loader

Principale

Motivi

Gravidanza e diabete: è possibile dare alla luce e quali possono essere le difficoltà?

Quando una donna pensa a pianificare un bambino, cerca di eliminare i fattori negativi che potrebbero influire sulla sua salute.

Molte future mamme smettono di fumare e alcol, iniziano a seguire diete speciali e prendono preparazioni multivitaminiche. Le donne che soffrono di diabete non solo sono costrette a prepararsi alla gravidanza con più attenzione, ma devono essere preparate a spiacevoli sorprese.

In alcuni casi, devi abbandonare completamente l'idea di avere un bambino. È una tale paura della gravidanza giustificata in questa malattia, ed è possibile dare alla luce il diabete mellito di tipo 1 e il tipo 2?

L'essenza della malattia

Molte persone considerano il diabete una singola malattia. L'essenza di ciò sta in realtà in un unico fenomeno: l'aumento della glicemia.

Ma, in realtà, il diabete è diverso, a seconda dei meccanismi del suo verificarsi. Il diabete del primo tipo è diagnosticato in quelle persone che hanno un pancreas malfunzionante.

Le sue cellule sintetizzano meno insulina capace di rimuovere il glucosio dal sangue al fegato, traducendolo in una forma co-molecolare insolubile - il glicogeno. Da qui il nome della malattia - diabete insulino-dipendente.

Il diabete del secondo tipo non è associato ad una diminuzione della sintesi di insulina, ma con l'immunità di questo ormone da parte delle cellule del corpo. Cioè, l'insulina è sufficiente, ma non può adempiere alla sua funzione, quindi il glucosio rimane anche nel sangue. Questa forma della malattia può rimanere asintomatica e appena percettibile per molto più tempo.

Le donne incinte hanno un'altra forma di diabete - gestazionale. Si verifica poche settimane prima della consegna ed è anche accompagnato da difficoltà nell'utilizzo del glucosio dal sangue.

Nel diabete, una persona sviluppa varie patologie che complicano la sua vita. I processi del metabolismo del sale marino sono disturbati, una persona è tormentata dalla sete, si sente debolezza.

La vista può diminuire, la pressione può aumentare, l'aspetto della pelle può deteriorarsi e il suo danno non guarisce per un tempo molto lungo. Questo non è un elenco completo delle difficoltà e dei pericoli che affligge un diabetico.

Il fenomeno più pericoloso è un coma iperglicemico, che può svilupparsi con un salto di zucchero incontrollato diverse volte rispetto alla norma. Questa condizione può causare la morte dell'organismo.

Gravidanza e parto con diabete

Prima della scoperta di insulina, le persone credevano che il diabete non potesse essere dato alla luce. Ciò era dovuto al basso tasso di sopravvivenza dei neonati, un'alta percentuale di morte intrauterina e al pericolo per la vita della madre.

Più della metà delle gravidanze si è conclusa tragicamente per una donna o un bambino. Ma dopo aver sviluppato un trattamento per il diabete del primo tipo (il più comune) somministrando insulina, questi rischi hanno iniziato a diminuire.

Ora, in molte cliniche, la mortalità infantile nelle madri con diabete è diminuita, in media, al 15%, e in istituti con un alto livello di assistenza medica, anche fino al 7%. Pertanto, puoi partorire con il diabete.

La probabilità di complicazioni nelle donne in gravidanza con diabete è sempre il caso. Il processo di portare un feto è molto più difficile per le donne di portare con sé una tale patologia, il rischio di aborti spontanei o di parto prematuro rimane alto. Il loro corpo è già indebolito da una malattia cronica e la gravidanza moltiplica il carico su tutti gli organi.

Se il marito ha il diabete di tipo 1, è possibile dare alla luce?

Esiste una possibilità di ereditarietà della malattia (2% - se la gestante è malata, 5% - se il padre è malato, e il 25% se entrambi i genitori sono malati).

Anche se il bambino non eredita questo disturbo, sente ancora gli effetti negativi del glicemia alta nel sangue della madre durante il periodo prenatale.

Possono svilupparsi grandi frutti, la quantità di acque amniotiche è spesso eccessivamente aumentata, il bambino può soffrire di ipossia o disturbi metabolici. Tali neonati si adattano più alla vita al di fuori dell'organismo materno e spesso soffrono di malattie infettive.

Alcuni bambini a causa di uno squilibrio permanente nel metabolismo nascono con anomalie congenite dello sviluppo. Ciò non solo riduce la loro qualità della vita, ma può anche portare alla morte in tenera età. Questi neonati hanno anche segni esterni caratteristici: faccia tonda, eccessivo sviluppo del tessuto sottocutaneo, sovrappeso, cianosi della pelle e presenza di macchie sanguinanti.

La nascita stessa del diabete può essere notevolmente complicata. L'attività generica può essere indebolita e quindi il processo di comparsa del bambino viene ritardato.

Questo è irto dello sviluppo dell'ipossia in un bambino, una violazione del lavoro del suo cuore. Pertanto, il parto con questo fattore di rischio deve procedere sotto il controllo più vicino.

È interessante notare che durante la gravidanza, il corpo della donna sperimenta il diabete in modi diversi. Nei primi mesi e prima del parto, una donna incinta può provare sollievo, ridurrà la dose di insulina iniettata.

Ciò è dovuto a cambiamenti ormonali. La metà della gravidanza è il periodo più difficile in cui le manifestazioni della malattia possono essere esacerbate e accompagnate da complicanze. Il modo in cui il corpo di una donna si comporta durante il parto dipende dalle sue caratteristiche individuali: può esserci sia una diminuzione nello zucchero sia un brusco salto in esso.

Posso partorire con diabete di tipo 1?

Nessuno può proibire a una donna di avere un figlio, ma in presenza di circostanze difficili il medico può raccomandare di rifiutare l'idea di avere un figlio o di proporre di interrompere una gravidanza se il concepimento è già avvenuto.

  1. la malattia materna progredisce rapidamente;
  2. la lesione vascolare è osservata;
  3. entrambi i partner sono diabetici;
  4. il diabete è combinato con la presenza di conflitto rhesus o tubercolosi.

Se viene presa la decisione di interrompere una gravidanza, è fatto prima di 12 settimane.

Nel caso in cui la donna decida ancora di continuare a portare il bambino, i medici dovrebbero avvertire di tutti i rischi che ci si possono aspettare.

Come mantenere una gravidanza?

Una tale domanda è da considerare prima del concepimento. Inoltre, in questo aspetto, il successo della gravidanza dipende dal comportamento corretto dei genitori della futura madre.

Di norma, la forma più comune di diabete si manifesta nell'infanzia o nell'adolescenza.

Se i genitori controlleranno attentamente le condizioni della figlia, controlleranno lo zucchero e prontamente prenderanno le misure necessarie per normalizzarlo, il corpo della ragazza ne soffrirà meno dalla malattia. È necessario non solo prendersi cura di tuo figlio da solo, ma anche insegnargli a fare tutto il necessario per conto suo.

Se una donna controlla costantemente le prestazioni dello zucchero e, se necessario, prende le cure, sarà più facile per lei prepararsi alla gravidanza. Potrebbe essere necessario sottoporsi a ulteriori esami e più spesso visitare un medico che fornirà raccomandazioni sulla pianificazione familiare.

Durante la gravidanza, è necessario controllare il livello di zucchero ogni giorno, più volte (quanto esattamente - il medico dirà).

È necessario superare tutti gli esami designati, le analisi. Nella maggior parte dei casi, è consigliabile recarsi in ospedale tre volte durante il periodo di trasporto del bambino per un monitoraggio più approfondito delle condizioni della donna, del feto e della correzione della terapia insulinica.

In caso di diabete mellito, si raccomanda di iniettare continuamente l'insulina, almeno in piccole dosi, per attenuare gli effetti dannosi della malattia sul feto. Il modo di consegna dovrebbe essere pensato in anticipo. Nella maggior parte dei casi, i medici preferiscono il parto naturale. Se la condizione della madre non è così soddisfacente, e l'attività generica è piccola, è necessario fare un taglio cesareo.

L'affermazione che il diabete è un'indicazione per il taglio cesareo è piuttosto un mito, una donna può riuscire a dar vita alla propria se non ci sono complicazioni. Durante il parto, per facilitare il processo, i medici possono somministrare ossitocina per normalizzare la contrazione dell'utero. In alcuni casi, viene eseguita un'episiotomia che aiuta il bambino ad avanzare attraverso il canale del parto.

Dovrebbe aderire ad una dieta speciale.

Da un lato, dovrebbe includere solo quei prodotti che non contribuiscono ad un aumento della glicemia, d'altra parte, è necessaria una dieta a tutti gli efetti, tenendo conto di tutti i bisogni della madre e del feto.

Una donna dovrà monitorare da vicino il contenuto calorico del cibo, ma questo non significa che lei dovrebbe morire di fame - la mancanza di sostanze preziose aggraverà l'effetto del diabete sul corpo del bambino. Le calorie e le sfumature giornaliere dell'assunzione alimentare devono essere discusse con il medico.

Posso partorire nel diabete

Per la maggior parte delle donne, la maternità è il desiderio più caro. Solo la natura non è sempre di supporto e presenta una sorpresa nella forma di una diagnosi di "diabete mellito". Prima della malattia, uomini e donne sono nelle stesse condizioni. Ma prima della bella metà inoltre, sorge la domanda se sia possibile partorire con il diabete? Ci sono possibilità di realizzarsi non solo come persona, ma anche come madre?

L'essenza del problema

Per la nascita di un bambino sano, la futura mamma dovrebbe avere un corpo forte. Il diabete esclude una tale condizione - l'assorbimento del glucosio e la sua conversione in energia per le cellule del corpo sono compromesse in una ragazza o donna. E lo sviluppo dell'ovulo richiede questa energia e nutrimento, che vengono trasportati attraverso il cordone ombelicale.

