loader

Principale

Trattamento

Polmonite nei pazienti con diabete mellito, le cause del suo sviluppo, prevenzione e trattamento

Il maggior rischio di diabete si sta sviluppando associato ad esso. La predisposizione a determinati tipi di patologie nei pazienti con diabete appare sullo sfondo di una diminuzione generale dell'immunità e dei processi metabolici alterati. Una grande percentuale di questi sono infezioni intestinali, ma non sono rari anche i processi infiammatori nei polmoni nel diabete mellito.

Cause di polmonite nei pazienti con diabete

I motivi principali che contribuiscono allo sviluppo di questa malattia includono:

  • Immunità ridotta.
  • Indebolimento generale del corpo
  • Aumento del rischio di infezione respiratoria.
  • L'iperglicemia, che favorisce lo sviluppo di questa malattia nei diabetici, è più grave, a differenza delle persone con una normale concentrazione di zucchero nel sangue.
  • Microangiopatia polmonare, caratterizzata da alterazioni patologiche dei vasi polmonari. Secondo le statistiche, ci sono il doppio dei casi di sviluppo nei pazienti diabetici rispetto a quelli sani.
  • Altre malattie che accompagnano il diabete.

Tutti questi fattori, combinati con un controllo insufficiente dei livelli di zucchero nel sangue, sono un ambiente favorevole per le infezioni respiratorie e lo sviluppo di polmonite. Penetrando nei polmoni, l'infezione deprime ancora di più l'organismo diabetico già indebolito. Una diminuzione generale dell'immunità aumenta solo il rischio di polmonite, aumenta la probabilità che la malattia progredisca con complicanze più gravi, ritardando il periodo di recupero per un lungo periodo.

La polmonite, accompagnata da infiammazione, è un grande pericolo per le persone con metabolismo compromesso. Questa malattia può trasformarsi in una grave complicanza per un diabetico e provocare una transizione della malattia sottostante verso una forma più pericolosa.

Sintomi di polmonite nei diabetici

I pazienti con diabete mellito sono caratterizzati quasi dagli stessi sintomi di polmonite come nelle persone che non hanno questa malattia. Ci possono essere differenze minori associate al tipo di polmonite e ad alcuni altri fattori: ad esempio, nelle persone anziane, quando il corpo è gravemente indebolito dalla malattia, spesso c'è meno temperatura alta e sintomi meno gravi, mentre il danno respiratorio a questa età è più pericoloso.

Principali sintomi di polmonite:

  • Febbre alta (oltre trentotto gradi), brividi.
  • Una tosse che persiste fino a due mesi e mezzo dopo il recupero.
  • Dolore localizzato con precisione al petto, aggravato dall'espirazione e flessione verso la parte dolente dei polmoni.
  • Malessere, debolezza generale.
  • Vertigini, mal di testa, dolori muscolari.
  • Mal di gola
  • Sudorazione eccessiva
  • Diminuzione dell'appetito
  • Cianosi della pelle (vicino al naso e alle labbra).
  • Confusione, difficoltà a respirare (nei casi più gravi). Ciò è dovuto ad un aumento della viscosità del sangue a seguito dell'accumulo in esso di prodotti di scarto di batteri e delle tossine risultanti dalla disgregazione del tessuto durante i processi infiammatori nei polmoni.

Secondo le statistiche, nel diabete mellito, le lesioni sono più spesso registrate nei lobi inferiori dei polmoni o nelle regioni posteriori dei lobi superiori. Inoltre, si nota che il polmone destro è più vulnerabile, ed è in esso che i cambiamenti patologici sono più spesso osservati.

Prevenzione e trattamento tempestivo competente della polmonite è particolarmente importante per i diabetici, dal momento che questa malattia in essi è spesso accompagnata dallo sviluppo di necrosi e ampi ascessi. Inoltre, i risultati di molti studi scientifici hanno dimostrato che nelle persone con un metabolismo compromesso, un'infezione batterica con polmonite più spesso di altri casi entra nel flusso sanguigno, che aumenta di una volta e mezza il rischio di morte.

Prevenzione della polmonite nei diabetici

I fattori più importanti nella prevenzione della polmonite nei pazienti con diabete sono la cessazione completa del fumo e la vaccinazione obbligatoria contro l'influenza e la polmonite da pneumococco, poiché queste infezioni possono dare le più gravi complicazioni con una ridotta attività del sistema immunitario. Anche l'influenza lieve è pericolosa per i diabetici e può causare loro seri problemi.

Gli esperti raccomandano la vaccinazione antinfluenzale ogni anno, soprattutto per le persone con più di 65 anni. La vaccinazione contro la polmonite da pneumococco è progettata per un lungo periodo ed è richiesta una sola volta.

Caratteristiche del trattamento della polmonite nei pazienti con diabete

Le basi per il trattamento di qualsiasi tipo di polmonite sono gli antibiotici. Si sconsiglia di interrompere il trattamento anche con la completa eliminazione dei sintomi della malattia, poiché ciò potrebbe minacciarne il ripetersi.

Selezionando agenti antibatterici per il trattamento della polmonite nei pazienti con diabete, i medici prendono in considerazione la forma del diabete, la sua gravità, la presenza di reazioni allergiche.

In presenza di polmonite da lieve a moderata, vengono solitamente prescritti antibiotici (claritromicina, amoxicillina, azitromicina), che sono sufficientemente ben tollerati dalle persone con diabete. Tuttavia, al fine di evitare complicazioni e conseguenze pericolose, l'assunzione di agenti antibatterici e di qualsiasi altro farmaco richiede un monitoraggio particolarmente attento dei livelli di zucchero nel sangue.

Spesso le prescrizioni per il trattamento della polmonite suggeriscono:

  • Accettazione di farmaci antivirali per sconfiggere rapidamente alcuni tipi di infezioni virali (aciclovir, ribarivina, ganciclovir, ecc.).
  • Prendendo analgesici per alleviare il dolore e la febbre, la medicina per la tosse.
  • Rispetto del riposo a letto.
  • Rimozione del liquido in eccesso concentrato nello spazio intorno ai polmoni.
  • Uso di una maschera di ossigeno o respiratore per facilitare la respirazione.
  • Massaggio drenante
  • Trattamenti di fisioterapia e terapia fisica.

Se il paziente non soffre di insufficienza cardiaca o renale, i medici gli consigliano di bere almeno due litri di acqua pura al giorno per ridurre l'accumulo di muco nei polmoni.

Nelle prime fasi della malattia, specialmente nelle persone anziane, può essere necessario il ricovero in ospedale.

Qualsiasi appuntamento e controllo del corso di polmonite nei pazienti con diabete fa solo un medico. E il paziente stesso è tenuto a seguire attentamente tutte le sue istruzioni ea monitorare regolarmente il livello di glucosio nel sangue.

