loader

Principale

Trattamento

Dieta per il diabete di tipo 2

Ad oggi, il diabete di tipo II è una malattia acquisita molto comune sia nelle donne che negli uomini. Nella maggior parte dei casi, questa patologia è associata all'obesità, che si sviluppa come conseguenza dello stile di vita moderno di molte persone (la predominanza di alimenti a base di carboidrati nella dieta, mancanza di cibo, uso frequente di fast food, eccesso di cibo, inattività fisica, stress ecc.). La malattia sta diventando più giovane ogni anno. In precedenza, il secondo tipo di diabete era considerato una malattia degli anziani, ma oggigiorno i giovani, le ragazze e le persone di mezza età sono sempre più confrontati a questo problema.

Linee guida dietetiche generali per il diabete di tipo II

La dieta con questa malattia è raccomandata costantemente. Con l'obesità, l'apporto calorico giornaliero per le donne è di 1000-1200 kcal e per gli uomini di 1300-1700 kcal. Con il normale peso corporeo, non è necessario ridurre l'apporto calorico giornaliero. Dal momento che il diabete compromette l'assorbimento di glucosio da parte dei tessuti, è necessario non solo limitare l'assunzione di carboidrati facilmente digeribili nel corpo, ma anche i grassi. Questo è necessario per la prevenzione dell'obesità, poiché le persone che soffrono di questa malattia hanno una predisposizione all'accumulo di sovrappeso. La razione giornaliera deve essere divisa in 5-6 parti: 3 pasti principali (non eccessi) e 2-3 cosiddetti snack (mela, kefir, yogurt, fiocchi di latte, ecc.). Questa dieta è necessaria per mantenere un livello costante di glucosio nel sangue.

Prodotti consigliati per il diabete mellito di tipo II:

  • prodotti da forno di cereali integrali, con crusca, tipi speciali di pane per diabetici (proteine-grano o crusca proteica) e pane;
  • zuppe vegetariane, okroshka, rassolniki, 1-2 volte a settimana è consentito mangiare zuppe su brodo secondario di carne o pesce;
  • varietà a basso contenuto di grassi di carne, pollame bollito, al forno, in gelatina, 1-2 volte a settimana e cibi fritti sono ammessi;
  • salsicce a basso contenuto di grassi (salsiccia bollita, prosciutto magro);
  • varie varietà di pesce, varietà grasse di pesce non più di una volta alla settimana;
  • qualsiasi verdura, erbe fresche, bollite, al forno, dovrebbe essere limitata a patate e patate dolci;
  • bacche e frutti non zuccherati (mele, pere, prugne, pesche, agrumi, mirtilli rossi, lamponi, mirtilli rossi, ribes, ecc.), quando si preparano i piatti da frutti di bosco e frutta, utilizzare dolcificanti;
  • pasta a base di grano duro, aggiunta a zuppe o altri piatti, farina d'avena, grano saraceno, miglio di grano, crusca;
  • uova non più di 1 pz. al giorno (o 2 pezzi 2-3 volte a settimana) sotto forma di omelette con verdure o uova sode bollite, dovrebbero essere presi in considerazione e le uova aggiunte ai piatti;
  • latticini e prodotti caseari con ridotto contenuto di grassi (ricotta, formaggio, latte intero, kefir, yogurt, panna acida e burro sono aggiunti ai piatti);
  • oli vegetali non più di 2-3 cucchiai al giorno (è meglio aggiungere tipi di oli non raffinati a insalate di verdure fresche);
  • confetteria e dolci solo con sostituti dello zucchero, appositamente studiati per la nutrizione diabetica;
  • bevande senza zucchero (tè, caffè, verdura, frutta non zuccherata e succhi di bacche, brodo di rosa canina, acqua minerale).

Alimenti esclusi dal diabete:

  • zucchero, cioccolato, dolci, gelati, marmellate, dolci, confetteria con aggiunta di zucchero, panna e creme;
  • carni grasse e pollame, frattaglie, così come paste da loro, lardo;
  • salsicce affumicate grasse, cibi in scatola;
  • latticini grassi, in particolare panna, yogurt dolci, latte cotto, cagliata di formaggio;
  • grassi da cucina, margarina;
  • riso, semola;
  • frutti e bacche dolci (uva, banane, fichi, uvetta, ecc.);
  • succhi con aggiunta di zucchero, soda zuccherata, alcool.