  • Il carico sul corpo femminile aumenta e può portare a complicazioni nei reni, nel sistema vascolare e insufficienza cardiaca.
  • L'eccesso di zucchero nel sangue della madre può essere trasmesso al feto, causandogli problemi nello sviluppo del pancreas e il rilascio della quantità necessaria di insulina.
  • In una donna incinta, il coma ipoglicemico può verificarsi a causa del fallimento della dieta o del dosaggio errato di insulina.
  • Se la gravidanza si sviluppa senza la partecipazione di specialisti, c'è il rischio di morte fetale nelle fasi iniziali.
  • Nella futura madre con una diagnosi di diabete, se le raccomandazioni dei medici non vengono seguite, il feto può raggiungere un peso corporeo grande, che complicherà il processo di nascita del bambino.
  • Le malattie infettive sono molto pericolose per una donna incinta con diabete. Se vengono fornite vaccinazioni antinfluenzali durante la gravidanza per una madre sana, tale vaccino è controindicato per i diabetici. È necessario monitorare attentamente l'igiene ed evitare il contatto con i pazienti.
  • Le nascite con diabete di tipo 1 sono prescritte in precedenza. Il termine ottimale è 38-39 settimane. Se ciò non avviene in modo naturale, le contrazioni stimolano o pianificano un taglio cesareo.

I rischi durante la gravidanza nelle donne con diabete mellito si presentano sia per il feto che per la madre. Fino a poco tempo fa, i ginecologi erano contrari ai diabetici di tipo 1 e di tipo 2 per preservare la gravidanza, se esistente.

La medicina moderna ha cessato di essere così categorica sul fatto che sia possibile partorire con il diabete.

La forma del diabete influisce sulla capacità di dare alla luce un bambino?

L'età di una donna in età fertile è difficile da guidare in un periodo di tempo limitato. Alcune coppie diventano genitori dopo 40 anni e più tardi. Pertanto, la gestante può avere sia il diabete insulino-dipendente (di tipo 1 congenito o acquisito) sia il diabete di tipo 2. Di conseguenza, i problemi con il trasporto di un feto possono essere diversi.

Se esiste un determinato regime di trattamento con il primo tipo di malattia e la gestante può riferire il problema al medico in anticipo per pianificare la gravidanza, allora la donna potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della presenza di diabete di tipo 2. La diagnosi viene rilevata durante una gravidanza già in via di sviluppo. In una tale situazione, è possibile aborto spontaneo o mancato aborto.

Per escludere tale scenario, una donna in età fertile dovrebbe affrontare la gravidanza in modo responsabile e sottoporsi a un esame preliminare prima del concepimento.

Molte coppie sposate devono affrontare la scelta di avere un figlio da soli o ricorrere a metodi alternativi perché temono che il bambino erediterà il diabete e sarà condannato dalla nascita alla lotta per la salute. Gli studi condotti da genetisti, ginecologi ed endocrinologi escludono la probabilità del 100%:

  • Se solo un uomo è malato di diabete, la probabilità di una malattia congenita si verifica solo nel 5% di 100;
  • Se il diabete viene diagnosticato in una donna, solo il 2% delle briciole è a rischio di ereditare questo disturbo;
  • Un tasso più elevato (25%) della nascita di un bambino con diabete si verifica in una coppia in cui entrambi i partner hanno problemi di glicemia.

Per escludere la possibilità di cadere in questa piccola percentuale, vale la pena pensare a pianificare una gravidanza in anticipo.

Nella pratica ostetrica, è stato sviluppato un algoritmo di azioni dal momento del concepimento fino al parto e dalla madre che accompagna il bambino nel periodo postpartum.

La domanda posta all'inizio dell'articolo può essere riformulata nell'affermazione che è possibile partorire in caso di diabete.

Diabete temporaneo in donne in gravidanza

Oltre alle ben note forme di malattia dolce 1 e 2, il concetto di "diabete gestazionale" si trova in medicina.

Si verifica in donne completamente sane che, prima della gravidanza, non presentavano anomalie nel test della glicemia.

Per un periodo di 20 settimane, l'insulina materna può essere bloccata dagli ormoni prodotti dalla placenta per lo sviluppo intrauterino del feto. Le cellule della donna perdono la sensibilità all'insulina, il glucosio non viene assorbito completamente e lo zucchero in eccesso si forma nel sangue della madre.

Questo fenomeno si verifica solo nel 5% delle donne in gravidanza che sono completamente sane al momento del concepimento. La diagnosi non rimane costante. Dopo il parto, la sensibilità delle cellule all'insulina viene ripristinata, gli indicatori di glucosio tornano alla normalità.

Se il diabete gestazionale è rilevato in una donna incinta:

  1. Un ginecologo prescrive una terapia speciale;
  2. Un endocrinologo si unisce al monitoraggio del paziente;
  3. Sono indicati ulteriori esami del sangue e delle urine;
  4. Sviluppato una dieta mirata a livellare i livelli di glucosio;
  5. Il peso fetale viene monitorato, perché il glucosio in eccesso nella madre può portare alla formazione di grasso nel feto e minacciare il bambino con l'obesità o il coma ipoglicemico intrauterino;
  6. Se si mantengono gli indicatori del diabete gestazionale, è possibile il parto a 37-38 settimane. Se il peso del feto supera il peso di 4 kg, un taglio cesareo è indicato per la donna incinta.

Le donne che soffrono di diabete gestazionale sono a rischio di ricorrere durante una gravidanza successiva. Questo può portare al normale diabete per tutta la vita.

La gravidanza non dovrebbe essere spontanea

Per evitare complicazioni durante la gravidanza nelle donne con diabete, la coppia dovrebbe prendere sul serio la questione. Per prima cosa è necessario un consulto con un endocrinologo o un terapeuta che mantenga una storia del diabetico e conosca tutte le circostanze.

In questa fase i rischi dovrebbero essere valutati, prima di tutto, per la futura madre.

La gravidanza complicata dal diabete mellito è piuttosto difficile ed è possibile che una donna debba trascorrere la maggior parte del tempo nel reparto ospedaliero.

Condurre la gravidanza e il parto nel diabete mellito è molto diverso dalla pratica abituale in donne sane:

  • Non solo un ginecologo partecipa al processo, ma anche un endocrinologo, un terapeuta, un nutrizionista, un nefrologo.
  • È più probabile che una donna incinta si sottoponga a un esame di ricovero per correggere la terapia necessaria. Il ricovero di routine viene prescritto nelle prime settimane di fecondazione, 20, 24, 32 settimane di gestazione. Se sorgono complicazioni, il numero di ospedalizzazioni può essere più.
  • In caso di diabete insulino-dipendente, il dosaggio è prescritto individualmente per monitorare le condizioni generali della futura madre e del feto.
  • Una donna dovrebbe seguire attentamente la dieta, condurre uno stile di vita attivo.
  • Le nascite per qualsiasi tipo di diabete di solito passano naturalmente e sono pianificate dal medico curante. Il taglio cesareo è fornito solo con un grande peso del feto (da 4000 grammi) o la manifestazione della preeclampsia nelle fasi successive.
  • Dopo il parto, sia la madre che il bambino controllano le condizioni generali del test del sangue.

conclusione

Nelle condizioni della medicina moderna per le coppie in cui il coniuge è malato di diabete, è apparso l'opportunità di essere genitori felici. Ma la responsabilità di prendere una decisione importante rimane sulle spalle di una donna. I rischi rimangono comunque. Devi avere uno spirito forte e trovare medici esperti che ti aiuteranno a risolvere i problemi che si presentano.

Come partorire con il diabete?

Il parto al diabete ha il grosso rischio. Ogni donna vuole provare la gioia della maternità, ma non dimenticare le difficoltà imminenti. Durante la gravidanza, è richiesto il ricovero su richiesta del medico e il monitoraggio dei minimi cambiamenti dello stato di salute. Ostetrici e ginecologi leader ritengono che sia possibile rimanere incinta e dare alla luce un bambino sano, soggetto a un regime ea una precedente terapia immunitaria.

Tipi di diabete nelle donne in gravidanza

Esistono tre tipi di malattia da zucchero: diabete di tipo 1, tipo 2 e gestazionale. La gravidanza si presenta in una forma familiare per i portatori della malattia. Con lo sviluppo del feto e la fisiologia del corpo, il dosaggio dell'insulina varia. Il diabete gestazionale appare spontaneamente all'inizio del terzo trimestre e termina dopo il parto. Dopo il parto, la prima settimana si può verificare un basso livello di zucchero, dopo un po 'sarà possibile tornare alla normale dose di insulina.

Condurre il travaglio nel diabete

Tutte le donne sanno che il periodo di gestazione è diviso in 3 trimestri. Nota, dovrebbe essere incinta dopo aver superato i test necessari. I primi 3 mesi il ginecologo monitorerà i livelli di zucchero nel sangue. Questo è paragonabile al fatto che l'attività placentare e la produzione di ormoni aumentano. Lo zucchero è ridotto, quindi, il dosaggio dei farmaci deve essere selezionato individualmente.

A 2 trimestre, la situazione nelle donne in gravidanza può essere complicata. Il livello dello zucchero aumenterà nuovamente, per questo verrà assegnata una dieta equilibrata. Il diabete e il parto erano in origine concetti incompatibili in particolare per l'insulina-dipendente. Durante questo periodo, le donne con diabete mostrano riposo a letto, se necessario, ricovero in ospedale.

Nell'ultimo trimestre di gravidanza, i pazienti hanno spesso tossicosi.

L'ultimo trimestre sarà il più difficile. La dose di insulina della madre diminuirà, ci potrebbe essere un aumento della fatica, perdita di appetito, apatia. È possibile che nella fase iniziale del travaglio, i diabetici possano sperimentare una forma tardiva di tossicosi. In gravidanza, questi casi di diabete si riscontrano spesso nella pratica medica.

