loader

Principale

Complicazioni

Il farmaco Diabeton MV 60 mg - istruzioni per l'uso per il diabete, effetti collaterali, prezzo e analoghi

Per il trattamento di una malattia così comune come il diabete oggi ha sviluppato un gran numero di farmaci. Uno dei più popolari tra questi è Diabeton MV 60 mg - le istruzioni per l'uso sono semplici, perché un paziente che ha il diabete può riceverlo completamente in modo indipendente. Questo farmaco orale è classificato come un derivato del sulfonilurea.

Qual è il farmaco Diabeton

Se si consiglia di acquistare Diabeton 60 mg, prendere in considerazione che questo medicinale è prescritto esclusivamente da uno specialista. Il gliclazide, che è presente nella composizione, non viene rilasciato immediatamente, ma uniformemente per un periodo di 24 ore: ciò offre un vantaggio significativo nel trattamento del diabete, che diventa più efficace. Indicazioni per l'uso Diabeton MV 60 mg:

  • diabete di tipo 2;
  • prevenzione delle complicanze del diabete;
  • ridurre il rischio di infarto miocardico, ictus, retinopatia, nefropatia.

Un farmaco antidiabetico è diventato molto popolare a causa del fatto che è conveniente per i pazienti e ha vantaggi per i medici. I medici coinvolti nel trattamento delle malattie endocrine, un ordine di grandezza più facile da prescrivere questo farmaco rispetto al tentativo di motivare i pazienti a impegnarsi in una speciale educazione fisica e dieta. Benefici della droga:

  • i pazienti hanno una significativa diminuzione dello zucchero;
  • il rischio di ipoglicemia non supera il 7% e aumenta nelle persone con grave aterosclerosi delle arterie carotidi;
  • il peso sullo sfondo di assumere gliclazide, disponibile in pillole, aumenta solo leggermente;
  • Puoi prendere la medicina una volta al giorno.

Se il paziente viene trasferito da Diabeton 80 mg a Diabeton MV, si raccomanda di effettuare un attento controllo glicemico. La strategia si basa sull'uso di questo strumento, prevede il suo appuntamento con un ulteriore aumento della dose prima di aggiungervi un altro farmaco della categoria ipoglicemica. Non è consigliabile combinarlo con alcuni farmaci che contribuiscono ad un aumento del livello di glucosio: è necessario un controllo rigoroso del glucosio per identificare la sua concentrazione nel sangue.

Diabeton - Composizione

Prima di acquistare Diabeton a Mosca o in un'altra città del paese, leggi attentamente la composizione, perché Non tutti i componenti possono essere adatti a te. Per fare ciò, devi superare l'esame appropriato. Le compresse sono di forma ovale, bianche, incise con "60" e "DIA" su entrambi i lati. Il principale ingrediente attivo nella loro composizione è gliclazide. Ausiliari includono:

  • maltodestrina;
  • Valium;
  • stearato di magnesio;
  • lattosio monoidrato;
  • biossido di silicio colloidale anidro.

Diabeton - istruzioni per l'uso

Una descrizione dettagliata è allegata alla medicina, ma molti pazienti si chiedono ancora: come prendere Diabeton nel diabete mellito? L'istruzione di Diabeton mostra che il farmaco può essere assunto come supplemento all'educazione fisica e alla dieta, ma non invece! Nonostante questo, molti diabetici ignorano completamente le raccomandazioni degli specialisti nel mantenere uno stile di vita sano. Il medico prescrive una dose specifica del livello di zucchero nel sangue del paziente ed è impossibile superarla o ridurla arbitrariamente.

Inoltre, un paziente adulto dovrebbe capire che bere alcolici e assumere farmaci sono completamente incompatibili. Se il paziente prende il farmaco più del necessario, può causare ipoglicemia, vale a dire livello zuccherino troppo basso. Casi gravi portano alla perdita di coscienza e talvolta fatali. Sintomi di ipoglicemia:

  • stretta di mano;
  • la fame;
  • sudorazione;
  • irritabilità.

L'indicazione per l'assunzione del farmaco è diabete mellito di tipo 2 con insufficiente sforzo fisico e l'efficacia della terapia dietetica, se il paziente aderisce ad una certa alimentazione rigorosa, è anche prescritto come profilassi per ridurre la possibilità di diabete. In presenza di 2 tipi di disturbi, il rimedio aiuta a ripristinare il picco iniziale della secrezione di insulina, ma è necessario il controllo glicemico.

dosaggio

Diabeton per adulti, inclusi e gli anziani, è prescritto per ½ compressa al giorno, che è di 30 mg, preferibilmente durante la colazione. Aumentare il dosaggio è di circa 2-4 settimane. Prima di iniziare a prendere Diabeton MV 60 mg - istruzioni per l'uso: il paziente deve iniziare a prendere il farmaco solo dopo un appuntamento obbligatorio dal medico, perché in ogni caso richiede un approccio individuale

Si raccomanda di ingerire la pillola intera, senza prima masticare e macinare. Come con altri agenti in questo gruppo, la dose del farmaco in ogni singolo caso è selezionata singolarmente in accordo con la concentrazione di glucosio e l'analisi per l'emoglobina glicosilata. Se necessario, può essere combinato con altri mezzi di diabete.

Effetti collaterali

Il gliclazide, che è un principio attivo, stimola le cellule beta del pancreas a produrre e rilasciare l'insulina, riducendo il livello di zucchero. Ma non tutto è così semplice, perché questo farmaco ha una serie di effetti collaterali che è assolutamente necessario conoscere. Uno di questi è lo sviluppo dell'ipoglicemia, che può essere caratterizzato da una sensazione di battito cardiaco, aritmia, angina pectoris, mal di testa, ecc. Altri effetti collaterali di Diabeton:

  • dolore addominale;
  • nausea;
  • vomito;
  • costipazione;
  • diarrea;
  • rash cutaneo;
  • prurito della pelle;
  • aumento dell'attività degli enzimi epatici come ALT, AST, ALP;
  • deficit visivo temporaneo;
  • in rari casi, presenza di ittero, epatite, anemia.

Controindicazioni

Il farmaco ha una serie di controindicazioni, in cui al paziente è assolutamente vietato utilizzare questo strumento come terapia. In questi casi, in quanto carenza di ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali, dall'ipotiroidismo e dalla nutrizione irregolare, il farmaco deve essere assunto con cautela. Diabeton controindicazioni:

  • la gravidanza;
  • periodo di allattamento al seno;
  • diabete di tipo 1;
  • uso simultaneo di miconazolo;
  • coma diabetico, precoma, chetoacidosi;
  • età fino a 18 anni;
  • la presenza di insufficienza renale / epatica grave;
  • ipersensibilità alle sostanze dalla composizione del farmaco.

analoghi

Il produttore del farmaco originale Diabeton MW è la società Servier Laboratory (la foto può essere vista sul pacchetto), che nel 2005 ha smesso di fornire Diabeton 80 mg alla Russia. Ciò è dovuto al fatto che il nuovo farmaco presenta vantaggi significativi. Ma i tablet di azione rapida possono essere trovati in vendita oggi - questo è un analogo di Diabeton, che sono:

  • ADEB;
  • Amaryl;
  • Antidiab;
  • ACE (inibitore);
  • Astrozon;
  • Glioral;
  • danazolo;
  • Diabefarm;
  • metformina
  • miconazolo;
  • Predian;
  • Reklid;
  • Siofor;
  • Sulfanilamide;
  • Fenilbutazone.

Prezzo Diabeton MV 60 mg

Diabete MB con 60 mg - le istruzioni per l'uso richiedono un'attenta familiarizzazione e l'uso dello strumento stesso richiede un test preliminare di laboratorio per determinare la concentrazione di glucosio a digiuno. Puoi scoprire quanto costa Diabet dal tavolo, ma il costo può variare notevolmente a seconda della farmacia. Prezzo di Diabeton con correzione per aprile 2018:

Diabeton MB (60 mg): istruzioni per l'uso

Diabete MB è un farmaco progettato per il trattamento del diabete di tipo 2.