Oggi, il cibo progettato specificamente per le persone affette da diabete può essere acquistato non solo nelle farmacie, ma anche in molti negozi di alimentari. Tra i prodotti per diabetici, si possono trovare molti dolci fatti senza aggiungere zucchero, così i pazienti hanno l'opportunità di fare una dieta in modo tale da non avvertire le restrizioni e allo stesso tempo tener conto delle raccomandazioni dei medici.

Consigli utili

Al fine di rendere la propria dieta per il diabete mellito di tipo II, è possibile utilizzare le raccomandazioni di seguito. Si propone di dividere i prodotti in 3 gruppi:

Gruppo 1 - prodotti che aumentano significativamente il livello di glucosio nel sangue: zucchero, miele, marmellata, dolci, compresi dolci e confetteria, frutta dolce e succhi di frutta, limonata, kvas naturale, semola, ecc. Questo gruppo comprende anche alimenti ipercalorici: burro, pesce grasso, latticini grassi, maionese, salsicce, noci, ecc.

Gruppo 2 - prodotti che aumentano moderatamente i livelli di zucchero nel sangue: pane bianco e nero, patate, pasta, riso, fiocchi d'avena, grano saraceno, dolciumi per diabetici, ecc. Questo gruppo dovrebbe includere anche prodotti caseari, pasticceria non zuccherata, oli vegetali

Il gruppo 3 combina prodotti il ​​cui consumo non è limitato o può essere addirittura aumentato: verdure, verdure, frutta non zuccherata (mele, pere, prugne, mele cotogne) e frutti di bosco, nonché bevande senza aggiunta di zucchero o con sostituti dello zucchero.

Per le persone obese, è necessario escludere completamente i prodotti dal gruppo 1 dalla dieta, limitare fortemente il consumo di prodotti del gruppo 2 e aumentare il numero di prodotti del gruppo 3. Le persone con un peso corporeo normale dovrebbero escludere completamente 1 gruppo di prodotti, dimezzare il numero di prodotti del gruppo 2, le restrizioni per loro non sono così difficili come per le persone soggette all'obesità.

Tra i numerosi sostituti dello zucchero offerti fino ad oggi, vorrei evidenziare in particolare la stevia sostitutiva dello zucchero naturale, che è composta da erba di miele. Per i dolci, è più volte più alto dello zucchero, ma non influisce sul livello di glucosio nel sangue. Inoltre, l'erba di miele, dalla quale questo sostituto naturale di zucchero è prodotto da una natura non di carboidrati, contiene molte sostanze utili e vitamine.

La dieta per il diabete è parte integrante del trattamento. Scegliere la dieta giusta e seguire tutte le raccomandazioni sulla nutrizione aiuterà ad evitare improvvise fluttuazioni nel livello di glucosio nel sangue, che avrà un effetto positivo sullo stato del corpo e sul benessere. Inoltre, in molti casi, i pazienti riescono persino a ridurre la dose di farmaci che riducono lo zucchero.

Dieta per il diabete di tipo 2: tabella dei prodotti

Nel trattamento del diabete, molto dipende dalla composizione e dalla dieta. Diamo un'occhiata a quali cibi puoi mangiare con il diabete di tipo 2. Una tabella di ciò che è possibile, cosa non è permesso, raccomandazioni di regime e segni di diabete, con cui è necessario consultare un medico - tutto questo può essere trovato nell'articolo.

Il principale esaurimento di questa patologia è il basso assorbimento di glucosio nel corpo. Il diabete, che non richiede una terapia sostitutiva dell'insulina per tutta la vita, è l'opzione più comune. Si chiama "non insulino dipendente" o diabete di tipo 2.

Per tenere il diabete sotto controllo dovrà fare uno sforzo e cambiare la dieta. La nutrizione dietetica a basso contenuto di carboidrati è la base di una buona qualità della vita per molti anni.

