loader

Principale

Motivi

Diabete e attività fisica: come allenarsi correttamente?

Lo stress fisico nel diabete ha un ruolo speciale nel trattamento. Questa malattia richiede una revisione del precedente stile di vita.

È necessario progettare non solo una dieta, ma anche misure terapeutiche. Un approccio integrato permetterà di controllare lo sviluppo di un grave malessere e sarà la prevenzione delle complicazioni.

Diabete ed esercizio

L'esercizio sistemico ha un effetto positivo sulla salute generale:

  • livello di resistenza aumenta;
  • la pressione sanguigna diminuisce;
  • aumenta la forza;
  • viene stabilito l'autocontrollo del peso corporeo.

Le classi correttamente organizzate apportano ulteriori benefici ai diabetici.

Ad esempio, aumenta la suscettibilità del corpo all'insulina, consentendo di utilizzarne una piccola quantità per ridurre la concentrazione di glucosio. Inoltre, il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari è ridotto, il sonno sta migliorando e la resistenza emotiva e allo stress aumenta.

L'allenamento per la forza aumenta la massa muscolare, riducendo la resistenza all'insulina. Gli allenamenti cardio non portano ad un aumento della massa muscolare, ma influenzano l'azione dell'insulina.

Recenti studi hanno dimostrato che l'esercizio è 10 volte più efficace di un numero di farmaci (Glucophage, Siofor).

Il risultato è direttamente correlato al rapporto tra grasso nella vita e massa muscolare. Una grande quantità di sedimenti la riduce.

L'allenamento per 2-3 mesi aumenta significativamente la sensibilità all'insulina. I pazienti iniziano a perdere peso più attivamente e i livelli di glucosio diventano più facili da controllare.

Onere con diabete di tipo 1

La formazione dovrebbe essere divisa in 3 fasi:

  1. riscaldamento per 5 minuti: squat, camminando sul posto, carichi sulle spalle;
  2. la stimolazione dura 20-30 minuti e dovrebbe essere 2/3 del carico totale;
  3. recessione - fino a 5 minuti. È necessario andare senza problemi dalla corsa al camminare, fare esercizi per mani e busto.

I diabetici di tipo I spesso soffrono di malattie della pelle.

Dopo un allenamento, assicurati di fare una doccia o un asciugamano. Il sapone dovrebbe avere un pH neutro.

Onere con diabete di tipo 2

I carichi di potenza nel diabete di tipo II aiutano a eliminare la malattia articolare. Tuttavia, non dovresti fare costantemente esercizi per un gruppo di muscoli, dovrebbero alternarsi.

Gli allenamenti includono:

  • squat;
  • push-up;
  • carica di pesi e barre.

Gli allenamenti di Kadio aiutano a rafforzare il cuore e normalizzare la pressione sanguigna:

  • fare jogging;
  • sci;
  • nuoto;
  • ciclismo.

L'intensità dovrebbe aumentare gradualmente man mano che il corpo si rafforza. È necessario per l'ulteriore sviluppo e il mantenimento della forma fisica.

Onere con diabete di tipo 3

Il trattamento di tali pazienti è difficile, dal momento che i medici non possono determinare con precisione i bisogni del corpo.

Con il diabete complicato, si raccomanda alle persone di fare escursioni.

Nel tempo, la loro durata e intensità dovrebbero aumentare.

Diabete e sport

Il miglior risultato si osserva negli esercizi con movimenti ritmici costanti, che ti permettono di caricare le braccia e le gambe in modo uniforme. I seguenti sport soddisfano queste condizioni:

  • camminare;
  • pareggiare il jogging;
  • nuoto;
  • canottaggio;
  • ciclismo.

Di particolare importanza è la regolarità delle classi. Anche piccole interruzioni in pochi giorni riducono il risultato positivo.

Puoi iniziare con una semplice passeggiata. Questa attività ha un'alta efficienza, poiché costringe il massimo a lavorare unità di insulina, che sono state prodotte dal corpo o ricevute dall'esterno.

I benefici della camminata tranquilla:

  • miglioramento dello stato di salute;
  • mancanza di attrezzature speciali;
  • riduzione del peso.

La pulizia di un appartamento è già un allenamento utile.

Tra i carichi ammessi sono presenti:

  • pulire l'appartamento;
  • camminare all'aria aperta;
  • la danza;
  • elaborazione di una trama personale;
  • salire le scale.

Indipendentemente dall'intensità dello sforzo fisico, è necessario controllare costantemente il livello di glucosio. Fallo nel processo di assunzione, prima e dopo di loro. Tutte le manipolazioni con sforzo fisico devono prima essere negoziate con il medico.

L'effetto dell'esercizio sui livelli di glucosio

Durante il periodo di sforzo fisico nel corpo ci sono molti processi fisiologici.

Il glucosio ricevuto dal cibo viene trasferito ai muscoli in funzione. Se il volume è sufficiente, viene bruciato nelle celle.

Di conseguenza, il livello di zucchero diminuisce, il che colpisce il fegato.

Le riserve di glicogeno immagazzinate sono suddivise, fornendo cibo ai muscoli. Tutto ciò porta ad una diminuzione della concentrazione di zucchero nel sangue. Il processo descritto ha luogo nel corpo di una persona sana. Nei diabetici, può verificarsi in modo diverso.

Spesso ci sono complicazioni sotto forma di:

I principali fattori che determinano l'occorrenza di questi processi saranno:

  • livello iniziale di zucchero;
  • durata dell'allenamento
  • la presenza di insulina;
  • intensità di carico.

Prevenzione dell'ipoglicemia

Un approccio irragionevole all'appuntamento dell'attività fisica può portare a seri problemi.

Prima di iniziare una sessione regolare, è necessario determinare individualmente quale tipo di esercizio è appropriato. Informazioni più accurate diranno all'endocrinologo.

Tuttavia, in ogni caso, fare un'analisi dei livelli di glucosio. In alcuni casi, è necessario aumentare il valore nutrizionale della dieta. L'aumento di carboidrati può verificarsi prima o dopo l'esercizio, a seconda delle caratteristiche del metabolismo.

Ulteriori iniezioni di insulina determineranno il tipo di esercizio eseguito. Il paziente deve sapere esattamente quale tipo di carico è utile.

Ci sono una serie di raccomandazioni:

  1. la regolarità delle lezioni è molto importante per il diabete. Almeno 3 lezioni ogni settimana, della durata di oltre 30 minuti;
  2. aumentando il carico in un breve periodo aumenta la necessità di carboidrati che vengono assorbiti più velocemente. Le attività a lungo termine moderate richiedono un'assunzione aggiuntiva di insulina e un aumento dell'apporto di sostanze nutritive;
  3. all'aumentare del carico aumenta il rischio di ipoglicemia ritardata. Ciò significa che l'insulina funziona più attivamente un paio d'ore dopo l'esercizio. Il rischio aumenta se l'attività è all'aria aperta;
  4. con un carico programmato a lungo termine, è possibile ridurre il dosaggio di insulina, la cui efficacia si verifica in 2-3 ore;
  5. è importante sentire il corpo. Il dolore parla di processi anormali nel corpo. Il disagio dovrebbe costringere a ridurre l'intensità o la durata dell'allenamento. Il diabetico deve evitare lo sviluppo di sintomi fondamentali (comparsa di brividi, battito cardiaco accelerato, fame e sete, minzione frequente), che precede un brusco cambiamento nel livello di glucosio. Ciò causerà una brusca interruzione dell'allenamento;
  6. l'attività fisica dovrebbe essere un supplemento a una dieta sana e non una scusa per la sua natura non sistematica. Il consumo di calorie in eccesso con la speranza di bruciare durante l'esercizio fisico non dovrebbe essere praticato. Ciò crea ostacoli al controllo del peso;
  7. serie di esercizi dovrebbe tener conto dell'età del paziente. In età avanzata, è sufficiente un leggero aumento del carico;
  8. fai tutti gli esercizi con piacere;
  9. Non è possibile lavorare con un'alta concentrazione di glucosio superiore a 15 mmol / la presenza di chetoni nelle urine. È necessario abbassarlo a 9,5 mmol / l.;
  10. l'insulina ad azione prolungata deve essere ridotta del 20-50%. Le misurazioni costanti dello zucchero durante le lezioni aiuteranno a regolare il dosaggio;
  11. assumere carboidrati semplici per le classi per prevenire la riduzione dello zucchero;
  12. per i pazienti con una dieta a basso contenuto di carboidrati, con una diminuzione del livello di glucosio, utilizzare fino a 6-8 g di carboidrati veloci.

precauzioni

Durante l'attività fisica, i diabetici dovrebbero osservare le seguenti regole:

  • misurare costantemente il livello di zucchero;
  • sotto carico intensivo, prendere 1 XE ogni 0,5 ore;
  • con alta attività fisica, ridurre il dosaggio di insulina del 20-40%;
  • al primo segno di ipoglicemia, è necessario mangiare carboidrati digeribili;
  • praticare sport è possibile solo con una ridotta concentrazione di zucchero nel sangue;
  • per distribuire correttamente l'attività fisica.

È necessario stilare un programma:

  • ginnastica mattutina;
  • sport attivi in ​​un paio d'ore dopo pranzo.

Controindicazioni

L'attività fisica nel diabete ha controindicazioni:

  • livello di zucchero superiore a 13 mmol / l e presenza di acetone nelle urine;
  • contenuto zuccherino critico - fino a 16 mmol / l;
  • distacco della retina, emorragia oculare;
  • sindrome del piede diabetico;
  • meno di 6 mesi dopo la coagulazione laser della retina;
  • ipertensione;
  • mancanza di sensibilità alla sintomatologia dell'ipoglicemia.

Non tutti i carichi sono adatti per i diabetici. Sono raccomandati per evitare sport traumatici e situazioni stressanti:

  • immersioni;
  • alpinismo;
  • sollevamento pesi;
  • deltaplano;
  • qualsiasi lotta;
  • aerobica;
  • giochi di contatto: calcio, hockey.

Video correlati

Regole di base per le lezioni di fitness nel diabete:

Per controllare il decorso del diabete, oltre alla corretta alimentazione, l'esercizio fisico è importante. Tuttavia, il paziente deve sapere quali esercizi sono consentiti per lui. Il complesso è fatto individualmente, tenendo conto dell'età, delle malattie croniche e delle condizioni generali del paziente.

  • Stabilizza a lungo i livelli di zucchero
  • Ripristina la produzione di insulina da parte del pancreas

Attività fisica nel diabete

L'attività fisica (esercizio) migliora l'utilizzazione del glucosio da parte del tessuto muscolare, vale a dire ridurre la resistenza all'insulina nel diabete mellito (e, di conseguenza, la necessità di farmaci ipoglicemizzanti) e ridurre la necessità di insulina nei pazienti con diabete.

Ciò consente loro di essere considerati come terapia aggiuntiva per abbassare il glucosio.
Esercizio fisico, aumentando il consumo di calorie, aumentare l'effetto di una dieta ipocalorica sulla dinamica del peso corporeo nei pazienti obesi.
D'altra parte, l'esercizio ha un generale effetto curativo, migliorando la qualità della vita, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari e mortalità da loro. Questa circostanza è particolarmente importante nel diabete, che aumenta il rischio di mortalità cardiovascolare.
Tuttavia, nei pazienti con diabete, l'esercizio fisico può danneggiare la salute, se non si prendono in considerazione le complicanze associate al diabete e il grado di compensazione del metabolismo dei carboidrati.
Ad esempio, l'esercizio anaerobico ad alta intensità, come il sollevamento pesi, con il massimo sforzo fisico possibile e un minor numero di ripetizioni, può aumentare i livelli di glucosio nel sangue. Gli esercizi ritmici per gli arti inferiori aumentano l'effetto ipoglicemico sia dell'insulina che delle compresse di farmaci ipoglicemizzanti. A questo proposito, la dose di insulina può essere ridotta al giorno per un'attività fisica elevata. Ciò è particolarmente importante quando l'esercizio è incluso in una serie di misure per ridurre il peso corporeo: l'eliminazione dell'ipoglicemia indotta dall'esercizio fisico con un'assunzione di cibo supplementare annulla la dieta ipocalorica.
Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai farmaci che potenziano l'ipoglicemia, come grandi dosi di salicilati, beta-bloccanti, alcool. Ma se il paziente non assume droghe che causano ipoglicemia (ad esempio solo diete), non devono essere prese misure per prevenire l'ipoglicemia e gli esercizi fisici vengono eseguiti allo stesso modo di quelli che non hanno il diabete. Non sono richiesti pasti supplementari prima, durante e dopo l'attività fisica, poiché non vi è alcun rischio di ipoglicemia.
I pazienti con una violazione della sensibilità dei piedi e una violazione del flusso di sangue agli arti inferiori non sono raccomandati per correre, e preferibilmente camminare, andare in bicicletta (cyclette) o nuotare. I pazienti con retinopatia non trattata o appena trattata devono evitare esercizi in cui aumenta la pressione intra-addominale, esercizi con trattenimento del respiro durante l'inspirazione e movimenti intensi della testa. In caso di ipertensione arteriosa, si raccomanda di evitare di sollevare pesi di grandi dimensioni, esercizi con trattenimento del respiro durante l'inspirazione e preferibilmente l'esercizio che coinvolge principalmente i muscoli degli arti inferiori piuttosto che degli arti superiori.
Esercizio di prescrizione. L'intensità, la durata e la frequenza degli esercizi dovrebbero aumentare lentamente, ma dovrebbero essere regolari, almeno 3-4 volte a settimana. In definitiva, si raccomanda di inserire la modalità giornaliera di 1 ora di attività fisica di media intensità. L'allenamento dopo le 16 riduce la produzione di glucosio da parte del fegato (iperglicemia mattutina) e, dopo aver mangiato, riduce l'iperglicemia postprandiale.
La maggior parte dei pazienti può iniziare con una passeggiata regolare di 30-40 minuti al giorno. Anche l'attività aerobica come il ciclismo, il nuoto, il jogging e la danza dovrebbero essere incoraggiati. Il programma completo di riabilitazione fisica include anche esercizi fisici, ad esempio il sollevamento pesi 3 volte a settimana, in cui sono coinvolti tutti i gruppi muscolari di grandi dimensioni e nel limite che comprende tre serie di 8-10 ripetizioni con un peso che non può essere aumentato di oltre 8- 10 volte. La consultazione con un trainer è necessaria all'inizio e periodicamente per ottimizzare il carico e ridurre al minimo le lesioni. Esercizi consigliati per lo stretching prima e durante l'attività fisica, che migliora i risultati dell'allenamento.

