loader

Principale

Trattamento

Diabete mellito gestazionale: quali sono i sintomi e cosa lo minaccia con donne incinte e bambini?

La gravidanza è un periodo di maggior carico funzionale sulla maggior parte degli organi di una donna incinta. Allo stesso tempo, un certo numero di malattie può essere scompensato o possono apparire nuove condizioni patologiche. Una di queste anomalie in gravidanza è il diabete gestazionale. Di solito non rappresenta una minaccia significativa per la vita della futura madre. Ma in assenza di una terapia adeguata, il diabete gestazionale influenza lo sviluppo fetale del bambino e aumenta il rischio di mortalità infantile precoce.

Cos'è il diabete?

Il diabete mellito è chiamato malattia endocrina con una marcata violazione nel metabolismo dei carboidrati in primo luogo. Il suo principale meccanismo patogenetico è l'insufficienza assoluta o relativa dell'insulina, un ormone prodotto da specifiche cellule pancreatiche.

La base della carenza di insulina può essere:

  • una diminuzione del numero di cellule beta delle isole di Langerhans nel pancreas responsabile della secrezione di insulina;
  • violazione del processo di trasformazione della proinsulina inattiva in un ormone ad azione maturo;
  • sintesi di una molecola insulinica di insulina con una sequenza amminoacidica modificata e attività ridotta;
  • un cambiamento nella sensibilità dei recettori cellulari all'insulina;
  • aumento della produzione di ormoni, la cui azione è contraria agli effetti dell'insulina;
  • la discrepanza tra la quantità di glucosio in entrata e il livello dell'ormone prodotto dal pancreas.

L'effetto dell'insulina sul metabolismo dei carboidrati dovuto alla presenza di specifici recettori della glicoproteina nei tessuti insulino-dipendenti. La loro attivazione e successiva trasformazione strutturale porta ad un aumento del trasporto del glucosio nelle cellule con una diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue e degli spazi intercellulari. Inoltre, sotto l'azione dell'insulina, vengono stimolati sia l'utilizzo del glucosio con rilascio di energia (processo di glicolisi) che il suo accumulo nei tessuti sotto forma di glicogeno. Il deposito principale allo stesso tempo sono il fegato e i muscoli scheletrici. Il rilascio di glucosio dal glicogeno si verifica anche sotto l'azione dell'insulina.

Questo ormone influisce sul metabolismo dei grassi e delle proteine. Ha un effetto anabolico, inibisce il processo di disgregazione del grasso (lipolisi) e stimola la biosintesi di RNA e DNA in tutte le cellule insulino-dipendenti. Pertanto, con una bassa produzione di insulina, un cambiamento nella sua attività o una diminuzione della sensibilità dei tessuti, si verificano disturbi metabolici a più lati. Ma i principali segni del diabete sono i cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati. Allo stesso tempo, vi è un aumento del livello basale di glucosio nel sangue e la comparsa di un picco eccessivo della sua concentrazione dopo un pasto e un carico di zucchero.

Il diabete scompensato causa disordini vascolari e trofici in tutti i tessuti. Anche gli organi insulino-indipendenti (reni, cervello, cuore) sono colpiti. L'acidità dei principali segreti biologici cambia, contribuendo allo sviluppo della disbiosi della vagina, della cavità orale e dell'intestino. La funzione barriera della pelle e delle mucose viene ridotta, l'attività dei fattori locali di protezione immunitaria viene soppressa. Di conseguenza, il diabete mellito aumenta significativamente il rischio di malattie infettive e infiammatorie della pelle e del sistema urogenitale, complicanze purulente e disturbi dei processi di rigenerazione.

Tipi di malattia

Esistono diverse varietà di diabete. Si differenziano tra loro per l'eziologia, i meccanismi patogenetici della carenza di insulina e il tipo di flusso.

  • diabete mellito di tipo 1 con carenza assoluta di insulina (condizione insulino-dipendente, incurabile), causata dalla morte delle cellule delle isole di Langerhans;
  • diabete mellito di tipo 2 caratterizzato da insulino-resistenza dei tessuti e ridotta secrezione di insulina;
  • diabete gestazionale, con iperglicemia prima rilevata durante la gravidanza e di solito passa dopo il parto;
  • altre forme di diabete a causa di disturbi endocrini combinati (endocrinopatie) o disfunzione del pancreas in infezioni, intossicazioni, esposizione a farmaci, pancreatite, condizioni autoimmuni o malattie geneticamente determinate.

Nelle donne in gravidanza, si dovrebbe distinguere tra diabete gestazionale e scompenso del diabete mellito (pregestazionale) preesistente.

Caratteristiche del diabete gestazionale

La patogenesi dello sviluppo del diabete nelle donne in gravidanza è composta da diversi componenti. Il ruolo più importante è giocato dallo squilibrio funzionale tra l'effetto ipoglicemico dell'insulina e l'effetto iperglicemico di un gruppo di altri ormoni. A poco a poco l'aumento della resistenza all'insulina nei tessuti aggrava il quadro dell'insufficienza insulare relativa. Un'ipodynamia, l'aumento di peso con un aumento della percentuale di tessuto adiposo e un aumento spesso marcato del contenuto calorico totale del cibo diventano fattori stimolanti.

Lo sfondo per i disturbi endocrini durante la gravidanza sono cambiamenti metabolici fisiologici. Già nelle prime fasi della gestazione, si verifica un cambiamento nel metabolismo. Di conseguenza, al minimo segno di una diminuzione dell'assorbimento di glucosio da parte del feto, la principale via dei carboidrati dello scambio energetico passa rapidamente alla via lipidica di riserva. Questo meccanismo di difesa è chiamato il fenomeno del digiuno a digiuno. Fornisce un trasporto costante di glucosio attraverso la barriera placentare, anche con l'esaurimento del glicogeno e del substrato disponibili per la gluconeogenesi nel fegato della madre.

All'inizio della gravidanza, tale aggiustamento metabolico è sufficiente per soddisfare il fabbisogno energetico di un bambino in via di sviluppo. Successivamente, per superare l'insulino-resistenza, l'ipertrofia delle cellule beta delle isole di Lagnergans e un aumento della loro attività funzionale si sviluppa. L'aumento della quantità di insulina prodotta è compensata dall'accelerazione della sua distruzione, dovuta all'aumentato lavoro dei reni e all'attivazione della placenta insulinica. Ma già nel secondo trimestre di gravidanza, la placenta in fase di maturazione inizia a svolgere una funzione endocrina, che può influire sul metabolismo dei carboidrati.

Gli antagonisti dell'insulina sono ormoni steroidei e steroidei sintetizzati dalla placenta (progesterone e lattogeno placentare), estrogeni e cortisolo secreto dalle ghiandole surrenali della madre. Sono considerati potenzialmente diabetogeni, con gli ormoni fetoplacentari che hanno l'effetto maggiore. La loro concentrazione inizia ad aumentare dalle 16-18 settimane di gestazione. E di solito, entro la ventesima settimana, i primi sintomi di laboratorio del diabete gestazionale compaiono in una donna incinta con relativa insufficienza insulare. Il più delle volte, la malattia viene rilevata alle 24-28 settimane e una donna potrebbe non mostrare i tipici disturbi.

A volte, viene diagnosticato solo un cambiamento nella tolleranza al glucosio, che è considerato prediabete. In questo caso, la mancanza di insulina si manifesta solo con un'assunzione eccessiva di carboidrati dal cibo e con altri momenti provocatori.

Secondo dati moderni, il diabete delle donne in gravidanza non è accompagnato dalla morte delle cellule pancreatiche o da un cambiamento nella molecola di insulina. Questo è il motivo per cui i disturbi endocrini insorti in una donna sono reversibili e spesso si fermano in modo indipendente poco dopo il parto.

In che modo il diabete gestazionale è pericoloso per un bambino?

Quando il diabete gestazionale viene rilevato in una donna incinta, ci sono sempre domande sull'effetto sul bambino e sul fatto che il trattamento sia realmente necessario. Dopotutto, molto spesso questa malattia non rappresenta una minaccia immediata per la vita della futura madre e non modifica in modo significativo il suo stato di salute. Ma il trattamento è necessario prima di tutto per prevenire le complicanze perinatali e ostetriche della gravidanza.

Il diabete porta a compromissione della microcircolazione nei tessuti della madre. Uno spasmo di piccoli vasi è accompagnato da un danno all'endotelio in essi, dall'attivazione della perossidazione lipidica, provoca una DIC cronica. Tutto ciò contribuisce all'insufficienza placentare cronica con ipossia fetale.