Questo articolo descrive una dieta a basso contenuto di carboidrati per il diabete di tipo 2. Questo non è lo stesso della classica dieta 9, dove solo i "carboidrati veloci" sono limitati, ma quelli "lenti" rimangono (per esempio, molti tipi di pane, cereali e ortaggi a radice).

Purtroppo, al livello attuale delle conoscenze sul diabete, dobbiamo ammettere che il classico tavolo Diet 9 è inadeguato alla sua lealtà ai carboidrati. Questo sistema di vincoli soft va contro la logica del processo patologico nel diabete di tipo 2.

La causa principale delle complicazioni che si sviluppano nel diabete di tipo 2 sono i livelli elevati di insulina nel sangue. Normalizza rapidamente e per lungo tempo può essere solo una rigorosa dieta a basso contenuto di carboidrati, quando il flusso di carboidrati dal cibo diminuisce il più possibile.

E solo dopo la stabilizzazione degli indicatori, è possibile un po 'di relax. Si tratta di un ristretto insieme di cereali, verdure a radice cruda, prodotti caseari - sotto il controllo di indicatori di glicemia (!).

Fai clic sull'articolo numero 3 nel seguente indice. Il tavolo dovrebbe essere stampato e appeso in cucina.

Fornisce un elenco dettagliato di ciò che gli alimenti si possono mangiare con il diabete di tipo 2, che è progettato in modo confortevole e conciso.

Navigazione rapida sull'articolo:

Benefici di una dieta a basso contenuto di carboidrati ben consolidata

Se il diabete di tipo 2 viene rilevato in una fase precoce, una tale dieta è un trattamento completo. Riduci rapidamente i carboidrati al minimo! E non devi bere "manciate di pillole".

È importante capire che i guasti colpiscono tutti i tipi di metabolismo, non solo i carboidrati. Gli obiettivi principali del diabete sono i vasi sanguigni, gli occhi e i reni, così come il cuore.

Il pericoloso futuro di un diabetico che non può cambiare la dieta è la neuropatia degli arti inferiori fino alla cancrena e all'amputazione, cecità, grave aterosclerosi e questo è un percorso diretto per infarto e ictus. Secondo le statistiche, le condizioni elencate richiedono in media fino a 16 anni di vita in un diabetico mal compensato.

Una dieta competente e limiti di carboidrati per tutta la vita garantiranno un livello stabile di insulina nel sangue. Questo darà il corretto metabolismo nei tessuti e ridurrà il rischio di gravi complicanze.

Se necessario, non aver paura di assumere farmaci per controllare la produzione di insulina. Ottieni la motivazione per una dieta e in quanto ti permette di ridurre la dose di droghe o ridurre al minimo il loro set.

A proposito, la metformina - una frequente prescrizione per il diabete di tipo 2 - è già oggetto di ricerca nei circoli scientifici come possibile sostenitore di massa per l'infiammazione senile sistemica, anche per le persone sane.

Principi di dieta e scelte alimentari

Quali alimenti posso mangiare con il diabete di tipo 2?

Quattro categorie di prodotti

Tutti i tipi di carne, pollame, pesce, uova (interi!), Funghi. Quest'ultimo dovrebbe essere limitato se ci sono problemi con i reni.

Al tasso di assunzione di proteine ​​di 1-1,5 g per 1 kg di peso corporeo.

Attenzione! Le cifre 1-1,5 grammi - questa è pura proteina, non il peso del prodotto. Trova i tavoli sulla rete, che mostra quante proteine ​​ci sono nella carne e nel pesce che mangi.

Contengono fino a 500 grammi di verdure con un alto contenuto di fibre, il più grezzo possibile (insalate, frullati). Ciò fornirà una sensazione stabile di sazietà e una buona pulizia dell'intestino.

Dì "No!" Ai grassi trans. Dì "Sì!" Per l'olio di pesce e gli oli vegetali, dove l'omega-6 non supera il 30% (ahimè, ma il girasole e l'olio di mais popolari non si applicano a loro).

  • Frutti non zuccherati e bacche a basso indice glicemico

Non più di 100 grammi al giorno. Il tuo compito è quello di scegliere i frutti con un indice glicemico fino a 40, occasionalmente fino a 50.

