loader

Principale

Trattamento

Cause della sindrome metabolica

Sotto la sindrome metabolica comprendere i disordini metabolici, indicando un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e diabete insulino-indipendente tipo. La base di questa sindrome è l'immunità all'insulina delle cellule. I pazienti soffrono di glicemia elevata. Tuttavia, non arriva nella quantità richiesta ai tessuti.

Cos'è questa malattia?

La sindrome metabolica è un aumento della massa di grasso sottocutaneo riducendo la sensibilità delle cellule e dei tessuti del corpo all'insulina. I pazienti sono diagnosticati con obesità. Scienziati americani nei primi anni '90. il secolo scorso ha scoperto che la sindrome metabolica si manifesta in una persona se ha almeno due di queste condizioni patologiche:

  • ridotta tolleranza ai carboidrati;
  • aumentare la resistenza dei tessuti all'insulina;
  • violazione del metabolismo dei grassi nel corpo;
  • aumento della tendenza a formare coaguli di sangue;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • l'obesità.

I dati dell'OMS indicano che in Europa solo almeno 60 milioni di persone hanno la sindrome metabolica, cioè hanno contemporaneamente un'alta probabilità di sviluppare il diabete. Casi dello sviluppo della sindrome metabolica e tra i giovani. Questo è uno dei problemi più comuni della medicina, associato principalmente allo stile di vita sbagliato.

Cause della sindrome

L'insulina, senza esagerare, è uno degli ormoni più importanti per l'uomo. Ma per essere attivo, ha bisogno di legarsi ai recettori sensibili all'insulina. Solo in questo modo può entrare nella cellula e svolgere le sue funzioni, principalmente legate alla regolazione del livello di glucosio.

La sindrome metabolica interrompe il normale corso di questi processi. La resistenza all'insulina è la causa principale di questa sindrome e causa anche il diabete. Cause di insulino-resistenza:

  • disposizione ereditaria;
  • insensibilità dei recettori dell'insulina;
  • il lavoro del sistema immunitario che produce anticorpi specifici;
  • la sindrome metabolica a causa della resistenza all'insulina può svilupparsi a causa della produzione di insulina anomala, non è in grado di partecipare alla regolazione dell'insulina.

La sindrome metabolica ha altre cause.

  1. Dieta con quantità aumentate di grassi e carboidrati. Causa principalmente l'obesità e contribuisce all'accumulo di colesterolo. Elevate quantità di glucosio e grasso possono causare il diabete.
  2. Stile di vita inattivo A causa della diminuzione dell'attività motoria, l'intensità dei processi metabolici diminuisce. Provoca obesità e diabete.
  3. Ipertensione a flusso prolungato e non trattato. A causa di ciò, la circolazione sanguigna periferica è compromessa, il che contribuisce anche a ridurre la sensibilità all'insulina dei tessuti.
  4. A causa della dipendenza da una dieta ipocalorica nell'uomo, il metabolismo è anche disturbato. Cellule e tessuti iniziano a "risparmiare" energia. Questo processo provoca l'obesità. Uno stato prolungato di obesità e una dieta squilibrata possono causare il diabete.
  5. Lo stress interrompe la produzione di insulina aumentando i livelli di glucosio.
  6. Assunzione di glucagone, corticosteroidi, ormoni tiroidei aumenta i livelli di glucosio, in quanto sono antagonisti dell'insulina.
  7. Un sovradosaggio di insulina, che si verifica più spesso nelle persone con diabete mellito insulino-dipendente.
  8. Violazioni dello sfondo ormonale.
  9. L'età cambia
  10. Apnea.

Segni di sindrome metabolica

Quindi, il meccanismo di sviluppo del diabete mellito è che a causa della bassa attività, la sensibilità dei meccanismi responsabili dell'interazione delle cellule con l'insulina è disturbata. Per questo motivo, il pancreas produce più di questo ormone. A causa dell'iperinsulinemia, l'obesità si sviluppa, il metabolismo lipidico viene disturbato e la pressione sanguigna aumenta. Infine, il metabolismo insulinico alterato aumenta la quantità di glucosio con tutte le conseguenze negative. Tutto questo in un complesso e sviluppa la sindrome metabolica.

La sindrome metabolica si sviluppa in modo impercettibile, il che la rende particolarmente insidiosa. Soggettivamente, i pazienti si lamentano di tali sintomi.

  1. Deterioramento dell'umore in uno stato di fame.
  2. Alta stanchezza dovuta al fatto che le cellule del corpo sono costantemente affamate. Tuttavia, ciò si verifica contro una quantità eccessiva di glucosio nel sangue.
  3. Appetito Disturbato. L'uomo più vuole dolce.
  4. Palpitazioni. Ciò è dovuto all'attività dell'insulina.
  5. Dolore al cuore
  6. Dolore alla testa (associato a costrizione dei vasi sanguigni che alimentano il cervello).
  7. Nausea.
  8. Violazioni del coordinamento dei movimenti.
  9. La sete, secchezza della mucosa orale indica che una persona sviluppa il diabete.
  10. Aumento della suscettibilità alla costipazione, principalmente a causa dell'interruzione del tratto digestivo.
  11. Aumento della formazione del sudore, specialmente di notte.

Esternamente, la sindrome metabolica rileva questi sintomi.

  1. Obesità addominale. Si manifesta con una marcata deposizione di grasso sull'addome e sulle spalle (il cosiddetto ventre di birra). Lo strato di grasso inizia a crescere intorno agli organi. Il grasso inizia a secernere sostanze che influenzano favorevolmente l'insorgenza dell'obesità e aumentano la quantità di sostanze coinvolte nella coagulazione del sangue.
  2. La comparsa di macchie rosse sulla pelle è associata a vasocostrizione.
  3. Gli indicatori della pressione sanguigna cambieranno.

I seguenti cambiamenti del sangue di laboratorio si verificano:

  • aumento dei trigliceridi;
  • la quantità del cosiddetto colesterolo buono diminuisce e viceversa la quantità di aumenti del colesterolo alto molecolare;
  • livello di glucosio a digiuno;
  • la tolleranza al glucosio si sta deteriorando;
  • Le molecole proteiche appaiono nelle urine a causa delle anormalità dei reni.

Tutto ciò suggerisce che una persona sviluppa il diabete.

Il ruolo della sindrome metabolica nello sviluppo del diabete

Il diabete mellito (indipendente dall'insulina) è una delle complicanze più significative della sindrome metabolica. Le persone con tali disturbi metabolici sono a rischio di diabete di due volte e mezzo più spesso rispetto ad altri casi. I pazienti con normale tolleranza al glucosio hanno anche un aumentato rischio di sviluppare il diabete.

