati di questi esami non danno nulla.

La diagnosi di "neuropatia diabetica degli arti inferiori" significa che la sensibilità della pelle dei piedi al tatto, alle vibrazioni, al dolore e alla temperatura del paziente è compromessa. Ripetiamo che tali diabetici hanno il più alto rischio di ulcere e cancrena, che richiedono l'amputazione. Per evitare la disabilità, è necessario imparare le regole della cura del piede nell'articolo "Piede diabetico" e seguirle quotidianamente. La neuropatia diabetica degli arti inferiori viene anche definita distale.

Un medico potrebbe voler eseguire una biopsia della pelle o del nervo surale. Questo gli darà l'opportunità di guardare sotto un microscopio in cui si trovano le fibre nervose. I pazienti non dovrebbero accettare questo esame. Perché è molto spiacevole, ei suoi risultati non influenzeranno la tattica del trattamento della neuropatia diabetica. Tranne quando sei coinvolto nella ricerca. Non si può davvero fare senza una biopsia.

Neuropatia diabetica: trattamento

Il trattamento della neuropatia diabetica riguarda principalmente l'endocrinologo. Se necessario, dirige il paziente da un neurologo, nonché da uno specialista in piede diabetico (un podologo, da non confondere con un pediatra). Potrebbe essere necessario il coinvolgimento di uno specialista in malattie infettive e di un urologo, nonché di uno specialista in grado di aiutare a smettere di fumare con il diabete.

La maggior parte dei pazienti sta cercando modi miracolosi per trattare le complicanze del diabete, che potrebbero sostituire i colpi di dieta e di insulina. Tali metodi non esistono ancora. Senza raggiungere e mantenere normali livelli di glucosio nel sangue, è impossibile recuperare dalla neuropatia diabetica. Leggi e usa il trattamento step by step per il diabete di tipo 2 o il controllo del diabete di tipo 1. Ripetiamo che il danno alle fibre nervose è una complicazione reversibile. Puoi liberartene completamente se mantieni uno zucchero normale e stabile dopo un regime.

Alcuni siti di cliniche nazionali e straniere offrono promesse di ciarlataneria per una cura rapida e facile della neuropatia diabetica. Altre solide risorse mediche dicono che questa complicazione è incurabile, si può solo rallentare il suo sviluppo. La verità è nel mezzo. Senza raggiungere e mantenere il normale livello di zucchero nel sangue, come nelle persone sane, il danno ai nervi diabetici è davvero incurabile. Tuttavia, si è abbastanza in grado di riportare il livello di glucosio alla normalità utilizzando l'approccio del Dr. Bernstein. Prima di tutto, devi seguire una dieta nutriente e gustosa a basso contenuto di carboidrati.

Potete consigliare pillole per la neuropatia diabetica?

Nessuna pillola aiuta con intorpidimento e perdita di sensibilità causata dalla neuropatia diabetica. Nulla è di aiuto con questi problemi eccetto la normalizzazione della glicemia. Per quanto riguarda il dolore, ci sono farmaci ampiamente usati che possono alleviare. Questi sono anticonvulsivanti, antidepressivi e analgesici oppioidi. Sono descritti in dettaglio nell'articolo "Pain in Diabetes".

Tra gli integratori alimentari, molti diabetici assumono acido alfa-lipoico e vitamine del gruppo B. L'efficacia di questi farmaci è discutibile, i risultati della ricerca sono sia positivi che negativi. Né l'acido alfa lipoico né le vitamine del gruppo B possono sostituire il mantenimento di una dieta a basso contenuto di carboidrati e di colpi di insulina per mantenere il normale livello di zucchero nel sangue.

Se vuoi provare, ordina qui acido alfa lipoico e vitamine del gruppo B dagli Stati Uniti. Sarà più volte più economico di Berlition, Thiogamma, Thioctacid, Milgamma, Benfotiamina e altre pillole che vengono vendute in farmacia. Puoi scegliere integratori di qualità che hanno decine e centinaia di recensioni positive positive.

I pazienti hanno spesso una ritenzione residua di urina nella vescica. Devono essere testati per le infezioni del tratto urinario. Se necessario, prendi degli antibiotici per combatterli. Il problema dell'incontinenza ha diverse soluzioni che puoi facilmente trovare su siti specializzati. Se hai problemi con il tratto gastrointestinale, leggi l'articolo "Gastroparesi diabetica" e fai ciò che dice. Per ipotensione ortostatica non ha portato a svenimento, è necessario imparare ad alzarsi lentamente da una posizione seduta e sdraiata.

Quali sono alcuni buoni rimedi popolari?