Anche l'eccessiva assunzione di glucosio nel bambino non è un fenomeno innocuo. Dopo tutto, il suo pancreas non produce la quantità necessaria di ormone e l'insulina materna non penetra la barriera placentare. E in nessun modo è il livello corretto di glucosio che porta a disturbi dyscirculatory e metabolici. Un'iperlipidemia secondaria provoca cambiamenti strutturali e funzionali nelle membrane cellulari, aggravando l'ipossia dei tessuti fetali.

L'iperglicemia provoca l'ipertrofia delle cellule beta pancreatiche o la loro precedente deplezione in un bambino. Di conseguenza, il neonato può sperimentare marcati disturbi del metabolismo dei carboidrati con condizioni critiche per la vita. Se il diabete gestazionale non viene corretto e nel 3 ° trimestre di gravidanza, nel feto si sviluppa macrosomia (grande peso corporeo) con obesità displastica, splenosi ed epatomegalia. In questo caso, il più spesso alla nascita, l'immaturità del sistema respiratorio, cardiovascolare e digestivo è annotata. Tutto questo si riferisce alla fetopatia diabetica.

Le principali complicanze del diabete gestazionale includono:

  • ipossia fetale con ritardo di crescita intrauterino;
  • consegna prematura;
  • morte fetale fetale;
  • alta mortalità infantile tra i bambini nati da donne con diabete gestazionale;
  • macrosomia, che porta ad un complicato decorso del travaglio e aumenta il rischio di lesioni alla nascita in un bambino (frattura della clavicola, paralisi di Erb, paralisi del nervo frenico, lesioni al cranio e alla colonna cervicale) e danni al canale del parto della madre;
  • preeclampsia, pre-eclampsia ed eclampsia in una donna incinta;
  • infezioni ricorrenti del tratto urinario spesso durante la gravidanza;
  • lesioni fungine delle mucose (compresi gli organi genitali).

Alcuni medici si riferiscono alle complicanze del diabete gestazionale come aborto spontaneo nelle fasi iniziali. Ma molto probabilmente la causa dell'aborto è lo scompenso del diabete pregestazionale precedentemente non diagnosticato.

Sintomi e diagnosi

Le donne incinte che soffrono di diabete raramente presentano disturbi che sono caratteristici di questa malattia. I segni tipici sono generalmente moderatamente pronunciati e le donne sono generalmente considerate le loro manifestazioni fisiologiche dei 2 e 3 trimestri. Disuria, sete, prurito, insufficiente aumento di peso possono verificarsi non solo nel diabete gestazionale. Pertanto, i principali nella diagnosi di questa malattia sono test di laboratorio. E l'ecografia ostetrica aiuta a chiarire la gravità dell'insufficienza placentare e ad identificare i segni di patologia dello sviluppo fetale.

Lo screening è la determinazione della glicemia nelle donne in gravidanza a stomaco vuoto. Viene eseguito regolarmente a partire dalla ventesima settimana di gestazione. Al ricevimento delle soglie glicemiche, viene assegnato un test per determinare la tolleranza al glucosio. E nelle donne incinte di un gruppo ad alto rischio per lo sviluppo del diabete gestazionale, tale test viene preferibilmente eseguito alla prima comparsa alla reception e nuovamente per un periodo di 24-28 settimane, anche con un normale livello di glucosio a digiuno.

La glicemia da 7 mmol / l a stomaco vuoto in sangue intero capillare o da 6 mmol / l a stomaco vuoto nel plasma venoso è un indicatore diagnostico diagnostico affidabile nel diabete gestazionale. Anche un sintomo della malattia è la rilevazione di iperglicemia superiore a 11,1 mmol / l con una misurazione casuale durante il giorno.

Condurre un test di tolleranza al glucosio (test di tolleranza al glucosio) richiede un'attenta osservanza delle condizioni. Entro 3 giorni, la donna dovrebbe seguire la sua dieta abituale e l'attività fisica, senza le restrizioni raccomandate per il diabete. La cena alla vigilia del test dovrebbe contenere 30-50 g di carboidrati. L'analisi viene effettuata rigorosamente a stomaco vuoto, dopo un digiuno di 12-14 ore. Durante il test, fumo, assunzione di farmaci, esercizio (comprese le scale), cibo e bevande sono esclusi.

Il primo test è sangue preso a stomaco vuoto. Dopo di ciò, la donna incinta è autorizzata a bere una soluzione di glucosio appena preparato (75 g di sostanza secca per 300 ml di acqua). Per valutare le dinamiche della glicemia e identificare i suoi picchi nascosti, i campioni ripetuti dovrebbero essere assunti ogni 30 minuti. Ma spesso viene misurata solo la glicemia, 2 ore dopo aver preso la soluzione di prova.

Normalmente, 2 ore dopo il carico di zucchero, la glicemia non deve essere superiore a 7,8 mmol / l. Una diminuzione della tolleranza è indicata con indicatori di 7,8-10,9 mmol / l. E il diabete gestazionale viene diagnosticato con un risultato di 11,0 mmol / l.

La diagnosi di diabete mellito gestazionale non può essere basata sulla determinazione del glucosio urinario (glucosuria) o sulla misurazione del livello di glucosio da parte dei misuratori di glucosio ematici domestici con strisce reattive. Solo esami del sangue di laboratorio standardizzati possono confermare o escludere questa malattia.

Algoritmo per screening e diagnostica per GSD

Problemi di trattamento

Terapia insulinica

È necessario l'auto monitoraggio del livello di glucosio nel sangue venoso periferico utilizzando glucometri. Una donna incinta analizza da sola a stomaco vuoto e 1-2 ore dopo un pasto, registrando i dati insieme al contenuto calorico del cibo preso in un diario speciale.

Se la dieta ipocalorica con diabete gestazionale non ha portato alla normalizzazione degli indicatori glicemici, il medico prende una decisione sulla nomina della terapia insulinica. Allo stesso tempo, insuline di azione breve e ultracorta sono prescritte nel modo di iniezioni riutilizzabili tenendo conto del contenuto calorico di ogni pasto e il livello di glucosio. Talvolta si utilizzano anche insuline con una durata media di azione. Ad ogni appuntamento, il medico regola il regime di trattamento, tenendo conto dei dati di autocontrollo, della dinamica dello sviluppo del feto e dei segni ecografici della fetopatia diabetica.

Le iniezioni di insulina vengono effettuate con una siringa speciale per via sottocutanea. Molto spesso, una donna non ha bisogno di aiuto esterno, l'endocrinologo o il personale della Diabetes School svolge attività di formazione. Se la dose giornaliera necessaria di insulina supera 100 U, si può decidere di installare una pompa per insulina sottocutanea permanente. L'uso di agenti ipoglicemizzanti orali durante la gravidanza è proibito.

Come terapia adiuvante, i farmaci possono essere utilizzati per migliorare la microcircolazione e per curare l'insufficienza della placenta, l'hofitolo e le vitamine.

Nutrizione per il diabete gestazionale

Durante la gravidanza, la terapia dietetica è la base del trattamento per il diabete e la ridotta tolleranza al glucosio. Questo tiene conto del peso corporeo e dell'attività fisica delle donne. Le raccomandazioni dietetiche comprendono la correzione della dieta, la composizione del cibo e il suo contenuto calorico. Il menu di una donna incinta con diabete mellito gestazionale dovrebbe, inoltre, garantire l'apporto di nutrienti e vitamine essenziali e contribuire alla normalizzazione del tratto gastrointestinale. Tra i 3 pasti principali è necessario organizzare degli spuntini, con il contenuto calorico principale dovrebbe cadere nella prima metà della giornata. Ma l'ultimo spuntino prima di coricarsi dovrebbe includere anche i carboidrati nella quantità di 15-30 g.

Cosa puoi mangiare con il diabete in gravidanza? Si tratta di varietà a basso contenuto di grassi di pollame, carne e pesce, alimenti ricchi di fibre (verdure, legumi e cereali), verdure, latticini a basso contenuto di grassi e prodotti a base di latte fermentato, uova, oli vegetali, noci. Al fine di determinare quali frutti possono essere introdotti nella dieta, è necessario stimare il tasso di aumento del livello di glucosio nel sangue poco dopo che sono stati assunti. Mele, pere, melograni, agrumi, pesche sono generalmente ammessi. È consentito utilizzare ananas fresco in una piccola quantità o succo di ananas senza aggiungere zucchero. Ma le banane e l'uva sono meglio escludere dal menu, contengono carboidrati facilmente digeribili e contribuiscono alla rapida crescita di picco della glicemia.