Questa relazione è dovuta principalmente al fatto che la violazione della suscettibilità delle cellule e dei tessuti del corpo all'insulina è il punto di partenza per lo sviluppo del diabete. Il pancreas comincia a funzionare per usura e presto si rifiuta completamente di produrre insulina. Il frequente aumento di glucosio induce il pancreas a produrre grandi quantità di insulina. I processi metabolici nel corpo si arrabbiano e la persona si ammala di diabete insulino-dipendente.

Il gruppo di rischio comprende pazienti con tali malattie:

  • ipertensione;
  • obesità (particolarmente pronunciata);
  • cardiopatia ischemica;
  • fegato grasso;
  • stile di vita sedentario, specialmente dopo i 35 anni;
  • eredità sfavorevole.

Caratteristiche della diagnosi della sindrome metabolica

Terapeuti ed endocrinologi sono solitamente coinvolti nella diagnosi della sindrome. In primo luogo, il medico conduce un esame con la cronologia delle collezioni. Assicurati di misurare il peso corporeo, la circonferenza dell'anca, la vita, la pressione sanguigna. L'indice di massa corporea è misurato: per questo, il peso di una persona (in chilogrammi) è diviso per l'indicatore di altezza in metri e in centimetri, al quadrato. Ad esempio, con un peso corporeo di 80 kg e una crescita di 1,7 m, questo indice sarà 80 / (1,7 * 1,7) = 80 / 2,89 = 27,6. La norma è 18,5-25. Nel caso precedente, abbiamo a che fare con la pre-obesità, cioè con sovrappeso.

Assicurati di effettuare anche ricerche di laboratorio sulla pelle. Un'analisi della biochimica aiuterà a rilevare le violazioni caratteristiche di questa sindrome.

Trattamento della sindrome

Se un paziente ha sintomi di sindrome metabolica, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile. In primo luogo è l'osservanza della dieta corretta e la normalizzazione dell'attività fisica. L'aderenza sistematica alla dieta contribuisce a una persistente perdita di peso nei primi sei mesi.

Il trattamento dell'ipertensione consiste principalmente nell'assunzione di farmaci antipertensivi. Devono avere un effetto duraturo. Prelevare il trattamento con tali farmaci può essere solo un medico sulla base dell'anamnesi, dei test di laboratorio e delle caratteristiche individuali del paziente.

Il trattamento delle patologie del metabolismo dei grassi include l'assunzione di statine e fibrati. Abbassano la quantità di colesterolo nel sangue. La correzione della resistenza all'insulina è obbligatoria: per questo scopo è necessario assumere farmaci ipoglicemizzanti.

Il trattamento della sindrome metabolica è impossibile senza l'assunzione di vitamine, farmaci che normalizzano il metabolismo. Il trattamento per l'obesità consiste di:

  • la nomina di inibitori di assorbimento grasso;
  • prendere soppressori dell'appetito;
  • prescrivere sedativi

Il ruolo della dieta nel trattamento della sindrome metabolica

Il trattamento della sindrome metabolica, soprattutto quando viene diagnosticato un obesità a un paziente, è molto meglio se passa a una dieta a basso contenuto di carboidrati. Ciò è dovuto principalmente al fatto che è purtroppo impossibile guarirlo completamente oggi. Tuttavia, può essere controllato in modo molto efficace. Una dieta a basso contenuto di carboidrati con la sindrome metabolica è una condizione importante per il benessere del paziente.

La pratica dimostra che il trattamento di questa sindrome con diete "affamate", l'assunzione di farmaci che correggono l'appetito e così via, è spesso inefficace. Senza una motivazione positiva del paziente, una correzione efficace dei disturbi metabolici è impossibile.

Il problema dell'obesità addominale, la ridotta sensibilità delle cellule e dei tessuti del corpo all'insulina, i livelli ematici elevati di colesterolo e trigliceridi sono ben risolti da una dieta a basso contenuto di carboidrati. La sua essenza è che con il diabete, indipendentemente dal tipo, è necessario mangiare cibi che riducono lo zucchero nel sangue:

  • qualsiasi prodotto a base di carne;
  • uova;
  • pesce e latticini;
  • formaggio e burro;
  • tutte le verdure verdi;
  • noci.

È questa dieta con la sindrome metabolica è considerata la più efficace. Altre diete non consentono di controllare il contenuto di zucchero. Una tale dieta è perfetta per coloro a cui viene diagnosticato il diabete. Dopo tutto, gli indicatori glicemici tornano rapidamente alla normalità in pochi giorni.

La prevenzione della sindrome metabolica è uno stile di vita attivo, la lotta contro le cattive abitudini, una corretta alimentazione. Le persone con eredità sfavorevole in termini di diabete dovrebbero essere regolarmente esaminate da un medico. Viene mostrata la correzione dei disturbi mentali, così come il trattamento tempestivo dell'ipertensione. È necessario monitorare la prevenzione delle complicanze del diabete.

Sindrome metabolica e diabete

Nella seconda metà del secolo scorso, il numero di pazienti con malattie cardiovascolari associate a aterosclerosi e diabete mellito, cominciò a crescere abbastanza rapidamente e costantemente. Analizzando la situazione, i medici hanno notato che lo sviluppo di ipertensione, angina pectoris e diabete mellito è spesso preceduto da una condizione caratterizzata da una combinazione di vari disturbi, che mostrano poco esternamente: alterazioni nella composizione del sangue (lipidico), ridotta tolleranza al glucosio, sovrappeso...

Per la prima volta, ne parlarono nel 1922, nel 1966 fu introdotto il concetto di "trisindrome metabolica" - in questa condizione intendevano una combinazione di diabete di tipo 2, gotta e disturbi del metabolismo del colesterolo. Più tardi, dal 1988, questo complesso cominciò a chiamarsi "Sindrome X", nel 1989 suggerirono il nome di "quartetto della morte", e ora viene spesso definito sindrome metabolica.

L'interesse dei medici in questa condizione non è casuale: circa un terzo dei pazienti di terapeuti, cardiologi ed endocrinologi hanno segni della sindrome chiamata. Gli studi condotti negli ultimi anni mostrano che questa non è una semplice combinazione di vari problemi, ma un singolo processo patologico con una causa comune. E questa ragione non è altro che insulino-resistenza: la sensibilità molto debole dei recettori dell'insulina all'insulina, di cui abbiamo già parlato più di una volta. Non molto tempo fa, gli esperti britannici hanno identificato un gene che causa l'obesità e controlla anche il rischio di sviluppare il diabete. Questo gene si trova sul cromosoma vicino al gene, che determina l'intensità del metabolismo.

