loader

Principale

Motivi

Qual è il diabete di nuova diagnosi?

Questo tipo di malattia si sviluppa principalmente a causa di malattie del pancreas. Allo stesso tempo, le cellule beta di questo organo sintetizzano una quantità insufficiente di insulina, un ormone responsabile del normale livello di insulina nel sangue. Considera le caratteristiche del diabete di nuova diagnosi.

Qual è la differenza tra diabete primario e diabete secondario?

A differenza del diabete secondario, primario è una patologia indipendente. A seconda dell'eziologia, è insulino-dipendente e insulino-indipendente. Nel diabete insulino-dipendente si osserva la distruzione delle cellule beta del pancreas, e in questo caso il livello di insulina nei pazienti diminuisce fino a quasi zero.

Se c'è una carenza di insulina nel corpo, il glucosio cessa di entrare nelle cellule. In questo caso, invece, il grasso diventa la principale fonte di energia. Ma se le cellule iniziano a ricevere energia dai grassi, nel sangue si osserva un pericoloso accumulo di corpi chetonici. Questa forma della malattia è molto difficile.

A sua volta, il diabete insulino-indipendente è caratterizzato dalla resistenza delle cellule del corpo all'ormone pancreatico, anche se la sua quantità è normale. Per questo motivo, anche il glucosio non entra nelle cellule. Negli ultimi decenni, la malattia sta rapidamente diventando più giovane.

Ma il diabete secondario è dovuto ad altre malattie. Il livello di glucosio nel sangue aumenta. Questa patologia si osserva quando:

  • eccessivo afflusso di sangue all'ormone tiroideo;
  • patologie associate ad eccesso di antagonisti dell'insulina che entrano nel sangue;
  • La sindrome di Cushing;
  • acromegalia;
  • gravidanza (dopo la nascita, questo stato passa).

Se la patologia che ha causato l'iperglicemia è curabile, le manifestazioni del diabete vanno via. La prima malattia identificata è incurabile.

Come si manifesta tale diabete

Il diabete di nuova diagnosi è diverso e, in due persone diverse, i sintomi dello stesso tipo di malattia possono differire in modo significativo. Questo è il motivo per cui nessuno può diagnosticare autonomamente questa malattia in se stesso. Per questo è necessario un sondaggio completo.

Le manifestazioni tipiche di tale diabete sono le seguenti.

  1. Secchezza delle fauci e sete. Ciò è dovuto al fatto che il glucosio attira l'acqua dai tessuti del corpo, a causa di ciò che ne deriva della sua secrezione potenziata.
  2. Minzione frequente.
  3. Pelle secca
  4. Prurito cutaneo, specialmente nell'area genitale
  5. Eruzione cutanea sulla pelle.
  6. Intorpidimento di gambe e braccia.
  7. Crampi nei muscoli del polpaccio.
  8. Malattia parodontale
  9. Danno visivo.

È necessario prestare attenzione alla grave debolezza e affaticamento, sebbene la persona non abbia svolto alcun lavoro fisico. La scarsa guarigione delle ferite è molto più comune. Il diabete mellito insulino-dipendente, tra le altre cose, è caratterizzato da una costante sensazione di fame, anche se la dieta è normale.

Nel diabete insulino-dipendente, l'attenzione è rivolta ai disturbi della vista, alla guarigione ritardata della ferita, alle convulsioni. Accade spesso che una persona abbia un livello di glucosio elevato, ma non sente i sintomi.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di questa malattia non è solitamente difficile. Fin dall'inizio, il diabete mellito manifesta sintomi acuti che, di regola, non passano inosservati da una persona. È possibile che il diabete mellito appena diagnosticato si trovi già nell'unità di terapia intensiva di un ospedale, poiché una persona ha spesso un disturbo della coscienza, a volte un coma.

Si nota l'effetto del fattore stagionale. Quindi, la malattia è più spesso diagnosticata nella stagione fredda.

La malattia può essere diagnosticata per la prima volta attraverso tali studi.

  1. Donazione di sangue per lo zucchero a stomaco vuoto. È importante non mangiare nulla e non bere tè o caffè prima dell'analisi.
  2. Test di tolleranza al glucosio. Nella clinica, la glicemia viene prima misurata a stomaco vuoto e quindi, dopo l'ingestione di 75 g di glucosio in soluzione, il livello di zucchero viene determinato dopo mezz'ora, un'ora, 90 minuti e due ore dopo. Se dopo questo si osserva un'iperglicemia, è probabile che il paziente abbia un tipo nascosto di malattia. Ha una grande possibilità di entrare nel mondo nascosto.
  3. Un test per la presenza di acetone nelle urine viene fatto utilizzando strisce diagnostiche. Sono messi in un contenitore con urina e il dottore fa una conclusione appropriata sul cambiamento nel colore dell'indicatore. A volte il diabete diagnosticato inizialmente è diagnosticato a livello di chetoacidosi, poiché si sviluppa molto rapidamente.
  4. Esame del sangue per emoglobina glicata. Questa emoglobina è una misura integrata della compensazione del metabolismo dei carboidrati negli ultimi due o tre mesi. Il tasso di formazione di tale emoglobina dipende dal valore dell'indicatore di zucchero nel sangue.
  5. Determinazione della presenza di peptidi C nel sangue.
  6. Analisi biochimiche del sangue e delle urine.

Per identificare le persone a rischio di diabete di tipo 1, è necessario uno studio dei marcatori della malattia. Questi includono:

  • genetica - HLA DR3, DR4 e DQ;
  • immunologico - anticorpi contro GAD, insulina e cellule degli isolotti di Langerhans
  • metabolico - presenza di glicoemoglobina di tipo A1, oltre al cambiamento patologico della secrezione di insulina dopo un test di glucosio per via endovenosa.

Trattamento del diabete di nuova diagnosi

Lo scopo di tale trattamento è l'eliminazione dei disturbi metabolici acuti e il raggiungimento della compensazione della malattia. Nella fase iniziale, ciò può essere ottenuto somministrando insulina e reintegrando la perdita di liquidi. Quest'ultimo è fatto meglio utilizzando soluzioni per infusione. Il primo giorno di terapia, la dose iniziale di insulina può raggiungere 1 U per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Tuttavia, in futuro, questo dosaggio è ancora ridotto a 0,5-0,7 U per un chilogrammo di peso.

È necessario evitare una brusca caduta di glucosio nel sangue. Lo zucchero target dovrebbe essere raggiunto gradualmente - entro uno, e ancora meglio - due settimane. Solo dopo la correzione degli eventi acuti, al paziente vengono somministrate iniezioni di bolo di insulina corta negli intervalli tra i pasti, nonché iniezioni di inulina prolungata (base).

Dopo qualche tempo dopo la diagnosi stabilita di diabete mellito di tipo insulino-dipendente, le prestazioni delle cellule beta del pancreas del paziente migliorano significativamente. C'è una significativa riduzione del fabbisogno di insulina. Il dosaggio dell'ormone è ridotto a 0,2 - 0,5 unità al giorno per chilogrammo di peso. Questa condizione è chiamata il periodo della luna di miele del diabete. Se non lo fai, è possibile lo sviluppo di gravi ipoglicemie e persino coma.

Mantenere il livello di glucosio nel sangue somministrando la basale e l'insulina in bolo prolunga significativamente la luna di miele. Il compito del medico e del paziente è quello di prolungare questo periodo il più a lungo possibile.

Il diabete mellito insulino-dipendente è molto difficile. È necessario prevenire il coma iper- e ipoglicemico - tali condizioni sono estremamente pericolose per la vita di una persona.

La terapia insulinica è anche importante nel diabete insulino-indipendente tipo. Tuttavia, questo ormone è necessariamente introdotto nel corpo in combinazione con farmaci ipoglicemici. I preparati di sulfonilurea sono stati usati per questo scopo per molti anni. Tuttavia, la loro ammissione può provocare ipoglicemia. Provata azione extrapancreatica di tali farmaci.

Pertanto, la più appropriata è la ricezione di metformina. Non influisce sulla produzione di insulina, ma contribuisce a un utilizzo più efficiente del glucosio da parte delle cellule e dei tessuti. Durante il trattamento con insulina, l'iperglicemia viene interrotta e la sensibilità cellulare viene ripristinata.

Controindicazioni per l'assunzione di metformina:

  • condizioni di shock;
  • sepsi;
  • insufficienza respiratoria;
  • insufficienza del cuore e dei vasi sanguigni;
  • disturbi del metabolismo epatico e gastrico.

Ora per il trattamento del primo diabete rilevato, ci sono vari mezzi. Possono essere usati sia per la monoterapia che per trattamenti complessi. Non dobbiamo dimenticare che nel trattamento di tale diabete è molto importante la dieta e l'esercizio fisico.