Il principio attivo del farmaco è il gliclazide, che stimola le cellule beta del pancreas in modo che producano più insulina, il che provoca una diminuzione della glicemia. Designazione MV di compresse a rilascio modificato. Il gliclazide è un derivato del sulfonilurea. Il gliclazide viene rilasciato dalle compresse per 24 ore in proporzioni uniformi, il che è un vantaggio nel trattamento del diabete.

In questa pagina troverete tutte le informazioni su Diabeton MB: istruzioni complete per l'uso di questo farmaco, prezzi medi nelle farmacie, analoghi completi e incompleti del farmaco, nonché recensioni di persone che hanno già utilizzato Diabeton MB. Vuoi lasciare la tua opinione? Si prega di scrivere nei commenti.

Gruppo clinico-farmacologico

Farmaco ipoglicemico orale

Condizioni di vendita della farmacia

È rilasciato su prescrizione medica.

Quanto costa Diabeton MB? Il prezzo medio nelle farmacie è di 350 rubli.

Rilascia forma e composizione

"Diabeton" prodotto nelle seguenti forme:

  • Compresse da 80 mg.
  • Compresse a rilascio modificato "Diabeton MV" 60 mg.

Il principio attivo del farmaco è gliclazide - 80 mg (60 mg). La composizione degli eccipienti: maltodestrina, magnesio stearato, ipromellosa 100 cp, lattosio monoidrato, biossido di silicio colloidale anidro.

Effetto farmacologico

Il componente attivo di Diabeton (gliclazide) ha un pronunciato effetto ipoglicemizzante, riducendo efficacemente la concentrazione di glucosio nel sangue e stimolando la secrezione di insulina da parte delle cellule beta delle isole di Langerhans.

Il diabete con diabete mellito di tipo 2 in risposta all'assunzione di glucosio contribuisce al ripristino del picco iniziale della secrezione di insulina e allo stesso tempo migliora la seconda fase della sua secrezione. Inoltre, Diabeton, secondo le istruzioni, riduce il rischio di sviluppare trombosi di piccoli vasi, influenzando i meccanismi che sono i principali fattori nello sviluppo delle complicanze del diabete.

Indicazioni per l'uso

Secondo le istruzioni, Diabeton è prescritto:

  1. Nel trattamento del diabete mellito di tipo 2 sullo sfondo della mancanza di efficacia dallo sforzo fisico e dalla terapia dietetica;
  2. Per la prevenzione delle complicanze del diabete mellito - riduzione del rischio di ictus, retinopatia, nefropatia e infarto del miocardio.

Controindicazioni

Questo farmaco può essere utilizzato solo come prescritto da un medico dopo un esame approfondito e la determinazione del tipo di diabete. Le compresse di Diabeton MV presentano le seguenti limitazioni e controindicazioni:

  1. Diabete di tipo 1;
  2. Età inferiore a 18 anni;
  3. Chetoacidosi sullo sfondo del diabete mellito;
  4. Carenza di lattasi o galattosemia;
  5. Periodo di gravidanza e allattamento al seno;
  6. Grave insufficienza renale o epatica;
  7. Intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  8. Coma diabetico in un paziente - l'introduzione di questo farmaco può solo aggravare le condizioni del paziente.

Con particolare attenzione, il farmaco Diabeton MV è prescritto a pazienti con anormalità nel cuore, ipotiroidismo, alcolismo cronico, durante la terapia con glucocorticosteroidi, pazienti anziani.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Diabete MB in qualsiasi dose durante la gravidanza è proibito, così come altri rimedi orali per il diabete. Invece sono prescritti preparati di insulina. Si consiglia di passare all'insulina durante il periodo di pianificazione. Se la gravidanza si è verificata durante l'assunzione di Diabeton, le pillole devono essere cancellate con urgenza.

Non sono stati condotti studi sulla penetrazione di gliclazide nel latte materno e attraverso di essa nel corpo del bambino, pertanto Diabeton non viene prescritto durante il periodo dell'allattamento al seno.

Istruzioni per l'uso

Le istruzioni per l'uso indicano che Diabeton MV è destinato esclusivamente al trattamento degli adulti. La dose raccomandata del farmaco deve essere assunta per via orale, 1 volta / giorno, preferibilmente a colazione.

  • La dose giornaliera è 30-120 mg (1 / 2-2 scheda.) In 1 ricevimento. Si raccomanda di ingoiare una pillola o metà della pillola intera, senza masticare o schiacciare.

Quando salti una o più dosi del farmaco non deve assumere una dose più alta nella dose successiva, la dose dimenticata deve essere assunta il giorno successivo. Come con altri farmaci ipoglicemici, la dose del farmaco deve essere scelta singolarmente in base alla concentrazione di glucosio ematico e HbA1c.

  • La dose iniziale raccomandata per gli adulti (compresi i pazienti anziani di età ≥ 65 anni) è di 30 mg (1/2 tab.) / Giorno.

In caso di controllo adeguato, il farmaco in questa dose può essere utilizzato per la terapia di mantenimento. Con un controllo glicemico inadeguato, la dose giornaliera del farmaco può essere costantemente aumentata a 60 mg, 90 mg o 120 mg. L'aumento della dose è possibile non prima che dopo 1 mese di terapia farmacologica nella dose precedentemente prescritta. L'eccezione è rappresentata dai pazienti nei quali la concentrazione di glucosio nel sangue non è diminuita dopo 2 settimane di terapia. In questi casi, la dose del farmaco può essere aumentata 2 settimane dopo l'inizio della somministrazione.

  • La dose giornaliera massima raccomandata del farmaco è di 120 mg.

Una compressa delle compresse di Diabeton MV con un rilascio modificato di 60 mg equivale a 2 compresse. Compresse a rilascio modificato di Diabeton MB farmaco 30 mg. La presenza di tacche su compresse da 60 mg consente di dividere la compressa e assumere una dose giornaliera di 30 mg (1/2 compressa da 60 mg) e, se necessario, 90 mg (1 compressa da 60 mg e 1/2 compressa da 60 mg).

Effetti collaterali

L'effetto collaterale più pericoloso è basso livello di zucchero nel sangue, ipoglicemia. I suoi sintomi: mal di testa, stanchezza, irritabilità, incubi, palpitazioni. Nei casi più gravi, il paziente può perdere conoscenza.

Diabeton MV causa una grave ipoglicemia meno frequentemente di altri farmaci - derivati ​​sulfonilurea. Altri effetti collaterali: dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, stitichezza, eruzione cutanea, prurito cutaneo, aumento dell'attività degli enzimi epatici (AST, ALT, fosfatasi alcalina). All'inizio del trattamento con Diabeton, potrebbe esserci un deficit visivo temporaneo dovuto al fatto che il livello di zucchero nel sangue diminuisce rapidamente. Anche l'epatite e l'ittero sono possibili, ma raramente.

Cambiamenti avversi nella composizione del sangue - estremamente rari.

overdose

Con un sovradosaggio di derivati ​​sulfonilurea, può svilupparsi ipoglicemia. Lo zucchero nel sangue scenderà al di sotto del normale, ed è pericoloso. L'ipoglicemia lieve può essere interrotta da solo e nei casi più gravi è richiesta un'assistenza medica di emergenza.

Istruzioni speciali

Dopo un lungo periodo di trattamento, l'efficacia di Diabeton MB può diminuire. Ciò può essere dovuto alla progressione della malattia o alla diminuzione della risposta terapeutica all'azione del farmaco - resistenza secondaria al farmaco. Prima di diagnosticare questo disturbo, è necessario valutare l'adeguatezza della selezione della dose e l'osservanza del paziente con la dieta prescritta.