La diagnosi di sindrome metabolica viene somministrata a pazienti che presentano i seguenti sintomi e condizioni:

  • obesità addominale;
  • insulino-resistenza;
  • ridotta tolleranza al glucosio, a volte in combinazione con un aumento del glucosio a digiuno (prediabete);
  • violazione della composizione del colesterolo nel sangue;
  • aumentare la pressione sanguigna.

Negli ultimi anni, un sacco di lavoro scientifico su questo argomento. Ognuno di loro sta gradualmente espandendo la lista delle violazioni, quindi, le discrepanze nel nome: tri-sindrome, "quartetto"... Oggi, la maggior parte degli scienziati è incline a credere che anche questi pazienti abbiano i seguenti problemi:

  • infiammazione vascolare cronica (rilevata mediante analisi biochimiche);
  • violazioni del sistema di coagulazione del sangue nella direzione di aumentati coaguli di sangue;
  • un aumento di acido urico nel sangue - il colpevole per lo sviluppo della gotta;
  • infertilità nelle donne.

Ci sono un certo numero di altre violazioni.

Gli ulteriori esperti avanzano nello studio della sindrome metabolica, maggiore sarà il numero dei suoi sintomi - questa è la prova inconfutabile che tutto nel corpo è interconnesso e queste connessioni sono molto sfaccettate.

Parleremo delle componenti classiche della sindrome metabolica, che occupano sempre le prime cinque posizioni nella lista, sopra indicate.

La violazione della composizione del colesterolo nel sangue e la natura della resistenza all'insulina, così come l'ipertensione arteriosa sono state discusse nei capitoli precedenti. Abbiamo menzionato l'obesità solo di passaggio, eppure questo argomento richiede una discussione seria separata.

Sindrome metabolica e diabete - Un mostro chiamato "obesità"

È vero che questo è un mostro? Stiamo esagerando la vernice?

Questo è ciò che mostrano le statistiche.

Osserva attentamente: se prendi la mortalità da una varietà di ragioni nelle persone con un peso corporeo normale per unità, si scopre che è sottile (BMI

Cos'è la sindrome metabolica: descrizione, segni e prevenzione del diabete

Oggi, i leader nel numero di morti sono malattie del sistema cardiovascolare (ictus, infarto del miocardio) e diabete di tipo 2, quindi l'umanità ha lottato a lungo e testardamente con questi disturbi. La base delle misure preventive contro qualsiasi malattia è l'eliminazione dei fattori di rischio.

La sindrome metabolica è un termine usato nella pratica medica per la diagnosi precoce e l'eliminazione dei fattori di rischio per il diabete e le malattie cardiovascolari. Al suo interno, la sindrome metabolica e un gruppo di fattori di rischio per il diabete e le malattie cardiovascolari.

Le violazioni nell'ambito della sindrome metabolica rimangono inosservate per molto tempo. Spesso iniziano a formarsi nell'infanzia o nell'adolescenza e formano le cause del diabete, delle malattie aterosclerotiche, dell'ipertensione arteriosa.

Spesso i pazienti con obesità; livelli glicemici leggermente elevati; la pressione sanguigna, situata al limite superiore della norma, non riceve la dovuta attenzione. Il paziente riceve l'attenzione dei medici solo quando i criteri di rischio comportano lo sviluppo di una malattia grave.

È importante che tali fattori siano identificati e corretti il ​​prima possibile e non quando il sistema cardiovascolare si profila all'orizzonte.

Per la comodità di praticare i medici e gli stessi pazienti, sono stati stabiliti criteri chiari, grazie ai quali è stato possibile impostare la diagnosi della sindrome metabolica con un esame minimo.

Oggi, la maggior parte dei professionisti medici ricorre a una singola definizione che caratterizza la sindrome metabolica nelle donne e negli uomini.

È stato proposto dalla Federazione Internazionale del Diabete: una combinazione di obesità addominale con due ulteriori criteri (ipertensione arteriosa, metabolismo dei carboidrati alterato, dislipidemia).

Sintomi sintomatici

Per cominciare, vale la pena di considerare più in dettaglio la sindrome metabolica, i suoi criteri e sintomi.

L'indicatore principale e obbligatorio è l'obesità addominale. Cos'è? Nell'obesità addominale, il tessuto adiposo si deposita principalmente nell'addome. Tale obesità è anche chiamata "androide" o "come una mela". È importante notare l'obesità e il diabete.

L'obesità "ginoide" o "come una pera" è caratterizzata dalla deposizione di tessuti grassi nelle cosce. Ma questo tipo di obesità non ha conseguenze così gravi come il precedente, quindi non appartiene ai criteri della sindrome metabolica e non sarà considerato in questo argomento.

Per determinare il grado di obesità addominale, è necessario prendere un centimetro e misurare il volume della vita nel mezzo della distanza tra le estremità delle ossa iliache e archi costali. La misura della vita di un uomo appartenente a una razza caucasoide, più di 94 cm, è un indicatore dell'obesità addominale. La donna ha un girovita di oltre 80 cm, segnala lo stesso.

I tassi di obesità per la nazione asiatica sono più rigorosi. Per gli uomini, il volume ammissibile è di 90 cm, per le donne rimane lo stesso - 80 cm.

Fai attenzione! La causa dell'obesità può essere non solo l'eccesso di cibo e uno stile di vita sbagliato. Questa patologia può causare gravi malattie endocrine o genetiche!

Pertanto, se i sintomi elencati di seguito sono presenti singolarmente o in combinazione, è necessario contattare il centro medico per un esame da parte di un endocrinologo il più presto possibile, che eliminerà o confermerà le forme secondarie di obesità:

  • pelle secca;
  • gonfiore;
  • dolore osseo;
  • costipazione;
  • smagliature sulla pelle;
  • menomazione della vista;
  • cambiamenti di colore della pelle.
  1. Ipertensione arteriosa: la patologia viene diagnosticata se la pressione arteriosa sistolica è uguale o superiore a 130 mm Hg. Art. E diastolica è uguale o superiore a 85 mm Hg. Art.
  2. Disturbi dello spettro lipidico Per determinare questa patologia, è richiesto un esame del sangue biochimico, che è necessario per determinare il livello di colesterolo, trigliceridi e lipoproteine ​​ad alta densità. I criteri della sindrome sono definiti come segue: l'indice dei trigliceridi è superiore a 1,7 mmol / l; l'indice di lipoproteina ad alta densità è inferiore a 1,2 mmol nelle donne e inferiore a 1,03 mmol / l negli uomini; o un fatto stabilito di trattamento della dislipidemia.
  3. Interruzione del metabolismo dei carboidrati. Questa patologia è evidenziata dal fatto che il livello di zucchero nel sangue a digiuno supera i 5,6 mmol / lo l'uso di farmaci ipoglicemizzanti.