Consegna e prognosi

Le nascite con diabete mellito gestazionale possono essere naturali o con taglio cesareo. Le tattiche dipendono dal peso atteso del feto, dai parametri della pelvi della madre, dal grado di compensazione per la malattia.

A parti indipendenti, ogni 2 ore controllano il livello di glucosio, e quando sono inclini a condizioni ipoglicemiche e ipoglicemiche - ogni ora. Se una donna durante la gravidanza era in terapia insulinica, il farmaco durante il travaglio viene somministrato usando una pompa per infusione. Se ha avuto abbastanza terapia dietetica, la decisione sull'uso di insulina viene presa in base al livello di glicemia. Per il taglio cesareo è necessario il monitoraggio della glicemia prima dell'intervento chirurgico, prima di rimuovere il bambino, dopo aver rimosso la placenta e successivamente ogni 2 ore.

Con la rilevazione tempestiva del diabete gestazionale e il raggiungimento di un compenso stabile della malattia durante la gravidanza, la prognosi per la madre e il bambino è favorevole. Tuttavia, i neonati sono a rischio di mortalità infantile e richiedono un attento monitoraggio da parte di un neonatologo e un pediatra. Ma per una donna, gli effetti del diabete nelle donne in gravidanza possono diventare evidenti anche diversi anni dopo un parto sicuro sotto forma di diabete di tipo 2 o pre-diabete.

Diabete gestazionale durante la gravidanza - una spiacevole sorpresa

Se molti di noi hanno sentito parlare del solito diabete mellito, pochissime persone hanno familiarità con il diabete gestazionale. Il dabet gestazionale è un aumento del livello di glucosio (zucchero) nel sangue, che è stato rilevato per la prima volta durante la gravidanza.

La malattia non è così comune - solo il 4% di tutte le gravidanze - ma, nel caso, è necessario conoscerla, se non altro perché questa malattia è tutt'altro che innocua.

Diabete gestazionale in gravidanza: conseguenze e rischi

Il diabete durante la gravidanza può influire negativamente sullo sviluppo del feto. Se si verifica nelle prime fasi della gravidanza, aumenta il rischio di aborto e, ancora peggio, la comparsa di malformazioni congenite nel bambino. Molto spesso colpiti sono gli organi più importanti delle briciole: il cuore e il cervello.

Il diabete gestazionale, che ha avuto inizio nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, diventa la causa dell'alimentazione e della crescita eccessiva del feto. Ciò porta all'iperinsulinemia: dopo il parto, quando il bambino non riceve più una tale quantità di glucosio dalla madre, i livelli di zucchero nel sangue diminuiscono fino a livelli molto bassi.

Se questa malattia non viene identificata e non viene trattata, può portare allo sviluppo della fetopatia diabetica - una complicazione nel feto, che si sviluppa a causa di una violazione del metabolismo dei carboidrati nel corpo della madre.

Segni di fetopatia diabetica in un bambino:

  • grandi dimensioni (peso superiore a 4 kg);
  • violazione delle proporzioni del corpo (arti sottili, pancia grande);
  • gonfiore dei tessuti, depositi eccessivi di grasso sottocutaneo;

  • ittero;
  • disturbi respiratori;
  • ipoglicemia dei neonati, aumento della viscosità del sangue e rischio di coaguli di sangue, bassi livelli di calcio e magnesio nel sangue del neonato.
  • Come si manifesta il diabete gestazionale in gravidanza?

    Durante la gravidanza, il corpo femminile non è semplicemente un aumento ormonale, e tutta la tempesta ormonale, e una delle conseguenze di questi cambiamenti è una violazione della tolleranza del corpo al glucosio - qualcuno più forte, qualcuno più debole. Cosa significa? Il livello di zucchero nel sangue è alto (superiore al limite superiore della norma), ma ancora non abbastanza per essere in grado di fare una diagnosi "diabete".

    Nel terzo trimestre di gravidanza, a seguito di nuovi cambiamenti ormonali possono sviluppare il diabete gestazionale. Il meccanismo della sua comparsa è che il pancreas di donne in gravidanza produce 3 volte più insulina rispetto alle altre persone - per compensare l'azione degli ormoni specifici del livello di zucchero contenuto nel sangue.

    Se lei non affronta questa funzione con una crescente concentrazione di ormoni, allora un tale fenomeno si presenta come diabete mellito gestazionale durante la gravidanza.

    Il gruppo di rischio per il diabete gestazionale durante la gravidanza

    Ci sono alcuni fattori di rischio che aumentano la probabilità che una donna sviluppi il diabete gestazionale durante la gravidanza. Tuttavia, la presenza di tutti questi fattori non garantisce che il diabete si verifichi, così come l'assenza di questi fattori avversi non garantisce una protezione al 100% contro questa malattia.

    1. Sovrappeso, osservato in una donna prima della gravidanza (specialmente se il peso ha superato la norma del 20% o più);
    2. Nazionalità. Si scopre che ci sono alcuni gruppi etnici in cui il diabete gestazionale è osservato molto più spesso che in altri. Questi includono negri, ispanici, nativi americani e asiatici;
    3. Alto livello di zucchero in base ai risultati dei test delle urine;
    4. Tolleranza al glucosio compromessa (come abbiamo già detto, il livello di zucchero è al di sopra della norma, ma non tanto da fare una diagnosi di diabete);
    5. Eredità. Il diabete è una delle più gravi malattie ereditarie, il suo rischio aumenta se qualcuno vicino a te nella tua linea era diabetico;
    6. La nascita precedente di un bambino di grandi dimensioni (oltre 4 kg);
    7. La precedente nascita di un bambino nato morto;
    8. Ti è già stato diagnosticato il diabete gestazionale durante una precedente gravidanza;
    9. Polidramnios, cioè troppa acqua amniotica.

    Diagnosi del diabete gestazionale

    Se ti trovi in ​​diversi segni che sono a rischio, informi il medico - potrebbe essere previsto un esame supplementare. Se non si trova nulla di negativo, passerai un'altra analisi insieme a tutte le altre donne. Tutti gli altri sono sottoposti a screening per il diabete gestazionale tra la 24a e la 28a settimana di gravidanza.

    Come accadrà questo? Ti verrà chiesto di fare un'analisi chiamata "test di tolleranza al glucosio orale". Avrai bisogno di bere un liquido dolcificato contenente 50 grammi di zucchero. Dopo 20 minuti ci sarà uno stadio meno piacevole - prendendo il sangue da una vena. Il fatto è che questo zucchero viene rapidamente assorbito, dopo 30-60 minuti, ma le letture individuali differiscono, e questo è ciò che interessa ai medici. In questo modo, scoprono quanto bene il corpo è in grado di metabolizzare una soluzione dolce e assorbire il glucosio.

    Nel caso in cui il modulo nella colonna "risultati dell'analisi" conterrà la figura 140mg / dl (7,7 mmol / l) o superiore, questo è già un livello elevato. Farai un'altra analisi, ma questa volta - dopo diverse ore di digiuno.

    Trattamento del diabete gestazionale

    La vita per i diabetici, francamente, non è lo zucchero - sia letteralmente che figurativamente. Ma questa malattia può essere controllata se sai come e seguendo le istruzioni mediche.

    Quindi, cosa contribuirà a far fronte al diabete gestazionale durante la gravidanza?

    1. Controllare i livelli di zucchero nel sangue. Questo viene fatto 4 volte al giorno - a stomaco vuoto e 2 ore dopo ogni pasto. Potresti aver bisogno anche di assegni supplementari - prima dei pasti;
    2. Test delle urine I corpi chetonici non dovrebbero apparire in esso - indicano che il diabete mellito non è controllato;
    3. Rispetto di una dieta speciale, che vi dirà il medico. Questa domanda sarà discussa di seguito;
    4. Esercizio ragionevole su consiglio del medico;
    5. Controllo del peso;
    6. Terapia insulinica secondo necessità. Attualmente, solo l'insulina può essere utilizzata come farmaco antidiabetico durante la gravidanza;
    7. Controllo della pressione arteriosa.

    Dieta per il diabete gestazionale

    Se hai il diabete gestazionale, dovrai riconsiderare la tua dieta - questa è una delle condizioni per il trattamento di successo di questa malattia. Di solito nel diabete, si raccomanda di ridurre il peso corporeo (questo contribuisce ad aumentare l'insulino-resistenza), ma la gravidanza non è un tempo per perdere peso, perché il feto dovrebbe ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Ciò significa che è necessario ridurre il contenuto calorico del cibo, senza ridurne il valore nutrizionale.

