loader

La terapia insulinica come metodo complesso per il trattamento di pazienti con diabete

I metodi più avanzati di cura del diabete comprendono la terapia insulinica, che combina le misure con la direzione principale - la compensazione dei disturbi del metabolismo dei carboidrati mediante la somministrazione di preparati insulinici. La tecnica ha mostrato eccellenti risultati clinici nel trattamento del diabete, alcune malattie mentali e altre.

  • Trattamento terapeutico dei pazienti con diagnosi di IDDM;
  • Trattamento temporaneo di pazienti con diabete di tipo 2 che dovrebbero subire interventi chirurgici in caso di SARS e altre malattie;
  • Terapia per pazienti con diabete di tipo 2 in caso di incapacità di assumere farmaci che riducono la glicemia.

Complicazioni come la chetoacidosi diabetica sono comuni tra le persone con diabete.

Regole di primo soccorso per il coma diabetico.

L'olio di semi di lino è utile? Imparerai la risposta da questo articolo.

Lo schema per l'implementazione della terapia insulinica è descritto nel libro di "Terapia insulinica virtuosa" di Jorge Canales. Il libro ha incorporato tutti i dati conosciuti sulla malattia, i metodi di diagnosi utilizzati e molte informazioni utili.

Si raccomanda la pubblicazione di leggere i pazienti con diabete mellito per un approccio competente al trattamento della loro malattia e per comprendere le regole di base per il trattamento di un farmaco come l'insulina.

Se il paziente non è sovrappeso e non presenta un forte sovraccarico emotivo, il farmaco viene prescritto per ½ - 1 unità per 1 kg di peso corporeo 1 volta al giorno. In questo caso, l'intensa terapia insulinica è progettata per agire come un simulatore della secrezione fisiologica dell'ormone.

Questa attività richiede le seguenti condizioni:

  1. L'insulina deve essere somministrata al paziente in un dosaggio sufficiente per l'utilizzazione del glucosio.
  2. Le insuline introdotte dall'esterno dovrebbero essere un'imitazione assoluta della secrezione basale secreta dal pancreas (compreso il picco della sua separazione dopo i pasti).

Questi requisiti determinano lo schema della terapia insulinica intensificata, quando la dose giornaliera di insulina è suddivisa in insuline, che hanno un effetto breve o prolungato. Questi ultimi vengono introdotti più spesso al mattino e alla sera, imitando completamente il prodotto dell'attività vitale del pancreas.

Il metodo combinato di combinare tutta l'insulina in un'unica iniezione è chiamato terapia insulinica tradizionale.

Il principale vantaggio della tecnica è ridurre il numero di iniezioni al minimo (da 1 a 3 durante il giorno).

La mancanza di terapia è l'incapacità di imitare completamente l'attività fisiologica del pancreas, che porta all'incapacità di compensare completamente il metabolismo dei carboidrati del paziente.

In questo caso, lo schema tradizionale della terapia insulinica è il seguente: il paziente riceve 1-2 iniezioni al giorno, mentre l'insulina viene somministrata contemporaneamente, che ha sia un breve che lungo periodo di esposizione. IUD (insuline dell'esposizione a medio termine) costituiscono 2/3 della quantità totale di SSD, la parte rimanente di 1/3 è rappresentata per l'ICD.

Una pompa per insulina è un tipo di dispositivo elettronico che fornisce iniezioni sottocutanee di insulina 24 ore su 24 con una breve o ultra-breve durata d'azione in mini-dosi.

La pompa per insulina può funzionare in diversi modi di somministrazione del farmaco:

  • Microdosaggio continuo dell'ormone pancreatico, il cosiddetto. tasso basale.
  • La frequenza del bolo, quando la frequenza di somministrazione del farmaco e il suo dosaggio sono programmati dal paziente.

Quando si utilizza la prima modalità, si verifica l'imitazione della secrezione insulinica di fondo, che consente in linea di principio di sostituire l'uso dell'insulina "lunga". L'uso della seconda modalità è giustificato immediatamente prima che il paziente mangi o al momento di aumentare l'indice glicemico.

La combinazione di queste velocità il più fedelmente possibile imita la secrezione di insulina nel corpo del proprietario di un pancreas sano. Il paziente deve sostituire il catetere dopo 3 giorni.

Con il diabete

Terapia dell'insulina per il diabete di tipo 1

Il regime di trattamento per i pazienti con IDDM prevede l'introduzione di insulina basale una o due volte al giorno e un bolo - poco prima di un pasto. La terapia insulinica per il diabete di tipo 1 è progettata per sostituire completamente la secrezione fisiologica di un ormone prodotto dal pancreas di un organismo sano.

La combinazione di due modalità è chiamata terapia base-bolo o regime con più iniezioni. Una delle varietà di questa terapia è l'intensificazione della terapia insulinica.

Terapia dell'insulina per diabete di tipo 2

I pazienti con diagnosi di diabete di tipo 2 necessitano di un regime di trattamento specifico.

Allo stesso tempo, la terapia insulinica per il diabete di tipo 2 inizia con l'aggiunta graduale di insulina basale a basse dosi ai farmaci ipoglicemizzanti del paziente.

I pazienti hanno riscontrato per la prima volta insulina basale come un analogo dell'ormone non picco con un periodo di esposizione prolungato (ad esempio, insulina glargine) che deve essere interrotto a una dose giornaliera di 10 UI. Quando questa iniezione è auspicabile da fare alla stessa ora del giorno.

Se la malattia progredisce e la combinazione di "farmaci ipoglicemici in pillole + insulina basale" non porta risultati, la conduzione della terapia insulinica viene trasferita dal medico completamente al regime di iniezione.

L'uso corretto della tintura di noce aiuterà a regolare il livello di glucosio nel sangue.

Leggi i sintomi dell'angiopatia diabetica in questo articolo.

Nei bambini

La terapia insulinica condotta nei bambini richiede un approccio individuale. Schemi più comuni: somministrazione di farmaci 2 o 3 volte. Per ridurre il numero di iniezioni nei bambini, viene praticata una combinazione di insulina con un breve e medio periodo di esposizione.

Ciò che è importante è la modalità più semplice in cui viene mantenuta una buona compensazione. Il numero di iniezioni non influisce sul miglioramento dell'emoglobina glicata. I bambini la cui età ha più di 12 anni hanno dimostrato di aver intensificato la terapia insulinica.

La sensibilità all'insulina dei bambini supera quella dell'adulto, quindi l'aggiustamento graduale della dose del farmaco è molto importante. L'intervallo di modifica consigliato deve essere compreso entro 1-2 IU per 1 volta, il limite massimo di una volta è -4 IU.

Occorrono diversi giorni per valutare i risultati di un cambiamento implementato. Allo stesso tempo, i medici non raccomandano fortemente il cambio simultaneo della dose di insulina del mattino e della sera.

Durante la gravidanza

La terapia insulinica condotta durante la gravidanza ha lo scopo di mantenere il livello di glucosio da 3,3 a 5,6 mmol / l - diagnosi al mattino a stomaco vuoto, da 5,6 a 7,2 mmol / l dopo aver mangiato.