Per quanto riguarda l'intensità, si raccomanda che la frequenza del polso sia fino al 50% del massimo o dell'impulso non superiore a 110 battiti al minuto, almeno nella fase iniziale del programma di recupero fisico. C'è un altro, più pratico, approccio alla scelta del carico, specialmente aerobico: dovrebbe causare una leggera sudorazione, ma l'intensità della respirazione non dovrebbe interferire con la conversazione. Il paziente non dovrebbe concentrarsi in particolare sull'intensità dell'attività fisica, poiché ogni carico è migliore della sua assenza.
Si raccomanda un'attività fisica di intensità moderata (polso 50-70% della frequenza cardiaca massima) per migliorare il controllo della glicemia, mantenere il peso corporeo ottimale e prevenire le malattie cardiovascolari. Durata: fino a 150 minuti a settimana (ad esempio, 5 giorni alla settimana per 30 minuti) e / o almeno 90 minuti a settimana in caso di attività fisica intensa (impulso superiore al 70% della frequenza cardiaca massima). L'esercizio dovrebbe essere praticato almeno 3 volte a settimana, ma con un intervallo di non più di 2 giorni consecutivi.


I pazienti che ricevono insulina devono aderire a determinate regole:

  • la dose di ultracorta / semplice insulina prima della colazione viene ridotta se l'esercizio viene eseguito entro un intervallo di 3 ore che include la colazione;
  • la dose di ultracorta / semplice insulina prima di pranzo e la dose mattutina di insulina NPH devono essere ridotte se l'esercizio viene eseguito nelle ore tarde della mattina o intorno a mezzogiorno;
  • la dose di ultracorta / semplice insulina prima di cena viene ridotta se l'esercizio viene eseguito dopo cena.


Raccomandazioni generali da seguire per evitare l'ipoglicemia causata dall'esercizio in pazienti sottoposti a terapia insulinica:

  • misurare la glicemia prima, durante e dopo l'attività fisica;
  • l'attività fisica non pianificata dovrebbe essere preceduta da un'assunzione aggiuntiva di carboidrati, ad esempio 15-30 g per ogni 30 minuti di attività; la dose di insulina può essere ridotta immediatamente dopo l'attività fisica;
  • se è pianificata un'attività fisica, la dose di insulina deve essere ridotta sia prima che dopo l'esercizio, in base alla sua intensità e durata, così come all'esperienza personale del paziente con diabete;
  • durante l'esercizio, potrebbe essere necessario un apporto supplementare di carboidrati facilmente digeribili;
  • dopo l'esercizio, potrebbe essere necessario un apporto supplementare di carboidrati, che viene aggiunto al pasto principale o intermedio;
  • per gli atleti o coloro che sono impegnati in fitness, è richiesto un supporto speciale di consulenza per l'istruttore e la formazione in un programma personalizzato.


Le raccomandazioni russe indicano le seguenti limitazioni sull'attività fisica.

  • il livello di glicemia è superiore a 13 mmol / l in associazione con acetonuria o superiore a 16 mmol / l, anche senza acetonuria, poiché in questo caso l'iperglicemia sull'attività fisica può aumentare;
  • emofthalmus, distacco della retina, i primi sei mesi dopo la coagulazione retinica del laser;
  • retinopatia preproliferativa e proliferativa - carichi con un forte aumento della pressione sanguigna, pugilato, potenza, con la possibilità di lesioni agli occhi e alla testa, aerobici, jogging sono controindicati;
  • ipertensione arteriosa incontrollata.


Con cura e differenziazione:

  • sport in cui è difficile arrestare l'ipoglicemia inaspettata;
  • menomazione del riconoscimento soggettivo dell'ipoglicemia;
  • neuropatia distale con perdita di sensibilità e neuropatia autonomica (ipotensione ortostatica);
  • nefropatia (aumento indesiderato della pressione sanguigna);
  • retinopatia non proliferativa.

Attività fisica nel diabete

L'attività fisica è un'aggiunta importante al trattamento medico del diabete.

Il meccanismo dell'azione terapeutica dello sforzo fisico

1. I muscoli attivi assorbono attivamente il sangue dal sangue, riducendo così il livello del sangue.

2. durante l'attività fisica, il consumo di energia aumenta e, se tale carico è sufficientemente intenso e regolare, vengono utilizzate riserve di energia (cioè grassi) e il peso viene ridotto. Esercitare in modo diretto, non solo attraverso la perdita di peso, ha un effetto positivo sul difetto principale del diabete mellito di tipo 2 - ridotta sensibilità all'insulina.

3. migliorare le condizioni fisiche e mentali;

4. normalizzare il metabolismo e la pressione sanguigna;

5. promuovere la perdita di peso;

6. addestrare il sistema cardiovascolare;

7. migliorare il metabolismo dei lipidi (colesterolo, ecc.);

8. ridurre i livelli di zucchero nel sangue;

9. aumentare la sensibilità delle cellule all'insulina

L'esercizio ha un generale effetto curativo, migliorando la qualità della vita, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari e la mortalità da loro.

Prima di pianificare lo sforzo fisico, è necessario discutere i dettagli con il medico. Anche in assenza di disturbi, è imperativo eseguire un esame elettrocardiografico non solo a riposo, ma anche durante lo sforzo fisico, che può rivelare un'insufficienza coronarica nascosta. Prima di iniziare l'allenamento, è importante scoprire qual è la condizione della colonna vertebrale e delle articolazioni. Molti esercizi innocenti, a prima vista, possono portare a serie conseguenze. I pazienti con cardiopatia ischemica e ipertensione arteriosa dovrebbero consultare regolarmente un medico durante l'attività fisica regolare.

L'assorbimento del glucosio da parte dei muscoli è mantenuto ad un livello più alto per 48 ore dopo l'esercizio. Le passeggiate giornaliere con un passaggio rapido per 20-30 minuti sono sufficienti per aumentare la sensibilità all'insulina nei pazienti con diabete di tipo 2.

Vi sono principi base per la selezione dell'attività fisica: selezione individuale dell'intensità e dei metodi di esercizio per ogni singola persona, a seconda dell'età, delle capacità e dello stato di salute; impatto sistemico; esercizio regolare; moderazione dello sforzo fisico.

Quando si sceglie un'attività fisica, è necessario seguire le regole per la scelta dell'attività fisica.

I tipi di attività fisica più versatili adatti sono camminare, nuotare e andare in bicicletta di intensità leggera o moderata. Per coloro che stanno appena iniziando a fare "da zero", la durata delle lezioni dovrebbe aumentare gradualmente da 5-10 minuti a 45-60 minuti al giorno. Non tutti possono prendere lezioni sistematiche da soli, quindi, se c'è una tale opportunità, è utile unirsi al gruppo.

Importante regolarità e consistenza dell'attività fisica. Dovrebbero essere almeno 3 volte a settimana. Con una lunga pausa, l'effetto positivo dell'esercizio scompare rapidamente.

È possibile portare all'attività fisica non solo lo sport, ma anche, ad esempio, la pulizia dell'appartamento, la riparazione, lo spostamento, il lavoro in un giardino, una discoteca, ecc.

Necessità di controllare il proprio benessere. Qualsiasi disagio durante lo sforzo nel cuore, mal di testa, vertigini e mancanza di respiro sono motivo per la cessazione dell'attività fisica, per condurre il monitoraggio dello zucchero nel sangue e andare dal medico.

Poiché durante l'esercizio fisico, il carico sulle gambe aumenta notevolmente, aumenta il rischio di lesioni (sfregamento, calli). Pertanto, le scarpe per l'allenamento, comprese le passeggiate, dovrebbero essere molto morbide e confortevoli. È necessario ispezionare le gambe prima e dopo l'esercizio.

Puoi salvarti da molte difficoltà se pratichi sport con amici (allenatore) che hanno familiarità con la manifestazione del diabete e sanno come agire quando si verificano situazioni (ad esempio, l'ipoglicemia!)

E ovviamente il metro deve essere vicino!

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai farmaci che potenziano l'ipoglicemia, come grandi dosi di salicilati, - bloccanti, alcol

Quando la sensibilità dei piedi e l'afflusso di sangue agli arti inferiori sono disturbati, è sconsigliato correre, preferibilmente camminare, andare in bicicletta (cyclette) o nuotare. I pazienti con retinopatia non trattata o appena trattata devono evitare esercizi in cui aumenta la pressione intra-addominale, esercizi con trattenimento del respiro durante l'inspirazione e movimenti intensi della testa. In caso di ipertensione arteriosa, si raccomanda di evitare di sollevare pesi di grandi dimensioni, esercizi con trattenimento del respiro mentre si inala, ed è preferibile esercitare esercitando principalmente i muscoli degli arti inferiori piuttosto che degli arti superiori.

L'intensità e la frequenza degli esercizi dovrebbero aumentare lentamente, ma dovrebbero essere regolari, almeno 3-4 volte a settimana.

Puoi iniziare con una passeggiata regolare per 30-40 minuti al giorno. Ciclismo utile, nuoto, jogging e danza.

Per quanto riguarda l'intensità, si raccomanda che la frequenza del polso sia fino al 50% del massimo o dell'impulso non superiore a 110 battiti al minuto, almeno nella fase iniziale del programma di recupero fisico.

C'è un altro approccio più semplice alla scelta del carico, specialmente aerobico: dovrebbe causare una leggera sudorazione, ma l'intensità della respirazione non dovrebbe interferire con la conversazione.

L'esercizio dovrebbe essere praticato almeno 3 volte a settimana, ma con un intervallo di non più di 2 giorni consecutivi.

Anche gli esercizi per i piedi sono utili.

Esercizi per smettere di sedersi su una sedia:

• flessione ed estensione delle dita

• tacchi e calze alternati

• movimenti circolari con dita e talloni

• flessione e estensione alternate delle gambe al ginocchio

• movimento dei piedi su se stessi e su se stessi con le gambe raddrizzate sulle ginocchia

• movimenti circolari alternati con una gamba raddrizzata nel ginocchio

• rotolare in palle e lisciare un giornale

Si consiglia di eseguire ogni esercizio per 10 volte.

Quando si usa l'insulina, è necessario prestare attenzione a:

- la dose di insulina breve / semplice prima della colazione viene ridotta se l'esercizio viene eseguito entro un intervallo di 3 ore che include la colazione;

- la dose di insulina breve / semplice prima di pranzo e la dose mattutina di insulina NPH devono essere ridotte se l'esercizio viene eseguito nelle ore tarde della mattina o intorno a mezzogiorno;

- La dose di insulina breve / semplice prima di cena viene ridotta se l'esercizio viene eseguito dopo cena.

Raccomandazioni generali da seguire per evitare l'ipoglicemia causata dall'esercizio in pazienti sottoposti a terapia insulinica:

- misurare la glicemia prima, durante e dopo l'attività fisica;

- l'attività fisica non pianificata dovrebbe essere preceduta da un'assunzione aggiuntiva di carboidrati, ad esempio 15-30 g per ogni 30 minuti di attività; la dose di insulina potrebbe dover essere ridotta immediatamente dopo l'attività fisica;

- se è pianificata un'attività fisica, la dose di insulina deve essere ridotta sia prima che dopo l'esercizio, in base alla sua intensità e durata, così come all'esperienza personale del paziente con diabete;

- durante l'attività fisica, potrebbe essere necessario un apporto supplementare di carboidrati, che viene aggiunto al pasto principale o intermedio;

- per gli atleti o coloro che sono impegnati in fitness, è richiesto un supporto speciale di consulenza per l'istruttore e la formazione in un programma personalizzato.

