loader

Come fare un test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza: il tasso di zucchero

Nel terzo trimestre, le donne in gravidanza devono superare diversi test obbligatori, uno dei quali è un test di analisi o di tolleranza al glucosio (TSH). Questo test di laboratorio è prescritto per tutte le donne all'età di ventotto settimane.

Perché ne hai bisogno

Questa analisi è necessaria, e questo è dovuto al fatto che recentemente si sono verificati aumenti dell'incidenza del diabete gestazionale nel terzo trimestre di gravidanza. Questa è una complicazione tardiva ed è alla pari con tossicosi tardiva o preeclampsia.

Quando una donna viene registrata e le informazioni vengono raccolte e il suo stato di salute è interessato, tale analisi potrebbe dover essere presa molto prima, all'inizio della gravidanza. Se il risultato è positivo, la donna sarà monitorata durante l'intera gravidanza, dovrà seguire tutte le raccomandazioni mediche per controllare il livello di glucosio nel sangue.

Esiste un gruppo a rischio, che include le donne che prestano attenzione a se stesse al momento della registrazione. Criteri per i quali le donne durante la gravidanza rientrano in questo gruppo:

  1. Predisposizione ereditaria al diabete mellito (cioè, la malattia è congenita e non acquisita).
  2. La presenza di eccesso di peso corporeo o obesità in una donna incinta.
  3. Ci sono stati casi di natimortalità o aborto spontaneo.
  4. La nascita di un bambino grande (di peso superiore a quattro chilogrammi) nell'ultima nascita.
  5. Malattie infettive croniche delle vie urinarie e gestazione tardiva.
  6. La gravidanza si verifica dopo i trentacinque anni.

Le donne che non sono in questa lista dovrebbero essere testate per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza solo nel terzo trimestre, per un periodo di ventotto settimane.

Cosa manca glucosio

Il glucosio è coinvolto nel controllo del metabolismo dei carboidrati nel corpo, il cui equilibrio inizia a cambiare con l'inizio della gravidanza.

Il glucosio è la principale fonte di energia, che è necessaria sia per l'organismo della mamma che per lo sviluppo di un bambino. Il livello di zucchero è regolato da una specifica insulina ormonale, che viene sintetizzata in speciali cellule del pancreas.

Promuove l'assorbimento del glucosio, regolando in tal modo il suo contenuto nel sangue. Se questo processo si discosta dalla norma, iniziano a svilupparsi varie malattie, di cui la donna incinta non ha affatto bisogno. Pertanto, alla vigilia del lavoro imminente, è semplicemente necessario controllare il livello di glucosio.

Una donna stessa può correggere il metabolismo dei carboidrati e ridurre il rischio della sua violazione, se monitora attentamente la sua dieta, allora questa analisi rivelerà durante la gravidanza.

Se l'analisi durante la gravidanza ha dato un risultato positivo, quindi ri-testare con carico crescente. La ripetizione può essere eseguita tre volte. Se si mantiene un aumento persistente della glicemia, una donna incinta viene sottoposta a una dieta speciale e ogni giorno lei stessa deve misurare il glucosio due volte.

Il diabete gravidico non influenza lo sviluppo di un bambino, e di solito dopo la nascita tutti i processi di metabolismo dei carboidrati tornano alla normalità, ma molte donne sono preoccupate che il diabete sia ereditato.

Preparazione per il test e la sua condotta

Per ottenere i risultati corretti dell'analisi, è necessario capire come va la procedura di test e come superare il test. Molti medici non mettono in evidenza le caratteristiche gravide dell'analisi.

Un altro nome per la ricerca TSH è il test orario, di 2 ore e di 3 ore. Sono in piena conformità con i loro nomi, quindi una donna dovrebbe essere preparata per il fatto che dovrà trascorrere una quantità sufficiente di tempo in ospedale. Può prendere un libro con lei o fare un'altra lezione durante il periodo di attesa e avvertire sul lavoro che è in ritardo.

È necessario prendere il glucosio con sé per testare e pulire l'acqua senza gas. Dirigendosi per l'analisi, il medico deve dire esattamente quale test dovrà essere passato e quanto glucosio deve essere diluito e bevuto per la procedura.

Se il test è a ore, quindi prendere 50 g di glucosio, per 2 ore la sua quantità è di 75 g, per tre ore - 100 g Il glucosio deve essere diluito in 300 ml di acqua minerale senza gas o acqua bollita. Non tutti possono bere una tale acqua dolce a stomaco vuoto, quindi è possibile aggiungere una piccola quantità di acido citrico o succo di limone alla bevanda.

Il test dovrebbe essere preso solo a stomaco vuoto: otto ore prima della procedura, non si dovrebbe mangiare o bere qualcosa di diverso dall'acqua. Entro tre giorni prima del test, è necessario seguire una dieta speciale, mentre devono essere escluse ampie porzioni di cibo, è necessario limitare il consumo di cibi grassi, dolci e piccanti.

Alla vigilia dei test, è anche impossibile mangiare troppo, ma non è consigliabile morire di fame e limitarsi troppo al cibo, in quanto ciò potrebbe influire negativamente sui risultati del test.

La salute di una donna incinta e di un bambino non ancora nato dipende dalla correttezza dei risultati dello studio, quindi non è necessario riportare il risultato alla normalità eliminando i carboidrati dalla dieta alcuni giorni prima del test o, ad esempio, bevendo una quantità minore di soluzione di glucosio.

In laboratorio, sarà necessario digiunare il sangue da una vena o un dito (di solito in tutti i laboratori si preleva il sangue da un dito). Dopo ciò, la donna deve immediatamente prendere una soluzione di glucosio e dopo una, due o tre ore per donare di nuovo sangue. Il tempo dipende dal test ad esso assegnato.

In attesa di un secondo campione di sangue, è necessario osservare le seguenti regole:

  1. Una donna dovrebbe essere a riposo, non puoi usare lo sforzo fisico e camminare.
  2. Sarà bello se riuscirà a stendersi, leggere un libro.
  3. È importante durante l'analisi non mangiare cibo, si può bere solo acqua bollita o minerale senza gas.

L'esercizio fisico porterà ad un aumento del dispendio energetico da parte dell'organismo, che porterà ad un indice di glucosio nel sangue artificialmente basso, ei risultati dell'analisi saranno errati.

Risultati dei test

Se, in base ai risultati dello studio, almeno uno dei parametri supera la norma, dopo uno o due giorni è necessario ripetere il test. In caso di conferma di ridotta tolleranza al glucosio, la donna dovrebbe consultare un endocrinologo e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Se un diabete gestazionale è stato diagnosticato a una donna incinta, allora ha bisogno di seguire una certa dieta, garantire uno sforzo fisico adeguato e controllare costantemente il livello di glucosio nel sangue.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza: quanto tempo e come passare?

Fin dall'inizio del periodo di gravidanza, cambiamenti significativi nei processi metabolici si verificano nel corpo della donna, compresi quelli di carboidrati. Per rilevare le violazioni di quest'ultimo, vengono utilizzate la determinazione del livello di zucchero nel sangue e il test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza. Rispetto agli uomini, il diabete tra le donne è molto più comune e vi è una chiara associazione con il periodo gestazionale e il parto - GDM (diabete mellito gestazionale).