Nessun rimedio popolare per l'aiuto della neuropatia diabetica. Compresi bardana, calendula, elecampane, rosmarino, chiodi di garofano e altre piante, così come argilla blu e trementina. Alcuni cibi raccomandati dalla medicina tradizionale aumentano lo zucchero nel sangue e peggiorano il diabete. Questi sono topinambur, datteri, miele, limone, latte di capra. Il trattamento popolare della neuropatia e di altre complicanze del diabete non aiuta, ma conduce alla tomba di pazienti sottosviluppati, pigri e creduloni. Otterrete più benefici dal bere acqua pulita che dall'utilizzare i fondi elencati.

Neuropatia diabetica

Neuropatia diabetica - una lesione specifica del sistema nervoso periferico, causata da processi dismetabolici nel diabete mellito. La neuropatia diabetica manifesta sensibilità violazione (parestesie, intorpidimento degli arti), disfunzione autonomica (tachicardia, ipotensione, disfagia, diarrea, anhidrosis), disturbi genito-urinario, e così via. D. In neuropatia diabetica prodotto funzionante endocrino ispezione, nervosi, cardiaci, digestivi, urinario. Il trattamento comprende la terapia insulinica, l'uso di farmaci neurotropi, antiossidanti, la nomina di terapia sintomatica, l'agopuntura, PTL, terapia fisica.

Neuropatia diabetica

La neuropatia diabetica è una delle complicanze più frequenti del diabete mellito, rilevata nel 30-50% dei pazienti. La neuropatia diabetica è indicata in presenza di segni di danno ai nervi periferici in soggetti diabetici con esclusione di altre cause di disfunzione del sistema nervoso. La neuropatia diabetica è caratterizzata da compromissione della conduzione nervosa, sensibilità, disturbi del sistema nervoso somatico e / o autonomo. A causa della molteplicità di manifestazioni cliniche di neuropatia diabetica incontrato esperti nel campo della endocrinologia, neurologia, gastroenterologia, dermatologia, DPM, urologia, ginecologia, cardiologia.

Classificazione della neuropatia diabetica

A seconda della topografia, si distingue la neuropatia periferica, con il coinvolgimento predominante dei nervi spinali nel processo patologico e la neuropatia autonomica - in violazione dell'innervazione degli organi interni. Secondo la classificazione sindromica della neuropatia diabetica, si distinguono i seguenti:

I. Sindrome di polineuropatia simmetrica generalizzata:

  • Con la lesione predominante dei nervi sensoriali (neuropatia sensoriale)
  • Con la lesione predominante dei nervi motori (neuropatia motoria)
  • Con una lesione combinata dei nervi motori e sensoriali (neuropatia sensomotoria)
  • Neuropatia iperglicemica.

II. Sindrome di una neuropatia diabetica vegetativa (autonoma):

  • cardiovascolare
  • gastrointestinale
  • urogenitale
  • respiratorio
  • Il motore della nave

III. Sindrome di neuropatia diabetica focale o multifocale:

  • Neuropatia cranica
  • Tunnel neuropatia
  • amiotrofia
  • Radicoloneuropatia / Plexopatia
  • Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica (HVDP).

Diversi autori assegna la neuropatia centrale, e seguendo la sua forma: encefalopatia diabetica (Encefalomielopatia), disturbo vascolare cerebrale acuto (attacco ischemico transitorio, ictus), disturbi mentali acuti dovuti a scompenso del metabolismo.

In base alla classificazione clinica, tenendo conto delle manifestazioni della neuropatia diabetica, si distinguono diverse fasi del processo:

1. Neuropatia subclinica

2. Neuropatia clinica:

  • dolore cronico
  • forma di dolore acuto
  • forma indolore in combinazione con una diminuzione o completa perdita di sensibilità

3. La fase delle complicazioni tardive (deformità neuropatica dei piedi, piede diabetico, ecc.).

Cause della neuropatia diabetica

La neuropatia diabetica si riferisce alla polineuropatia metabolica. Un ruolo speciale nella patogenesi della neuropatia diabetica appartiene ai fattori neurovascolari - le microangiopatie, che interferiscono con l'afflusso di sangue ai nervi. Molteplici disturbi metabolici in via di sviluppo su questo sfondo, alla fine portare a gonfiore del disturbo metabolismo del tessuto nervoso nelle fibre nervose, disturbi degli impulsi nervosi, la valorizzazione dello stress ossidativo, lo sviluppo di complessi autoimmuni e, in ultima analisi, - atrofia delle fibre nervose.

I fattori di rischio per lo sviluppo della neuropatia diabetica sono età, durata del diabete, iperglicemia incontrollata, ipertensione arteriosa, iperlipidemia, obesità e fumo.