Prevenzione delle malattie

Per la prevenzione del diabete primario, è estremamente importante attenersi a una dieta povera di carboidrati. Il paziente dovrebbe mangiare più cibi ricchi di proteine. Verdure fresche sono utili

È estremamente importante fare amicizia con l'educazione fisica. I carichi dovrebbero essere moderati e non causare affaticamento. È necessario eliminare completamente l'alcol, non toccare la sigaretta.

Ricordare che il diabete mellito insulino-dipendente non può essere trattato diversamente dalle iniezioni di insulina. Il paziente deve imparare a controllare la malattia per prevenire lo sviluppo di complicazioni.

L'inizio del diabete nei bambini e negli adulti

È stabilito per la prima volta il diabete mellito in persone con disturbi del funzionamento del pancreas e a causa di una quantità insufficiente di ormone insulina nel corpo. La malattia si sviluppa sullo sfondo del cancro e delle malattie virali, a causa dell'intossicazione del corpo e delle condizioni stressanti. La malattia procede in ogni paziente in modi diversi, i sintomi sono individuali e diversi.

Diabete di tipo 1 e tipo 2

Il diabete mellito di tipo 1 si verifica spesso in persone di età inferiore ai 30 anni, a causa della mancanza di insulina nel sangue. Il tipo 1 è chiamato insulino-dipendente, inizia a causa di una inadeguata reazione pancreatica alle cellule produttrici di insulina, la malattia progredisce bruscamente, il paziente sente la debolezza di tutto il corpo e perde rapidamente peso. C'è un tale tipo di diabete nei bambini, nei ragazzi e nelle ragazze. Questo tipo di malattia richiede un controllo medico, perché il paziente è a rischio di cadere in coma.

Il diabete è stato identificato per la prima volta in 2 tipi, più colpisce le persone di 37 anni. Si sviluppa a causa di una diminuzione graduale della sensibilità dei tessuti all'ormone insulinico. Questo tipo è chiamato - insulino-resistente, tale diabete in un bambino si sviluppa meno frequentemente rispetto agli anziani. La malattia colpisce persone con eccesso di peso. L'insulina è prodotta dal corpo in quantità insufficiente e il livello di glucosio aumenta, di conseguenza diminuisce la sensibilità del corpo all'ormone. Il codice genetico gioca un ruolo significativo nello sviluppo di questo tipo di malattia. La patologia è ereditata.

Differenze di malattie

I primi segni di diabete diagnosticato di recente

I segni di insorgenza della malattia del primo e del secondo tipo sembrano quasi uguali, quindi solo determinati test possono determinare il tipo di malattia. I pazienti sono preoccupati per tali manifestazioni:

  • bocca secca;
  • sentimento di sete;
  • prurito della pelle;
  • costante sensazione di fame;
  • emissione rapida di urina;
  • visione ridotta;
  • arrossamento della pelle;
  • mal di testa e vertigini;
  • debolezza generale del corpo;
  • sentirsi stanco e mancanza di sonno.
Torna al sommario

Misure diagnostiche

Per diagnosticare la malattia eseguire un esame del sangue fino al livello di zucchero contenuto. 1 tipo di diabete progredisce rapidamente, quindi è necessario un esame del sangue urgente per fare una diagnosi accurata al fine di iniziare un trattamento adeguato il più presto possibile. La malattia di tipo 2 richiede anche un esame del sangue, perché per un lungo periodo può procedere senza sintomi. Se si sospetta il diabete, viene eseguito un test del glucosio nel plasma sanguigno per determinare:

  • livello di glucosio;
  • la quantità di glucosio nelle vene del sangue.

Trattamento della malattia

Il trattamento del diabete di tipo 1 include i seguenti componenti:

  • colpi di insulina per mantenerlo normale;
  • cambiamenti nella dieta;
  • esercizio terapeutico;
  • misurare il glucosio nel corpo;
  • controllo del colesterolo;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • l'uso di farmaci prescritti dal medico.

L'inizio del diabete di tipo 2 richiede le seguenti azioni:

  • l'uso di medicine;
  • in rari casi si usano iniezioni di insulina;
  • controllo dietetico;
  • esercizio terapeutico;
  • auto-monitoraggio della glicemia;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • controllo del colesterolo.
Torna al sommario

Pronto soccorso

Se il paziente inizia a sviluppare i sintomi della malattia, deve prima consultare un medico che effettuerà una diagnosi accurata e prescriverà un trattamento rapido e adeguato della malattia. Prima di tutto, vengono presi i test necessari e se si sviluppa l'insorgenza della malattia di tipo 1, allora è importante ogni giorno, poiché tale diabete è caratterizzato da uno sviluppo molto rapido. La patologia può portare una persona in coma. Il paziente è regolato in modo medico dal livello di insulina nel sangue e la giusta dieta riduce la quantità di glucosio nel corpo. Se la causa principale del diabete è un'infezione o un virus, allora il trattamento è diretto a correggere questa causa.

Cibo necessario

Nel trattamento del diabete svolge un ruolo importante nella dieta. Senza una dieta per abbassare il livello di glucosio nel sangue è impossibile. Tutto il cibo consumato influisce sulla salute di un diabetico. Escluso dalla dieta:

  • zucchero e i suoi prodotti: marmellata, biscotti, cioccolato, dolci;
  • pasticceria da forno: panini, torte, biscotti;
  • prodotti semilavorati: salsicce, salsicce, carni affumicate;
  • carne grassa e fritta;
  • alcuni frutti: banane, uva, mele;
  • zuppe da brodo grasso.

Il cibo fritto dovrebbe essere sostituito con piatti a vapore, lo zucchero dovrebbe essere escluso, utilizzare invece il sostituto dello zucchero. È utile usare pane integrale, verdure e zuppe su 2 o 3 brodi. Da porridge, la preferenza è data a tale: grano saraceno, farina d'avena e orzo. La pasta di grano duro è la benvenuta.

Come avvisare?

Il modo principale per prevenire il diabete è controllare l'assunzione di cibo. È necessario ridurre il consumo di carboidrati e zuccheri, per saturare la dieta con proteine, vitamine e minerali. I principali alimenti sani sono cereali, verdure e frutta, carne magra e pesce. Un'adeguata attività fisica ha un effetto benefico sulla salute e sull'immunità di tutto il corpo, aumenta la resistenza e previene l'obesità. L'obesità è una delle cause principali del diabete. Uno stile di vita sano previene l'emergere di molte malattie e migliora la qualità della vita.

Cosa significa diabete diagnosticato di recente?

MINISTERO DELLA SALUTE DELLA RF: "Getti via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

La causa del diabete mellito primario sono le malattie del pancreas - le sue cellule endocrine vengono distrutte, a seguito della quale il livello di insulina nel sangue diminuisce fino a un punto critico. A loro volta, il cancro, le infezioni virali, la pancreatite, le lesioni tossiche e persino le condizioni stressanti possono causare la morte delle cellule endocrine.

I sintomi del diabete di nuova diagnosi

Questo tipo di diabete è caratteristico, di regola, per le persone di età inferiore ai 40 anni, compresi i bambini. La malattia viene rilevata abbastanza facilmente, poiché sin dall'inizio è accompagnata da complicazioni acute - il paziente può sperimentare uno stato di coscienza alterata o addirittura coma.

Si nota l'influenza del fattore stagionale sull'insorgenza del diabete primario: il più delle volte viene rilevato nel tardo autunno, inverno e all'inizio della primavera, cioè durante il periodo di maggiore incidenza di infezioni virali.

Trattamento del diabete primario

Se hai diagnosticato il diabete di tipo 1 (cioè primario), le decisioni dovrebbero essere prese tempestivamente, poiché il deterioramento metabolico si sviluppa piuttosto rapidamente. Esiste una minaccia teorica alla vita, ma se agisci deliberatamente, rimarrà teorica. Pertanto, non ritardare il trattamento.

Se hai dei dubbi sulla correttezza della diagnosi, fai un esame del sangue per il C-peptide e l'insulina. Nel diabete primario, queste cifre saranno abbassate. In realtà, quando hai questa malattia, sperimenterai cambiamenti nella tua condizione, come sete costante, aumento della minzione (poliuria), perdita di peso, debolezza, aumento dell'appetito, prurito.

Le farmacie ancora una volta vogliono incassare i diabetici. Esiste una ragionevole droga europea moderna, ma non ne fanno caso. Lo è.

Il diabete mellito primario è diviso in due tipi: insulino-dipendente e insulino-indipendente. A proposito, nel secondo caso, la malattia può avvenire in segreto - i disordini metabolici sono lievi.