Sintomo di disturbo: mancanza di respiro nel diabete mellito e una lista di malattie polmonari a cui può essere indicato

Le cause più comuni di morte per i pazienti con diabete mellito sono ictus, insufficienza renale o cardiaca, nonché problemi alle vie respiratorie. Questo è dimostrato dalle statistiche.

Per quanto riguarda quest'ultimo caso, questo è dovuto al fatto che il tessuto polmonare è estremamente sottile e ha molti piccoli capillari.

E quando vengono distrutti, si formano tali aree a cui è difficile accedere alle cellule attive del sistema immunitario e all'ossigeno. Di conseguenza, in tali luoghi possono insorgere infiammazioni o cellule oncologiche che il corpo non è in grado di sopportare a causa della mancanza di accesso. Il diabete e la malattia polmonare sono una combinazione mortale.

Relazione tra malattie

Il diabete non influisce direttamente sul tratto respiratorio. Ma la sua presenza in qualche modo destabilizza le funzioni di tutti gli organi. A causa della malattia, le reti capillari vengono distrutte, a causa della quale le parti danneggiate dei polmoni non sono in grado di ricevere una nutrizione sufficiente, il che porta a un deterioramento dello stato e alla funzione della respirazione esterna.

I pazienti di solito presentano i seguenti sintomi:

  • inizia lo sviluppo dell'ipossia;
  • si verificano disturbi del ritmo respiratorio;
  • diminuisce la capacità vitale dei polmoni.

Quando il diabete si verifica nei pazienti, c'è spesso un indebolimento del sistema immunitario, che influisce sulla durata della malattia.

A causa della polmonite, c'è un significativo aumento dei livelli di zucchero nel sangue, che è una esacerbazione del diabete. Quando viene rilevata questa condizione, è necessario trattare contemporaneamente due diagnosi.

Infiammazione dei polmoni

La polmonite nelle persone con diabete è causata dall'infezione del sistema respiratorio.

La trasmissione dell'agente patogeno avviene per mezzo di goccioline trasportate dall'aria. A causa dell'aumento del livello di glucosio nel sangue umano, si creano condizioni favorevoli per la penetrazione di varie infezioni nel corpo.

Una caratteristica del corso di polmonite nel diabete è l'ipotensione, così come i cambiamenti nello stato mentale di una persona. In altri pazienti, tutti i sintomi della malattia sono simili ai segni di una normale infezione respiratoria.

I diabetici con iperglicemia possono causare edema polmonare. Questo processo è dovuto al fatto che i capillari del corpo diventano i più permeabili, il sistema immunitario è anche significativamente indebolito e la funzione dei macrofagi e dei neutrofili è distorta.

Quando la polmonite viene rilevata nei pazienti diabetici, si possono osservare i seguenti sintomi della malattia:

  • aumento della temperatura corporea fino a 38 gradi, può essere osservata febbre (degno di nota è che i pazienti anziani generalmente non hanno un aumento della temperatura corporea, e questo è dovuto al fatto che il loro corpo è fortemente indebolito);
  • tosse secca, che diventa gradualmente umida (con una forte tosse nella regione del dolore polmonare interessato può verificarsi);
  • brividi;
  • forte mal di testa;
  • mancanza di respiro;
  • completa mancanza di appetito;
  • frequenti capogiri;
  • disagio muscolare;
  • aumento della fatica

Nei diabetici, le parti inferiori dei polmoni sono più spesso colpite e la tosse diabetica non può durare più di 60 giorni in tali processi infiammatori.

La prevenzione più efficace della polmonite è la vaccinazione:

  • bambini piccoli (fino a 2 anni);
  • pazienti con malattie croniche come il diabete e l'asma;
  • pazienti con immunità gravemente danneggiata in malattie come: infezione da HIV, cancro e chemioterapia;
  • adulti la cui fascia di età supera i 65 anni.

Il vaccino usato è sicuro perché non contiene batteri vivi. Non c'è possibilità di ottenere polmonite dopo l'immunizzazione.

tubercolosi

La tubercolosi diventa spesso una delle complicanze più gravi del diabete. È noto che tali pazienti sono affetti dalla malattia molto più spesso di altri, e gli uomini di età compresa tra i 20 ei 40 anni sono per lo più colpiti.

Grave tubercolosi si verifica nei diabetici a causa di disturbi metabolici e la caduta del sistema immunitario. Le due malattie considerate si influenzano a vicenda. Quindi, con un corso complesso di diabete e tubercolosi sarà molto difficile. E lui, a sua volta, contribuisce allo sviluppo di varie complicanze diabetiche.

Molto spesso, la tubercolosi consente di determinare la presenza del diabete, il suo grave effetto sul corpo aggrava i sintomi diabetici. Rilevalo, di regola, con un esame del sangue casuale per lo zucchero.

I primi segni della presenza di tubercolosi nel corso del diabete mellito:

  • un forte calo di peso;
  • esacerbazione dei sintomi del diabete;
  • debolezza costante;
  • mancanza o diminuzione dell'appetito.

In medicina, ci sono un certo numero di teorie diverse circa l'insorgenza della tubercolosi nei pazienti con diabete.

Tuttavia, non esiste una ragione precisa, perché vari fattori possono influenzare l'emergere e lo sviluppo della malattia:

  • esaurimento del corpo, causato dal diabete;
  • decompensazione prolungata dei processi metabolici;
  • soppressione della fagocitosi con un forte indebolimento delle proprietà immunobiologiche dell'organismo;
  • mancanza di vitamine;
  • vari disturbi delle funzioni del corpo e dei suoi sistemi.

I diabetici con tubercolosi attiva sono trattati nei dispensari della tubercolosi.

Prima di prescrivere la terapia necessaria, il phthisiatrician dovrà raccogliere molte informazioni sulla condizione del corpo del paziente: le caratteristiche della malattia endocrina, il dosaggio, nonché il periodo di tempo per l'assunzione di farmaci antidiabetici, la presenza di varie complicanze diabetiche, la funzionalità epatica e renale.

pleurite

La pleurite è un processo infiammatorio dei fogli pleurici dei polmoni.

Sorgono quando una placca consistente in prodotti di decomposizione della coagulazione del sangue (fibrina) si forma sulla loro superficie, o a causa dell'accumulo di fluido nel piano pleurico di diversa natura.

È noto che questa condizione si sviluppa spesso con il diabete. La pleurite nei diabetici si verifica più spesso una seconda volta ed è una malattia complicata dei polmoni.

In medicina, ci sono questi tipi di diagnosi:

  • sierosa.
  • putrida.
  • sieroso emorragico.
  • purulenta.
  • cronica.

Di regola, la malattia si sviluppa a causa di complicazioni di una malattia polmonare. Nei diabetici, il suo decorso è molto difficile e progredisce rapidamente.

La presenza di pleurite è contrassegnata dai seguenti sintomi:

  • un brusco deterioramento delle condizioni generali;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolori al petto e nella zona colpita dalla malattia;
  • aumento della sudorazione;
  • aumento della mancanza di respiro.