I sintomi della neuropatia diabetica

Polineuropatia periferica

La polineuropatia periferica è caratterizzata dallo sviluppo di un complesso di disturbi motori e sensoriali, che sono più pronunciati nella parte delle estremità. La neuropatia diabetica si manifesta con bruciore, intorpidimento, formicolio della pelle; dolore alle dita dei piedi e ai piedi, dita; brevi spasmi muscolari.

Può sviluppare insensibilità agli stimoli di temperatura, maggiore sensibilità al tatto, anche alla luce. Questi sintomi sono generalmente peggiori durante la notte. La neuropatia diabetica è accompagnata da debolezza muscolare, indebolimento o perdita dei riflessi, che porta a un cambiamento nell'andatura e nella compromissione della coordinazione dei movimenti. Estenuante dolore e parestesia portano a insonnia, perdita di appetito, perdita di peso, depressione dello stato mentale dei pazienti - depressione.

Le complicazioni tardive della neuropatia diabetica periferica possono essere difetti ulcerativi del piede, deformità a forma di martello delle dita dei piedi, crollo dell'arco del piede. La polineuropatia periferica spesso precede la forma neuropatica della sindrome del piede diabetico.

Neuropatia autonomica

neuropatia diabetica autonoma in grado di sviluppare e assumere la forma di cardiovascolare, gastrointestinale, urogenitale, sudomotornoy, respiratorio ed altri. Le forme caratterizzate da singoli organi o funzioni deteriorate interi sistemi.

La forma cardiovascolare della neuropatia diabetica può svilupparsi già nei primi 3-5 anni di diabete mellito. Si manifesta con tachicardia a riposo, ipotensione ortostatica, alterazioni dell'ECG (allungamento dell'intervallo QT), aumento del rischio di ischemia miocardica indolore e infarto.

forma gastrointestinale di neuropatia diabetica è caratterizzata dal gusto ipersalivazione, discinesia dell'esofago, profondi disturbi della funzione motoria-evacuazione dello stomaco (gastroparesi), lo sviluppo della malattia patologica reflusso gastroesofageo (disfagia, pirosi, esofagite). Nei pazienti con diabete, gastrite ipoacida, l'ulcera gastrica associata a Helicobacter pylori è frequente; aumento del rischio di discinesia della cistifellea e malattia calcoli biliari. danno intestinale nella neuropatia diabetica è accompagnato da violazione della peristalsi con lo sviluppo di disbiosi, diarrea acquosa, steatorrea, stipsi, incontinenza fecale. Da parte del fegato è spesso rilevata l'epatite grassa.

Nella forma urogenitale della neuropatia diabetica autonoma, il tono della vescica e degli ureteri è disturbato, che può essere accompagnato da ritenzione urinaria o incontinenza urinaria. I pazienti con diabete sono inclini a sviluppare infezioni urinarie (cistite, pielonefrite). Gli uomini possono lamentarsi della disfunzione erettile, una violazione della dolorosa innervazione dei testicoli; donne - per secchezza vaginale, anorgasmia.

I disturbi del motoneurone nella neuropatia diabetica sono caratterizzati da ipo- e anidrosi distale (diminuzione della sudorazione di piedi e palmi) con lo sviluppo di iperidrosi compensatoria centrale, specialmente durante i pasti e di notte. La forma respiratoria della neuropatia diabetica si manifesta con episodi di apnea, iperventilazione dei polmoni, ridotta produzione di tensioattivo. La neuropatia diabetica spesso sviluppa diplopia, emeralopia sintomatica, alterata termoregolazione, ipoglicemia asintomatica, "cachessia diabetica" - deplezione progressiva.

Diagnosi di neuropatia diabetica

L'algoritmo diagnostico dipende dalla forma della neuropatia diabetica. Alla consultazione iniziale, la storia e le lamentele dei cambiamenti nei sistemi cardiovascolare, digestivo, respiratorio, urogenitale e visivo vengono attentamente analizzate. Nei pazienti con neuropatia diabetica è necessaria la determinazione del livello di glucosio, insulina, peptide C, emoglobina ematica glicosilata; lo studio della pulsazione nelle arterie periferiche, la misurazione della pressione arteriosa; ispezione degli arti inferiori per la presenza di deformità, lesioni fungine, calli e duroni.

A seconda delle manifestazioni nella diagnosi della neuropatia diabetica, diversi da quelli di Endocrinologia e Diabetologia, può coinvolgere altri specialisti - un cardiologo, un gastroenterologo, un neurologo, oculista, urologo, andrologo, ginecologo, ortopedica, podologia. L'esame primario del sistema cardiovascolare è costituito da ECG, test cardiovascolari (test di Valsalva, test ortostatico, ecc.), EchoCG; determinazione del colesterolo e delle lipoproteine.