Fare una diagnosi

Se i sintomi sono vaghi e la patologia non è chiara, il medico curante prescrive un esame aggiuntivo. La diagnosi della sindrome metabolica è la seguente:

  • Esame ECG;
  • monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna;
  • Ultrasuoni di vasi e cuore;
  • determinazione dei lipidi nel sangue;
  • determinazione della glicemia 2 ore dopo un pasto;
  • studio della funzione dei reni e del fegato.

Come trattare

Prima di tutto, il paziente deve cambiare radicalmente il suo stile di vita. Al secondo posto c'è la terapia farmacologica.

Il cambiamento dello stile di vita significa:

  • cambiamento nella dieta e nella dieta;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • aumentare lo sforzo fisico con l'ipodynamia.

Senza l'implementazione di queste regole, il trattamento farmacologico non porterà risultati tangibili.

Raccomandazioni nutrizionista

Le diete molto rigide e, soprattutto, il digiuno nella sindrome metabolica non sono raccomandati. Il peso corporeo deve essere ridotto gradualmente (5-10% nel primo anno). Se il peso diminuisce rapidamente, sarà molto difficile per il paziente mantenerlo al livello raggiunto. Perso chilogrammi bruscamente, nella maggior parte dei casi, tornare di nuovo.

Molto più utile e più efficace è un cambiamento nella dieta:

  • sostituzione di grassi animali con grassi vegetali;
  • aumento di fibre e fibre;
  • assunzione di sale ridotta.

Dalla dieta dovrebbero essere escluse bevande gassate, fast food, pasticcini, pane bianco. Le zuppe dovrebbero essere dominate dalle verdure e le varietà a basso contenuto di grassi vengono utilizzate come prodotti a base di carne. Uccelli e pesci dovrebbero essere cotti al vapore o bolliti.

Si consiglia di utilizzare grano saraceno e farina d'avena dai cereali, è consentito utilizzare riso, miglio, orzo. Ma la semola è desiderabile per limitare o eliminare del tutto. È possibile specificare l'indice glicemico della croup per calcolare tutto correttamente.

Verdure come barbabietola, carota, nutrizionisti di patate consigliano di non usare più di 200 grammi. al giorno Ma zucchine, ravanelli, lattuga, cavoli, pepe bulgaro, cetrioli e pomodori possono essere mangiati senza restrizioni. Queste verdure sono ricche di fibre e quindi molto utili.

Puoi mangiare bacche e frutta, ma non più di 200-300 grammi. al giorno Latte e latticini dovrebbero essere grassi minimi. La cagliata o il kefir al giorno possono essere consumati 1-2 bicchieri, ma la crema grassa e la panna acida dovrebbero essere usati solo occasionalmente.

Le bevande possono essere utilizzate caffè debole, tè, succo di pomodoro, succhi e composte di frutta acida senza zucchero e preferibilmente fatte in casa.

Quale dovrebbe essere l'attività fisica

Si raccomanda di aumentare l'attività fisica gradualmente. Con la sindrome metabolica, la preferenza dovrebbe essere data a correre, camminare, nuotare, ginnastica. È importante che i carichi siano regolari e abbinati alle capacità del paziente.

Trattamento farmacologico

Per curare la sindrome, è necessario eliminare l'obesità, l'ipertensione, i disturbi del metabolismo dei carboidrati, la dislipidemia.

Oggi la sindrome metabolica viene trattata con metformina, la cui dose viene selezionata controllando il livello di glucosio nel sangue. Di solito all'inizio del trattamento, è 500-850 mg.

Fai attenzione! Agli anziani viene prescritto il farmaco con cautela e la metformina è controindicata nei pazienti con funzionalità epatica e renale compromessa.

Di solito il farmaco è ben tollerato, ma gli effetti collaterali sotto forma di disturbi gastrointestinali sono ancora presenti. Pertanto, si raccomanda di usare la metformina dopo un pasto o durante esso.

In caso di violazione della dieta o di sovradosaggio del farmaco può sviluppare ipoglicemia. I sintomi della condizione sono espressi dal tremore e dalla debolezza di tutto il corpo, dall'ansia, dalla fame. Pertanto, i livelli di glucosio nel sangue devono essere attentamente monitorati.

Idealmente, il paziente dovrebbe avere un misuratore di glicemia a casa, che consente di monitorare regolarmente il livello di zucchero nel sangue a casa, ad esempio, è possibile utilizzare un misuratore di glucosio nel sangue Aihek.

Nel trattamento dell'obesità, Orlistat (Xenical) è piuttosto popolare oggi. Prendilo non più di tre volte al giorno, durante il pasto principale.

Se il cibo nella dieta non è grasso, puoi saltare il farmaco. L'azione del farmaco si basa su una diminuzione dell'assorbimento del grasso nell'intestino. Per questo motivo, con un aumento del grasso nella dieta, possono verificarsi spiacevoli effetti collaterali:

  • frequente voglia di svuotare;
  • flatulenza;
  • corrente oleosa dall'ano.

I pazienti con dislipidemia, con l'inefficacia della terapia dietetica a lungo termine, sono prescritti farmaci ipolipemizzanti dai gruppi di fibrati e statine. Queste medicine hanno limitazioni significative e gravi effetti collaterali. Pertanto, dovrebbero nominare solo il medico curante.

I farmaci per abbassare la pressione arteriosa usati nella sindrome metabolica contengono inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (lisinopril, enalapril), agonisti del recettore dell'imidosalina (moxonidina, rilmenidina), calcio antagonisti (amlodipina).

La selezione di tutte le preparazioni è effettuata singolarmente.

Possibili complicazioni della malattia

Sopra è stato detto che la sindrome metabolica è un fattore di rischio per lo sviluppo del diabete e delle malattie cardiovascolari. Pertanto, la sua prevenzione e trattamento dovrebbero essere oggetto di particolare attenzione.

Sindromi da diabete: quali sono le cause delle complicanze cliniche

A seconda del tipo di malattia, possono presentarsi vari segni e sindromi del diabete. Le fasi iniziali dello sviluppo della patologia, di regola, non sono accompagnate da una chiara manifestazione dei sintomi, che spesso non consente una diagnosi tempestiva della malattia.