Il trattamento di una forma purulenta di pleurite nel diabete mellito viene effettuato principalmente con metodi conservativi. A tal fine, la terapia antibatterica, i servizi igienico-sanitari dell'albero bronchiale e la disintossicazione sono più spesso utilizzati. Tale trattamento è abbastanza efficace e ti consente di ottenere il risultato atteso.

Gli antibiotici sono usati per trattare la pleurite.

Nella forma cronica di empiema pleurico, il trattamento chirurgico è più spesso usato. In questo caso, la terapia conservativa non darà il risultato desiderato, non può curare il paziente da una forma così grave della malattia.

La chirurgia viene eseguita in un reparto medico specializzato e, di norma, vengono utilizzati i seguenti metodi operativi:

  • drenaggio aperto;
  • decorticazione;
  • toracoplastica.

prevenzione

Esistono diversi modi per prevenire la malattia polmonare nei pazienti con diabete:

  • richiede un monitoraggio costante dei livelli di zucchero nel sangue. La manutenzione regolare degli indicatori rallenta la distruzione dei capillari circa 10 volte;
  • esame speciale con ultrasuoni per la presenza di coaguli di sangue sulle pareti dei vasi sanguigni. Il blocco capillare si verifica a causa del distacco di coaguli di sangue o ispessimento del sangue. Per abbassare la sua viscosità, ha senso usare droghe speciali a base di acido acetilsalicilico. Tuttavia, senza consultare il medico, non è consentito l'uso di droghe;
  • esercizio (moderato) costante ed esercizio fisico regolare;
  • lunghe passeggiate all'aria aperta sono anche una buona misura preventiva. Inoltre, è necessario abbandonare completamente la nicotina e utilizzare un purificatore d'aria nella stanza.

Video correlati

Sul corso della tubercolosi polmonare nel diabete nel video:

Le malattie dei polmoni nel diabete mellito possono influenzare negativamente le condizioni del paziente, in alcuni casi, anche fatale. Pertanto, è molto importante utilizzare misure preventive per prevenire il loro verificarsi. Ciò è particolarmente vero per i diabetici, perché a causa della loro diagnosi, il corpo è indebolito e più suscettibile alla penetrazione delle infezioni.

  • Stabilizza a lungo i livelli di zucchero
  • Ripristina la produzione di insulina da parte del pancreas

Sintomi e caratteristiche della polmonite nel diabete mellito

La polmonite, o polmonite, inizia più spesso dopo le infezioni del tratto respiratorio superiore, come l'influenza, la bronchite o il raffreddore. Nella metà dei casi, i batteri ne sono la causa: streptococco - e stafilococco, klebsiella, clamidia e altri. La polmonite nel diabete mellito ha più spesso una natura batterica.

I virus lo causano altrettanto spesso, e a volte i microrganismi più semplici, i micoplasmi, causano la polmonite. Nella loro struttura e proprietà, assomigliano sia a batteri che a virus. In alcuni casi, l'infiammazione si verifica a causa di danni ai tessuti dei polmoni da funghi o parassiti.

Perché i diabetici spesso ottengono la polmonite?

Sebbene il diabete sia una malattia cronica molto grave, la maggior parte dei diabetici muore non dalla stessa malattia, ma dalle sue complicanze. Un diabetico ha un sistema immunitario indebolito e un disordine metabolico, quindi qualsiasi infezione è doppiamente pericolosa per lui. La maggior parte di queste persone sono minacciate da infezioni intestinali e cutanee, ma altrettanto spesso il raffreddore o l'influenza stagionale per loro possono provocare polmonite.

Oltre a ridurre l'immunità, la probabilità di ammalarsi aumenta a causa della glicemia costantemente alta e dei danni ai vasi polmonari - microangiopatia polmonare. Le persone anziane con diabete di tipo 2 di solito hanno malattie associate. In media, coloro che soffrono di diabete di entrambi i tipi sono quasi 1,5-4 volte più probabilità di ammalarsi di varie malattie infettive e quasi il doppio delle volte muoiono.

Sintomi di polmonite

I sintomi della polmonite virale o micoplastica assomigliano ai sintomi del raffreddore e dell'influenza: febbre, brividi, dolore toracico, dolori alle ossa e ai muscoli, mal di testa, debolezza, sensazione di stanchezza, tosse secca e se il trattamento non viene avviato, mancanza di respiro.

La polmonite batterica inizia anche con febbre, brividi, rezii durante l'inspirazione e l'espirazione, ma la tosse non è secca, ma umida, con espettorato denso verdastro o brunastro. Oltre alla mancanza di respiro, c'è una forte sudorazione, palpitazioni. Se una persona soffre di diabete, la cianosi delle unghie e della pelle del triangolo naso-labiale (vicino alle labbra e al naso) spesso si unisce ai sintomi.

Tipicamente, in tali pazienti, la polmonite cattura i lobi inferiori dei polmoni o le parti posteriori dei lobi superiori. Tuttavia, a differenza delle altre persone, spesso soffrono del polmone destro. La malattia nei diabetici è più grave, si verificano spesso ascessi e necrosi estese del tessuto polmonare.

Caratteristiche e trattamento della polmonite nel diabete

I medici hanno scoperto che nei pazienti diabetici, i batteri penetrano più facilmente nel flusso sanguigno che nelle persone senza "malattia da zucchero" e proliferano più attivamente nel sangue. Molto spesso hanno bacilli Gram-negativi e Staphylococcus aureus, che anche con una leggera influenza possono causare chetoacidosi o le cosiddette "infezioni multiple" che colpiscono vari organi in un diabetico.

Se l'influenza continua a polmonite, il pericolo aumenta. Pertanto, coloro che sono malati di diabete, in particolare bambini e anziani, devono essere vaccinati contro l'influenza e gli pneumococchi senza attendere l'infezione. Prima di vaccinarti, assicurati di consultare il tuo medico - è impossibile prendere una decisione sulla vaccinazione per il diabete.

Tutta la polmonite viene trattata con antibiotici. Di norma, con infiammazione da lieve a moderata, vengono prescritte Claritromicina, Azitromicina, Amoxicillina. Tuttavia, nel diabete, la polmonite deve essere trattata attentamente:

  • tenendo conto del tipo e della gravità del diabete;
  • tenendo conto dei farmaci diabetici che il paziente sta assumendo;
  • considerando le malattie concomitanti.

Anche se i farmaci antimicrobici sono approvati per l'uso nel diabete, durante il trattamento, sia il medico che i pazienti stessi devono monitorare attentamente i loro livelli di zucchero nel sangue! Da un lato, la necessità di insulina può cambiare a causa dell'infezione stessa. D'altra parte, il livello di glucosio nel sangue può essere influenzato non solo da farmaci presi da un diabetico, ma anche dalle loro combinazioni.