In caso di diabete primario insulino-dipendente, al paziente vengono somministrati colpi di insulina. Non dovresti aver paura di questo e cercare qualche altra via d'uscita - se hai questo tipo di diabete, è impossibile fare a meno dell'insulina, perché semplicemente non c'è più insulina nel corpo. Dovresti imparare come metterti da solo le iniezioni, così come mettere le cosiddette carte "diabetiche" nelle tue tasche in modo che le persone con ipoglicemia possano aiutarti.

Prevenzione, dieta per il diabete di nuova diagnosi

Inoltre, dovrai seguire una dieta speciale, che comporta il consumo di cibi a basso contenuto di carboidrati, ma ricco di proteine. Tutti i dolci sono esclusi dal cibo - zucchero, marmellata, torte, ecc. Si consigliano prodotti contenenti vitamine, come verdure fresche e frutta non zuccherata.

Ho sofferto di diabete per 31 anni. Ora in salute Ma queste capsule sono inaccessibili alle persone comuni, le farmacie non vogliono venderle, non è redditizio per loro.

Feedback e commenti

Non ci sono ancora commenti o commenti! Per favore esprimi la tua opinione o specifica qualcosa e aggiungi!

Diabete mellito e iperglicemia

Le cause dell'iperglicemia sono talvolta chiare, a volte no. È impossibile iniziare a curare un paziente e diagnosticare il diabete mellito solo sulla base di un'analisi una volta ricevuta della concentrazione di glucosio nel sangue, anche se il livello di iperglicemia è sufficientemente alto.

Quando la causa dell'iperglicemia non è nota, insieme all'esame e alla cronologia, il paziente deve essere, come minimo, condotto:

  • Determinazione ripetuta del livello di glucosio nel siero del sangue;
  • Il livello dei corpi chetonici nelle urine e, se esiste una tale possibilità, nel sangue;
  • Il livello di emoglobina glicata HbA1c.

Guidati dalla Tabella 1, i medici determinano la possibile causa dell'iperglicemia.

Tabella 1. Diagnosi differenziale preliminare delle cause dell'iperglicemia

Il livello di emoglobina glicosilata HbA1c,%

Il grado di depressione della coscienza

Diabete scompensato o di nuova diagnosi

Nella maggior parte dei casi,> 15 e 6.7-7.0

(determinato dalla malattia di base)

(determinato dalla malattia di base)

Trattamento del diabete di nuova diagnosi

Secondo i risultati dell'esame (vedi Tabella 1), i medici hanno suggerito che il paziente ha il diabete. Se stiamo parlando di pazienti con diabete mellito che sono in terapia intensiva, allora non possiamo parlare di dosi stabili di insulina. Il paziente può morire di fame, può ricevere nutrizione parenterale parziale o completa, può progredire, ad esempio, insufficienza renale ed epatica. È possibile elencare alcune decine di fattori che influenzano il livello di glucosio nel sangue. Per questi motivi, la scelta della dose di insulina, se il paziente ne ha bisogno, è sempre individuale. Le attuali raccomandazioni suggeriscono di monitorare i livelli di glucosio nei pazienti con iperglicemia in terapia intensiva ogni 2 ore e, ancora meglio, continuamente.

Ma in ogni caso, il livello di glucosio dovrebbe essere determinato almeno 4 volte al giorno. Oggi la medicina preferita è l'insulina umana geneticamente modificata e tutte le forme di dosaggio da essa derivate. Secondo la International Diabetes Federation, in quasi il 50% dei paesi del mondo, solo le insuline geneticamente modificate sono utilizzate per trattare i pazienti con diabete.

assistere

Viene proposta la seguente assistenza:

1. consultazione endocrinologo;

2. Se non esiste tale possibilità, i medici prescrivono il trattamento, se necessario utilizzando l'insulina ad azione rapida:

  • Se le condizioni generali del paziente sono soddisfacenti e il livello di glucosio nel sangue è di 10 mmol / l in pazienti in condizioni critiche, viene prescritta un'infusione endovenosa a lungo termine di insulina;
  • Quando l'iperglicemia> 15 mmol / l, o iperglicemia> 10-12 mmol / l in combinazione con chetoacidosi, il paziente necessita della nomina di insulina. Se le condizioni di una persona non soffrono molto, 4-6 UI di insulina possono essere utilizzate dopo 6 ore. Il livello di glucosio viene monitorato prima di ogni pasto e alle 22:00. Se l'iperglicemia persiste, la dose di insulina aumenta di 2-4 U. In caso di gravi condizioni del paziente, è preferibile utilizzare infusione endovenosa a lungo termine di insulina ad azione rapida. La velocità di infusione iniziale di 0,1 U / kg all'ora (una media di 5-10 U all'ora).

La scelta di una singola dose di insulina per via sottocutanea

Le raccomandazioni per la scelta di una singola dose sottocutanea di insulina a seconda del livello di glicemia sono presentate nella Tabella 2.

Livello di iperglicemia mmol / l

Dose di insulina (semplice), ED

Se il paziente viene alimentato nel modo usuale, la dose giornaliera di insulina deve essere distribuita come segue:

  • prima di colazione, inserisci il 35%;
  • prima di pranzo - 25%;
  • prima di cena - 30%;
  • prima di andare a letto (alle 23.00) - 10%;
  • vale a dire distribuire secondo 3.5: 2.5: 3: 1;
  • Si raccomanda di alternare i siti di iniezione giornalieri di insulina.

Linee guida per l'alimentazione del paziente

Mangiare dovrebbe essere non più tardi di 30 minuti. dopo la somministrazione di insulina. Quando si utilizza l'insulina ultracorta (Humalog), l'assunzione di cibo può essere combinata con l'iniezione o con una differenza di tempo non superiore a 15 minuti.

Tipi di diabete

Esistono diversi tipi di diabete:

  • di tipo I (insulino-dipendente), il "diabete dei giovani" è caratterizzato da una grave insufficienza di insulina. I pazienti con diabete di tipo 1 devono sempre ricevere insulina per prevenire chetoacidosi.
  • tipo II (non insulino-dipendente) "malattia degli anziani e grasso", il livello di insulina nel sangue è normale, ma c'è resistenza alla sua azione di vari tessuti e organi;
  • gestazionale (si sviluppa durante la gravidanza);
  • secondaria (endocrinopatia, l'azione dei farmaci, ecc.).

Anestesia nei pazienti con diabete

Il diabete mellito porta al fatto che una persona aumenta il rischio di varie malattie. Rispetto alle persone che non soffrono di diabete, l'incidenza di infarto miocardico e ipertensione aumenta di 2 volte, le lesioni vascolari del cervello e degli arti inferiori - 2 volte.

Interventi programmati

L'esame preoperatorio dovrebbe includere:

  • Consultazione dell'endocrinologo o terapeuta;
  • Esame di laboratorio: corpi chetonici di sangue o di urina, glicemia, elettroliti del sangue;
  • Registrazione dell'elettrocardiogramma;
  • Chetoacidosi e iperglicemia dovrebbero essere eliminate in anticipo;

Se è pianificato un intervento addominale, il paziente deve essere trasferito all'insulina semplice almeno tre o quattro giorni prima dell'operazione. L'intervento chirurgico dovrebbe essere programmato all'inizio del giorno di negoziazione. I pazienti con diabete non insulino-dipendente dovrebbero assumere farmaci che riducono lo zucchero in pillole 24 ore prima dell'intervento. Se il paziente è in grado di riprendere a prendere le compresse di farmaci ipoglicemizzanti immediatamente dopo l'operazione, e ci sono indicatori accettabili di glucosio nel sangue, l'insulina può essere dispensata. Per interventi a breve termine (fino a 30 minuti) in pazienti con diabete insulino-dipendente, si raccomanda di non iniettare la dose mattutina di insulina.

Intervento di emergenza

Per gli interventi di emergenza, l'anestesista deve considerare le seguenti circostanze.

Di conseguenza, esiste in un certo numero di pazienti con neuropatia:

  • possibile rallentamento nell'evacuazione dei contenuti gastrici;
  • c'è una ridotta capacità di compensare le reazioni posturali;
  • i pazienti sono soggetti a danni a causa della loro posizione sul tavolo operatorio;

A seconda delle malattie associate, è possibile utilizzare qualsiasi metodo anestetico e anestetico. Ma nei pazienti con polineuropatia grave, l'anestesia regionale è preferibile non usarla. Per ridurre la frequenza delle complicanze purulente postoperatorie, è consigliabile utilizzare la terapia antibiotica profilattica.