La determinazione dei valori dell'emoglobina glicata A consente di valutare l'efficacia della terapia nel periodo da 1 a 2 mesi.

Il metabolismo del corpo di una donna incinta è estremamente instabile, il che richiede una frequente correzione del regime di trattamento con insulina.

Prima del primo e prima dell'ultimo pasto vengono introdotte insuline che hanno un periodo di esposizione breve o medio. Le loro dosi combinate possono essere utilizzate.

C'è una certa distribuzione della dose giornaliera totale, in cui 2/3 parte di insulina cade in tempo prima della colazione e 1/3 parte prima di cena.

Per prevenire l'iperglicemia notturna e all'alba, la dose serale "prima di cena" è sostituita da un'iniezione appena prima di andare a dormire.

In psichiatria

La terapia insulinica prescritta in psichiatria si applica più spesso ai pazienti - schizofrenici.

La prima iniezione di insulina viene eseguita a stomaco vuoto al mattino. Dose iniziale - 4 U. Da 4 a 8 U di insulina vengono aggiunti ogni giorno. Una caratteristica della terapia è la mancanza di iniezioni durante il fine settimana (sabato, domenica).

La terapia del primo stadio comporta il mantenimento del paziente in uno stato di iperglicemia per circa 3 ore. Al fine di fermare la situazione, al paziente viene offerto un bicchiere con tè caldo dolce contenente almeno 150 grammi di zucchero. Per il tè arriva l'aggiunta di una ricca colazione a base di carboidrati. A poco a poco, il livello di zucchero viene ripristinato e il paziente ritorna al suo stato normale.

Il secondo stadio della terapia, in cui la dose del farmaco iniettato è in aumento, è associato ad un peggioramento del grado di disattivazione della coscienza del paziente. Lo stordimento si sviluppa gradualmente in uno stato di torpore. Per eliminare l'iperglicemia procedere 20 minuti dopo l'inizio di stupore.

Il terzo stadio della terapia, associato alla continuazione dell'aumento giornaliero del dosaggio di insulina, porta allo sviluppo di uno stato al confine tra coma e sopore. Questa condizione può durare non più di mezz'ora, dopo di che è necessario alleviare l'iperglicemia. Il modello di ritiro è simile a quello utilizzato nel soporifero "spegnimento" del paziente.

La durata della terapia copre 2 o 3 dozzine di sedute con lo stato soporifero-comatoso raggiunto. Quando viene raggiunta la giusta quantità di queste condizioni critiche, la dose giornaliera di insulina richiede una riduzione graduale (da 10 a 14 UI al giorno) fino all'annullamento dell'ormone.

Terapia insulinica

La terapia insulinica viene eseguita secondo uno schema specifico:

  • Prima dell'iniezione sottocutanea, il sito di iniezione deve essere teso.
  • Per la realizzazione di iniezioni usate siringhe per insulina con un ago sottile o una penna a siringa.

L'uso di penne a siringa è preferibile alle siringhe per una serie di motivi:

  1. Un ago speciale riduce al minimo il dolore dall'iniezione.
  2. Convenienza operativa, che consente di eseguire iniezioni in qualsiasi momento e al momento giusto.

Mangiare dopo un'iniezione di insulina deve avvenire in un periodo di tempo non superiore a mezz'ora. La dose massima è 30 U.

In questo caso, lo schema esatto della terapia insulinica deve essere fatto solo da un medico che tenga conto di vari fattori e dello stato di salute del paziente nel suo complesso.

Un approccio individuale consente di ridurre al minimo la possibile complicazione della terapia insulinica.

Lo schema di terapia insulinica include:

  • Iniezione di insulina a breve o lunga durata prima di colazione;
  • Iniezione di insulina pre-giorno con un breve periodo di esposizione al paziente;
  • Un cazzo di sera prima di cena, che include insulina "corta";
  • Iniezione di insulina con un lungo periodo di azione prima del sonno del paziente.

Sul corpo del paziente ci sono diverse aree per le iniezioni, il tasso di assorbimento del farmaco in cui è diverso. Il più "suscettibile" allo stomaco di insulina. Luoghi di iniezioni erroneamente scelti possono causare i problemi del paziente associati alla terapia insulinica.

Il fenomeno della minzione frequente negli uomini può essere un segno di diabete.

Quale dovrebbe essere il potere con i prediabetes, puoi imparare da qui.

complicazioni

Possibili effetti della terapia insulinica:

  • La comparsa di reazioni allergiche nei siti di iniezione sotto forma di arrossamento e prurito della pelle. L'insorgenza di tali reazioni è più spesso associata alla tecnologia sbagliata dell'agopuntura, che si esprime nell'uso di aghi spessi o spuntati, nell'introduzione di insulina troppo fredda, nella scelta sbagliata del posto per un'iniezione, ecc.
  • Ridurre i livelli di zucchero e lo sviluppo dell'ipoglicemia. Queste condizioni sono espresse nella esacerbazione della fame, aumento della sudorazione, comparsa di tremori e palpitazioni. Lo sviluppo di questi sintomi contribuisce all'uso di grandi dosi del farmaco o di una quantità insufficiente di cibo. A volte disturbi mentali, shock o sovraccarichi fisici contribuiscono allo sviluppo dell'ipoglicemia.
  • La comparsa della lipodistrofia postinsulinica, che si esprime nella scomparsa dello strato di grasso sottocutaneo nei siti di iniezione.

Per ridurre il rischio di questo fenomeno, è necessario selezionare attentamente i luoghi per le iniezioni, seguire tutte le regole della somministrazione di insulina.

Effetti collaterali della terapia insulinica;

1) Reazioni allergiche. Nella maggior parte dei casi, sono associati alla presenza di impurezze proteiche nelle preparazioni di insulina con attività antigenica significativa e le proprietà antigeniche delle insuline umane sono meno pronunciate rispetto ad altre preparazioni di insulina. Le reazioni locali si verificano nel sito di somministrazione di insulina di solito dopo 1-2 settimane dall'inizio del trattamento e sono espresse in arrossamento, prurito cutaneo, gonfiore, bruciore, può verificarsi infiltrazione nel sito di somministrazione di insulina, necrosi asettica del tessuto è possibile (raro). Le reazioni generali possono essere espresse da orticaria, angioedema, broncospasmo, disturbi gastrointestinali, dolore alle articolazioni, linfonodi ingrossati, nei casi più gravi - shock anafilattico. Nel caso di una reazione allergica, è necessario modificare la preparazione dell'insulina e prescrivere antistaminici - tavegil, suprastin, ecc.

2) edema di insulina. Gli eduli di insulina sono associati alla ritenzione di sodio e acqua, di solito passano da soli e non richiedono un trattamento speciale, solo in rari casi - pur conservando l'edema per più di 2-3 mesi, sono necessari diuretici.

3) La lipodistrofia è la scomparsa o la riduzione del tessuto adiposo sottocutaneo nei siti di iniezioni di insulina sotto forma di una piccola depressione o fossa. Prevenzione e trattamento di lipodistrofiya: 1) per l'introduzione di insulina, è necessario usare aghi affilati; 2) ogni 7-10 giorni è necessario cambiare il posto di iniezione di insulina, non entrare nello stesso posto; 3) non è possibile inserire l'insulina fredda (direttamente dal frigorifero); 4) per il trattamento della lipodistrofia emergente, un volume uguale di una soluzione allo 0,5% di novocaina viene somministrato ogni 2-3 giorni insieme a una dose terapeutica di insulina in un sito tissutale modificato. L'effetto si verifica dopo una settimana e raggiunge un massimo nel periodo da 2-3 settimane a 2-4 mesi dall'inizio del trattamento.