Restrizioni sull'attività fisica:

- il livello di glicemia è superiore a 13 mmol / l in associazione con acetonuria o superiore a 16 mmol / l, anche senza acetonuria, poiché in questo caso l'iperglicemia sull'attività fisica può aumentare;

- emofthalmus, distacco della retina, i primi sei mesi dopo la coagulazione retinica del laser;

- retinopatia preproliferativa e proliferativa - carichi con un forte aumento della pressione sanguigna, pugilato, potenza, con possibilità di lesioni agli occhi e alla testa, aerobica, jogging sono controindicati;

- ipertensione arteriosa incontrollata.

Con cura e differenziazione:

- sport in cui è difficile fermare l'ipoglicemia inaspettata (immersioni subacquee, deltaplano, surf, ecc.);

- menomazione del riconoscimento soggettivo dell'ipoglicemia;

- neuropatia distale con perdita di sensibilità e neuropatia autonomica (ipotensione ortostatica);

- nefropatia (aumento indesiderato della pressione sanguigna);

Usando esercizi fisici, puoi migliorare il controllo del diabete mellito, migliorare l'umore, sostenere la compensazione del diabete e prevenire lo sviluppo di complicanze!

Attività fisica e diabete

Esercizio fisico e altre attività fisiche ti aiuteranno a controllare il diabete.

Il diabete non è un motivo per evitare carichi fisici!

Il movimento è vita! Sentiamo questa frase molto spesso, ma non sempre pensiamo all'importanza del movimento per noi nella realtà. L'attività fisica è semplicemente necessaria affinché le persone sane non si ammalino. E per coloro che hanno già problemi di salute, anche il movimento è necessario. Con il giusto approccio, l'attività fisica può essere un modo efficace per combattere la malattia.

Questo vale anche per le persone con diabete. Un diabetico è pienamente in grado di controllare la sua malattia se aderisce a tre regole:

  • Osservare la dieta necessaria
  • Condurre uno stile di vita fisicamente attivo
  • Prendi la medicina prescritta da un medico

Inoltre, l'attività fisica svolge un ruolo significativo nella lotta contro il diabete. L'attività fisica è indicata nel diabete in entrambi i tipi 1 e 2, ma l'attività fisica è particolarmente efficace nel diabete di tipo 2.

"In caso di diabete mellito di tipo 2, in forma lieve, il trattamento iniziale è la terapia dietetica e l'esercizio fisico moderato. E solo in una combinazione di sforzo fisico e dieta otterrai un risarcimento per la tua malattia e ridurrai il rischio di complicanze ", afferma Konstantin Petrovich Vasyuta, Centro Clinico di Endocrinologia della città di Kiev.

Perché hai bisogno di attività fisica nel diabete?

L'attività fisica attiva i meccanismi fisiologici del corpo e influenza tutti i sistemi. Attività fisica:

Abbassa la glicemia. Durante l'esercizio, l'assorbimento del glucosio da parte del muscolo in lavorazione aumenta di 20 volte.

Migliora la capacità del corpo di usare l'insulina.

Contribuisce alla distruzione di chili in più e alla normalizzazione del metabolismo.

Inoltre, lo sport aiuterà i diabetici ad evitare altre gravi malattie, come infarto miocardico e ictus, ridurre la pressione sanguigna ed evitare lo stress.

Ma per vari motivi, in alcuni casi, l'esercizio fisico può innescare un aumento della glicemia o una brusca diminuzione di essa (ipoglicemia).

Quando l'attività fisica può danneggiare

Sport e altri tipi di attività fisica possono essere controindicati se:

Hai diabete di tipo 1 e chetoni si trovano nel sangue o nelle urine, dovresti evitare un intenso esercizio fisico. Altrimenti, i livelli di glucosio nel sangue possono aumentare.

Vi sono complicanze in cui alcuni tipi di esercizio sono controindicati: ad esempio, gli esercizi di forza sono controindicati per il danno oculare diabetico, poiché tali esercizi aumentano la pressione nei vasi.

Lo zucchero nel sangue è troppo alto. Per sapere a quale livello di zucchero sei carico controindicato, consultare un medico.

L'esercizio fisico può portare a ipoglicemia se si prendono farmaci speciali o insulina. Ciò può causare problemi di salute e persino svenimenti. Per evitare tali conseguenze indesiderabili, parla con il tuo medico della tua attività motoria pianificata. Durante lo sport, tieni uno spuntino o una medicina a portata di mano. Controllare i livelli di glucosio immediatamente dopo lo sforzo fisico attivo.

Che tipo di esercizio hanno bisogno i diabetici?

Nel diabete, vengono mostrati i seguenti tipi di attività fisica:

Esercizio aerobico Con questo tipo di carico, vengono utilizzati muscoli grandi, il cuore inizia a battere più forte, devi respirare più velocemente. Esercitarsi 30 minuti al giorno almeno 5 volte alla settimana avrà un effetto significativo sul proprio corpo. Puoi dedicare 30 minuti all'attività fisica immediatamente o eseguire gli esercizi in parti durante il giorno.

Esercizi di forza Allenarsi con manubri o simulatori aiuterà anche il corpo a controllare i livelli di zucchero. Eseguendoli più volte alla settimana, puoi bruciare calorie in eccesso, rafforzare muscoli e ossa e migliorare la coordinazione dei movimenti.

Gli esercizi di stretching aiuteranno a diventare più flessibili, a ridurre il dolore muscolare dopo altri tipi di esercizi.

Altre attività fisiche possono anche aiutarti a combattere il diabete. Alzati spesso dal tuo posto di lavoro, usa le scale invece dell'ascensore, scendi qualche fermata prima sulla via di casa e percorri la distanza rimanente a piedi. Non dimenticare di passeggiare nel parco durante il fine settimana o passeggiare nel bosco, andare a ballare. Un tale "quotidiano" attivo ti aiuterà a mantenere il controllo sulla malattia.

Un paziente diabetico può permettersi di praticare molti sport: giocare a badminton, tennis, pallavolo, nuotare, andare a fare escursioni, pattinare e andare in bici. Trovati un hobby sportivo per l'anima. Aiuta il tuo corpo a controllare la malattia e la qualità della tua vita sarà molto meglio! Siamo spesso frivoli sulla nostra salute. Lo ricordiamo quando la malattia si manifesta già in tutta la sua gloria e richiede l'intervento dei medici.

Nel frattempo, come sapete, molti problemi potrebbero essere evitati impegnandosi nella prevenzione. In particolare, la prevenzione della carenza di zinco. Dopotutto, lo zinco è l'elemento traccia più importante per l'uomo. Ma puoi ottenerlo solo dall'esterno, perché il corpo non può produrlo da solo. Quindi la carenza di zinco è osservata nell'80% della popolazione adulta del paese. Ciò che non può essere infastidito. Questo oligoelemento è particolarmente importante per gli uomini. Lo zinco è coinvolto nella regolazione dell'attività di oltre 200 sistemi enzimatici, attiva l'immunità cellulare e influenza molte funzioni del corpo, come il sistema riproduttivo, la crescita e lo sviluppo delle cellule, la produzione di proteine, enzimi digestivi, insulina e normalizzazione della pressione sanguigna.

Per le donne, lo zinco è indispensabile come elemento che influenza la crescita e la bellezza delle unghie, la rigenerazione della pelle. Lo zinco aiuta a migliorare la crescita dei capelli, che è estremamente importante per le donne che cercano l'ideale della bellezza e per gli uomini che sono inclini alla calvizie. Questo minerale traccia è responsabile per l'elaborazione di alcol nel nostro corpo. E una delle sue funzioni più importanti a cui gli uomini dovrebbero prestare attenzione: lo zinco aiuta lo sviluppo dell'ormone sessuale maschile: testosterone e spermatozoi. Come sapete, il testosterone è l'ormone maschile più importante, che non solo influenza il desiderio sessuale e la vitalità sessuale, ma determina anche lo stato psicologico di una persona. Un uomo che ha abbassato i livelli di testosterone ha maggiori probabilità di sperimentare sentimenti di depressione, rapida stanchezza e mancanza di fiducia in se stessi. Ciò influisce negativamente sul lavoro e sulla vita familiare.

Perché si verifica una carenza di zinco?

Il motivo principale è la mancanza di esso nel corpo a causa di malnutrizione, diete sbilanciate. Ma ci sono anche disturbi metabolici in cui lo zinco è scarsamente assorbito dal cibo, questo accade più spesso con le malattie intestinali, o è pesantemente escreto dal corpo. Quest'ultimo si trova in persone che sono troppo appassionati di bevande alcoliche, o in pazienti che sono costretti a prendere lassativi e alcuni altri farmaci. In questi casi, la conseguente carenza di zinco può portare ad una maggiore suscettibilità alle malattie infettive, ritardata guarigione delle ferite, riduzione delle prestazioni e potenza, perdita di capelli e memoria indebolita. Competenze e nelle giuste proporzioni per compensare la carenza di zinco è possibile solo con l'aiuto di preparati moderni contenenti questo oligoelemento.

Recentemente, una preparazione molto facile da usare di zinco "Zinkit" sotto forma di compresse effervescenti con un gusto gradevole, è apparso il produttore tedesco "Verlag Pharma". Sciogliere la compressa in un bicchiere d'acqua - e ottenere una bevanda corroborante dal sapore gradevole che riempirà il corpo con una dose giornaliera di zinco ed eliminerà i problemi associati alla carenza di questo oligoelemento. Lo zinco è chiamato il "metallo della mascolinità". Assicurati di includere nella terapia di mantenimento degli atleti farmaci con lo zinco. È necessario non solo per gli atleti, ma anche per tutte le donne e gli uomini che soffrono di diabete. Soprattutto se hai iniziato a notare i seguenti sintomi: raffreddori frequenti, disfunzione dell'apparato riproduttivo, desiderio sessuale negli uomini, malattie della prostata, varie malattie della pelle, psoriasi, perdita di capelli, alopecia focale o totale, disturbi della memoria, attenzione. Per gli scopi profilattici (basati sul fabbisogno quotidiano di zinco), gli adulti di "Zinkit" usano 1 compressa effervescente 1-2 volte al giorno con i pasti, avendo precedentemente dissolto in 100-200 ml di acqua. Durata dell'ammissione - 1 mese. Corso ripetuto - 2-3 volte l'anno.

Attività fisica nel diabete

Il movimento è vita. E quanto spesso pensi a quanto sia importante l'attività fisica per una persona? Il movimento è una necessità quotidiana per una persona sana, aiutandolo a mantenersi in forma e a non ammalarsi. Ma per coloro che hanno già problemi di salute, è impossibile rifiutare l'attività fisica.

Vari tipi di sforzi fisici possono essere un mezzo molto efficace per affrontare la malattia. Questa affermazione è vera per i diabetici. Il movimento aiuta a controllare il diabete. Per fare questo, devi solo seguire tre regole:

• prendere farmaci come prescritto da un medico;

• condurre uno stile di vita attivo.

L'attività fisica nel diabete mellito del primo e del secondo tipo è molto importante, ma l'attività fisica è particolarmente efficace nel diabete del secondo tipo. Nella forma lieve di questa malattia, il trattamento iniziale consiste nella terapia dietetica e nell'esercizio fisico moderato. Questa combinazione consente di compensare la malattia e ridurre il rischio di complicanze.

Perché abbiamo bisogno di carichi per il diabete?

L'attività fisica consente di attivare i meccanismi fisiologici nel corpo umano e quindi ottenere i seguenti risultati:

• Ridurre la glicemia. È stato dimostrato che sotto carichi i muscoli in funzione possono assorbire 20 volte più glucosio.

• Migliora l'uso di insulina.

• Perdere quei chili in più e normalizzare i processi metabolici nel corpo.

Inoltre, l'attività fisica aiuta a prevenire altre gravi malattie, come infarto miocardico o ictus, e abbassare la pressione sanguigna.

Tuttavia, in alcuni casi, lo sforzo fisico provoca un aumento dei livelli di zucchero nel sangue o un forte calo.

Danno all'attività fisica nel diabete

Esercizi sportivi e altri tipi di attività fisica sono controindicati per i diabetici nei seguenti casi:

• se un paziente ha diabete di tipo 1 e chetoni sono presenti nelle sue urine o nel sangue (l'esercizio fisico intenso può causare un aumento dei livelli di glucosio nel sangue);

• se si è scoperto che un diabetico ha complicanze in cui alcuni tipi di attività fisica sono controindicati (ad esempio, il danno oculare diabetico è un ostacolo alla pratica degli sport di potenza perché causa un aumento della pressione nei vasi);

• se il paziente ha glicemia troppo alta.

Spesso, l'esercizio fisico è un fattore che provoca l'ipoglicemia. Di norma, questa condizione si verifica in questi casi se il paziente assume insulina o medicinali speciali. L'ipoglicemia spesso causa una sensazione di malessere, svenimento. Per proteggersi, il paziente, scegliendo il tipo di sforzo fisico, deve consultare il proprio medico e, durante le lezioni, tenere a portata di mano la medicina o lo "spuntino". Inoltre, dopo il completamento dello sforzo fisico, è necessario misurare il livello di glucosio nel sangue.