Esiste un elenco di fattori che, nonostante i progressi scientifici, proibiscono di rimanere incinta e trasportare un bambino:

  • Entrambi i partner sono portatori di diabete.
  • La donna ha la tubercolosi aperta.
  • Rhesus è in conflitto con i partner che stanno per concepire un bambino.
  • Il primo parto è più vecchio di 30 anni, ripetuto più vecchio di 40 anni.
Torna al sommario

Caratteristiche del diabete gestazionale

Per prima cosa devi capire qual è la causa del suo verificarsi. Il fatto è che il corpo di una donna incinta per 9 mesi sta vivendo uno stress tremendo. Gli organi lavorano al limite o sono completamente impoveriti, incluso il pancreas. La malattia appare inaspettatamente e scompare dopo il parto. Questo tipo di malattia può essere chiamato un precursore di una malattia, piuttosto che una malattia. Condurre il parto nel diabete è caratterizzato da un'attitudine malsana al cibo, che può inizialmente allertare.

Il livello di zucchero nelle donne in gravidanza con questa malattia sarà significativamente più alto dopo un pasto, e dopo un po 'tornerà alla normalità. Tale caratteristica individuale si verifica con sovrappeso, predisposizione genetica o rottura della ghiandola tiroidea. Il diabete durante la gravidanza può essere riconosciuto solo dopo aver donato il sangue in un laboratorio. Se si decide di dare alla luce un diabetico, è importante consultare il proprio medico e valutare i pro ei contro. Nelle donne con problemi di ghiandola surrenale, non è auspicabile pianificare una gravidanza con uno insulino-dipendente.

I principali sintomi di questa malattia sono:

Nascita di bambini con diabete

Va notato che la gravidanza con questo tipo di malattia dovrebbe essere pianificata in anticipo. Prima di tutto contribuirà a ridurre il rischio di complicanze. Le nascite nel diabete di tipo 1 e il parto possono avvenire in modo naturale, se il peso del bambino e le condizioni della donna in travaglio sono normali. Per quanto riguarda i pazienti con diabete di tipo 2, un taglio cesareo è appropriato. Il parto in questa malattia è complicato dall'imprevedibilità del comportamento del corpo. Per la nascita di un bambino sano, gli sforzi dovrebbero essere fatti non solo per i medici, ma anche per la madre.

All'inizio dell'attività lavorativa, i medici preparano il canale del parto, ogni due ore viene controllato il livello di zucchero nel sangue. Le nascite naturali sono obbligatorie con l'anestesia epidurale. Se i tentativi sono deboli o l'attività generica è in calo, gli ostetrici ricorrono all'uso di farmaci ormonali. Le nascite con ridondanza di zucchero sono talvolta accompagnate da forti emorragie, che non sono tipiche della malattia. L'ipossia può verificarsi durante bruschi cambiamenti di pressione. Ma con tutte le raccomandazioni dei medici, c'è un'alta probabilità di avere un bambino completamente sano.

Secondo la testimonianza di un ostetrico-ginecologo, la consegna potrebbe essere forzata. Uno dei motivi è la tossiemia, al fine di salvare il bambino, i medici faranno un taglio cesareo, naturalmente il bambino potrebbe essere sottopeso e prematuro, quindi sarà immediatamente posto nell'incubatore. Dalla madre del bambino sarà portato via, dal momento che richiederà la riabilitazione, vale a dire, contagocce, iniezioni di insulina e un farmaco che previene la trombosi.

Rischio di complicazioni

I bambini nati da pazienti con diabete sono a rischio di insulina-dipendente. Con un esaurimento nervoso o una malattia virale, un bambino sano può diventare un diabetico. Le donne con diabete dovrebbero essere consapevoli che esiste la possibilità di non sopportare il bambino. Nel 99% dei problemi insorgono in quelle donne che vengono a partorire con il diabete, aggirando tutte le fasi della preparazione. Si noti che dopo 3 mesi, il feto può già essere diagnosticato con patologia, dal momento che gli organi addominali, il cervello e il cuore hanno già avviato i processi vitali.

Posso partorire nel diabete

Direttore dell'Istituto per il Diabete: "Butta via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la natura non era dalla parte della madre e la gravidanza si è conclusa con la morte del feto, l'aborto, la nascita di un bambino con molte patologie e così via. Ci sono stati casi in cui alcune donne hanno avuto una gravidanza così insoddisfacente prima e dopo.

Oggi è possibile che una donna con una diagnosi di diabete dia alla luce un bambino sano?

Endocrinologi e ostetrici, avendo condotto un enorme numero di studi diversi, hanno dimostrato che il diabete non è un ostacolo alla nascita di un bambino normale, completamente sano. La malattia in sé non influisce sulla salute delle briciole - solo un alto grado di zucchero nel sangue ha un effetto. Pertanto, affinché il bambino si sviluppi bene e cresca, è semplicemente necessario mantenere normali livelli di glucosio nel sangue. Questo sostegno si ottiene prendendo l'insulina e altri mezzi di autocontrollo.

Le moderne attrezzature sono anche in grado di informare il medico su eventuali cambiamenti nello sviluppo del feto, quindi anche la minima deviazione dalla norma non passerà inosservata e una donna con diabete è abbastanza capace di avere un bambino sano. Tuttavia, il controllo su una donna incinta che soffre della malattia è molto più alto rispetto alla consueta futura mamma. Una donna incinta dovrebbe essere testata più spesso e sottoporsi ad altri test.

Il corso della gravidanza sotto l'influenza del diabete

La gravidanza in una donna con diabete può essere pianificata in modo esclusivo, perché prima di concepire un bambino, una donna deve sottoporsi a una serie di studi speciali, permettendo o non permettendo a lei di concepire e sopportare il bambino.

Prima che la donna si accorga di essere incinta (in genere ci vogliono 5-7 settimane), il feto sarà già in pieno sviluppo: formerà la spina dorsale, i polmoni, l'intestino, il cervello verrà deposto e il battito del cuore si manifesterà. I salti di glucosio che si sono verificati durante questo periodo influenzano necessariamente la salute del feto.

L'iperglicemia tende a interrompere i processi metabolici nell'organismo di formazione, e questo è pieno di errori nel processo di deposizione degli organi del bambino. Inoltre, con l'inizio della gravidanza, il diabete in una donna inizia a progredire attivamente e può causare molte complicazioni. È per questo motivo che una gravidanza non pianificata può trasformarsi in una perturbazione della salute non solo del nascituro, ma anche di sua madre.

Come prepararsi per la gravidanza, avendo una diagnosi di "Diabete"

Se una donna con una diagnosi di diabete decide di dare alla luce un bambino, deve iniziare un esame completo e obbligatorio per diversi mesi (4-6) prima del concepimento previsto.

Prima di tutto, devi iniziare a monitorare rigorosamente il livello di zucchero nel sangue. Quanto prima e meglio una donna compensa la malattia prima del concepimento, maggiori sono le sue possibilità di avere un bambino sano a tempo pieno.

Una donna con diabete di tipo 2 dovrebbe ora non solo essere coinvolta nella misurazione del livello di zucchero nelle urine, ma anche sottoporsi a una serie di altri esami. Anche se il corso della gravidanza si verifica senza complicazioni, le consultazioni e le osservazioni degli specialisti sono estremamente importanti, perché il corpo della donna è sottoposto a un forte carico e non si sa come possa influire sulla salute della madre e del bambino.

Se una donna è costretta a prendere qualsiasi farmaco e, a prima vista, vitamine innocue, dovrebbe sempre consultare un medico se interferisce con il normale corso della gravidanza. Alcuni farmaci potrebbero dover essere sostituiti da altri. La maggior parte delle controindicazioni alla gravidanza in presenza di diabete può essere facilmente eliminata se una donna prende sul serio la propria salute.

Tali fattori come le malattie urogenitali comorbili, lo scompenso della malattia, l'incapacità di esercitare l'autocontrollo sul livello della glicemia, ecc., Sono soggetti a correzione.

Tuttavia, ci sono controindicazioni associate al diabete, che in nessun caso permettono a una donna di concepire e avere un figlio. Questi includono cardiopatia ischemica, grave gastroenteropatia, insufficienza renale.

Se una donna ha normalizzato il grado di zucchero nel sangue, ha subito un esame clinico e molti altri esami e alla fine ha ricevuto la speranza di diventare madre, dovrebbe avere molta pazienza, volontà, sostegno familiare e infine, dopo la cancellazione dei contraccettivi, iniziare a pianificare la nascita del bambino tanto atteso.
Dopo che una donna si sente incinta o effettua uno speciale test di gravidanza, che sarà positivo, dovrebbe consultare immediatamente un medico, che d'ora in poi inizierà un'attenta osservazione dello sviluppo del feto.

Come evitare le complicazioni?

Dal primo giorno della visita al medico, l'ostetrico-ginecologo e l'endocrinologo controlleranno da vicino la donna incinta. La futura mamma dovrebbe adottare un approccio responsabile e serio alla scelta dei medici, poiché solo gli esperti nel loro campo possono fornirle assistenza razionale.

Il primo trimestre di gravidanza è considerato il periodo più importante e significativo per la salute del futuro bambino, perché è in questa fase che avvengono la nascita del bambino e l'inizio del suo sviluppo. L'ulteriore destino del bambino dipende da come avviene la divisione cellulare al momento del concepimento. La corretta formazione degli organi fetali, così come la normale crescita e lo sviluppo della placenta è possibile solo con livelli di zucchero nel sangue controllati.

Alcuni cambiamenti iniziano a verificarsi nel corpo di una donna incinta. L'insulina abituale può influire negativamente sulla condizione della donna, quindi il dosaggio del farmaco dovrà essere ridotto. Anche con lievi fluttuazioni di glucosio, l'acetone può essere rilevato nelle urine. L'uso di un glucometro fino a 3-4 volte al giorno previene la chetoacidosi e l'iperglicemia.

Quasi tutte le donne incinte sperimentano nausea e vomito nel primo trimestre, ma una donna diabetica deve, se ci sono questi sintomi, passare l'analisi delle urine per determinare il contenuto di acetone. Con frequenti attacchi di vomito, le donne hanno bisogno di prevenire l'iperglicemia. Per fare questo, le viene assegnata una bevanda dolce, a volte richiede iniezioni di glucosio. È necessario visitare il ginecologo almeno una volta alla settimana, e per qualsiasi complicazione della condizione - tutti i giorni.