Metodi per rilevare il metabolismo dei carboidrati compromessa

La prevalenza del diabete tra le donne incinte è in media del 4,5% in Russia nel loro numero totale. Nel 2012, il Consenso Nazionale Russo ha definito il GDM e raccomandato per l'applicazione pratica nuovi criteri per la sua diagnosi, così come il trattamento e l'osservazione post-partum.

Il diabete in gravidanza è una malattia caratterizzata da un alto livello di zucchero nel sangue, che viene rilevato per la prima volta, ma non soddisfa i criteri adottati per la malattia (manifesta) di nuova diagnosi. Questi criteri sono i seguenti:

  • il tenore di zucchero a digiuno è superiore a 7,0 mmol / l (di seguito denominati gli stessi nomi di unità) o uguale a tale valore;
  • la glicemia, confermata nella rianalisi, che è in qualsiasi momento durante il giorno e indipendentemente dalla dieta, è uguale o superiore a 11,1.

In particolare, se una donna ha un livello di zucchero a digiuno nel plasma venoso inferiore a 5,1 e quando viene somministrata per via orale per la tolleranza al glucosio, 1 ora dopo il carico è inferiore a 10,0, dopo 2 ore - inferiore a 8,5, ma superiore a 7,5 - Queste sono le opzioni standard per le donne incinte. Allo stesso tempo, per le donne non gravide, questi risultati indicano una violazione del metabolismo dei carboidrati.

Quanto dura il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Il rilevamento del metabolismo dei carboidrati avviene in fasi:

  1. È richiesto un sondaggio di Fase I. Viene nominato alla prima visita di un medico di qualsiasi profilo da una donna per un massimo di 24 settimane.
  2. Allo stadio II, il test di tolleranza al glucosio orale viene eseguito con 75 grammi di glucosio al momento di 24-28 settimane di gestazione (in modo ottimale, 24-26 settimane). In alcuni casi (vedi sotto), tale studio è possibile fino a 32 settimane; se c'è un rischio elevato - da 16 settimane; nel rilevamento dello zucchero nei test delle urine - da 12 settimane.

La Fase I deve condurre uno studio di laboratorio sul glucosio plasmatico a digiuno dopo un digiuno di 8 ore (non meno). È anche possibile studiare il sangue e indipendentemente dalla dieta. Se le norme vengono superate, ma il contenuto di glucosio nel sangue è inferiore a 11,1, allora questa è un'indicazione per ripetere lo studio a stomaco vuoto.

Se i risultati del test soddisfano i criteri per il diabete (manifest) diagnosticato di recente, la donna si rivolge immediatamente a un endocrinologo per ulteriori osservazioni e trattamenti appropriati. In caso di contenuto di glucosio a digiuno superiore a 5,1, ma inferiore a 7,0 mmol / l, viene diagnosticata la GSD.

Come condurre un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

testimonianza

Il test per la tolleranza al glucosio viene effettuato a tutte le donne nei seguenti casi:

  1. L'assenza di anomalie nei risultati della prima fase dell'indagine all'inizio della gravidanza.
  2. La presenza di almeno uno dei segni di alto rischio di HSD, segni ecografici di disturbi del metabolismo dei carboidrati nel feto o alcune dimensioni ecografiche del feto. In questo caso, il test può includere la 32a settimana.

I segnali ad alto rischio includono:

  • alto grado di obesità: indice di massa corporea è 30 kg / m 2 e superiore;
  • la presenza di diabete mellito nei parenti prossimi (nella prima generazione);
  • la presenza nel passato di diabete mellito gestazionale o di qualsiasi interruzione del metabolismo dei carboidrati; in questo caso, i test vengono effettuati alla prima visita dai medici (a partire da 16 settimane).

Il test di tolleranza al glucosio è pericoloso durante la gravidanza?

Questo studio non presenta rischi per donne e feti fino a 32 settimane. Trattenerlo dopo il periodo specificato può essere pericoloso per il feto.

Il test non viene condotto nei seguenti casi:

  • tossicosi precoce delle donne in gravidanza;
  • osservanza del riposo a letto;
  • la presenza di malattie dello stomaco operato;
  • la presenza di colecistopancreatite cronica nella fase acuta;
  • la presenza di malattia infiammatoria acuta infettiva o acuta.

formazione

Le condizioni per il test di tolleranza al glucosio includono:

  1. Nutrizione normale durante i precedenti 3 (almeno) giorni con un contenuto di carboidrati giornaliero di almeno 150 g.
  2. Contenuto di carboidrati obbligatorio nella quantità di 30-50 g nell'ultimo pasto.
  3. Digiunare (ma non limitare l'assunzione di acqua) per 8-14 ore notturne prima del test.
  4. Esclusione (se possibile) di assunzione di farmaci contenenti zucchero (preparati farmaceutici di vitamine e ferro, antitosse, ecc.), Nonché preparati beta-bloccanti, beta-adrenomimetici e glucocorticosteroidi; devono essere prelevati dopo il prelievo di sangue o informare il medico circa la necessità di riceverli prima del test (per un'adeguata interpretazione dei risultati del test).
  5. Avvertire il medico circa il test sullo sfondo di assunzione di progesterone.
  6. Smettere di fumare e posizionare il paziente in posizione seduta fino alla fine del test.

Fasi di

  1. Prendendo il primo campione di sangue da una vena e conducendo la sua analisi. Nel caso in cui i risultati indichino la presenza di diabete mellito di nuova diagnosi o gestazionale, lo studio è terminato.
  2. Condurre il carico di zucchero con i normali risultati del primo stadio. Consiste del paziente che riceve 75 g di polvere di glucosio sciolta in 0,25 l di acqua calda (37-40 ° C) per 5 minuti.
  3. Successiva campionatura e analisi di campioni successivi dopo 60 minuti e poi dopo 120 minuti. Se il risultato della seconda analisi indica la presenza di GSD, la terza raccolta di sangue viene annullata.

Interpretazione dei risultati del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Quindi, se la concentrazione di glucosio a digiuno nel sangue è inferiore a 5,1, questa è la norma, e sopra 7,0 è il diabete manifesto; se supera il 5.1, ma allo stesso tempo, sotto 7.0 o 60 minuti dopo il carico di glucosio - 10.0, o dopo 120 minuti - 8.5 - questo è GSD.

Tab. 1 Soglia di glucosio plasmatico venoso per la diagnosi di GSD

Tab. 2 Valori soglia di glucosio del plasma venoso per la diagnosi di diabete manifesto durante la gravidanza

L'approccio corretto per identificare e trattare il diabete (se necessario) riduce notevolmente i rischi di complicazioni durante la gravidanza e il parto e il grado di rischio di sviluppare diabete in un futuro lontano tra le donne predisposte.

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza - quando prescritto, preparazione, condotta e indicatori della norma

Una donna deve fare un sacco di test mentre trasporta un bambino. È necessario assicurarsi che tutto sia in ordine con il feto e la futura madre, lo sviluppo del bambino corrisponde alla norma. Uno di questi test è un test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza (GTT) per determinare la glicemia, che deve essere assunto dopo un allenamento speciale. Le donne incinte devono sapere a cosa serve questa analisi e quali sono i suoi risultati.

Cosa c'è in un test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il nome completo del test è il test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza (PGTT). È effettuato prendendo il sangue da una vena. Il suo scopo è quello di determinare la violazione del metabolismo dei carboidrati nella madre. Il test mostra come il corpo di una donna è in grado di controllare i livelli di zucchero nel sangue. Se l'indicatore supera la norma, alla donna viene fornita una diagnosi deludente - diabete gestazionale.