Tipi di attività fisica utile per i diabetici

Nel diabete, vengono mostrati i seguenti carichi:

• Esercizio aerobico. Usano grandi muscoli, fanno battere il cuore più velocemente, accelerano la respirazione. Devi studiare almeno 5 volte a settimana, 30 minuti al giorno.

• Esercizi di stretching. Questo tipo di attività consente non solo di rendere il corpo più flessibile, ma anche di alleviare il dolore muscolare dopo aver fatto altri tipi di esercizi.

• Carichi di potenza. Esercizi su simulatori o con manubri aiutano il corpo umano a controllare la quantità di zucchero nel sangue. Inoltre, facendo più volte alla settimana, puoi bruciare calorie in eccesso, rafforzare muscoli e ossa e migliorare la coordinazione dei movimenti.

• Altri tipi di attività fisica. Gli esperti consigliano ai pazienti con diabete, così come a tutte le persone sane, di alzarsi più spesso dal posto di lavoro, dare la preferenza alla scala piuttosto che all'ascensore, fare qualche sosta lungo la strada di casa, passeggiare nel parco o attraverso i boschi nei fine settimana. Tale attività quotidiana aiuta a mantenere il controllo sulla malattia.

Le persone con diagnosi di diabete possono trovarsi in un gran numero di sport diversi: giocare a tennis, badminton, nuoto, pallavolo, trekking, ciclismo. In una parola, è possibile e necessario trovare un hobby sportivo adatto. Questo aiuterà non solo a controllare la malattia, ma anche a migliorare la qualità della vita.

Attività fisica nel diabete

L'attività fisica è un elemento necessario nella prevenzione e nel trattamento di alcune malattie, in particolare l'obesità, l'ipertensione, le malattie cardiache e, infine, il diabete. L'esercizio è di particolare importanza nella prevenzione del diabete di tipo 2.

È noto e confermato dalla ricerca che la mancanza di attività fisica contribuisce alla comparsa del diabete di tipo 2 e le persone che svolgono esercizi intensivi una volta alla settimana hanno un rischio significativamente inferiore di ammalarsi.

Ogni aumento di spreco di energia di 500 Kcal a settimana riduce il rischio di diabete del 6%. Vale la pena sottolineare che un buon effetto nella prevenzione delle malattie si ottiene anche grazie all'uso di esercizi non molto intensi, è sufficiente che si tratti di passeggiate.

Nei pazienti con diabete, esercizio fisico, dieta e farmaci usati sono la base per un trattamento efficace. L'attività è particolarmente importante nel diabete di tipo 2, dove dà risultati evidenti.

I più utili di questi includono:

  • mantenere o abbassare il peso corporeo, un miglioramento significativo nella compensazione del diabete,
  • calo dei valori di glucosio nel sangue a seguito di aumento della sensibilità all'insulina dopo l'esercizio fisico,
  • prendendo piccole dosi di insulina o farmaci per via orale.

A causa del fatto che il diabete mellito di tipo 1 ha un meccanismo diverso, l'esercizio regolare in questi pazienti richiede cambiamenti nella dieta e nell'insulina al fine di influenzare in modo efficace la compensazione del diabete.

Attività fisica nel diabete

L'attività fisica è un'aggiunta importante al trattamento medico del diabete.

Il meccanismo dell'azione terapeutica dello sforzo fisico:

  1. i muscoli attivi assorbono lo zucchero dal sangue, grazie al quale viene ridotto il livello del sangue.
  2. durante l'attività fisica, il consumo di energia aumenta e, se tale carico è sufficientemente intenso e regolare, vengono utilizzate riserve di energia (cioè grassi) e il peso viene ridotto. Esercitare in modo diretto, non solo attraverso la perdita di peso, ha un effetto positivo sul difetto principale del diabete mellito di tipo 2 - ridotta sensibilità all'insulina.
  3. migliorare le condizioni fisiche e mentali;
  4. normalizza il metabolismo e la pressione sanguigna;
  5. promuovere la perdita di peso;
  6. allenare il sistema cardiovascolare;
  7. migliorare il metabolismo dei lipidi (colesterolo, ecc.);
  8. ridurre i livelli di zucchero nel sangue;
  9. aumentare la sensibilità delle cellule all'insulina

L'esercizio ha un generale effetto curativo, migliorando la qualità della vita, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari e la mortalità da loro.

Prima di pianificare lo sforzo fisico, è necessario discutere i dettagli con il medico. Anche in assenza di disturbi, è imperativo eseguire un esame elettrocardiografico non solo a riposo, ma anche durante lo sforzo fisico, che può rivelare un'insufficienza coronarica nascosta.

L'assorbimento del glucosio da parte dei muscoli è mantenuto ad un livello più alto per 48 ore dopo l'esercizio. Le passeggiate giornaliere con un passaggio rapido per 20-30 minuti sono sufficienti per aumentare la sensibilità all'insulina nei pazienti con diabete di tipo 2.

Vi sono principi base per la selezione dell'attività fisica: selezione individuale dell'intensità e dei metodi di esercizio per ogni singola persona, a seconda dell'età, delle capacità e dello stato di salute; impatto sistemico; esercizio regolare; moderazione dello sforzo fisico.

Quando si sceglie un'attività fisica, è necessario seguire le regole per la scelta dell'attività fisica.

I tipi di attività fisica più versatili adatti sono camminare, nuotare e andare in bicicletta di intensità leggera o moderata. Per coloro che stanno appena iniziando a fare "da zero", la durata delle lezioni dovrebbe aumentare gradualmente da 5-10 minuti a 45-60 minuti al giorno. Non tutti possono prendere lezioni sistematiche da soli, quindi, se c'è una tale opportunità, è utile unirsi al gruppo.

Importante regolarità e consistenza dell'attività fisica. Dovrebbero essere almeno 3 volte a settimana. Con una lunga pausa, l'effetto positivo dell'esercizio scompare rapidamente. È possibile portare all'attività fisica non solo lo sport, ma anche, ad esempio, la pulizia dell'appartamento, la riparazione, lo spostamento, il lavoro in un giardino, una discoteca, ecc.

Necessità di controllare il proprio benessere. Qualsiasi disagio durante lo sforzo nel cuore, mal di testa, vertigini e mancanza di respiro sono motivo per la cessazione dell'attività fisica, il monitoraggio della glicemia e la visita di un medico.

Poiché durante l'esercizio fisico, il carico sulle gambe aumenta notevolmente, aumenta il rischio di lesioni (sfregamento, calli). Pertanto, le scarpe per l'allenamento, comprese le passeggiate, dovrebbero essere molto morbide e confortevoli. È necessario ispezionare le gambe prima e dopo l'esercizio.

Puoi salvarti da molte difficoltà se pratichi sport con amici (allenatore) che hanno familiarità con la manifestazione del diabete e sanno come comportarsi quando si verificano situazioni (ad esempio, ipoglicemia!) E, naturalmente, il misuratore dovrebbe essere vicino!

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai farmaci che potenziano l'ipoglicemia, come grandi dosi di salicilati, - bloccanti, alcol

Quando la sensibilità dei piedi e l'afflusso di sangue agli arti inferiori sono disturbati, è sconsigliato correre, preferibilmente camminare, andare in bicicletta (cyclette) o nuotare. I pazienti con retinopatia non trattata o appena trattata devono evitare esercizi in cui aumenta la pressione intra-addominale, esercizi con trattenimento del respiro durante l'inspirazione e movimenti intensi della testa.

L'intensità e la frequenza degli esercizi dovrebbero aumentare lentamente, ma dovrebbero essere regolari, almeno 3-4 volte a settimana. Puoi iniziare con una passeggiata regolare per 30-40 minuti al giorno. Ciclismo utile, nuoto, jogging e danza.

Per quanto riguarda l'intensità, si raccomanda che la frequenza del polso sia fino al 50% del massimo o dell'impulso non superiore a 110 battiti al minuto, almeno nella fase iniziale del programma di recupero fisico. C'è un altro approccio più semplice alla scelta del carico, specialmente aerobico: dovrebbe causare una leggera sudorazione, ma l'intensità della respirazione non dovrebbe interferire con la conversazione.

L'esercizio dovrebbe essere praticato almeno 3 volte a settimana, ma con un intervallo di non più di 2 giorni consecutivi. Anche gli esercizi per i piedi sono utili.

Esercizi per smettere di sedersi su una sedia:

  • flessione ed estensione
  • tacchi e calze alternati
  • movimento circolare con dita e talloni
  • flessione alternata e estensione delle gambe al ginocchio
  • movimento dei piedi su se stessi e su se stessi con le gambe raddrizzate nelle ginocchia
  • movimento circolare alternato con una gamba raddrizzata nel ginocchio
  • rotolare in palle e lisciare un giornale

Si consiglia di eseguire ogni esercizio per 10 volte.

Quando si usa l'insulina, è necessario prestare attenzione a:

  • la dose di insulina breve / semplice prima della colazione viene ridotta se l'esercizio viene eseguito entro un intervallo di 3 ore che include la colazione;
  • la dose di insulina breve / semplice prima di pranzo e la dose mattutina di insulina NPH devono essere ridotte se l'esercizio viene eseguito nelle ore tarde della mattina o intorno a mezzogiorno;
  • La dose di insulina breve / semplice prima di cena viene ridotta se l'esercizio viene eseguito dopo cena.

Raccomandazioni generali da seguire per evitare l'ipoglicemia causata dall'esercizio in pazienti sottoposti a terapia insulinica:

  • misurare la glicemia prima, durante e dopo l'attività fisica;
  • l'attività fisica non pianificata dovrebbe essere preceduta da un'assunzione aggiuntiva di carboidrati, ad esempio 15-30 g per ogni 30 minuti di attività; la dose di insulina potrebbe dover essere ridotta immediatamente dopo l'attività fisica;
  • se è pianificata un'attività fisica, la dose di insulina deve essere ridotta sia prima che dopo l'esercizio, in base alla sua intensità e durata, così come all'esperienza personale del paziente con diabete;
  • durante l'attività fisica, potrebbe essere necessario un apporto supplementare di carboidrati, che viene aggiunto al pasto principale o intermedio;
  • per gli atleti o coloro che sono impegnati in fitness, è richiesto un supporto speciale di consulenza per l'istruttore e la formazione in un programma personalizzato.

Restrizioni sull'attività fisica:

  • - il livello di glicemia è superiore a 13 mmol / l in associazione con acetonuria o superiore a 16 mmol / l, anche senza acetonuria, poiché in questo caso l'iperglicemia sull'attività fisica può aumentare;
  • - emoftalmo, distacco della retina, i primi sei mesi dopo la coagulazione laser della retina;
  • - retinopatia preproliferativa e proliferativa - carichi con un forte aumento della pressione sanguigna, pugilato, potenza, con possibilità di lesioni agli occhi e alla testa, aerobica, jogging sono controindicati;
  • - ipertensione arteriosa incontrollata.

Con cura e differenziazione:

  • sport in cui è difficile fermare l'ipoglicemia inaspettata (immersioni subacquee, deltaplano, surf, ecc.);
  • menomazione del riconoscimento soggettivo dell'ipoglicemia;
  • neuropatia distale con perdita di sensibilità e neuropatia autonomica (ipotensione ortostatica);
  • nefropatia (aumento indesiderato della pressione sanguigna);
  • retinopatia non proliferativa.

Usando esercizi fisici, puoi migliorare il controllo del diabete mellito, migliorare l'umore, sostenere la compensazione del diabete e prevenire lo sviluppo di complicanze!

Stile di vita attivo nel diabete

L'esercizio porta indubbi benefici per il diabete. Ciò è dovuto al fatto che durante l'esercizio, la massa muscolare si sviluppa, il che significa che aumenta il numero di recettori dell'insulina, che influisce positivamente sulla qualità dei processi metabolici: aumento del consumo di glucosio e ossidazione, consumo più intenso di grassi, attivazione del metabolismo proteico.

Quando l'attività fisica migliora e lo stato psico-emotivo di una persona, che ha anche un effetto positivo sulla sua salute. Pertanto, l'esercizio per lungo tempo è considerato una parte necessaria del trattamento non farmacologico del diabete, inoltre la ricerca mostra che in alcuni casi l'esercizio fisico aiuta a prevenire o ritardare lo sviluppo del diabete di tipo 1.

Lo sport come cura per il diabete

Probabilmente sai che per controllare il diabete, è estremamente importante seguire una dieta speciale e controllare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue. Ma lo sapevate che esiste un terzo elemento importante in un approccio globale alla gestione del diabete? Esercizio fisico regolare! L'esercizio aumenta la sensibilità del corpo all'insulina, che a sua volta consente un migliore controllo dei livelli di zucchero nel sangue.

Sfortunatamente, l'educazione fisica è lo strumento più incompreso per gestire il diabete, nonostante sia un modo molto efficace e utile per controllare i livelli di glucosio nel sangue, che non richiede costi materiali speciali.