Caratteristiche del corso e trattamento della polmonite nel diabete mellito

Le complicazioni del diabete sono malattie, per esempio la polmonite. Rappresentano un pericolo per la vita del paziente. La comparsa di polmonite è associata a ridotta attività del sistema immunitario e problemi con il metabolismo. Le malattie più associate sono le infezioni del tratto gastrointestinale e l'infiammazione. La polmonite nel diabete mellito è un evento frequente, quindi vale la pena conoscere le cause e i sintomi, il trattamento.

Cause di polmonite nel diabete

  • diminuita attività del sistema immunitario;
  • indebolimento del corpo nel suo insieme;
  • alto contenuto di zucchero nel plasma sanguigno, che contribuisce al lungo corso e allo sviluppo di complicazioni;
  • lesioni vascolari dei polmoni (i diabetici sono molto più comuni);
  • altre malattie.

La combinazione di questi fattori e una dieta povera, che porta ad un aumento del glucosio nel sangue, crea un ambiente favorevole per i processi infettivi nei polmoni. Gli agenti infettivi non possono essere completamente neutralizzati dal sistema immunitario del corpo, quindi anche un piccolo numero di batteri può causare polmonite.

L'immunità indebolita contribuisce non solo alla rapida infezione, ma anche allo sviluppo di gravi complicanze, che ritardano il processo di guarigione per un tempo molto lungo. È anche possibile la transizione a una malattia cronica. Il pericolo per un diabetico è che il trattamento possa essere complicato da gocce di glucosio nel sangue, quindi la selezione dei farmaci dovrebbe essere logicamente giustificata.

eziologia

Ci sono microrganismi che causano la polmonite. Questi possono essere virus, funghi, batteri. I più frequenti sono pneumococco, stafilococco, legionella, E. coli, clamidia e micoplasma.

Sintomi di polmonite nel diabete mellito

I sintomi di un diabetico sono quasi simili ai sintomi della polmonite nella gente comune. Ci possono essere alcune differenze, ma dipendono dal tipo di polmonite e dalle condizioni generali del paziente. Quindi, per esempio, gli anziani non soffrono di febbre alta con febbre alta. Ciò è dovuto alla generale debolezza del corpo. Tuttavia, il danno polmonare può essere più significativo che nei giovani o negli anziani, ma non soffre di diabete.

  • febbre, che è accompagnata da febbre alta (38 o più);
  • sentirsi freddo;
  • tosse prima asciutta e poi con espettorato;
  • la tosse da diabete non può scomparire anche dopo 2 mesi;
  • dolori nella zona del polmone colpito, che sono aggravati dalla tosse, movimento attivo del torace;
  • affaticamento rapido;
  • mal di testa, vertigini;
  • dolore muscolare;
  • mal di gola;
  • aumento della sudorazione;
  • appetito ridotto;
  • cianosi del triangolo naso-labiale (cianosi);
  • annebbiamento della coscienza;
  • mancanza di respiro.

La respirazione difficile è associata all'accumulo di fluido fibrinoso negli alveoli, che riempie il lume degli alveoli e impedisce loro di funzionare normalmente (l'accumulo di fibrina è dovuto al fatto che le cellule immunitarie vengono inviate al sito dell'infiammazione per prevenire la generalizzazione dell'infezione e neutralizzare batteri o virus).

Nella polmonite nel diabete mellito, la sconfitta nella maggior parte dei casi si verifica nei lobi inferiori o posteriori. Vale la pena notare che il polmone destro è più spesso affetto da processi infiammatori. Ciò è dovuto alle caratteristiche della struttura anatomica ed è più facile per i batteri passare nel bronco corto e largo destro che in quello stretto e lungo sinistro.

prevenzione

La prevenzione e il trattamento della polmonite nel diabete dovrebbero essere tempestivi, poiché potrebbero causare ascessi e focolai necrotici che potrebbero non essere suscettibili di trattamento conservativo.

La cosa principale nella prevenzione è il rifiuto delle sigarette. Non meno importante è la vaccinazione tempestiva contro le infezioni virali stagionali e la polmonite, che è causata da pneumococchi. Questo è necessario perché queste malattie infettive causano complicanze molto gravi. Un raffreddore comune può causare danni significativi a tutto il corpo.

La vaccinazione dovrebbe essere fatta ogni anno, specialmente gli anziani, poiché i loro corpi sono più suscettibili alle infezioni sullo sfondo di un indebolimento generale. Ma la polmonite è fatta solo una volta.

Trattamento e sue caratteristiche

Qualsiasi trattamento per la polmonite inizia con antibiotici. Nel diabete mellito, la loro ricezione dovrebbe essere estesa anche dopo la scomparsa dei sintomi clinici, in quanto è possibile una ricaduta.

Il trattamento con antibiotici dovrebbe essere competente e essere selezionato individualmente, dato il tipo di diabete, la sua gravità e le possibili allergie.

Quando si assumono antibiotici dovrebbe essere migliorato il controllo della concentrazione di glucosio nel sangue.

Trattamento (regole generali):

  • prescrivere farmaci antivirali;
  • l'uso di antidolorifici e antipiretici (aiuto con dolore e febbre);
  • prendendo medicine per la tosse;
  • rigorosa aderenza al riposo a letto;
  • l'uso di ossigeno supplementare per alleviare l'ispirazione;
  • l'uso di scarichi o massaggi;
  • fisioterapia e fisioterapia.

In assenza di insufficienza (rene o cuore), puoi bere circa 2 litri di liquido (preferibilmente acqua) per ridurre la formazione di espettorato nei polmoni.

Il pericolo di polmonite nel diabete

Processi infettivi che coinvolgono vari sistemi del corpo umano in pazienti con diabete mellito si verificano abbastanza spesso. Il pericolo sta nel fatto che le malattie sono dure e spesso provocano lo sviluppo di pericolose complicazioni.

Ad esempio, la polmonite nel diabete mellito può portare allo sviluppo di patologie fatali. Inoltre, i processi infiammatori nei polmoni possono causare scompenso della malattia in un diabetico.

Il più pericoloso per la patologia del paziente delle vie respiratorie, che si sviluppa sullo sfondo dell'attività di Staphylococcus aureus e microrganismi gram-negativi. In tali condizioni, il processo infiammatorio stesso può causare la morte del paziente.

Come si verifica la polmonite nel diabete mellito?

Per la polmonite nel diabete

Il diabete è uno dei maggiori problemi del mondo moderno. La malattia soffre di un numero sufficiente di persone, che aumenta di anno in anno.

Il principale pericolo è che non puoi guarire completamente il diabete. L'obiettivo principale è ottenere un alto compenso, che serve come metodo per prevenire pericolose complicazioni della malattia.

Perché aumenta il rischio di sviluppare la polmonite nel diabete.

I pazienti devono essere consapevoli che il diabete colpisce molte aree del corpo. Prima di tutto, il sistema immunitario soffre, che porta al progresso di varie patologie batteriche, tra cui la polmonite o la bronchite.