Perché hai bisogno

Questa malattia può svilupparsi nelle donne in gravidanza. Trasportare un bambino provoca molti cambiamenti: una violazione del metabolismo, cambiamenti ormonali nel corpo. La gravidanza può provocare una violazione delle ghiandole surrenali - l'organo responsabile della produzione di insulina. Dal momento che il diabete gestazionale è senza sintomi, il test è necessario per identificare la malattia, altrimenti potrebbero iniziare delle complicazioni.

Obbligatorio o no

A volte le donne incinte chiedono: è necessario condurre questa prova orale, perché è un disagio non necessario. Il test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza può essere revocato. Tuttavia, la futura mamma deve capire che è così che mette in pericolo il suo bambino non ancora nato. I medici raccomandano fortemente di sopportare l'analisi per garantire l'assenza di diabete gestazionale. Una donna dovrebbe sapere che il test stesso è sicuro per la sua salute e quella del suo bambino.

Quanto tempo

Un esame del sangue per il glucosio durante la gravidanza viene eseguito una volta. Il test è preso tra 24 e 28 settimane di gravidanza. Il periodo ottimale è di 24-26 settimane, ma può essere trascorso un po 'più tardi. Se il risultato è stato deludente, lo studio viene condotto nuovamente nel 3 ° trimestre per 32 settimane. Se una donna è già a rischio per il diabete gestazionale, dovrà eseguire il test due volte:

  • quando si registra in una consultazione femminile;
  • tra le 24-28 settimane di gestazione.

Come donare il sangue per il glucosio durante la gravidanza

Il test viene eseguito una volta per l'intero periodo della gravidanza, ad eccezione dei casi speciali. La futura mamma deve seguire tutte le regole per fare un test per la tolleranza al glucosio, altrimenti il ​​risultato sarà errato. Se una donna era nervosa il giorno prima, allora preferiva calmarsi e posticipare l'analisi, se possibile per diversi giorni. Il test è sicuro, la quantità di zucchero che deve essere consumata è uguale alla cena con un alto contenuto di carboidrati.

formazione

Prima di eseguire un test, una donna incinta deve seguire alcune regole per ottenere un risultato reale. Non dovrebbe andare a dieta per tre giorni prima del test, al contrario, dovrebbe mangiare 150 g di carboidrati al giorno. In questi, lei dovrebbe temporaneamente sospendere l'assunzione di vitamina C e glucocorticoidi. 8-12 ore prima del test non si può mangiare nulla, quindi il test viene eseguito al mattino a stomaco vuoto. La quantità di acqua non è limitata.

Come è il

Il test per il glucosio durante la gravidanza si svolge in due fasi. La prima volta che il sangue viene preso a stomaco vuoto. Se tutto è in ordine, la donna deve passare la seconda fase dell'analisi. Per fare questo, ha bisogno di bere una soluzione di glucosio. Si esegue come segue: in 200-300 ml di acqua pura non gassata, 75 grammi di glucosio sono diluiti in polvere. La bevanda si rivela molto dolce, a volte le donne incinte si sentono male e tirano il vomito. Le sensazioni spiacevoli devono essere superate, si raccomanda di non bere la soluzione di glucosio in un solo sorso.

Dopo aver bevuto la bevanda per aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue, la donna deve attendere un'ora o due. In questo momento, è vietato camminare, muoversi attivamente. La donna incinta dovrebbe essere in uno stato di riposo. Si raccomanda di sedersi e leggere. Non appena il tempo scade, il medico preleva un secondo campione di sangue dalla vena e lo analizza. Dopo di ciò, la donna aspetta il risultato e va dal suo ginecologo.

Controindicazioni

A volte a una donna viene negato un test di tolleranza al glucosio. Questo succede per una serie di motivi:

  • una recente malattia infettiva o infiammatoria;
  • nervosismo, stress;
  • riposo a letto;
  • tossicosi forte;
  • durante esacerbazione di pancreatite cronica;
  • inosservanza delle regole stabilite di analisi.

Standard di test di tolleranza al glucosio per le donne in gravidanza

Alla prima raccolta di sangue, il risultato non deve superare 5,1 mmol / l. Se l'indicatore è più grande, allora questo indica un risultato positivo. Non è più necessaria una seconda volta per donare il sangue per il glucosio durante la gravidanza. A una donna viene data una violazione della tolleranza allo zucchero, ad es. diagnosticato con diabete gestazionale. Se il test mostra meno di questo segno, dopo il carico di zucchero viene prelevato un secondo campione di sangue. In questo caso, la norma è un indicatore uguale o inferiore a 10,0 mmol / g.

Il prezzo del test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza viene eseguito gratuitamente nella clinica prenatale in cui viene osservata una donna incinta. Se la futura mamma non ha l'opportunità di sottoporsi a un'indagine lì, o per qualsiasi motivo non voglia fare lì, allora può contattare il laboratorio medico pagato. Il costo del test è diverso, ad esempio, a Mosca o San Pietroburgo, il prezzo varia da 350 rubli a 14 mila.

video

Recensioni

Test di tolleranza al glucosio passato. Alla prima gravidanza non ricordo questo. Questa volta, hanno prima preso il sangue da una vena, e poi hanno chiesto di bere acqua molto dolce. Non mi piacciono i dolci, ma qui ho dovuto bere un bicchiere d'acqua dolce. È bello che ho passato il test e tutto è in ordine con il bambino, non c'è il diabete mellito. Questa è la cosa più importante.

Questa è la mia terza gravidanza. I primi sono stati risolti normalmente, ma i più grandi hanno già 10 e 15 anni. Sono molto preoccupato prima di dare ogni test, anche per gli ormoni o per il glucosio. Hanno detto che è impossibile essere nervoso quando sono arrivato al cambiamento, e mandato a casa. La seconda volta arrivò in una settimana. Questa volta ho dominato i nervi. Risultò che lei era invano.

Ero alla reception del mio ginecologo. Ha dato la direzione per l'analisi della tolleranza al glucosio durante la gravidanza. In un giorno, hanno prelevato due campioni di sangue da una vena. Prima del secondo è stato detto di diluire la polvere di glucosio in acqua e bere. Tutte le donne incinte sputano, ma sto bene. Qui ho paura delle iniezioni dall'infanzia. Ho dovuto sopportare.

Questa è stata la mia seconda gravidanza. Molto pesante rispetto al primo. Mio marito è andato alla consegna dell'analisi della tolleranza al glucosio con me. Ha pagato Il prezzo in quel momento era di circa 500 rubli. Sono tranquillo con la soluzione di glucosio, anche se gli attacchi di tossiemia sono stati tormentati prima della nascita. Ma va tutto bene, in tre mesi ho dato alla luce una figlia sana.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Ciao, carissime mamme presenti e future!

Durante la gravidanza, le future mamme devono fare molti test, uno dei quali è il test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza. Dal nostro articolo imparerai quale dovrebbe essere la norma di questo test e come passarlo. Imparerai perché stanno prescrivendo questa analisi e come prepararla, e quali danni al corpo possono essere causati da alti livelli di zucchero nel sistema circolatorio.

Che cos'è un test di tolleranza al glucosio?