Da 1 a 2 p / settimana puoi mangiare dolci diabetici (a base di stevia ed eritritolo). Ricorda i nomi! Ora è molto importante ricordare che la maggior parte degli edulcoranti popolari è pericolosa per la salute.

Prendi sempre in considerazione l'indice glicemico

È fondamentale per i diabetici comprendere il concetto di "indice glicemico" degli alimenti. Questo numero mostra la risposta media di una persona a un prodotto: quanto velocemente sale il glucosio nel sangue dopo che è stato assunto.

GI è definito per tutti i prodotti. Ci sono tre gradazioni dell'indicatore.

  1. L'IG alto va da 70 a 100. Un diabetico dovrebbe escludere tali prodotti.
  2. L'indice glicemico medio va da 41 a 70. Consumo moderato con stabilizzazione del glucosio nel sangue - a volte non più di 1/5 di tutto il cibo al giorno, nelle giuste combinazioni con altri prodotti.
  3. GI basso - da 0 a 40. Questi alimenti sono la base della dieta nel diabete.

Cosa aumenta il prodotto GI?

Elaborazione culinaria con carboidrati "invisibili" (impanatura!), Accompagnamento di alimenti ad alto contenuto di carboidrati, temperatura del cibo.

Quindi, il cavolfiore cotto a vapore non smette di essere a basso indice glicemico. E il suo vicino, arrostito nel pangrattato, non è più indicato per i diabetici.

Un altro esempio Abbassiamo il GI del pasto, accompagnando il pasto con carboidrati una potente porzione di proteine. L'insalata con pollo e avocado con salsa di frutti di bosco è un piatto economico per il diabete. E queste stesse bacche, montate nel dessert apparentemente "innocuo" con le arance, solo un cucchiaio di miele e panna acida - già una cattiva scelta.

Smetti di temere i grassi e impara a scegliere quelli utili.

Dalla fine del secolo scorso, l'umanità si è affrettata a combattere i grassi nel cibo. Il motto "senza colesterolo!" Non è noto solo ai bambini. Ma quali sono i risultati di questa lotta? La paura del grasso ha portato alla crescita di catastrofi vascolari fatali (infarto, ictus, PE) e il predominio di malattie della civiltà, tra cui diabete e aterosclerosi nei primi tre.

Ciò è dovuto al fatto che il consumo di grassi trans da oli vegetali idrogenati è notevolmente aumentato e c'è stato uno squilibrio dannoso in eccesso di acidi grassi omega-6. Un buon rapporto di omega3 / omega-6 = 1: 4. Ma nella nostra dieta tradizionale raggiunge l'1:16 e oltre.

La tabella dei prodotti può e non può essere

Ancora una volta faremo una prenotazione. Gli elenchi nella tabella descrivono non una visione arcaica della dieta (tabella di dieta classica 9), ma una moderna dieta a basso contenuto di carboidrati per il diabete di tipo 2.

  • L'assunzione di proteine ​​normali è di 1-1,5 g per kg di peso;
  • Assunzione normale o aumentata di grassi sani;
  • Rimozione completa di dolci, cereali, pasta e latte;
  • Forte riduzione delle radici, legumi e prodotti lattiero-caseari liquidi.

Nella prima fase della dieta, il tuo obiettivo per i carboidrati è di incontrare 25-50 grammi al giorno.

Per comodità, il tavolo dovrebbe essere appeso in cucina a un diabetico, insieme a informazioni sull'indice glicemico degli alimenti e sul contenuto calorico delle ricette più frequenti.

Elenco degli alimenti per diabetici di tipo 2: utile per il diabete

Per il trattamento produttivo del diabete mellito, sia il primo che il secondo tipo di un singolo farmaco non sono sufficienti. L'efficacia del trattamento dipende in gran parte dalla dieta, poiché la malattia stessa è correlata a disordini metabolici

Nel caso del diabete autoimmune (tipo 1), il pancreas produce una piccola quantità di insulina.

Con il diabete legato all'età (tipo 2), ci può essere un eccesso e anche una mancanza di questo ormone. Mangiare certi cibi nel diabete può ridurre o aumentare la quantità di glucosio nel sangue.

Quale dovrebbe essere una dieta per diabetici?