L'esame neurologico per la neuropatia diabetica comprende studi elettrofisiologici: elettromiografia, elettroneurografia, potenziali evocati. Valutazione dei riflessi e vari tipi di sensibilità sensoriale: tattile mediante monofilamento; vibrazione - con un diapason; temperatura - toccando un oggetto freddo o caldo; dolore: il metodo per pungere la pelle con il lato smussato dell'ago; propriocettiva - utilizzando test di stabilità nella posizione di Romberg. La biopsia del nervo gastrocnemio e la biopsia cutanea vengono utilizzate in caso di forme atipiche di neuropatia diabetica.

L'esame gastroenterologico per la neuropatia diabetica prevede un'ecografia degli organi addominali, l'endoscopia, la radiografia dello stomaco, studi sul passaggio del bario nell'intestino tenue, test per l'Helicobacter. Quando le denunce del sistema urinario è indagato l'analisi delle urine viene eseguito rene ultrasuoni, della vescica (in m. Hr. Con determinazione ecografica di urina residua), cistoscopia, urography endovenosa, i muscoli della vescica elettromiografia e gli altri.

Trattamento della neuropatia diabetica

Il trattamento della neuropatia diabetica viene effettuato sequenzialmente e per fasi. La terapia efficace della neuropatia diabetica è impossibile senza ottenere una compensazione per il diabete mellito. A questo scopo, l'insulina o le compresse sono farmaci antidiabetici prescritti, il monitoraggio del glucosio viene effettuato. Come parte di un approccio integrato al trattamento della neuropatia diabetica, è necessario sviluppare un regime alimentare ed esercizio ottimale, ridurre il sovrappeso, mantenere i livelli normali di pressione sanguigna.

Durante il corso principale, vengono mostrate vitamine neurotropiche (gruppo B), antiossidanti (acido alfa-lipoico, vitamina E) e oligoelementi (farmaci Mg e Zn). Nel caso della forma dolorosa della neuropatia diabetica, è consigliabile somministrare analgesici e anticonvulsivi.

I metodi di fisioterapia terapeutici sono utili: elettrostimolazione dei nervi, magnetoterapia, laser terapia, terapia della luce; agopuntura, terapia fisica. Nella neuropatia diabetica è necessaria un'attenta cura dei piedi: indossare calzature comode (ortopediche secondo le indicazioni); eseguire pedicure medica, pediluvi, piedi idratanti, ecc. Il trattamento di forme autonome di neuropatia diabetica viene effettuato tenendo conto della sindrome sviluppata.

Prognosi e prevenzione della neuropatia diabetica

La diagnosi precoce di neuropatia diabetica (sia periferica che autonoma) è la chiave per una prognosi favorevole e una migliore qualità della vita per i pazienti. Le fasi iniziali della neuropatia diabetica possono essere reversibili a causa del raggiungimento di una compensazione stabile del diabete. La neuropatia diabetica complicata è un importante fattore di rischio per infarto miocardico senza dolore, aritmie cardiache e amputazioni non traumatiche degli arti inferiori.

Al fine di prevenire la neuropatia diabetica, sono necessari un monitoraggio costante dei livelli di zucchero nel sangue, una correzione tempestiva del trattamento e un monitoraggio regolare da parte di un diabetologo e di altri specialisti.

Neuropatia autonomica

Un paziente con diabete può essere affetto da qualsiasi funzione autonoma e la lesione è diffusa.

Tuttavia, il quadro clinico è dominato dalla sconfitta di uno qualsiasi dei sistemi, che ci permette di identificare un numero di sindromi ben definite.

