loader

Principale

Trattamento

Complicazioni e trattamento del diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 è una malattia del sistema endocrino, che è accompagnata da cambiamenti nel metabolismo e livelli elevati di glucosio nel sangue. Una delle principali cause del diabete è la malattia pancreatica, che è accompagnata dalla distruzione delle cellule responsabili della produzione di insulina. Le complicanze croniche e acute sono le conseguenze del diabete di tipo 2.

Tuttavia, nonostante tutto ciò, la malattia non rappresenta una minaccia finché non ha complicazioni. I segni evidenti di diabete mellito di tipo 2 sono una costante sensazione di fame e sete, abbondante e frequente minzione. Il diabete di tipo 2 più comunemente osservato con un alto grado di obesità.

L'insorgenza della malattia è accompagnata da:

  • prurito della pelle;
  • menomazione della vista;
  • bocca secca;
  • mal di testa;
  • debolezza muscolare generale;
  • la presenza di acetone nelle urine.

Sottotipi di complicazione acuta

  1. La particolarità delle complicazioni acute sta nel loro imminente sviluppo. Lo stato viene raggiunto in pochi giorni, a volte anche diverse ore.
  2. Acidosi lattica Complicazione dovuta all'accumulo di acido lattico. Osservato in pazienti dopo l'età di 50 anni. Si sviluppa sullo sfondo dell'insufficienza renale, epatica e cardiovascolare, che porta ad un ridotto livello di apporto di ossigeno ai tessuti degli organi e, di conseguenza, all'accumulo di acido lattico. L'inazione minaccia il coma.
  3. Iperglicemia. Accompagnato da un aumento del livello di sodio e glucosio nel sangue e frequente minzione, che aumenta la concentrazione di queste sostanze a livelli gonfiati. Di conseguenza, i cambiamenti possono portare il corpo a uno stato di coma.
  4. L'ipoglicemia. A differenza del tipo precedente, l'ipoglicemia indica una diminuzione della glicemia. Questo fenomeno è più frequente nei pazienti che assumono farmaci progettati per ridurre i livelli di glucosio. Grandi dosi di farmaci assunti in modo errato (sovradosaggio) possono provocare la comparsa di ipoglicemia. Contribuiscono anche allo sviluppo di questa complicazione di bassi livelli di carboidrati che entrano nel corpo attraverso il cibo, l'alcol, lo stress fisico ed emotivo. Segni di complicazioni: perdita di orientamento nello spazio, comportamento inadeguato, sudore freddo e tremori attraverso il corpo. Per il primo soccorso, qualsiasi liquido dolce (anche zucchero o miele può essere sciolto in un bicchiere d'acqua), un pasto ricco di carboidrati, o l'introduzione di una preparazione contenente glucagone nel muscolo sarà adatto.Se non si fornisce al paziente un'ambulanza, apparirà l'attività fisica caotica, dopo di che in chi.
  5. La chetoacidosi diabetica si verifica a causa di un ritardo nel sangue dei corpi chetonici (prodotti di decomposizione lipidica). La causa di questa complicanza acuta può essere l'incapacità di seguire la dieta, un trattamento scorretto, lesioni, infezioni e operazioni. Questa complicazione richiede un ricovero urgente, in quanto può portare al blocco delle funzioni vitali del corpo. Il principale sintomo della chetoacidosi diabetica è l'odore dolce della bocca del paziente.

Caratteristiche e tipi di complicanze croniche

Le complicazioni croniche nel diabete mellito di tipo 2 considerano i segnali tardivi del corpo riguardo al danno vascolare. A seconda dell'area interessata (sistema o organo), si distinguono i seguenti tipi:

  1. Polineuropatia. È causato da una diminuzione della circolazione sanguigna nel corpo, con conseguente disfunzione delle fibre nervose. Questa complicazione è stata osservata in quasi il 50% dei pazienti con diabete di tipo 2. I sintomi della polineuropatia comprendono una sensazione di bruciore, intorpidimento e formicolio agli arti. Di sera e di notte, i sintomi si intensificano. Il fattore principale nello sviluppo di questa complicanza è la mancanza di percezione della sensibilità alla temperatura e al dolore, a seguito della quale si verificano lesioni. Se la disfunzione delle fibre nervose colpisce il cervello, può portare allo sviluppo di un ictus.
  2. Piede diabetico Accompagnato dalla manifestazione della microangiopatia del piede. La microangiopatia è una lesione patologica dei vasi più piccoli. Si sviluppa a causa di trombosi, necrosi tessutale e ialinosi.
  3. La retinopatia è una malattia dell'occhio innescata dalla distruzione dei vasi della retina. La complicazione inizia con una diminuzione della chiarezza della vista e può portare alla sua completa perdita.
  4. Nefropatia. La complicazione deriva dal funzionamento incompleto dei reni. È determinato dall'aumento delle proteine ​​nelle urine, dal gonfiore e dallo sviluppo dell'ipertensione.

Complicazioni nel diabete mellito di tipo 2 a volte si manifestano dopo mesi, e talvolta anche anni dopo la diagnosi, quindi è impossibile determinarli subito. Per prevenire e ritardare lo sviluppo di complicanze croniche, è necessario monitorare lo stato di salute e i livelli di zucchero nel sangue.

Trattamento delle complicanze del diabete di tipo 2

Le complicazioni acute del diabete di tipo 2 sono trattate solo in terapia intensiva, data la loro velocità di sviluppo e il grado di minaccia. Ma non è sempre possibile riconoscere il tipo di complicazioni. Se noti che una persona con diabete, si comporta in modo provocatorio, eccessivamente eccitato e inadeguato, allora offrigli dolcezza (succo di frutta, caramelle, cioccolato). Se un paziente con diabete di tipo 2 si trova in un ospedale, è necessario immettere una soluzione di glucosio al 40%. Se poi le sue condizioni migliorano, allora possiamo parlare di ipoglicemia.

I pazienti che soffrono di complicanze acute del diabete e di un equilibrio acido-base compromesso sono prescritti contagocce con soluzione salina e insulina.

Le complicanze croniche vengono trattate a seconda dell'area interessata. Ad esempio, quando la nefropatia viene prescritta una dieta e per mezzo della stabilizzazione della pressione arteriosa e della funzione renale. L'insufficienza renale cronica è trattata prendendo l'insulina e purificando il sangue dalle tossine. In rari casi, viene eseguito un trapianto di rene.

Il compito principale del medico nel trattamento della retinopatia diabetica rimane la prevenzione e la deposizione della perdita della vista. Con l'aiuto di un laser, le emorragie vengono rimosse e viene eseguita la fotocoagulazione.

Sfortunatamente, è impossibile curare la polineuropatia, ma la medicina moderna permette di ridurre la manifestazione dei sintomi con antiossidanti, immunostimolanti e vitamine del gruppo B.

Un piede diabetico viene trattato con il solito metodo (trattamento delle ferite, cambio delle scarpe, antibiotici) e chirurgico (fatto solo nel caso di cancrena).

Indipendentemente dal tipo di complicanze, il livello di glucosio nel sangue deve essere costantemente monitorato e mantenuto.

Anche se la malattia è grave, la consapevolezza e la terapia opportunamente prescritta aiuteranno ad evitare lo sviluppo di possibili complicanze acute. La tua salute è nelle tue mani!

Complicazioni del diabete di tipo 2. Complicazioni tardive del diabete

Tra le malattie moderne, la patologia endocrina sta diventando sempre più comune. Il diabete più comune e le sue complicanze.

Cos'è questa malattia?

Il diabete mellito è una malattia di natura endocrina, associata o alla mancanza di insulina o alla sua inefficacia rispetto alla degradazione del glucosio. La malattia dovuta all'insufficienza di insulina è attribuita al diabete di tipo 1. Se l'insulina è prodotta in eccesso, ma non può legarsi a specifici recettori, allora in questo caso si parla di diabete di tipo 2.