Il test di tolleranza aiuta a determinare come si divide la glicemia nel corpo di una donna incinta. Di solito viene eseguito alla fine del 2 ° o all'inizio del 3 ° trimestre.

Questa procedura consente di determinare la presenza di diabete latente. Se si identifica un fallimento della tolleranza al glucosio, è possibile valutare l'eventuale insorgenza del diabete o il rischio della sua formazione.

testimonianza

Molte future mamme sono preoccupate per la domanda sulla durata della procedura. Il test di tolleranza viene eseguito in tutte le donne in gravidanza per un periodo di 24-28 settimane di gravidanza, ma è preferibile eseguire la procedura nell'intervallo tra 24 e 26 settimane. Secondo una dichiarazione scritta, una donna può rifiutarsi di fare un test.

Questo test è eseguito per via orale. Occasionalmente, la procedura può essere eseguita fino a 32 settimane di gravidanza.

Controindicazioni

Non è consigliabile eseguire l'analisi nei seguenti casi:

  • intolleranza al glucosio personale;
  • manifestare il diabete mellito, che è stato scoperto per la prima volta durante la gestazione;
  • malattie del tratto gastrointestinale, che sono accompagnate da problemi con l'assorbimento del glucosio.

Il limite di tempo per l'esecuzione del test si verifica in determinate situazioni:

  • tossicosi precoce, accompagnata da vomito e nausea;
  • malattia infiammatoria acuta;
  • riposo a letto;
  • forma acuta di malattia infettiva.

il test

Durante il test, viene effettuato un test di carico con glucosio di 75 g, durante il quale è possibile diagnosticare la presenza o l'assenza di problemi di metabolismo dei carboidrati durante la gestazione.

Prepararsi per questa analisi dovrebbe essere attentamente. La preparazione differisce da quella che si verifica prima della consegna del solito esame del sangue.

L'analisi si svolge con una dieta normale (da 150 carboidrati al giorno), mentre questa dieta dovrebbe essere tutti i tre giorni prima di superare il test. Il test viene effettuato al mattino a stomaco vuoto, prima che questa gravidanza non possa essere consumata per 12-14 ore. L'ultimo pasto dovrebbe includere fino a 50 g di carboidrati. È anche consigliabile non assumere vitamine e droghe prima di superare il test. Puoi bere acqua.

Durante la procedura, il sangue viene prelevato 3 volte da una vena. Queste analisi ti permettono di:

  • Determinare la quantità basale di glucosio nel sangue a digiuno. Dopo la prima raccolta del sangue, lo specialista misura immediatamente il livello di zucchero. Gli indicatori possono essere i seguenti: 5,1 mmol / l e oltre - la presenza di diabete gestazionale, 7 mmol / l e oltre - manifestano il diabete durante la gravidanza. Quando si conferma il diabete, non sono richiesti ulteriori test. Se le letture sono normali, la procedura continua.
  • Il proseguimento dello studio prevede l'uso di una donna incinta per 5 minuti di soluzione di glucosio, che consiste in 75 g di glucosio anidro. Si scioglie in un bicchiere di acqua tiepida senza gas. L'inizio dello studio è considerato il momento in cui la donna incinta ha iniziato a bere una soluzione di glucosio.
  • Gli studi seguenti vengono effettuati prima un'ora, poi due ore dopo che la donna incinta beve la soluzione di glucosio. Se il diabete gestazionale viene rilevato dopo 2 prelievi, non vengono effettuati ulteriori studi.

La durata totale del test e il test di tolleranza sono di 3-4 ore. Durante il test, alle donne incinte è vietato muoversi attivamente, camminare o camminare. Dovrebbe essere a riposo, leggere un libro e non essere nervoso. Non puoi mangiare in questo momento e puoi bere acqua non gassata.

Indicatori normali del glucosio

I risultati del test possono essere studiati da un ginecologo, un medico generico e un medico generico. La consultazione dell'endocrinologo in questo caso non è richiesta.

Ci sono tali indicatori della norma:

  • lo zucchero del plasma a digiuno da una vena è fino a 5,1 mmol / l;
  • un'ora dopo questo, le cifre sono fino a 10 mmol / l;
  • dopo alcune ore, la cifra è 7,8 mmol / lo non supera 8,5 mmol / l.

Terapia per il diabete gestazionale durante la gravidanza

Se la futura mamma ha il diabete gestazionale, allora la dietoterapia viene utilizzata come trattamento, così come l'eliminazione di carboidrati facilmente digeribili dalla dieta. Una donna incinta dovrebbe mangiare fino a 6 volte al giorno, preferibilmente in piccole porzioni.

Prodotti calorici al giorno:

  • carboidrati con una grande quantità di fibre alimentari - fino al 45 per cento;
  • scoiattoli - fino al 25 percento;
  • Grasso: fino al 30 percento.

Se la futura mamma ha un peso corporeo normale, il contenuto calorico del cibo al giorno è di 30 Kcal per 1 kg di peso corporeo. Nel caso in cui una donna incinta è in sovrappeso, l'indicatore è di 25 Kcal per 1 kg e per l'obesità non più di 15 Kcal per 1 kg.

Richiesto anche per il trattamento di esercizi aerobici e per camminare almeno 2,5 ore alla settimana. È importante non praticare sport, che aumenta la pressione sanguigna e causa ipertonicità dell'utero.

Le donne che hanno avuto il diabete gestazionale sono a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in futuro. Pertanto, in questo caso, è importante osservare costantemente gli specialisti.

Dopo 2-6 mesi dalla nascita del bambino, si raccomanda alla donna di superare nuovamente il test di tolleranza al glucosio.

Le recensioni di donne sul trattamento del diabete gestazionale mentre portano un bambino sono piuttosto ottimistiche. Qualcuno ha aiutato la terapia dietetica, qualcuno - l'esercizio.

E recensioni più dettagliate:

Nel secondo trimestre di gravidanza, ha preso un test di tolleranza di zucchero nel sangue. Preparato con cura per questo, perché volevo ottenere risultati concreti. Ho portato con me il libro alla procedura, perché sapevo che avrei dovuto passare un po 'di tempo da solo. Fortunatamente, avevo valori glicemici normali e non avevo bisogno di cure.

Alla settimana 25, ha fatto un test di tolleranza. Purtroppo, i medici hanno diagnosticato il diabete gestazionale. Ha subito il trattamento raccomandato, dopo di che gli indicatori di zucchero nel sistema circolatorio sono diventati normali. La mia terapia si è conclusa con l'uso di alimenti a basso contenuto calorico e un moderato sforzo fisico.

Tieni traccia della tua salute e del parto facile!

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza: perché viene eseguito, che mostra

Qualsiasi gravidanza è accompagnata da cambiamenti nei processi del metabolismo dei carboidrati, il più significativo dei quali è la diminuzione della sensibilità del tessuto all'insulina - resistenza all'insulina. Il corpo di una donna sana riesce a far fronte a questi cambiamenti, per mantenere il livello di glucosio nel sangue nell'intervallo di valori normali. Se una donna ha alcuni fattori di rischio, l'insulino-resistenza aumenta significativamente, si sviluppa la carenza di insulina, che causa un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue.