Molto spesso, le manifestazioni cliniche dei disturbi metabolici nel corpo si manifestano solo dopo molto tempo dopo che il livello di zucchero nel plasma sanguigno di una persona è aumentato al di sopra della norma fisiologica.

L'aumento di glucosio nel corpo porta a violazioni non solo dei carboidrati, ma anche del metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi, e questo causa una reazione a catena nello sviluppo di un intero complesso di complicanze nel corpo del paziente.

Quali forme di malattia esistono?

Il diabete mellito è una malattia in cui esiste un'insufficienza relativa o assoluta del livello di insulina nel corpo umano.

Il processo patologico porta alla rottura dei carboidrati e altri processi metabolici, aumentando significativamente il livello di glucosio nel sangue.

Ad oggi, i principali fattori che possono innescare lo sviluppo di questa patologia sono:

  • fattore ereditario
  • ozhirenieꓼ
  • ipertensione arteriosaꓼ
  • alti livelli di colesterolo

Le principali forme di manifestazione della malattia possono manifestarsi nella forma:

  1. Il diabete mellito del primo tipo è una forma di patologia insulino-dipendente. Può svilupparsi in persone con peso normale e in pazienti con obesità. Una differenza caratteristica in questa forma è la mancata produzione di insulina (o in piccolissime quantità) da parte del pancreas. Pertanto, una persona con tale diagnosi diventa dipendente dalle iniezioni di questo ormone.
  2. Il diabete di tipo 2 si sviluppa più spesso nelle persone sopra i quaranta e in quelle in sovrappeso. Il pancreas produce un ormone nella quantità necessaria per il corpo, ma le sue cellule non rispondono più normalmente all'insulina. Come conseguenza di una diminuzione della sensibilità delle cellule all'ormone, il glucosio si accumula nel sangue, poiché non può penetrare nei tessuti.

Man mano che il diabete mellito si sviluppa, tutti i sintomi negativi di questa malattia iniziano a manifestarsi.

Inoltre, la patologia può avere una varietà come il diabete mellito gestazionale, che può manifestarsi nelle donne durante il periodo di gestazione del bambino o essere una conseguenza dello sviluppo dell'iperglicemia.

I sintomi principali del diabete di tipo 1

Nel diabete di tipo 1, i sintomi e la patologia si sviluppano rapidamente, guadagnando rapidamente slancio.

Un forte aumento della glicemia può causare la svenimento del paziente e causare il coma diabetico.

Dopodiché, gli studi diagnostici condotti fanno la diagnosi appropriata.

In questo caso, il diabete potrebbe presentare i seguenti sintomi:

  1. Grave sete che tormenta il paziente durante il giorno (e anche di notte), con conseguente consumo di fino a cinque litri di liquido.
  2. Odore sgradevole di acetone dalla cavità orale.
  3. Aumento dell'appetito e costante accompagnamento della fame. Con un'alimentazione abbondante e un minore sforzo fisico, il corpo è esaurito e si verifica una forte perdita di peso.
  4. Minzione frequente, soprattutto di notte.
  5. Lo sviluppo di problemi con la pelle, la manifestazione di un gran numero di piccole bolle o eruzioni fungine.
  6. Perfino abrasioni o piaghe minori guariscono duramente e per molto tempo.

Tra le cause che provocano lo sviluppo di questo tipo di malattia sono spesso attribuite malattie virali come morbillo, influenza, rosolia o altre infezioni.

Inoltre, gravi disturbi emotivi o stress possono anche causare il diabete.

I principali segni del diabete di tipo 2

Nel diabete di tipo 2, i sintomi non si verificano immediatamente, ma dopo un certo periodo.

Pertanto, spesso diagnosticare la malattia fallisce immediatamente.

Potrebbero essere necessari diversi anni prima che i sintomi identificati inducano una persona a sottoporsi all'esame necessario ea superare i test. Solo una diagnosi tempestiva preverrà lo sviluppo di questa malattia.

Il diabete di tipo 2 può manifestarsi sotto forma dei seguenti sintomi:

  • Compromissione visiva drammatica anche con minor affaticamento visivo.
  • Affaticamento grave e rapido del corpo, riduzione dell'efficienza e incapacità di concentrazione. Anche il corretto riposo e il sonno non portano risultati adeguati, la sensazione di stanchezza e debolezza non passa.
  • Grande sete, l'incapacità di dissetarlo, anche con bere abbondantemente.
  • C'è prurito della pelle e altre lesioni cutanee - eruzioni cutanee, arrossamenti o imperfezioni.
  • Frequente voglia di urinare.
  • Grave dolore muscolare, si possono manifestare crampi al polpaccio.
  • Sulle gambe, specialmente nella parte inferiore della gamba, compaiono piccole ulcere sulle gambe con diabete mellito, che sono difficili da guarire.
  • Problemi con il ciclo mestruale nelle donne, la comparsa del mughetto
  • L'aumento della pressione sanguigna, lo sviluppo di malattie del sistema cardiovascolare, l'infarto del miocardio è possibile.

Se una persona nota la manifestazione dei sintomi di cui sopra, è necessario contattare un istituto medico per i test.

La manifestazione di sindromi nello sviluppo della malattia

Spesso la comparsa di sindromi nel diabete mellito di tipo 2 equivale ai sintomi manifestanti. In realtà, le sindromi da diabete sono una combinazione di diversi segni.

A volte la manifestazione del diabete include la sindrome di Raynaud. La sindrome di Raynaud non ha nulla a che fare con i livelli di zucchero o di insulina. La sindrome di Raynaud si sviluppa sullo sfondo delle complicanze, che sono causate dal progresso del diabete di tipo 1. Complicazioni che provocano la sindrome di Raynaud - sclerodermia, aterosclerosi, periartrite e tromboangioite obliterante. La sindrome di Raynaud è accompagnata da freddezza, intorpidimento, dolore alle mani.