Periodo intraoperatorio

A seconda delle opportunità disponibili, durante l'intervento chirurgico e nel primo periodo postoperatorio, il monitoraggio della glicemia deve essere eseguito ogni 2-6 ore. Il monitoraggio in tutte le fasi dell'assistenza per i pazienti con diabete severo deve necessariamente includere il monitoraggio dell'ECG. Le persone con diabete di qualsiasi tipo durante l'operazione vengono continuamente infuse con una soluzione di glucosio al 5-10% da parte dei medici. L'anestesia generale può mascherare gli effetti dell'ipoglicemia, pertanto, si raccomanda di continuare l'infusione di glucosio fino a quando il paziente non riprende conoscenza.

eccezioni:

  • pazienti con lesioni del sistema nervoso centrale in cui la somministrazione di glucosio può peggiorare la prognosi neurologica;
  • durante il taglio cesareo prima dell'estrazione fetale (altrimenti esiste il rischio di una grave ipoglicemia nel feto).

Periodo postoperatorio

Nel periodo postoperatorio, nelle persone con qualsiasi tipo di diabete, la correzione del livello di glicemia (in base ai valori ottenuti) viene effettuata mediante l'introduzione di una semplice insulina. Il livello desiderato di glucosio nel sangue è 4,5-8 mmol / l.

Se la dinamica emodinamica del paziente è stabile - i medici usano n / una iniezione di insulina. Nei pazienti con emodinamica instabile, la via endovenosa di somministrazione di insulina è preferita.

I primi segni del diabete: come si manifesta prima la malattia?

Il diabete mellito è una malattia endocrina in cui il metabolismo dei carboidrati e dei fluidi nel corpo umano viene disturbato. Se il lavoro del pancreas è compromesso, allora c'è una mancanza di assorbimento dei carboidrati che vengono con il cibo. Il ferro smette semplicemente di produrre la quantità necessaria di ormone insulina ei carboidrati, trasformati in glucosio, non vengono più assorbiti. Pertanto, si accumulano nel sangue e passano nelle urine attraverso i reni. Si verificano anche disturbi nei processi del metabolismo dell'acqua, a causa dei quali i tessuti cessano di trattenere i liquidi e iniziano a seccarsi. L'acqua che non è stata assorbita in grandi quantità espulsa dai reni. In generale, questa malattia è molto grave, quindi è importante conoscere i primi segni di diabete mellito per iniziare a trattarlo nelle sue fasi iniziali, quando ci sono molte più possibilità di successo positivo rispetto all'inizio.

Sintomi della malattia: quali sono i sintomi del diabete?

I diabetici spesso soffrono di disturbi dei vari processi metabolici - grassi e proteine. A causa di questo, c'è un accumulo di tossine nel corpo, e servono come la ragione di una complicanza piuttosto pericolosa - coma diabetico (quando il corpo stesso è avvelenato).

IMPORTANTE: è necessario trattare le persone che hanno riscontrato i primi segni di diabete sotto controllo medico. Prima di tutto, viene prescritta la dieta, che tiene conto delle specificità dei disturbi all'interno del corpo. L'insulina è anche prescritta quando necessario.

Il diabete mellito di nuova diagnosi può ancora essere curato, se la determinazione è stata presa a causa dei primi segni e in una fase precoce. Un sintomo piuttosto comune durante una tale malattia è la comparsa dei seguenti sintomi:

  • Troppo appetito
  • Sensazione regolare di bocca asciutta
  • Sensazione di sete
  • Emissione di urina regolare durante la notte
  • Grande scarico urinario
  • Alti livelli di glucosio nel sangue
  • Sensazione di debolezza e stanchezza
  • Possibile obesità o, al contrario, eccessiva perdita di peso a breve termine
  • Un senso di gusto metallico in bocca
  • La visione peggiora o diventa sfocata.
  • Tagli o ferite difficili da guarire possono verificarsi ulcere
  • La comparsa di prurito all'inguine e la manifestazione di eventuali malattie della pelle
  • Il verificarsi di infezioni vaginali (nel caso delle donne)
  • La comparsa di infezioni fungine
  • Sensazione di nausea, a volte si trasforma in vomito
  • La pelle diventa secca
  • I muscoli del polpaccio possono convulsare
  • Le mie braccia e le mie gambe sono intorpidite

Quando le persone chiedono ai medici specialisti quali sono i primi segni di diabete, di solito c'è l'aspetto di sete e secchezza della cavità orale, la comparsa di debolezza con irritabilità e nausea. A volte la nausea può anche essere accompagnata da vomito. La visione è significativamente compromessa e il peso è ridotto.

La comparsa di dolore nei muscoli cardiaci, l'apparizione di dolore convulsivo nei polpacci delle gambe e la foruncolosi, la sensazione di prurito della pelle, sonno povero, la sensazione di costante mal di testa possono essere considerati come segni secondari di diabete mellito. Se parliamo di bambini piccoli, qui i segni possono essere espressi nel fatto che l'urina non regge (specialmente di notte in un sogno), e lo stato generale di salute peggiora.

Quando è necessario l'intervento del medico?

Diabete mellito identificato per primo è richiesto per considerare un endocrinologo esperto. A volte ci possono essere situazioni in cui il livello di zucchero aumenta improvvisamente o, al contrario, diventa eccessivamente basso. Tali condizioni richiedono un intervento medico urgente.

Anche una visita medica urgente richiede l'insorgere di sintomi quali:

  1. Sensazione di debolezza e nausea. L'emergere di una sensazione di sete pronunciata e la frequente emissione di urina, la sensazione di dolore spiacevole nell'addome, respirazione rapida (e sembra che l'odore di acetone sia sospeso nell'aria).
  2. La presenza di debolezza (a volte anche perdita di coscienza), battito cardiaco accelerato, sudorazione intensa, comparsa di tremori, sensazione di irritabilità, sensazione di forte fame o sonnolenza inaspettata. A proposito, per evitare possibili complicazioni contribuirà a ridurre lo spuntino di carboidrati.

Per installare il giusto tipo di malattia, vengono fatti dei test che determinano la quantità di zucchero presente nel sangue e la quantità di questo composto nelle urine.

IMPORTANTE: se parliamo delle norme del glucosio nel sangue, quindi a stomaco vuoto raggiunge 6,5 moli per litro e dopo che una persona ha mangiato - circa 7,5 moli per litro. Se gli indicatori sono più, è già considerato un eccesso.

Per quanto riguarda lo zucchero nelle urine, il suo tasso non può essere determinato, perché i reni possono filtrare e trattenere il glucosio presente nel cibo. E quando c'è un eccesso di zucchero nel flusso sanguigno (da 8,8 moli per litro), il filtro situato nei reni, passerà lo zucchero nei flussi urinari a causa del superamento della "soglia del rene".

Test della malattia

A causa delle fluttuazioni nei valori limite associati alla norma, viene condotto anche un test speciale che determina con precisione se i segni osservati sono sintomi di diabete mellito:

  1. Per questo il digiuno è determinato dal contenuto di glucosio nel sangue. Poi, in trecento millilitri di acqua (l'acqua bollente è presa), si diluiscono settantacinque grammi di zucchero ricavato dall'uva - tutto questo è bevuto.
  2. Trascorsi sessanta minuti, è necessario misurare il contenuto di glucosio nel flusso sanguigno. Quindi attendere di nuovo centoventi e misurare nuovamente il contenuto di glucosio.
  3. Un risultato negativo del test significa che il fatto della malattia non è confermato: per questo, il contenuto di zucchero nel sangue non deve essere superiore a 6,5 ​​moli per litro all'inizio e non più di 7,7 moli al litro dopo centoventi minuti.

In caso di superamento di questi indicatori, tutto indica la presenza di una malattia come il diabete. E quindi è richiesto un appello urgente a un medico specialista (endocrinologo).

Il diabete ha sintomi estesi, quindi l'insorgere di una malattia grave è da mancare.

Il diabete mellito è una delle malattie più comuni del sistema endocrino, che.

Le statistiche dell'incidenza di questa malattia testimoniano inesorabilmente: il numero di pazienti è in aumento.

Diabete mellito identificato per primo, scompenso

Caratteristiche generali e fattori di rischio per lo sviluppo del diabete mellito, il quadro clinico e i sintomi di questa malattia. La procedura e l'analisi dei risultati di un esame obiettivo del paziente. Principi di diagnosi e regime di trattamento.

Invia il tuo buon lavoro nella base di conoscenza è semplice. Utilizza il modulo sottostante.

Studenti, dottorandi, giovani scienziati che usano la base di conoscenze nei loro studi e nel lavoro saranno molto grati a voi.