Il secondo trimestre è considerato il più favorevole: la tossicosi è passata, il corpo si è abituato al suo nuovo stato. Tuttavia, in questa fase, il pancreas del feto inizia ad essere attivato. Se il livello di zucchero nel sangue materno è elevato, il bambino produce una quantità molto elevata di insulina, che è piena di fetopatia diabetica, cioè una deviazione nella crescita e nello sviluppo del feto. Dopo che il bambino è nato, sarà incline all'ipoglicemia.

Un aggiustamento della dose di insulina è spesso richiesto alla 20a settimana di gravidanza, poiché la placenta in crescita inizia a produrre ormoni contrainsulari, necessari per il normale sviluppo del feto, ma può ridurre l'effetto dell'insulina consumata dalla donna. La gravidanza può "richiedere" ad una donna di aumentare la dose di insulina 2 o più volte, ma questo avverrà poco dopo che la donna sarà sollevata dal peso. È assolutamente impossibile che una donna prescriva dosi di insulina a se stessa - questo può essere molto pericoloso.

Inoltre, la ventesima settimana, una donna incinta deve sottoporsi ad un esame ecografico per rilevare eventuali anomalie nel feto. Una visita all'oculista è molto importante. Durante l'ultimo trimestre vengono eseguiti regolarmente gli ultrasuoni (una volta ogni 2 settimane). Le ultime settimane di gravidanza dovrebbero essere una dieta ipercalorica diversa e l'inclusione di un gran numero di prodotti a base di pane.

Approssimativamente alla 36a settimana, la gestante viene ricoverata al fine di prevenire eventuali complicazioni della gravidanza. Allo stesso tempo, il medico decide in che modo la donna darà alla luce il bambino. Se non c'è una deviazione seria dalla madre o dal feto, allora la donna sarà in grado di partorire naturalmente. Nel caso in cui il feto è grande, c'è una minaccia di ipossia fetale, la donna ha complicazioni della gravidanza o complicanze vascolari associate al diabete, sta subendo un taglio cesareo.

Se durante tutta la gravidanza la donna ha osservato da vicino la sua salute, ha soddisfatto tutte le istruzioni dei medici, quindi la nascita non ha ostacoli, il bambino nasce sano e non è diverso dai loro coetanei!

Segni di diabete durante la gravidanza

Se il diabete mellito apparisse durante la gravidanza, allora non sarà possibile identificarlo immediatamente, perché il suo sviluppo è lento e inesprimibile.

I segni includono:
- affaticamento
- sete
- minzione frequente
- Perdita di peso con aumento dell'appetito
- alta pressione sanguigna
- prurito della pelle
- la comparsa di pustole sulla pelle e sul foruncolo

Durante la gravidanza, i ginecologi ostetrici spesso prescrivono l'urina e il sangue per i test, perché questi sintomi descrivono la condizione tipica di una donna incinta. E solo quando, in base ai risultati, viene rilevato un livello di glucosio elevato, viene assegnato un test con un carico. È lui che ti dirà se sei diabetico o meno.

IMPORTANTE: in caso di sensazioni spiacevoli, contattare uno specialista e non trarre conclusioni da soli.

Qual è il diabete pericoloso durante la gravidanza? Impatto del diabete sulla gravidanza

Il rischio di diabete come gestazionale e di tipo I o di tipo II per la futura gestante è:

- nella manifestazione di tossicosi tardiva
- nello sviluppo delle infezioni del tratto urinario e dei genitali (lo sviluppo della pielonefrite è particolarmente pericoloso)
- nella patologia dello sviluppo della placenta e alterata circolazione placentare
- minacciato da aborto spontaneo, parto prematuro e parto pretermine
- nella nascita di un grande feto, più di 4500 kg., che può portare a traumi alla nascita
- in violazione dei reni e degli organi visivi
Per il frutto:
- il verificarsi di malformazioni
- un aumento dell'ormone della crescita, le cui conseguenze si manifestano nell'immaturità dei sistemi e degli organi interni e l'incapacità di funzionare normalmente
- ipossia intrauterina del cervello e dei reni
- asfissia
- ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue)
- mutazione cromosomica, che porta all'ulteriore sviluppo del diabete nel neonato
- mortalità

IMPORTANTE: tutte le complicazioni possono essere evitate normalizzando il livello di zucchero.

Condurre la gravidanza e il parto nel diabete di tipo I

Il diabete di tipo I è il diabete insulino-dipendente e il più comune. Si trova nell'infanzia durante la pubertà, differisce instabile e intermittente durante la gravidanza. Nelle donne in gravidanza con questo tipo di diabete, c'è un danno alle pareti dei vasi sanguigni a causa di disturbi metabolici e una tendenza alla chetoacisto (una violazione del metabolismo dei carboidrati).

IMPORTANTE: se una donna ha il diabete, allora ha bisogno di pianificare una gravidanza in anticipo e allo stesso tempo sottoporsi a una visita medica completa

Gestione della gravidanza per diabete di tipo I.

  • In primo luogo, la futura mamma dovrebbe visitare regolarmente l'ostetrico-ginecologo e l'endocrinologo, oltre a seguire tutte le loro raccomandazioni.
  • In secondo luogo, monitorare quotidianamente la glicemia e il chetone nelle urine con l'aiuto di strisce reattive
  • Terzo, dieta e gestione del peso.
  • In quarto luogo, utilizzare il farmaco insulinico nelle dosi prescritte e, in quinto luogo, sottoporsi a un esame di routine, che comprende l'ospedalizzazione. L'ospedalizzazione si svolge in tre fasi:

Io... non appena il dottore ha diagnosticato una gravidanza. Necessario identificare le minacce per la salute e la capacità di continuare la gravidanza.
II - per un periodo di 22-24 settimane. Nuove dosi di insulina vengono stabilite, la dieta viene aggiustata se necessario e, con l'aiuto di un esame ecografico, vengono rilevate eventuali malformazioni del bambino, se presenti.
III - per un periodo di 32-34 settimane. Il termine di consegna è stabilito, di solito è 37-38 settimane e si decide come la donna partorirà, naturalmente o con un taglio cesareo.

Nascite nel diabete di tipo I.

Se durante la gravidanza sono sorte delle complicazioni o il feto è diventato troppo grande, allora il parto sarà effettuato artificialmente, con il metodo del taglio cesareo. Se la condizione della donna incinta non è complicata da nulla, allora la nascita avverrà naturalmente con una possibile stimolazione generica.

IMPORTANTE: monitorare i livelli di zucchero il giorno della consegna, perché l'eccitazione può farla salire drammaticamente

Condurre la gravidanza e il parto nel diabete di tipo II

Il diabete di tipo II non è insulino-dipendente. Si sviluppa nelle donne di età superiore ai 30 anni. e
Come nel diabete di tipo I, la gravidanza dovrebbe essere pianificata, questo ridurrà il rischio di possibili complicazioni sia per la madre che per il bambino.

Gestione della gravidanza per diabete di tipo II

Come nel caso del diabete di tipo I, una donna dovrebbe: visitare regolarmente i medici, seguire le raccomandazioni e il trattamento, assumere l'insulina in dosi appropriate e superare i test necessari, come l'urina e il sangue.

Ma oltre a questi test obbligatori, una donna incinta con diabete non insulino-dipendente misura anche l'emoglobina glicata ogni 4-8 settimane, controlla la glicemia fino a 4 volte al giorno, passa l'analisi delle urine per determinare l'acetone e le infezioni in esso.

Una donna incinta è anche soggetta a ricovero in tre fasi:

Nel primo periodo - per l'esame, identificazione di patologie e possibili rischi.
21-24 settimane: un esame approfondito del feto
Dopo 32 settimane - per stabilire i tempi e il metodo di consegna.

Parto nel diabete di tipo II

  • Durante il parto, una donna dovrebbe determinare ogni 2 ore la concentrazione di glucosio, monitorare i battiti del cuore fetale usando un apparecchio CTG e monitorare la pressione.
  • Se una donna ha un grande feto, è in presentazione pelvica, ha ipossia, o la donna stessa ha delle complicazioni, la nascita sarà artificiale.
  • Durante la nascita naturale di una donna incinta, una flebo IV viene installato al mattino per la stimolazione con una soluzione al 5% di glucosio e soluzione fisiologica. L'insulina viene somministrata in questa flebo ogni 4-6 ore, a seconda del livello glicemico o dell'infusione endovenosa di insulina ad una velocità di 1-2 U / ora

IMPORTANTE: per il diabete di tipo I e di tipo II, il canale del parto deve essere preparato durante la nascita: è stato creato un contesto ormonale favorevole e sono stati utilizzati agenti antispastici.

Dieta per donne in gravidanza con diabete

Affinché la gravidanza nel diabete possa procedere in modo sicuro, una donna deve seguire una dieta.
Per questo, la dieta deve essere rispettata:

  • Non mangiare carboidrati facilmente digeribili, che aumentano la glicemia.
    Ridurre l'assunzione di grassi
  • Aumentare l'assunzione di proteine.
  • Mangia più vitamine e cibi ricchi di fibre oltre a banane, uva e meloni

IMPORTANTE: il cibo deve essere frazionario e in piccole porzioni. Assunzione calorica di una dieta giornaliera di 2500-3000 kcal.

Il diabete può insorgere durante la gravidanza? Cos'è il diabete nascosto in gravidanza e come si manifesta?

La risposta alla prima domanda sarà - sì, il diabete può svilupparsi sullo sfondo della gravidanza, si chiama gestazionale. Il suo tipo "nascosto" è una forma lieve di diabete gestazionale, che può essere rilevato solo da test di laboratorio, principalmente dopo 24 settimane di gestazione. Un tal diabete può svilupparsi in donne che hanno una disposizione per esso: sono obesi, hanno più di 30 anni, o hanno un fattore ereditario.
Lo sviluppo del diabete è correlato:
- con aumento dei livelli di ormoni, come cortisolo, progesterone ed estrogeno. Influenzano la produzione di insulina da parte del pancreas.
- diminuzione dell'attività fisica
- alimenti ad alto contenuto calorico
La forma "nascosta" del diabete gestazionale non ha un effetto significativo sulla condizione della donna, ma mette a rischio lo sviluppo del feto. In generale, tale diabete dopo la gravidanza passa e il livello di insulina ritorna normale.