Neuropatia autonomica cardiovascolare


Clinica, diagnosi e terapia non farmacologica
I primi sintomi clinici della neuropatia cardiovascolare sono l'assenza di bradicardia notturna normale e la perdita di aritmie respiratorie, che è un segno di danno del vago. In futuro si sviluppa una simpatica denervazione dei riflessi cardiovascolari, che causa scarsa tolleranza all'esercizio. Forse a causa dell'ipersensibilità del cuore alle catecolamine circolanti, si sviluppa tachiaritmia e morte inattesa. Predispone anche a infarto miocardico indolore.
L'ipotensione ortostatica clinicamente apparente appare piuttosto tardi. L'analisi spettrale della variabilità della frequenza cardiaca è un test diagnostico molto sensibile per la neuropatia autonomica cardiaca. La diagnosi di neuropatia autonomica cardiovascolare può essere fatta anche sulla base di studi facilmente condotti sulla frequenza cardiaca e sulla pressione arteriosa.
Va notato che uno qualsiasi dei test descritti nella tabella non diagnostica in modo affidabile la neuropatia cardiovascolare autonoma, ma nel complesso danno una valutazione abbastanza accurata.
Nei pazienti con grave neuropatia autonomica, durante l'aumento, i livelli di frequenza cardiaca e di norepinefrina plasmatica non aumentano sufficientemente, causando ipotensione ortostatica. Tuttavia, con manifestazioni borderline di neuropatia cardiovascolare autonoma, l'ipotensione ortostatica reversibile può essere provocata da farmaci (diuretici, antidepressivi triciclici, fenotiazidi, nitrati, beta-bloccanti o insulina). A questo proposito, i semplici test diagnostici sopra ti permettono di monitorare rapidamente le manifestazioni di neuropatia autonomica durante il trattamento.
Due ulteriori fattori possono aggravare l'ipotensione nei pazienti con neuropatia autonomica: 1) l'assunzione di cibo riduce drasticamente la pressione nei pazienti con insufficienza autonomica primaria e provoca ipotensione ortostatica; 2) l'insulina abbassa la pressione sanguigna solo in pazienti con neuropatia autonomica. Tuttavia, in alcuni pazienti, queste caratteristiche potrebbero essere un problema reale.
La mortalità nei pazienti con neuropatia cardiovascolare autonoma raggiunge il 25% nei prossimi 5 anni ed è un fattore di rischio indipendente per l'aumento della mortalità. La prognosi avversa può essere dovuta al fatto che i pazienti con neuropatia autonoma, di regola, hanno altre complicanze del diabete che aumentano la mortalità. Ad esempio, può svilupparsi un infarto miocardico silente o aumentare l'intervallo Q-T, il che aumenta la mortalità.
In generale, oltre ad un attento controllo della glicemia nel DMT1, non sono stati trovati altri mezzi efficaci per prevenire la neuropatia cardiovascolare autonomica. Il trattamento dell'ipotensione ortostatica consiste di due componenti: non farmacologico e farmacologico.


Il trattamento non farmacologico comprende le seguenti misure:

  • Insegnare alle capacità del paziente di non stare fermo e di non alzarsi rapidamente. Dovrebbe essere spiegato che i sintomi ortostatici sono più pronunciati al mattino, dopo aver mangiato, se le braccia si alzano sopra la posizione del cuore, così come nel calore.
  • Raccomandare l'assunzione di sale aumentata. Nei pazienti con neuropatia autonomica, il riassorbimento del sodio può essere interrotto, il che può essere compensato dalla liberalizzazione dell'assunzione di sale.
  • Evitare di aumentare la diuresi in posizione prona. I pazienti con ipovolemia relativa aumentano la diuresi notturna, che peggiora le manifestazioni dell'ipotensione ortostatica al mattino. La diuresi notturna può essere ridotta se si dorme con la testa sollevata del letto.
  • Ridurre il volume del letto venoso. Durante il giorno, si consiglia ai pazienti di indossare calze o calze elastiche lunghe, stringendo strettamente le vene superficiali delle gambe. A causa della neuropatia diabetica, non tutti con il diabete possono applicarlo. Poiché il più grande accumulo di sangue venoso è notato nell'addome inferiore, possono essere utilizzate fasce addominali dense, forse anche in primo luogo.
  • Quando si è sdraiati, è necessario rimuovere calze o calze elastiche strette, poiché ciò potrebbe stimolare la diuresi e l'ipertensione.

Neuropatia autonomica gastrointestinale


Manifestazioni cliniche


Nel diabete mellito, qualsiasi parte del tratto gastrointestinale può essere colpita, che si manifesta nei seguenti disturbi:

  • disfagia;
  • dolore addominale;
  • nausea;
  • malassorbimento;
  • incontinenza fecale;
  • diarrea;
  • costipazione.