Durante la terapia, l'ipoglicemia può svilupparsi, e in alcuni casi, in una forma prolungata / grave che richiede il ricovero e la somministrazione endovenosa di destrosio per diversi giorni. Per evitare lo sviluppo di ipoglicemia richiede l'attuazione di un'attenta selezione individuale di farmaci e regime di dosaggio.

La probabilità di ipoglicemia aumenta nei seguenti casi:

  • insufficienza renale;
  • grave insufficienza epatica;
  • overdose di Diabeton MV;
  • uso combinato con determinati farmaci;
  • uno squilibrio tra la quantità di carboidrati e l'esercizio fisico;
  • saltare i pasti, irregolare / malnutrito, cambiare dieta e digiuno;
  • rifiuto / incapacità del paziente di controllare la sua condizione e seguire la prescrizione del medico (in particolare, questo si applica ai pazienti anziani);
  • alcuni disturbi endocrini (malattie della ghiandola tiroidea, insufficienza surrenalica e ipofisaria).

L'indebolimento del controllo glicemico durante l'assunzione di Diabeton MV è possibile con febbre, lesioni, malattie infettive o interventi chirurgici di grandi dimensioni. In questi casi, potrebbe essere necessario annullare il farmaco e la nomina della terapia insulinica.

Interazione farmacologica

Molti farmaci aumentano il rischio di ipoglicemia se assunto con il diabete. Questo dovrebbe essere preso in considerazione dal medico quando si prescrive il trattamento combinato del diabete con acarbosio, metformina, tiazolidinedioni, inibitori della dipeptidil peptidasi-4, agonisti del GLP-1 e anche insulina.

L'effetto di Diabeton MV è potenziato dai farmaci per l'ipertensione - beta-bloccanti e ACE-inibitori, così come fluconazolo, bloccanti del recettore H2 dell'istamina, inibitori delle MAO, sulfonamidi, claritromicina. Altri farmaci possono indebolire l'azione del gliclazide. Leggi ulteriori istruzioni ufficiali per l'uso.

Informate il vostro medico di tutte le medicine, integratori alimentari ed erbe che prendete prima di prescriverle pillole per il diabete. Capire come controllare indipendentemente la glicemia. Sapere cosa fare se sale o viceversa diminuisce troppo.

Recensioni

Abbiamo raccolto alcuni feedback da persone su Diabeton MB:

  1. Sasha. Mi è stato diagnosticato il diabete per caso, mi sono sottoposto a un esame del sangue, e lì, a stomaco vuoto, il glucosio era 13, e non c'erano sintomi particolari, vivevo come al solito. Ho subito voluto nominare l'insulina, ha rifiutato. Ha iniziato a bere Siofor e Diabeton. Lo zucchero nei primi giorni scese a 9, e poi molto lentamente, l'intero mese strisciato giù. Ora 6, massimo 8.
  2. Valentin. Oggi ha ricevuto 60. La raccomandazione sulla ricetta è 1/2 due volte al giorno. Ho letto la prem 1 volta al mattino. Cosa fare Medici sempre diversi e ciascuno oppresso, è difficile iscriversi a uno. Glidiab MB precedente con metmorphin850 (2 volte-metmorfina) ha abbassato SC a 3,75. Dopo 2 ore, meno di 5. Questo è tutto e sostituito. Perché non abbassare la dose di metmorfina? Ho già vissuto tranquillamente.
  3. Lera. L'anno ha visto Metformin, è caduto 15 kg durante questo periodo, altri 10 sono rimasti. Il medico mi ha trasferito a Diabeton in una dose minima di 30 mg. All'inizio ero persino contento, lo bevo solo una volta e riduco bene lo zucchero. E poi ho capito che ogni salto di cibo o una piccola porzione porta a una goccia di zucchero. Di conseguenza, la mia perdita di peso si è interrotta e ho già guadagnato 2 kg. A vostro rischio e pericolo, sono tornato a Metformin, continuerò a dimagrire.

Secondo le recensioni, Diabeton MW è un farmaco efficace che aiuta a ridurre i livelli di zucchero. Lo sviluppo di effetti collaterali è riportato solo in rari casi. Di solito gli svantaggi indicano un costo piuttosto elevato del farmaco.

analoghi

Analoghi del farmaco Diabeton MV sono i seguenti mezzi:

  • Pillole di Glidiab;
  • Glidiab MB;
  • Diabefarm MV;
  • Gliclazide MB.

Prima di usare analoghi, consultare il medico.

Condizioni di conservazione e durata

Conservare il farmaco deve essere in un luogo asciutto, buio, fresco, lontano dalla portata dei bambini. La data di scadenza è indicata sulla confezione, dopo la sua scadenza si consiglia di gettare il farmaco.

Come prendere Diabeton MB (60 mg) e suoi analoghi

I pazienti con il secondo tipo di diabete non hanno bisogno di iniezioni di insulina per un lungo periodo di tempo, la maggior parte di essi può essere compensata solo con compresse con farmaci ipoglicemizzanti. Diabete MB 60 mg - uno di questi fondi, la sua azione si basa sulla stimolazione della propria produzione di insulina. Oltre a influenzare il metabolismo dei carboidrati, Diabeton ha un effetto protettivo e rigenerante sui vasi sanguigni, migliora l'elasticità delle loro pareti e previene l'aterosclerosi.

Il farmaco è semplice da assumere e ha un minimo di controindicazioni, per questo è ampiamente usato nel trattamento del diabete. Nonostante l'apparente sicurezza, bere senza l'approvazione del medico o superare la dose non può. Un prerequisito per la nomina di Diabeton - comprovata mancanza di insulina. Mentre il pancreas funziona normalmente, la preferenza dovrebbe essere data ad altri agenti antidiabetici.

Come fa il farmaco

Diabeton ha un effetto medicinale sul corpo nel diabete a causa della presenza di gliclazide nella sua composizione. Tutti gli altri componenti del farmaco - ausiliario, grazie a loro la struttura del tablet e il suo assorbimento tempestivo è fornito. Il gliclazide appartiene al gruppo derivato sulfonilurea. Contiene diverse sostanze con proprietà simili, oltre a gliclazide, glibenclamide, glimeperide e glykvidon sono comuni in Russia.

La proprietà riducente lo zucchero di questi farmaci si basa sui loro effetti sulle cellule beta. Queste sono strutture pancreatiche che sintetizzano l'insulina. Dopo l'assunzione di Diabeton, il rilascio di insulina nel sangue aumenta, mentre lo zucchero diminuisce.

Diabeton è efficace solo se le cellule beta sono vive e svolgono ancora parzialmente le loro funzioni. Pertanto, il farmaco non viene utilizzato per il diabete di tipo 1. Non è auspicabile usarlo per la prima volta dopo il debutto della malattia di tipo 2. Questo tipo di diabete è caratterizzato da un'elevata produzione di insulina all'inizio dei disordini dei carboidrati, e quindi da un'attenuazione graduale della secrezione per diversi anni.

Lo zucchero alto all'inizio è causato principalmente dall'insulino-resistenza, cioè dalla scarsa percezione dei tessuti dell'insulina esistente. Il principale segno di resistenza all'insulina è sovrappeso in un paziente. Pertanto, se si osserva obesità, diabeton non è prescritto. In questo momento, i farmaci che riducono la resistenza, come la metformina (una dose di 850 mg). Diabeton è incluso nel regime di trattamento quando viene stabilito il deterioramento della funzione delle cellule beta. Puoi identificarlo con l'analisi del c-peptide. Se il risultato è inferiore a 0,26 mmol / l, la nomina di Diabeton è giustificata.

Grazie a questo strumento, la produzione di insulina nel diabete è vicina a quella fisiologica: il picco della secrezione ritorna in risposta al glucosio, che entra nel flusso sanguigno dai carboidrati e la produzione di ormoni aumenta nella fase 2.