Pubblicato a http://www.allbest.ru/

Pubblicato a http://www.allbest.ru/

Diabete mellito identificato per primo, scompenso

Al momento del ricovero: sete, secchezza delle fauci, aumento della produzione di urina, scarsa cicatrizzazione delle ferite, visione ridotta; ipertensione (fino a 220 mm di mercurio.), leggero capogiro; mancanza di respiro durante lo sforzo fisico abituale, ascendente al primo piano, pressione sul dolore toracico nella regione del cuore con notevole sforzo fisico, che viene rimosso prendendo una compressa di nitroglicerina; dolore alle articolazioni, presenza di tophops (nella zona del ginocchio, calcagno, gomito, polso), limitazione dei movimenti delle articolazioni del ginocchio, deformazione del mignolo della mano destra.

Si considera un paziente dalla fine di febbraio 2016, quando a poco a poco ci sono state denunce di sete, secchezza delle fauci, poliuria, scarsa cicatrizzazione delle ferite, visione ridotta. 13/03/16, su raccomandazione di sua figlia, si è rivolto al medico di turno del pronto soccorso del GKB intitolato a Gorky. NI Pirogov sull'ipertensione, accompagnato da forti brividi. L'esame ha rivelato un livello di glucosio nel sangue di 25 mmol / l. La diagnosi è stata fatta: Diabete mellito, identificato per primo. Urgentemente ospedalizzati in 2 a GKB loro. NI Pirogov.

3. Dati di ricerca oggettivi

diabete diabetico

La coscienza è chiara, le condizioni del paziente sono soddisfacenti, la posizione a letto è attiva. La pelle è pulita, il colore corporeo, le membrane mucose secche e visibili non sono iperemiche. Il tessuto grasso sottocutaneo è eccessivamente sviluppato, uniformemente distribuito. La palpazione disponibile dei linfonodi non è allargata, rotonda, morbida, non saldata tra loro e con i tessuti sottostanti.

La muscolatura è sviluppata simmetricamente, in misura moderata, normotonica, la forza dei gruppi simmetrici dei muscoli degli arti è preservata e la stessa. Non c'è dolore durante i movimenti attivi e passivi. Paralisi, paresi, niente crampi.

Costruisci correttamente. La postura è corretta. Le metà del corpo sono simmetriche. Le deformità del torace non lo sono. Spine: le curve fisiologiche sono espresse sufficientemente, non ci sono curve patologiche. Cambiamenti nelle dimensioni e nella forma delle ossa del corpo quando visualizzate non identificate. Il dolore quando si toccano le ossa è assente.

Le giunture della corretta forma, simmetriche, si muovono in modo completo, indolori, tranne che per entrambe le articolazioni del ginocchio: la flessione è limitata a 80 °. La deformazione del mignolo della mano destra. Non si osserva la palpazione del dolore nelle articolazioni. Nell'area delle articolazioni del ginocchio, del gomito, del calcagno, del radiocarpale, della 4a articolazione distale interfalangea del piede destro e della 4a articolazione distale interfalangea della mano sinistra, i tophi sono palpabili - indolori, sottocutanei, non saldati ai nodi della pelle, all'apertura del quale viene evidenziato il contenuto sviluppato.

Pulse 64 battiti al minuto, simmetrico su entrambe le mani, ritmico, intenso, buon riempimento.

Palpazione dei vasi delle estremità e del collo: polso sulle arterie principali degli arti superiori e inferiori (spalla, femore, popliteo e collo (arteria carotide esterna) e testa (arteria temporale) non indebolito BP 130/80 mm Hg. Art.

Palpazione della zona del cuore: impulso apicale a sinistra 1,5 cm verso l'interno dalla linea medio-clavicola nel quinto spazio intercostale, localizzato, 2 cm 2.

Diabete diagnosticato di recente

Diabete mellito identificato per primo: diagnosi, trattamento

Questo tipo di malattia si sviluppa principalmente a causa di malattie del pancreas. Allo stesso tempo, le cellule beta di questo organo sintetizzano una quantità insufficiente di insulina, un ormone responsabile del normale livello di insulina nel sangue. Considera le caratteristiche del diabete di nuova diagnosi.

Qual è la differenza tra diabete primario e diabete secondario?

I MEDICI RACCOMANDANO! Con questo strumento unico puoi affrontare velocemente lo zucchero e vivere fino a un'età avanzata. Doppio colpo al diabete!

Leggi l'articolo completo >>>

A differenza del diabete secondario, primario è una patologia indipendente. A seconda dell'eziologia, è insulino-dipendente e insulino-indipendente. Nel diabete insulino-dipendente si osserva la distruzione delle cellule beta del pancreas, e in questo caso il livello di insulina nei pazienti diminuisce fino a quasi zero.

Se c'è una carenza di insulina nel corpo, il glucosio cessa di entrare nelle cellule. In questo caso, invece, il grasso diventa la principale fonte di energia. Ma se le cellule iniziano a ricevere energia dai grassi, nel sangue si osserva un pericoloso accumulo di corpi chetonici. Questa forma della malattia è molto difficile.

A sua volta, il diabete insulino-indipendente è caratterizzato dalla resistenza delle cellule del corpo all'ormone pancreatico, anche se la sua quantità è normale. Per questo motivo, anche il glucosio non entra nelle cellule. Negli ultimi decenni, la malattia sta rapidamente diventando più giovane.

Ma il diabete secondario è dovuto ad altre malattie. Il livello di glucosio nel sangue aumenta. Questa patologia si osserva quando:

  • eccessivo afflusso di sangue all'ormone tiroideo;
  • patologie associate ad eccesso di antagonisti dell'insulina che entrano nel sangue;
  • La sindrome di Cushing;
  • acromegalia;
  • gravidanza (dopo la nascita, questo stato passa).

Se la patologia che ha causato l'iperglicemia è curabile, le manifestazioni del diabete vanno via. La prima malattia identificata è incurabile.

Come si manifesta tale diabete

Il diabete di nuova diagnosi è diverso e, in due persone diverse, i sintomi dello stesso tipo di malattia possono differire in modo significativo. Questo è il motivo per cui nessuno può diagnosticare autonomamente questa malattia in se stesso. Per questo è necessario un sondaggio completo.

Le manifestazioni tipiche di tale diabete sono le seguenti.

  1. Secchezza delle fauci e sete. Ciò è dovuto al fatto che il glucosio attira l'acqua dai tessuti del corpo, a causa di ciò che ne deriva della sua secrezione potenziata.
  2. Minzione frequente.
  3. Pelle secca
  4. Prurito cutaneo, specialmente nell'area genitale
  5. Eruzione cutanea sulla pelle.
  6. Intorpidimento di gambe e braccia.
  7. Crampi nei muscoli del polpaccio.
  8. Malattia parodontale
  9. Danno visivo.

È necessario prestare attenzione alla grave debolezza e affaticamento, sebbene la persona non abbia svolto alcun lavoro fisico. La scarsa guarigione delle ferite è molto più comune. Il diabete mellito insulino-dipendente, tra le altre cose, è caratterizzato da una costante sensazione di fame, anche se la dieta è normale.

Nel diabete insulino-dipendente, l'attenzione è rivolta ai disturbi della vista, alla guarigione ritardata della ferita, alle convulsioni. Accade spesso che una persona abbia un livello di glucosio elevato, ma non sente i sintomi.

Leggi anche la diagnosi di Dif di tipi di diabete

Diagnosi della malattia

Al fine di eliminare completamente l'ENHANCED ZUCCHERO NEL SANGUE, i nostri lettori usano con successo il metodo del principale specialista dell'Istituto di Endocrinologia Svetlana Nazonova. Avendo studiato attentamente, abbiamo deciso di condividerlo con voi. Leggi di più »» »

La diagnosi di questa malattia non è solitamente difficile. Fin dall'inizio, il diabete mellito manifesta sintomi acuti che, di regola, non passano inosservati da una persona. È possibile che il diabete mellito appena diagnosticato si trovi già nell'unità di terapia intensiva di un ospedale, poiché una persona ha spesso un disturbo della coscienza, a volte un coma.

Si nota l'effetto del fattore stagionale. Quindi, la malattia è più spesso diagnosticata nella stagione fredda.

La malattia può essere diagnosticata per la prima volta attraverso tali studi.