L'iperglicemia nelle donne in gravidanza, che è apparsa per la prima volta durante questo periodo della loro vita, viene definita diabete gestazionale. Di norma, non è accompagnato da alcun sintomo esterno, ma può causare molti problemi sia alla madre che al feto. Per non perdere questa condizione, i medici raccomandano che le donne vengano sottoposte a un'analisi speciale all'inizio del terzo trimestre di gravidanza - il test di tolleranza al glucosio (test di tolleranza al glucosio orale, GTT). Si tratta di questo metodo di ricerca e sarà discusso nel nostro articolo.

Algoritmo per la diagnosi del metabolismo dei carboidrati durante la gravidanza

Quando una donna viene registrata per la gravidanza, il ginecologo le assegna un esame completo, compreso un esame del sangue per lo zucchero (glucosio).

Questo studio si svolge a stomaco vuoto (durante le 8 ore precedenti una donna non dovrebbe mangiare, l'acqua è permesso bere quanto vuoi). Di norma, il tecnico di laboratorio valuta la concentrazione di glucosio nel sangue venoso. Per una donna incinta, il valore di questo indicatore è inferiore a 5,1 mmol / l. Se il livello di zucchero nel plasma venoso a stomaco vuoto è superiore a 5,1 mmol / l, alla donna viene diagnosticato un diabete gestazionale. Naturalmente, questo è vero, se prima della gravidanza la donna non avesse avuto problemi con il metabolismo dei carboidrati, i valori di zucchero nel sangue erano nel range di normalità.

Nel caso in cui lo studio primario determini la concentrazione di zucchero nel sangue superiore a 7,8 mmol / l, ciò indica diabete mellito manifest (cioè, esisteva, probabilmente, prima della gravidanza, ma prima diagnosticato in questo periodo).

Le donne a cui non è stato diagnosticato il metabolismo dei carboidrati nelle prime fasi della gravidanza, dovrebbero ricevere un test di tolleranza al glucosio orale nel periodo di 24-28 settimane (ma non oltre il 32). In alcuni casi, può essere raccomandato a una donna immediatamente al momento della registrazione.

Devo prepararmi per lo studio

Entro 3 giorni prima dello studio pianificato di una donna incinta, è necessario seguire una dieta normale. Non è possibile limitare i carboidrati, ma distorcerà i risultati e il diabete, anche se lo è, non verrà rilevato. Ovviamente, non è consigliabile utilizzare solo i panini: la quantità raccomandata di carboidrati al giorno è di 150-200 g.

Dovresti anche osservare un regime di bere adeguato (limitare il corpo all'acqua è proibito) ed escludere un intenso sforzo fisico.

Vale la pena ricordare che fumare e bere alcolici durante il giorno prima dello studio è anche impossibile? Dopo tutto, incinta e quindi è assolutamente controindicato! Sfortunatamente, non tutte le donne aderiscono alle raccomandazioni del medico, quindi concentriamo la vostra attenzione sul fatto che per ottenere risultati affidabili di GTT, è necessario rinunciare a cattive abitudini almeno 24 ore prima.

Alcuni farmaci (integratori di ferro, vitamine, ormoni, beta-bloccanti e altri) possono influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Una donna dovrebbe dire al medico quali farmaci sta assumendo. Egli consiglierà di prendere una pausa durante il trattamento o di tenerne conto quando interpreta i risultati dell'analisi che nel corpo del paziente c'è qualche farmaco. Non autorizzato, senza la conoscenza di uno specialista, non è necessario interrompere l'assunzione del farmaco prescritto da lui.

Metodologia di ricerca

Comprende 3 fasi:

  1. Alle 8-10 del mattino l'assistente di laboratorio preleva una certa quantità di sangue venoso dal paziente e determina la concentrazione di glucosio in esso (a stomaco vuoto). Se è inferiore a 5,1 mmol / l, il test è continuato, se è superiore a questo livello viene fatta una diagnosi di diabete gestazionale o diagnosticato di recente e il test viene interrotto. Nei casi in cui, per qualsiasi motivo, non sia possibile determinare immediatamente la concentrazione di zucchero, lo studio continua, portando alla fine.
  2. La donna beve la soluzione di glucosio per 5 minuti (75 mg di glucosio secco più 200-250 ml di acqua calda pura). Non tutta questa bevanda è piacevole, perché ha un sapore zuccherino molto dolce. Non dovresti berla tutto d'un fiato, bastano pochi sorsi al minuto. Dopo aver preso la soluzione di glucosio, la donna incinta rileverà per 2 ore, durante le quali dovrebbe sedersi o (ancora meglio!) Sdraiarsi.
  3. Dopo due ore, il tecnico riprende il sangue da una vena e determina la concentrazione di glucosio in essa. A volte lo studio viene eseguito dopo 1 e 2 ore dopo il caricamento del glucosio. Se la diagnosi può essere fatta sulla base dei risultati di un esame del sangue effettuato un'ora dopo, il test è completato.

Il segno di verifica del diabete mellito gestazionale è il livello di glucosio 2 ore dopo un carico di 7,8 mmol / l.

Cioè, il test di tolleranza al glucosio mostra come il corpo di una donna incinta affronta un compito così difficile come l'assunzione di glucosio. Aiuta a rilevare i disordini metabolici nascosti dei carboidrati, quelli che sembrano essere asintomatici, ma allo stesso tempo danneggiare sia la donna che il feto.

Il test di tolleranza al glucosio è pericoloso per una donna incinta?

75 g di glucosio anidro è piuttosto un po '. Danneggiare una donna questa quantità di zucchero, ovviamente, non può portare. Pertanto, questa è una ricerca assolutamente sicura, sicuramente non porterà al diabete mellito! Allo stesso tempo, GTT è un test estremamente importante, le cui conseguenze possono essere rifiutate sono gravi complicazioni sia nella madre che nel feto.

In alcune situazioni cliniche, la sua conservazione non è raccomandata a causa dell'informatività. Le controindicazioni sono:

  • tossicosi precoce (preeclampsia) delle donne in gravidanza - nausea, vomito;
  • natura infettiva acuta o non infettiva di malattie infiammatorie;
  • pancreatite cronica nella fase acuta;
  • sindrome da dumping (evacuazione accelerata del cibo dal moncone dello stomaco all'intestino dopo la resezione dello stomaco, accompagnata da una violazione del metabolismo dei carboidrati);
  • resto del letto rigoroso della donna.

Quale dottore contattare

Il test di tolleranza al glucosio è prescritto da un ginecologo che sta osservando una gravidanza. Se vengono rilevate violazioni del metabolismo dei carboidrati, il paziente viene inviato per consultazione all'endocrinologo.

conclusione

Il test di tolleranza al glucosio orale è un metodo diagnostico che consente di rilevare le violazioni del metabolismo dei carboidrati nel corpo di una donna incinta, per valutare l'adeguatezza dell'assorbimento del glucosio. Portalo a tutte le donne incinte nel periodo di 24-28 settimane, e in alcuni casi anche prima - nel primo trimestre. L'essenza dello studio sta nel fatto che una donna passa un esame del sangue per lo zucchero a stomaco vuoto, quindi beve una soluzione di glucosio e, dopo 2 ore, restituisce il sangue. Sulla base dei risultati della dinamica della concentrazione di glucosio, il medico determina che il paziente è in buona salute, o la diagnosi della sua gestazione (che si è verificata durante la gravidanza) o il diabete manifesto.