Oltre a stimolare le cellule beta, Diabeton e altre compresse a base di gliclazide hanno un effetto significativo sulla velocità di sviluppo delle alterazioni aterosclerotiche nei vasi:

  1. Agisci come antiossidante. Il diabete è caratterizzato da una maggiore produzione di radicali liberi e da una protezione indebolita delle cellule dai loro effetti. A causa del gruppo aminoazobicicloottano nella molecola di gliclazide, i radicali liberi pericolosi sono parzialmente neutralizzati. L'effetto antiossidante è particolarmente evidente nei piccoli capillari, pertanto, durante l'assunzione di Diabeton, i sintomi sono attenuati nei pazienti con retinopatia e nefropatia.
  2. Ripristina le proprietà dell'endotelio vascolare. Ciò è dovuto alla maggiore sintesi dell'ossido nitrico nelle loro pareti.
  3. Ridurre il rischio di trombosi, in quanto riducono la capacità delle piastrine di aderire.

L'efficacia di Diabeton è confermata dalla ricerca. Se usato in una dose di 120 mg, è stata osservata una diminuzione della frequenza delle complicanze vascolari del diabete del 10%. Il rimedio ha mostrato i migliori risultati in un effetto protettivo sui reni, il rischio di un miglioramento della nefropatia diminuito del 21%, la proteinuria - del 30%.

Per molto tempo si è creduto che i derivati ​​sulfonilurea accelerassero la distruzione delle cellule beta e quindi la progressione del diabete. Attualmente è stabilito che questo non è il caso. All'inizio del ricevimento di Diabeton MV 60 mg, si osserva un aumento della secrezione di insulina in media del 30%, quindi ogni anno questa cifra diminuisce del 5%. Nei pazienti che controllano lo zucchero solo con una dieta o una dieta e una metformina, i primi 2 anni di declino della sintesi non vengono osservati, quindi - circa il 4% all'anno.

Istruzioni per l'uso di Diabeton MV

Le lettere MV nel nome del farmaco indicano che si tratta di un mezzo di rilascio modificato (la versione inglese di MR - versione modificata). Nella compressa, l'ingrediente attivo è posto tra le fibre dell'ipromellosa, che forma un gel nel tratto gastrointestinale. A causa di questa struttura, il farmaco viene rilasciato più a lungo, la sua azione dura per un giorno. Diabete MB è prodotto sotto forma di compresse, quando la compressa è divisa in parti, il farmaco non perde il suo effetto prolungato.

In vendita ci sono dosaggi di 30 e 60 mg. Prendili una volta al giorno, preferibilmente a colazione. Il tablet può essere rotto a metà per ridurre il dosaggio, ma non masticato o schiacciato in polvere.

Regolare, non MB, Diabeton è disponibile con una dose aumentata di gliclazide - 80 mg, lo bevono due volte al giorno. Attualmente, è considerato obsoleto e praticamente non utilizzato, poiché la preparazione prolungata dà un effetto più pronunciato e stabile.

Diabeton è ben combinato con altri agenti ipoglicemizzanti. Il più spesso è prescritto in combinazione con metformin. Se la stimolazione della produzione di insulina non è sufficiente, con il diabete di tipo 2, le compresse possono essere utilizzate con iniezioni di insulina.

Il dosaggio iniziale di Diabeton, indipendentemente dall'età e dallo stadio del diabete in un paziente, è di 30 mg. A questa dose, il rimedio dovrà essere bevuto per tutto il primo mese di somministrazione. Se 30 mg non è sufficiente per il normale controllo glicemico, il dosaggio viene aumentato a 60, in un altro mese - a 90, quindi a 120. Due compresse o 120 mg - la dose massima, è vietato l'uso di più al giorno. Se diabeton in combinazione con altri farmaci ipoglicemici non può fornire zucchero normale con diabete di tipo 2, l'insulina viene prescritta al paziente.

Se il paziente ha assunto Diabeton 80 mg e desidera passare a un farmaco moderno, la dose viene calcolata come segue: 1 compressa del vecchio farmaco viene sostituita con 30 mg di Diabeton MV. Dopo la transizione entro una settimana, la glicemia deve essere controllata più spesso del solito.

Ricevimento durante la gravidanza e l'allattamento

Il potenziale impatto dei farmaci sul feto durante la gravidanza è studiato senza errori. Per determinare il grado di rischio più frequentemente utilizzato classificazione FDA. In esso, i principi attivi sono raggruppati in classi in base al livello di impatto sull'embrione. Quasi tutti i farmaci sulfonilurea appartengono alla classe C. Gli studi sugli animali hanno dimostrato che essi portano all'interruzione dello sviluppo del bambino o ad effetti tossici su di lui. Tuttavia, la maggior parte dei cambiamenti sono reversibili, non si sono verificate anomalie congenite. A causa dell'alto rischio, non sono stati effettuati studi sull'uomo.

Diabete MB in qualsiasi dose durante la gravidanza è proibito, così come altri rimedi orali per il diabete. Invece sono prescritti preparati di insulina. Si consiglia di passare all'insulina durante il periodo di pianificazione. Se la gravidanza si è verificata durante l'assunzione di Diabeton, le pillole devono essere cancellate con urgenza.

Non sono stati condotti studi sulla penetrazione di gliclazide nel latte materno e attraverso di essa nel corpo del bambino, pertanto Diabeton non viene prescritto durante il periodo dell'allattamento al seno.

Controindicazioni

L'elenco delle controindicazioni per ricevere Diabeton e i suoi analoghi:

  1. La mancanza assoluta di insulina a causa del danno alle cellule beta nel diabete di tipo 1 o nel tipo di stadio 2 grave.
  2. Età dei bambini Il secondo tipo di diabete nei bambini è una malattia estremamente rara, quindi l'effetto del gliclazide sul corpo in crescita non è stato studiato.
  3. La presenza di reazioni cutanee a causa di ipersensibilità alle compresse: eruzione cutanea, prurito.
  4. Reazioni individuali sotto forma di proteinuria e dolori articolari.
  5. Bassa sensibilità al farmaco, che può essere osservato sia dall'inizio della ricezione, sia dopo un po '. Per superare la soglia di sensibilità, puoi provare ad aumentare la dose.
  6. Complicazioni acute del diabete: chetoacidosi grave e coma chetoacidotico. A questo punto, è necessario un passaggio all'insulina. Dopo il trattamento, il trattamento con diabeton viene ripreso.
  7. Il diabete è scomposto nel fegato, quindi non è possibile berlo in caso di insufficienza epatica.
  8. Dopo la scissione, il farmaco viene per lo più espulso dai reni, quindi non viene utilizzato per la nefropatia complicata da insufficienza renale. L'uso di Diabeton è consentito se l'SCF non scende al di sotto dei 30.
  9. L'alcol in combinazione con Diabeton aumenta il rischio di coma ipoglicemico, pertanto l'alcol e i farmaci con etanolo sono proibiti.
  10. L'uso di miconazolo, un agente antifungoso, aumenta notevolmente la produzione di insulina e contribuisce allo sviluppo di una grave ipoglicemia. Il miconazolo non può essere preso in pillole, somministrato per via endovenosa e utilizzare il gel per la mucosa orale. Sono consentiti shampoo e creme per la pelle al miconazolo. Se si deve usare miconazolo, la dose di Diabeton deve essere temporaneamente ridotta.