Tali malattie sono abbastanza comuni e possono essere curate con successo, tuttavia, nel diabete, il principio dello sviluppo della malattia sembra diverso. Complicanze pericolose, nonostante l'uso tempestivo di componenti antibatterici, spesso si sviluppano, c'è una possibilità di morte.

Nel diabete, la polmonite si sviluppa nella fase di scompenso, quando a causa dell'alto livello di zucchero nel sangue, si verificano varie lesioni polmonari e si sviluppa microangiopatia polmonare.

Cause di infiammazione

Il diabete mellito è una patologia grave e sistemica, considerata una malattia cronica che non rappresenta un pericolo per la vita del paziente, soggetta a un intervento terapeutico tempestivo.

Il trattamento si basa non solo sull'uso di farmaci, il corso della terapia comprende necessariamente seguire le regole di uno stile di vita sano. Il più grande pericolo per la salute del paziente con diabete è una malattia che progredisce sullo sfondo di una significativa diminuzione dell'immunità.

Attenzione! Se un paziente ha il diabete, un raffreddore può causare polmonite. Le malattie progrediscono rapidamente e portano a disturbi pericolosi.

Le cause della polmonite nel diabete possono essere rappresentate come segue:

  • riduzione delle proprietà protettive dell'organismo;
  • debolezza generale del corpo sullo sfondo del processo infiammatorio;
  • iperglicemia;
  • cambiamenti patologici nei vasi sanguigni;
  • la presenza di malattie concomitanti.

Le infezioni entrano rapidamente nei polmoni del paziente e portano a un rapido deterioramento della sua salute.

Quadro clinico

La polmonite in un diabetico è abbastanza difficile a causa della generale debolezza dell'immunità del paziente. Il processo patologico richiede un trattamento a lungo termine.

Il principale pericolo della malattia è che la polmonite può causare un significativo deterioramento della glicemia. Un tale cambiamento porta ad un deterioramento del benessere del paziente.

Il quadro clinico, che si manifesta nella polmonite in un diabetico, non presenta differenze significative rispetto allo stato alterato dei pazienti senza malattia cronica.

I seguenti sintomi e segni sono caratteristici della condizione patologica:

  • aumento significativo della temperatura corporea, i segni sul termometro raggiungono 39-40 gradi;
  • brividi pronunciati;
  • febbre;
  • tosse secca intensa;
  • espettorare l'espettorato (possono essere presenti pus e sangue);
  • mal di testa;
  • dolore muscolare;
  • articolazioni doloranti;
  • mal di gola durante la deglutizione;
  • sudorazione eccessiva, specialmente di notte;
  • grave mancanza di respiro;
  • confusione;
  • mancanza di aria;
  • dolori nella zona del polmone colpito, che può aumentare quando si cammina e si tossisce;
  • tosse prolungata e intensa che può avere un carattere diverso;
  • aumento della fatica del paziente;
  • cianosi caratteristica della pelle;
  • il dolore nei polmoni può essere rintracciato con un forte respiro.

Nei pazienti con diabete, il processo infiammatorio copre più spesso i lobi inferiori oi segmenti posteriori dei lobi inferiori del polmone. Vale la pena ricordare che il polmone destro a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura spesso subisce l'infiammazione.

Attenzione! Il metabolismo in una persona con diabete è piuttosto lento. Un batterio che provoca infiammazione può entrare nel flusso sanguigno e causare i pericolosi effetti della polmonite.

È possibile ridurre la probabilità di sviluppare complicazioni pericolose. Quando si identificano i primi sintomi del processo infiammatorio, il paziente deve cercare l'aiuto di un terapeuta o di un pneumologo.

Identificare una diagnosi accurata in una fase precoce aumenta la probabilità di un completo recupero senza conseguenze pericolose per il corpo del paziente.

trattamento

Il trattamento della polmonite nel diabete mellito richiede l'uso di agenti antibatterici. Il rifiuto dell'uso di tali composti non è consigliabile a causa della presenza di elevati rischi di sviluppare complicazioni pericolose anche durante il processo in una forma lieve.

Il paziente deve ricordare che il medico può determinare la dose e il principio attivo del farmaco con attività antibatterica.

L'istruzione presuppone che lo specialista debba prestare attenzione ai seguenti punti:

  • la gravità del diabete in un paziente;
  • la presenza di eventuali reazioni allergiche a qualsiasi farmaco;
  • quando si manifestarono i primi sintomi di polmonite;
  • benessere generale del paziente.

Nel caso in cui le condizioni del paziente siano considerate ricorrere in modo soddisfacente all'uso di farmaci con la migliore tollerabilità.

Questi farmaci includono:

Il paziente deve essere consapevole che l'efficacia della terapia sensata deve essere periodicamente monitorata utilizzando semplici test di laboratorio. Non dovremmo dimenticare la necessità di monitorare i livelli di zucchero nel sangue a casa.

Il trattamento viene spesso eseguito in ospedale.

È altrettanto importante ricordare che nel diabete del primo tipo, la necessità di insulina nel corpo del paziente può cambiare a causa dell'assunzione di composti antibatterici. I farmaci antibatterici possono avere un effetto sui livelli di zucchero nel sangue.

Nel corso dell'intervento terapeutico può essere applicato:

  • sedativi della tosse;
  • farmaci antivirali;
  • formulazioni analgesiche;
  • componenti antipiretici.

L'efficacia degli effetti terapeutici può migliorare l'osservanza del riposo a letto. Il video in questo articolo farà conoscere ai lettori i principi di base del trattamento e della diagnosi della polmonite.

Il regime di trattamento della polmonite deve essere regolato dal medico. Il paziente stesso deve trattare la propria salute con la dovuta cura.

L'istruzione presuppone non solo il consumo di farmaci prescritti dal medico, ma anche l'osservanza di un regime speciale. La polmonite in un diabetico può essere trattata in un ospedale, i migliori risultati nel trattamento possono essere raggiunti con la terapia infusionale anti-batterica.

prevenzione

Le persone con diabete dovrebbero prestare particolare attenzione al rispetto delle regole di prevenzione, garantendo la prevenzione della polmonite:

Polmonite nel diabete mellito: trattamento e sintomi di complicanze

Il diabete si verifica sullo sfondo di un fallimento nei processi metabolici, in cui il paziente è costantemente sovrastimato indicatore di zucchero nel sangue. Ci sono 2 forme principali della malattia. Nel primo caso, il pancreas non produce insulina, nel secondo - l'ormone viene prodotto, ma non viene percepito dalle cellule del corpo.

La particolarità del diabete è che le persone non muoiono a causa della malattia stessa, ma delle complicazioni causate da iperglicemia cronica. Le conseguenze dello sviluppo sono interconnesse con il processo microangiopatico e la glicosilazione delle proteine ​​del tessuto. Come risultato di tale violazione, il sistema immunitario non adempie alle sue funzioni protettive.

Anche nel diabete, i cambiamenti si verificano nei capillari, negli eritrociti e nel metabolismo dell'ossigeno. Questo rende il corpo suscettibile alle infezioni. Qualsiasi organo o sistema, inclusi i polmoni, può essere interessato.