I partecipanti sono stati divisi in gruppi. A uno di loro è stato offerto di seguire il suo solito stile di vita, e l'altro è stato suggerito di seguire una dieta a basso contenuto di grassi e di aumentare il tempo per l'attività fisica a 150 minuti (2,5 ore) a settimana. Per fare questo, puoi, ad esempio, fare una camminata ad alta velocità, almeno ogni due o tre giorni e almeno 10 minuti alla volta. Dopo tre anni, il rischio di sviluppare il diabete tra i partecipanti al gruppo "attivo" è diminuito del 58%, nonostante la loro iniziale alta predisposizione.

Inoltre, la riduzione del rischio si è verificata indipendentemente da etnia, età o sesso. Ma la cosa più sorprendente: più i partecipanti erano anziani, più l'effetto era pronunciato! Studi simili dalla Finlandia hanno mostrato esattamente la stessa riduzione del rischio del 58%.

Se l'esercizio è così efficace, perché le persone dubitano ancora dell'importanza di uno stile di vita sano? Come spesso accade, potrebbe essere necessario un po 'di tempo per rendersene conto. Nel frattempo, ci sono sempre più prove del successo dell'uso delle lezioni di educazione fisica per controllare i livelli di zucchero nel sangue. In un recente studio, "Prevenzione del diabete - 10.000 passaggi", è stato chiesto alle persone con diabete di tipo 2 di aumentare l'attività fisica senza modificare la loro dieta.

Dovevano fare almeno 10 mila passi al giorno (circa otto chilometri di cammino) per 3 mesi. Di conseguenza, i partecipanti allo studio hanno migliorato significativamente le loro condizioni fisiche, i livelli di zucchero nel sangue, i livelli di colesterolo, la pressione e il peso corporeo! E molti di questi cambiamenti si sono verificati nelle prime quattro settimane. Alla fine dello studio, più di 15 partecipanti avevano ridotto i dosaggi dei farmaci che stavano assumendo (compresi i farmaci diabetici), 6 partecipanti avevano escluso alcuni farmaci e tre avevano completamente interrotto il trattamento farmacologico.

Anche semplici passeggiate regolari prolungano la vita. Uno studio recente ha rilevato che gli adulti con diabete che camminano almeno due ore alla settimana riducono il rischio di morte per varie complicanze del 39% e il rischio di morte per malattie cardiache del 34%. Le persone con diabete sono solitamente più inclini alle lesioni dei legamenti, quindi camminare a ritmo sostenuto le soddisfa più del jogging, il che mette a dura prova le articolazioni.

Inoltre, l'esercizio fisico regolare aiuta ad aumentare l'efficacia dell'insulina, anche in caso di inosservanza della dieta. Nelle persone coinvolte nello sport, il relativo effetto glicemico (aumento dei livelli di zucchero nel sangue) dopo un pasto è ridotto e il numero di salti glicemici è ridotto, poiché il corpo inizia a utilizzare meglio l'insulina.

In altre parole, in una persona in sovrappeso che è fisicamente attiva allo stesso tempo, i carboidrati saranno assorbiti meglio grazie alla migliore sensibilità all'insulina dei muscoli. Quindi, la mancanza di attività fisica può essere una causa più significativa del controllo inefficace del diabete rispetto alla dieta anche malsana!

Tuttavia, senza una dieta adeguata, l'effetto dell'esercizio regolare è notevolmente ridotto. Pertanto, per il miglior controllo del diabete, combinare l'attività fisica quotidiana, un'alimentazione corretta e un regolare auto monitoraggio dei livelli di glucosio nel sangue.

Quindi, smettere di pensare allo sport come un modo meno efficace per prevenire e curare il diabete di tipo 2 rispetto alla dieta o alla medicina. L'attività fisica è davvero una delle migliori "droghe" che puoi trovare!

Dubiti ancora che l'esercizio abbia un effetto positivo sui livelli di zucchero nel sangue? Vedi tu stesso! Inizia a fare qualsiasi esercizio (ad esempio, passeggiate regolari) e usa il nostro modulo gratuito per monitorare i risultati di Accu-Chek - Pair Testing. Questa è una forma semplice e conveniente, calcolata per 7 giorni, per confrontare i risultati della misurazione dei livelli di zucchero nel sangue prima e dopo una certa attività (in questo caso, l'attività fisica). Stampa subito il tuo test di coppia ACCU-CHEK!

Esercizio fisico nel diabete

Cosa succede nel corpo quando ci muoviamo?

Qualsiasi movimento è dovuto al lavoro dei muscoli. Nel lavoro muscolare, la risorsa energetica è il glucosio. Alcuni glucosio vengono immagazzinati in anticipo dalle cellule muscolari sotto forma di glicogeno e consumati secondo necessità. Quando le riserve di glicogeno nelle cellule si esauriscono, inizia il flusso di glucosio dal sangue.

In condizioni attive, le cellule diventano più sensibili al glucosio e è necessaria meno insulina perché il glucosio entri in esse. In una persona sana, il pancreas in questo caso rilascia una piccola quantità di insulina, che impedisce un'eccessiva diminuzione della concentrazione di glucosio nel sangue.

Se la concentrazione di glucosio era normale prima dell'esordio dell'esercizio, dopo - si può notare uno stato ipoglicemico. Assicurati di consultare il tuo medico su quale attività fisica ti è consentita e cosa può nuocere, chiedigli se lo sport scelto richiede una correzione della dieta o della terapia.

Quali sport sono raccomandati per i pazienti con diabete?

Per i pazienti con diabete mellito, vengono mostrate attività fisiche moderate e dosate, ad esempio, escursioni, giochi con la palla, badminton, ginnastica, nuoto, ciclismo, pattinaggio e sci, ecc.

Di norma, si raccomanda ai pazienti diabetici di praticare sport con parenti o amici che hanno familiarità con le manifestazioni del diabete e sanno cosa fare se il paziente ha uno stato di ipoglicemia.

Autocontrollo durante l'esercizio

Le attività fisiche intensive e insolite richiedono la determinazione della concentrazione di glucosio nel sangue prima e dopo di esse. L'iperglicemia, l'escrezione di glucosio nelle urine (glicosuria) e, inoltre, l'aspetto dell'acetone nelle urine (acetonuria) durante o dopo l'esercizio indicano una carenza di insulina. Va notato che più lungo è il carico, maggiore è la probabilità che si verifichi un'ipoglicemia ritardata entro poche ore dal carico.

Correzione della terapia

I pazienti diabetici rispondono allo sport in modi diversi. Pertanto, ogni paziente, insieme al suo medico, deve sviluppare una tattica di autocontrollo e correzione della terapia sotto sforzo fisico. Negli sportivi, la dose di insulina somministrata deve essere attentamente aggiustata per prevenire stati ipoglicemici o chetoacidosi diabetica.

I carichi intensivi a breve termine, di norma, richiedono l'assunzione aggiuntiva di carboidrati rapidamente digeribili, mentre carichi moderati a lungo termine richiedono dosi aggiuntive di insulina e un aumento del consumo di cibi misti.

Diabete e sport

Il diabete mellito, manifestato da una deficienza insulinica relativa o assoluta, è una malattia molto comune. 347 milioni di persone in tutto il mondo hanno il diabete. La maggior parte dei pazienti può impegnarsi in modo sicuro nell'esercizio fisico e anche negli sport agonistici, anche ad alto livello.

Per la prevenzione delle complicanze e il mantenimento delle prestazioni fisiche, un livello normale di glucosio nel sangue è estremamente importante. Con complicazioni quali nefropatia, neuropatia e retinopatia, non sono raccomandati sport con un carico pesante, ma è opportuno incoraggiare un'attività fisica regolare. Nei pazienti con diabete mellito, è spesso più che nelle persone sane, che influenzano il benessere generale, il peso corporeo, il profilo lipidico e altri fattori di rischio per l'aterosclerosi.

Le statistiche sul diabete si stanno deteriorando drammaticamente ogni anno in tutti i paesi sviluppati. Quasi la metà (40%) della popolazione adulta negli Stati Uniti sviluppa diabete di tipo 2 in una particolare età, come dimostrato da un nuovo studio più ampio pubblicato su The Lancet Diabetes Endocrinologia nell'agosto 2014. Per alcuni gruppi etnici (donne dell'America Latina e dell'America Latina), la situazione è peggiorata e il diabete è più comune che in ogni secondo (oltre il 50%).

I benefici dello sport nel diabete sono innegabili, ma ci possono essere gravi complicanze. Il principale sono i disordini metabolici, prima fra tutte l'ipoglicemia, che possono svilupparsi sia durante che dopo l'esercizio, se la dieta o le dosi di farmaci non sono cambiati nel tempo. Nei pazienti che ricevono derivati ​​dell'insulina o sulfonilurea, i disturbi metabolici sono più probabili.

L'ipoglicemia può manifestarsi in modi diversi, ma la nausea, la debolezza, la visione offuscata, la stupidità, la sudorazione, la nausea, la pelle fredda e la parestesia della lingua o delle mani sono le più caratteristiche. Le raccomandazioni per la prevenzione dell'ipoglicemia nei diabetici coinvolti nello sport sono elencate di seguito:

Prevenzione dell'ipoglicemia

  • Misurazione della glicemia prima, durante e dopo l'esercizio
  • L'allenamento regolare al mattino (al contrario di quello irregolare) facilita l'aggiustamento delle dosi di nutrizione e insulina
  • Porta sempre con te carboidrati facilmente digeribili, o glucagone, 1 mg (per la somministrazione sc o i / m)
  • Regolazione della dose di insulina e dieta
  • Aggiustamento della terapia insulinica prima dell'esercizio
  • Prima dell'esercizio, non iniettare insulina nel braccio o nella gamba; il miglior sito di iniezione è l'addome
  • È necessario ridurre la dose di insulina ad azione rapida in base al tempo di lezione pianificato: 90 minuti - del 50%; un carico molto pesante può richiedere un'ulteriore riduzione della dose
  • La durata media della dose di insulina (insulina NPH) deve essere ridotta di un terzo
  • È meglio usare lizpro-insulina (ha un'azione più rapida e meno prolungata)
  • Quando si usano dispensatori indossabili, il tasso di somministrazione di insulina è ridotto del 50% per 1-3 ore prima delle lezioni e durante le lezioni.
  • Se l'esercizio è pianificato immediatamente dopo un pasto, ridurre la dose di insulina somministrata prima di un pasto del 50%.
  • Regolazione della modalità di alimentazione
  • Pasto completo 2-3 ore prima dell'esercizio
  • Snack carboidrati immediatamente prima dell'esercizio, se il livello di glucosio nel sangue

L'iperglicemia, un'altra possibile complicazione, è dovuta all'aumentata formazione di glucosio nel fegato a seguito di un aumento della secrezione di ormoni contrainsulari - adrenalina, norepinefrina, glucagone, cortisolo e ormone della crescita. Nei pazienti con diabete di tipo 1, l'iperglicemia può portare a chetoacidosi diabetica, e in pazienti con diabete di tipo 2, a coma iperosmolare.

In considerazione di quanto sopra, l'esercizio è controindicato se i livelli di glucosio superano il 250 mg% e vi è la chetoacidosi. In assenza di chetoacidosi, lo sforzo fisico è consentito anche con un livello di glucosio superiore a 300 mg%, ma con estrema cautela.

Il diabete mellito accelera lo sviluppo dell'aterosclerosi, pertanto i medici dovrebbero prestare particolare attenzione alle lamentele dei pazienti con diabete e ampliare le indicazioni per l'esame cardiaco. Se il paziente ha almeno uno dei fattori di rischio elencati di seguito. L'American Diabetes Association raccomanda di condurre uno stress test prima di un esercizio moderato o pesante.

Indicazioni per il test da sforzo raccomandato dall'American Diabetes Association

  • Età> 35 anni
  • Diabete di tipo 1 per> 15 anni
  • Diabete di tipo 2 con una durata> 10 anni
  • CHD confermato
  • Ulteriori fattori di rischio per l'aterosclerosi (ipertensione arteriosa, fumo, ereditarietà gravata, iperlipoproteidemia)
  • Complicazioni microangiopatiche
  • Aterosclerosi delle arterie periferiche
  • Neuropatia vegetativa

Un grosso problema per i diabetici che conducono uno stile di vita attivo, può essere una malattia dei piedi. Non ci soffermeremo qui su queste complicazioni, notiamo solo che si verificano molto spesso. Pertanto, i medici, raccomandando uno stile di vita attivo ai pazienti con diabete mellito, dovrebbero anche spiegare che, al fine di evitare le malattie dei piedi, devono essere indossate scarpe morbide, senza spremere e calze fatte di tessuto che toglie l'umidità e deve essere presa una buona cura del piede.

Nutrizione sportiva e diabete

Nel diabete, l'uso della nutrizione sportiva, che non contiene carboidrati:

  • Siero di latte e altri tipi di proteine
  • Amminoacidi (compresi BCAA, L-carnitina)
  • Complesso vitaminico e minerale
  • creatina

Controindicato o usato con cautela: gainer, barrette proteiche (con zucchero), miscele di carboidrati proteici, isotoniche con carboidrati.