Nel diabete di qualsiasi tipo, il compito principale della dieta è quello di stabilire i processi metabolici e controllare l'aumento dei livelli di glucosio. Gli alimenti che contengono carboidrati semplici possono provocare un salto di glucosio.

Indice glicemico

In modo che i diabetici possano facilmente calcolare il contenuto di zucchero, è stato inventato un concetto come l'indice glicemico.

L'indicatore del 100% è glucosio allo stato puro. I restanti prodotti devono essere confrontati con il glucosio per il contenuto di carboidrati. Per comodità dei pazienti, tutti gli indicatori sono elencati nella tabella GI.

Con il consumo di alimenti in cui il contenuto di zucchero è minimo, il livello di glucosio nel sangue rimane lo stesso o aumenta in quantità insignificanti. Un cibo con alto indice glicemico aumenta significativamente la glicemia.

Pertanto, endocrinologi e nutrizionisti non raccomandano di mangiare cibi che contengono molti carboidrati.

I pazienti con diabete di tipo 2 sono semplicemente obbligati a prestare attenzione alla scelta dei prodotti. Nelle fasi iniziali, con gravità lieve e moderata della malattia, la dieta è il principale rimedio.

Per stabilizzare il normale livello di glucosio, è possibile utilizzare la dieta a basso contenuto di carboidrati numero 9.

Unità di grano

Le persone insulino-dipendenti con diabete di tipo 1 calcolano il loro menu usando unità di pane. 1 XE equivale a 12 g di carboidrati. È questa quantità di carboidrati contenuta in 25 g di pane.

Questo calcolo consente di calcolare chiaramente la dose desiderata del farmaco e prevenire un aumento della glicemia. La quantità di carboidrati consumati al giorno dipende dal peso del paziente e dalla gravità della malattia.

Di norma, un adulto ha bisogno di 15-30 XE. Sulla base di questi indicatori, è possibile creare il menu e i pasti giornalieri corretti per le persone che soffrono di diabete di tipo 1 e di tipo 2. Ulteriori informazioni su cosa può essere trovata un'unità di pane sul nostro sito Web.

Che cibo possono mangiare i diabetici?

La nutrizione per i diabetici 1 e il secondo tipo dovrebbero avere un indice glicemico basso, quindi i pazienti devono scegliere alimenti con IG inferiore a 50. È necessario sapere che l'indice di un determinato prodotto può variare a seconda del tipo di trattamento.

Ad esempio, il riso non raffinato ha un indice del 50% e il riso raffinato del 75%. Inoltre, il trattamento termico aumenta il GI di frutta e verdura.

I medici raccomandano ai diabetici di mangiare cibo che è stato preparato a casa. Infatti, nei piatti acquistati e nei cibi pronti per calcolare correttamente HE e GI è molto difficile.

La priorità dovrebbero essere i cibi grezzi e non trasformati: pesce magro, carne, verdure, erbe e frutta. Per uno sguardo più dettagliato all'elenco, consultare la tabella degli indici glicemici e degli alimenti consentiti.

Tutto il cibo consumato è diviso in tre gruppi:

Prodotti senza evidenza di aumento dei livelli di zucchero:

  • funghi;
  • verdure verdi;
  • verdi;
  • acqua minerale senza gas;
  • tè e caffè senza zucchero e senza crema.

Alimenti che aumentano il livello di zucchero in misura moderata:

  • noci e frutta non zuccherate;
  • cereali (escluso il riso e la semola);
  • pane fatto con farina integrale;
  • maccheroni di durum;
  • latticini e latte.

Prodotti che aumentano notevolmente il livello di zucchero:

  1. verdure in salamoia e in scatola;
  2. alcol;
  3. farina, confetteria;
  4. succhi di frutta freschi;
  5. bevande con aggiunta di zucchero;
  6. uva passa;
  7. date.

Consumo regolare di prodotti

Il cibo venduto nella sezione per i diabetici non è adatto per l'uso permanente. In tale cibo non c'è zucchero, contiene il suo sostituto - fruttosio. Tuttavia, è necessario sapere quali sono i benefici e i danni dei sostituti dello zucchero e il fruttosio ha i suoi effetti collaterali:

  • aumenta i livelli di colesterolo;
  • alto contenuto calorico;
  • aumento dell'appetito

Quali alimenti sono buoni per il diabete?