Il primo tipo è caratteristico principalmente per i giovani e i bambini. Lo sviluppo del diabete del secondo tipo è osservato più spesso nelle persone anziane.

Con un trattamento corretto e tempestivo, il diabete può fermarsi e ridurre il suo impatto negativo sugli organi e sui vasi sanguigni. Se si ritarda con il trattamento o lo si fa in modo non corretto, spesso si osservano complicanze del diabete.

Possono svilupparsi direttamente con l'individuazione del primo sintomo della malattia o qualche decennio dopo la diagnosi. Tutto dipende dal decorso della malattia e dall'atteggiamento dei pazienti nei suoi confronti. Pertanto, le condizioni patologiche risultanti possono essere suddivise in complicanze precoci e tardive del diabete.

Complicazioni precoci

Le complicazioni precoci o acute portano una minaccia immediata alla vita umana. Il loro sviluppo è caratterizzato da una partenza rapida, che richiede non più di due o tre ore, meno spesso - diversi giorni. Complicazioni acute del diabete con la mancanza di un adeguato supporto medico spesso portano alla morte del paziente. Per questo motivo, la conoscenza degli algoritmi di emergenza nello sviluppo di un coma è semplicemente obbligatoria, sia per i parenti del paziente che per il personale medico.

Come accennato in precedenza, il coma è una complicanza acuta del diabete. Con questo termine si intende una condizione pericolosa per la vita in cui il paziente non è attivo, i riflessi incondizionati si riducono o scompaiono completamente e il ritmo cardiaco e l'attività respiratoria vengono disturbati. Si verificano come risultato della predominanza dei processi di inibizione nella corteccia cerebrale.

Tali complicazioni tendono a svilupparsi rapidamente, quindi è estremamente difficile assumere il loro aspetto. I pazienti con questa patologia devono essere trattati in ospedale (prima in terapia intensiva prima che il paziente sia rimosso dal coma e poi in un'unità specializzata).

Quali sono i tipi di com?

chetoacidosi

Questa condizione si verifica spesso con diabete mellito del primo tipo (con il secondo mai si verifica).

Questa complicazione è solitamente causata da un'alimentazione scorretta, una violazione del programma di farmaci, una diminuzione dell'immunità dopo gli infortuni e gli interventi chirurgici.

La condizione è caratterizzata da un'improvvisa perdita di coscienza, disfunzione di organi vitali come il cuore, i polmoni, il cervello.

Il segno più caratteristico dello sviluppo di questo coma in un paziente è la sensazione dell'odore dell'acetone dalla bocca (dovuto alla formazione di corpi chetonici nel plasma sanguigno - prodotti del metabolismo lipidico).

La diagnosi di coma si basa sulla determinazione di alte concentrazioni di corpi chetonici e glucosio nel sangue.

Il trattamento di questa complicanza del diabete di tipo 1 dovrebbe essere effettuato con l'aiuto di soluzioni di disintossicazione (non è possibile utilizzare Regidron, poiché contiene glucosio) e insuline a breve durata d'azione nell'unità di terapia intensiva.

Coma ipoglicemico

Può svilupparsi in pazienti con qualsiasi forma di diabete. Di solito, la condizione è provocata da una quantità eccessiva di insulina assunta, sebbene vi siano frequenti casi di sviluppo di coma durante intenso sforzo fisico (ad esempio dopo una lunga corsa) o dopo aver bevuto alcolici.

La condizione è caratterizzata da completa perdita di coscienza, aumento della separazione del sudore e della secrezione ghiandolare, mancanza di reazione delle pupille alla luce. Di solito, lo sviluppo di un coma può iniziare con la comparsa di precursori percepiti dal paziente: improvvisa debolezza, mancanza di respiro, forti capogiri. I pazienti a volte hanno il tempo di avvertire gli altri che ora perderanno conoscenza.

Il primo soccorso nello sviluppo di questa complicanza del diabete mellito viene effettuato con l'introduzione della soluzione interessata del 40% di glucosio. Questa procedura è anche diagnostica, in quanto consente di distinguere il coma ipoglicemico dal coma iperglicemico. Di solito, dopo questo, i pazienti riprendono immediatamente conoscenza. Con frequenti casi di sviluppo di tali complicanze del diabete mellito, è necessario un aggiustamento del metabolismo in ospedale.

Coma iperosmolare

Tra tutte le specie elencate, questo stato è alquanto diverso nel suo corso e nelle sue cause di sviluppo. Le persone anziane ne soffrono, ma tale coma è più caratteristico per i pazienti con una forma di malattia insulino-indipendente.

Lo sviluppo di questa complicanza del diabete mellito di tipo 2 è di solito osservato come risultato di un aumento della concentrazione di ioni sodio e glucosio nel plasma sanguigno. Più spesso, la loro crescita è associata a una prolungata disidratazione (cioè, un aumento della concentrazione è relativo, non assoluto).

I segni clinici caratteristici che si verificano in questi pazienti sono polidipsia (sete) e poliuria (aumento della minzione dovuta ad un aumento della concentrazione di sodio e glucosio nel sangue).

La condizione può svilupparsi gradualmente nell'arco di diversi giorni o settimane.

Il trattamento si basa sulla correzione del metabolismo e delle trasfusioni endovenose di cristalloidi (non contenenti sodio e glucosio).

Coma acido lattico

Questa condizione è più suscettibile ai pazienti di età superiore ai 50 anni (cioè, quelle persone che hanno i prerequisiti per lo sviluppo del diabete di tipo 2).

La patogenesi del coma acido lattico è l'accumulo di acido lattico nel corpo. Questo cambia la composizione dei sistemi tampone plasmatici, che porta allo sviluppo di acidosi grave. I fattori che provocano questa condizione sono la presenza di insufficienza cardiaca, renale o epatica cronica.

Le manifestazioni di questo tipo di diabete mellito di tipo 2 sono le seguenti: alterazione della coscienza, depressione dei riflessi, anuria completa, disturbi del funzionamento dei centri respiratori e vasomotori, che portano a un calo della pressione sanguigna e all'inibizione dell'ispirazione.

Il trattamento consiste nell'utilizzare soluzioni di disintossicazione in parallelo con diuretici e preparazioni di insulina. Allo stesso tempo, dovrebbe essere effettuato anche il trattamento della malattia di base che ha portato allo sviluppo del coma. Trattamento - solo in unità di terapia intensiva e terapia intensiva.

Complicazioni tardive del diabete

Lo sviluppo di queste complicanze è più caratteristico per il periodo tardivo del diabete mellito. Di solito iniziano a manifestarsi dopo circa 15-20 anni dall'insorgenza della malattia sottostante.

Queste lesioni non iniziano mai improvvisamente; le lesioni iniziano a farsi sentire gradualmente. Minacce alla vita umana che non portano. Ancora più importante, queste complicazioni del diabete nei bambini non si sviluppano mai, dal momento che sono caratterizzate principalmente dal secondo tipo di malattia.

Un ruolo importante nella patogenesi del loro sviluppo è giocato dal glucosio stesso. Normalmente, viene usato dal corpo come un substrato di energia. Con lo sviluppo di complicanze, la sostanza provoca i processi di distruzione nei tessuti e negli organi, causando così una clinica specifica.

Di solito influenzano il flusso sanguigno e il sistema nervoso. Le lesioni vascolari si manifestano sotto forma di retinopatia, angiopatia e piede diabetico. I nervi sono influenzati principalmente durante lo sviluppo di polineuropatia.

Come fluiscono gli stati di cui sopra e qual è il loro pericolo per gli umani?