Intervallo di allenamento per il monitoraggio del glucosio

In uno studio del 2014 condotto da Monique E. Francois e James C. Baldi, è stato dimostrato che un esercizio breve e intenso prima dei pasti può migliorare significativamente il monitoraggio della glicemia. I ricercatori riferiscono che 6 serie di intervalli di 1 minuto con intensità massima su un tapis roulant 30 minuti prima di un pasto si sono dimostrate più efficaci rispetto a un normale allenamento aerobico di 30 minuti. In alternativa, è possibile utilizzare qualsiasi esercizio aerobico, incluso step aerobics.

L'effetto dell'assunzione di proteine ​​sul rischio di diabete

Sono stati condotti tre studi di gruppo dai cui dati è possibile considerare il rapporto tra una dieta a basso contenuto di carboidrati a elevato contenuto proteico e il diabete di tipo 2 il più possibile. In due dei tre studi presentati, questa relazione è stata trovata in relazione alle proteine ​​animali, probabilmente perché i prodotti animali erano la principale fonte di proteine ​​in questi studi. In questo caso, il rapporto con il consumo di proteine ​​di origine vegetale non è stato identificato.

Nello studio tra gli uomini, ai fattori sopra descritti, è stata aggiunta una modifica all'uso del caffè e il contenuto calorico totale della dieta. Negli studi congiunti di uomini e donne, è stato effettuato un adeguamento al genere dei partecipanti, oltre che, oltre ai fattori sopra menzionati, sul livello di educazione, sulla quantità di fibre consumate, sul magnesio, sul valore di base della circonferenza della vita, sul livello di consumo di grassi saturi, grassi polinsaturi, colesterolo, vitamina E, carico glicemico, pressione sanguigna.

Vale la pena notare che l'uso di correzioni statistiche per altri fattori potrebbe portare ad altri risultati di ricerca. Inoltre, è impossibile stabilire con esattezza se i risultati nel contesto delle diete a basso contenuto di carboidrati ad alto contenuto proteico siano stati ottenuti a causa dell'alto contenuto proteico o del basso tenore di carboidrati.

Sport diabetico professionale

Le persone con diabete spesso affrontano ostacoli al grande sport. Sia da formatori e medici. La cosa più importante da ricordare: ufficialmente, legalmente, nessuno può una persona con diabete rifiutare di partecipare a competizioni di livello professionale.

Non esiste una legge che proibisca alle persone con diabete di praticare sport. L'unica cosa è che con una commissione medica un medico può rifiutarsi di risolvere se ci sono delle complicazioni dovute al diabete: ipertensione, problemi cardiovascolari, neuropatia, ecc. Se il paziente è in buona salute e il diabete è ben compensato, una persona diabetica ha il diritto di partecipare a tutte le competizioni.

Di solito con il diabete compensato, è sufficiente scrivere una dichiarazione sulla rimozione della responsabilità per le conseguenze dagli organizzatori della competizione e fornire un certificato da parte dell'endocrinologo sullo stato di salute (è possibile con l'analisi dell'emoglobina glicata).

C'è un'altra sfumatura. Potrebbe esserci anche una legge interna adottata dagli organizzatori della competizione, in cui si afferma che alle persone con determinate diagnosi è vietato partecipare alle competizioni, quindi questa è un'altra questione.

Esercitare la terapia per il diabete

Il diabete mellito è una malattia derivante dall'insufficienza assoluta o relativa dell'insulina nel corpo, che è accompagnata da una grave interruzione del metabolismo dei carboidrati con iperglicemia (aumento di zucchero nel sangue), così come dalla glicosuria (la comparsa di zucchero nelle urine). A causa del fatto che l'uso del glucosio da parte dei tessuti avviene con difficoltà, le funzioni del sistema nervoso centrale (SNC), così come il sistema cardiovascolare, il fegato, i tessuti muscolari sono disturbati - di conseguenza, le prestazioni del paziente diminuiscono.

A causa della violazione del metabolismo dei grassi, l'ossidazione accelerata dei grassi avviene prima della formazione di corpi chetonici e il loro eccesso nel sangue ha un effetto tossico sul sistema nervoso centrale. Inoltre, nel diabete mellito, la sintesi proteica è disturbata e il livello del metabolismo energetico diminuisce.

L'esercizio terapeutico del diabete mellito, come parte del trattamento integrato dei pazienti con diabete, attraverso i suoi esercizi fisici, ha un effetto stimolante sul metabolismo dei tessuti, sull'utilizzazione dello zucchero nel corpo e sulla sua deposizione nei muscoli.

È stato stabilito clinicamente che l'esercizio nel diabete mellito porta a una diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue in alcuni casi a valori normali. Fare esercizi fisici porta ad un aumento dell'azione dell'insulina e consente di ridurre la dose. Se i pazienti sono in sovrappeso, la terapia fisica e la ginnastica medica nel diabete contribuiscono alla normalizzazione del metabolismo dei grassi, con conseguente riduzione significativa del grasso corporeo.

I pazienti con diabete, di regola, appaiono debolezza e debolezza muscolare, e gli esercizi fisici nel diabete aiutano a combattere questi disturbi, oltre ad aumentare la resistenza del corpo ai fattori avversi.

Esistono tre forme di malattia: diabete mellito lieve, forma media e grave.

Se un paziente ha una forma lieve di diabete, allora in questo caso gli esercizi per tutti i gruppi muscolari sono inclusi negli esercizi di terapia fisica per il diabete. I movimenti in questi esercizi sono eseguiti con una grande ampiezza, ad un passo lento e medio, e per i piccoli gruppi muscolari il ritmo di esecuzione è abbastanza veloce. Quindi gradualmente iniziano ad essere introdotti esercizi più complessi (in coordinazione), esercizi con oggetti, con pesi e sui proiettili - panca, parete ginnica, ecc.

Le occupazioni durano, di regola, 30-45 minuti, la densità di professioni è piuttosto alta. Oltre all'LH nel diabete, è necessario utilizzare il dosed walking e la distanza dovrebbe essere gradualmente aumentata da 5 km a 10-12 km. Anche nel complesso esercizio terapia per il diabete dovrebbero includere esercizi sportivi come camminare con gli sci, pattinaggio, nuoto, canottaggio, corsa, non dimenticare di sport (pallavolo, badminton, tennis). Ma tutte queste classi e questi giochi dovrebbero essere condotti con rigorosa supervisione medica.

In caso di diabete di moderata gravità, la terapia fisica e la regolazione del regime motorio contribuiscono alla stabilizzazione del dosaggio dei farmaci. In questo caso, gli esercizi per il diabete dovrebbero essere usati per tutti i gruppi muscolari e dovrebbero essere di intensità moderata o bassa. Le lezioni durano non più di 25-30 minuti a bassa densità. Oltre agli esercizi terapeutici per il diabete mellito di moderata gravità, è necessario utilizzare ampiamente la dosi a piedi per 2-7 km.

In questo caso, gli esercizi per i gruppi muscolari piccoli e medi sono ampiamente utilizzati. Mentre il corpo si adatta al carico, gli esercizi fisici per i grandi gruppi muscolari vengono gradualmente inclusi nel complesso della terapia fisica e del PH nel diabete mellito grave.

Durante il dosaggio del carico, è necessario tenere conto del fatto che se gli esercizi fisici vengono eseguiti a lungo a un ritmo lento, il contenuto di zucchero nel sangue diminuisce, perché con questo esercizio non si consuma solo il glicogeno muscolare, ma anche lo zucchero nel sangue.

La terapia fisica per il diabete deve essere effettuata non prima di un'ora dopo che il paziente ha ricevuto un'iniezione di insulina e come farà una leggera colazione. Altrimenti, la situazione potrebbe peggiorare a causa dell'inizio dell'ipoglicemia.

La riabilitazione fisica nel diabete comprende i seguenti compiti:

  • contribuire a ridurre l'iperglicemia, e se i pazienti sono insulino-dipendenti, quindi - per promuovere l'azione dell'insulina
  • contribuire a migliorare la funzione dei sistemi cardiovascolare e respiratorio
  • aiuta a migliorare le prestazioni
  • contribuire alla normalizzazione del tono psico-emotivo nei pazienti.

I mezzi di riabilitazione fisica dovrebbero essere prescritti se i pazienti hanno le seguenti indicazioni:

  • processo compensato (in caso di diabete mellito di gravità lieve e moderata)
  • mancanza di forti fluttuazioni della glicemia durante l'attività fisica
  • risposta fisiologica all'esercizio.

Ci sono anche controindicazioni, che sono le seguenti:

  • la presenza di diabete mellito è scompensata e grave
  • basso livello di prestazioni fisiche del paziente
  • forti fluttuazioni della glicemia durante lo sforzo fisico, insufficienza circolatoria del secondo grado B e superiore, cardiopatia coronarica (terza e quinta classe funzionale), presenza di ipertensione del secondo B e terzo grado con marcati cambiamenti negli organi interni e nelle crisi.

La ginnastica medica in caso di diabete mellito in un ospedale è effettuata secondo il solito metodo accettato, e il carico dovrebbe gradualmente aumentare.
La durata totale delle lezioni è determinata in base alla gravità della malattia:

  • forma leggera - 30-40 minuti
  • forma media - 20-30 minuti
  • forma grave - fino a 10-15 minuti di studio.

In caso di malattia lieve, gli esercizi fisici per il diabete comprendono movimenti eseguiti in tutti i gruppi muscolari di ampia ampiezza a un ritmo lento e medio. Inoltre, in termini di coordinamento, gli esercizi dovrebbero essere diversi per complessità. Esercizi con oggetti ed esercizi su attrezzature sono molto diffusi. La densità delle classi è piuttosto alta, fino al 60-70%. Inoltre, i pazienti sono consigliati a camminare, correre, camminare con gli sci, nuotare, vari giochi - il tutto sotto la stretta supervisione di un medico.

Con un grado moderato di malattia, gli esercizi terapeutici per il diabete mellito dovrebbero includere movimenti di intensità media e moderata, il carico dovrebbe aumentare gradualmente, il ritmo di attuazione dovrebbe essere lento, l'ampiezza pronunciata, ma non il massimo. La densità delle classi dovrebbe essere inferiore alla media - 30-40%. È anche possibile usare il dosed walking o il nuoto terapeutico. In caso di diabete moderato, si raccomanda inoltre ai pazienti di fare jogging per 3-5 minuti (intensità: 110-120 passi al minuto).

Se il paziente ha un grado grave della malattia, allora in questo caso gli esercizi fisici nel diabete mellito sono eseguiti con un piccolo carico e nel riposo a letto. Il paziente deve eseguire esercizi per piccoli e medi gruppi muscolari, che dovrebbero essere combinati con esercizi di respirazione. È necessario monitorare il dosaggio del carico, in modo che le classi non stancano il paziente. Il ritmo di implementazione è lento, la densità delle classi è ridotta. Oltre a LH nel diabete, è bene usare le procedure di rinvenimento e il massaggio.

Terapia di esercizi complesse approssimativa per il diabete:

  1. Per eseguire camminare con un passo elastico da un fianco (non da un ginocchio), la schiena è uguale. Respira attraverso il naso. Respiro sul conto: uno, due; espira nel conto: tre, quattro, cinque, sei; pausa - sette, otto. Esegui per 3-5 minuti.
  2. Camminare sulle dita dei piedi, sui talloni, sui lati esterno e interno del piede. Quando si cammina, fare la mano distesa, stringendo e rilasciando le dita, i movimenti circolari con i pennelli avanti e indietro. La respirazione è arbitraria. Esegui 5-6 minuti.
  3. I.P. - in piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le braccia ai lati. Esegui movimenti circolari nelle articolazioni del gomito verso se stesso, poi lontano da te (affatica i muscoli). La respirazione è arbitraria. Ripeti 5-6 volte.
  4. I.P. - in piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le braccia lungo il corpo. Fai un respiro profondo, piegati, abbraccia le tue ginocchia, quindi espira. In questa posizione, effettuare movimenti circolari nelle articolazioni del ginocchio a destra e a sinistra. La respirazione è gratuita. Esegui 5-6 rotazioni in ogni direzione.
  5. I. P. - in piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le braccia ai lati (lo stato delle braccia è teso). Fai un respiro profondo, quindi espira, contemporaneamente esegui movimenti circolari nelle articolazioni della spalla in avanti (come hai tempo durante l'espirazione). L'ampiezza dei movimenti è inizialmente minima, quindi aumenta gradualmente fino al massimo. Ripeti 6-8 volte.
  6. I. P. - seduta sul pavimento, gambe raddrizzate e separate al massimo ai lati. Respiro: esegui morbidi pendii elastici, mentre estrai la punta del piede destro con due mani, quindi espira. Torna alla posizione originale - inspira. Quindi esegui gli stessi movimenti, prendendo la punta dell'altra gamba. Esegui 4-5 volte in ogni direzione.
  7. I. P. - in piedi, piedi alla larghezza delle spalle. Prendi un bastone da ginnastica. Tenendo il bastone davanti al petto con entrambe le mani alle estremità, fai movimenti di trazione (allunga il bastone come una molla). La respirazione è gratuita. Braccio dritto. Metti il ​​bastone indietro. Sollevare il bastone - inspirare, abbassare - espirare. Ripeti 3-4 volte.
  8. I. P. - la stessa cosa. Prendi un bastoncino alle estremità, metti le mani dietro la schiena - inspira, quindi piegati a destra, spingi il bastone verso l'alto con la mano destra - espira, ritorna alla posizione di partenza - inspira. Ripeti lo stesso nella direzione opposta. Fai in ogni direzione 5-6 volte.
  9. I. P. - la stessa cosa. Tieni il bastone con i gomiti nella parte posteriore. Per piegare - inspirare, quindi delicatamente, saltare, piegarsi in avanti - espirare (diritta). Ripeti 5-6 volte.
  10. I. P. - la stessa cosa. Prendi un bastoncino per le estremità, strofina la schiena dal basso verso l'alto: dalle scapole fino al collo, poi dal sacro alle scapole, poi i glutei. La respirazione è arbitraria. Ripeti 5-6 volte.
  11. I. P. - la stessa cosa. Strofinare la pancia in senso orario. La respirazione è arbitraria. Ripeti 5-6 volte.
  12. I. P. - seduto su una sedia. Strofinare i piedi con un bastoncino: dal ginocchio alla zona inguinale, quindi dal piede al ginocchio (4-5 volte). Attenzione! Con le vene varicose, questo esercizio è controindicato. Quindi metti il ​​bastone sul pavimento e fallo rotolare ripetutamente sulle orme (sulla suola, sul lato interno ed esterno dei piedi). La respirazione è arbitraria.
  13. I. P. - seduto su una sedia. Massaggio alle orecchie. La respirazione è arbitraria. Esegui per 1 minuto.
  14. I. P. - sdraiati, gambe unite, braccia lungo il corpo, sotto la testa un cuscino. Effettuare il sollevamento alternato dell'una o dell'altra gamba. La respirazione è arbitraria. Ripeti 5-6 volte.
  15. I. P. - la stessa cosa. Eseguire movimenti circolari delle gambe, simulando il ciclismo (avanti e indietro). La respirazione è arbitraria. Corri 10 volte.
  16. I.P. - sdraiato sullo stomaco, braccia lungo il corpo. Appoggiate le mani sul pavimento - fate un respiro, poi piegatevi, inginocchiate - espirate. Ripeti 4-6 volte. Quindi riposa per 20 secondi.
  17. Fai un respiro profondo, poi un lento, lungo respiro. Quindi - una piacevole passeggiata fino al completo ripristino della respirazione.