Effetti collaterali del farmaco

L'effetto indesiderato più frequente di Diabeton sul corpo è l'ipoglicemia causata da una carenza di carboidrati o una dose inadeguatamente determinata del farmaco. Questa è una condizione in cui lo zucchero scende al di sotto di un livello di sicurezza. L'ipoglicemia è accompagnata da sintomi: tremore interno, mal di testa, fame. Se lo zucchero non viene aumentato nel tempo, il sistema nervoso del paziente potrebbe risentirne. Il rischio di ipoglicemia dopo l'assunzione del farmaco è classificato come frequente ed è inferiore al 5%. A causa del massimo effetto naturale di Diabeton sulla sintesi di insulina, la probabilità di una pericolosa diminuzione dello zucchero è inferiore a quella di altri farmaci nel gruppo. Il superamento del dosaggio massimo di 120 mg può sviluppare grave ipoglicemia, fino a coma e morte.

Il paziente in questa condizione necessita di ricovero urgente e glucosio per via endovenosa.

Effetti collaterali più rari:

Diabeton MV 60 - istruzioni ufficiali per l'uso

ISTRUZIONI
PER L'APPLICAZIONE MEDICA DELLA PREPARAZIONE

Numero di registrazione:

Denominazione commerciale: Diabeton ® MW

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

ingredienti:
Una compressa contiene:
Ingrediente attivo: gliclazide - 60,0 mg.
Eccipienti: lattosio monoidrato 71,36 mg, maltodestrina 22,0 mg, ipromellosa 100 cP 160,0 mg, magnesio stearato 1,6 mg, biossido colloidale anidro di silice 5,04 mg.

descrizione
Compresse ovali bianche, biconvesse, con incisione "DIA" "60" su entrambi i lati.

Gruppo farmacoterapeutico:

Codice ATH: A10BB09

PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

farmacodinamica
Il gliclazide è un derivato del sulfonilurea, un farmaco orale ipoglicemico che si differenzia da farmaci simili per la presenza di un anello eterociclico contenente N con un legame endociclico.
Il gliclazide diminuisce la concentrazione di glucosio nel sangue stimolando la secrezione di insulina da parte delle cellule β delle isole di Langerhans. Un aumento delle concentrazioni di insulina e C-peptide postprandiale persiste dopo 2 anni di terapia.
Oltre all'effetto sul metabolismo dei carboidrati, il gliclazide ha effetti emovascolari.

Effetto sulla secrezione di insulina
Nel diabete mellito di tipo 2, il farmaco ripristina il picco iniziale della secrezione di insulina in risposta all'assunzione di glucosio e migliora la seconda fase della secrezione di insulina. Un significativo aumento della secrezione di insulina si osserva in risposta alla stimolazione causata dall'assunzione di cibo o dalla somministrazione di glucosio.

Effetti emovascolari
Il gliclazide riduce il rischio di trombosi dei piccoli vasi, influenzando i meccanismi che possono causare lo sviluppo di complicazioni nel diabete mellito: inibizione parziale dell'aggregazione piastrinica e adesione e una diminuzione della concentrazione dei fattori attivanti piastrinici (beta-tromboglobulina, trombossano B2), così come per ripristinare l'attività fibrinolitica dell'endotelio vascolare e aumentare l'attività dell'attivatore del plasminogeno tissutale.
Controllo glicemico intensivo basato sull'uso di Diabeton ® MV (HbA1c La strategia di controllo glicemico intensivo comprendeva la prescrizione di Diabeton ® MV e aumentando la dose rispetto alla terapia standard (o non prima) prima di aggiungere un altro farmaco ipoglicemico (ad esempio metformina, inibitore dell'alfa-glucosidasi, un derivato tiazolidinedione o insulina). La dose giornaliera media di Diabeton ® MV nei pazienti nel gruppo di controllo intensivo era di 103 mg, la dose massima giornaliera La prima dose era di 120 mg.
Diabeton ® MV è stato utilizzato nel gruppo di controllo glicemico intensivo (durata media dell'osservazione 4,8 anni, media HbA1c 6,5%) rispetto al gruppo di controllo standard (media HbA1c 7,3%) mostra una diminuzione significativa del 10% rischio relativo di frequenza combinata di complicanze macro e microvascolari
Il vantaggio è stato raggiunto a causa di una significativa riduzione del rischio relativo: maggiori complicanze microvascolari del 14%, occorrenza e progressione della nefropatia del 21%, presenza di microalbuminuria del 9%, macroalbuminuria del 30% e sviluppo di complicanze renali dell'11%.
I vantaggi del controllo glicemico intenso durante l'assunzione del farmaco Diabeton ® MV non dipendono dai vantaggi ottenuti sullo sfondo della terapia antipertensiva.

farmacocinetica

aspirazione
Dopo somministrazione orale, il gliclazide è completamente assorbito. La concentrazione di gliclazide nel plasma aumenta gradualmente durante le prime 6 ore, il livello di plateau viene mantenuto da 6 a 12 ore. La variabilità individuale è bassa.
Il pasto non influenza la velocità o l'entità dell'assorbimento di gliclazide.

distribuzione
Circa il 95% di gliclazide si lega alle proteine ​​plasmatiche. Il volume di distribuzione è di circa 30 litri. L'assunzione di Diabeton ® MV alla dose di 60 mg una volta al giorno garantisce il mantenimento di un'efficace concentrazione plasmatica di gliclazide per più di 24 ore.

metabolismo
Il gliclazide viene metabolizzato principalmente nel fegato. Non ci sono metaboliti attivi nel plasma.

allevamento
La gliclazide viene escreta principalmente dai reni: l'escrezione viene effettuata sotto forma di metaboliti, meno dell'1% viene escreto dai reni invariati. L'emivita della gliclazide è in media da 12 a 20 ore.

linearità
La relazione tra la dose assunta (fino a 120 mg) e l'area sotto la curva farmacocinetica "concentrazione - tempo" è lineare.

Popolazioni speciali
Le persone anziane
Negli anziani non si osservano cambiamenti significativi nei parametri farmacocinetici.

INDICAZIONI PER L'USO

  • Diabete mellito di tipo 2 con insufficiente efficacia di dieta, esercizio fisico e perdita di peso.
  • Prevenzione delle complicanze del diabete: ridotto rischio di microvascolari (nefropatia, retinopatia) e malattia macrovascolare (infarto miocardico, ictus) nei pazienti con diabete di tipo 2 mediante il controllo glicemico intensivo.

CONTROINDICAZIONI

  • ipersensibilità al gliclazide, altri derivati ​​sulfonilurea, sulfonamidi o sostanze ausiliarie che fanno parte del preparato,
  • diabete di tipo 1;
  • chetoacidosi diabetica, precoma diabetico, coma diabetico;
  • grave insufficienza renale o epatica (in questi casi, l'insulina è raccomandata);
  • prendendo miconazolo (vedere la sezione "Interazione con altri farmaci");
  • periodo di gravidanza e allattamento (vedere la sezione "Periodo di gravidanza e allattamento");
  • età fino a 18 anni.
A causa del fatto che il farmaco contiene lattosio, Diabeton MV non è raccomandato nei pazienti con intolleranza al lattosio congenita, galattosemia, malassorbimento di glucosio-galattosio.
Non è raccomandato l'uso in combinazione con fenilbutazone o danazolo (vedere la sezione "Interazioni con altri farmaci").

Con cura
Età avanzata, alimentazione irregolare e / o squilibrata, carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, gravi malattie del sistema cardiovascolare, ipotiroidismo, insufficienza surrenalica o pituitaria, insufficienza renale e / o epatica, terapia prolungata con glucocorticosteroidi (GCS), alcolismo.