    1. Mangia piccoli pasti 3 volte al giorno e altri 2-3 volte allo stesso tempo. Non saltare i pasti! La colazione dovrebbe essere al 40-45% di carboidrati, l'ultimo spuntino serale dovrebbe contenere anche carboidrati, circa 15-30 grammi.

    2. Evitare cibi fritti e grassi, così come cibi ricchi di carboidrati facilmente digeribili. Questi includono, per esempio, pasticcini, così come pasticcini e alcuni frutti (banana, cachi, uva, ciliegie, fichi). Tutti questi prodotti sono rapidamente assorbiti e provocano un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, hanno pochi nutrienti, ma un sacco di calorie. Inoltre, per livellare il loro alto effetto glicemico, è necessaria troppa insulina, che è un lusso insostenibile nel diabete.

    3. Se si sente male al mattino, tenere sul comodino o cracker secchi e biscotti salati, mangiare un paio di pezzi, prima di uscire dal letto. Se è in trattamento con insulina, e nei malati di mattina - assicurarsi di sapere come trattare con basso livello di zucchero nel sangue.

    4. Non mangiare fast food. Si tratta di un'elaborazione preindustriale per ridurre il tempo della loro preparazione, ma il loro effetto sull'aumento dell'indice glicemico è maggiore di quello degli analoghi naturali. Pertanto, escludere dalla dieta di tagliatelle sublimate, zuppa-pranzo "per 5 minuti" dal sacchetto, porridge istantaneo, purè di patate liofilizzato.

    5. Presta attenzione ai cibi ricchi di fibre: cereali, riso, pasta, verdure, frutta, pane integrale. Questo è vero non solo per le donne con diabete gestazionale - ogni donna incinta dovrebbe mangiare 20-35 grammi di fibre al giorno. Quale fibra è così utile per i diabetici? Stimola le viscere e rallenta l'assorbimento del grasso in eccesso e dello zucchero nel sangue. Anche i cibi ricchi di fibre contengono molte vitamine e minerali essenziali.

    6. Il grasso saturo nella dieta quotidiana non deve essere superiore al 10%. E in generale, mangia meno cibi che contengono grassi "nascosti" e "visibili". Escludere salsicce, wieners, salsicce, pancetta, carne affumicata, maiale, agnello. Molto preferibile alle carni magre: tacchino, manzo, pollo e pesce. Rimuovere tutti i grassi visibili dalla carne: grasso dalla carne e dal pollame - pelle. Cuocere il tutto in un modo delicato: bollire, infornare, cuocere a vapore.

    7. Cuocere non grasso, ma su olio vegetale, ma non dovrebbe essere troppo.

    8. Bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno (8 bicchieri).

    9. Il tuo corpo non ha bisogno di grassi come la margarina, burro, maionese, panna acida, noci, semi, crema di formaggio, salse.

    10. Stanco dei divieti? Ci sono alcuni alimenti che puoi mangiare senza restrizioni - contengono poche calorie e carboidrati. Questi sono cetrioli, pomodori, zucchine, funghi, ravanelli, zucchine, sedano, lattuga, fagiolini, cavoli. Mangiateli nei pasti principali o come snack, preferibilmente sotto forma di insalate o bollite (fate bollire come al solito o al vapore).

    11. Assicurati che il tuo corpo sia dotato di tutto il complesso di vitamine e minerali necessari durante la gravidanza: chiedi al tuo medico se hai bisogno di assumere più vitamine e minerali.

    Se la terapia dietetica non aiuta, e lo zucchero nel sangue rimane ad un livello elevato, o ad un livello normale di zucchero nei corpi chetonici delle urine, viene costantemente rilevato - ti verrà prescritta una terapia insulinica.

    L'insulina viene somministrata solo per iniezione, perché è una proteina, e se si tenta di racchiuderla in pillole, essa collasserà completamente sotto l'influenza dei nostri enzimi digestivi.

    I disinfettanti vengono aggiunti alle preparazioni di insulina, quindi non strofinare la pelle con alcool prima dell'iniezione - l'alcol distrugge l'insulina. Naturalmente, è necessario utilizzare siringhe monouso e seguire le regole dell'igiene personale. Tutte le altre sottigliezze della terapia insulinica diranno al medico curante.

    Esercizio per la gravidanza del diabete gestazionale

    Non hai bisogno di pensare? Al contrario, aiuteranno a mantenere una buona salute, mantenere il tono muscolare, recuperare più velocemente dopo il parto. Inoltre, migliorano l'azione dell'insulina e aiutano a non ingrassare. Tutto ciò contribuisce al mantenimento di livelli ottimali di zucchero nel sangue.

    Partecipa alle solite attività che ti piacciono e porta piacere: camminare, ginnastica, esercizi in acqua. Nessun carico sullo stomaco - sui tuoi esercizi preferiti "alla stampa" finché non devi dimenticarti. Non dovresti impegnarti in quegli sport che sono pieni di infortuni e cadute - equitazione, ciclismo, pattinaggio, sci, ecc. Maggiori informazioni sulla ricarica per le donne in gravidanza →

    Tutti carichi - dal benessere! Se ti senti male, dolore nel basso addome o nella schiena, fermati e prendi un respiro.

    Se si sta seguendo una terapia insulinica, è importante sapere che l'ipoglicemia può verificarsi durante l'esercizio, poiché sia ​​l'attività fisica che l'insulina riducono la quantità di zucchero nel sangue. Controllare i livelli di zucchero nel sangue prima e dopo l'esercizio. Se hai iniziato a praticare un'ora dopo aver mangiato, dopo le lezioni puoi mangiare un panino o una mela. Se sono trascorse più di 2 ore dall'ultimo pasto, è meglio fare uno spuntino prima dell'allenamento. Assicurati di prendere un succo o uno zucchero in caso di ipoglicemia.

    Diabete gestazionale e parto

    La buona notizia è che dopo il parto, il diabete gestazionale di solito scompare - si sviluppa nel diabete mellito solo nel 20-25% dei casi. È vero, il parto stesso può essere complicato a causa di questa diagnosi. Ad esempio, a causa della già menzionata sovralimentazione del feto, il bambino potrebbe nascere molto grande.

    Molti, forse, vorrebbero avere un "guerriero", ma le grandi dimensioni del bambino possono essere un problema durante il travaglio e il parto: nella maggior parte di questi casi viene eseguito un taglio cesareo e, in caso di parto naturale, c'è il rischio di lesioni alle spalle del bambino.

    Con il diabete gestazionale, i bambini nascono con poco zucchero nel sangue, ma questo è riparabile semplicemente nutrendosi. Se non c'è ancora latte e il colostro non è abbastanza per il bambino, il bambino viene nutrito con miscele speciali per alzare il livello di zucchero al livello normale. Inoltre, lo staff medico monitora costantemente questo indicatore, misurando il livello di glucosio abbastanza spesso, prima di nutrirlo e 2 ore dopo.

    Di norma, non saranno necessarie misure speciali per normalizzare i livelli di zucchero nel sangue della madre e del bambino: il bambino, come abbiamo già detto, ritorna normale grazie all'alimentazione e alla madre - con il rilascio della placenta, che è un "fattore fastidioso" perché produce ormoni. La prima volta dopo la nascita, dovrai seguire la dieta e misurare periodicamente il livello di zucchero, ma nel tempo, tutto dovrebbe tornare alla normalità.

    Prevenzione del diabete gestazionale

    Garantire al 100% che non si verificherà mai il diabete gestazionale non è - accade che le donne, dalla maggior parte degli indicatori a rischio, rimangano incinte, non si ammalino, e viceversa, questa malattia accade a donne che, sembrerebbe, non avevano nessun prerequisito.

    Se hai già avuto il diabete gestazionale durante una gravidanza precedente, la possibilità che ritorni è molto alta. Tuttavia, è possibile ridurre il rischio di sviluppare il diabete mellito gestazionale durante la gravidanza, mantenendo il proprio peso normale e non guadagnando troppo durante questi 9 mesi. Per mantenere un livello di zucchero nel sangue sicuro aiuterà e l'attività fisica - a condizione che siano regolari e non ti danno fastidio.