4) La resistenza all'insulina è uno stato di sensibilità ridotta dei tessuti all'insulina e un aumento del fabbisogno di insulina superiore a 100-200 UI al giorno. Misure terapeutiche: riabilitazione di focolai di infezione; trasferimento del paziente all'insulina umana; sostituzione di una parte della dose giornaliera di somministrazione endovenosa di insulina; normalizzazione della funzione epatica; uso della plasmaferesi, emosorbimento, che riduce il contenuto di anticorpi anti-insulina nel sangue del paziente.

Il trattamento del diabete di tipo 2 inizia con la terapia non farmacologica: tutti i pazienti devono modificare il proprio stile di vita (sono raccomandati esercizio fisico regolare, perdita di peso e dieta). Se queste misure non sono sufficienti, aggiungere agenti ipoglicemici orali. Se non vi è alcun effetto del trattamento, i rimedi possono essere combinati, se questo non aiuta, è necessario passare all'insulina. La terapia temporanea insulinica a breve termine per il diabete mellito di tipo 2 viene solitamente prescritta per situazioni stressanti, malattie gravi (infarto miocardico, ictus), operazioni, lesioni, infezioni, ecc. A causa di un forte aumento del fabbisogno di insulina durante questi periodi. La terapia ipoglicemica quotidiana viene cancellata durante questo periodo. Al momento del recupero, il paziente viene nuovamente trasferito al solito per la terapia ipoglicemica. La terapia insulinica permanente è prescritta nei seguenti casi: con l'esaurimento delle cellule beta e una diminuzione della secrezione della propria insulina; in presenza di controindicazioni all'uso di farmaci ipoglicemizzanti orali (fegato, reni, sangue, intolleranza individuale ai farmaci ipoglicemizzanti).

Gli agenti ipoglicemici orali includono:

1) farmaci sulfonilurea: glibenclamide (diabeton, manin), gliclazide, glurenorm, stimolano la produzione di insulina da parte delle cellule beta, normalizzano i disordini metabolici;

2) biguanidi: buformina, bukarban, glibutid (adebit, silubin), metformina (glucofag, siofor), potenziano l'azione dell'insulina, aumentando la permeabilità delle membrane cellulari del tessuto muscolare per il glucosio, ma non influenzano la secrezione e il rilascio di insulina, contribuiscono anche alla perdita di peso. Effetti collaterali degli agenti ipoglicemizzanti orali: reazioni allergiche, disfunzione del tratto gastrointestinale, ecc.

Trapianto di pancreas e beta-cellule. Attualmente, sono stati sviluppati e applicati metodi di trapianto del pancreas completamente o solo isolotti isolati. Vengono utilizzate cellule beta di suini, conigli, embrioni umani. Il trapianto viene effettuato nel muscolo retto dell'addome, nel fegato (la sospensione delle cellule beta viene introdotta nella vena porta e quindi entra nel fegato), la coltura delle cellule beta può essere impiantata nel pancreas. Questo metodo consente di migliorare il grado di compensazione del diabete e quindi prevenire o rallentare la progressione delle complicanze. Tuttavia, l'effetto positivo del trapianto di cellule beta è a breve termine, dura fino a 1 anno.

Medicina di erbe per il diabete. La medicina a base di erbe è utilizzata principalmente per il diabete mellito di tipo 2, vengono utilizzate circa 150 piante medicinali: radici e germogli di grano, orzo, foglie di grano, estratti dai gambi e foglie del gelso, semi di ranuncolo, cumino, aglio, bucce di limone, luppolo, decotti di foglie di mirtillo. Insalate utili da piante selvatiche: foglie fresche di tarassaco, foglie di ortica, foglie d'oro e altre.

Trattamento di fisioterapia Tali metodi, come l'ossigenazione iperbarica del sangue, vengono utilizzati per eliminare l'ipossia tissutale, che aiuta a migliorare l'assorbimento del glucosio da parte dei tessuti; Per migliorare il metabolismo all'interno, vengono utilizzati cocktail di ossigeno, per la preparazione di cui vengono utilizzati infusi e decotti di piante medicinali - questa procedura contribuisce alla riduzione del peso corporeo con il suo eccesso, perché la schiuma allunga lo stomaco e dà una sensazione di sazietà, inoltre l'ossigeno ha un effetto positivo sui processi redox; Applica la terapia con GHF nell'area della proiezione del pancreas, che migliora i processi metabolici nel tessuto della ghiandola, migliora il flusso sanguigno in esso, stimola la produzione di insulina, stimola anche la produzione di stimolazione ultrasonora dell'insulina del pancreas.

L'agopuntura è l'introduzione di speciali aghi in punti attivi e viene utilizzata per la neuropatia. Di conseguenza, vi è un miglioramento delle condizioni generali dei pazienti, una diminuzione del dolore e un miglioramento della sensibilità degli arti inferiori.

Nel diabete mellito grave, possono essere utilizzati metodi di trattamento come l'emosorbimento, l'enterosorbimento, lo scambio plasmatico. L'emosorbimento è usato per il diabete mellito complicato da nefropatia diabetica. Enterosorption (ingestione di assorbenti) consente di ridurre la dose di insulina e altri agenti ipoglicemizzanti, per migliorare il metabolismo dei lipidi. La plasmaferesi viene utilizzata per complicanze settiche e per insufficienza renale.

Trattamento termale L'effetto generale di miglioramento della salute della situazione sanatorio-resort è benefico per i diabetici. La condizione principale per questo è una forma lieve della malattia o moderata nella fase di compensazione, così come per garantire che i pazienti possano avere la terapia insulinica e la dieta in casa di cura.

Igiene dei pazienti diabetici 1) Ai pazienti vengono insegnate le regole dell'igiene orale: è necessario visitare regolarmente (1 volta in 6 mesi) un dentista, trattare tempestivamente la carie dentale, rimuovere il tartaro. 2) Insegnare le regole della cura del piede: il rischio di danni alle gambe nel diabete è molto alto, c'è persino il concetto di "piede diabetico". Con la sconfitta delle terminazioni nervose periferiche, i vasi sanguigni, la sensibilità e il flusso sanguigno delle parti distali degli arti inferiori diminuiscono bruscamente. In questi casi, le scarpe normali possono causare la deformazione del piede, la formazione di ulcere, lo sviluppo della cancrena diabetica. Inoltre, qualsiasi danno alla pelle con un aumento del livello di glicemia e scarso afflusso di sangue porta a una massiccia infezione con la diffusione dell'apparato legamentoso e osseo-articolare. Il trattamento del piede diabetico è un processo complesso e lungo, ma le complicazioni possono essere evitate eseguendo misure preventive individuali per la cura del piede. Essi comprendono: il monitoraggio regolare del paziente delle condizioni delle sue gambe - è necessario ispezionare attentamente le gambe ogni giorno in buona luce, quando si esamina prestando attenzione ai cambiamenti della pelle negli spazi interdigitali (per le infezioni fungine, contattare immediatamente un dermatologo), pelle cornea, crepe (possono causa lo sviluppo di un processo di infezione), calli sulle dita (questa è una conseguenza di indossare le scarpe sbagliate), il paziente deve prestare attenzione ai piedi: lavare i piedi ogni giorno Con acqua calda, con una spugna morbida e sapone neutro, pulire accuratamente i piedi, in particolare gli spazi interdigitali con un panno morbido; È necessario insegnare al paziente la giusta scelta di scarpe - le scarpe ideali dovrebbero essere stabili, essere di dimensioni, la parte superiore della scarpa dovrebbe essere fatta di materiali naturali (pelle), le scarpe dovrebbero essere raccolte nel pomeriggio quando le gambe sono gonfie.