PERIODO DI GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

gravidanza
Manca l'esperienza con gliclazide durante la gravidanza. I dati sull'uso di altri derivati ​​sulfonilurea durante la gravidanza sono limitati.
Negli studi su animali da laboratorio non sono stati identificati effetti teratogeni di gliclazide.
Per ridurre il rischio di malformazioni congenite, è necessario un controllo ottimale (terapia appropriata) del diabete. I farmaci ipoglicemici orali durante la gravidanza non sono usati.
L'insulina è il farmaco di scelta per il trattamento del diabete nelle donne in gravidanza.
Si raccomanda di sostituire l'assunzione di farmaci ipoglicemizzanti orali con terapia insulinica nel caso di una gravidanza programmata e nel caso in cui la gravidanza si sia verificata durante l'assunzione del farmaco.

l'allattamento al seno
Tenendo conto della mancanza di dati sull'ingresso di gliclazide nel latte materno e del rischio di ipoglicemia neonatale, l'allattamento al seno è controindicato durante la terapia farmacologica.

METODO DI SOMMINISTRAZIONE E DOSI

LA PREPARAZIONE È INTESA SOLO PER IL TRATTAMENTO DEGLI ADULTI.

La dose raccomandata del farmaco deve essere assunta per via orale, 1 volta al giorno, preferibilmente a colazione.
La dose giornaliera può essere di 30-120 mg (1 /2 -2 compresse) in un unico passaggio.
Si raccomanda di ingoiare una pillola o metà della pillola intera, senza masticare o schiacciare.
Quando salti una o più dosi del farmaco non deve assumere una dose più alta nella dose successiva, la dose dimenticata deve essere assunta il giorno successivo.
Come con altri farmaci ipoglicemici, la dose del farmaco deve essere scelta singolarmente in base alla concentrazione di glucosio ematico e HbA1c.

Dose iniziale
La dose iniziale raccomandata (inclusa per i pazienti anziani ≥ 65 anni) è di 30 mg al giorno (1 /2 compresse).
In caso di controllo adeguato, il farmaco in questa dose può essere utilizzato per la terapia di mantenimento. Con un controllo glicemico inadeguato, la dose giornaliera del farmaco può essere costantemente aumentata a 60, 90 o 120 mg.
L'aumento della dose è possibile non prima che dopo 1 mese di terapia farmacologica nella dose precedentemente prescritta. L'eccezione è rappresentata dai pazienti nei quali la concentrazione di glucosio nel sangue non è diminuita dopo 2 settimane di terapia. In questi casi, la dose del farmaco può essere aumentata 2 settimane dopo l'inizio della somministrazione.
La dose giornaliera massima raccomandata del farmaco è di 120 mg.
1 compressa delle compresse di droga Diabeton ® MV con un rilascio modificato di 60 mg è equivalente a 2 compresse di Diabeton ® MB con un rilascio modificato di 30 mg. La presenza di tacche su compresse da 60 mg consente di dividere la compressa e assumere una dose giornaliera di 30 mg (1 /2 compresse 60 mg) e, se necessario, 90 mg (1 e 1 /2 Compresse da 60 mg).

Il passaggio dall'assunzione di compresse di Diabeton ® da 80 mg a compresse di Diabeton ® MB con un rilascio modificato di 60 mg 1 compressa di Diabeton ® 80 mg può essere sostituito 1 /2 compresse a rilascio modificato Diabeton ® MV 60 mg. Quando si trasferiscono i pazienti dal farmaco Diabeton ® 80 mg al farmaco Diabeton ® MV, si raccomanda un attento controllo glicemico.

Passaggio dal prendere un altro farmaco ipoglicemico a compresse di Diabeton ® MV con un rilascio modificato di 60 mg
La preparazione delle compresse di Diabeton ® MV con un rilascio modificato di 60 mg può essere utilizzata al posto di un altro farmaco ipoglicemico per somministrazione orale. Durante il trasferimento a pazienti con Diabeton ® MV trattati con altri farmaci ipoglicemizzanti per l'ingestione, devono essere presi in considerazione la loro dose e l'emivita. Di norma non è richiesto un periodo di transizione. La dose iniziale deve essere di 30 mg e quindi deve essere aumentata in base alla concentrazione di glucosio nel sangue.
Quando si sostituisce Diabeton ® MV con derivati ​​sulfonilurea con una lunga emivita, al fine di evitare l'ipoglicemia causata dall'effetto additivo di due agenti ipoglicemici, possono essere fermati per diversi giorni. La dose iniziale di Diabeton ® MV è anche di 30 mg (1 /2 compresse 60 mg) e, se necessario, può essere aumentato ulteriormente come descritto sopra.

Combinazione con un altro farmaco ipoglicemico
Diabeton ® MV può essere usato in combinazione con biguanidi, inibitori dell'alfa-glucosidasi o insulina. Con un controllo glicemico inadeguato, deve essere prescritta un'ulteriore terapia insulinica con attento monitoraggio medico.

Pazienti anziani
Non è richiesto un aggiustamento della dose per i pazienti di età superiore a 65 anni.

Pazienti con insufficienza renale
I risultati di studi clinici hanno dimostrato che non è richiesto un aggiustamento della dose del farmaco in pazienti con insufficienza renale da lieve a moderata. Si raccomanda un controllo medico approfondito.

Pazienti a rischio di sviluppare ipoglicemia
In pazienti a rischio di sviluppare ipoglicemia (nutrizione insufficiente o squilibrata, disturbi endocrini gravi o scarsamente compensati - insufficienza ipofisaria e surrenalica, ipotiroidismo, eliminazione dei glucocorticosteroidi (GCS) dopo somministrazione a lungo termine e / o somministrazione in dosi elevate, gravi malattie cardiovascolari). sistema vascolare - grave cardiopatia ischemica, grave aterosclerosi carotidea, aterosclerosi comune), si raccomanda di utilizzare la dose minima (30 mg) di prepa ata Diabeton ® MV.

Prevenzione delle complicanze del diabete
Per ottenere un controllo glicemico intensivo, è possibile aumentare gradualmente la dose di Diabeton ® MV a 120 mg / die oltre alla dieta e all'esercizio fisico fino a raggiungere il livello di HbA1c target. Dovrebbe essere consapevole del rischio di ipoglicemia. Inoltre, alla terapia possono essere aggiunti altri farmaci ipoglicemici, come la metformina, un inibitore dell'alfa-glucosidasi, un derivato tiazolidinedione o insulina.

Bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni.
I dati sull'efficacia e la sicurezza del farmaco nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni non sono disponibili.

EFFETTI AVVERSI
Data l'esperienza di gliclazide, va ricordato sulla possibilità dei seguenti effetti collaterali.

ipoglicemia
Come altri farmaci sulfonilurea, Diabeton ® MV può causare ipoglicemia in caso di assunzione di cibo irregolare e soprattutto se il pasto viene saltato. Possibili sintomi di ipoglicemia: mal di testa, forte sensazione di fame, nausea, vomito, affaticamento, disturbi del sonno, irritabilità, agitazione, diminuzione della concentrazione, reazione ritardata, depressione, confusione, disturbi della vista e del linguaggio, afasia, tremore, paresi, perdita di autocontrollo, una sensazione di impotenza, percezione alterata, vertigini, debolezza, convulsioni, bradicardia, delirio, respiro superficiale, sonnolenza, perdita di coscienza con il possibile sviluppo di coma, persino la morte.
Le reazioni andrenergiche possono anche essere notate: aumento della sudorazione, pelle "appiccicosa", ansia, tachicardia, aumento della pressione sanguigna, sensazione di palpitazioni, aritmia e angina.

Di regola, i sintomi dell'ipoglicemia vengono interrotti assumendo carboidrati (zucchero). L'accettazione dei sostituti dello zucchero è inefficace. Sullo sfondo di altri derivati ​​sulfonilurea, vi sono state recidive di ipoglicemia dopo averlo interrotto con successo.

Con un'ipoglicemia grave o prolungata, è indicata un'assistenza medica di emergenza, possibilmente con ospedalizzazione, anche con l'effetto dell'assunzione di carboidrati.

Altri effetti collaterali

Patologie gastrointestinali: dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, stitichezza. Prendere il farmaco durante la colazione aiuta a evitare questi sintomi o minimizzarli.