Se si riscontra ancora il diabete gestazionale, una donna viene sottoposta a controllo medico, le viene prescritta, prima di tutto, una dieta e un'attività fisica moderata (almeno 20 minuti tre volte alla settimana). Con l'inefficacia delle misure di cui sopra, il paziente è raccomandato terapia insulinica. Agenti ipoglicemici orali per questa patologia non si applicano.

1.5-2 mesi dopo il parto, il paziente viene riesaminato. In caso di glicemia normale, i sondaggi vengono ripetuti ogni anno e, una volta rilevata la tolleranza al glucosio ridotta, trimestralmente.

Un approccio adeguato alla diagnosi del diabete mellito gestazionale e, se necessario, al suo trattamento, riduce significativamente la probabilità di complicanze durante la gravidanza e l'insorgenza del diabete mellito in futuro.

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Con l'inizio del terzo trimestre per le donne incinte, c'è una lista di test obbligatori. Uno di questi è TSH - Test per la tolleranza al glucosio in gravidanza. Questo test di laboratorio è indicato per tutte le donne in gravidanza nel terzo trimestre, quando raggiungono la ventottesima settimana.

Perché è necessario?

Tale obbligo è collegato al fatto che sono stati recentemente scoperti alcuni casi in donne incinte nel terzo trimestre del diabete gestazionale. Cioè, complicanze tardive, paragonabili a preeclampsia o tossicosi tardive.

Quando si registra e si raccolgono informazioni sulla salute di una donna incinta, può essere possibile superare tale test prima, all'inizio della gravidanza. Con un risultato positivo, queste donne osservano l'intera gravidanza e scrivono le raccomandazioni e le procedure necessarie per regolare il livello di glucosio nel corpo.

Esiste un certo gruppo di rischio, che attira principalmente l'attenzione al momento della registrazione. Include le donne incinte che hanno:

  • il diabete mellito può essere rintracciato per ereditarietà (non acquisito, ma congenito);
  • la presenza di eccesso di peso in una donna incinta e il grado di obesità;
  • ci furono primi aborti e morti di nascite;
  • la presenza di un grande feto durante l'ultimo parto (preso in considerazione se il peso del feto superava i quattro chilogrammi);
  • tardiva preeclampsia, presenza di malattie infettive croniche del sistema urinario;
  • gravidanza tardiva (vengono contate le donne sopra i trentacinque anni).

Quelle donne che non rientrano in questa lista, superano il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza solo all'inizio del terzo trimestre, all'inizio della ventottesima settimana.

Quale glucosio non è abbastanza

Come sapete, il glucosio controlla il metabolismo dei carboidrati nel corpo, il cui livello cambia leggermente con l'inizio della gravidanza. Il glucosio è il principale fornitore di energia sia per la madre che per il feto. Ma il livello di energia-glucosio è regolato dall'insulina ormonale, che produce il pancreas. Aiuta il glucosio ad essere assorbito, riducendo così la sua concentrazione nel sangue. La deviazione dalla norma di questo processo porta all'emergere di varie malattie che sono altamente indesiderabili per una donna incinta. Pertanto, il controllo del glucosio prima dell'avvicinarsi della nascita è semplicemente necessario.

Una donna incinta può ridurre il rischio di disturbi del metabolismo dei carboidrati monitorando attentamente la sua dieta e la sua alimentazione.

Se dopo aver superato l'analisi il risultato è positivo, il test viene ripetuto con un carico maggiore. E così può andare fino a tre volte. Se, tuttavia, si osserva un aumento persistente della glicemia, una dieta speciale viene prescritta a una donna incinta, con una misurazione giornaliera giornaliera di zucchero nel sangue due volte al giorno.

Sul feto, il diabete mellito in via di sviluppo delle donne in gravidanza, non causa alcun danno e, di norma, dopo il parto, tutti i processi di metabolismo dei carboidrati sono normalizzati.

Come affittare

Le regole per inserire l'analisi TSH nel terzo trimestre sono semplici e abbastanza fattibili.

Lo studio è condotto su uno stomaco magro, con un ultimo pasto di circa otto ore fa. Entro tre giorni prima dell'analisi, si raccomanda di escludere dalla dieta cibi grassi, speziati e zuccherati. Anche l'eccesso di cibo alla vigilia del superamento del test è escluso.

In laboratorio, il sangue viene prelevato dal dito di una donna incinta per un esame del sangue. Dopodiché, dovrebbe bere cinquanta millilitri di glucosio diluiti in trecento millilitri di acqua depurata senza gas. È possibile aggiungere succo di limone per coloro che non possono bere un liquido così dolce a stomaco magra. E trascorri un'ora da solo: puoi sederti, leggere un libro o sdraiarti. L'attività è proibita. Anche i pasti Puoi bere solo acqua senza gas. Dopo un'ora, il sangue viene prelevato per l'analisi e i risultati vengono confrontati.

Se almeno uno dei parametri non è normale e sopravvalutato, lo studio viene nuovamente prescritto. Se l'analisi ripetuta ripete anche i risultati del primo studio, la donna incinta viene inviata per consultazione all'endocrinologo, che le fornisce le raccomandazioni appropriate.

Il test per il TSH è più importante per la più incinta rispetto al suo bambino. Pertanto, è necessario trattare tutti gli appuntamenti dell'ostetrica in modo responsabile e rispettare tutti i regolamenti.

Come fare un test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

La gravidanza è un test serio per il corpo di una donna, durante questo periodo, a causa di cambiamenti nei livelli ormonali, compaiono malattie nascoste. Per la loro tempestiva individuazione e prevenzione degli effetti negativi sul feto della futura gestante, sono necessari molti esami. Il test richiesto è un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza.

Aiuta nelle fasi iniziali a identificare l'iperglicemia, in cui il livello di glucosio nel sangue è costantemente superiore al normale. Il diabete mellito causa interruzioni nel lavoro del sistema escretore, causa l'infiammazione in una donna incinta e influenza anche la formazione e lo sviluppo di tutti gli organi del bambino.

Per effettuare un test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza è necessario prepararsi in anticipo. In primo luogo, pochi giorni prima dell'analisi, la donna ha bisogno di esercizio fisico. Non stiamo parlando di corsi intensivi di fitness, ma non vale la pena sdraiarsi sul divano. In secondo luogo, l'apporto calorico negli ultimi 3 giorni dovrebbe essere leggermente superiore al solito. In terzo luogo, 10 ore prima del test dovrebbe essere abbandonato.

Come superare un test per la tolleranza al glucosio

Al mattino una donna incinta viene in laboratorio, dove viene prelevata la raccolta del sangue primario. Se corrisponde alla norma (non più di 5,1 mmol / l), la mamma in attesa è autorizzata a bere una soluzione di glucosio. Se dopo un paio d'ore il livello di zucchero nel sangue non supera i 10 mmol / l, va tutto bene. In caso contrario, è necessaria la consultazione di medici, ginecologi e endocrinologi per scopi terapeutici.

Quanto dura il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Il rilevamento del metabolismo dei carboidrati avviene in fasi:

È richiesto un sondaggio di Fase I. Viene nominato alla prima visita di un medico di qualsiasi profilo da una donna per un massimo di 24 settimane.

Allo stadio II, il test di tolleranza al glucosio orale viene eseguito con 75 grammi di glucosio al momento di 24-28 settimane di gestazione (in modo ottimale, 24-26 settimane). In alcuni casi (vedi sotto), tale studio è possibile fino a 32 settimane; se c'è un rischio elevato - da 16 settimane; nel rilevamento dello zucchero nei test delle urine - da 12 settimane.