Lesioni vascolari

Le pareti del letto vascolare necessitano di glucosio per il normale svolgimento di tutte le reazioni. Se il glucosio è in eccesso, può iniziare a depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni, aumentandone la permeabilità, rendendoli più sottili e più fragili. Questo crea le condizioni per lo sviluppo delle lesioni aterosclerotiche.

Il letto del microcircolo soffre di più. I primi segni di danno alle piccole navi possono essere trovati nello studio della retina. Ci sono segni di ipertensione nel microvasculature (congestione di vasi della retina, gonfiore). Nel corso del tempo, potrebbe verificarsi un completo distacco, che porterà alla cecità.

Il piede diabetico è un caso speciale di angiopatia. È caratterizzato da un restringimento delle arterie e vene, una diminuzione del flusso di sangue attraverso di loro. Il piede diventa freddo al tatto, l'onda del polso è debolmente condotta attraverso le arterie. A causa di disturbi circolatori, ulcere e lesioni necrotiche iniziano a svilupparsi, portando infine all'amputazione del piede.

polineuropatia

Malattia grave, caratterizzata da compromissione della sensibilità di tutti i gruppi di nervi (per lo più gli arti soffrono). La riduzione delle sensazioni procede in base al tipo di "calze" e "guanti": il processo inizia con i piedi e le mani, gradualmente va su tutto l'arto.

Sviluppato a causa del danno diretto dei tronchi del nervo glucosio dell'arto.

I principali sintomi della malattia, ad eccezione dell'anestesia e della parestesia, sono una sensazione di bruciore, di solito manifestata durante la notte. A causa della diminuzione della sensibilità e della soglia del dolore, il numero di lesioni aumenta (i pazienti semplicemente non sentono il dolore che avrebbero provato nello stato normale dei nervi). La presenza di tutti questi sintomi indica lo sviluppo di una complicazione nervosa del diabete.

Si raccomanda di eseguire il trattamento in un complesso, includendo non solo la correzione metabolica della malattia, ma anche le procedure di fisioterapia. La terapia è piuttosto lunga e qualsiasi errore nella dieta o nei farmaci porta alla sua esacerbazione.

Complicanze croniche

Nonostante il trattamento in corso e il rispetto di tutte le prescrizioni mediche, il diabete mellito porta irreversibilmente allo sviluppo di complicanze permanenti che interessano tutti gli organi e sistemi. Il processo è irreversibile e il trattamento lo sospende solo un po '.

Le complicanze croniche del diabete colpiscono organi prevalentemente vascolarizzati come cuore, reni, pelle e sistema nervoso.

La sconfitta del sistema cardiovascolare si manifesta nello sviluppo di cardiopatia coronarica, infarto. Nel corso del tempo si sviluppa un'insufficienza cardiaca cronica che aggrava ulteriormente la condizione.

I reni perdono la loro capacità di filtrazione normale, a causa della quale aumenta la quantità di albumina nelle urine. Ciò porta, in primo luogo, alla comparsa di edema ipoproteinico e, in secondo luogo, all'insufficienza renale. Molto spesso, questa patologia è caratteristica delle complicanze del diabete di tipo 1.

Lo sviluppo delle ulcere trofiche e della necrosi è peculiare della pelle.

Le lesioni del sistema nervoso sono rappresentate da paralisi, encefalopatia metabolica.

Prevenzione delle complicanze

Per prevenire queste complicanze del diabete, la loro prevenzione dovrebbe sempre essere effettuata ed essere al primo posto tra le priorità del paziente.

Monitoraggio giornaliero richiesto dello stato del glucosio nel sangue. Questo aiuta a prevenire il coma ipo-e iperclicemico.

Il ricevimento di insulina deve esser effettuato ogni giorno, secondo il programma. In nessun caso non è possibile saltare l'iniezione o inserire l'intera dose, se è divisa in più dosi.

Una corretta alimentazione è anche la base per la prevenzione delle complicanze. Le violazioni nella dieta più spesso e provocano il loro sviluppo.

Se, tuttavia, la condizione fosse iniziata e le complicazioni elencate del diabete potessero svilupparsi, la profilassi potrebbe essere inutile e sarà necessario l'aiuto qualificato dei medici.

La cosa principale nel trattamento del diabete è l'atteggiamento consapevole verso se stessi e il trattamento che viene effettuato. Solo in questo caso sarà possibile vivere con questa malattia senza preoccuparsi delle conseguenze.

Diabete di tipo 2 - sintomi, trattamento con farmaci e rimedi popolari, dieta e complicazioni

Le origini di molte malattie derivano da fallimenti nello scambio di zuccheri e lipidi complessi. Esattamente la stessa patogenesi è diversa e il diabete mellito di tipo 2, la cui diagnosi viene effettuata donando sangue per lo zucchero. Non sempre un eccesso di glucosio nel sangue indica il diabete, ma aumenta costantemente, rispetto ai valori normali, la quantità di carboidrati nel sangue - un segnale allarmante, che deve essere ascoltato.

Qual è il diabete di tipo 2

In un normale corpo sano, tutti i processi sono interrelati e fluiscono ciclicamente e senza intoppi. Il pancreas è impegnato nella produzione dell'insulina ormonale, che funge da "pass ticket" per l'erogazione di glucosio dal sangue alle cellule di cui ha bisogno. Le cellule hanno speciali stomi sensibili che, se esposti all'insulina, forniscono accesso all'assorbimento del glucosio. Il diabete di tipo 2 è l'insensibilità degli stomi all'insulina.

Il glucosio è essenziale per il cervello e le cellule del corpo per funzionare correttamente. Quando le cellule del corpo cessano di assorbirlo, un eccesso di zuccheri complessi si accumula nel sangue, che è pieno di gravi malattie per il corpo. Nelle fasi iniziali della malattia, l'insulina è abbondante nel sangue, ma non è necessaria per le cellule che "non vogliono" assorbire il glucosio e il pancreas smette gradualmente di produrre questo ormone. Negli stadi avanzati del diabete, le dosi di insulina necessarie per mantenere il funzionamento del corpo dovrebbero essere somministrate al paziente nella clinica sotto una flebo IV.

Sintomi del diabete di tipo 2

"Silent killer" è chiamato dottori di diabete 2 gradi. Questo nome è dovuto al fatto che i sintomi del diabete di tipo 2 non sono affatto espressi. Nella stragrande maggioranza dei casi, il diabete mellito di grado 2 viene rilevato durante un banale test glicemico di routine. Nella storia dei pazienti, i seguenti sintomi possono precedere la malattia:

  • irritabilità, debolezza costante, dimenticanza;
  • visione offuscata;
  • ferite che guariscono male agli arti, trasformandosi in ulcere croniche;
  • sete costante, l'uomo vuole costantemente bere;
  • minzione frequente a causa di un aumento del bere;
  • tordo cronico nelle donne, altre malattie causate da funghi o batteri;
  • prurito, secchezza, desquamazione della pelle;
  • il diabete mellito di tipo 2 nelle fasi finali può essere accompagnato da insufficienza renale, infarto e altre malattie molto pericolose.

Cause del diabete

L'iperglicemia in un tipo insulino-indipendente si sviluppa in modo molto impercettibile e graduale, ma le cause principali del diabete di tipo 2 sono le seguenti:

  • Fattori ereditari Se il paziente ha parenti, vicini o lontani, e hanno il diabete, allora il sangue per lo zucchero deve essere donato regolarmente, perché c'è un'alta probabilità di ereditare la malattia.
  • L'obesità addominale, cioè l'accumulo di grasso sull'addome e la minaccia del diabete aumenta in una proporzione geometrica con un aumento del peso corporeo - nella fase I dell'obesità, la probabilità di diabete aumenta di 2 volte, allo stadio II - già 5 volte, a III - quasi dieci volte.
  • Età. Il bambino può avere una forma autoimmune di diabete, il diabete mellito 2 si sviluppa in persone con un rallentamento legato all'età del metabolismo, disturbi del metabolismo endocrino e dei lipidi.