I seguenti effetti collaterali sono meno comuni:

Da parte della pelle e del tessuto sottocutaneo: eruzione cutanea, prurito, orticaria, edema di Quincke, eritema, rash maculopapulla, reazioni bollose (come la sindrome di Stevens-Jones e la necrolisi epidermica tossica).

Da parte degli organi ematopoietici e del sistema linfatico: raramente si sviluppano disturbi ematologici (anemia, leucopenia, trombocitopenia, granulocitopenia). Di regola, questi fenomeni sono reversibili in caso di cessazione della terapia.

Da parte del fegato e delle vie biliari: un aumento dell'attività degli enzimi "epatici" (aspartato aminotransferasi (AST), alanina aminotransferasi (ALT), fosfatasi alcalina), epatite (casi isolati). Quando compare l'ittero colestatico, la terapia deve essere interrotta.

Questi fenomeni sono generalmente reversibili in caso di cessazione della terapia.

Da parte dell'organo visivo: possono verificarsi disturbi visivi transitori, causati da variazioni della concentrazione di glucosio nel sangue, specialmente all'inizio della terapia.

Effetti collaterali inerenti i derivati ​​sulfonilurea: Come con l'assunzione di altri derivati ​​sulfonilurea, sono stati osservati i seguenti effetti indesiderati: eritrocitopenia, agranulocitosi, anemia emolitica, pancitopenia, vasculite allergica, iponatriemia. C'è stato un aumento dell'attività degli enzimi "del fegato", una disfunzione epatica (ad esempio, con lo sviluppo di colestasi e ittero) ed epatite; le manifestazioni sono diminuite con il tempo dopo la sospensione dei farmaci sulfonilurea, ma in alcuni casi hanno causato insufficienza epatica pericolosa per la vita.

Effetti indesiderati rilevati durante gli studi clinici.
Nello studio ADVANCE, c'era una leggera differenza nella frequenza dei vari eventi avversi gravi tra i due gruppi di pazienti. Non sono stati ricevuti nuovi dati di sicurezza. Un piccolo numero di pazienti presentava una grave ipoglicemia, ma l'incidenza complessiva di ipoglicemia era bassa. La frequenza dell'ipoglicemia nel gruppo di controllo glicemico intensivo era più alta rispetto al gruppo di controllo glicemico standard. La maggior parte degli episodi di ipoglicemia nel gruppo di controllo glicemico intensivo sono stati osservati sullo sfondo della concomitante terapia insulinica.

OVERDOSE
Con un sovradosaggio di derivati ​​sulfonilurea, può svilupparsi ipoglicemia.
Se si verificano lievi sintomi di ipoglicemia senza disturbi della coscienza o sintomi neurologici, si dovrebbe aumentare l'assunzione di carboidrati con il cibo, ridurre la dose del farmaco e / o modificare la dieta. Un attento monitoraggio medico delle condizioni del paziente deve continuare fino a quando non è certo che la sua salute non sia in pericolo. Forse lo sviluppo di gravi condizioni ipoglicemiche, accompagnato da coma, convulsioni o altri disturbi neurologici. Se compaiono questi sintomi, sono necessarie assistenza medica di emergenza e ricovero immediato.
In caso di coma ipoglicemico o se si sospetta che il paziente ne sia affetto, 50 ml di una soluzione di destrosio (glucosio) al 20-30% viene somministrato per iniezione endovenosa. Quindi una soluzione di destrosio al 10% viene somministrata per via endovenosa per mantenere la concentrazione di glucosio nel sangue superiore a 1 g / l. Il monitoraggio attento del livello di glucosio nel sangue e l'osservazione del paziente devono essere effettuati per almeno 48 ore consecutive. Dopo questo periodo di tempo, a seconda delle condizioni del paziente, il medico curante decide sulla necessità di ulteriori osservazioni. La dialisi è inefficace a causa del pronunciato legame del gliclazide alle proteine ​​plasmatiche.

INTERAZIONE CON ALTRI MEDICINALI

1) Farmaci e sostanze che contribuiscono ad aumentare il rischio di ipoglicemia:
(migliorando l'effetto di gliclazide)

combinazioni controindicate
- Miconazolo (con somministrazione sistemica e con l'uso di gel sulla mucosa della cavità orale): potenzia l'effetto ipoglicemico del gliclazide (l'ipoglicemia può svilupparsi fino a uno stato di coma).

Combinazioni non raccomandate
- Fenilbutazone (somministrazione sistemica): migliora l'effetto ipoglicemico dei derivati ​​sulfonilurea (li sposta dal legame alle proteine ​​plasmatiche e / o rallenta la loro eliminazione dal corpo).
È preferibile usare un altro antiinfiammatorio. Se è necessario assumere fenilbutazone, il paziente deve essere avvertito della necessità di controllo glicemico. Se necessario, la dose di Diabeton ® MV deve essere aggiustata durante l'assunzione di fenilbutazone e dopo la sua conclusione.
- Etanolo: aumenta l'ipoglicemia, inibendo le reazioni compensatorie, può contribuire allo sviluppo del coma ipoglicemico. È necessario rifiutarsi di assumere farmaci che includono etanolo e alcol.

Combinazioni che richiedono precauzioni
Ricezione di gliclazide in combinazione con alcuni farmaci: altri agenti ipoglicemici (insulina, acarbose, metformina, tiazolidinedione, inibitori dipeptidil peptidasi-4, agonisti GLP-1); beta adrenoblokator, fluconazolo; inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina - captopril, enalapril; H bloccanti2-recettori di istamina; inibitori delle monoaminossidasi; sulfamidici; claritromicina e farmaci antinfiammatori non steroidei) è accompagnata da un aumento dell'effetto ipoglicemico e dal rischio di ipoglicemia.

2) Farmaci che contribuiscono ad un aumento della glicemia:
(indebolendo l'azione di gliclazide)

- Danazolo: ha un effetto diabetogenico. Nel caso in cui sia necessario l'uso di questo farmaco, si raccomanda al paziente di controllare attentamente la glicemia. Se necessario, l'assunzione congiunta di farmaci, si raccomanda che la selezione della dose di agenti ipoglicemici come durante il ricevimento di danazolo e dopo la sua cancellazione.

Combinazioni che richiedono precauzioni
- Chlorpromazina (neurolettico): in dosi elevate (più di 100 mg al giorno) aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue, riducendo la secrezione di insulina.
Si raccomanda un controllo glicemico completo. Se necessario, l'assunzione congiunta di farmaci, si raccomanda che la selezione della dose di agenti ipoglicemici, sia durante il ricevimento dei neurolettici, e dopo la sua cancellazione.
- GCS (uso sistemico e locale: intraarticolare, dermico, rettale) e tetracosactide: aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue con il possibile sviluppo di chetoacidosi (ridotta tolleranza ai carboidrati). Si raccomanda un attento controllo glicemico, soprattutto all'inizio del trattamento. Se necessario, l'assunzione congiunta di farmaci, potrebbe essere necessario regolare la dose di farmaci ipoglicemici sia durante la ricezione di GCS, sia dopo la loro cancellazione.
- Ritodrin, salbutamolo, terbutalina (somministrazione endovenosa): i beta-2 adreno-mimetici contribuiscono ad un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue.
Un'attenzione particolare deve essere rivolta all'importanza del controllo auto-glicemico. Se necessario, si raccomanda di trasferire il paziente alla terapia insulinica.

3) Combinazioni da prendere in considerazione

- Anticoagulanti (ad es. Warfarin)
I derivati ​​sulfonilurea possono aumentare l'effetto degli anticoagulanti se assunti insieme. Può richiedere un aggiustamento della dose dell'anticoagulante.