I sintomi gastrointestinali non specifici (GI) nei pazienti diabetici sono spesso associati a disfunzione autonomica GI diffusa ma poco pronunciata, che causa una violazione della motilità degli organi viscerali.
Una violazione della motilità dell'esofago durante un esame dettagliato è rilevata nel 75% dei pazienti con diabete. La disfunzione motoria si manifesta in attività peristaltica alterata con picchi di contrazione doppia e tripla o altra peristalsi compromessa, nonché debolezza dello sfintere esofageo inferiore. La disfunzione esofagea è così caratteristica della neuropatia autonomica che la sua assenza in un paziente con disturbi gastrointestinali serve come pretesto per cercare cause di disfunzione intestinale diverse dal diabete. I disturbi della motilità esofagea si manifestano per disfagia, sensazioni spiacevoli dietro lo sterno e sensazione di bruciore nella regione del cuore. Anche se in un certo numero di pazienti la disfunzione dell'esofago viene rilevata solo strumentalmente e non causa alcun sintomo nel paziente. In caso di disfunzione dell'esofago, è necessario prestare particolare attenzione nell'appuntamento dei bifosfonati (usati nel trattamento dell'osteoporosi), poiché, persistendo nell'esofago, causano ulcerazione, perforazione e sanguinamento dell'esofago e mediastinite.
Con l'introduzione dell'elettrogastrografia è stato possibile stabilire che nella gastropatia diabetica si osservano arrhythmia, tachigastria, bradygastria, pilorospasmo e ipomo-motoria. Le lesioni organiche si manifestano con gastroparesi, dilatazione e ostruzione antrale, ulcerazione, infiammazione e formazione di bezoario (corpo estraneo nello stomaco). La gastroparesi diabetica si riscontra nel 25% dei pazienti con diabete. Lo svuotamento gastrico ritardato (gastroparesi) provoca nausea, vomito, sazietà precoce, gonfiore dopo aver mangiato, dolore epigastrico e anoressia. L'assunzione ritardata di cibo crea problemi nella selezione della terapia ipoglicemizzante, poiché è accompagnata da un aumento o diminuzione imprevedibile della glicemia.
La verifica dei sintomi gastrointestinali, che riflette la sconfitta del tratto gastrointestinale superiore, viene effettuata utilizzando la valutazione strumentale del passaggio del fluido. Sebbene non esista una stretta correlazione tra dati oggettivi e sintomi soggettivi, specialmente se moderatamente espressi. Dovrebbe essere una diagnosi differenziale con l'ulcera gastrica o l'ulcera duodenale, così come il cancro gastrico.
Nel caso della neuropatia autonomica gastrointestinale, è necessario evitare diete con una fibra alimentare elevata, poiché ritardano lo svuotamento gastrico e portano alla formazione di masse dietetiche piene di densità nello stomaco (bezoario).


Gastroparesi farmacoterapeutica
Con gastroparesi, gli antagonisti della dopamina, la metoclopramide o il domperidone (motilium) sono efficaci, e quest'ultimo ha meno effetti collaterali e può essere prescritto per l'intolleranza alla metoclopramide. L'effetto positivo dell'eritromicina nella gastroparesi è dovuto al fatto che attiva i recettori della motilina attivando la motilità gastrica. È nominato in una dose di 250 mg per 0,5 ore prima dei pasti. Clofelin, un antagonista del recettore alfa-2-adrenergico, è usato per trattare la diarrea diabetica. Elimina anche gonfiore, nausea e vomito, ma può aumentare le manifestazioni dell'ipotensione ortostatica.
Il refrattario alla droga casi di terapia gastroparesi applicare elettrostimolazione stomaco - laparotomia o stimolatore elettrico per via laparoscopica impiantato (società Medtronic) nella sierosa dello stomaco. Gestiscilo a distanza, selezionando una modalità di stimolazione che elimina i sintomi.
In caso di trattamento conservativo fallito della gastroparesi, vengono utilizzati metodi chirurgici - gastrostomia o eunostoma.

Diarrea diabetica


La diarrea diabetica si verifica nel 20% dei pazienti diabetici. Di solito indolore, tipico per la sua apparizione durante la notte, si può essere combinato con incontinenza fecale e seguire dopo un periodo di stitichezza. Dovrebbe condurre approfondita diagnosi differenziale di altre cause di diarrea: sorbitolo come parte di prodotti specializzati per diabetici, metformina, acarbosio, intolleranza al lattosio, insufficienza pancreatica esocrina, celiachia, colite collagene, amioloidoz, glkzhagonoma carcinoide, gastrinoma, VIPoma e facile Glandin produttrici tumore.
Il trattamento dipende dai disturbi identificati che accompagnano la diarrea. malattia celiaca e insufficienza pancreatica è assegnata a un glutine dieta e pancreatici enzimi, rispettivamente. trattamento con antibiotici possibile se rilevato proliferazione della microflora intestinale o non può essere esclusa. integratori alimentari idrofili, come psyllium (fitoklin) possono essere assegnati quando la diarrea alternata a stitichezza, ma deve essere usato con cautela nei pazienti che hanno aumentato la probabilità di bezoar. Colestiramina riduce la quantità di acidi biliari nel tratto gastrointestinale, che può causare irritazione intestinale. oppiacei sintetici tradizionali o difenossilato Imodium hanno buon effetto antidiarroico e possono essere somministrati nelle prime fasi di diarrea diabetica. diarrea Clonidina recupera disfunzione adrenergici, riducendo l'aumento della motilità intestinale. Negli ultimi anni, ha dimostrato l'efficacia di octreotide, tra cui prolungato, nel trattamento della diarrea diabetica, probabilmente sopprimendo peptidi gastroenteropankreaticheskih si pensa di svolgere un ruolo nella patogenesi della diarrea e disturbi elettrolitici nell'intestino. Ma in alcuni pazienti, i sintomi possono peggiorare, solitamente a causa della steatorrea. È un farmaco molto costoso ed è prescritto quando altri farmaci non aiutano.