Le sindromi nel diabete di tipo 2 possono essere rappresentate dalle seguenti manifestazioni:

  1. La sindrome di Mauriac appare di solito durante l'infanzia. La sindrome di Mauriac ha i seguenti sintomi: arresto della crescita nei bambini, formazione di elementi a forma di luna. La ragione principale per la manifestazione di una tale patologia come la sindrome di Mauriac è l'introduzione di insulina di scarsa qualità, il dosaggio sbagliato.
  2. La sindrome metabolica è anche chiamata manifestazione di insulino-resistenza. La sindrome metabolica si sviluppa sotto forma di non percezione delle cellule di insulina. Quindi, tutti i processi metabolici nel corpo sono interrotti. Molto spesso, la sindrome metabolica è il risultato della non conformità con la dieta alimentare. Questa patologia spesso diventa la sindrome principale e porta allo sviluppo di malattie come l'ipertensione, l'ischemia e l'obesità.
  3. I sintomi del diabete mellito di tipo 2 spesso includono una manifestazione di Somoji. Uno dei risultati di questo fenomeno è l'eccesso delle dosi richieste di insulina. I sintomi principali, che possono indicare che il corpo riceve dosi maggiori di insulina, possono manifestarsi sotto forma di aumento dell'appetito, aumento di peso, salti di zucchero.
  4. Sindrome mattutina alba - è la principale sindrome del diabete mellito, che si manifesta sotto forma di un aumento della glicemia al mattino, nell'intervallo da 4 a 6 ore.
  5. Il sintomo diabetico può manifestarsi anche sotto forma di sindrome nefrosica. La conseguenza di questa reazione è lo sviluppo della nefropatia di tipo diabetico, quando i cambiamenti si verificano nei vasi renali. Pertanto, una persona può sviluppare insufficienza renale.

Manifesta questa patologia sotto forma di edema, comparsa di proteine ​​nelle urine, mal di testa e problemi al tratto digestivo.

Come è la diagnosi della malattia?

La diagnosi di diabete include la consegna di test appropriati, nonché l'uso di moderni metodi strumentali.

La prima e principale analisi che deve essere passata a un paziente con sospetto diabete mellito è il prelievo di sangue venoso. Per diversi giorni prima di donare il sangue per l'analisi, non è consigliabile aderire alle diete e cambiare il solito modo di vivere.

Va notato che per ottenere risultati corretti, è necessario seguire alcune regole:

  • il sangue viene somministrato solo al mattino e solo a stomaco vuoto
  • L'ultimo pasto dovrebbe essere di almeno dieci ore prima dell'inizio della proceduraꓼ
  • Alla vigilia dello studio, dovrebbero essere evitate situazioni stressanti e forti sconvolgimenti emotivi, che contribuiscono ad aumentare le prestazioni.

Inoltre, le procedure diagnostiche e gli studi che possono essere coinvolti includono:

  • test che determina il livello di tolleranza al glucosio
  • analizza le dinamiche degli indicatori indicativi dello sviluppo della glicemiaꓼ
  • Un'analisi generale delle urine viene eseguita per determinare dati quali la presenza di proteine, conta dei globuli bianchi e glucosio in laboratorio, un'analisi può essere eseguita per la presenza di acetone nelle urine.
  • il sangue viene donato per la presenza di emoglobina glicata, che rivela il grado di sviluppo del diabete mellitoꓼ
  • In base ai risultati dell'analisi biochimica del sangue, è possibile determinare il normale funzionamento del fegato e dei reniꓼ
  • Un esame del sangue può anche fornire dati sul livello di insulina endogena.

Inoltre, potrebbe essere necessaria la consultazione e l'esame da parte di un oftalmologo, a causa di un netto deterioramento della vista. Uno specialista medico esaminerà il fondo dell'occhio e determinerà il grado di perdita della vista.

In alcuni casi, al paziente viene prescritto un esame ecografico della cavità addominale e un elettrocardiogramma, poiché la malattia ha un effetto negativo sul sistema cardiovascolare.

Le principali direzioni del trattamento

Il trattamento della malattia dipende dalla diagnosi fatta dai medici. La terapia complessa del diabete di tipo 1 dovrebbe includere:

  • trattamento farmacologico
  • dieta alimentare
  • l'esercizio fisico.

La terapia insulinica, in questo caso, è determinata dal grado di sviluppo della patologia e dalle caratteristiche individuali di ciascun paziente. Un singolo schema che verrà applicato a tutti i pazienti senza eccezione non esiste oggi.

Nel trattamento del diabete del secondo tipo, vengono utilizzati farmaci speciali per normalizzare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, le condizioni obbligatorie sono la conformità con la dieta prescritta e la terapia fisica. La terapia farmacologica di solito comporta l'assunzione di farmaci antidiabetici orali, che devono essere assunti una o due volte al giorno. Con la loro inefficacia, il medico curante può decidere sulla necessità di terapia insulinica.

Il più delle volte, la terapia insulinica inizia ad essere applicata nei seguenti casi:

  • il paziente inizia a perdere peso velocemente
  • i farmaci assunti non portano risultati adeguatiꓼ
  • la malattia inizia a svilupparsi rapidamente, compaiono i primi sintomi delle sue complicanze.

Contemporaneamente alla terapia insulinica, nel processo di trattamento viene utilizzata una dieta speciale, che consente di ridurre il livello di glucosio nel sangue.

La dieta è sviluppata sulla base dei seguenti principi:

  1. Prodotti consentiti Questi includono verdure fresche e legumi, funghi freschi o in salamoia e bevande senza zucchero e caffeina.
  2. Assunzione limitata di pollame magro o pesce, uova, bacche e alcuni frutti saporiti. In quantità ragionevoli ha permesso l'uso di prodotti caseari a basso contenuto di grassi.

Oltre a questo, tutti gli alimenti proibiti dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Nel video di questo articolo, Elena Malysheva parlerà dei primi segni del diabete e della sua diagnosi.

Sindrome metabolica e diabete

Spesso, un paziente sviluppa varie sindromi da diabete mellito, in particolare metaboliche. Il complesso dei sintomi è caratterizzato da segni di insufficienza cardiovascolare, problemi di pressione, obesità, rapida coagulazione del sangue, che procede sullo sfondo di una debole sensibilità all'insulina. Questa situazione è tipica del diabete mellito (DM) di tipo 2. La soluzione è farmaco, nutrizione a basso contenuto di carboidrati, un complesso di terapia fisica. Ma la sindrome metabolica può essere un impulso per lo sviluppo del diabete.

Caratteristiche di patologia

Sotto la sindrome metabolica implica una maggiore quantità di grasso sottocutaneo, che contemporaneamente diminuisce la sensibilità all'insulina cellulare e tissutale. Nei pazienti con sindrome metabolica, l'obesità viene rilevata sullo sfondo di un metabolismo anormale. Le seguenti sono le principali fonti che provocano la sindrome metabolica:

  • ridotta tolleranza ai carboidrati;
  • aumento della resistenza tissutale all'insulina;
  • metabolismo dei grassi alterato;
  • aumento della tendenza alla trombosi;
  • sovrappeso.