    Hai anche il rischio di sviluppare una forma permanente di diabete - diabete di tipo 2. Dovremo stare più attenti dopo il parto. Pertanto, non è opportuno assumere droghe che aumentano la resistenza all'insulina: acido nicotinico, farmaci glucocorticoidi (questi includono, ad esempio, desametasone e prednisone).

    Si noti che alcune pillole anticoncezionali possono aumentare il rischio di diabete - ad esempio, progestinico, ma questo non si applica ai farmaci a basso dosaggio. Nella scelta di un contraccettivo dopo il parto, seguire il consiglio di un medico

    Quando e perché il diabete si sviluppa nelle donne in gravidanza?

    La gravidanza significa un cambiamento radicale nell'equilibrio degli ormoni. E questa caratteristica naturale può portare al fatto che i componenti secreti dalla placenta impediranno al corpo materno di assumere insulina. Una concentrazione anormale di glucosio nel sangue viene rilevata in una donna. Il diabete gestazionale durante la gravidanza si verifica più spesso a metà del termine. Ma la sua precedente presenza è anche possibile.

    Leggi in questo articolo.

    Cause del diabete nelle donne in gravidanza

    Gli esperti non possono nominare l'ovvio colpevole nell'interruzione della risposta dei tessuti al glucosio nelle future mamme. Non c'è dubbio che i cambiamenti ormonali non hanno l'ultima importanza nella comparsa del diabete. Ma sono comuni a tutte le donne incinte e la malattia, fortunatamente, non viene diagnosticata in questa situazione per tutti. Per coloro che hanno sofferto, hanno notato:

    • Propensione ereditaria. Se ci sono casi di diabete nella famiglia, c'è anche una maggiore probabilità di insorgenza in una donna incinta rispetto ad altre.
    • Malattie autoimmuni che, a causa delle loro peculiarità, violano le funzioni del pancreas che produce insulina.
    • Infezioni virali frequenti. Sono anche in grado di sconvolgere la funzione del pancreas.
    • Stile di vita passivo e cibo ipercalorico. Portano a un eccesso di peso e, se esisteva prima del concepimento, la donna è a rischio. Comprende anche coloro il cui peso corporeo è aumentato di 5-10 kg nell'adolescenza in poco tempo e il suo indice è diventato più alto di 25.
    • Età da 35 anni. Coloro che hanno meno di 30 anni al momento della gravidanza sono a rischio di contrarre un diabete gestazionale inferiore.
    • Nascita nel passato, un bambino di oltre 4,5 kg o un bambino morto per motivi inspiegabili.

    Segni per sospettare il diabete gestazionale

    In una fase precoce, il diabete mellito durante la gravidanza quasi non manifesta sintomi. Ecco perché le future mamme hanno bisogno di controllare la concentrazione di zucchero nel sangue. Inizialmente, possono notare che hanno iniziato a bere un po 'più di acqua, hanno perso un po' di peso, anche se non ci sono ragioni visibili per perdere peso. Alcune persone trovano più piacevole per loro sdraiarsi o sedersi che muoversi.

    Con lo sviluppo del malessere, una donna può sentirsi:

    • La necessità di una grande quantità di liquido. Nonostante la sua soddisfazione, bocca asciutta e preoccupata.
    • La necessità di urinare più spesso, il liquido lascia molto più del solito.
    • Stanchezza aumentata La gravidanza richiede molta energia, e ora il desiderio di riposare in una donna si manifesta più rapidamente di prima, con il diabete il senso di sé non corrisponde al carico risultante.
    • Visione alterata Occasionalmente possono apparire occhi sfocati negli occhi.
    • Prurito della pelle, può anche prudere le mucose.
    • Significativo aumento del fabbisogno di cibo e rapido aumento di peso.

    Il primo e l'ultimo segno di diabete durante la gravidanza sono difficili da separare dalla situazione stessa. Dopotutto, nelle donne sane, in attesa di neonati, l'appetito e la sete spesso aumentano.

    Come sbarazzarsi del diabete durante la gravidanza

    Nella prima fase dello sviluppo, il diabete gestazionale viene trattato ottimizzando lo stile di vita e la nutrizione. Il controllo sul contenuto quantitativo di glucosio a stomaco vuoto, così come 2 ore dopo ogni pasto, diventa indispensabile. A volte può essere necessaria una misurazione del livello dello zucchero prima di esso.

    Il principale in questa fase è la dieta e l'attività fisica.

    Nutrizione per il diabete gestazionale

    È impossibile morire di fame una donna incinta, il feto deve avere tutto il necessario e lo zucchero da una mancanza di cibo sta crescendo. La futura madre dovrà aderire ai principi sani del cibo:

    • Le porzioni dovrebbero essere piccole e i pasti dovrebbero essere frequenti. Se ci sono 5 - 6 volte al giorno, è possibile mantenere il peso ottimale.
    • La più grande quantità di carboidrati lenti (40 - 45% del cibo totale) dovrebbe essere a colazione. Questi sono porridge, riso, maccheroni, pane.
    • È importante prestare attenzione alla composizione dei prodotti, differendo fino a tempi migliori frutta zuccherata, cioccolato, dolci. Fast food, noci e semi sono esclusi. Alla ricerca di verdure, cereali, pollame, coniglio. Il grasso deve essere rimosso, dovrebbe essere mangiato non più del 10% della quantità totale di cibo al giorno. Utile non avrà nella composizione di una grande quantità di frutti di zucchero, bacche, così come i verdi.
    • Non puoi mangiare una cottura istantanea. Con lo stesso nome del naturale, contengono più glucosio. Discorso sui cereali liofilizzati, purè di patate, pasta.
    • Il cibo non può essere fritto, basta cucinare o cuocere a vapore. Se stufate, quindi con una piccola quantità di olio vegetale.
    • La nausea mattutina può essere combattuta con un biscotto secco e non zuccherato. Si mangia al mattino senza alzarsi dal letto.
    • Cetrioli, pomodori, zucchine, lattuga, cavoli, fagioli, funghi possono essere consumati in grandi quantità. Sono a basso contenuto di calorie e il loro indice glicemico è basso.
    • I complessi di vitamine e minerali sono accettati solo su raccomandazione di un dottore. Molti contengono glucosio, il cui eccesso è ora dannoso.

    Acqua con questo tipo di cibo è necessario bere fino a 8 bicchieri al giorno.

    medicina

    Se i cambiamenti nell'alimentazione non danno un effetto, cioè il livello di glucosio rimane aumentato, o l'analisi delle urine è cattiva con lo zucchero normale, l'insulina dovrà essere iniettata. La dose in ciascun caso è determinata dal medico, a partire dal peso del paziente e dalla durata della gravidanza.

    L'insulina viene somministrata per via endovenosa, solitamente divisa per 2 volte la dose. Il primo si punge prima di colazione, il secondo prima di cena. La dieta con terapia farmacologica viene mantenuta, così come il regolare monitoraggio della concentrazione di glucosio nel sangue.

    Attività fisica

    L'attività fisica è necessaria indipendentemente dal fatto che il resto del trattamento sia limitato a una dieta o che una donna incinta inietti l'insulina. Lo sport aiuta a spendere l'energia in eccesso, a normalizzare l'equilibrio delle sostanze, ad aumentare l'efficacia dell'ormone privo di diabete gestazionale.

    Il movimento non dovrebbe essere all'esaurimento, è necessario escludere la possibilità di lesioni. Camminare, fare esercizio in palestra (eccetto cullare la stampa), fare il bagno.

    Raccomandiamo di leggere l'articolo sulla compatibilità degli sport e della gravidanza. Da esso imparerai quale attività fisica è accettabile per la madre, quali tipi saranno i più ottimali, e cosa c'è di meglio da fare per una ragazza che non è stata allenata da molto tempo.

    Prevenzione del diabete gestazionale

    Le donne specializzate a rischio spiegheranno il pericolo del diabete gestazionale durante la gravidanza. La patologia della madre crea molte minacce a lei e al feto:

    • Nel primo periodo aumenta la probabilità di aborto spontaneo. Quando il diabete gestazionale crea un conflitto tra il suo corpo e il feto. Cerca di respingere l'embrione.
    • L'ispessimento dei vasi della placenta a causa del diabete gestazionale porta a una ridotta circolazione del sangue in quest'area, riducendo quindi la produzione di ossigeno e sostanze nutritive da parte del feto.
    • Originaria di 16-20 settimane, la malattia può portare a una formazione difettosa del sistema cardiovascolare e del cervello fetale, per stimolare la sua crescita eccessiva.
    • Il parto può iniziare prematuramente. E le grandi dimensioni del feto costringono un taglio cesareo. Se la nascita è naturale, creerà un rischio di lesioni per la madre e il bambino.
    • Un bambino nato può essere minacciato di ittero, disturbi respiratori, ipoglicemia e aumento della coagulazione del sangue. Questi sono segni di fetopatia diabetica che causano altre patologie in un bambino nel periodo postnatale.
    • È più probabile che una donna abbia preeclampsia ed eclampsia. Entrambi i problemi sono pericolosi per l'ipertensione, le convulsioni, che durante il parto possono uccidere sia la madre che il bambino.
    • Successivamente, una donna ha un aumentato rischio di diabete.