Complicazioni del diabete di tipo 2

Il diabete mellito 2 è pericoloso non per il suo decorso, ma per gli effetti del glucosio in eccesso nel sangue. Complicazioni del diabete di tipo 2 sono:

Le conseguenze acute sono le più pericolose, perché, senza assistenza tempestiva, portano alla morte di un diabetico in poche ore. Questo è:

  • una diminuzione improvvisa del livello di carboidrati nel sangue, che può portare al coma;
  • lo stesso forte aumento di glucosio, che è irto di coma iperosmolare;
  • aumentare la concentrazione di molecole chetoniche nel fegato;
  • un eccesso di lattato nel sangue associato a malattie concomitanti può provocare un coma tidotico lattico.

Gli effetti cronici e tardivi del diabete mellito hanno una chiara relazione reciproca e portano alle seguenti malattie:

  • aterosclerosi di capillari e vasi, che può causare malattie ipertensive e ischemiche;
  • adesione di piccoli vasi sugli arti, nella retina, che danneggia l'acuità visiva fino alla cecità e porta a ulcere non cicatrizzanti dai più piccoli graffi sulla pelle delle mani o dei piedi;
  • disfunzionalità renale, che è associata con il lavoro potenziato di questi organi nella rapida evacuazione di zucchero in eccesso dal sangue;
  • tendenza a malattie infettive che sono molto difficili da curare, fenomeni cancrenici alle gambe e ai piedi.

Trattamento del diabete di tipo 2

Il tasso di zucchero nel diabete di tipo 2 sale a 7 mmol / l. Il trattamento del diabete di tipo 2 ha lo scopo di garantire che il livello di carboidrati complessi nel sangue non sia superiore ai tassi massimi, pertanto gli endocrinologi applicano un ciclo completo di terapia. Consiste di:

  • metodi medicinali;
  • normalizzazione del peso del paziente;
  • dieta povera di carboidrati;
  • esercizio.

preparativi

In qualsiasi trattamento, è importante valutare l'effetto delle misure applicate, in modo che i pazienti debbano acquistare un glucometro, con il quale misurano periodicamente il loro livello di zucchero. Ad esempio, un nuovo misuratore di glucosio nel sangue con le indicazioni colore OneTouch Select® Plus. Ha un menu semplice in russo e alta precisione di misurazione. Grazie ai suggerimenti sul colore, è immediatamente chiaro se il glucosio è alto o basso, oppure è compreso nell'intervallo di destinazione. Questa funzione consente di prendere decisioni rapide su come procedere. In definitiva, la gestione del diabete diventa più efficace.

I farmaci antidiabetici per il trattamento del diabete di tipo 2 sono classificati in base ai seguenti gruppi principali:

  • stimoli per l'insulina;
  • aiutando a ripristinare i recettori cellulari alla sensibilità all'insulina in modo tale che il glucosio penetri nelle cellule e non circoli liberamente nel sangue;
  • misto;
  • contribuire alla maggiore evacuazione del glucosio dal corpo e dall'intestino.

Pillole efficaci

In base ai risultati delle analisi endocrine, risulta quale gruppo di farmaci di cui il paziente ha bisogno, è possibile prescrivere pillole specifiche per il diabete di tipo 2 per combattere la malattia. Se un paziente ha una carenza di insulina, gli vengono prescritti farmaci a base di sulfonilurea: Diabeton, Novonorm, Amaryl. Farmaci che aumentano la resistenza all'insulina - Aktos, Glucofage, Siofor. Le compresse di farmaci ad azione mista includono Byetta e Galvus. Se una persona ha una mancanza di circolazione cerebrale, allora Mexidol è prescritto in capsule.

Dieta per il diabete di tipo 2

Gli effetti gravi del diabete di tipo 2 sono causati da una cattiva alimentazione, quindi una dieta per i diabetici di tipo 2 è importante tanto quanto i farmaci. Dopo tutto, prendere cibi proibiti aumenterà inevitabilmente il livello di zucchero, che è pieno di coma e morte. La dieta per il diabete di tipo 2 è così importante che, nel rispetto della dieta, in base alle recensioni su siti Web e forum dedicati al diabete, le persone sperimentano una lunga remissione anche senza assumere farmaci speciali.

In caso di malattia da zucchero, è permesso mangiare cibi in cui non ci sono praticamente lipidi e zuccheri complessi per non provocare un eccesso di glucosio nel sangue. L'enfasi principale dovrebbe essere posta su cereali, verdure, frutta, in cui ci sono pochi zuccheri complessi, ma molte vitamine. È severamente vietato utilizzare i seguenti prodotti:

  • carne e pesce fritti grassi di qualsiasi varietà e tipo, brodi di carne, salsiccia affumicata, tritare;
  • qualsiasi lievito per dolci, pane, tutti i dolci;
  • latticini grassi, oli grassi animali;
  • sottaceti, sottaceti, patate e pasta;
  • fast food, zucchero, alcol, succhi di frutta dolce.

Menu per il diabete di tipo 2

La dieta dei diabetici è diversa dalle altre diete in quanto non possono morire di fame, soprattutto gli uomini. Il cibo nel diabete di tipo 2 dovrebbe fornire all'organismo i nutrienti necessari. Hai bisogno di mangiare spesso e pienamente, senza dimenticare la restrizione di zuccheri complessi e lipidi. Un menu di esempio per i diabetici di tipo 2 potrebbe essere:

  • Colazione: farina d'avena con un cucchiaio di miele e un bicchiere di latte scremato, un bicchiere di tè con dolcificante.
  • Pranzo: pompelmo o mela verde non zuccherata.
  • Pranzo: insalata "frusta" di cavolo fresco, carote, cetrioli e verdure, zuppa di brodo di pollo con verdure al vapore, pesce bollito, composta di frutta secca o bacche.
  • Spuntino: uova di pollo bollite, pomodori, succo di verdura.
  • Cena: pollo bollito o carne magra di tacchino con farina d'avena, un bicchiere di composta.
  • Al momento di coricarsi - 200 grammi di yogurt o kefir, secondo le recensioni, questo ha un effetto positivo sul tuo benessere.

Prevenzione del diabete

In termini di numero di morti, il diabete mellito è in testa dopo le malattie ischemiche e oncologiche, quindi la prevenzione del sifone di tipo 2 dovrebbe iniziare in gioventù. I medici raccomandano di aderire alle seguenti regole di comportamento al fine di ridurre al minimo la possibilità di ammalarsi di malattia da zucchero tipo 2:

  • Mangia Limitare i prodotti di farina usati, le patate e la pasta. Smetti di mangiare prima di andare a dormire. Dare la preferenza alle verdure con un gran numero di fibre vegetali.
  • Non disidratare il corpo. Bere almeno 0,5 litri di acqua minerale al giorno.
  • Dare al fisico lo sforzo fisico - fare sport, correre, camminare, non usare l'ascensore per almeno un giorno.
  • Monitora il tuo stato psicologico, non essere nervoso, sottoporsi periodicamente a esami del sangue endocrini e ormonali, soprattutto dopo quarant'anni.

Video: cibo per il diabete

Recensioni

Dopo 45 anni, sono stato colpito da una terribile malattia: il diabete. L'endocrinologo ha prescritto il trattamento e ha raccomandato di sbarazzarsi di 10 chili in più. Ho cambiato la dieta, mi sono iscritto al nordic walking, ho misurato costantemente lo zucchero con un glucometro. Dopo sei mesi di misure intensive, ho perso molto peso, il glucosio era non più di 5 mmol / l, e la mia salute era buona.