Fortunatamente, l'elenco delle potenze consentite è abbastanza grande. Ma nella preparazione del menu, è necessario prendere in considerazione l'indice glicemico del cibo e le sue qualità utili.

In base a tali regole, tutti gli alimenti diventeranno una fonte di micronutrienti e vitamine essenziali per contribuire a ridurre l'effetto distruttivo della malattia.

Quindi, i prodotti, il cui uso è raccomandato dai nutrizionisti:

  1. Bacche. I diabetici sono autorizzati a mangiare tutte le bacche tranne i lamponi. Contengono minerali, antiossidanti, vitamine e fibre. Puoi mangiare sia bacche fresche che congelate.
  2. Succhi di frutta. Succhi di frutta freschi indesiderabili. Sarebbe meglio se aggiungessi un po 'di succo fresco al tè fermentato, insalata, cocktail o porridge.
  3. Noci. Prodotto molto utile, perché è una fonte di grasso. Tuttavia, è necessario mangiare noci in piccole quantità, perché sono molto elevate in calorie.
  4. Frutta non zuccherata Mele verdi, ciliegie, mele cotogne - saturare il corpo con sostanze nutritive e vitamine. I diabetici possono utilizzare attivamente gli agrumi (eccetto il mandarino). Arance, lime, limoni - abbondano in acido ascorbico, che rafforza il sistema immunitario. Vitamine e minerali hanno un effetto benefico sul cuore e sui vasi sanguigni e la fibra rallenta l'assorbimento del glucosio nel sangue.
  5. Yogurt naturale e latte scremato. Questi alimenti sono una fonte di calcio. La vitamina D contenuta nei prodotti caseari riduce il bisogno di un corpo malato nei cibi dolci. I batteri fermentati del latte normalizzano la microflora nell'intestino e aiutano a purificare il corpo dalle tossine.

Verdure. La maggior parte delle verdure contiene quantità moderate di carboidrati:

  • i pomodori sono ricchi di vitamine E e C e il ferro contenuto nei pomodori contribuisce alla formazione del sangue;
  • lo yam ha un IG basso ed è anche ricco di vitamina A;
  • la carota contiene retinolo, che è molto utile per la visione;
  • nei legumi ci sono fibre e molti nutrienti che contribuiscono alla rapida saturazione.
  • Spinaci, lattuga, cavoli e prezzemolo contengono molte vitamine e minerali utili.

Le patate sono preferibilmente cotte al forno e servite meglio con la pelle.

  • Pesce magro La carenza di acidi omega-3 è ricostituita da varietà di pesce a basso contenuto di grassi (pollock, nasello, tonno, ecc.).
  • Pasta. Puoi utilizzare solo prodotti a base di grano duro.
  • Carne. Il filetto di uccello è un deposito di proteine ​​e il vitello è una fonte di zinco, magnesio, ferro e vitamina B.
  • Kashi. Cibo sano, che contiene fibre, vitamine e elementi in traccia utili.

Dieta diabetica specifica

Per le persone con diabete, è molto importante mangiare regolarmente. I nutrizionisti consigliano di dividere l'assunzione giornaliera di cibo in 6 ricevimenti. I pazienti insulino-dipendenti devono essere consumati contemporaneamente da 2 a 5 XE.

In questo caso, prima di pranzo è necessario mangiare i cibi più ipercalorici. In generale, la dieta dovrebbe contenere tutte le sostanze necessarie ed essere equilibrata.

È anche utile combinare il cibo con lo sport. Quindi, puoi accelerare il metabolismo e normalizzare il peso.

In generale, i diabetici del primo tipo devono calcolare attentamente la dose di insulina e cercare di non aumentare il contenuto calorico giornaliero degli alimenti. Dopo tutto, la corretta aderenza alla dieta e alla nutrizione manterrà i livelli di glucosio normali e non permetterà alle malattie 1 e 2 del tipo di distruggere ulteriormente il corpo.