costipazione


La stitichezza si verifica nel 25% dei pazienti con diabete e nel 50% dei casi con neuropatia diabetica autonoma. Il loro trattamento è iniziato con un focus su uno stile di vita sano - regolare attività fisica (ad esempio a piedi), l'assunzione di liquidi sufficiente e fibra alimentare. Molti pazienti con buon effetto dà un altamente consumo di fibre alimentari sotto forma di un colloide idrofilo (1-2 cucchiai di psyllium) una a tre volte al giorno, da prendere con il cibo, e non è nominato immediatamente prima di coricarsi. Anche le sostanze osmotiche come il sorbitolo o il lattulosio hanno un effetto. Le loro dosi possono essere titolate in modo efficace. Quando i sintomi espressi possono utilizzare regolarmente lassativi osmotici (30 ml emulsione magnesia o antiacidi). Lassativi, stimolando la peristalsi dovrebbero essere evitati, perché possono danneggiare il plesso mesenterico del colon per un uso prolungato. Quando la stitichezza persistente prescritto cercuk, perché colpisce i muscoli lisci dell'intestino crasso.


Disfunzione riproduttiva
L'eiaculazione retrograda riflette una mancanza di coordinazione tra la chiusura dell'interno e l'apertura dello sfintere vescicolare esterno durante l'eiaculazione. Si manifesta con l'infertilità maschile e il segno diagnostico è il rilevamento dello sperma nelle urine dopo l'eiaculazione. Questo sperma può essere utilizzato per l'inseminazione artificiale.
La disfunzione erettile (insufficiente rigidità del pene per un rapporto sessuale) negli uomini con diabete di solito neuropatico, ma può essere correlato a psicogena, neurogena, endocrino, cardiovascolare, fattori medicinali, fattori di età, o una loro combinazione. Salvataggio di un normale erezioni mattutine e l'impotenza, si manifesta solo con alcuni partner sessuale, indicare la natura della disfunzione erettile psicogena. Forse uno speciale studi strumentali, registrazione delle erezioni notturne, che oggettiva la disfunzione erettile.
Nella disfunzione erettile nei pazienti con diabete, è necessario condurre una diagnosi differenziale, principalmente con ipogonadismo e iperprolattinemia. L'insufficienza arteriosa prossimale è facilmente diagnosticata strumentalmente e può essere accompagnata da disfunzione erettile. Tuttavia, la rimozione chirurgica di esso di solito non ripristina la funzione erettile.
Per i farmaci che attivano la disfunzione erettile includono antipertensivi, anticolinergici, antipsicotici, antidepressivi, narcotici, barbiturici, alcol e anfetamine. In questo caso, è necessario modificare il farmaco il più lontano possibile. L'impotenza neuropatica è di solito, ma non sempre, accompagnata da altre manifestazioni di neuropatia diabetica.
Il trattamento principale per la disfunzione erettile, Rogen eziologia - inibitore orale della fosfodiesterasi di tipo 5 - citrato sildenafil. Come risultato della sua azione, viene stimolata l'irrorazione sanguigna dei corpi cavernosi del pene. Questi farmaci comprendono :. Cialis, Viagra e altri pazienti nei quali farmaci non sono efficaci, possono essere impiantati nelle protesi peniene corpi cavernosi.

Disfunzione della vescica diabetica


La causa della disfunzione vescicale nel diabete è la neuropatia diabetica, che porta alla perdita viscerosensory innervazione della vescica. vescica neurogena è spesso osservato nel tipo 1 (40-50%) che con diabete di tipo 2 (25%), e equamente tra entrambi i sessi. In questo caso, quando DM1 è sviluppato attraverso 10 anni di malattia, e coincide con la manifestazione della neuropatia periferica diabetica. La prevalenza di disfunzione della vescica diabetica (tsistopatiya diabetica) è di 1-3 1.000 diabetici.
tsistopatiya diabetico presenta inizialmente Sensazione ridotta troppopieno vescica (solitamente normale avviene con una combinazione di 300-400 ml di liquido), ridotta frequenza di minzione (2-3 durante il giorno e la notte assenza nonostante poliuria). Successivamente, i pazienti lamentano di svuotamento incompleto della vescica, flusso urinario debole, allungando i tempi della minzione, l'interruzione flusso di urina che è causato dalla progressiva perdita del tono muscolare detrusore (parete della vescica). Ciò porta allo svuotamento incompleto della vescica e alla ritenzione urinaria in esso. In futuro, ci sono sintomi di "perdita" di urina e la sua completa incontinenza. Dal momento che solo il 25% dei pazienti trattati con loro, senza domande importanti, imporre specifiche censure, il medico deve interrogare attivamente questi sintomi in tutti i pazienti con una lunga storia di malattia. I pazienti con cistopatia diabetica sono soggetti a infezioni del tratto urinario.