Ho sempre amato vino dolce e birra finché non ho superato i test e il dottore non ha diagnosticato SD2. Avevo paura di morire, ho completamente eliminato l'alcol dalla dieta, ho smesso di mangiare dolci e caramelle, ho smesso di fumare. Bevo medicina e ho iniziato a sentirmi molto meglio. Il misuratore di glicemia è sempre a portata di mano, è necessario misurare il loro zucchero più volte alla settimana.

Eleonora, 49 anni

Ero una donna molto grassa, un endocrinologo mi diceva sempre che avevo bisogno di dimagrire. E poi lo zucchero è stato trovato nelle analisi, 11 mmol / l! Il mio cuore faceva male, c'era alta pressione, stavo costantemente soffocando. Ho deciso di prendermi cura di me stesso, sono passato alla dieta corretta, ho perso 15 kg di peso in sei mesi. Il glucosio nel sangue è caduto alla normalità, la minaccia del diabete è passata.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Quali sono le conseguenze del diabete di tipo 2 negli uomini e nelle donne?

Il diabete mellito di qualsiasi tipo è una malattia molto astuta. Le conseguenze del diabete non sono meno terribili di lui stesso. Una persona malata può essere affetta da complicanze piuttosto gravi del decorso della malattia. Questi sono i seguenti:

  • nefropatia;
  • retinopatia diabetica;
  • artropatia;
  • microcircolazione compromessa;
  • angiopatia;
  • polineuropatia;
  • encefalopatia;
  • cataratta;
  • piede diabetico.

retinopatia

Se viene avviato il diabete del secondo tipo, può iniziare la patologia della retina. Praticamente ogni paziente, indipendentemente dall'età, può perdere la vista.

Ci sono tutte le nuove navi, gonfiore e aneurisma. Ciò è dovuto a un'emorragia puntuale nell'organo visivo. In questa situazione, la probabilità di distacco di retina è alta.

La retinopatia diabetica si verifica nelle persone con diabete di tipo 2 (sia negli uomini che nelle donne). Due decenni dopo l'inizio della malattia, la retinopatia colpisce già il 100% dei pazienti.

Lo stato della retina dipenderà direttamente dal grado di abbandono della malattia.

nefropatia

Se il processo di distruzione dei glomeruli renali e del tubulo inizia, allora possiamo parlare dell'inizio dello sviluppo della nefropatia. Le violazioni di processi metabolici causano patologie abbastanza serie di tessuti renali. Queste sono arterie e piccole arteriole.

La prevalenza di questa complicanza del diabete di tipo 2 raggiunge il 75% del numero totale di pazienti. La nefropatia diabetica può verificarsi per lungo tempo senza alcun sintomo.

Nelle fasi successive, può essere osservata insufficienza renale e in forma cronica. Se il caso è troppo avanzato, potrebbe persino richiedere una dialisi costante o un trapianto di rene. Con la nefropatia, un paziente di età avanzata o di mezza età riceverà un gruppo di disabili.

angiopatia

L'angiopatia è una complicanza piuttosto terribile del diabete di tipo 2. Quando si osserva questa malattia:

  • danno ai vasi sanguigni;
  • assottigliamento delle pareti dei capillari, loro fragilità e fragilità.

La medicina identifica 2 tipi di tali danni: microangiopatia e macroangiopatia.

Quando la microangiopatia colpisce i vasi sanguigni dei reni e degli occhi. Nel tempo, i problemi iniziano nel funzionamento dei reni.

Quando la macroangiopatia colpisce i vasi degli arti inferiori e del cuore. La malattia di solito procede in quattro fasi. Si verifica dapprima l'aterosclerosi arteriosa, che può essere diagnosticata solo mediante esame strumentale. Inoltre, il dolore inizia nella parte inferiore della gamba e nella coscia quando si cammina.

Al terzo stadio di sviluppo della malattia, il dolore alle gambe si intensifica, specialmente se il paziente assume una posizione orizzontale. Se cambi la posizione, il paziente diventa molto più facile.

Le ulcere compaiono nell'ultimo stadio della malattia e la cancrena inizia a svilupparsi. In assenza di cure mediche c'è un'alta probabilità di morte.

Disturbo del microcircolo

La principale causa delle complicanze del diabete è una violazione della microcircolazione nei vasi. Questo diventa un prerequisito per il fatto che in un'età sufficientemente giovane, i pazienti possono diventare disabili. Questa condizione può essere il risultato di problemi con la nutrizione dei tessuti. In alcuni casi, può iniziare lo sviluppo di un piede diabetico.

Piede diabetico

Questa malattia è causata da danni ai nervi e ai vasi sanguigni delle gambe nel diabete di tipo 2. C'è una violazione della nutrizione dei tessuti e della circolazione sanguigna attraverso i vasi. All'inizio della malattia, il paziente può avvertire formicolio o sensazione di bruciore sulla superficie degli arti inferiori.

Il paziente perseguirà costantemente:

  1. la debolezza;
  2. dolore alle gambe;
  3. intorpidimento degli arti;
  4. abbassando la soglia della sensibilità al dolore.

Se si è verificata un'infezione, la microflora patogena si diffonderà molto rapidamente, interessando altri organi diabetici. In base alla gravità del danno, si possono distinguere 3 fasi del piede diabetico:

  1. polineuropatia diabetica degli arti inferiori (le terminazioni nervose sono interessate);
  2. ischemico (malnutrizione del tessuto vascolare);
  3. misto (con grande pericolo di cancrena dei piedi).

Il gruppo di rischio comprende quelle persone che sono state ammalate di diabete per più di 10 anni. Per eliminare tale complicazione della malattia, è importante prestare particolare attenzione alle scarpe, evitando la formazione di calli e crepe sui piedi. Questo è particolarmente vero per gli uomini con orari di lavoro pesanti.

cataratta

Questa conseguenza del diabete di tipo 2 può causare perdita della vista. L'alto glucosio influisce negativamente sulla lente e sul fluido intraoculare.

La lente stessa inizia ad assorbire umidità e rigonfiamenti, il che porta a un cambiamento nella sua capacità di rifrangere.

La cattiva circolazione e le carenze nutrizionali possono essere la causa delle opacità del cristallino. È caratteristico che una cataratta colpisce contemporaneamente entrambi gli occhi.

È importante! Questa malattia può verificarsi in coloro che soffrono di diabete per lungo tempo. Se in giovane età si verifica una perdita della vista o una significativa riduzione della stessa, il paziente riceve un gruppo di disabilità.

encefalopatia

Con l'encefalopatia diabetica, è necessario comprendere il danno cerebrale. Potrebbe essere causato da:

  • disturbi circolatori;
  • fame di ossigeno;
  • morte di massa delle cellule nervose del cervello.

L'encefalopatia diabetica può manifestarsi come forte dolore alla testa, diminuzione della qualità della vista e sindrome astenica.

Questa patologia può essere rilevata in oltre il 90% dei pazienti con diabete. Nelle prime fasi della malattia non c'è quasi nessun sintomo. Inoltre, i sintomi della malattia saranno simili con il decorso dell'attività cerebrale alterata negli anziani.

Con lo sviluppo dell'encefalopatia, ci saranno:

  • aumento dell'ansia;
  • accumulo di affaticamento;
  • ridotta capacità di concentrazione;
  • aumento dell'insonnia;
  • aumentato mal di testa.

Il dolore alla testa può essere chiamato spremere e non dare l'opportunità di focalizzare l'attenzione. Il paziente non è in grado di camminare senza tremori, è sopraffatto da vertigini, oltre che da una mancanza di coordinazione.

Adynamia, letargia, disturbo della coscienza è collegata al quadro della malattia.

artropatia

L'artropatia diabetica si sviluppa in quei diabetici che soffrono di una malattia da più di 5 anni. La medicina conosce i casi in cui l'artropatia si è verificata nei giovani fino a 25-30 anni.