    Per i motivi sopra elencati, anche la prevenzione della malattia è necessaria in un primo periodo, che comprende:

    • Visite regolari dal ginecologo È importante registrarsi presto, fare tutti i test necessari, specialmente quando si è a rischio.
    • Mantenere il peso corporeo ottimale. Se lei era più normale prima della gravidanza, è meglio perdere peso prima e poi pianificare.
    • Controllo della pressione arteriosa. L'ipertensione può indicare un aumento di zucchero e stimolarlo.
    • Smettere di fumare L'abitudine influenza le funzioni di molti organi, incluso il pancreas.

    Una donna con diabete gestazionale è abbastanza capace di non avere l'unico bambino sano. È necessario identificare la patologia nel tempo e fare sforzi per contenerlo.

    Circa i pericoli del diabete durante la gravidanza. Qual è la malattia pericolosa per il feto e la madre?

    In Russia, oltre 130.000 persone ogni anno identificano una malattia come il diabete. Anche i bambini sono a rischio. Tali statistiche indicano un problema socio-sanitario su larga scala che richiede un cambiamento radicale nello stile di vita dei pazienti.

    Eliminare la probabilità di sviluppare patologie consente una diagnosi precoce della malattia, soprattutto per le donne in gravidanza dovrebbe essere particolarmente attento alla loro salute. Nella nostra redazione parleremo dei pericoli del diabete in gravidanza.

    Rispondi a queste domande: come dovrebbero comportarsi le donne con questa patologia? Cosa è pericoloso nel diabete gravidico? Quali sono le conseguenze?

    Il diabete nelle donne in attesa della comparsa di un bambino porta a varie complicazioni.

    Diabete e gravidanza

    Disturbi dei meccanismi metabolici nelle donne in gravidanza possono comparire in diverse fasi della gestazione e causare le seguenti complicanze:

    • infiammazione del tratto urogenitale;
    • flusso di acqua alta;
    • preeclampsia (grave preeclampsia);
    • rilascio prematuro di liquido amniotico;
    • patologia nel lavoro;
    • disturbi dello sviluppo nel bambino;
    • malformazioni congenite;
    • macrosomia (un eccesso significativo della norma di peso corporeo alla nascita di un bambino);
    • nati morti.

    Le suddette complicazioni possono verificarsi con qualsiasi grado di disordini metabolici nel corpo, indipendentemente dal tipo di diabete, sia che sia stato diagnosticato per la prima volta durante la gravidanza, sia che sia stato diagnosticato prima.

    Una delle complicazioni del diabete nelle donne in gravidanza è il ritiro prematuro del liquido amniotico.

    Ma, nonostante tutte le possibili conseguenze, la gravidanza con il diabete può portare gioia alle donne. Se questo è il diabete pregestazionale, allora c'è una grande percentuale della probabilità di una gestazione senza problemi e della nascita di un bambino sano. Il metodo di gestione della gravidanza con la patologia di questo tipo è molto diffuso nella pratica medica, e va notato, è soddisfatto del successo.

    È importante Durante la gravidanza, le donne con diagnosi di diabete devono visitare regolarmente il medico e seguire scrupolosamente le sue raccomandazioni.

    Per quanto riguarda il diabete gestazionale, è anche erroneamente chiamato diabete mellito remoto, in gravidanza viene diagnosticato nella fase di gestazione in quelle donne che non hanno predisposizione alla malattia. Si sviluppa sullo sfondo di una radicale ristrutturazione del corpo.

    In questo periodo straordinario, il corpo richiede grandi carichi aggiuntivi e, di conseguenza, il pancreas semplicemente non affronta le sue funzioni e cessa di produrre la quantità necessaria di insulina.

    Consiglio. La registrazione anticipata di una donna incinta rende possibile nelle prime fasi prestare attenzione alla mancanza di insulina e iniziare tempestivamente misure terapeutiche.

    È necessario supportare le future mamme e dire che il diabete gestazionale in 30 casi su 100 è combinato con la gravidanza e nella maggior parte dei casi tutti i sintomi del diabete dopo il parto scompaiono senza lasciare traccia. Ma, durante i primi mesi, dovresti sottoporti regolarmente a esami medici e fare tutti i test necessari.

    Tutto sul diabete nelle donne in gravidanza

    Tutti sanno che il glucosio è necessario per mantenere il normale funzionamento del corpo, questa sostanza è una sorta di combustibile (energia). L'accumulo di zucchero si verifica nel tessuto cellulare del fegato, così come i muscoli e il tessuto adiposo.

    Un esame del sangue può mostrare la presenza di zucchero solo in caso di un malfunzionamento del pancreas, perché è questo organo che è responsabile della produzione di insulina, che sopprime un eccesso di glucosio e lo invia in una forma modificata (glicogeno) nelle cellule. L'eccesso di sostanza si osserva con il consumo frequente di cibi dolci e alimenti ricchi di carboidrati semplici.

    Inoltre, il glucosio entra nel plasma durante la scissione del glicogeno. L'eccesso di zucchero porta alla formazione del diabete. Nel periodo di gestazione, il rischio di sviluppare la malattia è notato in violazione dei processi metabolici.

    Che tipo di malattia e cosa è pericoloso?

    Il diabete mellito è una malattia caratterizzata da una carenza assoluta o relativa dell'insulina ormonale, che contribuisce al trasporto di zucchero nel tessuto cellulare e alla formazione di glicogeno (riserva di glucosio). La diagnosi viene fatta sulla base di un esame del sangue per lo zucchero, un livello elevato indica lo sviluppo della patologia.

    Consideriamo ciò che minaccia il diabete, quali cambiamenti si verificano nel corpo?

    Quando i meccanismi metabolici sono disturbati nel corpo, si notano i seguenti cambiamenti:

    • lesioni di piccole navi localizzate nei bulbi oculari (è possibile una perdita della vista assoluta o relativa);
    • insufficienza renale (sviluppo di insufficienza renale);
    • la comparsa di lesioni cutanee;
    • indebolimento della funzione muscolare;
    • disturbi del sistema nervoso;
    • disfunzione gastrointestinale;
    • indebolimento del sistema immunitario.

    Attenzione. L'indebolimento della funzione immunitaria causa gravi infezioni batteriche.

    Nei pazienti con diabete, il rischio di formazioni pustolose sulla pelle aumenta, la foruncolosi è possibile.

    classificazione

    Nelle donne incinte, ci sono diversi tipi di malattia.

    Tabella numero 1. Classificazione della malattia nelle donne in gravidanza:

    • La malattia di tipo I è caratterizzata da una carenza assoluta di insulina, marcata morte completa delle cellule pancreatiche (isole di Langerhans).
    • Il diabete di tipo II è una relativa mancanza di un ormone sullo sfondo di un difetto secretorio pancreatico.
    • a causa dell'osservanza della dieta appropriata;
    • a causa della dieta e della terapia insulinica (pillole, iniezioni).
    • Il diabete di tipo I è diabete insulino-dipendente, il che significa che il deficit di insulina è compensato iniettando per via sottocutanea. I pazienti con diabete di tipo 1 trascorrono il resto della loro vita a dieta e iniettando ormoni.
    • Il diabete di tipo II è un diabete non insulino-dipendente. I pazienti con diabete di tipo 2 sono obbligati a seguire una dieta rigorosa per il resto degli anni, ricostituire la carenza di ormone con i preparati a base di compresse e monitorare regolarmente la glicemia.

    Sul diabete gestazionale e manifest dirò in modo più dettagliato.

    Nel diabete di tipo I, le donne in gravidanza richiedono la somministrazione sottocutanea di insulina alla dose prescritta dal medico curante.

    Diabete gestazionale e manifesta

    Il diabete gestazionale è una malattia endocrina nel corpo che è stata rilevata in una donna durante il parto di un bambino, caratterizzata da iperglicemia. E il diabete manifesto è una malattia causata da cause esistenti fino al periodo di gestazione, ma già identificata durante la gestazione.