Man mano che il fitness si sviluppa, è possibile rendere più stressante il complesso proposto di esercizio fisico e PH nel diabete, cioè aumentare il numero di ripetizioni di esercizi, per accelerare il ritmo dei movimenti. Ma è necessario consultare un medico.

Quindi, l'esercizio # 3 può essere fatto ad un ritmo più veloce, il numero di ripetizioni dovrebbe essere aumentato a 10. Nell'esercizio 4, la pressione sulle ginocchia dovrebbe essere aumentata, aumentando l'ampiezza dei movimenti. Nell'esercizio n. 5, portare il numero di ripetizioni a 2-3 in ciascuna direzione. Dopo 5-10 minuti dopo aver eseguito una serie di esercizi, è necessario avere un morso.

Esercizio nel diabete di tipo 2

Lo sport e qualsiasi attività fisica sono necessari per tutti i pazienti con diabete. È noto che i carichi regolari dosati sono estremamente utili per il cuore, il tessuto nervoso, lo stato mentale, ecc.

L'attività muscolare ha un effetto prolungato sul corpo. Se una persona si muove intensamente per almeno 30-40 minuti, i cambiamenti positivi nel metabolismo vengono registrati anche dopo 24 ore. Lo sport è particolarmente utile per i pazienti con diabete di tipo 2. Per questa categoria di pazienti, l'attività fisica è uno dei modi per curare la malattia.

In che modo l'attività fisica influisce sul diabete di tipo 2

Esercizi con diabete di tipo 2 riducono l'insulino-resistenza. La bassa sensibilità all'insulina è la causa principale della malattia. Puoi influenzarlo regolarmente facendo esercizio fisico. È necessario dare movimenti attivi almeno 30 minuti al giorno o 60 minuti a giorni alterni.

Queste classi aiutano:

  • migliorare i livelli di zucchero nel sangue;
  • ridurre il peso corporeo (se necessario);
  • mantenere il peso corporeo normale;
  • ridurre la vita (e quindi la gravità dell'obesità addominale);
  • aumentare la forma fisica del muscolo cardiaco;
  • ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.

Come prendere il carico

Nel diabete di tipo 2, l'esercizio aerobico è vantaggioso. Durante questi esercizi, il corpo assorbe molto ossigeno. Per i tipi aerobici di cultura fisica si intende camminare, salire le scale, correre, nordic walking, sci di fondo, nuoto, pattinaggio, danza, tennis, ecc.

Valutare quanto bene questo carico è adeguato dall'impulso e dalla presenza di mancanza di respiro. Se l'impulso durante l'esercizio fisico aumenta del 30% o più, allora l'attività fisica è sufficiente. Inoltre, l'apparenza di una leggera mancanza di respiro conferma l'adeguatezza dello sport scelto.

Naturalmente, la scelta dell'opzione di caricamento dipende dalle preferenze personali. Per qualcuno, le corse mattutine sono fonte di ottimismo e vigore per l'intera giornata. Per altre persone tale educazione fisica è categoricamente spiacevole. Se lo sport non porta gioia, allora allenarsi su base continuativa non funzionerà. Per un carico di lavoro regolare, sono necessarie una buona motivazione e un atteggiamento positivo.

Restrizioni sull'attività fisica

L'attività fisica nel diabete mellito di tipo 2 limita fortemente la cardiopatia, i polmoni, il sistema muscolo-scheletrico.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata allo stato del miocardio. Se il paziente soffre di malattia coronarica, allora qualsiasi esercizio è prescritto solo dopo aver consultato un cardiologo. Il medico prescrive un elettrocardiogramma e, in base ai risultati, consente o proibisce di praticare sport.

La coltura fisica è proibita se il paziente ha il diabete di tipo 2:

  • livelli di zucchero nel sangue superiori a 13-16 mM / l prima dell'esercizio;
  • livelli di zucchero nel sangue inferiori a 4,5 mm / l prima dell'esercizio.

Alcune complicazioni e comorbidità sono una controindicazione per qualsiasi sport. Lo sforzo temporaneo è vietato per l'emofthalmus, il distacco della retina, nel periodo postoperatorio dopo la coagulazione laser della retina (6 mesi).

Praticamente solo gli esercizi più facili possono essere scelti per i pazienti con:

  • ipertensione persistente;
  • bassa sensibilità all'ipoglicemia;
  • neuropatia autonomica;
  • neuropatia periferica sensoriale;
  • nefropatia;
  • sindrome del piede diabetico;
  • retinopatia.

Tutti i pazienti devono evitare pericolosi eventi traumatici. Non è auspicabile praticare pugilato, sollevamento pesi, surf, paracadutismo, immersioni, ecc.

Tale attività fisica aumenta la probabilità di lesioni. Inoltre, chiunque abbia il diabete di tipo 2 ha la possibilità di sviluppare ipoglicemia e perdita di conoscenza. Tali episodi possono essere fatali quando pratichi sport estremi.

Prevenzione dell'ipoglicemia

L'attività fisica richiede la prevenzione obbligatoria dell'ipoglicemia. Lo zucchero nel sangue può cadere drasticamente durante le attività sportive o in seguito.

Per attività fisica a breve termine, è necessario:

  • misurare lo zucchero prima e dopo la lezione;
  • se lo zucchero prima delle lezioni è superiore a 10 mM / l, non vengono presi ulteriori carboidrati;
  • se lo zucchero prima delle lezioni è inferiore a 10 mM / l, quindi per ogni 30 minuti di allenamento, viene prelevata un'altra unità pane.

La durata dell'esercizio di 120 minuti richiede in caso di misure profilattiche speciali per il diabete mellito di tipo 2. Il paziente deve:

  • allenamenti pre-piano;
  • misurare la glicemia prima, dopo e durante le lezioni (ogni ora);
  • ridurre la dose dell'insulina precedente precedente del 25-50%;
  • meno frequentemente, ridurrà la dose di insulina breve o basale successiva del 10-25%.

Per evitare gravi ipoglicemie durante gli sport è necessario avere carboidrati complessi e semplici. Se il livello di zucchero nel sangue è di 4,5-7 mM / L, è necessario assumere 1 unità di carboidrati complessi ogni mezz'ora. Ad esempio, un pezzo di pane o biscotti non zuccherati. Se la glicemia scende al di sotto del 4% mM / L, i carboidrati semplici devono essere assunti immediatamente. L'opzione più adatta è tè caldo dolce, acqua gassata con zucchero, ecc.

Esercizi per il diabete

L'effetto positivo dell'esercizio sul diabete mellito è ben noto. L'esercizio fisico per il trattamento del diabete è stato utilizzato in India per il 600 aC. Tuttavia, nei secoli XVII e XVIII, l'opinione medica prevalente era che il diabete fisico fosse controindicato per i pazienti con diabete, e nel periodo di peggioramento del diabete (scompenso) fu raccomandato il contenimento del letto.

Tuttavia, più di 100 anni fa, l'atteggiamento verso gli esercizi fisici fu rivisto e furono inclusi nel complesso terapeutico. Tuttavia, l'effetto positivo dell'esercizio sul diabete non è ben compreso.

Pertanto, questo problema negli ultimi anni ha attirato l'attenzione sia dei ricercatori che dei medici pratici. L'effetto positivo dell'esercizio è dovuto ad un aumento della tolleranza dei carboidrati durante il carico muscolare, poiché quest'ultimo è dovuto all'energia di ossidazione di grassi e carboidrati (SG Genes, 1973).

L'azione dell'esercizio nel diabete

L'esercizio fisico attiva i meccanismi fisiologici che hanno un effetto regolatore stimolante della corteccia cerebrale su tutti i sistemi corporei. Nelle persone sane, l'esercizio fisico causa un aumento dell'assorbimento massimo di ossigeno, una diminuzione dei livelli sierici di trigliceridi e una diminuzione della secrezione di insulina in risposta all'assunzione di glucosio in assenza di cambiamenti nella tolleranza ad esso.

Numerosi studi hanno anche riscontrato che nei pazienti con diabete nel processo di lavoro fisico, l'associazione di insulina aumenta dai globuli rossi, aumenta l'affinità dei recettori dell'insulina dei monociti, migliora il metabolismo, diminuisce la glicemia, i corpi chetonici, diminuisce la necessità di insulina, che indica una diminuzione della resistenza all'insulina. Quando si eseguono esercizi fisici, l'assorbimento del glucosio da parte del muscolo in lavorazione aumenta di quasi 20 volte rispetto al periodo di riposo relativo.

Alcuni ricercatori hanno suggerito che la stimolazione dell'assorbimento di glucosio da parte di un muscolo in lavorazione sia associata all'ipossia tissutale. Tuttavia, è stato riscontrato che il grado di aumento dell'assorbimento di glucosio da parte di un tale muscolo non dipende dalla gravità dell'ipossia. Inoltre, vi sono prove convincenti che un muscolo in funzione assorbe il glucosio in assenza di insulina.

Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori condivide il punto di vista che l'insulina svolge il ruolo principale nell'assorbimento di glucosio da parte del muscolo di lavoro, ma l'efficacia di quest'ultimo dipende dalla glicogenolisi e dal tasso di ossidazione degli acidi grassi nel muscolo.

Sotto l'influenza dell'esercizio, il legame dell'insulina ai recettori degli eritrociti aumenta e gli individui addestrati hanno bisogno di meno insulina per normalizzare la glicemia. C'è un effetto positivo dell'attività fisica sul sistema cardiovascolare, processi metabolici con un aumento della tolleranza al glucosio. La risposta all'attività fisica nei pazienti diabetici è in gran parte determinata dal grado di compensazione per il diabete e dalla natura dell'esercizio.

Effetti dell'esercizio su persone sane e diabetiche

Nelle persone sane nel periodo di esercizio moderato c'è un feedback negativo tra la regolazione della formazione di glucosio nel fegato e il contenuto di glucosio nel sangue. Come mostrato dalla ricerca A.V. Jenkis et al. (1988), in pazienti con diabete di tipo 2, questa relazione è interrotta. L'utilizzazione del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 2 durante l'esercizio è stata ridotta, ma non significativamente diversa dai dati ottenuti nel gruppo di controllo, mentre la formazione di glucosio da parte del fegato nei pazienti con diabete di tipo 2 è stata significativamente ridotta. I cambiamenti rivelati si verificano a causa di violazioni del meccanismo extrapancreativo glucoregolatorio.

Esercizio a breve termine e prolungato nel diabete

I cambiamenti nel metabolismo e nella secrezione di ormoni coinvolti nel mantenimento dell'omeostasi energetica nel corpo sono diversi durante gli esercizi fisici a breve ea lungo termine. Nei primi 5-10 minuti dall'inizio dell'esercizio, il glicogeno muscolare viene utilizzato come fonte di energia, ma le riserve di energia sotto forma di glicogeno sono insignificanti rispetto al tessuto adiposo.