La polmonite nel diabete si verifica quando il sistema respiratorio è infetto. Spesso, la trasmissione dell'agente patogeno è effettuata da goccioline trasportate dall'aria.

Cause e fattori di rischio

Spesso, la polmonite si sviluppa sullo sfondo di un raffreddore o influenza stagionale. Ma ci sono altre cause di polmonite nei diabetici:

  • iperglicemia cronica;
  • immunità indebolita;
  • microangiopatia polmonare, in cui si verificano cambiamenti patologici nei vasi degli organi respiratori;
  • tutti i tipi di malattie correlate.

Poiché lo zucchero elevato crea un ambiente favorevole nel corpo del paziente affinché i diabetici possano penetrare l'infezione, è necessario sapere quali microrganismi patogeni possono provocare infiammazione polmonare.

Lo stafilococco aureo è l'agente causale più comune della polmonite nosocomiale e non ospedaliera. E l'infiammazione batterica dei polmoni nei diabetici causa non solo un'infezione da stafilococco, ma anche Klebsiella pneumoniae.

Spesso, nei pazienti con iperglicemia cronica, si sviluppa prima la polmonite atipica causata dal virus. Dopo che è unito da un'infezione batterica.

La peculiarità del processo infiammatorio nei polmoni nel diabete è l'ipotensione e un cambiamento dello stato mentale, mentre nei pazienti ordinari i sintomi della malattia sono simili a quelli di una semplice infezione respiratoria. Inoltre, nei diabetici, il quadro clinico è più pronunciato.

Anche con disturbi, come l'iperglicemia nel diabete mellito, l'edema polmonare si verifica più spesso. Ciò è dovuto al fatto che i capillari diventano più perspicaci, la funzione dei macrofagi e dei neutrofili è distorta e il sistema immunitario è indebolito.

È interessante notare che la polmonite causata da funghi (Coccidioides, Cryptococcus), Stafilococco e Klebsiella in persone con una ridotta produzione di insulina, procede molto più difficile rispetto ai pazienti che non hanno problemi con i processi metabolici. Aumenta anche significativamente la probabilità di tubercolosi.

Anche le interruzioni metaboliche hanno un effetto negativo sul sistema immunitario. Di conseguenza, aumenta la probabilità di ascesso polmonare, batteriemia asintomatica e persino la morte.

Infiammazione dei polmoni con diabete

La polmonite ospedaliera è un'infezione del tratto respiratorio superiore che si verifica al di fuori di un ospedale o di un'altra struttura medica. Di norma, la trasmissione dell'agente patogeno è effettuata da goccioline trasportate dall'aria. Dopo che il patogeno si è stabilizzato negli alveoli, inizia una reazione infiammatoria.

Nel caso classico, la malattia include una fase di congestione (restringimento del lume nei polmoni a causa del rigonfiamento della mucosa straripante di sangue), obesità polmonare rossa e grigia e, infine, recupero quasi senza tracce (cicatrici) sui polmoni. Il tasso di mortalità varia dal 5 al 10%, ma può raggiungere il 50% per le forme gravi della malattia.

Il diabete mellito è un gruppo di disordini metabolici caratterizzati da uno stato di iperglicemia cronica a seguito di un difetto nella secrezione di insulina, l'azione dell'insulina o entrambi. Colpisce la prevalenza della malattia nel mondo.

La patogenesi delle principali complicanze è associata al processo microangiopatico e alla glicosilazione non enzimatica delle proteine ​​dei tessuti. Una vasta gamma di funzioni dei neutrofili e dei macrofagi è interessata da questo disturbo. Pertanto, le cellule immunitarie non sono in grado di eseguire azioni protettive:

  • chemiotassi;
  • adesione;
  • fagocitosi;
  • neutralizzazione di microrganismi fagocitati.

La scissione intracellulare dei microbi con l'aiuto di superossidi e perossido di idrogeno (burst respiratorio) è compromessa. Nei pazienti con questa malattia ci sono violazioni nelle catene dell'immunità acquisita. Come risultato dell'iperglicemia cronica, le funzioni dell'endotelio capillare cambiano, la rigidità dei globuli rossi e la curva di dissociazione dell'ossigeno viene convertita. Tutto ciò influenza la capacità del corpo di resistere alle infezioni. Di conseguenza, i pazienti con diabete a lungo termine sono più suscettibili alle infezioni.

Agenti causativi di polmonite nei pazienti con diabete

Staphylococcus aureus (Staphylococcusaureus) è l'agente più comune che provoca polmonite non ospedaliera e nosocomiale nei pazienti con diabete. La polmonite batterica nel diabete mellito causata da Klebsiellapneumoniae e Staphylococcus aureus è molto difficile. Tali pazienti spesso richiedono un supporto respiratorio da parte del ventilatore (Potgieter PD, Hammond JM, 1992).

Prevenzione speciale

Le persone con questa malattia cronica muoiono tre volte più spesso di influenza e polmonite. L'infiammazione dei polmoni è una malattia abbastanza grave per tutti, ma se un paziente ha problemi con la produzione o l'attività dell'insulina, allora soffre più a lungo e può morire di polmonite.

La vaccinazione è un vero aiuto per questi pazienti. La preparazione include un polisaccaride pneumococcico 23-valente che protegge contro vari tipi di batteri pneumococcici. Questo batterio provoca spesso gravi infezioni in adulti e bambini, tra cui polmonite, meningite e avvelenamento del sangue.

Poiché un numero crescente di agenti patogeni diventa resistente agli antibiotici, è molto importante vaccinare i pazienti con un sistema immunitario indebolito.

La vaccinazione per polmonite è raccomandata:

  • bambini sotto i 2 anni;
  • adulti oltre i 65 anni;
  • pazienti con malattie croniche (diabete, asma);
  • pazienti immunocompromessi (infetti da HIV, pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia).

Il vaccino contro la polmonite è sicuro, in quanto non contiene batteri vivi. Ciò significa che non c'è possibilità di ottenere polmonite dopo l'immunizzazione.

Particolari fattori di rischio

Confrontando i pazienti con polmonite, che soffrono di diabete e quelli che non hanno problemi con il metabolismo dei carboidrati, puoi trovare dettagli interessanti. La maggior parte dei diabetici soffre di polmonite atipica di origine virale (Saibal MA, Rahman S, Nishat L, 2012), e quindi un'infezione batterica si unisce a essa.

Le caratteristiche cliniche predominanti dei pazienti con polmonite nel diabete sono cambiamenti nello stato mentale e ipotensione. E in un gruppo tipico di pazienti, i sintomi di una malattia respiratoria tipica sono osservati. Le manifestazioni di polmonite nelle persone con diabete sono più difficili, ma ciò può essere dovuto alla maggiore età dei pazienti in questo gruppo.