IMPORTANTE: le proprie riserve di insulina possono compensare la sua mancanza nel corpo e quindi prevenire lo sviluppo del diabete gestazionale

Caratteristiche della gravidanza nel diabete mellito: consigli e recensioni

Ogni trimestre ha le sue caratteristiche:

Termine I - Controllo giornaliero dello zucchero. In questa fase, il suo livello diminuisce, la condizione della donna in travaglio migliora, quindi la dose di insulina deve essere ridotta.
II trimestre - aumenta la dose di insulina, si osserva una dieta equilibrata.
III trimestre - a causa della comparsa di glicemia, ridurre la dose di insulina.
Durante il parto, l'indice dello zucchero fluttua, è influenzato dallo stato psico-emotivo della donna in travaglio. C'è anche stanchezza, sotto l'azione di cui si riduce la glicemia, quindi il sangue per il glucosio viene controllato ogni 2 ore. Dopo la nascita, entro 7-10 giorni il livello di zucchero è normalizzato.

La gravidanza nel diabete per una donna è un passo difficile e un test serio, quindi per una gravidanza sicura deve seguire tutte le raccomandazioni dei medici e seguire la sua dieta. Ti benedica!

Tipi di malattia

Ci sono tre tipi di diabete nella definizione medica:

  • Diabete insulino-dipendente del primo tipo, che è più suscettibile agli adolescenti;
  • Diabete non insulino-dipendente del secondo tipo, che colpisce le persone dopo quaranta anni, in particolare quelli che sono in sovrappeso;
  • Diabete gestazionale che accompagna la gravidanza.

Tra le donne incinte, il primo tipo è più comune, in quanto colpisce spesso i giovani. Il secondo tipo di malattia si verifica nelle donne in gravidanza molto meno frequentemente, poiché si sviluppa più spesso prima della menopausa e quando si verifica. Il diabete gestazionale praticamente non si verifica.

Diabete gestazionale

Questo tipo di malattia si sviluppa solo durante la gravidanza e scompare improvvisamente come appariva quando una donna partoriva un bambino. Quando il livello degli ormoni nel sangue aumenta, il carico sul pancreas diventa troppo alto. Il ferro di solito fa il lavoro, ma a volte la concentrazione di zucchero nel sangue aumenta in modo significativo.

I fattori che contribuiscono allo sviluppo di tale diabete quando trasportano un bambino sono:

  • Tipo clinico di obesità;
  • policistico;
  • Parenti con diabete e quindi predisposizione genetica;
  • Diabete gestazionale, riscontrato in precedenti gravidanze.

I sintomi della malattia si manifestano nel modo seguente:

  • Sete che non possono essere alleviate dall'acqua;
  • Sensazione di fame costante;
  • vertigini;
  • Difficoltà a focalizzare la vista;
  • Frequente voglia di svuotare la vescica.

Questi sintomi sono comuni nella gravidanza normale. È per questo motivo che le future madri vengono assegnate ai test di laboratorio e, in particolare, per lo zucchero nel sangue.

Come pianificare una gravidanza

È possibile rimanere incinta e avere un bambino sano solo se la gravidanza è stata pianificata in anticipo. Il fatto è che in caso di una gravidanza accidentale, una donna la troverà solo al primo ritardo - una settimana o due dopo il concepimento.

Durante questo periodo, saranno già deposte le basi degli organi e dei sistemi di un piccolo organismo, che non può essere normale con l'aumento di zucchero nel sangue della madre. Un bambino nato, anche se la madre lo fa e partorisce senza complicazioni, avrà inevitabilmente patologia.

I pazienti con una forma lieve di diabete non sempre misurano da soli gli zuccheri nel sangue, ma è sufficiente che eseguano un'analisi a intervalli regolari.

Durante la gravidanza nel diabete, sarà necessario un monitoraggio obbligatorio dei livelli di zucchero nel sangue, poiché le improvvise insorgenze possono seriamente compromettere sia la salute della madre che la salute del bambino.

Prestazione normale

Per monitorare costantemente il livello di zucchero e adottare misure tempestive per eliminare le condizioni pericolose, è necessario conoscere le norme di concentrazione dello zucchero. Per fare questo, hai bisogno di un misuratore di glucosio nel sangue a casa. Di solito, il livello di zucchero viene controllato una o due volte al giorno, soprattutto al mattino e prima di andare a dormire.

La concentrazione normale è nell'intervallo 3,5-5,5 mmol / l. Una concentrazione di 5,5-7,1 mmol / L è chiamata sindrome di prediabete o condizione di prediabete. Se lo schermo del misuratore mostra una concentrazione superiore a 7,1 mmol / l, esiste una forma definita della malattia.

Esami preliminari

È necessario pianificare una tale gravidanza diversi mesi prima del concepimento. Ciò eviterà i rischi comuni e concepirà un bambino sano, normalmente e senza sopportarne la tolleranza.

Prima di tutto, fai riferimento all'endocrinologo, che ha fatto una diagnosi del genere e osserva il decorso della malattia. Egli può condurre un riesame, inviare analisi e fornire raccomandazioni individuali.

Quindi segue una visita dal ginecologo. Dovrebbe esaminare le condizioni dell'utero e delle appendici. Possono essere prescritti studi quali ecografia, striscio su microflora, ecografia transvaginale ed esame per la completezza dell'ovulazione.

Un altro elemento obbligatorio per l'esame è una visita a un oftalmologo. Se le navi del fondo non sono affidabili, dovrebbero essere cauterizzate per evitare rotture. Inoltre, prima della nascita, è obbligatorio consultare nuovamente un oftalmologo, poiché i problemi con le navi del fondo sono un'indicazione per il taglio cesareo e tali problemi si riscontrano spesso tra le donne con diabete.

Controindicazioni alla gravidanza

Sfortunatamente, ci sono anche situazioni in cui la sindrome diabetica dà complicazioni. E anche se ti permette di pianificare una gravidanza, le complicazioni possono diventare un serio ostacolo:

  • Cardiopatia ischemica;
  • Mancanza di funzionalità renale;
  • gastroenteropathy;
  • Incompatibilità dei fattori Rh.

Corso di gravidanza

All'inizio della gravidanza, si osserva l'attivazione della sintesi di insulina, che consente di ridurre la dose del farmaco per la futura madre. Ciò è causato da un aumento della tolleranza al carbonio.

Dalla sedicesima settimana, quando la placenta completa la sua formazione, inizia a produrre prolattina e glicogeno, che sono opposti nell'azione dell'insulina. Pertanto, da questo periodo aumenta la concentrazione di dosi.

Inoltre, durante questo periodo il pancreas del bambino inizierà a funzionare, e se trova un'alta concentrazione di zucchero nel sangue, inizierà la produzione di insulina. Di conseguenza, lo zucchero si è trasformato in grasso, il che porta alla comparsa dell'obesità del feto già nell'utero.

Entro la fine della gravidanza, la dose di insulina viene nuovamente ridotta, poiché la placenta diminuisce la sua attività. Le dosi di farmaci in ogni fase sono selezionate solo da uno specialista qualificato. Come una donna dopo il parto si sente dopo è difficile da prevedere, perché il livello di zucchero nel giorno della nascita monitora ogni due ore.

Caratteristiche del parto

  • Prima di tutto, preparazione preliminare del canale del parto. Se viene eseguito con successo, forare la bolla amniotica. L'anestesia del travaglio è sicuramente effettuata, così come il monitoraggio del battito cardiaco e del livello di zucchero, sia nella madre che nel futuro bambino.
  • Con una diminuzione dell'attività generica, le madri iniettano per via endovenosa l'ossitocina. Con un forte aumento di zucchero, l'insulina viene iniettata. L'aumento ormonale dell'attività lavorativa è una pratica normale del parto nei diabetici.

Se l'ipossia fetale inizia anche dopo la dilatazione cervicale, o prima, il feto può essere estratto dal taglio cesareo. In generale, con una gestione competente della gravidanza nei medici che hanno familiarità con il problema e hanno esperienza nella gestione della gravidanza nei diabetici, il bambino nasce sano e pieno.

Tipi di diabete

La medicina distingue tre tipi di diabete:

  1. Diabete insulino-dipendente, è anche chiamato diabete di tipo 1. Si sviluppa, di regola, l'adolescenza;
  2. Diabete insulino-indipendente, rispettivamente, diabete di tipo 2. Si verifica nelle persone sopra i 40 anni in sovrappeso;
  3. Diabete gestazionale durante la gravidanza.

Il più comune tra le donne incinte è di tipo 1, per la semplice ragione che colpisce le donne in età fertile. Il diabete di tipo 2, sebbene più comune di per sé, è molto meno comune nelle donne in gravidanza. Il fatto è che le donne incontrano questo tipo di diabete molto più tardi, proprio prima della menopausa, o anche dopo la sua comparsa. Il diabete gestazionale è estremamente raro e causa molti meno problemi rispetto a qualsiasi tipo di malattia.

Diabete gestazionale

Questo tipo di diabete si sviluppa solo durante la gravidanza e passa senza lasciare traccia dopo il parto. La sua causa è un carico crescente sul pancreas dovuto al rilascio di ormoni nel sangue, il cui effetto è opposto all'insulina. Di solito, il pancreas affronta questa situazione, ma in alcuni casi il livello di zucchero nel sangue salta notevolmente.

Nonostante il fatto che il diabete gestazionale sia estremamente raro, è consigliabile conoscere i fattori di rischio e i sintomi per escludere questa diagnosi da soli.

I fattori di rischio sono:

  • l'obesità;
  • sindrome dell'ovaio policistico;
  • zucchero nelle urine prima della gravidanza o al suo esordio;
  • la presenza di diabete in uno o più parenti;
  • diabete in gravidanze precedenti.

Più fattori ci sono in un caso particolare, maggiore è il rischio di sviluppare la malattia.

I sintomi del diabete durante la gravidanza, di regola, non sono pronunciati, e in alcuni casi è completamente asintomatico. Tuttavia, anche se i sintomi sono chiaramente espressi, è difficile sospettare il diabete. Giudica tu stesso:

  • sete intensa;
  • sensazione di fame;
  • minzione frequente;
  • visione offuscata.