Se ci sono almeno 2 dei suddetti motivi, la probabilità di sviluppare una sindrome metabolica aumenta in modo significativo.

Secondo le statistiche dell'OMS, 60 milioni di persone che soffrono di sindrome metabolica possono avere il diabete mellito in una certa misura. Questa sindrome si manifesta non solo negli anziani, negli ultimi anni il numero di giovani con sindrome metabolica è aumentato significativamente. La sindrome metabolica si verifica abbastanza spesso ed è associata a uno stile di vita improprio delle persone.

Elenco dei motivi

Il disturbo metabolico nel diabete mellito di tipo 1 o 2 è causato da una cattiva alimentazione e mancanza di attività fisica. Nella sindrome metabolica durante il diabete mellito, la relazione tra insulina e insulino-sensibili e recettori viene disturbata. Il motivo principale per lo sviluppo della sindrome è la resistenza all'insulina, che provoca l'insorgenza del diabete. La condizione si sviluppa per i seguenti motivi:

  • predisposizione genetica;
  • mancanza di sensibilità dei recettori dell'insulina;
  • immunità alterata, che produce anticorpi specifici;
  • produzione anormale di insulina, che non è in grado di partecipare alla regolazione dell'insulina.

Le ragioni per lo sviluppo della sindrome metabolica con la successiva comparsa di diabete includono:

  • dieta scorretta, dominata da grassi e carboidrati;
  • modo di vivere inattivo in cui una persona si muove un po 'e non esegue esercizi leggeri;
  • ipertensione prolungata;
  • situazioni stressanti in cui la quantità di glucosio nel corpo aumenta e la produzione di insulina è disturbata;
  • sovradosaggio di insulina, che sono più comuni nei pazienti con diabete mellito insulino-dipendente;
  • ormoni disturbati;
  • cambiamenti associati con l'età: anziani, adolescenti.
Torna al sommario

Sintomi della sindrome metabolica nel diabete mellito

Il processo patologico è caratterizzato da uno sviluppo morbido e impercettibile, a seguito del quale aumenta il pericolo di manifestazioni nella vita umana. Nella sindrome metabolica si notano i seguenti sintomi:

  • Peggioramento dell'umore quando si ha fame.
  • L'affaticamento aumenta a causa del fatto che le cellule del corpo stanno costantemente vivendo la fame.
  • L'appetito è rotto, a causa di ciò che una persona vuole sempre mangiare dolci.
  • Battito del cuore a causa dell'aumentata attività insulinica.
  • C'è dolore al cuore e alla testa a causa del restringimento dei vasi.
  • C'è una sensazione di nausea e la voglia di vomitare.
  • Il coordinamento è rotto.
  • C'è una costante sete e secchezza della mucosa orale, che segnala lo sviluppo del diabete.
  • Ci sono frequenti costipazioni a causa di disfunzione del tubo digerente.
  • La produzione di sudore aumenta, specialmente di notte.

Identificare lo sviluppo della sindrome metabolica è possibile e manifestazioni esterne:

  • obesità addominale, in cui una persona recupera rapidamente nell'addome, spalle;
  • macchie rosse sulla pelle che appaiono a causa di vasocostrizione;
  • cambiamento della pressione sanguigna.
Torna al sommario

Qual è la relazione con il CD?

Il diabete mellito insulino-dipendente è una complicazione della sindrome metabolica. Le persone con una tale deviazione sono nella zona a rischio e 2 volte più spesso di altre si ammalano di diabete.

Il pericolo per lo sviluppo del diabete mellito sembra essere per i pazienti che hanno una normale tolleranza al glucosio. Lo sviluppo di tale sindrome nel diabete è associato ad una ridotta sensibilità delle cellule e dei tessuti all'insulina. Questa deviazione è l'impulso principale per lo sviluppo del diabete. Il pancreas funziona con maggiore forza e dopo un breve periodo di tempo interrompe completamente la produzione di insulina. A causa della quantità costantemente elevata di glucosio nel sangue, il pancreas aumenta la produzione di insulina. Successivamente, i processi metabolici sono disturbati e il diabete mellito del tipo insulino-dipendente viene diagnosticato in una persona. A rischio sono le persone con tali disabilità:

  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • malattia ischemica;
  • fegato grasso;
  • eredità disfunzionale.
Torna al sommario

Procedure diagnostiche

Le sindromi del diabete sono difficili da auto-diagnosticare, tali pazienti devono consultare un endocrinologo o un medico generico. Il medico esaminerà il paziente e raccoglierà una storia di patologia. Le procedure obbligatorie per l'esame iniziale sono:

  • pesatura;
  • misurazione della circonferenza dell'anca e della vita;
  • misurazione della pressione sanguigna.

Successivamente, il medico misura l'indice di massa corporea, al quale divide gli indicatori di peso per l'altezza della persona. Gli indicatori normali dovrebbero essere compresi tra 18,5 e 25. Se l'indice supera il limite di 25, viene diagnosticata l'obesità. Inoltre, è tenuto a condurre studi di laboratorio sulla pelle e sul sangue. I seguenti conteggi ematici indicano lo sviluppo del diabete mellito sullo sfondo della sindrome metabolica:

  • alti livelli di trigliceridi e glucosio;
  • ridotto numero di colesterolo "buono";
  • aumento del colesterolo alto;
  • ridotta tolleranza al glucosio.
Torna al sommario

Approcci terapeutici

Le sindromi metaboliche nel diabete mellito di tipo 2 rappresentano il più grande pericolo per la salute e la vita umana. In questo caso, è necessario un trattamento immediato. Prima di tutto, un paziente con questa patologia dovrebbe passare a una dieta speciale e normalizzare l'attività motoria. Se il paziente segue una dieta, allora già nei primi 6 mesi sarà possibile migliorare significativamente la condizione e ridurre il peso.

Se il paziente soffre di ipertensione, che comporta lo sviluppo della sindrome metabolica. Quindi vengono prescritti farmaci antipertensivi. È severamente vietato assumere farmaci di questo gruppo da soli, devono essere prescritti esclusivamente da un medico, sulla base dei risultati degli esami di laboratorio e delle condizioni del paziente. Quando le deviazioni nel metabolismo dei grassi vengono assegnate alle statine e ai fibrati, che sono in grado di abbassare il colesterolo nel sangue.

Per correggere l'insulino-resistenza, è necessario assumere farmaci che abbassano lo zucchero.

Per normalizzare il metabolismo prescritto complessi vitaminici.