Con questo disturbo, il paziente avverte dolore mentre cammina. La malattia si presenta in una forma piuttosto grave e può diventare una causa di disabilità anche in giovane età. Tale patologia del sistema scheletrico può verificarsi a seguito di acidosi diabetica o perdita di sali di calcio.

Prima di tutto la malattia colpisce tali articolazioni:

Possono gonfiarsi leggermente e questo aumenterà la temperatura della pelle degli arti inferiori.

Una patologia così grave è l'estrema severità del diabete. A questo stadio della malattia si possono notare cambiamenti significativi nei livelli ormonali. L'intero processo dovrebbe essere supervisionato da un medico-endocrinologo.

Complicazioni e malattie concomitanti più comuni nel diabete di tipo 2

Il diabete con il tempo causa molte complicazioni pericolose. Spesso, possono essere la causa dell'ospedalizzazione e della morte del paziente, o un significativo deterioramento della sua qualità di vita e di salute.

Lo sviluppo incontrollato di complicazioni porta quasi sempre alla disabilità.

Quali sono le complicanze del diabete di tipo 2 più comuni e quali sono i metodi di trattamento e prevenzione?

Complicazioni del diabete di tipo 2 nelle donne e negli uomini

Tutte le complicazioni causate da questa malattia sono divise in acute e croniche.

Il primo tipo di complicanze, chiamato anche presto, include:

Tutte queste complicanze possono svilupparsi molto rapidamente e di solito richiedono il ricovero del paziente. In molti casi, sono le manifestazioni di queste complicazioni che costringono i pazienti con una diagnosi non specificata a vedere un medico per la prima volta.

La chetoacidosi si verifica a causa di disturbi metabolici metabolici e della mancanza di glucosio insulino-associato nel cervello. Per compensare la mancanza di energia, il corpo distrugge i lipidi e il glicogeno.

Poiché le riserve di quest'ultima sostanza sono piccole, si verifica un aumento della quantità di chetoni nel sangue - quindi il corpo cerca di cambiare le cellule del corpo per ricevere energia dal grasso diviso, e il glucosio ottenuto come risultato della gluconeogenesi al cervello.

Tuttavia, un'alta concentrazione di chetoni nel sangue peggiora significativamente le condizioni del corpo. Il sangue diventa viscoso e i chetoni influenzano negativamente le cellule, in particolare il tessuto nervoso, distruggendo le proteine. Il paziente perde conoscenza e può cadere in coma.

Chiamato anche coma lattico, l'acidosi lattica è meno comune, di solito nei diabetici con il secondo tipo di malattia più vecchia di cinquanta anni.

A condizione che vi sia una carenza di insulina e un'abbondanza di corpi chetonici nel corpo, inizia un rilascio attivo di enzimi complessi che abbattono i chetoacidi. Di conseguenza, la loro rapida decomposizione avviene con la formazione di una grande quantità di acido lattico. Se i muscoli e il fegato non sono in grado di elaborare una quantità sufficiente di acido, inizia l'acidosi lattica: avvelenamento da acido lattico.

Il paziente sente debolezza, sonnolenza. C'è dolore nella regione del cuore, la quantità di urina escreta diminuisce, il dolore muscolare e gli spasmi appaiono. Molto rapidamente, i sintomi aumentano, c'è dolore all'addome, vomito, grave nausea.

L'iperglicemia causa una maggiore resistenza del paziente all'insulina.

In queste condizioni, il glucosio non può passare attraverso le membrane cellulari ed essere convertito in energia necessaria per il funzionamento della cellula. Pertanto, questa sostanza inizia ad accumularsi nel sangue. La concentrazione di zucchero superiore a 5,5 mmol per litro di sangue indica lo sviluppo di iperglicemia.

L'iperglicemia è una complicazione a breve termine, ma causa molte complicazioni. Visione alterata, affaticamento, danni al fegato e ai reni e, infine, lo sviluppo della chetoisezia - a tutto ciò porta ad un aumento incontrollato dello zucchero.

L'ipoglicemia è la condizione opposta quando la quantità di glucosio scende al di sotto di 4 mmol / litro. Di conseguenza, le cellule non sono in grado di ricevere l'energia necessaria, la debolezza, il tremore degli arti, i cambiamenti di umore e lo sviluppo visivo. Nel tempo, potresti sentirti peggio fino allo svenimento.

L'alcol o alcuni farmaci possono anche portare all'ipoglicemia.

Le complicanze croniche appaiono lentamente e gradualmente. Di solito si osservano nei diabetici di tipo 2 con una lunga storia di malattia, soprattutto senza ottenere il trattamento necessario.

Una complicazione frequente di questo tipo è la retinopatia - deterioramento o perdita della vista a causa dell'effetto distruttivo dei chetoni sui vasi sanguigni dell'occhio. Di conseguenza, c'è una perdita di sangue e proteine ​​nella retina, che porta al suo distacco e cicatrici.

Circa la metà dei pazienti con esperienza di dieci anni e più hanno retinopatia di diversi gradi di sviluppo. La neuropatia è anche una complicanza cronica molto frequente del diabete. A causa della diminuzione del flusso sanguigno dovuta all'alta viscosità e sotto l'azione del glucosio, le fibre del tessuto nervoso sono danneggiate.

Gli obiettivi per la neuropatia più spesso diventano arti

Più spesso, i nervi periferici sono interessati, il che si riflette in una diminuzione della sensibilità degli arti del paziente. Questo porta allo sviluppo di nevrosi diabetica, perdita di sensibilità delle estremità, linguaggio lento, minzione incontrollata.

La microangiopatia, cioè un anormale ispessimento della membrana dei vasi sanguigni, appare anche a causa dell'esposizione ad elevate concentrazioni di glucosio. Di conseguenza, l'afflusso di sangue a certe parti del corpo si sta deteriorando e si sviluppano complicazioni quali necrosi e disturbi emorragici.

Cosa minaccia la malattia ai bambini?

Nei bambini, la malattia causa le stesse complicazioni degli adulti.

Inoltre, viene aggiunta la caratteristica della patologia solo per la giovane età.

Ad esempio, gli studi dimostrano che i bambini con diabete possono mostrare ritardo della crescita rispetto ai loro coetanei, soprattutto se i livelli di zucchero non sono attentamente controllati.

Inoltre, i bambini più degli adulti sono inclini a sbalzi d'umore dovuti a salti di zucchero. Ciò è dovuto alle caratteristiche della psiche e del sistema nervoso del bambino. Tali sbalzi d'umore possono diventare un problema significativo, soprattutto durante il periodo di socializzazione attiva del bambino.

Infine, una manifestazione molto frequente del diabete di tipo 2 in un bambino è un indebolimento del sistema immunitario, con conseguente suscettibilità a varie malattie infettive.

Complicanze diabetiche negli anziani

I diabetici della fascia di età avanzata hanno anche complicazioni caratteristiche. Pertanto, l'insorgenza di aterosclerosi è molto caratteristica per i pazienti oltre i cinquanta.

Molto spesso, la sconfitta delle navi inizia negli arti inferiori, poiché è lì che la circolazione sanguigna peggiora di più.

Lo sviluppo di aterosclerosi può portare a malattia coronarica, così come ictus o infarto. Inoltre, i diabetici di età superiore ai cinquanta sono altamente suscettibili allo sviluppo di cancrena degli arti inferiori - in essi si verifica molte volte più spesso rispetto alle persone con normale insulino-resistenza.

Cardiopatia e ictus sono anche una complicazione che si sviluppa in pazienti con diabete di età compresa tra 50 e 55 anni. Come dimostra la pratica, le patologie cardiache nei diabetici di questa fascia di età si sviluppano 4 volte più spesso rispetto a quelle che non hanno questa malattia.

Frequenti malattie concomitanti

Abbastanza patologie frequenti sullo sfondo del diabete sono varie reazioni allergiche.