ISTRUZIONI SPECIALI

ipoglicemia
Quando si assumono derivati ​​sulfonilurea, compreso il gliclazide, l'ipoglicemia può svilupparsi, in alcuni casi in forma grave e prolungata che richiede il ricovero e la somministrazione endovenosa di una soluzione di destrosio per diversi giorni (vedere la sezione "Effetti collaterali").
Il farmaco può essere prescritto solo a quei pazienti il ​​cui cibo è regolare e include la colazione. È molto importante mantenere un adeguato apporto di carboidrati con il cibo, poiché il rischio di ipoglicemia aumenta con un'alimentazione inadeguata o inadeguata, nonché con il consumo di alimenti poveri di carboidrati.
L'ipoglicemia si sviluppa spesso con una dieta a basso contenuto calorico, dopo un esercizio prolungato o vigoroso, dopo aver bevuto alcolici o prendendo diversi farmaci ipoglicemizzanti contemporaneamente.
Di norma, i sintomi dell'ipoglicemia scompaiono dopo un pasto ricco di carboidrati (ad esempio, zucchero). Va tenuto presente che l'assunzione di sostituti dello zucchero non contribuisce all'eliminazione dei sintomi ipoglicemici. L'esperienza con altri derivati ​​sulfonilurea suggerisce che l'ipoglicemia può ripresentarsi, nonostante un efficace sollievo iniziale di questa condizione. Se i sintomi ipoglicemici hanno una natura pronunciata o sono lunghi, anche nel caso di un miglioramento temporaneo dopo aver mangiato un pasto ricco di carboidrati, è necessario fornire cure mediche di emergenza, incluso il ricovero in ospedale.
Per evitare lo sviluppo di ipoglicemia, è necessaria un'attenta selezione individuale dei farmaci e del regime posologico, oltre a fornire al paziente tutte le informazioni sul trattamento da eseguire.

Un aumento del rischio di ipoglicemia può verificarsi nei seguenti casi:

  • il rifiuto o l'incapacità del paziente (specialmente gli anziani) di seguire le prescrizioni del medico e di controllarne le condizioni;
  • pasti inadeguati e irregolari, saltando pasti, digiuni e cambiando diete;
  • squilibrio tra esercizio e assunzione di carboidrati;
  • insufficienza renale;
  • grave insufficienza epatica;
  • sovradosaggio di Diabeton ® MV;
  • alcuni disturbi endocrini: malattia della tiroide, insufficienza pituitaria e surrenale;
  • assunzione contemporanea di alcuni farmaci (vedere la sezione "Interazione con altri farmaci").

Rene e insufficienza epatica
Nei pazienti con insufficienza renale epatica e / o grave, le proprietà farmacocinetiche e / o farmacodinamiche del gliclazide possono variare. Lo stato di ipoglicemia che si sviluppa in questi pazienti può essere piuttosto lungo, in questi casi è necessario condurre immediatamente una terapia appropriata.

Informazioni per il paziente
È necessario informare il paziente e i suoi familiari del rischio di ipoglicemia, dei suoi sintomi e delle condizioni che favoriscono il suo sviluppo. Il paziente deve essere informato dei potenziali rischi e benefici del trattamento proposto.
Il paziente deve chiarire l'importanza della dieta, la necessità di regolare esercizio fisico e il controllo della concentrazione di glucosio nel sangue.

Controllo glicemico insufficiente
Il controllo glicemico nei pazienti che ricevono una terapia ipoglicemica può essere compromesso nei seguenti casi: febbre, trauma, malattie infettive o interventi chirurgici di grandi dimensioni. In queste condizioni, potrebbe essere necessario interrompere la terapia con Diabeton ® MV e prescrivere la terapia insulinica.
In molti pazienti, l'efficacia degli agenti ipoglicemizzanti orali, compreso il gliclazide, tende a diminuire dopo un lungo periodo di trattamento. Questo effetto può essere dovuto sia alla progressione della malattia sia alla diminuzione della risposta terapeutica al farmaco. Questo fenomeno è noto come resistenza secondaria ai farmaci, che deve essere distinta dal primario, in cui il farmaco non dà l'effetto clinico atteso al primo appuntamento. Prima di diagnosticare un paziente con una resistenza al farmaco secondaria, è necessario valutare l'adeguatezza della selezione della dose e l'osservanza del paziente con la dieta prescritta.

Test di laboratorio
Per valutare il controllo glicemico, si raccomanda di determinare regolarmente la concentrazione di glicemia a digiuno e dell'emoglobina glicosilata HbA1c.
Inoltre, è consigliabile monitorare regolarmente le concentrazioni di glucosio nel sangue.
I derivati ​​sulfonilurea possono causare anemia emolitica in pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi. Poiché il gliclazide è un derivato del sulfonilurea, occorre prestare attenzione quando lo prescrivono a pazienti con carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi.
Dovresti valutare la possibilità di prescrivere un farmaco ipoglicemico di un altro gruppo.

INFLUENZA SULLA CAPACITÀ DI GESTIRE I VEICOLI EI MECCANISMI
In relazione al possibile sviluppo dell'ipoglicemia durante l'uso di Diabeton ® MV, i pazienti devono essere consapevoli dei sintomi dell'ipoglicemia e devono prestare attenzione durante la guida o il lavoro che richiede un alto tasso di reazioni fisiche e mentali, specialmente all'inizio della terapia.

FORMA FORM
60 mg compresse a rilascio modificato.
Su 30 targhe nella bolla (PVC / Al), su 1 o 2 bolle con l'istruzione per applicazione medica in un cartone di pacco.
Quando imballaggio (imballaggio) presso l'impresa russa LLC "Serdiks":
Su 30 targhe nella bolla (PVC / Al), su 1 o 2 bolle con l'istruzione per applicazione medica in un cartone di pacco.
Su 15 targhe nella bolla (PVC / Al), su 2 o 4 bolle con l'istruzione per applicazione medica in un cartone di pacco.
Per produzione presso l'impresa russa LLC Serdiks
Su 15 targhe nella bolla da PVC / Al. Su 2 o 4 bolle con l'istruzione per uso medico in un cartone di pacco.

CONDIZIONI DI STOCCAGGIO
Non sono richieste condizioni speciali di conservazione.
Tenere lontano dalla portata dei bambini.

SHELF LIFE
2 anni. Non utilizzare oltre la data di scadenza stampata sulla confezione.

CONDIZIONI DI VACANZA
Secondo la ricetta.

PRODUTTORE
Servier Industries Laboratories, Francia
Serdiks LLC, Russia

Certificato di registrazione rilasciato da Servier Labs, Francia, prodotto da Servier Industries Laboratories, Francia

Servier Industries Laboratories:
905, autostrada Saran, 45520 Gidy, Francia
905, route de Saran, 45520 Gidy, Francia

Per tutte le domande contattare l'ufficio di rappresentanza di JSC "Servier Laboratory".

Rappresentanza di Servier Laboratory JSC:
115054, Mosca, Paveletskaya Sq. 2, p 3

Nel caso di imballaggio e / o imballaggio / nella produzione di LLC Serdiks, Russia
Serdiks LLC:
Russia, Mosca

Altri Articoli Sul Diabete

Il corpo umano è un complesso sistema di interazione tra il lavoro di organi e sistemi, manifestato dal flusso di un numero di processi vitali. Il glucosio è il componente principale di questo sistema, che fornisce energia alle cellule e ai tessuti.

Le persone a cui viene diagnosticato il diabete per la prima volta devono cambiare completamente il loro stile di vita. Inoltre, devono occuparsi di molti indicatori, scoprire l'ordine di analisi, il trasferimento di alcuni valori di glucosio agli altri.

Il diabete mellito è la più comune malattia endocrinologica. Secondo le statistiche, oltre il 10% degli abitanti del mondo soffre di una patologia pericolosa. Il diabete ha conseguenze pericolose, quindi non puoi fare a meno di un trattamento competente, mantenendo un buon stile di vita (inclusa una corretta alimentazione).