Come puoi vedere, quasi tutti questi sintomi si verificano spesso durante la gravidanza normale. Pertanto, è necessario eseguire regolarmente e regolarmente un esame del sangue per lo zucchero. All'aumentare del livello, i medici prescrivono ulteriori ricerche. Maggiori informazioni sul diabete gestazionale →

Diabete e gravidanza

Quindi, è stato deciso di essere incinta. Tuttavia, prima di procedere con l'implementazione del piano, non sarebbe una cattiva idea capire l'argomento per immaginare cosa ti sta aspettando. Di norma, questo problema è rilevante per i pazienti con diabete di tipo 1 durante la gravidanza. Come accennato in precedenza, le donne con diabete di tipo 2 di solito non cercano più e spesso non possono partorire.

Pianificazione della gravidanza

Ricorda una volta per tutte, con qualsiasi forma di diabete, solo una gravidanza programmata è possibile. Perché? È abbastanza ovvio. Se la gravidanza è accidentale, la donna ne sarà a conoscenza solo poche settimane dopo il concepimento. Durante queste poche settimane, tutti i principali sistemi e organi della futura persona si stanno già formando.

E se durante questo periodo almeno una volta il livello di zucchero nel sangue salta forte, le patologie dello sviluppo non possono essere evitate. Inoltre, idealmente, salti bruschi nel livello di zucchero non dovrebbero essere negli ultimi mesi prima della gravidanza, in quanto ciò potrebbe influenzare lo sviluppo del feto.

Molti pazienti con diabete mellito non eseguono misurazioni regolari della glicemia e pertanto non si ricordano i numeri esatti, che sono considerati la norma. Non ne hanno bisogno, basta solo fare un esame del sangue e ascoltare il verdetto del medico. Tuttavia, durante la pianificazione e la gestione della gravidanza, dovrai monitorare questi indicatori da solo, quindi devi conoscerli ora.

Il livello normale è 3,3-5,5 mmol. La quantità di zucchero da 5,5 a 7,1 mmol è chiamata condizione pre-diabete. Se il livello di zucchero supera la cifra di 7,1, ho pregato, quindi stanno già parlando di uno o di un altro stadio del diabete.

Si scopre che la preparazione per la gravidanza dovrebbe iniziare tra 3-4 mesi. Prendi un metro tascabile in modo da poter controllare il livello di zucchero in qualsiasi momento. Poi visita il tuo ginecologo e endocrinologo e informali che stai pianificando una gravidanza.

Un ginecologo esaminerà una donna per la presenza di co-infezioni delle infezioni urinarie e le aiuterà a trattarle se necessario. Un endocrinologo ti aiuterà a selezionare la dose di insulina per il risarcimento. La comunicazione con l'endocrinologo è obbligatoria e durante tutta la gravidanza.

La consultazione di un oftalmologo non sarà meno obbligatoria. Il suo compito è esaminare i vasi del fondo e valutare le loro condizioni. Se alcuni di loro sembrano inattendibili, al fine di evitare lacune, sono cauterizzati. La consultazione ripetuta dell'oftalmologo è necessaria anche prima del parto. Problemi con vasi dell'occhio del giorno possono benissimo diventare un'indicazione per il taglio cesareo.

Si può essere invitati a visitare altri specialisti per valutare il grado di rischio durante la gravidanza e prepararsi per le possibili conseguenze. Solo dopo che tutti gli esperti hanno fatto un cenno alla gravidanza, sarà possibile annullare la contraccezione.

Da questo punto in poi, è necessario monitorare molto attentamente la quantità di zucchero nel sangue. Molto dipende da come ciò sarà fatto con successo, inclusa la salute del bambino, la sua vita e la salute della madre.

Controindicazioni alla gravidanza con il diabete

Sfortunatamente, in alcuni casi, una donna con diabete è ancora controindicata per partorire. In particolare, la combinazione del diabete con le seguenti malattie e patologie è assolutamente incompatibile con la gravidanza:

  • ischemia;
  • insufficienza renale;
  • gastroenteropathy;
  • fattore Rh negativo nella madre.

Caratteristiche del corso della gravidanza

All'inizio della gravidanza, sotto l'influenza dell'estrogeno ormone in donne in gravidanza con diabete mellito, si osserva un miglioramento della tolleranza dei carboidrati. In connessione con questo, aumenta la sintesi di insulina. Durante questo periodo, la dose giornaliera di insulina, abbastanza naturalmente, dovrebbe essere ridotta.

A partire da 4 mesi, quando la placenta è finalmente formata, inizia a produrre ormoni controinsulinici, come prolattina e glicogeno. La loro azione è la stessa dell'insulina, quindi il volume delle iniezioni dovrà essere nuovamente aumentato.

Inoltre, a partire dalla settimana 13, è necessario stringere il controllo sul livello di zucchero nel sangue, perché in questo periodo il pancreas del bambino inizia il suo lavoro. Comincia a reagire al sangue della madre, e se c'è troppo zucchero in lei, il pancreas risponde con l'iniezione di insulina. Di conseguenza, il glucosio si rompe e viene trasformato in grasso, cioè il feto sta guadagnando attivamente massa grassa.

Inoltre, se durante l'intera gravidanza il bambino incontrava spesso sangue della madre "addolcito", è probabile che in seguito affronterà anche il diabete. Naturalmente, in questo periodo, la compensazione del diabete è semplicemente necessaria.

Presta attenzione al fatto che in qualsiasi momento l'endocrinologo deve selezionare la dose di insulina. Solo uno specialista esperto può farlo in modo rapido e preciso. Mentre esperimenti indipendenti possono portare a risultati disastrosi.

Verso la fine della gravidanza, l'intensità della produzione di ormoni continulinici diminuisce nuovamente, il che costringe a ridurre il dosaggio di insulina. Per quanto riguarda il parto, è quasi impossibile prevedere quale sarà il livello di glucosio nel sangue, pertanto il monitoraggio del sangue viene effettuato ogni poche ore.

Principi di gravidanza nel diabete

È del tutto naturale che la gestione della gravidanza in questi pazienti sia fondamentalmente diversa dalla gestione della gravidanza in qualsiasi altra situazione. Il diabete mellito durante la gravidanza crea prevedibilmente problemi aggiuntivi per una donna. Come si può vedere dall'inizio dell'articolo, i problemi associati alla malattia cominceranno a disturbare una donna in fase di progettazione.

La prima volta dovrai visitare il ginecologo ogni settimana e, in caso di complicazioni, le visite diventeranno quotidiane o la donna sarà ricoverata in ospedale. Tuttavia, anche se tutto va bene, devi ancora essere in ospedale più volte.

Il primo ricovero in ospedale viene nominato nelle prime fasi, fino a 12 settimane. Durante questo periodo, un esame completo della donna. Identificazione dei fattori di rischio e controindicazioni alla gravidanza. Sulla base dei risultati del sondaggio, si decide di mantenere la gravidanza o di interromperla.

La seconda volta che una donna ha bisogno di andare in ospedale a 21-25 settimane. In questo periodo è necessario un riesame, durante il quale vengono identificate possibili complicanze e patologie e viene prescritto un trattamento. Nello stesso periodo, una donna viene indirizzata per un'ecografia e, successivamente, viene sottoposta a questo studio settimanalmente. È necessario monitorare lo stato del feto.

Il terzo account di ospedalizzazione per 34-35 settimane. E in ospedale, la donna rimane prima della nascita. E ancora, non farà a meno di un sondaggio. Il suo obiettivo è valutare la condizione del bambino e decidere quando e come avverrà la nascita.

Poiché il diabete in sé non impedisce il parto naturale, questa opzione rimane sempre la più desiderabile. Tuttavia, a volte il diabete porta a complicazioni che rendono impossibile aspettare una gravidanza a termine. In questo caso, viene stimolato l'inizio dell'attività lavorativa.

Ci sono un certo numero di situazioni che costringono i medici a soffermarsi su una variante del taglio cesareo, tali situazioni includono:

  • grande frutto;
  • presentazione pelvica;
  • pronunciate complicazioni diabetiche nella madre o nel feto, incluso oftalmologico.

Parto con il diabete

Durante la nascita ha anche le sue caratteristiche. Prima di tutto, devi prima preparare il canale del parto. Se questo può essere fatto, il parto di solito inizia con il piercing della bolla amniotica. Inoltre, per migliorare l'attività lavorativa è possibile inserire gli ormoni necessari. La componente obbligatoria in questo caso è l'anestesia.

Glicemia e battito cardiaco fetale sono monitorati su base obbligatoria con l'aiuto di CHT. All'attenuazione dell'attività lavorativa di una donna incinta, l'ossitocina viene somministrata per via endovenosa e con un forte aumento di zucchero, insulina.

A proposito, in alcuni casi, insieme all'insulina, il glucosio può anche essere somministrato. Non c'è niente di sedizioso e pericoloso in questo, quindi non c'è bisogno di resistere a una simile mossa da parte dei medici.

Se, dopo la somministrazione di ossitocina e l'apertura della cervice, l'attività lavorativa inizia a svanire o si verifica ipossia acuta, gli ostetrici possono ricorrere all'uso del forcipe. Se l'ipossia inizia anche prima che la cervice si sia aperta, allora, molto probabilmente, la consegna avverrà con taglio cesareo.

Tuttavia, indipendentemente dal fatto che la nascita avverrà in modo naturale, o dal taglio cesareo, la possibilità di un bambino sano è piuttosto alta. L'importante è essere attenti al proprio corpo e in tempo per reagire a tutti i cambiamenti negativi e osservare scrupolosamente le prescrizioni del medico.

Circa 30-40 anni fa, i medici proibivano alle donne con diabete di rimanere incinte e avere figli, perché c'era un grande pericolo sia per la madre che per il feto. Il fatto che ora è cambiato e perché le donne con diabete partoriscono più spesso in un'intervista con NEWS.am il corrispondente di Medicina è stato detto da Elena Agadzhanova, MD, professore associato, capo del dipartimento di endocrinologia all'Università Statale di Yerevan e capo della clinica di endocrinologia presso l'Ospedale Universitario Muratsan.