Più dettagli

La Fase I deve condurre uno studio di laboratorio sul glucosio plasmatico a digiuno dopo un digiuno di 8 ore (non meno). È anche possibile studiare il sangue e indipendentemente dalla dieta. Se le norme vengono superate, ma il contenuto di glucosio nel sangue è inferiore a 11,1, allora questa è un'indicazione per ripetere lo studio a stomaco vuoto.

Se i risultati del test soddisfano i criteri per il diabete (manifest) diagnosticato di recente, la donna si rivolge immediatamente a un endocrinologo per ulteriori osservazioni e trattamenti appropriati. In caso di contenuto di glucosio a digiuno superiore a 5,1, ma inferiore a 7,0 mmol / l, viene diagnosticata la GSD.

Quando viene prescritto un test di tolleranza al glucosio?

Quando una donna visita il suo ginecologo per la prima volta, le viene dato del sangue per lo zucchero. Se l'analisi è normale (lo zucchero è entro 3,3 - 5,5 mmol / l), allora il TSH non viene eseguito e il sangue per lo zucchero viene somministrato nel secondo semestre. Se il risultato risulta essere dubbio (entro 5,5 - 7,0 mmol / l), la donna viene pre-diagnosticata con diabete gestazionale e viene inviata per un test di tolleranza. Se lo zucchero supera 7.0 mmol / l, viene fatta una diagnosi di diabete.

Tutte le donne in gravidanza appartenenti a gruppi a rischio di diabete mellito (indipendentemente dal risultato del test dello zucchero) sono soggette al TSH obbligatorio. Questo gruppo comprende i seguenti pazienti:

  • Donne in gravidanza obese (indice di massa corporea superiore a 30,0).
  • Donne i cui parenti soffrono di diabete.
  • Gravidanza con più di tre frutti.
  • Nella storia di una donna incinta (in passato) casi di nascita di bambini con grandi pesi (più di 4 kg).
  • Nascita di bambini con anomalie congenite (malformazioni) nelle nascite precedenti.
  • Episodi di aumento della glicemia prima dell'inizio di una gravidanza in corso o durante precedenti gravidanze.
  • Tendenza all'aumento della pressione sanguigna o ipertensione accertata.
  • Violazione della composizione grassa del sangue in una donna incinta, aterosclerosi dei vasi.
  • Rilevazione dello zucchero nelle urine prima dell'inizio di questa gravidanza o durante le precedenti gravidanze.

È importante sapere che il TSH mostra solo la presenza di disturbi metabolici del glucosio nelle donne. Secondo i risultati dell'analisi, è impossibile dire con certezza se una donna incinta ha o meno il diabete. Per questo è necessario un esame approfondito e completo.

Come donare il sangue per lo zucchero?

Di solito l'analisi è assegnata a stomaco vuoto. Viene affittato al mattino. Le sue regole sono le seguenti: dopo il pasto serale devono trascorrere almeno 12 ore. Durante questo periodo non puoi bere bevande zuccherate - nient'altro che acqua! Se possibile, l'acqua dovrebbe essere esclusa, perché Colpisce anche il livello di glucosio nel corpo.

Se una persona è registrata con il diabete, l'endocrinologo prescrive periodicamente esami del sangue per il glucosio. Sono necessarie ricerche regolari per la corretta selezione di diete, dosi di insulina e farmaci che rimuovono lo zucchero. Il sangue per il livello di zucchero viene preso dal dito, o da una vena, se viene prescritto un altro esame. Viene esaminato in laboratorio e la trascrizione viene inviata al medico curante.

Anche con un buon risultato, dovresti consultare il tuo medico su quali fattori di rischio per il diabete hai. Alcune persone hanno digiuno i livelli di zucchero nel sangue entro il range di normalità e, dopo aver mangiato, sale molto rapidamente, superando il range normale. L'immunità al glucosio (tolleranza alterata) è uno dei sintomi del diabete.

Normative del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Prima dello studio, rivedere gli standard di analisi per comprendere i risultati approssimativi. Unità di misura: milligrammi (mg) o decilitri (dl).

La norma a 75 gr. ingredienti:

  • Glucosio a digiuno: inferiore a 5,1 mmol / l
  • 1 ora dopo aver assunto 75 g di glucosio: meno di 10,0 mmol / l
  • 2 ore dopo aver assunto 75 g di glucosio: meno di 8,5 mmol / l

Ricordare che le unità per determinare i livelli di zucchero nel sangue possono dipendere dal laboratorio - consultare il medico. È necessario sapere che un aumento del livello di zucchero nel sangue di una donna incinta può indicare la presenza di diabete gestazionale.

Quali sono i risultati del test di tolleranza al glucosio sul diabete gestazionale?

I seguenti risultati del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza possono indicare il diabete gravidico:

  • Glucosio a digiuno: più di 5,1 mmol / l
  • 1 ora dopo aver preso 75 g di glucosio: più di 10,0 mmol / l
  • 2 ore dopo aver preso 75 g di glucosio: più di 8,5 mmol / l

Come evitare gli errori?

Al fine di minimizzare gli errori durante la donazione di sangue su GTT, il paziente nella posizione deve seguire alcune regole, vale a dire:

  1. è importante essere completamente calmi nel donare il sangue e cercare di non preoccuparsi. Per fare questo, è più comodo sedersi su una sedia e rilassarsi il più possibile.
  2. 30 minuti prima che l'analisi si svolga nella stanza, mentre uscire per strada e svolgere qualsiasi attività fisica (ad esempio salire le scale) può modificare i risultati del test. Ciò accade a causa del fatto che il corpo inizia a consumare energia che può ridurre il contenuto di glucosio.
  3. se è necessario donare il sangue per i test ripetuti, in questo momento non dovrebbe essere assunto cibo - al paziente è permesso solo di bere acqua.

Il risultato del test dipende direttamente dall'osservanza di queste regole, quindi se una donna non vuole ottenere il risultato sbagliato ed eseguire il trattamento di cui non ha bisogno, è importante prepararsi adeguatamente alla donazione di sangue, altrimenti il ​​bambino potrebbe anche soffrire.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Per 9 mesi di trasportare un bambino, una donna incinta deve passare attraverso diversi esami. A volte non capisce nemmeno perché sono necessari e perché sono trattenuti. Inoltre, negli ultimi anni, tutte le nuove analisi sono state costantemente aggiunte al tradizionale complesso diagnostico.

Oggi parleremo di GTT - un'analisi della tolleranza (cioè della mancanza di sensibilità) al glucosio durante la gravidanza: questo test è obbligatorio e che cosa è in generale.

Perché eseguire il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Questa formulazione spaventa molte donne, ma l'esame in sé è molto prezioso e importante, e oggi, in molte cliniche prenatali, è necessario passare indubbiamente a ogni donna incinta (in alcuni casi solo sulla testimonianza).

GTT (viene anche chiamato il test O'Salivan o "carico di zucchero") consente di determinare il modo in cui il glucosio viene assorbito nel corpo di una donna incinta e se vi sono violazioni in questi processi.