    Tabella numero 2. Indicatori statistici dello sviluppo del diabete gestazionale:

    Nonostante il fatto che il diabete gestazionale e manifestato siano ugualmente diagnosticati nelle donne già nel periodo di gestazione, hanno particolari differenze.

    Tabella numero 3. Fattori distintivi del diabete manifest e gestazionale:

    Un HDS diagnosticato è definito da molti nutrizionisti come un "segnale di pericolo" della predisposizione di una donna al vero diabete di tipo II.

    Nonostante il numero schiacciante di pazienti dopo il parto, i sintomi della malattia scompaiano senza lasciare traccia e il metabolismo dei carboidrati è completamente ripristinato, poiché il normale lavoro del pancreas riprende, il rischio di sviluppare patologia rimane. Pertanto, le donne nei primi mesi dovrebbero visitare regolarmente un endocrinologo e monitorare il glucosio.

    Visite regolari dal medico e l'osservanza delle sue raccomandazioni eliminano il rischio di possibili complicanze.

    A volte nel periodo di gestazione del feto nelle donne manifest (primo riconoscimento) diabete di tipo I o di tipo II.

    La ragione per la formazione di interruzioni ormonali sono:

    • fattore ereditario;
    • disturbi metabolici significativi prima della gravidanza;
    • patologia del pancreas.

    I cambiamenti ormonali nel corpo durante la gravidanza diventano l'impulso per la comparsa di sintomi luminosi. Dopo la nascita del bambino, questo tipo di malattia entra nel diabete di tipo II, che viene compensato dalla terapia dietetica e prendendo farmaci compressi.

    Tuttavia, a causa del fatto che il diabete manifesto è difficile da riconoscere nelle sue prime fasi, le donne sono ad aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo I (insulino-dipendente), che è compensato solo dalle iniezioni di insulina.

    È importante La frequenza e la gravità delle complicanze perinatali nel diabete di tipo I o di tipo II, diagnosticate prima del concepimento, non differiscono dalla gravità e dalla frequenza delle complicanze in donne in gravidanza con GSD. Tuttavia, con HSD, si nota una percentuale più alta di mortalità alla nascita del bambino, a causa della diagnosi tardiva e della terapia della patologia.

    Gruppo di rischio per GDM

    Nella pratica medica, lo sviluppo del diabete gestazionale nelle donne in gravidanza, purtroppo, è tutt'altro che raro.

    A rischio sono le donne con i seguenti indicatori:

    • predisposizione genetica;
    • la presenza di un quadro clinico del diabete durante il periodo passato o attuale;
    • avere un indice di glucosio: digiuno - oltre 5,5 mmol / l, 2 ore dopo un pasto - oltre 7,8 mmol / l;
    • l'obesità;
    • il peso del primo feto alla nascita era superiore a 4 kg;
    • la presenza nella storia dell'indicatore di malattia di morte infantile inspiegabile durante il parto, o anomalie dello sviluppo congenito;
    • donne incinte oltre i 35 anni;
    • polidramnios e frutti grandi;
    • ipertensione arteriosa;
    • la presenza nella storia della grave preeclampsia;
    • recidiva di vaginite o colpite (infiammazione della mucosa vaginale).
    Le donne in gravidanza che sono in sovrappeso sono più a rischio di sviluppare GDM.

    complicazioni

    Spesso, quando si diagnostica il diabete di qualsiasi tipo, si notano varie complicazioni nello sviluppo del feto:

    • lesione del sistema nervoso centrale;
    • ingrossamento del fegato (manifestato da un aumento dell'addome);
    • fuochi di formazione del sangue;
    • gonfiore del cervello;
    • gonfiore degli arti;
    • disfunzione del sistema cardiovascolare.

    Vi è una crescita irregolare del feto, sta bruscamente aumentando di peso, rallenta nel suo reclutamento. Ciò è causato da periodi di ipo e iperglicemia nelle donne. Tali periodi sono formati sullo sfondo di cambiamenti endocrini durante la gestazione.

    La diagnosi di diabete nella madre può essere una fonte di educazione per molte gravi complicanze nel bambino.

    Un altro fattore importante nelle donne con questa patologia è l'alta probabilità dello sviluppo di tali conseguenze:

    Queste patologie richiedono un trattamento immediato e una regolare supervisione medica.

    Nascite e gravidanze nel diabete mellito si verificano spesso con anomalie. Ciò è dovuto alla diagnosi tardiva. Quanto prima viene identificata la patologia, tanto maggiore è la probabilità di eliminare gravi conseguenze e parto pretermine.

    Tabella numero 4. Indicatori di lavoro nella diagnosi di diabete:

    I bambini nati da madri con diabete richiedono cure speciali.

    Nelle prime ore di vita, i medici prestano attenzione al comportamento del bambino per identificare tempestivamente:

    • disturbi del sistema respiratorio;
    • ipoglicemia;
    • l'acidosi;
    • Disturbi del SNC;
    • fetopatia diabetica.

    I seguenti segni indicano la fetopatia diabetica in un neonato:

    • eccesso di peso corporeo del neonato;
    • gonfiore;
    • collo corto;
    • la forma del viso nella forma della luna;
    • occhi rigidi;
    • ipertricosi;
    • epatomegalia;
    • cardiomiopatia;
    • fronte pendente;
    • corpo innaturalmente oblungo;
    • arti corti.

    Tutti i sintomi di cui sopra possono essere osservati nei bambini in varie combinazioni e manifestarsi in diverse frequenze di manifestazioni.

    Attenzione. I neonati con fetopatia diabetica molte volte sono in ritardo rispetto ai loro coetanei "sani" del periodo neonatale in fase di sviluppo, sono meno adattabili al mondo esterno. Hanno chiaramente espresso ittero di coniugazione ed eritema tossico. Tali bambini nei primi giorni di vita perdono drammaticamente il peso e ottengono molto lentamente.

    Tabella numero 5. L'indice della frequenza delle gravi conseguenze nel diabete nelle donne in gravidanza:

    Quadro clinico

    Il periodo di gestazione e i relativi cambiamenti nel corpo sono strettamente correlati con il corso del diabete.

    Un tale modello è notato:

    1. Nel primo trimestre, si osserva un miglioramento nei pazienti, una marcata diminuzione del contenuto di glucosio, a causa della quale la dose di insulina viene ridotta di 1/3 della dose assunta.
    2. Con l'inizio del secondo trimestre, le condizioni del paziente peggiorano e il dosaggio del farmaco deve essere aumentato.
    3. Il terzo trimestre è caratterizzato dalla comparsa di ipoglicemia, mentre la condizione della donna sta migliorando. In relazione allo sviluppo dell'ipoglicemia, la dose di insulina deve essere ridotta del 30%.
    4. Il periodo di nascita è caratterizzato da instabilità. I livelli di glucosio possono aumentare o diminuire. Sotto l'impatto emotivo (paura, dolore), il contenuto di glucosio aumenta, ma un lungo processo di lavoro fisicamente difficile causa l'affaticamento del corpo, che porta ad un forte calo dei livelli di zucchero.

    Tenendo conto della regolarità della caduta e dell'aumento dello zucchero nell'attività lavorativa, i medici sono obbligati a monitorare il suo livello ogni 2 ore. Va sottolineato che il livello di glucosio raggiunge il valore che il paziente aveva prima della gravidanza, solo 10 giorni dopo il parto.

    eziologia

    La causa dello sviluppo di GDM nelle donne in gravidanza può essere molto varia. Durante questo periodo, è molto importante per una donna prestare particolare attenzione alla sua salute e allo stato emotivo.

    Tabella numero 6. Eziologia del diabete nelle donne in gravidanza:

    • l'obesità;
    • vecchiaia;
    • dieta scorretta;
    • situazioni stressanti luminose.

    Sintomi generali

    I seguenti sintomi indicano lo sviluppo della malattia endocrina nelle future mamme:

    • sentirsi grande sete;
    • una costante sensazione di fame, o il fenomeno opposto - mancanza di appetito;
    • calo della vista (totale o parziale);
    • minzione frequente.
    La minzione frequente è un motivo per suonare l'allarme ed eseguire un test della glicemia.

    Se una donna osserva uno dei sintomi sopra, questo è motivo di preoccupazione. Prima di tutto, il paziente è obbligato a segnalarli al suo ginecologo. La diagnosi accurata della patologia può essere il risultato di un esame del sangue per lo zucchero.