La complessa terapia della sindrome metabolica include complessi vitaminici e minerali che consentono di normalizzare il metabolismo. Quando si elimina l'obesità, il medico prescrive questi farmaci al paziente:

  • inibitori che assorbono il grasso;
  • medicinali che riducono il desiderio di mangiare;
  • farmaci sedativi.
Torna al sommario

Cibo dietetico

Eliminare la patologia metabolica è impossibile senza il rispetto della dieta. Il paziente deve seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati per ripristinare la sensibilità all'insulina e normalizzare i livelli di colesterolo. Consentito di utilizzare alimenti che riducono il livello di zucchero nel liquido sanguigno. Questi includono piatti di carne di qualsiasi tipo, uova, pesce di vario tipo e latticini, formaggi, verdure verdi, noci. Questa dieta è indicata per i pazienti che hanno già sviluppato il diabete a causa del metabolismo compromesso. Si raccomanda di osservare periodicamente tali alimenti per prevenire la sindrome metabolica nelle persone a rischio.

Sindrome metabolica nel diabete mellito

Nel 1998, nella sua lezione sul trattamento delle diete obesità, molto prima dell'ADA, Reaven descrisse la sindrome X (1) come una condizione caratterizzata da:
(1) resistenza all'insulina,
(2) tolleranza al glucosio alterata,
(3) iperinsulinemia,
(4) trigliceridi elevati,
(5) livelli ridotti di HDL e
(6) ipertensione.

Ha suggerito che questa combinazione di deviazioni aumenta il rischio di malattia aterotrombotica in pazienti con diabete di 2-4 volte. In seguito questa sindrome fu chiamata sindrome da insulino-resistenza e, più recentemente, sindrome metabolica. L'ultima definizione formulata del National Cholesterol Education Program (Adult Treatment Panel III) è riportata nella tabella seguente.

L'OMS include la definizione della sindrome e della microalbuminuria e molti ricercatori aggiungono una violazione dell'emostasi, poiché si tratta di livelli elevati di PAI-1, fibrinogeno e / o fattore VII.

Caratteristiche della sindrome da resistenza all'insulina (sindrome metabolica)

Meigs et al. utilizzato l'analisi dei fattori per determinare se l'insulino-resistenza è l'unico processo alla base della totalità dei classici fattori di rischio di questa sindrome.

Hanno scoperto che sono coinvolti tre processi indipendenti:
(1) sindrome metabolica centrale, definita da iperinsulinemia, dislipidemia e obesità;
(2) tolleranza al glucosio alterata;
e (3) ipertensione.

L'associazione tra ridotta tolleranza al glucosio e ipertensione con sindrome metabolica centrale è mediata da iperinsulinemia e sovrappeso.

È impossibile separare il coinvolgimento individuale di insulino-resistenza, iperglicemia, dislipidemia e alterata emostasi nello sviluppo accelerato di aterosclerosi e trombosi nel diabete mellito.

La sindrome metabolica, definita secondo il rapporto NCEP (ATP III), è stata riscontrata spesso nella popolazione adulta degli Stati Uniti, inclusa nel 1988-1994. nello studio NHANES III. La prevalenza era del 23,7% tra 8814 uomini e donne di età pari o superiore a 20 anni. La prevalenza rispetto all'età è aumentata dal 6,7% nel gruppo di 20-29 anni al 43,5% nel gruppo di 60-69 anni. Questa sindrome è più comune nelle donne afro-americane e ispaniche che negli uomini. Secondo il censimento del 2000, si può affermare che circa 47 milioni di residenti negli Stati Uniti hanno la sindrome metabolica.

Una delle interpretazioni della sindrome da insulino-resistenza. Tre fattori fisiologici separati combinati dalla sindrome da insulino-resistenza: la principale sindrome metabolica (alta correlazione dei fattori di rischio circolanti con fattore 1), NTG (fattore 2) e ipertensione (fattore 3). Tre fattori sono combinati da un'associazione neutrale con l'iperinsulinemia (un riflesso della resistenza all'insulina) e l'obesità.

La sindrome metabolica è diffusa nel mondo tra gli individui inclusi in ampi studi multicentrici. Per interesse, un recente studio su larga scala in Finlandia e Svezia ha dimostrato che il 10-15% di uomini e donne con normale tolleranza al glucosio, 42-64% con glucosio a digiuno o NTG e il 74-84% dei pazienti con diabete mellito di tipo 2 questa sindrome

La mortalità cardiovascolare tra i pazienti con sindrome metabolica è stata del 12,0% rispetto al 2,2% tra le persone di controllo durante il periodo di osservazione, in media 6,9 anni. Pertanto, la sindrome metabolica è abbastanza comune nel diabete di tipo 2 in molte popolazioni ed è spesso presente nelle persone con compromissione del glucosio a digiuno o IGT. Questa coorte di persone con un rischio molto elevato di complicanze cardiovascolari è raccomandata per ridurre in modo aggressivo i fattori di rischio.

Le principali disposizioni: la sindrome metabolica nel diabete mellito di tipo 2

- Altri nomi della sindrome - Sindrome X e Sindrome da resistenza all'insulina.
- Si stima che 47 milioni di residenti negli Stati Uniti abbiano la sindrome metabolica.
- Circa il 10-15% delle persone con normale tolleranza al glucosio, il 42-64% delle persone con compromissione del glucosio a digiuno o IGT e il 74-84% delle persone con diabete di tipo 2, hanno due o più componenti della sindrome metabolica.
- La mortalità per malattie cardiovascolari tra le persone con sindrome metabolica è aumentata di 5 volte (?).

- I componenti della sindrome metabolica sono:
• obesità addominale;
• dislipidemia: parametri plasmatici a digiuno (mg%): TG> 150; HDL 110; livelli elevati di LDL;
• microalbuminuria:> 30 mg / giorno;
• ipertensione: pressione arteriosa> 130/85 mm Hg. v.;
• ipercoagulazione: un aumento del livello di PAI-1, fattore VII, fibrinogeno.

- È importante garantire la diagnosi precoce delle persone con sindrome metabolica e la strategia di esposizione intensiva a fattori di rischio.

Altri Articoli Sul Diabete

La diagnosi precoce dei segni di iperglicemia (alto livello di zucchero nel sangue) consente di cercare immediatamente aiuto qualificato, diagnosticare e selezionare il regime terapeutico desiderato.

MINISTERO DELLA SALUTE DELLA RF: "Getti via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia!

Spezie e condimenti adornano il gusto e l'aroma di ogni piatto.Possedendo proprietà utili, in alcuni casi sono in grado di migliorare la condizione e il benessere delle persone con problemi di salute.