Di solito sono innescati prendendo vari farmaci sullo sfondo dell'effetto di glucosio elevato sul corpo.

Lo spettro della malattia è ampio: da eruzioni cutanee a edema respiratorio potenzialmente letale.

L'ipertensione è anche un frequente "compagno" del diabete. Il suo sviluppo di solito si verifica sullo sfondo di eccesso di peso o obesità e porta allo sviluppo di malattie del cuore, dei vasi sanguigni e della morte prematura del paziente.

Inoltre, il diabete è uno dei fattori che provocano lo sviluppo delle cellule tumorali.

Gli studi dimostrano che il diabete non inibisce solo le funzioni protettive del corpo, riducendo così la sua capacità di combattere le cellule tumorali.

I recettori di insulina in eccesso possono anche provocare il cancro del pancreas e della vescica.

Caratteristiche del trattamento del diabete complicato

Il diabete ha paura di questo rimedio, come il fuoco!

Hai solo bisogno di applicare.

Vale la pena notare che questo complica il trattamento e richiede una grande attenzione da parte del medico nella selezione dei farmaci e il loro dosaggio, raccomandazioni dietetiche e procedure terapeutiche.

In caso di complicanze acute, il trattamento viene sempre eseguito in un ospedale con monitoraggio costante non solo del glucosio, ma anche di tutti i principali parametri biologici del paziente.

Dopo l'implementazione di misure urgenti - la normalizzazione del glucosio, la reidratazione e l'eliminazione dei fattori che provocano una complicazione - il paziente rimane in ospedale per il tempo necessario a ripristinare i suoi indicatori biologici al tasso accettabile per il diabete.

Le complicanze croniche richiedono una terapia lunga, spesso per tutta la vita. Allo stesso tempo, sono importanti l'autocontrollo regolare da parte del paziente stesso e la valutazione periodica della sua condizione da parte di uno specialista.

Prevenzione degli effetti dannosi per diabetici

Oltre al corretto e costantemente adattato dallo specialista del trattamento, l'autocontrollo è il più importante nella prevenzione delle complicanze.

Si tratta principalmente di controllare i livelli di glucosio e mantenere questi indicatori al livello più alto possibile, costantemente basso.

È importante non smettere di prendere i farmaci prescritti e non cambiare il dosaggio - questo può portare allo sviluppo di pericolose complicanze. Inoltre, improvvisi "salti" nei livelli di glucosio possono anche causare danni significativi alle cellule del corpo e causare lo sviluppo di malattie associate.

Altrettanto importante è il controllo del peso corporeo. Quindi, è l'obesità che provoca malattie coronariche nei diabetici e complica il corso del loro trattamento. La normalizzazione del peso corporeo è una condizione importante per aumentare la durata della vita del paziente.

Video utile

Le principali raccomandazioni su come evitare complicanze del diabete mellito:

È necessario ricordare l'igiene personale e la necessità di uno sforzo fisico moderato. L'autocontrollo e la stretta osservanza delle normative permetteranno di evitare complicazioni potenzialmente letali con un alto grado di probabilità. Con la giusta attitudine del paziente verso la salute, l'aspettativa di vita del diabetico è quasi pari all'aspettativa di vita media della persona che non soffre di questo disturbo.

  • Stabilizza a lungo i livelli di zucchero
  • Ripristina la produzione di insulina da parte del pancreas

Registra dal medico: +7 (499) 116-79-45

Il diabete mellito di tipo 2 (chiamato anche diabete non insulino dipendente) o il diabete mellito, è una malattia metabolica caratterizzata da iperglicemia cronica, che provoca una violazione della secrezione di insulina o anomalie nel processo di interazione insulinica con le cellule dei tessuti. In altre parole, la particolarità del diabete mellito di tipo 2 è il normale assorbimento dello zucchero dall'intestino in violazione del trasferimento di zucchero dal sangue ad altre cellule del corpo.

Molto spesso, il diabete di tipo 2 si sviluppa dopo l'età di 40 anni nelle persone obese e rappresenta circa il 90% dei casi di tutti i tipi di diabete. Progredisce lentamente, in rari casi accompagnato da chetoacidosi - una violazione del metabolismo dei carboidrati causata da carenza di insulina e manifestata come un alto contenuto di glucosio nel sangue e nei corpi chetonici.

Cause del diabete non insulino-dipendente

SD II è una malattia ereditaria. La maggior parte delle persone con questo tipo di malattia è sovrappeso. Pertanto, l'obesità è un importante fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Altri fattori di rischio includono:

  1. Etnia (ad esempio, gli afroamericani hanno la malattia più spesso);
  2. Stile di vita sedentario;
  3. Dieta inadeguata con un alto contenuto nella dieta di carboidrati raffinati e fibre a basso contenuto di fibre e grossolane;
  4. La presenza di ipertensione, vale a dire alta pressione;
  5. Presenza di malattie cardiovascolari.

Inoltre, le donne con ovaio policistico e quelle che hanno dato alla luce un bambino di peso superiore ai 4 chilogrammi appartengono al gruppo a rischio.

Sintomi del diabete di tipo 2

Il diabete II è caratterizzato dai seguenti processi interni:

  1. C troppo alto livello di glucosio nel sangue, che porta allo sviluppo di diuresi osmotica, vale a dire eccessiva perdita renale di acqua e sali. Questo causa disidratazione (disidratazione) e lo sviluppo di una carenza di potassio, sodio, magnesio, cationi di calcio e anioni di cloro, bicarbonato e fosfato.
  2. Ridotta capacità dei tessuti di catturare e riciclare (utilizzare) il glucosio.
  3. Maggiore mobilitazione di altre fonti energetiche alternative (amminoacidi, acidi grassi liberi, ecc.).

Il livello di glucosio è determinato dall'analisi biochimica del sangue, di più qui.

Esternamente, questi processi patologici si manifestano nei seguenti sintomi:

  1. Mucose secche, grande sete, anche con alcolici pesanti;
  2. Debolezza e stanchezza generale e muscolare;
  3. Frequenti aritmie cardiache;
  4. Poliuria: minzione frequente e abbondante;
  5. Spasmi muscolari;
  6. Prurito della pelle;
  7. Scarsa guarigione delle ferite;
  8. Deviazioni dal peso corporeo normale: obesità / perdita di peso;
  9. Malattie infettive frequenti;
  10. Lesioni visive, ecc.

Diagnosi del diabete non insulino-dipendente

Il problema di fare una diagnosi sulla base dei sintomi indicati è che nel caso del diabete mellito i sintomi elencati sono espressi in vari gradi, appaiono irregolarmente e in modo non uniforme, a volte scompaiono del tutto. Ecco perché l'analisi di laboratorio del sangue, che rivela il livello di zucchero nel sangue, misurata in millimoli per litro (mmol / l), è di particolare importanza nella diagnosi di diabete II. Sangue capillare per analisi preso a stomaco vuoto, e poi - 2 ore dopo un pasto.

In una persona sana, il livello normale di zucchero è 3,5-5 mmol / l. 2 ore dopo aver mangiato, il livello normale di zucchero sale a 7-7,8 mmol / l.

Se queste cifre sono rispettivamente superiori a 6,1 mmoli / 1 e superiori a 11,1 mmoli / 1, possiamo già parlare di una diagnosi di "diabete mellito di tipo 2". Questo può essere confermato dal contenuto di zucchero nelle urine.

Trattamento del diabete di tipo 2

Il tipo 2 è considerato una forma più "mite" di diabete mellito rispetto al tipo 1: i suoi sintomi sono meno pronunciati e riducono il disagio e la sofferenza del paziente. Ma ignorare anche i sintomi implicitamente espressi, prevedendo che la malattia "passerà da sola" è estremamente imprudente e semplicemente inaccettabile. Sfortunatamente, non è in grado di curare il diabete II, ma il diabete può essere "gestito" vivendo una vita lunga e piena.