Assistenza infermieristica per il diabete. Un infermiere è tenuto a conoscere i sintomi clinici del diabete, per poter in modo tempestivo per fornire cure mediche per complicanze acute del diabete, conoscere le regole di somministrazione di insulina e la dose di calcolo prima della sua introduzione, per essere in grado di formare i metodi di controllo della malattia del paziente, di conoscere le complicazioni del diabete e parlare delle loro pazienti, per promuovere l'occupazione nella "scuola del diabete", dove i pazienti ricevono informazioni aggiornate sulla malattia, la nutrizione e la cura. Infermiera prevede: il rispetto per il paziente, prescritto dal medico, la dieta, la formazione nutrizione dietetica del paziente, il monitoraggio trasmissioni parenti, fornisce il monitoraggio dello stato generale del paziente, polso, pressione arteriosa, frequenza respiratoria, funzioni fisiologiche, diuresi giornaliera, il peso corporeo, la condizione della pelle, porta la cura della pelle, per via orale, chiare e tempestive svolgere parte del medico, offre corsi di formazione e di campionamento di materiale biologico per la ricerca di laboratorio, preparazione per Toolmaker esimo di ricerca e consulenza tempestiva distribuzione di farmaci e la somministrazione del farmaco, eseguendo iniezioni di insulina, prevenzione delle complicanze, organizza nutrizionista consultazione, fisioterapista, danza terapia trainer. In un'intervista con il paziente l'infermiere deve fornire sostegno psicologico per il paziente, per assicurare il buon esito della malattia, spiegare le cause ei sintomi della malattia del paziente e dei suoi familiari, organizzare lo scambio di informazioni con altri pazienti, ha a lungo sofferto di diabete, raccogliere la letteratura circa il modo di vita dei pazienti affetti da questa la malattia, educare il calcolo della potenza delle unità di pane, di formulare raccomandazioni per l'uso di sostituti dello zucchero per l'esercizio fisico, tecniche di terapia fisica di formazione, istruzione utente il IJU siringa da insulina, siringhe-penna, il metodo di calcolo della dose e la somministrazione di insulina mostrare i siti di iniezione, metodi di somministrazione di insulina, per controllare il paziente ha imparato le informazioni ricevute, per prevenire le complicazioni della terapia insulinica, insegnare l'uso dei strumento e le strisce di test in casa, per mostrare il metodo di determinazione glicemia e urina.

Processo infermieristico nel diabete. Il paziente K., 28 anni, viene trattato nel reparto di endocrinologia con una diagnosi di diabete mellito di primo tipo, gravità moderata, scompenso, polineuropatia diabetica. Durante l'esame infermieristico si sono verificati disturbi: sete costante, secchezza delle fauci, eccessiva minzione, debolezza, prurito della pelle, dolore e parestesia nelle mani, ridotta forza muscolare, intorpidimento e freddezza alle gambe. Diabete malato da circa 15 anni. Recentemente, l'insulina si inietta irregolarmente. Spesso auto-prende farmaci ipoglicemici. Il controllo della glicemia e della glicosuria viene effettuato in modo irregolare. L'ultima volta ho donato sangue e urina per lo zucchero più di 2 mesi fa. È sposato, ha un figlio sano di 4 anni. Il padre è sano, la madre ha il diabete.

Obiettivamente: la condizione generale è grave. Temperatura corporea 36,3 C. La pelle e le mucose sono pulite, pallide, asciutte. Arrossire sulle guance I muscoli delle braccia sono atrofizzati, la forza muscolare è ridotta. NPV 18 al minuto. Nella respirazione vescicolare dei polmoni. Pulse 97 al minuto, qualità ritmiche e soddisfacenti. HELL 150/100 mm Hg Art. I toni del cuore sono attutiti, ritmati. Lingua umida, bianca. Il ventre della forma corretta, simmetrica, partecipa all'atto del respiro. Sedia 1 volta al giorno., Decorato. Glicemia: 11 mmol / l. Analisi delle urine: peso 1026, zucchero - 0,8 mmol / l, quantità giornaliera di urina - 4800 ml.

Compiti: 1. Determinare i bisogni, la cui soddisfazione è violata, per formulare i problemi del paziente. 2. Stabilire degli obiettivi e redigere un piano di interventi infermieristici con motivazione.

1. I bisogni sono violati: mangiare, bere, espellere, essere sani, evitare il pericolo, comunicare, lavorare.

I problemi del paziente sono reali: sete costante, secchezza delle fauci, minzione abbondante, debolezza, prurito della pelle, dolore e parestesia nelle mani, ridotta forza muscolare nelle mani, intorpidimento e brividi alle gambe.

Potenziali problemi: il rischio di sviluppare coma ipo-e iperglicemico.

Problema prioritario: sete.

2. Obiettivo a breve termine: il paziente noterà una diminuzione della sete entro la fine del settimo giorno di trattamento. Obiettivo a lungo termine: il paziente noterà l'assenza di sete di dimissione.

Processo infermieristico nel diabete

Processo infermieristico nel diabete. Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata da una ridotta produzione o azione dell'insulina e porta all'interruzione di tutti i tipi di metabolismo e, soprattutto, del metabolismo dei carboidrati. La classificazione del diabete mellito, adottata dall'OMS nel 1980:
1. Tipo insulino-dipendente - 1 tipo.
2. Tipo insulino-indipendente - tipo 2.
Il diabete mellito di tipo 1 è più comune nei giovani, il diabete mellito di tipo 2 è nelle persone di mezza età e negli anziani.
Nel diabete, le cause e i fattori di rischio sono così strettamente intrecciati che a volte è difficile distinguerli. Uno dei principali fattori di rischio è la predisposizione ereditaria (il diabete mellito di tipo 2 è ereditariamente sfavorevole), anche l'obesità, l'alimentazione squilibrata, lo stress, le patologie pancreatiche e le sostanze tossiche svolgono un ruolo importante. in particolare, l'alcol, le malattie di altri organi endocrini.
Fasi del diabete:
Fase 1: prediabete: uno stato di predisposizione al diabete.
Gruppo di rischio:
- Le persone con l'ereditarietà oppressa.
- Donne che hanno dato alla luce un bambino vivo o morto di oltre 4,5 kg.
- Persone che soffrono di obesità e aterosclerosi.
Stadio 2 - diabete latente - è asintomatico, il livello di glucosio a digiuno è normale - 3,3-5,5 mmol / l (secondo alcuni autori - fino a 6,6 mmol / l). Il diabete latente può essere identificato da un test di tolleranza al glucosio quando il paziente dopo aver assunto 50 g di glucosio sciolto in 200 ml di acqua, ha un aumento dei livelli di zucchero nel sangue: dopo 1 ora sopra 9,99 mmol / l. e dopo 2 ore - più di 7,15 mmol / l.
Fase 3 - diabete chiaro - è caratterizzata dai seguenti sintomi: sete, poliuria, aumento dell'appetito, perdita di peso, prurito (specialmente nell'area del cavallo), debolezza, affaticamento. Nell'analisi del sangue, il glucosio alto, il glucosio è anche possibile con l'urina.
Con lo sviluppo di complicanze associate alla lesione vascolare del sistema nervoso centrale. il fondo dell'occhio rene, cuore, arti inferiori, unire i sintomi del danno agli organi e ai sistemi corrispondenti.