  • misurazione dell'urina residua (normale 200 ml), il cui volume è facilmente determinato mediante ultrasuoni;
  • registrazione di frequenza e volume di minzione per tre giorni (la norma è -250-300 ml, e in cistopatia diabetica è -500-600 ml);
  • Uroflussometria, in cui al suo minzione picco nel normale velocità di> 20 ml / sec, in tsistopatii diabetica (da uroflussometria inglese, «uropotokometriya".) - inferiore a 15 ml / sec. Quando uroflourometrii effettuata caratteristiche di registrazione a getto di urina grafiche - e portata volumetrica media massima della minzione, minzione tempo, diuresi, e altri.


criteri diagnostici per il diabete sono tsistopatii volume urinario residuo 500 ml, intervalli di 6-8 ore minzione e un volume di 600 ml e una curva a cupola uroflourometrii normale corrente di picco.
L'obiettivo principale del trattamento della cistopatia diabetica è quello di eliminare l'aumento del volume di urina residua e le misure per compensare le sensazioni sensoriali ridotte del riempimento della vescica. Di conseguenza, il trattamento conservativo è l'organizzazione della minzione a seconda del tempo e non della sensazione.

  1. Tempo di minzione ogni 4-6 ore
  2. Esecuzione della minzione tripla - una ripetizione della minzione 3-5 minuti dopo la prima, fino a che la scarica dell'urina non si esaurisce. Questo di solito richiede la minzione con uno sforzo sui muscoli addominali per aumentare la pressione intra-addominale.
  3. Se il volume di urina residua supera 200-300 ml, nonostante l'uso delle suddette misure, e la curva urofloumetricheskoy picco viene ridotta, quindi designare le alfa bloccanti. Si noti che il trattamento con alfa-bloccanti non è raccomandato per un lungo periodo.
  4. Se il volume di urina residua supera i 500 ml, si consiglia la cateterizzazione 1-3 volte al giorno. Nel caso di batteriuria asintomatica, la chemioterapia profilattica non viene eseguita, ma solo nel caso di sintomatica.


Se i metodi sopra indicati sono inefficaci, viene eseguita la correzione urologica chirurgica - dissezione del collo della vescica per ridurre il rischio di ostruzione urodinamica.

Altre sindromi autonomiche


Perdita dei sintomi - i precursori dell'ipoglicemia possono essere una manifestazione di neuropatia autonomica, che oscura i sintomi adrenergici dell'ipoglicemia. Di conseguenza, l'ipoglicemia manifesta una perdita imprevista di coscienza per il paziente. Un severo e frequente autocontrollo della glicemia e, possibilmente, un aumento dei valori obiettivo della glicemia hanno un effetto positivo. Il trattamento con un dispensatore di insulina può essere utile in alcuni casi.
La disfunzione sudomotoria autonoma si manifesta simultaneamente con anidrosi asintomatica delle estremità e aumento della sudorazione del corpo e del viso (iperidrosi centrale). Può essere innescato mangiando cibo - sudando. La disfunzione del Sudomotore viola i meccanismi della termoregolazione corporea, che predispone i pazienti allo shock termico e all'ipertermia.

Altri Articoli Sul Diabete

Il diabete mellito può non avere alcun sintomo, ma può venire alla luce, ad esempio, quando si visita un oculista, che determinerà il tipo. Tuttavia, esiste un'intera lista di sintomi che aiutano a capire e capire se esiste il diabete.

Il diabete è una malattia abbastanza difficile da essere tollerata dall'uomo. Si verifica a causa del fatto che una persona non mangia correttamente. Il prodotto più popolare nei diabetici è la ricotta.

Come dice il medico senior del Diabetes Center Joslin di Boston, Om Ganda afferma che, in un mondo ideale, i diabetici misurano i livelli di zucchero nel sangue almeno 6-7 volte al giorno, tuttavia ciò non è possibile a causa del tempo e delle risorse.