Uno studio indipendente di scienziati spagnoli ha dimostrato che la pleurite si sviluppa più spesso nei diabetici. Ciò è dovuto ad un aumento della permeabilità capillare, una risposta immunitaria meno vigorosa, una funzione distorta di neutrofili e macrofagi.

L'infezione da stafilococco, l'infezione da Klebsiellapneumoniae, un fungo del genere Cryptococcus e Coccidioides in pazienti con ridotta produzione di insulina è anche più grave che nelle persone senza questa malattia cronica. Inoltre, il diabete è un fattore di rischio per riattivare la tubercolosi.

Lo squilibrio metabolico rende più difficile il funzionamento del sistema immunitario, quindi aumenta il rischio di batteriemia asintomatica, ascesso polmonare e morte.

Trattamento della polmonite nei pazienti con diabete

Il principale pericolo del diabete è lo sviluppo di varie comorbilità. Il loro verificarsi si verifica a causa di una diminuzione generale delle difese del corpo e una violazione di tutti i processi metabolici. I diabetici hanno una predisposizione a certe malattie. Queste sono infezioni intestinali e della pelle, così come la polmonite.

motivi

Il diabete mellito è una malattia cronica grave, ma non è in pericolo di vita di per sé con un trattamento adeguato e alcune condizioni, come la terapia dietetica e l'esercizio fisico regolare. Le più pericolose sono le malattie che il paziente acquisisce a causa di un'immunità indebolita. Spesso una semplice influenza a freddo o stagionale può portare a una complicazione come la polmonite.

La malattia può verificarsi per i seguenti motivi:

  • ridotta protezione immunitaria;
  • indebolimento generale del corpo;
  • uno stato di iperglicemia che causa grave diabete e mette il corpo ad alto rischio di sviluppare complicanze;
  • microangiopatia polmonare - una malattia caratterizzata da alterazioni patologiche nei vasi dei polmoni (si verifica nei diabetici due volte più spesso che nelle persone sane);
  • varie comorbidità.

Questi fattori, così come la disattenzione al controllo dei livelli di zucchero nel sangue, contribuiscono alla sconfitta delle vie respiratorie e allo sviluppo della polmonite. Un'infezione che entra nei polmoni peggiora le condizioni di un paziente già indebolito con diabete.

sintomi

La polmonite nei diabetici ha sintomi tipici e non è molto diversa da una malattia che si verifica in una persona sana. La differenza di sintomi può essere spiegata dal tipo di polmonite e da altri fattori.

Nonostante il fatto che la polmonite sia più pericolosa per i pazienti anziani, non hanno una temperatura molto elevata e sintomi lievi di polmonite.

I sintomi includono:

  • brividi e febbre;
  • tosse secca;
  • temperatura corporea oltre 38 gradi;
  • mal di gola;
  • mal di testa, dolori muscolari;
  • difficoltà a respirare nei casi più gravi.

Nel diabete, la polmonite nella maggior parte dei casi si sviluppa nei lobi inferiori dei polmoni o nelle regioni posteriori dei lobi superiori. Nei pazienti con diabete, la polmonite provoca lo sviluppo di necrosi e ampi ascessi. L'infezione penetra rapidamente nel sangue dei diabetici, pertanto le persone con diabete devono essere molto responsabili nel trattamento delle malattie degli organi respiratori e della loro prevenzione.

prevenzione

I pazienti con diabete per prevenire lo sviluppo di polmonite devono effettuare azioni preventive:

  • smettere di fumare;
  • vaccinazione tempestiva contro l'influenza e la polmonite da pneumococco.

Anche una lieve forma di influenza può portare allo sviluppo di gravi complicanze nelle persone con un sistema immunitario indebolito e si raccomanda di prendere un vaccino antinfluenzale ogni anno. È obbligatorio per le persone di età superiore ai 65 anni. Il vaccino contro la polmonite da pneumococco viene somministrato una volta, poiché è una protezione duratura contro la malattia.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento della polmonite nei pazienti con diabete mellito è la nomina di farmaci antibatterici.

Gli antibiotici sono prescritti dal medico curante e rappresentano la principale misura terapeutica in caso di polmonite in un paziente diabetico. In questo caso, il medico prende necessariamente in considerazione due fattori principali:

  • la gravità del diabete;
  • il paziente ha reazioni allergiche.

Per la polmonite lieve vengono prescritti farmaci antibatterici che sono meglio tollerati dai diabetici. Questo è amoxicillina, claritromicina, azitromicina. Per prevenire complicazioni ed effetti avversi nel trattamento di pazienti con diabete mellito con antibiotici, è necessario monitorare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue.

Il fabbisogno corporeo di insulina nel primo tipo di diabete può cambiare a causa della ricezione di farmaci antibatterici e come conseguenza dell'infezione. Inoltre, le combinazioni di farmaci ipolipemizzanti convenzionali con antibiotici possono influenzare i livelli di zucchero nel sangue.

Quando si trattano i medici prescrivono:

  • farmaci antivirali;
  • medicine per eliminare la tosse;
  • antidolorifici per ridurre il dolore e alleviare la febbre;
  • riposo a letto.

Nei casi più gravi, è necessario un respiratore o una maschera di ossigeno per facilitare la respirazione e rimuovere il liquido in eccesso dall'area intorno ai polmoni. Per ridurre la formazione di muco nei polmoni, i medici raccomandano che i pazienti bevano almeno due litri al giorno in acqua. Tali volumi di assunzione di liquidi sono proibiti per coloro che hanno insufficienza cardiaca o renale. In alcuni casi, prescrivere fisioterapia, terapia fisica, massaggio drenante. La fase iniziale dello sviluppo della polmonite richiede l'ospedalizzazione obbligatoria. I pazienti obbligatori devono essere collocati in ospedale.

Pertanto, il trattamento della polmonite nei pazienti con diabete mellito viene effettuato da un medico che controlla la condizione per tutta la malattia. È importante che il diabetico sia attento alle sue condizioni e alla sua salute in generale, rispetti tutte le raccomandazioni del medico e controlli regolarmente il livello di glucosio nel sangue.

Caratteristiche della polmonite patologica nel diabete mellito

Una malattia come il diabete è una piaga del nostro tempo. In tutto il mondo, ogni anno muore un numero enorme di persone con diabete. Tuttavia, non la stessa malattia è terribile, ma quelle complicazioni che può provocare in una persona.

Tale predisposizione a malattie di vario genere è dovuta al fatto che i diabetici hanno un sistema immunitario indebolito e disturbi metabolici. Di conseguenza, una varietà di piaghe si aggrappa costantemente ai diabetici, come infarti, infezioni intestinali e polmonite.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata proprio a tale complicazione nel diabete come polmonite. Un'enorme percentuale di persone con diabete si trova di fronte a questa grave complicanza che, se ritardata, può essere fatale.