Cosa puoi mangiare con il diabete di tipo 2

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia caratterizzata da elevati livelli di glucosio nel sangue. L'alto glucosio ha un effetto dannoso sui vasi sanguigni, contribuendo allo sviluppo di aterosclerosi, che porta a ictus, attacchi di cuore e altre gravi complicanze, riducendo significativamente la qualità e la longevità dei diabetici. Il fatto che tu possa mangiare con diabete mellito di tipo 2, e da quali prodotti dovrebbero astenersi, lo diremo in questo articolo.

Uno dei principali metodi di trattamento delle persone affette da diabete di tipo 2 è la terapia dietetica. Tuttavia, questo fatto non significa che dal momento della diagnosi, non sarà in grado di mangiare nulla tranne la polenta e il cavolo. Al contrario, il cibo per il diabete può essere variato e includere i tuoi dolci preferiti.

L'essenza della dieta nel diabete di tipo 2 è quella di rimuovere il carico in eccesso dal pancreas e ridurre il peso corporeo del paziente.

I principi di base della nutrizione

  • Un ruolo enorme è giocato da un rapporto equilibrato di nutrienti (proteine: grassi: carboidrati = 16%: 24%: 60%).
  • Il contenuto calorico della razione giornaliera dovrebbe corrispondere al consumo energetico di un particolare paziente, calcolato tenendo conto del suo peso corporeo, età, sesso, professione.
  • I carboidrati raffinati dovrebbero essere esclusi dalla dieta, sostituendoli con sostituti dello zucchero.
  • La razione giornaliera deve essere soddisfatta con vitamine, oligoelementi, fibre alimentari.
  • Si raccomanda di limitare i grassi animali al 50%.
  • Mangiare è richiesto almeno 4-5 volte al giorno allo stesso tempo, e ogni pasto dovrebbe essere in accordo con l'assunzione di farmaci ipoglicemizzanti e con lo sforzo fisico.

Prodotti e piatti consigliati per l'uso nel diabete

Alimenti che dovrebbero essere esclusi in caso di diabete

  • Prodotti contenenti una grande quantità di carboidrati facilmente digeribili: prodotti da pasta di burro, gelato cremoso, torte e torte alla crema, cioccolato, dolci, miele, marmellata, zucchero, banane, uva, uvetta.
  • Piatti speziati, salati, fritti, affumicati e speziati.
  • Brodi grassi e forti
  • Salsicce, salsicce, salsicce, pesce salato o affumicato, varietà grasse di pollame, pesce, carne.
  • Burro, margarina, maionese, cucina e grassi di carne.
  • Verdure in salamoia e salate
  • Panna acida grassa, crema, formaggio, formaggio, cagliata dolce.
  • Semola, cereali di riso, pasta.
  • Alcol.

Fibra alimentare: perché sono necessari?

Le fibre alimentari sono particelle alimentari di origine vegetale che non richiedono la digestione da parte degli enzimi digestivi e non sono assorbite negli organi digestivi. Queste sostanze dovrebbero essere presenti nella dieta dei diabetici, poiché hanno proprietà ipolipemizzanti e ipolipemizzanti, promuovono la perdita di peso e sono ben tollerate dai pazienti. Essi inibiscono l'assorbimento di glucosio e grasso nell'intestino, riducono la necessità di insulina nei pazienti, creano una sensazione di pienezza.

Fibra alimentare in grandi quantità trovata in farina integrale, prodotti a base di cereali, crusca grossolana, segale e farina d'avena. Particolarmente ricchi di queste sostanze sono noci, fagioli, fragole, datteri, crusca, fichi, lamponi, prugne, sorbo, acetosa, zucca, mela cotogna, funghi, limone.

Una dose di fibra per i diabetici lascia 35-40 grammi al giorno, ed è auspicabile che il 51% delle fibre alimentari sia costituito da verdure, 40% di cereali e 9% di bacche, frutta, funghi.

Dopo 4-5 settimane di completa aderenza alle raccomandazioni dietetiche, il livello di zucchero nel sangue delle persone con diabete diminuisce significativamente, in alcuni casi, fino a numeri normali.