Nel caso in cui sia necessario estendere il lavoro fisico, il corpo passa all'alimentazione a scapito del tessuto adiposo, che è accompagnato da un aumento del livello di NEFA nel sangue. Questo aumenta l'attività della lipoproteina lipasi nei muscoli, aumenta la concentrazione di acetil-CoA a catena lunga (che inibisce l'attività della piruvato deidrogenasi), portando ad una diminuzione dell'ossidazione del glucosio e diminuisce anche l'attività del malonil-CoA, che contribuisce ad aumentare l'ossidazione degli acidi grassi.

Se l'attività fisica continua, entro la prima ora e nelle ore successive il contenuto di glucosio nel sangue diminuisce. Le persone in buona salute dopo 2-3 ore di lavoro intenso e in assenza di assunzione di cibo sviluppano l'ipoglicemia. È stato dimostrato che se prima dell'inizio dell'esercizio i soggetti assumevano una quantità sufficiente di carboidrati (glucosio, fruttosio) che causavano iperinsulinemia, mentre sullo sfondo dello sforzo fisico, l'ipoglicemia si sviluppava entro 30 minuti dall'inizio del lavoro fisico (W.A. Koivisto et al., 1981).

Con una breve esposizione all'esercizio fisico, vi è un moderato aumento nel contenuto di insulina, glucagone, catecolamine, ormone della crescita nel siero e un aumento nell'attivazione del sistema renina-angiotensina. L'attività fisica prolungata (più di 1-2 ore) è accompagnata da una diminuzione del livello di insulina, testosterone nel siero del sangue con un moderato aumento della concentrazione di glucagone, catecolamine, cortisolo, prolattina, TSH - con un aumento significativo del livello di GH.

Esercizio e insulina

L'aumento dell'assorbimento di glucosio da parte dei muscoli durante l'esercizio è insulina, ma, come hanno dimostrato studi recenti, questo effetto è associato ad un aumento dell'attività dei trasportatori di glucosio e, in particolare, GLUT-4, che vengono traslocati sotto l'influenza dell'insulina dal pool intracellulare alla membrana cellulare.

Dati interessanti a questo riguardo sono stati presentati alla 59a conferenza annuale dell'American Diabetes Association (T. Kupriyanova et al., 1999). È noto che l'insulina e l'esercizio fisico causano la traslocazione dei trasportatori di glucosio nel muscolo scheletrico. L'insulina contemporaneamente alla stimolazione di GLUT-4, che è accompagnata dalla loro fosforilazione, ha un effetto simile sulla proteina 28kDa non identificata rilevata nelle vescicole degli adipociti contenenti GLUT-4.

L'insulina e l'esercizio nei muscoli dei ratti hanno causato un aumento di GLUT-4 nella membrana cellulare con una diminuzione del loro numero nella frazione microsomiale intracellulare. L'insulina ha anche aumentato significativamente l'attività di un complesso chinasi di proteine ​​con vescicole GLUT-4. Se l'insulina aumentava la fosforilazione di GLUT-4 e la proteina p28 non identificata, l'esercizio non era accompagnato da un aumento della fosforilazione di queste proteine.

Questi dati indicano che i meccanismi per aumentare l'utilizzo del glucosio nei muscoli, osservati durante la stimolazione o l'esercizio dell'insulina, sono diversi. L. 5. Verity et A.N. Ismail (1989) hanno studiato l'effetto di un programma di esercizi di 4 mesi sul sistema cardiovascolare in donne di 59 anni affette da diabete di tipo 2. Il gruppo di controllo consisteva di pazienti che seguivano il solito regime.

Nonostante il fatto che il peso corporeo nei pazienti in entrambi i gruppi è rimasto lo stesso, nelle donne del primo gruppo è aumentato l'assorbimento assoluto e massimo di ossigeno da parte dei tessuti. Il contenuto di colesterolo totale nel loro siero di sangue è diminuito del 13%, e nel gruppo di controllo dell'11%; una diminuzione del 15% dei livelli di colesterolo è stata osservata solo nel gruppo di controllo. Pertanto, l'attività fisica svolge un ruolo importante nel mantenimento del colesterolo e delle HDL e riduce il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Nei pazienti con diabete di tipo 2, rispetto a soggetti sani, la risposta fibrinolitica all'attività fisica è stata ridotta (S. Schneider et al., 1988), l'attività fibrinolitica del sangue è stata ridotta (1,26 vs 2,2 nel controllo) e il fibrinogeno plasmatico (329 contro 226 mg per 100 ml) e il tempo di protrombina (4,9 contro 2,9 secondi) è maggiore rispetto al gruppo di individui sani. L'attivazione della fibrinolisi sotto l'influenza dell'attività fisica è stata osservata in entrambi i gruppi, ma era meno pronunciata nei pazienti con diabete di tipo 2.

L'effetto antiaterogeno dello sforzo fisico deve essere usato come procedura medica, sebbene il meccanismo di tali effetti non sia ancora chiaro. L'esercizio mattutino in pazienti con diabete mellito in fase di scompenso porta ad un aumento dell'iperglicemia a causa della predominanza dell'attività funzionale degli ormoni contrainsulinici (V. Ya. Yakovlev et al., 1987), quindi le ore pomeridiane (dopo 16 ore) sono il momento ottimale per esercizi di fisioterapia.

MN Solun ed altri (1990) notarono la dipendenza di danno emodinamico di esercizio misurato sulla riduzione di approvvigionamento di energia. Bassi indicatori di tolleranza al carico fisico dosato, disturbi più pronunciati della emodinamica centrale e metabolismo del nucleotide adenilico sono stati osservati in pazienti che non si impegnano regolarmente nel lavoro fisico e nella cultura fisica.

Per la correzione dei cambiamenti identificati, gli autori hanno utilizzato la terapia con Riboxin (dose singola 0,4 g, per trattamento 25-36 g) o fosfato (dose singola 0,5 g, per trattamento 3-4 g) in 36 pazienti, che ha portato a significativi aumentare la tolleranza all'attività fisica e migliorare lo scambio di energia. La Riboxina è coinvolta nella sintesi di adenil nucleotidi, migliora la microcircolazione e riduce l'ipossia tissutale a causa di un aumento del contenuto di eritrociti di 2,3-difosfoglicerato, che controlla la dissociazione dell'ossiemoglobina nella periferia. Il fosfato aumenta l'intensità della risintesi aerobica dell'ATP.

È richiesto l'esercizio

L'esercizio terapeutico è un componente obbligatorio del trattamento dei pazienti con diabete. La quantità di attività fisica deve essere determinata tenendo conto dell'età del paziente, dello stato del sistema cardiovascolare e della compensazione del metabolismo dei carboidrati. Si raccomandano sport come camminare, correre, sciare, pattinare, ecc., Consentendo di regolare il grado di attività fisica a seconda dello stato della funzione del cuore e di altri organi interni, la gravità del diabete.

La terapia fisica e la terapia occupazionale migliorano lo stato fisico e mentale, hanno un effetto positivo sul contenuto di glucosio, lipidi, colesterolo e lipoproteine ​​nel siero del sangue. Questo aumenta il colesterolo HDL e diminuisce il colesterolo VLDL. Ciò è dovuto all'aumentata attività della lipoproteina lipasi, che accelera la conversione di VLDL in HDL.

Il livello di colesterolo totale è pressoché invariato e il contenuto di trigliceridi nel siero del sangue sotto l'influenza dell'esercizio tende a diminuire. Nelle persone non allenate sotto l'influenza dello sforzo fisico per 4-6 settimane, l'uso massimo di ossigeno aumenta con l'aumento del flusso sanguigno muscolare, la resistenza all'insulina nei muscoli e la diminuzione del fegato a causa di un aumento di GLUT-4 e un aumento dell'attività del glicogeno sintetasi. In contrasto con il miglioramento della sensibilità all'insulina nel muscolo scheletrico, nel muscolo cardiaco, al contrario, c'è una diminuzione nell'utilizzo del glucosio.

Dieta ed esercizio per il diabete

L'intensità della diminuzione del glucosio nel sangue è determinata da due fattori: aumento dell'assorbimento di glucosio dal sangue da parte del muscolo in lavorazione e assorbimento accelerato dell'insulina dal sito della sua introduzione (di solito gli arti) a causa dell'aumento della circolazione sanguigna con aumento dell'attività fisica. Questi due punti possono portare allo sviluppo di coma ipoglicemico, pertanto, il giorno dell'esercizio fisico, l'iniezione di insulina deve essere somministrata all'addome e immediatamente prima dell'esercizio, assumere una piccola quantità aggiuntiva di carboidrati.

Di solito dovresti prendere 20 grammi di carboidrati prima delle lezioni di educazione fisica e ogni 60 minuti dopo, se le lezioni continuano. Se le lezioni di educazione fisica richiedono grandi costi fisici o una lunga durata, l'assunzione di carboidrati viene effettuata a 40 g ogni ora e la dose di insulina in questo caso deve essere ridotta.

Se le lezioni vengono tenute in seguito, l'effetto ipoglicemico del registro umano sarà meno pronunciato. L'esercizio in un paziente con diabete insufficientemente compensato può portare a iperglicemia e alla comparsa di chetoacidosi moderata, che è accompagnata da un aumento del contenuto di acetone nelle urine, quindi l'esercizio deve essere eseguito solo dopo aver raggiunto il risarcimento per la malattia.

Va tenuto presente che l'attività fisica a lungo termine (per diverse ore) può causare ipoglicemia dopo poche ore o addirittura il giorno successivo, che è associato ad un aumento dell'assorbimento di glucosio da parte dei muscoli (aumento dell'espressione dei trasportatori di glucosio nel muscolo a causa dell'esercizio fisico), nonché scomparsa quasi completa delle riserve di glicogeno nei muscoli.

Inoltre, l'attività fisica prolungata è accompagnata da un aumento del contenuto di NEFA nel sangue e dalla loro maggiore ossidazione, che riduce la sensibilità dei tessuti all'insulina e contribuisce allo sviluppo dell'ipoglicemia. L'ergometria della bicicletta consente di valutare in modo affidabile lo stato del sistema cardiovascolare, che è molto importante per la nomina degli esercizi misurati.

L'esercizio, il cui importo è fissato individualmente per ciascun paziente, dovrebbe essere applicato durante tutta la malattia. Le classi di esercizi contribuiscono alla preservazione della salute dei pazienti e prevengono lo sviluppo di complicanze tardive del diabete. Uno studio prospettico degli effetti dell'attività fisica sullo stato di salute di 548 pazienti con diabete di tipo 1 (per 7 anni) ha mostrato che esiste una relazione inversa tra il grado di attività fisica e la frequenza delle complicanze vascolari e la mortalità da diabete (S.S. Maw et al., 1993 ).

L'esercizio quotidiano dovrebbe essere parte integrante del trattamento completo del diabete, ha un effetto positivo sul decorso del diabete e aiuta a mantenere la sua compensazione stabile con una diminuzione evidente del fabbisogno di insulina. L'esercizio regolare normalizza il metabolismo dei lipidi, migliora la microcircolazione, attiva la fibrinolisi, normalizza l'aumentata secrezione di catecolamine in risposta a una situazione stressante, che alla fine impedisce lo sviluppo di complicazioni vascolari (angiopatia).

Nei diabetici che praticano regolarmente attività fisica, è stata osservata la stabilizzazione e persino la regressione delle complicanze vascolari del diabete mellito. Pertanto, il carico fisico dosato aiuta a ridurre il livello di glucosio nel siero del sangue sia durante il periodo che dopo il carico. Allo stesso tempo, c'è una diminuzione dei livelli sierici di insulina basale e post-prandiale, che indica un aumento della sensibilità all'insulina.

Gli studi hanno dimostrato che, sullo sfondo di uno sforzo fisico sistematico, si osserva una significativa diminuzione del livello di emoglobina glicata nel sangue, un miglioramento del profilo lipidico sierico con una moderata diminuzione del colesterolo LDL e un aumento del colesterolo HDL.

L'educazione fisica sistematica è accompagnata da una diminuzione e normalizzazione della pressione arteriosa, aumento del consumo di energia, che contribuisce alla perdita di peso, aumento della perdita di grasso, e anche sullo sfondo dello stesso peso corporeo, la quantità di tessuto grasso nel corpo diminuisce e aumenta la massa magra del corpo. cioè la quantità di tessuto muscolare. Allo stesso tempo, si nota chiaramente un miglioramento della funzione del sistema cardiovascolare, un aumento della forza e della mobilità, un miglioramento della salute e un miglioramento della qualità della vita.

Altri Articoli Sul Diabete

Il periodo postoperatorio nei pazienti con diabete mellito è caratterizzato da un'estrema instabilità della compensazione dei carboidrati e di altri tipi di metabolismo.

Prima di tutto, il diabete mellito si sviluppa a causa della malnutrizione, e più precisamente a causa dell'abuso di grassi e dolci. Pertanto, la ricotta con diabete è un prodotto leggero, con molte sostanze utili, che diventeranno indubbiamente indispensabili nella dieta.

Il mercato farmaceutico è rifornito di farmaci che riducono efficacemente il livello di glucosio nel sangue.