Cause e sintomi di polmonite nei diabetici

Nelle persone con diabete, il rischio di polmonite è molto più alto che nelle persone che non hanno la malattia. Questo è preceduto dai seguenti motivi:

  • a causa di una malattia metabolica in via di sviluppo nel corpo, nei pazienti c'è una diminuzione delle funzioni protettive del corpo. Di conseguenza, l'immunità di una persona diminuisce e diventa più suscettibile alle infezioni. Quindi, anche un raffreddore o un'influenza minori possono portare alla polmonite;
  • altre malattie che accompagnano il diabete possono anche innescare l'insorgenza di polmonite;
  • qualsiasi cambiamento patologico che si verifica nei polmoni può causare un processo infiammatorio nel tessuto polmonare del paziente;
  • i diabetici hanno un'alta probabilità di penetrazione di varie infezioni nel tratto respiratorio;
  • l'iperglicemia può peggiorare la salute e causare la polmonite;
  • batteri come la mensola intestinale, micoplasma, pneumococco, clamidia, funghi e vari virus possono provocare patologie;
  • malattie infettive e virali intempestive o non completamente guarite possono anche causare un processo infiammatorio nel tessuto polmonare diabetico.

È importante dire che, sullo sfondo di un'immunità indebolita nei diabetici, la polmonite porta a un decorso piuttosto grave della malattia ea un trattamento più lungo. Il principale pericolo è che la polmonite possa provocare una forma più complessa di diabete e peggiorare le condizioni del paziente.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della malattia nei diabetici sono esattamente gli stessi di quelli che non hanno il diabete. L'unica cosa che è molto più pronunciata nei pazienti con diabete quando si verifica la polmonite è la gravità dei sintomi. Prestare particolare attenzione alla salute se il diabetico presenta tali segni della malattia come:

  • alta temperatura costante che raggiunge i 39 gradi e oltre;
  • brividi e febbre persistenti;
  • tosse secca persistente, trasformandosi gradualmente in una tosse con espettorato;
  • mal di testa e dolori muscolari che non scompaiono nemmeno col tempo;
  • possono verificarsi gravi capogiri;
  • mancanza di appetito;
  • dolore durante la deglutizione;
  • in un paziente con diabete, la polmonite è accompagnata da grave sudorazione;
  • possibile grave mancanza di respiro, sensazione di mancanza d'aria durante l'inspirazione e annebbiamento della coscienza. Caratteristica della fase più avanzata della polmonite;
  • ci sono dolori caratteristici nella zona del polmone del paziente, aggravati da tosse intensa o movimento del paziente;
  • come per la tosse, può durare per un periodo piuttosto lungo, fino a diversi mesi;
  • il paziente sperimenta la stanchezza, si stanca rapidamente anche con un leggero sforzo fisico;
  • la pelle intorno al naso e alla bocca acquista gradualmente una caratteristica sfumatura di colore bluastro;
  • mal di gola è anche uno dei sintomi della polmonite;
  • nei diabetici con polmonite, c'è un forte blu nelle unghie;
  • quando si respira, specialmente con respiri forti, nella zona del petto compaiono spiacevoli sensazioni dolorose.

Nei diabetici, l'infiammazione è più spesso osservata nei lobi inferiori o nei segmenti posteriori dei lobi superiori. In questo caso, il polmone destro, a causa della sua specifica anatomia, è affetto molto più spesso della sinistra.

L'infezione può penetrare nel sangue, poiché i processi metabolici nel corpo dei diabetici si verificano molto peggio che in una persona sana. Di conseguenza, la probabilità di gravi complicazioni, inclusa la morte, aumenta in modo significativo.

Se una persona con diabete reagisce in tempo al suo stato di salute e si rivolge a un pneumologo per diagnosticare la malattia, sarà in grado di evitare le molte spiacevoli conseguenze associate alla polmonite.

Caratteristiche del trattamento

Al fine di evitare complicazioni che non sono soggette a trattamento con metodi conservativi, è necessario sottoporsi a terapia in tempo. Come in tutti gli altri casi, il trattamento della polmonite nel diabete inizia con il farmaco:

  • La prima cosa che un medico prescrive sono gli antibiotici. Il dosaggio e il tipo di antibiotici sono selezionati individualmente, tenendo conto dei singoli indicatori del paziente con diabete. È importante notare che il decorso del trattamento antibiotico può essere ritardato, anche se tutti i sintomi della polmonite sono stati completamente eliminati. Questa misura è necessaria per escludere la probabilità di una ricaduta;
  • non può fare nel trattamento della polmonite nei pazienti con diabete senza assunzione di farmaci antibatterici. Quando prescrivono questi farmaci, viene presa in considerazione anche la gravità del diabete, così come l'intolleranza personale dei componenti del farmaco, che non consente di provocare reazioni allergiche;
  • Al fine di alleviare il paziente dallo stato febbrile, abbassare la temperatura elevata e alleviare il dolore, vengono prescritti farmaci antipiretici e analgesici;
  • poiché la polmonite è associata a tosse persistente, farmaci espettoranti e medicine per la tosse vengono prescritti al paziente;
  • l'ossigenoterapia è prescritta per facilitare la respirazione;
  • i farmaci antivirali sono prescritti solo se il processo infiammatorio nei polmoni è causato da batteri;
  • nei casi più complicati, il paziente può richiedere una maschera di ossigeno;
  • quando c'è un abbondante accumulo di liquido nei polmoni, è necessaria una procedura per rimuoverlo;
  • Il trattamento è consolidato da un massaggio drenante, un corso di speciali procedure fisioterapiche e una terapia fisica.

Durante il trattamento della polmonite, il paziente con diabete deve seguire tutte le raccomandazioni del medico, in particolare, per rispettare il riposo a letto, bere molti liquidi e abbandonare cattive abitudini. Il trattamento può avvenire senza ricovero, ma negli stadi più gravi della polmonite, il paziente dovrà essere sotto la costante supervisione del medico curante.

Per quanto riguarda la prevenzione, il paziente dovrà riconsiderare completamente il proprio stile di vita:

  • abbandonare le cattive abitudini, prima di tutto, dal fumo;
  • essere all'aria aperta di più;
  • subire una vaccinazione antinfluenzale annuale;
  • Devo fare una vaccinazione una tantum contro la polmonite da pneumococco.

È interessante notare che la vaccinazione è il modo più efficace per evitare la recidiva di polmonite.

Vale sempre la pena ricordare che anche il comune raffreddore, per un paziente diabetico, può alla fine provocare una malattia come la polmonite.

Altri Articoli Sul Diabete

DiaDerm Regenerating - un prodotto medico per la cura della pelle in caso di diabete. Ha i seguenti effetti: forma un film protettivo sulla superficie della pelle, ripristina la sua barriera protettiva e allevia il disagio nel sito di microdamage.

Con l'inizio dell'ubriachezza del corpo compaiono nausea e vomito. Questo è un processo umano-incontrollato: i contenuti dello stomaco vengono estratti in modo riflessivo attraverso la cavità orale.

Relativamente recentemente, i medici erano categoricamente contrari alle donne che devono affrontare una gravidanza incinta e dare alla luce bambini.