  1. Donazione di sangue per lo zucchero a stomaco vuoto. È importante non mangiare nulla e non bere tè o caffè prima dell'analisi.
  2. Test di tolleranza al glucosio. Nella clinica, la glicemia viene prima misurata a stomaco vuoto e quindi, dopo l'ingestione di 75 g di glucosio in soluzione, il livello di zucchero viene determinato dopo mezz'ora, un'ora, 90 minuti e due ore dopo. Se dopo questo si osserva un'iperglicemia, è probabile che il paziente abbia un tipo nascosto di malattia. Ha una grande possibilità di entrare nel mondo nascosto.
  3. Un test per la presenza di acetone nelle urine viene fatto utilizzando strisce diagnostiche. Sono messi in un contenitore con urina e il dottore fa una conclusione appropriata sul cambiamento nel colore dell'indicatore. A volte il diabete diagnosticato inizialmente è diagnosticato a livello di chetoacidosi, poiché si sviluppa molto rapidamente.
  4. Esame del sangue per emoglobina glicata. Questa emoglobina è una misura integrata della compensazione del metabolismo dei carboidrati negli ultimi due o tre mesi. Il tasso di formazione di tale emoglobina dipende dal valore dell'indicatore di zucchero nel sangue.
  5. Determinazione della presenza di peptidi C nel sangue.
  6. Analisi biochimiche del sangue e delle urine.

Per identificare le persone a rischio di diabete di tipo 1, è necessario uno studio dei marcatori della malattia. Questi includono:

  • genetica - HLA DR3, DR4 e DQ;
  • immunologico - anticorpi contro GAD, insulina e cellule degli isolotti di Langerhans
  • metabolico - presenza di glicoemoglobina di tipo A1, oltre al cambiamento patologico della secrezione di insulina dopo un test di glucosio per via endovenosa.

Trattamento del diabete di nuova diagnosi

Lo scopo di tale trattamento è l'eliminazione dei disturbi metabolici acuti e il raggiungimento della compensazione della malattia. Nella fase iniziale, ciò può essere ottenuto somministrando insulina e reintegrando la perdita di liquidi. Quest'ultimo è fatto meglio utilizzando soluzioni per infusione. Il primo giorno di terapia, la dose iniziale di insulina può raggiungere 1 U per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Tuttavia, in futuro, questo dosaggio è ancora ridotto a 0,5-0,7 U per un chilogrammo di peso.

Leggi anche Caratteristiche del diabete nei bambini

È necessario evitare una brusca caduta di glucosio nel sangue. Lo zucchero target dovrebbe essere raggiunto gradualmente - entro uno, e ancora meglio - due settimane. Solo dopo la correzione degli eventi acuti, al paziente vengono somministrate iniezioni di bolo di insulina corta negli intervalli tra i pasti, nonché iniezioni di inulina prolungata (base).

Dopo qualche tempo dopo la diagnosi stabilita di diabete mellito di tipo insulino-dipendente, le prestazioni delle cellule beta del pancreas del paziente migliorano significativamente. C'è una significativa riduzione del fabbisogno di insulina. Il dosaggio dell'ormone è ridotto a 0,2 - 0,5 unità al giorno per chilogrammo di peso. Questa condizione è chiamata il periodo della luna di miele del diabete. Se non lo fai, è possibile lo sviluppo di gravi ipoglicemie e persino coma.

Mantenere il livello di glucosio nel sangue somministrando la basale e l'insulina in bolo prolunga significativamente la luna di miele. Il compito del medico e del paziente è quello di prolungare questo periodo il più a lungo possibile.

Il diabete mellito insulino-dipendente è molto difficile. È necessario prevenire il coma iper- e ipoglicemico - tali condizioni sono estremamente pericolose per la vita di una persona.

La terapia insulinica è anche importante nel diabete insulino-indipendente tipo. Tuttavia, questo ormone è necessariamente introdotto nel corpo in combinazione con farmaci ipoglicemici. I preparati di sulfonilurea sono stati usati per questo scopo per molti anni. Tuttavia, la loro ammissione può provocare ipoglicemia. Provata azione extrapancreatica di tali farmaci.

Pertanto, la più appropriata è la ricezione di metformina. Non influisce sulla produzione di insulina, ma contribuisce a un utilizzo più efficiente del glucosio da parte delle cellule e dei tessuti. Durante il trattamento con insulina, l'iperglicemia viene interrotta e la sensibilità cellulare viene ripristinata.

Controindicazioni per l'assunzione di metformina:

  • condizioni di shock;
  • sepsi;
  • insufficienza respiratoria;
  • insufficienza del cuore e dei vasi sanguigni;
  • disturbi del metabolismo epatico e gastrico.

Ora per il trattamento del primo diabete rilevato, ci sono vari mezzi. Possono essere usati sia per la monoterapia che per trattamenti complessi. Non dobbiamo dimenticare che nel trattamento di tale diabete è molto importante la dieta e l'esercizio fisico.

Prevenzione delle malattie

Per la prevenzione del diabete primario, è estremamente importante attenersi a una dieta povera di carboidrati. Il paziente dovrebbe mangiare più cibi ricchi di proteine. Verdure fresche sono utili

È estremamente importante fare amicizia con l'educazione fisica. I carichi dovrebbero essere moderati e non causare affaticamento. È necessario eliminare completamente l'alcol, non toccare la sigaretta.

Ricordare che il diabete mellito insulino-dipendente non può essere trattato diversamente dalle iniezioni di insulina. Il paziente deve imparare a controllare la malattia per prevenire lo sviluppo di complicazioni.

Diabete mellito e iperglicemia

Le cause dell'iperglicemia sono talvolta chiare, a volte no. È impossibile iniziare a curare un paziente e diagnosticare il diabete mellito solo sulla base di un'analisi una volta ricevuta della concentrazione di glucosio nel sangue, anche se il livello di iperglicemia è sufficientemente alto.

Quando la causa dell'iperglicemia non è nota, insieme all'esame e alla cronologia, il paziente deve essere, come minimo, condotto:

  • Determinazione ripetuta del livello di glucosio nel siero del sangue;
  • Il livello dei corpi chetonici nelle urine e, se esiste una tale possibilità, nel sangue;
  • Il livello di emoglobina glicata HbA1c.

Guidati dalla Tabella 1, i medici determinano la possibile causa dell'iperglicemia.

Tabella 1. Diagnosi differenziale preliminare delle cause dell'iperglicemia

Il livello di emoglobina glicosilata HbA1c,%

Il grado di depressione della coscienza

Diabete scompensato o di nuova diagnosi

Nella maggior parte dei casi,> 15 e 6.7-7.0

(determinato dalla malattia di base)

(determinato dalla malattia di base)

Trattamento del diabete di nuova diagnosi

Secondo i risultati dell'esame (vedi Tabella 1), i medici hanno suggerito che il paziente ha il diabete. Se stiamo parlando di pazienti con diabete mellito che sono in terapia intensiva, allora non possiamo parlare di dosi stabili di insulina. Il paziente può morire di fame, può ricevere nutrizione parenterale parziale o completa, può progredire, ad esempio, insufficienza renale ed epatica. È possibile elencare alcune decine di fattori che influenzano il livello di glucosio nel sangue. Per questi motivi, la scelta della dose di insulina, se il paziente ne ha bisogno, è sempre individuale. Le attuali raccomandazioni suggeriscono di monitorare i livelli di glucosio nei pazienti con iperglicemia in terapia intensiva ogni 2 ore e, ancora meglio, continuamente.

Ma in ogni caso, il livello di glucosio dovrebbe essere determinato almeno 4 volte al giorno. Oggi la medicina preferita è l'insulina umana geneticamente modificata e tutte le forme di dosaggio da essa derivate. Secondo la International Diabetes Federation, in quasi il 50% dei paesi del mondo, solo le insuline geneticamente modificate sono utilizzate per trattare i pazienti con diabete.

assistere

Viene proposta la seguente assistenza:

1. consultazione endocrinologo;

2. Se non esiste tale possibilità, i medici prescrivono il trattamento, se necessario utilizzando l'insulina ad azione rapida:

  • Se le condizioni generali del paziente sono soddisfacenti e il livello di glucosio nel sangue è di 10 mmol / l in pazienti in condizioni critiche, viene prescritta un'infusione endovenosa a lungo termine di insulina;
  • Quando l'iperglicemia> 15 mmol / l, o iperglicemia> 10-12 mmol / l in combinazione con chetoacidosi, il paziente necessita della nomina di insulina. Se le condizioni di una persona non soffrono molto, 4-6 UI di insulina possono essere utilizzate dopo 6 ore. Il livello di glucosio viene monitorato prima di ogni pasto e alle 22:00. Se l'iperglicemia persiste, la dose di insulina aumenta di 2-4 U. In caso di gravi condizioni del paziente, è preferibile utilizzare infusione endovenosa a lungo termine di insulina ad azione rapida. La velocità di infusione iniziale di 0,1 U / kg all'ora (una media di 5-10 U all'ora).

La scelta di una singola dose di insulina per via sottocutanea

Le raccomandazioni per la scelta di una singola dose sottocutanea di insulina a seconda del livello di glicemia sono presentate nella Tabella 2.