Processo infermieristico nel diabete:
Problemi del paziente:
A. Esistente (reale):
- la sete;
- poliuria:
- prurito della pelle. pelle secca:
- aumento dell'appetito;
- perdita di peso;
- debolezza, stanchezza; ridotta acuità visiva;
- dolore al cuore;
- dolore agli arti inferiori;
- la necessità di seguire costantemente una dieta;
- la necessità di somministrazione continua di insulina o assunzione di farmaci antidiabetici (manin, diabeton, amaril, ecc.);
Mancanza di conoscenza su:
- la natura della malattia e le sue cause;
- terapia dietetica;
- auto aiuto con l'ipoglicemia;
- cura dei piedi;
- calcolare unità di pane e compilare un menu;
- usando il metro;
- complicanze del diabete mellito (coma e angiopatia diabetica) e auto-aiuto per il coma.
B. Potenziale:
Rischio di sviluppo:
- stati precomatosi e comatosi:
- cancrena degli arti inferiori;
- infarto miocardico acuto;
- insufficienza renale cronica;
- cataratta e retinopatia diabetica con visione alterata;
- infezioni secondarie, malattie della pelle pustolosa;
- complicanze dovute alla terapia insulinica;
- guarigione lenta della ferita, compreso il postoperatorio.
Raccolta di informazioni durante l'esame iniziale:
Interrogazione del paziente su:
- aderenza a una dieta (fisiologica o dietetica numero 9), sulla dieta;
- sforzo fisico durante il giorno;
- condotto dal trattamento di:
- terapia insulinica (nome di insulina, dose, durata della sua azione, regime di trattamento);
- preparazioni di targa antidiabetiche (nome, dose, caratteristiche del loro ricevimento, tolleranza);
- vecchia ricerca di esami del glucosio nel sangue e nelle urine e esami endocrinologici;
- il paziente ha un glucometro, la capacità di usarlo;
- la possibilità di utilizzare la tabella delle unità di pane e creare un menu per unità di pane;
- possibilità di usare una siringa per insulina e una penna a siringa;
- conoscenza dei luoghi e delle tecniche di somministrazione di insulina, prevenzione delle complicanze (ipoglicemia e lipodistrofia nei siti di iniezione);
- tenere un diario di osservazioni di un paziente con diabete mellito:
- una visita al passato e ora "Diabetic School";
- lo sviluppo del passato ipoglicemico e iperglicemico com, le loro cause e sintomi;
- capacità di fornire auto-aiuto;
- il paziente ha un "Diabetic Passport" o "Diabetic Business Card";
- predisposizione genetica al diabete mellito);
- malattie correlate (malattie del pancreas, altri organi endocrini, obesità);
- reclami del paziente al momento dell'ispezione.
Esame del paziente:
- colore, umidità della pelle, presenza di graffi:
- determinazione del peso corporeo:
- misurazione della pressione sanguigna;
- determinazione dell'impulso sull'arteria radiale e sulle arterie del piede posteriore.
Interventi infermieristici, incluso il lavoro con la famiglia del paziente:
1. Condurre una conversazione con il paziente e la sua famiglia sulle abitudini alimentari, a seconda del tipo di diabete, dieta. Per un paziente con diabete di tipo 2, dare alcuni esempi del menu per un giorno.
2. Convinca il paziente della necessità di seguire la dieta prescritta dal medico.
3. Convincere il paziente della necessità di uno sforzo fisico raccomandato dal medico.
4. Parlare delle cause, della natura della malattia e delle sue complicanze.
5. Informare il paziente sulla terapia insulinica (tipi di insulina, l'inizio e la durata della sua azione, la connessione con l'assunzione di cibo, le caratteristiche di conservazione, gli effetti collaterali, i tipi di siringhe da insulina e le siringhe a penna).
6. Garantire la somministrazione tempestiva di insulina e farmaci antidiabetici.
7. Per controllare:
- condizione della pelle;
- peso corporeo:
- impulso e pressione sanguigna;
- polso sulle arterie del piede posteriore;
- dieta e nutrizione; trasmissione al paziente dai suoi parenti;
- raccomandare il monitoraggio continuo della glicemia e delle urine.
8. Convinca il paziente della necessità di osservazione costante da parte dell'endocrinologo, tenendo un diario di sorveglianza, che indica gli indicatori del livello di glucosio nel sangue, urina, pressione sanguigna, cibo mangiato al giorno, terapia ricevuta, cambiamenti nel benessere.
9. Raccomanda esami periodici di un oculista, chirurgo, cardiologo, nefrologo.
10. Raccomanda classi nella "Scuola di diabetici".
11. Informare il paziente delle cause e dei sintomi dell'ipoglicemia, condizioni di coma.
12. Convinca il paziente della necessità di un leggero peggioramento della salute e conta ematica immediatamente contattare un endocrinologo.
13. Educa il paziente e i suoi parenti:
- calcolo delle unità di pane;
- elaborare un menu per il numero di unità di pane al giorno; assunzione e somministrazione sottocutanea di insulina con una siringa da insulina;
- regole per la cura del piede;
- fornire auto-aiuto con l'ipoglicemia;
- misurazione della pressione sanguigna.
Condizioni di emergenza nel diabete mellito:
A. Stato ipoglicemico. Coma ipoglicemico.
motivi:
- Un sovradosaggio di compresse insuliniche o antidiabetiche.
- Mancanza di carboidrati nella dieta.
- Assunzione inadeguata di cibo o saltare l'assunzione di cibo dopo la somministrazione di insulina.
- Attività fisica significativa
Gli stati ipoglicemici si manifestano con una forte sensazione di fame, sudorazione, tremori degli arti, grave debolezza. Se questa condizione non viene interrotta, i sintomi dell'ipoglicemia aumenteranno: il tremore si intensificherà, ci sarà confusione nei pensieri, mal di testa, vertigini, visione doppia, ansia generale, paura, comportamento aggressivo e il paziente cade in coma con perdita di coscienza e convulsioni.
Sintomi di coma ipoglicemico: il paziente è incosciente, pallido, non c'è odore di acetone dalla bocca. la pelle è umida, abbondante sudore freddo, il tono muscolare è aumentato, la respirazione è libera. la pressione sanguigna e le pulsazioni non vengono cambiate, il tono dei bulbi oculari non viene modificato. Nell'analisi del sangue, il livello di zucchero è inferiore a 3,3 mmol / l. non c'è zucchero nelle urine.
Autoaiuto in condizioni ipoglicemiche:
Si raccomanda di mangiare 4-5 pezzi di zucchero ai primi sintomi di ipoglicemia, o bere tè caldo dolce, o prendere 10 compresse di glucosio 0,1 g ciascuno, o bere il 40% di glucosio da 2-3 fiale, o mangiare diversi dolci (meglio caramello ).
Pronto soccorso in condizioni ipoglicemiche:
- Chiama un dottore.
- Chiama il tecnico di laboratorio.
- Dare al paziente una posizione laterale stabile.
- Metti 2 pezzi di zucchero sulla guancia, su cui giace il paziente.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
Soluzione di glucosio 40 e 5%. Soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio, prednisone (amplificatore), idrocortisone (amplificatore), glucagone (amplificatore).
B. Coma iperglicemico (diabetico, chetoacidotico).
motivi:
- Insufficiente dose di insulina.
- Violazione della dieta (alto contenuto di carboidrati negli alimenti).
- Malattie infettive
- Lo stress.
- Gravidanza.
- Lesioni.
- Intervento chirurgico
Prurito: aumento della sete, poliuria. vomito, perdita di appetito, visione offuscata, sonnolenza insolitamente forte, irritabilità.
Sintomi di coma: la coscienza è assente, l'odore di acetone dalla bocca, iperemia e pelle secca, respiro profondo rumoroso, ridotto tono muscolare - bulbi oculari "morbidi". Pulse-filiform, la pressione sanguigna è ridotta. Nell'analisi del sangue - iperglicemia, nell'analisi delle urine - glicosuria, corpi chetonici e acetone.
Quando compaiono i precursori del coma, contatta immediatamente un endocrinologo o chiamalo a casa. Con segni di coma iperglicemico, chiamata d'emergenza.
Primo soccorso:
- Chiama un dottore.
- Dare al paziente una posizione laterale stabile (prevenzione della retrazione della lingua, aspirazione, asfissia).
- Prendere un catetere delle urine per una rapida diagnosi di zucchero e acetone.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
- insulina a breve durata d'azione - actropide (fl.);
- Soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (fl.); Soluzione di glucosio al 5% (fl.);
- glicosidi cardiaci, agenti vascolari.