Dottore, per favore diteci cos'è il diabete? E le donne diabetiche possono avere figli?

Il diabete mellito è una malattia cronica associata a una ridotta produzione di ormone insulina dal pancreas o ad alterata azione dell'insulina nei tessuti. In entrambi i casi, clinicamente, vediamo un quadro di carenza di insulina. Se l'insulina è bassa, aumenta lo zucchero nel sangue. Un alto livello di zucchero nel sangue ha un effetto dannoso sulle pareti vascolari, terminazioni nervose in tutti gli organi.

Il numero di pazienti con diabete è in crescita in tutto il mondo e l'Armenia non fa eccezione. Il numero di donne con diabete che vogliono diventare madri e diventare loro nel nostro paese sta crescendo, ma non abbiamo statistiche specifiche per l'Armenia. C'era un alto rischio che il bambino potesse nascere con disabilità, con difetti o non essere in grado di farlo. Tuttavia, ora la situazione è cambiata, dal momento che il trattamento del diabete è molto più efficace di prima. Ora, nessuno può proibire a una donna con diabete di partorire, tranne che per quei pazienti che hanno gravi complicanze vascolari croniche. La gravidanza è controindicata per loro, poiché potrebbe esserci una progressione di queste complicazioni vascolari che danneggerà irreparabilmente la salute della donna. Negli ultimi anni, le donne con diabete hanno più probabilità di rimanere incinta perché sono diventate più capaci di controllare il diabete.

Lo zucchero nel sangue deve essere controllato, perché se il suo livello di sangue è più alto del normale, significa che meno zucchero entra nelle cellule, che muoiono di fame e producono meno energia. Questo è da un lato, ma dall'altro - alti livelli di zucchero nel sangue danneggiano i vasi sanguigni. I livelli di zucchero nel sangue sono controllati con farmaci. Nell'infanzia viene prescritta solo la terapia insulinica e, dopo 40 anni, le persone vengono trattate principalmente con le pillole.

Qualsiasi donna diabetica deve pianificare la gravidanza e prepararla in anticipo, portare il corpo in ordine e riportare lo zucchero alla normalità: fino a 5,5 mmol / l al mattino a stomaco vuoto, ma durante il giorno il glucosio può salire a 8 mmol / l. È necessario correggere il trattamento, prendere la dose. Se una donna diventa spontaneamente incinta, quindi a causa di un carico ormonale elevato sul corpo, se non si aumenta la dose di insulina, il livello di zucchero nel sangue sarà così alto da causare chetosi, chetoacidosi - disturbi metabolici piuttosto gravi associati a insufficienza di insulina, che possono causare danno irreparabile alla madre e al nascituro. Il feto e la madre hanno una circolazione generale del sangue, quindi lo zucchero della madre nel sangue dovrebbe essere a un livello ideale. Abbiamo bisogno di controlli costanti dei livelli di zucchero nel sangue, ad es. Se il medico raccomanda che un bambino o un giovane che ha il primo tipo di diabete, 4 volte lo zucchero misurato durante il giorno, quindi durante la gravidanza è possibile controllare due o tre volte più spesso. Ci sono situazioni in cui ogni due ore è necessario organizzare i controlli e, a seconda del livello di zucchero, è necessario regolare il trattamento.

Cosa è cambiato dal tempo in cui alle donne con diabete veniva proibito di rimanere incinta e partorire? Gli specialisti sono diventati più professionali o migliori?

La qualità della gestione dei pazienti con diabete è cambiata. È apparso il concetto di "autocontrollo", che viene insegnato dal medico al paziente. I pazienti con diabete controllano indipendentemente i livelli di zucchero nel sangue. Anche la qualità delle cure fornite ai pazienti con diabete è cambiata. I pazienti con diabete di tipo 1 nella nostra clinica sono "School of Diabetes". Sia i bambini che i genitori sono formati in questa scuola, sapranno cos'è il diabete, qual è la differenza tra il diabete di tipo 1 e di tipo 2, come l'insulina differisce l'una dall'altra, qual è il loro effetto. Quando un paziente che viene addestrato nella "Scuola del Diabete" sa quale sia il suo livello di zucchero al momento, può regolare la dose di insulina e l'alimentazione a seconda di esso. Insegniamo ai nostri pazienti come mangiare bene. Hanno bisogno di sapere quali alimenti aumentano lo zucchero e quali no, cioè i pazienti già addestrati sanno già quali alimenti nella loro dieta dovrebbero essere contati e quali no. Ognuno di loro ottiene il proprio regime di terapia insulinica: quando mangiare, quale esercizio dovrebbe essere e come regolare la dose di nutrizione e insulina, avendo questo o quell'esercizio al fine di mantenere i normali livelli di zucchero. I pazienti addestrati controllano meglio il diabete.

Questo allenamento dovrebbe essere effettuato e in gravidanza con il diabete. Una donna incinta con diabete dovrebbe mangiare proprio come le persone sane. Naturalmente, in questo caso, la quantità di dolce è nettamente limitata, perché è necessario evitare bruschi cali di zucchero nel sangue. Se una donna incinta non soffre di eccesso di peso, i cibi grassi non possono essere limitati. Una donna incinta con diabete dovrebbe mangiare molte verdure, erbe e frutta. Il numero di frutti contenenti grandi quantità di glucosio è limitato. Insegniamo ai diabetici a capire che puoi mangiare uva e cioccolato, ma questo non dovrebbe essere fatto regolarmente. Se vuoi mangiare un pezzo di torta in più, allora devi fare un'iniezione addizionale di insulina.

Si scopre che da parte dei medici, i pazienti ricevono un supporto psicologico tremendo?

Sì. Questo può essere chiamato sia aiuto psicologico che supporto, che risulta essere malato di diabete a qualsiasi età. Ma se stiamo parlando di bambini, ovviamente, tutto è molto più difficile. Molti pazienti, e in particolare i loro genitori, hanno una sorta di "politica dello struzzo" perché vogliono nascondersi dalla malattia, non fare nulla, non vedere, non sapere, e sperare che tutto passerà. Ma questo approccio è fondamentalmente sbagliato, perché non passerà nulla, purtroppo questa non è la malattia. Ecco perché sin dall'inizio, quando viene diagnosticato il diabete, il paziente ei genitori iniziano a frequentare le lezioni per sapere come comportarsi.

La qualità della vita di bambini nè donne in gravidanza con diabete non dovrebbe soffrire. I bambini devono crescere e svilupparsi normalmente, diventare membri a pieno titolo della società, creare famiglie sane e avere figli sani. Ed è abbastanza reale.

A volte durante la gravidanza si verifica improvvisamente il diabete mellito, che scompare dopo il parto. Questo è il cosiddetto diabete della gravidanza, o diabete gestazionale. Tuttavia, se esiste una predisposizione genetica al diabete, la malattia rimarrà dopo la gravidanza.

Quali sono le manifestazioni cliniche del diabete? Cosa prova un paziente diabetico?

Questi possono essere i segni classici: secchezza delle fauci, spesso minzione, minzione notturna, perdita di peso, debolezza, ma il più delle volte la diagnosi di diabete gestazionale è fatta sulla base della determinazione del livello di zucchero nel sangue, che è obbligatorio per tutte le donne incinte.

E in quali casi è assolutamente controindicato il parto delle donne in gravidanza con diabete?

Quando una donna ha una lunga storia di diabete, ci sono serie complicazioni associate ai reni e agli occhi. Il carico di gravidanza sul corpo può portare a un deterioramento dello stato di visione e persino alla cecità. Esiste anche il rischio di progressione della patologia renale - nefropatia. In tali situazioni di emergenza, il medico può proibire a una donna di rimanere incinta.

È possibile rimanere incinta e dare alla luce un bambino sano a una donna che ha già il diabete. Gli endocrinologi consigliano alle ragazze con diabete di partorire il prima possibile, mentre non ci sono complicazioni del diabete, perché le sue complicanze vascolari sono inevitabili, solo che qui è una questione di tempo. Qualcuno inizia complicazioni prima, qualcuno dopo. Entro 10-15 anni dall'esordio del diabete mellito ci saranno manifestazioni di complicanze vascolari, ma se c'è una buona compensazione del glucosio nel sangue, allora questo periodo può essere posticipato. Non è necessario per una donna con diabete dare alla luce un bambino con la stessa malattia. La probabilità di avere un bambino con diabete è del 10-15%. Ma se il marito incinta ha il diabete, come spesso accade, allora la probabilità sale al 20-25%. Ma in entrambi i casi, la probabilità non è al 100%.

Intervistato da Ani Liparityan

Varietà di diabete durante la gravidanza

A causa del fatto che durante il diabete mellito durante la gravidanza, è possibile ottenere tutti i tipi di gravi complicazioni che possono danneggiare la madre e il nascituro, i medici prendono sul serio questo problema e controllano attentamente la donna incinta.

Esistono diversi tipi di diabete che possono essere osservati durante la gravidanza:

  • Nella forma latente della malattia, i sintomi della malattia non compaiono esternamente, ma i medici apprenderanno la presenza della malattia dai risultati degli esami del sangue relativi agli indicatori dello zucchero.
  • Una forma minacciosa della malattia appare nelle donne durante la gravidanza che hanno una predisposizione genetica e di altro tipo a questo tipo di malattia. In particolare, un gruppo di questo tipo può includere donne in gravidanza con ereditarietà negativa, glucosuria, che sono in sovrappeso, così come le donne che in precedenza hanno dovuto dare alla luce bambini di peso superiore a 4,5 chilogrammi.
  • Il diabete mellito evidente può essere diagnosticato dai risultati delle analisi del sangue e delle urine a livello del contenuto di zucchero. Nel diabete mellito leggero, i valori glicemici non superano 6,66 mmol / litro e l'urina non contiene sostanze chetoniche. Nel caso del diabete mellito di moderata gravità, il livello di zucchero nel sangue è fino a 12,21 mmol / litro, le sostanze chetoniche nelle urine non vengono rilevate, o sono contenute in una piccola quantità e possono essere eliminate seguendo una dieta terapeutica specifica.