Livello di iperglicemia mmol / l

Dose di insulina (semplice), ED

Se il paziente viene alimentato nel modo usuale, la dose giornaliera di insulina deve essere distribuita come segue:

  • prima di colazione, inserisci il 35%;
  • prima di pranzo - 25%;
  • prima di cena - 30%;
  • prima di andare a letto (alle 23.00) - 10%;
  • vale a dire distribuire secondo 3.5: 2.5: 3: 1;
  • Si raccomanda di alternare i siti di iniezione giornalieri di insulina.

Linee guida per l'alimentazione del paziente

Mangiare dovrebbe essere non più tardi di 30 minuti. dopo la somministrazione di insulina. Quando si utilizza l'insulina ultracorta (Humalog), l'assunzione di cibo può essere combinata con l'iniezione o con una differenza di tempo non superiore a 15 minuti.

Tipi di diabete

Esistono diversi tipi di diabete:

  • di tipo I (insulino-dipendente), il "diabete dei giovani" è caratterizzato da una grave insufficienza di insulina. I pazienti con diabete di tipo 1 devono sempre ricevere insulina per prevenire chetoacidosi.
  • tipo II (non insulino-dipendente) "malattia degli anziani e grasso", il livello di insulina nel sangue è normale, ma c'è resistenza alla sua azione di vari tessuti e organi;
  • gestazionale (si sviluppa durante la gravidanza);
  • secondaria (endocrinopatia, l'azione dei farmaci, ecc.).

Anestesia nei pazienti con diabete

Il diabete mellito porta al fatto che una persona aumenta il rischio di varie malattie. Rispetto alle persone che non soffrono di diabete, l'incidenza di infarto miocardico e ipertensione aumenta di 2 volte, le lesioni vascolari del cervello e degli arti inferiori - 2 volte.

Interventi programmati

L'esame preoperatorio dovrebbe includere:

  • Consultazione dell'endocrinologo o terapeuta;
  • Esame di laboratorio: corpi chetonici di sangue o di urina, glicemia, elettroliti del sangue;
  • Registrazione dell'elettrocardiogramma;
  • Chetoacidosi e iperglicemia dovrebbero essere eliminate in anticipo;

Se è pianificato un intervento addominale, il paziente deve essere trasferito all'insulina semplice almeno tre o quattro giorni prima dell'operazione. L'intervento chirurgico dovrebbe essere programmato all'inizio del giorno di negoziazione. I pazienti con diabete non insulino-dipendente dovrebbero assumere farmaci che riducono lo zucchero in pillole 24 ore prima dell'intervento. Se il paziente è in grado di riprendere a prendere le compresse di farmaci ipoglicemizzanti immediatamente dopo l'operazione, e ci sono indicatori accettabili di glucosio nel sangue, l'insulina può essere dispensata. Per interventi a breve termine (fino a 30 minuti) in pazienti con diabete insulino-dipendente, si raccomanda di non iniettare la dose mattutina di insulina.

Intervento di emergenza

Per gli interventi di emergenza, l'anestesista deve considerare le seguenti circostanze.

Di conseguenza, esiste in un certo numero di pazienti con neuropatia:

  • possibile rallentamento nell'evacuazione dei contenuti gastrici;
  • c'è una ridotta capacità di compensare le reazioni posturali;
  • i pazienti sono soggetti a danni a causa della loro posizione sul tavolo operatorio;

A seconda delle malattie associate, è possibile utilizzare qualsiasi metodo anestetico e anestetico. Ma nei pazienti con polineuropatia grave, l'anestesia regionale è preferibile non usarla. Per ridurre la frequenza delle complicanze purulente postoperatorie, è consigliabile utilizzare la terapia antibiotica profilattica.

Periodo intraoperatorio

A seconda delle opportunità disponibili, durante l'intervento chirurgico e nel primo periodo postoperatorio, il monitoraggio della glicemia deve essere eseguito ogni 2-6 ore. Il monitoraggio in tutte le fasi dell'assistenza per i pazienti con diabete severo deve necessariamente includere il monitoraggio dell'ECG. Le persone con diabete di qualsiasi tipo durante l'operazione vengono continuamente infuse con una soluzione di glucosio al 5-10% da parte dei medici. L'anestesia generale può mascherare gli effetti dell'ipoglicemia, pertanto, si raccomanda di continuare l'infusione di glucosio fino a quando il paziente non riprende conoscenza.

  • pazienti con lesioni del sistema nervoso centrale in cui la somministrazione di glucosio può peggiorare la prognosi neurologica;
  • durante il taglio cesareo prima dell'estrazione fetale (altrimenti esiste il rischio di una grave ipoglicemia nel feto).

Periodo postoperatorio

Nel periodo postoperatorio, nelle persone con qualsiasi tipo di diabete, la correzione del livello di glicemia (in base ai valori ottenuti) viene effettuata mediante l'introduzione di una semplice insulina. Il livello desiderato di glucosio nel sangue è 4,5-8 mmol / l.

Se la dinamica emodinamica del paziente è stabile - i medici usano n / una iniezione di insulina. Nei pazienti con emodinamica instabile, la via endovenosa di somministrazione di insulina è preferita.

Diabete diagnosticato di recente

Quando si diagnostica il diabete mellito di tipo 1 (insulino-dipendente), la terapia insulinica è l'unico metodo di trattamento, al momento non esiste un'alternativa: prima si inizia la terapia insulinica, più velocemente e più facilmente è possibile compensare la malattia. Dove iniziare la terapia insulinica, in ospedale o ambulatoriale, dipende dall'intero una serie di motivi Se il paziente è in uno stato di grave decompensazione (la glicemia è superiore a 12-13 mmol / l, la glucosuria è superiore al 3%, acetonuria) con manifestazioni cliniche appropriate, è necessario ospedalizzare e iniziare immediatamente la terapia insulinica In ospedale, in parallelo con l'inizio del trattamento con insulina, il paziente viene sottoposto ad un programma di allenamento appropriato che spiega l'essenza della malattia, lo scopo del trattamento, la tecnica di iniezione, l'aiuto con l'ipoglicemia, le regole di autocontrollo e entro la fine della degenza ospedaliera, essere pronti ad autoiniezione di insulina, utilizzare strumenti di controllo glicemico, conoscere i sintomi dell'ipoglicemia ed essere in grado di fermarli. In consultazione con il medico. rachom, il paziente può eseguire la regolazione di trattamento.

Se lo scompenso della malattia del paziente non è pronunciato (la glicemia non supera i 12 mmol / l, la glucosuria fino al 3%, non l'acetonuria), lo stato soggettivo è soddisfacente, la terapia insulinica può essere iniziata a casa. Il trattamento ambulatoriale è iniziato in modo più adeguato, in quanto consente di scegliere la dose di insulina in base alla natura della dieta e del lavoro a casa. Tuttavia, può essere eseguito solo a condizione che il paziente, in parallelo con la terapia insulinica, riceverà tutte le informazioni sulla sua malattia, che è stata menzionata sopra. La parte più importante del trattamento dovrebbe essere l'educazione del paziente.

Considerando che nei nostri policlinici non c'è ancora il personale appropriato o strutture di formazione, riteniamo che sia meglio iniziare la terapia insulinica in tutti i pazienti in ospedale. Nel caso estremo, può essere un day hospital, in cui il paziente rimarrà per mezza giornata e acquisirà le competenze appropriate.

La dose di insulina per ogni paziente è individuale ed è determinata dalla glicemia iniziale e dalla sua sensibilità al farmaco. Per stabilire la sensibilità individuale, l'insulina per iniezione viene somministrata per via endovenosa alla dose di 0,1 U / kg con glicemia a digiuno e ogni 30 minuti dopo la somministrazione per 2 ore.In individui sani, la glicemia diminuisce del 50% dopo 30 minuti e dopo 1 ora ritorna a quello originale Nei pazienti con diabete, la sensibilità è ridotta. A seconda del grado di riduzione della glicemia, è possibile determinare approssimativamente la dose iniziale di insulina. Tuttavia, questo test è effettuato principalmente in ricerca. In pratica, la dose giornaliera di insulina e il tempo di somministrazione durante il giorno sono selezionati in base agli indicatori della glicemia. La ricerca che usa un biostatore e l'esperienza dei diabetologi, indicando che nei pazienti con diabete mellito di nuova diagnosi che usano moderni preparati insulinici, la dose giornaliera di insulina media di 0,5 U / kg di peso corporeo può servire come linea guida specifica. Nel periodo di remissione dopo l'inizio della compensazione della malattia, può scendere a 0,3-0,4 U / kg o anche meno.