"Tecnologia della terapia insulinica"

Indicazioni: prescritto da un medico;

Controindicazioni: - determinato dal medico (ipoglicemia, reazione allergica);

Nota: l'insulina viene iniettata per via sottocutanea per 30 minuti. prima dei pasti Conservare le insuline in frigorifero per 20-40 minuti. prima che l'introduzione di esso deve essere rimosso dal frigorifero. Dopo 30 minuti il paziente ha bisogno di assunzione di cibo. 1 ml contiene 40 U. insulina, una divisione 1,0 gr. la siringa contiene 2 U. insulina.

Aree di iniezione: superiore e medio terzo della superficie esterna della spalla; terzo superiore e medio della parte anteriore e laterale della coscia; superfici laterali della parete addominale anteriore;

Sapone, pelle antisettica, palline di cotone sterili in alcool al 70%, vassoio sterile coperto con strumenti, vassoio sterile, vaschetta per rifiuti, siringa monouso per insulina sterile con ago sostituibile, preparazione di insulina, set di vasche di disinfezione (soluzione al 3% di cloramina, 5% di pp di cloramina).

Algoritmo di azione dell'infermiera.

Spiegare al paziente lo scopo, il corso della prossima manipolazione, fornire informazioni sull'uso della preparazione dell'insulina prescritta, ottenere il consenso volontario del paziente per eseguire la manipolazione;

Per aiutare il paziente a prendere una posizione comoda, rilasciare i vestiti ed esaminare e palpare il sito di iniezione previsto;

Trattare i guanti con due batuffoli di cotone in alcool al 70%, gettare le palline usate nel vassoio dei materiali di scarto;

Prelevare una siringa monouso per insulina, comporre una dose specifica di insulina e mettere la siringa finita in un vassoio sterile, mettere 3 batuffoli di cotone in alcool al 70% nel vassoio;

Trattare con un batuffolo di cotone al 70% di alcol in una vasta area della pelle, 2 batuffoli di cotone nel sito di puntura di alcol, attendere che l'alcol evapori dalla pelle;

Assemblare la pelle in una piega con una mano, con l'altra mano inserire l'ago verso l'alto alla base della piega cutanea ad una profondità di 15 mm alla base della piega cutanea;

Trasferire il braccio, fissare la piega sul pistone e iniettare lentamente l'insulina;

Attaccare 3 tallone (asciutto sterile) al sito di puntura e con un rapido movimento di fissaggio della cannula per rimuovere l'ago;

Assicurarsi che il paziente si senta a proprio agio, prendere le 3 palle da lui e portare il paziente;

Immergere le palline in 3% di cloramina - 120 min;

Immergere l'ago in soluzione al 5% di cloramina - 60 min;

Immergere la siringa smontata in cloridrato al 5% rr - 60 min;

Immergere il vassoio in soluzione al 3% di cloramina - 60 min;

Rimuovere i guanti e immergere in 3% di pp. Cloramina - 60 min;

Rimuovere la maschera e immergere in 3% di pp. Cloramina - 120 min;

11. Tratta le tue mani a un livello igienico.

"La tecnologia della cura del paziente per il vomito"

Scopo: cure di emergenza per il paziente; prevenzione dell'aspirazione del vomito; raccolta di vomito per studi diagnostici;

Indicazioni: - determina il medico;

Controindicazioni: - determinato dal medico (ipoglicemia, reazione allergica);

Sapone, batuffoli di cotone sterili in alcool al 70%, tovaglioli di garza sterile, vassoio sterile coperto con strumenti (pinzette), vassoio per materiale di scarto, contenitore per raccogliere vomito, guanti, pannolino usa e getta, sacchetto di biancheria sporca, acqua bollita per sciacquare la bocca, un bicchiere, un cucchiaio e un contenitore per la raccolta di masse emetiche per studi diagnostici, una direzione per uno studio diagnostico, un contenitore per il trasporto di materiale biologico, un set di contenitori per la disinfezione (soluzione al 3% di cloramina, soluzione al 5% di cloramina).

"Caratteristiche anatomiche e fisiologiche del sistema endocrino. Assistenza infermieristica per malattie della tiroide e diabete nei bambini "

Nel mondo, oltre 100 milioni di persone soffrono di diabete, mentre c'è una costante tendenza al ringiovanimento. Il diabete si manifesta nei bambini di tutte le età, anche nell'infanzia e persino nei neonati, ma è più spesso osservato nei primi periodi scolastici e adolescenziali.

La malattia colpisce ugualmente spesso entrambi i sessi.