Questa informazione è di particolare valore perché tutte le donne in gravidanza sono a rischio di sviluppare il diabete a causa di cambiamenti nel corso delle reazioni metaboliche durante questo periodo. Questo tipo di diabete è chiamato gestazionale. Di norma, non è pericoloso e scompare dopo il parto, ma in assenza di terapia di supporto presenta un rischio per la gravidanza e il feto e in alcuni casi è in grado di passare in futuro il diabete manifesto del secondo tipo.

Inoltre, il diabete gestazionale è raramente accompagnato da segni luminosi e specifici, pertanto è molto difficile identificarlo tempestivamente senza un test. In effetti, GTT consente di identificare il diabete, che si verifica in forma latente.

Quanto dura il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il periodo più ottimale per il GTT è il periodo di 24-26 settimane. In generale, il test viene eseguito tra 24 e 28 settimane per tutte le donne in gravidanza.

Secondo la testimonianza, questo esame viene effettuato prima se la madre in attesa è a rischio, cioè se è presente almeno una di queste condizioni:

  • la donna incinta è in sovrappeso (indice di massa corporea superiore a 30);
  • Secondo i risultati dell'analisi, lo zucchero è stato trovato nell'urina della donna incinta;
  • alla donna fu diagnosticato il diabete gestazionale durante precedenti gravidanze;
  • tra i parenti stretti del nascituro ci sono i diabetici;
  • portando un frutto grande;
  • la nascita di un figlio grande nel passato;
  • l'analisi alla registrazione ha rivelato il livello di glucosio nel plasma sanguigno al di sopra di 5,1 mmol / l.

In uno qualsiasi dei casi sopra descritti, l'analisi della tolleranza al glucosio viene effettuata per un periodo di 16-18 settimane (non c'è motivo di condurre uno studio prima, dal momento che l'insulino-resistenza nelle donne in gravidanza inizia ad aumentare solo dal secondo trimestre). Quindi alle 24-28 settimane si ripete. Se necessario, la GTT può essere eseguita anche nel terzo trimestre, ma non oltre le 32 settimane, perché il carico di glucosio è pericoloso per il feto in questo momento.

Come viene effettuato il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza: preparazione

La GTT viene eseguita digiunando sangue venoso. Se il risultato è elevato, il test termina - a una donna incinta viene diagnosticato un diabete gestazionale. Se l'indice di glucosio è inferiore al limite superiore della norma, viene eseguito un test di tolleranza al glucosio orale. Una donna beve una soluzione di glucosio (per questo, 75 g di glucosio secco viene diluito in 250-300 ml di acqua calda) - e un'ora dopo averlo preso, viene ripetuto l'esame del sangue. Al ricevimento di risultati normali, l'analisi può essere effettuata anche per la terza e quarta volta - dopo 2 ore o più dal momento in cui si riceve la soluzione di glucosio. Quindi, c'è un test O'Salivan di un'ora, due ore e tre ore.

Prima di eseguire il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza, non è possibile mangiare altro che acqua pura per 10-14 ore prima di donare il sangue. Va notato che qualsiasi terapia farmacologica (compresa la terapia vitaminica) è in grado di distorcere i risultati del test, e quindi è anche necessario astenersi dall'assumere farmaci in questo momento. È vietato prendere alcolici e fumare alla vigilia dell'analisi.

La dieta può anche influenzare i risultati del test: per almeno tre giorni prima dell'esame, la donna deve mangiare come al solito, consumando almeno 150 grammi di carboidrati al giorno.

Una mancanza di potassio o di magnesio nel corpo, alcuni disturbi endocrini e altre malattie, lo stress fisico ed emotivo può causare risultati falsi di GTT.

Gli operatori di laboratorio dovrebbero avvertire una donna incinta che dovrebbe rimanere fisicamente calma fino al completamento del test. È anche una condizione importante che una donna beva l'intera soluzione di glucosio per non più di 5 minuti.

Va notato che questa è una bevanda zuccherata molto dolce e una donna può vomitare da lui. Per questo motivo, il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza non viene eseguito in pazienti con grave tossicosi precoce. Ci sono altre controindicazioni per questo studio:

  • disturbi del fegato (in particolare - pancreatite in forma acuta);
  • sindrome da dumping;
  • Malattia di Crohn;
  • ulcera peptica;
  • "Pancia acuta";
  • aderenza al riposo del letto gravido per motivi medici (fino a quando non inizia a muoversi);
  • il flusso di processi infettivi e infiammatori nel corpo di una donna incinta;
  • gravidanza in ritardo (dopo 32 settimane).

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza: il risultato, le norme, la decodifica

Nonostante il fatto che il livello di glucosio nel plasma sanguigno della donna che porta il feto si alzi naturalmente (questo è il fabbisogno fisiologico del feto per lo sviluppo normale), è stato stabilito un tasso che questo indicatore non dovrebbe superare:

  • 5,1 mmol / l - quando si assume il sangue a stomaco vuoto;
  • 10 mmol / l - 1 ora dopo la somministrazione di glucosio;
  • 8,6 mmol / l - 2 ore dopo la somministrazione di glucosio;
  • 7,8 mmol / l - 3 ore dopo aver assunto il glucosio.

I risultati di GTT sopra il normale o uguale al valore soglia in almeno due di questi test sono considerati come una ridotta tolleranza al glucosio durante la gravidanza, cioè come la presenza di diabete gestazionale. Se il livello di glucosio nel plasma venoso (dopo il prelievo di sangue) supera 7,0 mmol / l, si sospetta lo sviluppo del diabete di tipo 2 e la prova orale (con l'assunzione di una soluzione dolce) non viene più eseguita.

Se ci sono motivi per sospettare lo sviluppo del diabete nella futura mamma, è probabile che il test venga ripetuto (circa 2 settimane dopo la prima volta) per evitare risultati falsi. Quando si conferma la diagnosi, il test di tolleranza al glucosio dovrà essere completato anche dopo il parto per determinare se il diabete diagnosticato fosse associato o meno alla gravidanza.

E infine. Alcune donne in gravidanza credono che il test di tolleranza al glucosio possa causare loro qualche danno al bambino o al bambino. Tali agitazioni sono completamente infondate, a meno che non vi siano controindicazioni per questa analisi. Anche se una donna ha il diabete, e lei non lo sa, la porzione di glucosio consumata durante il test non le farà del male. Ma il rifiuto di questo esame comporta un certo pericolo: irregolarità non identificate nelle reazioni metaboliche possono influire negativamente sul decorso della gravidanza, sulla salute della madre e del bambino.

Quindi non c'è bisogno di preoccuparsi di nulla: il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza persegue sempre obiettivi eccezionalmente buoni. E anche se risulta essere positivo, cioè se viene diagnosticato il diabete gestazionale, allora l'osservanza delle raccomandazioni prescritte dal medico renderà possibile sopportare in modo sicuro e dare alla luce un bambino sano!

Altri Articoli Sul Diabete

Il diabete di tipo 2 è caratterizzato da ridotta assunzione di glucosio. Ripristinare parzialmente il metabolismo e normalizzare la condizione dei pazienti non solo consente farmaci, ma anche metodi tradizionali di terapia.

Una delle parti del corpo che è influenzata negativamente dal diabete è le dita delle mani e dei piedi con le unghie. Piastra ungueale con diabete mellito di qualsiasi tipo soffre di lesioni banali.

I dolcificanti furono inventati da un nativo della Russia, un falco emigrante nel 1879. Una volta notò che il pane ha un sapore insolito - è dolce.