    Quadro clinico del diabete di tipo I.

    La patologia spesso si manifesta inizialmente come una grave acidosi o coma diabetico, molti semplicemente non prestano attenzione ai primi segni e sollevano ansia già quando si nota la fase avanzata della malattia. Ma in alcune situazioni, i sintomi non sono così pronunciati che è semplicemente impossibile determinarlo.

    Il quadro clinico è solitamente il seguente:

    • minzione frequente;
    • riduzione del peso;
    • prevalenza nell'urina dei corpi chetonici (acetone).

    I sintomi possono apparire e progredire da diversi giorni a diversi mesi.

    Il contenuto nelle urine di corpi chetonici suggerisce la presenza di diabete.

    Attenzione. Un'insufficiente e tempestiva terapia insulinica può migliorare la situazione e raggiungere l'abolizione dell'insulina per diversi anni.

    Quadro clinico del diabete di tipo II

    Il diabete di tipo II è caratterizzato da un graduale aumento dei segni. Spesso i pazienti si riferiscono principalmente a un dermatologo o ginecologo, in quanto formano malattie fungine e foruncolosi, in particolare gli organi genitali.

    Le donne sperimentano i seguenti sintomi:

    • prurito nella vagina;
    • dolore alle gambe;
    • abbassamento della vista;
    • malattia parodontale.

    Il decorso della malattia è stabile, non vi è alcuna predisposizione al coma ipoglicemico o alla chetoacidosi, ma questo è solo nel caso dell'uso della terapia dietetica in una combinazione di farmaci compressi che riducono lo zucchero.

    diagnostica

    Il compito principale della diagnostica è di condurre correttamente un esame del sangue per il contenuto di zucchero, mentre non si può escludere dalla dieta quotidiana e modificare i prodotti usuali per il paziente.

    Tabella numero 7. Tasso di zucchero per le donne incinte:

    Se ci sono alcune deviazioni dalla norma, per assicurarsi che la diagnosi il medico prescriva un'ulteriore analisi con carico di glucosio.

    Doniamo sangue correttamente

    Il controllo del contenuto di zucchero viene effettuato più volte al giorno (da 5 a 8). Più spesso viene eseguita l'analisi, più sarà facile per il medico prescrivere la terapia appropriata.

    Raccomandazioni per le analisi del sangue:

    • controllare il livello di zucchero a stomaco vuoto;
    • controllare 2 ore dopo un pasto;
    • la sera prima di andare a dormire;
    • Se necessario, l'analisi viene eseguita alle 3 del mattino.

    Questa è la frequenza di analisi più ottimale, rispettivamente, il medico curante, tenendo conto delle condizioni del paziente e della presenza di sintomi, seleziona in modo indipendente la frequenza degli esami del sangue.

    Oltre all'indicatore del livello di zucchero nel sangue nel plasma sanguigno, le condizioni del paziente vengono monitorate utilizzando altri metodi. Ad esempio, la chetonuria consente di determinare la presenza di corpi chetonici (acetone) nelle urine. L'analisi viene eseguita giornalmente a stomaco vuoto o quando il livello di glucosio sale a 11-12 mmol / l.

    Attenzione. Se la chetonuria di una donna a stomaco vuoto mostra acetone, ciò indica un fallimento delle funzioni di secernere azoto del fegato e dei reni. Quando si determina la presenza di acetone nelle urine ogni giorno, il paziente deve essere immediatamente ricoverato.

    Deviazioni dalla norma

    Indicatori della norma di contenuto di zucchero, abbiamo citato sopra, se l'indicatore ha deviazioni, allora questo è già determinato secondo una valutazione preliminare come lo sviluppo del diabete. Test ripetuti consentono di determinare con precisione il contenuto di una sostanza e di fare una diagnosi. Nella pratica medica, ci sono tre gradi di diabete.

    Tabella numero 8. Indicatori di glucosio a seconda della gravità del diabete:

    Il diabete mellito è principalmente diagnosticato nel diabete di tipo II e moderato e grave sono caratteristici del diabete di tipo I.

    Il diabete mellito di tipo II è caratterizzato da una lieve severità ed è compensato dalla terapia dietetica.

    Caratteristiche di gestione di donne incinte con una diagnosi di diabete

    Come abbiamo già notato, il controllo costante del livello di zucchero eviterà conseguenze gravi. Dire che una donna incinta con diabete può avere difficoltà a portare un feto non ne vale la pena, perché la terapia tempestiva eliminerà la probabilità di qualsiasi problema. L'unico fattore di rischio è la diagnosi tardiva e il trattamento improprio della malattia di base.

    Vale anche la pena menzionare un'altra caratteristica importante: il feto di una donna che soffre di diabete è quasi sempre grande, il bambino nasce pesare più di 4 kg. È proprio a causa di questa circostanza che ai pazienti viene assegnato un taglio cesareo.

    Condurre la gravidanza nel diabete è l'analisi costante del contenuto di zucchero e il suo mantenimento alla normalità attraverso la terapia della dieta in combinazione con farmaci che riducono lo zucchero o terapia insulinica. Viene effettuato su base ambulatoriale e stazionaria.

    In una condizione soddisfacente, il paziente viene ricoverato in ospedale tre volte. La prima volta nel primo trimestre, la seconda - nel secondo e, di conseguenza, la terza - nel terzo trimestre di gravidanza.

    1. Il primo stadio è nel primo trimestre di gravidanza. Condurre un esame completo del corpo e, in base ai risultati degli esami, il medico decide se conservare il feto. Allo stesso tempo, viene sviluppata una terapia che supporta i normali livelli di zucchero.
    2. Il secondo stadio. Incinta in ospedale per un periodo di 20-24 settimane. Come accennato in precedenza, in questa fase c'è un peggioramento dello stato di salute del paziente, è possibile la comparsa di complicazioni patologiche della malattia di base. Il medico secondo i risultati degli esami regola la dose di insulina, se la donna incinta prende le pillole, allora viene presa la decisione sull'introduzione delle iniezioni.
    3. Il terzo stadio. L'ospedalizzazione viene effettuata per un periodo di 32-34 settimane di gestazione. Durante questo periodo, viene prestata particolare attenzione allo sviluppo del feto. La dose di insulina viene regolata in base al deterioramento o al miglioramento delle condizioni del paziente. Se ci sono complicanze del diabete, viene prescritta una terapia appropriata. Il problema della data e il metodo di consegna.
    Il ricovero in ospedale delle donne incinte con diabete è obbligatorio tre volte per l'intero periodo di gestazione.

    La questione della fattibilità di preservare il feto è sollevata a causa della presenza di molte controindicazioni.

    Tra questi si notano:

    • disturbi vascolari progressivi;
    • la prevalenza di forme di diabete resistenti all'insulina;
    • diagnosticare il diabete in entrambi i genitori, insieme alla presenza di ri-sensibilizzazione nella madre;
    • la presenza di tubercolosi polmonare progressiva.

    Il periodo più favorevole per il parto è fissato a 39-40 settimane, poiché secondo uno studio nei periodi successivi vi è un grave esito neonatale, spesso fatale.

    Attenzione. Con una diagnosi di diabete in uno dei genitori, il rischio di sviluppare la malattia in un bambino si riduce quasi a zero. Ma, se il diabete è presente in entrambi i genitori, allora la probabilità di insorgenza della malattia in un bambino aumenta al 20%.

    Entro pochi mesi dalla nascita di un bambino, una donna dovrebbe visitare sistematicamente un medico, essere sottoposta a test, seguire la terapia dietetica e, se indicato, continuare ad usare la terapia insulinica. Se a una donna incinta è stata diagnosticata la GSD, allora la probabilità di sviluppare un vero diabete è molto piccola. Ma quando si diagnostica un diabete manifesto, una donna dovrebbe dedicare il resto della sua vita alla terapia dietetica e al controllo del glucosio.

    Altri Articoli Sul Diabete

    Per ridurre la glicemia, l'avena è raccomandata per il diabete di tipo 2. I prodotti a base di esso contengono insulina naturale e una grande quantità di zinco - un elemento che fa parte della maggior parte degli enzimi, che fornisce il metabolismo lipidico e proteico.

    Il diabete mellito è una malattia endocrina causata dalla mancanza dell'insulina ormonale o dalla sua bassa attività biologica. È caratterizzato dalla violazione di tutti i tipi di metabolismo, danni ai vasi sanguigni grandi e piccoli e si manifesta con iperglicemia.