Il diabete ha un decorso progressivo ed è pericoloso per il bambino a causa dello sviluppo di complicanze come com diabetiche e ipoglicemiche, che richiedono misure urgenti, nonché funzionalità compromessa del sistema cardiovascolare, fegato, reni, sviluppo precoce dell'aterosclerosi, retinopatia, che porta alla perdita della vista, ecc..

Il riconoscimento tempestivo della malattia e un trattamento adeguato contribuiscono alla prevenzione di gravi complicanze.

L'insulina fornisce il trasporto attraverso le membrane cellulari di glucosio, potassio, amminoacidi, la traduzione del glucosio nei grassi, la formazione di glicogeno nel fegato. L'insulina inibisce la formazione di glucosio da proteine ​​e grassi.


Zucchero nel sangue
La base dello sviluppo del diabete è un cambiamento nell'omeostasi, dovuto all'insufficienza relativa o assoluta dell'insulina, che porta a un metabolismo compromesso di carboidrati, proteine ​​e grassi.

L'iperglicemia (oltre 8,8 mmol / l) porta alla glicosuria, poiché più zucchero viene filtrato nell'urina primaria e non può essere completamente riassorbito nel tubulo prossimale dei reni. La densità relativa dell'urina aumenta a causa dell'escrezione di zucchero nelle urine, che è un sintomo caratteristico della malattia.

La glicosuria causa la poliuria come risultato

aumentare la pressione osmotica delle urine a causa della compromissione della sintesi di proteine, glicogeno e grassi. L'alta concentrazione di glucosio nel siero e la poliuria causano iperosmolarità del siero e il sintomo della sete (polidipsia). La conversione dei carboidrati nei grassi è compromessa, vi è una maggiore mobilizzazione degli acidi grassi dai depositi di grasso e si sviluppa la perdita di peso, che, inoltre, è causata dalla disidratazione (disidratazione) del corpo. La carenza di insulina provoca disturbi significativi del metabolismo dei grassi. Una grande quantità di acidi grassi entra nel sangue e, a seguito di una combustione incompleta, si accumulano i prodotti ossidati del metabolismo dei grassi (corpi chetonici), che porta ad un aumento della formazione di colesterolo, trigliceridi e lo sviluppo della soglia glicemica renale

l'aspetto dell'acetone nell'aria espirata.


Il meccanismo dell'apparizione dell'acetone nel diabete mellito.
Come risultato dell'esaurimento del glicogeno da parte del fegato, vi si deposita del grasso, che porta a un'infiltrazione grassa del fegato e al suo aumento. La carenza di insulina provoca ipercolesterolemia, che contribuisce allo sviluppo precoce dell'aterosclerosi. Questo è importante nello sviluppo dell'angiopatia diabetica, che porta a gravi alterazioni vascolari a livello di occhi, reni, cuore, fegato, tratto gastrointestinale e altri organi. A causa dell'insufficienza di insulina, anche il metabolismo dell'acqua e del minerale sono compromessi, che è in gran parte associato a iperglicemia, glucosuria e chetoacidosi. Nella chetoacidosi diabetica, vi è un aumento dell'escrezione urinaria di elettroliti: sodio, potassio, cloruri, azoto, ammoniaca, fosforo, calcio, magnesio. Gli effetti tossici di chetoacidosi e disturbi acuti di elettroliti dell'acqua causano lo sviluppo di condizioni comatose nel diabete mellito.
Manifestazioni cliniche del diabete
Nel corso della malattia ci sono tre fasi: potenziale compromissione della tolleranza al glucosio (diabete potenziale), ridotta tolleranza al glucosio (diabete latente), diabete evidente (manifesto).

I fattori di rischio nell'infanzia sono la presenza di diabete in parenti stretti, alto peso alla nascita (oltre 4100g), diabete in un gemello identico, obesità, condizioni ipoglicemizzanti spontanee, ptosi delle palpebre, pancreatite cronica, stomatite ricorrente, malattie cutanee infiammatorie purulente, tireotossicosi. Un esame approfondito è necessario per i bambini con nicturia di nuova diagnosi.

La malattia si manifesta con ansia acuta, i bambini afferrano avidamente il capezzolo e il seno, si calmano per un breve periodo solo dopo aver bevuto. C'è una diminuzione del peso corporeo. Caratterizzato da persistente dermatite da pannolino, soprattutto nella zona degli organi genitali esterni. Spesso si uniscono ai focolai di infezione purulenta, c'è una tendenza alle malattie del tratto respiratorio superiore. Spesso i genitori prestano attenzione a pannolini insoliti, come se "inamidati", a causa della deposizione di cristalli di zucchero su di essi, urina appiccicosa.

Se al paziente non viene fornita assistenza tempestiva, l'esaurimento della riserva di sangue alcalino, l'aumento della disidratazione, l'acidosi metabolica ei corpi chetonici portano allo sviluppo di stati comatosi.

Nei bambini piccoli, il diabete mellito spesso diagnosticato di recente viene diagnosticato in uno stato di coma chetoacidotico.

Nei bambini è raro. La base è un aumento significativo dell'osmolarità del sangue a causa di una significativa perdita di liquidi.

Si sviluppa sullo sfondo dell'ipossia (nei bambini con cardiopatie congenite, polmonite grave, anemia). Il coma è causato dall'accumulo di acido lattico nel corpo.

Con l'ipoglicemia, l'assorbimento del glucosio da parte delle cellule, e in particolare delle cellule cerebrali, viene drasticamente ridotto. Il glucosio è la principale fonte di energia cerebrale. L'aspetto dell'ipoglicemia è il risultato della reazione del sistema nervoso centrale per abbassare i livelli di zucchero nel sangue e inibire il metabolismo del cervello.

Il cibo dovrebbe essere bilanciato sotto tutti gli aspetti (data la natura permanente della terapia).

La dieta numero 9 dovrebbe essere adattata al massimo allo stereotipo alimentare familiare e alle abitudini alimentari del bambino.

Le ore di mangiare e il suo volume dovrebbero essere corretti.

I carboidrati raffinati sono esclusi dal cibo, la preferenza è data ai prodotti a base di carboidrati contenenti una quantità sufficiente di fibre alimentari, mentre speciali piatti "diabetici" e una cottura speciale non sono necessari per cucinare i piatti.

Dopo ogni pasto, il bambino dovrebbe provare una sensazione di pienezza.

I pasti dovrebbero essere organizzati in modo tale che il cibo apporti piacere, crei un buon umore.

Il bambino ha anche bisogno di essere istruito sulle regole di base della dieta, sull'adeguata sostituzione degli alimenti, sull'auto-monitoraggio della terapia insulinica e sull'avanzamento della pianificazione nutrizionale a casa e fuori casa.

Preparazioni di insulina con diversa durata dell'effetto ipoglicemico vengono utilizzate in diversi periodi della giornata:

Preparati di azione rapida, ma breve: l'effetto si verifica in 15-30 minuti, la durata dell'azione è 5-8 ore di azione ultracorta - l'inizio in 10 minuti, la durata dell'azione è di 2-3 ore (insulina semplice, insuman-rapida, maxirapid, ecc.).

Farmaci di durata media dell'azione: l'effetto si verifica in 1,5-3 ore, la durata dell'azione è di 12-22 ore (insano-basale 100, insulina-rapitardo, Humulin-M, insulina seventile, ecc.).