Per escludere l'aumentata sensibilità del paziente all'insulina e la prevenzione delle reazioni allergiche durante l'appuntamento iniziale, viene testato con un'iniezione intracutanea di 2-4 U. Come già menzionato, l'insulina umana ha le proprietà antigeniche più basse, quindi nei pazienti con diabete mellito di nuova diagnosi, è preferibile iniziare la terapia insulinica con questi farmaci. Si raccomanda di iniziare il trattamento con un regime di insulina intensiva, secondo lo schema base-bolo, quando prima di ogni pasto viene somministrata una piccola dose di insulina ad azione breve (8-12-16 U), a seconda del livello di glicemia, e di notte - insulina di durata media (10-12 DE). Questo schema consente di ridurre rapidamente i livelli di glucosio nel sangue, per portare la dose giornaliera di insulina adeguata. Quindi, se necessario, sostituire l'insulina ad azione rapida (semplice) con l'insulina ad azione intermedia o combinare il semplice con l'insulina-intermedio e anche ridurre il numero di iniezioni.

Un altro regime di trattamento è possibile, specialmente nei pazienti con fluttuazioni relativamente piccole della glicemia (12-13 mmol / l). In tale situazione, il trattamento può iniziare con l'introduzione al mattino e alla sera di 12-16 U di insulina di media durata e iniezioni di insulina a breve durata d'azione (in base al livello di glicemia) prima di cena. Se necessario, ulteriore insulina della durata media dell'azione può essere combinata con l'aggiunta di insulina ad azione rapida (4-6-8 U in ciascuna iniezione). Ogni iniezione di insulina durante il periodo di selezione della dose viene effettuata in accordo con il controllo del livello glicemico. È consigliabile modificare la dose non giornalmente, ma accertarsi che l'aumento o la diminuzione della glicemia non sia dovuta a un errore nella dieta oa saltare i pasti. I cambiamenti nella dose dovrebbero essere piccoli (2-4 U). La selezione finale della dose richiede un certo tempo. È assolutamente necessario regolare la dose dopo la dimissione, quando il paziente è in una dieta casalinga e lavora. Tuttavia, dato che molti pazienti a casa non hanno la capacità di controllare la glicemia, è necessario ottenere un risarcimento ospedaliero in ospedale e vengono fornite raccomandazioni al paziente sul possibile aggiustamento delle dosi di insulina durante il passaggio a un regime a casa.

Il paziente deve essere istruito per apportare modifiche al modo di terapia insulinica a causa di cambiamenti nella glicemia. Quindi, nei pazienti con diabete mellito compensato, è necessario ridurre la dose prima dell'imminente aumento dell'attività fisica e aumentare l'assunzione di cibo prima che sia più abbondante del solito consumo di cibo. Tipicamente, queste regolazioni sono fatte con l'insulina a breve durata d'azione e la dose varia di 2-4 U. Il giorno dopo, la dose viene restituita all'originale. Il paziente deve essere ben consapevole della durata di ciascuna insulina iniettata e, nel controllare i livelli glicemici durante il giorno, ridurre o aumentare la dose di insulina attiva in quel momento.

Alcuni giovani pazienti e bambini qualche tempo dopo la manifestazione del diabete mellito di tipo 1, ha inizio un periodo temporaneo di diminuzione della necessità di insulina esogena, un periodo di remissione o la cosiddetta "luna di miele". Ciò è dovuto al fatto che una terapia insulinica tempestiva e adeguata, in particolare l'insulina umana, riduce gli effetti tossici dell'iperglicemia, dà riposo alle cellule beta e persino stimola la loro riproduzione. Pertanto, le restanti cellule beta del pancreas continuano a secernere insulina. Se durante la remissione nel tempo non è adeguato ridurre la dose di insulina iniettata, si sviluppa frequente ipoglicemia. Questo periodo può verificarsi alla fine del trattamento ospedaliero e, talvolta, dopo la dimissione. Il paziente deve essere avvertito di questa possibilità e istruito sulle modalità della terapia insulinica o sulla necessità di consultare obbligatoriamente il medico. La dose di insulina viene ridotta gradualmente in base agli indicatori della glicemia. Il paziente può essere trasferito a 1 iniezione di insulina prolungata e ridurla al minimo (6-8 U). Di regola, non è raccomandato cancellare l'insulina affatto. Tuttavia, anche se 2-4 unità di insulina causano ipoglicemia, come confermato da test di laboratorio, l'insulina viene abolita. Tali pazienti dovrebbero essere sotto la supervisione di un medico, e ai primi segni di glicemia aumentata e alla comparsa di glicosuria viene prescritta una terapia insulinica. La dose di insulina aumenta a seconda degli indicatori glicemici. La durata della "remissione" è diversa: da 2-3 mesi. fino a diversi anni. Il paziente dovrebbe essere spiegato che questo, sfortunatamente, non è una cura per il diabete, ma solo un periodo temporaneo. Finora non ci sono metodi in grado di prevedere l'occorrenza e la durata del periodo di remissione in ogni particolare paziente. Attualmente è in corso un'intensa ricerca di metodi per la sua estensione. A questo scopo vengono condotte prove cliniche di nicotinamide, alfa-tocoferolo (vitamina E), preparazioni di timo e altri immunomodulatori. La nicotinamide blocca i radicali attivi dell'ossigeno, che sono coinvolti nella distruzione delle cellule beta e ha proprietà antimutageniche. Attualmente, un vero impatto sull'estensione della "luna di miele" è dimostrato solo da un'adeguata tempestiva terapia insulinica con insulina umana.

Cosa significa diabete diagnosticato di recente?

La causa del diabete mellito primario sono le malattie del pancreas - le sue cellule endocrine vengono distrutte, a seguito della quale il livello di insulina nel sangue diminuisce fino a un punto critico. A loro volta, il cancro, le infezioni virali, la pancreatite, le lesioni tossiche e persino le condizioni stressanti possono causare la morte delle cellule endocrine.

I sintomi del diabete di nuova diagnosi

Questo tipo di diabete è caratteristico, di regola, per le persone di età inferiore ai 40 anni, compresi i bambini. La malattia viene rilevata abbastanza facilmente, poiché sin dall'inizio è accompagnata da complicazioni acute - il paziente può sperimentare uno stato di coscienza alterata o addirittura coma.

Si nota l'influenza del fattore stagionale sull'insorgenza del diabete primario: il più delle volte viene rilevato nel tardo autunno, inverno e all'inizio della primavera, cioè durante il periodo di maggiore incidenza di infezioni virali.

Trattamento del diabete primario

Se hai diagnosticato il diabete di tipo 1 (cioè primario), le decisioni dovrebbero essere prese tempestivamente, poiché il deterioramento metabolico si sviluppa piuttosto rapidamente. Esiste una minaccia teorica alla vita, ma se agisci deliberatamente, rimarrà teorica. Pertanto, non ritardare il trattamento.

Se hai dei dubbi sulla correttezza della diagnosi, fai un esame del sangue per il C-peptide e l'insulina. Nel diabete primario, queste cifre saranno abbassate. In realtà, quando hai questa malattia, sperimenterai cambiamenti nella tua condizione, come sete costante, aumento della minzione (poliuria), perdita di peso, debolezza, aumento dell'appetito, prurito.

Il diabete mellito primario è diviso in due tipi: insulino-dipendente e insulino-indipendente. A proposito, nel secondo caso, la malattia può avvenire in segreto - i disordini metabolici sono lievi.

In caso di diabete primario insulino-dipendente, al paziente vengono somministrati colpi di insulina. Non dovresti aver paura di questo e cercare qualche altra via d'uscita - se hai questo tipo di diabete, è impossibile fare a meno dell'insulina, perché semplicemente non c'è più insulina nel corpo. Dovresti imparare come metterti da solo le iniezioni, così come mettere le cosiddette carte "diabetiche" nelle tue tasche in modo che le persone con ipoglicemia possano aiutarti.

Prevenzione, dieta per il diabete di nuova diagnosi

Inoltre, dovrai seguire una dieta speciale, che comporta il consumo di cibi a basso contenuto di carboidrati, ma ricco di proteine. Tutti i dolci sono esclusi dal cibo - zucchero, marmellata, torte, ecc. Si consigliano prodotti contenenti vitamine, come verdure fresche e frutta non zuccherata.

Altri Articoli Sul Diabete

Attualmente, sul mercato vengono offerti un gran numero di misuratori di glucosio nel sangue e sempre più aziende stanno iniziando a fabbricare tali dispositivi.

Lo stato di ipoglicemia non è meno pericoloso di un aumento del glucosio al di sopra della norma, quindi è importante che sia gli uomini che le donne conoscano il motivo per cui si verifica una tale carenza, quali sintomi della malattia si manifestano.

La propoli è un rimedio unico prodotto dalle api. Usando la propoli nel diabete di tipo 2, è possibile evitare i picchi dei livelli di glucosio nel sangue.