La chiave per una vita piena nel diabete è un attento controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, è impossibile superare i test di laboratorio più volte al giorno. I glucometri portatili, come OneTouch Select, vengono in soccorso: sono compatti, facili da portare con te e controllano il glucosio dove ne hai bisogno. Facilita il controllo dell'interfaccia in russo, segna prima e dopo i pasti. Il dispositivo è estremamente semplice da usare, mentre è differente la precisione di misura. Con l'aiuto di un glucometro portatile puoi tenere sotto controllo la malattia.

Il regime di trattamento per il diabete insulino-dipendente dipende dallo stadio di sviluppo della malattia. Così, nella fase I, viene mostrata al paziente dieta, riduzione dello stress, esercizio fisico moderato (camminare all'aria aperta, andare in bicicletta, nuotare), poiché anche una leggera perdita di peso in questa fase può normalizzare il metabolismo dei carboidrati nel corpo e la sintesi del glucosio il fegato.

Il rispetto della dieta per il diabete II comporta:

  • pasti equilibrati frazionati (5-6 pasti al giorno), secondo il programma e in piccole porzioni;
  • limitazione all'uso di carboidrati, proteine ​​e grassi saturi semplici e facilmente digeribili, nonché di sale e alcol;
  • un aumento del contenuto dietetico di cibi ricchi di fibre, vitamine e altri microelementi necessari per l'organismo (compresa l'assunzione di compresse multivitaminiche);
  • in caso di eccesso di peso - dieta ipocalorica (fino a 1800 kcal al giorno).

L'unico farmaco usato nella prima fase della malattia è la metformina. Alle fasi II e III, la dieta e l'esercizio fisico sono combinati con l'assunzione di farmaci privi di insulina. Tra i farmaci usati nel trattamento del diabete insulino-dipendente, ci sono i seguenti gruppi:

  1. I preparati del gruppo sulfonilurea (SM) della 2a generazione (clorpropamid, tolbutamide, glimepiride, glibenclamide, ecc.) Stimolano la secrezione di insulina nel pancreas e riducono la resistenza dei tessuti periferici (fegato, tessuto muscolare, tessuto adiposo) all'ormone.
  2. Preparativi del gruppo delle biguanidi: oggi è solo metformina. Riduce la sintesi del glucosio nel fegato e il suo assorbimento nell'intestino, migliora l'assorbimento dello zucchero da parte delle cellule e aumenta la sensibilità dei tessuti agli effetti dell'insulina. Prevalentemente metfomin è assegnato ai diabetici obesi in pazienti che stanno vivendo vari tipi di difficoltà con la perdita di peso.
  3. I derivati ​​del tiazolidinone (rosiglitazone, troglitazone) aumentano l'attività dei recettori dell'insulina e quindi riducono il livello di glucosio, normalizzando il profilo lipidico.
  4. Gli inibitori dell'alfa-glucosidasi (miglitol, acarbose) interferiscono con l'assorbimento dei carboidrati nel tratto gastrointestinale, riducendo l'iperglicemia e la necessità di insulina che si verifica dopo un pasto.
  5. Gli inibitori Dipeptidyl peptidiase 4 (vildagliptin, sitagliptin) aumentano la sensibilità al glucosio nelle cellule beta del pancreas, che migliora la secrezione di insulina glucosio-dipendente.
  6. Incretine (peptide-1 glucagone-simile o GLP-1) portano ad un aumento della secrezione di insulina glucosio-dipendente, migliorano la funzione delle cellule beta e sopprimono l'aumentata secrezione di glucagone.

Il trattamento farmacologico inizia con la monoterapia (prendendo 1 farmaco), e quindi diventa una combinazione, cioè, l'assunzione simultanea di 2 o più farmaci ipoglicemici.

In caso di complicanze, il trattamento combinato è integrato con il trattamento con insulina. La sua introduzione è una sorta di alternativa al lavoro del pancreas, che normalmente dovrebbe determinare il livello di zucchero contenuto nel sangue e evidenziare la quantità appropriata di insulina.

L'insulina viene iniettata nel corpo sotto forma di iniezione per via sottocutanea, poiché l'ingestione di insulina per via orale (attraverso la bocca) porterà alla distruzione del farmaco dal succo gastrico.

È più difficile ricostituire la capacità del pancreas, come il rilascio tempestivo di insulina, vale a dire. al momento giusto Pertanto, è estremamente importante per la capacità del paziente di combinare, coordinare i pasti e le iniezioni in modo tale che il livello di zucchero sia normalmente mantenuto in ogni momento, evitando sia l'iperglicemia, vale a dire alti livelli di zucchero nel sangue e ipoglicemia - il suo basso contenuto.

Complicazioni del diabete non insulino dipendente

Scorrendo inosservato dal paziente, il diabete II non compensato può gradualmente influire negativamente sulla sua salute e alla fine portare a gravi complicazioni - le cosiddette "complicazioni tardive del diabete", che si sviluppano diversi anni dopo. Un paziente con questo tipo di diabete aumenta significativamente il rischio di infarto e ictus, circolazione del sangue e metabolismo dei grassi sono disturbati, ipertensione arteriosa è osservata, la sensibilità negli arti inferiori è persa, organi di vista e reni sono interessati, ecc.

Ci sono le seguenti complicazioni nel diabete mellito di tipo 2:

  1. Microangiopatia diabetica - danno alle pareti dei piccoli vasi sanguigni: violazione della loro permeabilità, aumento della fragilità, tendenza a formare coaguli di sangue e sviluppo di aterosclerosi dei vasi sanguigni.
  2. Macroangiopatia diabetica - danno alle pareti dei grandi vasi sanguigni.
  3. Polineuropatia diabetica - disturbi del sistema nervoso associati alla micropatia: polineurite dei nervi periferici, paresi, paralisi, ecc.
  4. Artropatia diabetica - "crunch" nelle articolazioni, dolore in loro, restrizione della mobilità, diminuzione del volume del liquido sinoviale, aumento della sua viscosità.
  5. Oftalmopatia diabetica - sviluppo precoce della cataratta, ad es. annebbiamento della lente.
  6. Retinopatia diabetica - lesione non infiammatoria della retina, ecc.
  7. Nefropatia diabetica - danno renale, manifestato in presenza di corpuscoli sanguigni e proteine ​​nelle urine, nei casi gravi - accompagnato da glomerulosclerosi e insufficienza renale.
  8. Encefalopatia diabetica - alterazioni della psiche e dello stato emotivo del paziente, labilità emotiva (mobilità), depressione, sintomi di intossicazione del sistema nervoso centrale.

Il trattamento delle complicanze del diabete viene effettuato sotto la supervisione di un endocrinologo e di un medico specialista (oftalmologo, neuropatologo, cardiologo, ecc.).

Non dimenticare che oggi il diabete è la terza tra le malattie - le principali cause di morte (dopo le malattie cardiovascolari e oncologiche). Pertanto, in caso di qualsiasi sintomo del diabete, trascurare la propria salute, aspettandosi che la malattia "passi da sola", o cercare di affrontare i segni della malattia con i "metodi della nonna" è un errore inaccettabile e imperdonabile.

Altri Articoli Sul Diabete

Ogni persona sceglie da sé se prendere bevande alcoliche o fare una scelta in favore di uno stile di vita sano. La cosa principale è che una persona che beve almeno occasionalmente, è sana e non ha malattie croniche.

Quando vengono ignorati, un odore chimico appare dalla bocca, una persona perde conoscenza e si verifica un coma.

Un esame del sangue per lo zucchero è assegnato a un adulto o bambino, se ci sono sintomi sospetti in forma di affaticamento, stanchezza, debolezza, sensazione di sete.