Farmaci a lunga durata d'azione: l'effetto si verifica dopo 4-6 ore, la durata dell'azione è di 20-24 ore (nastro di insulina, protaphan, insulong, Humulin-L, ecc.).

Preparati di azione super-prolungata: l'effetto si verifica dopo 3 ore, il massimo dell'azione dopo 12-24 ore, la durata dell'azione - 36 ore (insulina ultralenta, ultralong, ultrathard, ecc.).

I farmaci vengono selezionati individualmente in base al profilo glicemico e glicosurico. Si raccomanda di iniziare il trattamento con farmaci a breve durata d'azione e passare rapidamente alle combinazioni con insulina ad azione prolungata in dosi adeguate selezionate individualmente. Quando si distribuiscono le dosi di insulina, si deve ricordare che un maggior fabbisogno di insulina viene osservato durante il giorno, specialmente dopo i pasti, uno relativamente basso durante la notte.

Recentemente, un metodo di calcolo dell'insulina a breve durata d'azione, a seconda della quantità di carboidrati nel cibo assunto durante la colazione, il pranzo e la cena, è diventato molto diffuso. Tale dosaggio di insulina consente di evitare un forte aumento dei livelli di zucchero nel sangue dopo un pasto. Questo calcola l'apporto calorico giornaliero della dieta, la quantità giornaliera di carboidrati nelle unità di pane (HE) e la loro quantità distribuita a colazione, pranzo e cena. Di conseguenza, l'insulina ad azione rapida viene dosata: prima di colazione - 2ED a 1XE, prima di cena - 1,5ED a 1XE, prima di cena - 1,2ED a 1XE con correzione della dose di insulina in termini di glicemia (terapia con bolo). La quantità di insulina rimanente dopo questo calcolo (della dose giornaliera totale) viene somministrata sotto forma di insulina con un'azione prolungata (terapia di base).

Una terapia adeguata prevede un chiaro regime di somministrazione di insulina (frequenza, ore di somministrazione, dosaggio dei farmaci), tenendo conto del regime giornaliero e della capacità del paziente o dei familiari in situazioni di emergenza di adeguare in modo indipendente il piano di trattamento (se necessario, introdurre una dose aggiuntiva di insulina o ridurla, o addirittura rifiutare la successiva iniezione ).

È stato dimostrato l'uso di anticoagulanti, agenti antipiastrinici, farmaci ipolipemizzanti, angioprotettori, farmaci contenenti composti del fosforo (ATP), vitamine C, B (per disturbi del microcircolo, scambi di lipidi, elettroliti e vitamine). Quando si uniscono a malattie concomitanti, viene effettuato un rafforzamento generale e una terapia sintomatica.

È richiesto un ricovero urgente del bambino a un'unità di terapia intensiva specializzata.

I pazienti addestrati all'autocontrollo dei livelli di glucosio nel sangue e ai metodi di aggiustamento della dose di insulina possono rifiutarsi di assumere un pasto fisso, mentre la terapia insulinica "fisiologica" permetterà loro di cambiare le loro ore di pasto, la quantità di carboidrati, a seconda dell'appetito, delle condizioni, dei desideri.

Il calcolo della dose di insulina viene effettuato sulla base di indicatori glicemici, utilizzando il concetto convenzionale di "unità del pane" (CB) e la tabella dei prodotti sostitutivi equivalenti per i carboidrati.

Per aiutare i genitori ad organizzare il regime il più appropriato possibile al solito modo di vivere della famiglia, comprese tutte le misure terapeutiche (dieta, conta calorie, dosi e tempo per le iniezioni), imparare a convivere con un bambino che è cronicamente malato, convivere con il "diabete". Consiglia di tenere regolarmente un diario di vita.

Consigliare i genitori, soddisfare i bisogni fisici, emotivi, psicologici del bambino, monitorare il livello di sviluppo intellettuale, educarlo sano, ma dovrebbe essere consapevole che se non segue le regole che lo rendono relativamente sano, si mette a rischio, il che può portare a gravi complicazioni e peggiorare la prognosi della malattia.

Consigliare il bambino ei genitori sull'organizzazione dell'attività fisica (con la compensazione della malattia):


  • aiuta a scegliere il momento ottimale per l'allenamento fisico (da spendere nel periodo di massimo aumento della glicemia, cioè 1-1,5 ore dopo un pasto);

  • in conformità con la quantità di attività fisica imparerà a condurre attentamente l'auto-monitoraggio dello stato e del livello di glicemia;

  • essere in grado di regolare la dose di insulina e nutrizione: se non si sta pianificando uno sforzo fisico, fornire un'assunzione aggiuntiva di carboidrati, se è previsto un sovraccarico del motore, ridurre la dose di insulina di 2ED o aumentare l'assunzione di carboidrati di 10-20 g.

Consigliare un bambino a visitare gruppi speciali di salute o sezioni sportive (con supervisione medica), dove la comunicazione con i pari con una malattia simile contribuirà allo sviluppo dell'adeguatezza psicologica, oltre a creare un'atmosfera di autoapprendimento, auto-aiuto e aiuto reciproco.

Per aiutare la famiglia a superare la crisi situazionale, sostenere i genitori in tutte le fasi della malattia del bambino, dare loro l'opportunità di esprimere i loro dubbi e ansie, insegnare loro a vivere senza paura costante e sentimenti di disperazione, e percepire la malattia come un inevitabile disagio che deve essere superato per vivere una vita attiva a tutti gli effetti. Per convincere che il livello di compensazione per la malattia, l'aspettativa di vita, il benessere e la capacità di lavoro dipendono sia dal bambino stesso che dall'assistenza reciproca di tutti i membri della famiglia, dall'attuazione competente e tempestiva di tutte le raccomandazioni mediche.

È necessario al più presto impegnarsi nell'adattamento sociale del bambino nella società, motivarlo a scegliere professioni che non sono legate al sovraccarico fisico, per contribuire attivamente a sviluppare le sue passioni e hobby.

Raccomanda ai genitori di comunicare con famiglie con bambini affetti da malattie simili, di frequentare le lezioni nella "Scuola del Diabete". Fornire ai genitori indirizzi di organizzazioni comunitarie, fondi, gestione del diabete.

Convincere i genitori della necessità di follow-up del bambino da parte di medici - endocrinologo, oftalmologo, nefrologo, neurologo, dentista, psicologo.
La tabella sostitutiva dei carboidrati equivalente

Le quantità indicate di prodotti contengono 12 g di carboidrati (1XE)

Altri Articoli Sul Diabete

Siofor è il nome internazionale di un medicinale destinato alla cura del diabete. La composizione include sostanze che riducono il livello di glucosio nel sangue e hanno un effetto stimolante sul metabolismo dei lipidi.

Le persone con diabete vogliono in qualche modo diversificare una dieta nutriente o mangiare un prodotto vietato. Ciò è dovuto ad alcune limitazioni considerate normali in questa patologia.

Il diabete mellito comporta una stretta aderenza ad una dieta speciale. Per il menu non era solo utile, ma anche nutriente, il porridge dovrebbe essere incluso nella dieta. Il mais è considerato uno dei cereali più gustosi e benefici per i diabetici.