Il diabete mellito severo viene diagnosticato con valori di glucosio nel sangue superiori a 12,21 mmol / litro, mentre il numero di sostanze chetoniche aumenta drammaticamente.

Compreso con diabete mellito evidente, è possibile trovare tali complicazioni come danni renali, occhi retinici (retinopatia diabetica), ulcere trofiche, ipertensione, malattia coronarica del miocardio.

Un aumento della quantità di zucchero nelle urine nelle donne in gravidanza è più spesso associato a una diminuzione della soglia glicemica. Durante la gravidanza, le donne iniziano a produrre attivamente progesterone, che a sua volta aumenta la permeabilità dei reni al glucosio. Per questo motivo, quasi tutte le donne che scelgono di partorire con il diabete possono rilevare la glucosuria.

Affinché le future mamme non affrontino serie complicazioni, è necessario monitorare i livelli di zucchero ogni giorno mediante esami del sangue a digiuno. Con gli indicatori glicemici superiori a 6,66 mmol / litro, deve essere eseguita un'ulteriore analisi per la tolleranza al glucosio. Inoltre, con il diabete minacciato, è indispensabile sottoporsi a uno studio ripetuto del profilo glicosurico e glicemico.

Diabete gestazionale durante la gravidanza

Questo è un altro tipo di malattia che può svilupparsi durante la gravidanza di un bambino in donne in gravidanza. Questo fenomeno non è considerato una malattia e si sviluppa nel 5% delle donne sane nella 20a settimana di gravidanza.

A differenza del diabete normale, il diabete gestazionale scompare dopo la nascita del bambino. Tuttavia, se una donna ha bisogno di partorire, può svilupparsi una ricaduta.

Al momento, le cause del diabete gestazionale non sono completamente comprese. È noto solo che il diabete gestazionale nelle donne in gravidanza si sviluppa a causa di cambiamenti ormonali.

Come sapete, la placenta nelle donne in gravidanza produce attivamente ormoni responsabili dello sviluppo armonioso del feto. A volte questi ormoni possono bloccare la produzione di insulina nella madre, a seguito della quale il corpo diventa meno sensibile all'insulina e il livello di glucosio nel sangue aumenta.

Come fa l'aumento di glucosio nel feto?

Quando il livello di zucchero nel sangue sale o scende, anche il bambino che si sviluppa nell'utero soffre. Se lo zucchero aumenta drammaticamente, anche una quantità eccessiva di glucosio nel corpo entra nel feto. Se c'è una carenza di glucosio, la patologia può anche svilupparsi a causa del fatto che lo sviluppo intrauterino è con un forte ritardo.

Particolarmente pericoloso per le donne incinte, quando il livello di zucchero aumenta o diminuisce drasticamente, può causare aborto spontaneo. Inoltre, con il diabete, il glucosio in eccesso si accumula nel corpo del futuro bambino, trasformandosi in grasso corporeo.

Di conseguenza, a causa delle dimensioni troppo grandi del bambino, la madre dovrà partorire molto più a lungo. Aumenta anche il rischio di danni all'omero in un neonato durante la nascita.

In questi bambini, il pancreas può produrre livelli elevati di insulina per far fronte a un eccesso di glucosio nella madre. Dopo la nascita, il bambino ha spesso un basso livello di zucchero.

Controindicazioni per la gravidanza

Sfortunatamente, a volte ci sono casi in cui a una donna non è permesso avere un bambino, in quanto ciò può essere pericoloso per la sua vita e può portare a uno sviluppo anormale del feto. I medici, di regola, raccomandano di interrompere una gravidanza con diabete nei casi in cui:

  1. A entrambi i genitori viene diagnosticato il diabete;
  2. Diabete insulino-resistente identificato con tendenza alla chetoacidosi;
  3. È stato identificato il diabete giovanile complicato dall'angiopatia;
  4. Alle donne incinte viene inoltre diagnosticata una tubercolosi attiva;
  5. Il medico determina inoltre il conflitto di fattori Rh nei futuri genitori.

Come mangiare le donne in gravidanza con diabete

Se i medici hanno stabilito che una donna può partorire, una donna incinta dovrebbe fare tutto il necessario per compensare il diabete. Prima di tutto, il medico prescrive la dieta terapeutica numero 9.

Come parte del consumo alimentare, sono consentiti fino a 120 grammi di proteine ​​al giorno limitando la quantità di carboidrati a 300-500 grammi e grassi a 50-60 grammi. Inoltre, questa dovrebbe essere una dieta con zuccheri elevati.

Dalla dieta è necessario eliminare completamente il miele, la confetteria, lo zucchero. L'apporto calorico al giorno non dovrebbe superare le 3000 Kcal. Allo stesso tempo, la dieta dovrebbe includere alimenti contenenti vitamine e minerali che sono necessari per il pieno sviluppo del feto.

È anche importante osservare la frequenza di ingestione di insulina nel corpo. Poiché le medicine per le donne incinte sono proibite, le donne diabetiche devono iniettare l'insulina ormonale per iniezione.

Le caratteristiche principali dello stato

Secondo i diabetologi, nella stragrande maggioranza dei casi, le donne rappresentano il cosiddetto diabete mellito insulino-dipendente, cioè il primo tipo. È diagnosticato nell'infanzia e nella fase della pubertà. La malattia è aggravata dalla labilità significativa e dal flusso ondulatorio, cioè, in generale, questo tipo di diabete è molto difficile da controllare.

Assicurati di rimanere incinta, a partire da un primo periodo, visita un medico.

Durante il parto in donne in gravidanza con diabete mellito, non è possibile solo un'iperglicemia alta o lo stato di acidosi, ma anche ipoglicemia. Durante i primi giorni successivi all'assicurazione del parto stesso, gli indici glicemici diminuiscono, per poi aumentare del quarto o quinto giorno.

Il decorso del processo di nascita è aggravato dalla presenza di un grande feto (come è noto, in assenza di una malattia, inizialmente in futuro questo potrebbe essere il motivo della sua formazione). Un tale processo risulta essere la causa principale di un intero elenco di complicazioni future nel processo del lavoro:

  • la debolezza delle forze generiche, ovvero l'incapacità di garantire l'adeguatezza degli sforzi in questo processo;
  • rottura precoce o tardiva del liquido amniotico;
  • un costante aumento dell'ipossia del feto stesso.

Inoltre, la formazione della cosiddetta pelvi funzionalmente stretta, aggravata la formazione della cintura della spalla è possibile.

Non meno raro processo è l'insorgenza di endometrite nel processo di parto, così come traumatizzazione significativa non solo della madre, ma anche del nascituro.

Quale sarà la condizione del bambino

Il diabete nella madre è caratterizzato da un impatto significativo sullo sviluppo del feto e successivamente del neonato. Ci sono una serie di caratteristiche speciali che in gran parte distinguono i bambini nati da donne con diabete da generazioni in madri sane. Queste caratteristiche includono un aspetto specifico, vale a dire una faccia a forma di luna rotonda, uno sviluppo eccessivo di tessuto adiposo sottocutaneo. L'attenzione dovrebbe essere prestata al numero esatto di emorragie nella zona della pelle del viso e degli arti, gonfiore, cianosi. Gli specialisti chiamano segni non meno gravi una grande massa, un numero significativo di malformazioni e anche l'immaturità funzionale della stragrande maggioranza di organi e sistemi fisiologici.

I bambini possono nascere con i più gravi segni di fetopatia diabetica, che è associata ad alta mortalità perinatale. Per tali donne, che non sono state sottoposte a trattamento tempestivo, raggiungeranno almeno il 70-80%. Sotto la condizione di un'osservazione corretta e competente delle donne incinte che si trovano di fronte al diabete, il tasso di mortalità neonatale sarà significativamente ridotto e raggiungerà il 15%. Oggi, nella stragrande maggioranza delle cliniche, le cifre presentate non raggiungono nemmeno il 7-8%, il che significa che anche con il diabete sarà possibile dare alla luce un bambino sano e vitale.

Controindicazioni al parto

La prima delle controindicazioni è la presenza di complicazioni in rapido sviluppo associate all'attività vascolare, che sono tradizionalmente formate in patologia grave (in particolare retinopatia o nefropatia), aggravano il decorso della gravidanza e aggravano notevolmente la prognosi per la madre e il feto. Inoltre, vorrei richiamare l'attenzione su:

  1. la presenza di tipi insulino-resistenti e labili di diabete mellito;
  2. la presenza di diabete mellito in ciascuno dei genitori, che aumenta notevolmente la probabilità di sviluppare patologia nei bambini;
  3. un composto di diabete e sensibilizzazione rhesus della madre, che aggrava notevolmente la prognosi per il feto.

Un'altra controindicazione che è fortemente raccomandata per prestare attenzione, dovrebbe essere considerata una combinazione dello stato patologico e della tubercolosi polmonare attiva.

Allo stesso tempo, la gravidanza provoca spesso lo sviluppo di gravi esacerbazioni che impediscono al bambino di nascere nel mondo.

Pertanto, il parto nel diabete mellito è abbastanza accettabile, ma è necessario tener conto delle molte sfumature dello stato di salute della madre. Inoltre, gli esperti prestano attenzione alla presenza di controindicazioni e di alcune complicazioni che possono insorgere non solo tra le donne, ma anche tra i bambini. In generale, si raccomanda di mantenere una supervisione costante da parte di uno specialista per preservare la salute della donna e nascere un bambino normale.

Altri Articoli Sul Diabete

La stevia è composta dalla pianta medicinale con lo stesso nome, che ha molte proprietà benefiche ed è considerata la pianta più dolce del mondo.

Si prega di completare il controllo di sicurezza per accedere a 003ms.ruPerché devo completare un CAPTCHA?Il completamento del CAPTCHA dimostra che sei umano e ti dà accesso temporaneo alla proprietà web.

Un altro passo

Trattamento

Si prega di completare il controllo di sicurezza per accedere a 003ms.ruPerché devo completare un CAPTCHA?Il completamento del CAPTCHA dimostra che sei umano e ti dà accesso temporaneo alla proprietà web.