Quale dottore contattare

Se hai il diabete di tipo 2 e vuoi saperne di più sulla dieta e sul suo significato in questa malattia, chiedi al tuo endocrinologo dove e quando vengono impartite le lezioni nella Scuola del Diabete. Queste piccole conferenze per le persone affette da questa malattia si svolgono in quasi tutte le città in cui viene sviluppato il servizio endocrinologico. La frequenza di tali lezioni è gratuita. Inoltre, un endocrinologo e un nutrizionista, nonché un terapista, possono parlare di nutrizione del diabete.

Dieta per il diabete

Descrizione al 08/08/2017

  • Efficacia: effetto terapeutico dopo 14 giorni
  • Termini: costantemente
  • Costo dei prodotti: 1300-1400 rubli a settimana

Regole generali

Il diabete mellito è una malattia che si verifica quando la produzione di insulina non è sufficiente per il pancreas. Il motivo principale è l'eccesso di cibo e il consumo di grandi quantità di grassi e carboidrati. Questo costringe il pancreas a "lavorare al limite", che è sottoposto a un "attacco di carboidrati". Quando i livelli di zucchero aumentano dopo aver mangiato, il ferro aumenta il rilascio di insulina. La base della malattia sono i disturbi del metabolismo dei carboidrati: una violazione della digeribilità del glucosio da parte dei tessuti e la sua maggiore formazione da grassi e glicogeno.

Il più comune è il diabete di tipo 2, che è più comune negli adulti con più di 40 anni e negli anziani. Il numero di pazienti dopo 65 anni è in particolare in aumento. Pertanto, la prevalenza della malattia è dell'8% all'età di 60 anni e raggiunge il 23% a 80 anni. Nelle persone anziane, l'attività fisica ridotta, la ridotta massa muscolare, che utilizza il glucosio, e l'obesità addominale esacerbano l'attuale resistenza all'insulina. Nella vecchiaia, il metabolismo del glucosio è determinato dalla sensibilità dei tessuti all'insulina e dalla secrezione di questo ormone. La resistenza all'insulina è più pronunciata nelle persone anziane che sono in sovrappeso e la ridotta secrezione è dominante nelle persone senza obesità, il che consente un approccio differenziato al trattamento. Una caratteristica della malattia a questa età è asintomatica, fino a quando compaiono complicazioni.

Questa forma di diabete è più comune nelle donne e la probabilità del suo aspetto aumenta con l'età. La prevalenza complessiva della malattia tra le donne di età compresa tra 56 e 64 anni è del 60-70% superiore rispetto agli uomini. E questo è dovuto a disturbi ormonali - l'inizio della menopausa e la mancanza di estrogeni attiva una cascata di reazioni e disordini metabolici, che è accompagnata da aumento di peso, ridotta tolleranza al glucosio, insorgenza di dislipidemia.

Lo sviluppo della malattia può essere rappresentato dallo schema: sovrappeso - aumento della resistenza all'insulina - aumento dei livelli di zucchero - aumento della produzione di insulina - aumento della resistenza all'insulina. Si rivela un circolo vizioso, ma una persona senza saperlo, consuma carboidrati, riduce la sua attività fisica e diventa più grasso ogni anno che passa. Le cellule beta funzionano per usura e il corpo smette di rispondere a un segnale che invia insulina.

I sintomi del diabete sono piuttosto tipici: secchezza delle fauci, sete costante, voglia di urinare, stanchezza, affaticamento, perdita di peso inspiegabile. La caratteristica più importante della malattia è l'iperglicemia: glicemia elevata. Un altro sintomo caratteristico è la sensazione di fame nel diabete mellito (polifagia) e questo è causato dalla fame di glucosio delle cellule. Pur avendo una buona colazione, il paziente in un'ora ha una sensazione di fame.

L'aumento dell'appetito è spiegato dal fatto che il glucosio, che serve da "carburante" per i tessuti, non entra in essi. L'insulina è responsabile della somministrazione di glucosio nelle cellule, di cui i pazienti sono carenti o che i tessuti non sono suscettibili. Di conseguenza, il glucosio non entra nelle cellule, ma entra nel sangue e si accumula. Le cellule prive di nutrizione inviano un segnale al cervello, stimolano l'ipotalamo e la persona riceve una sensazione di fame. Con frequenti attacchi di polifagia, si può parlare di diabete labile, che è caratterizzato da una grande ampiezza di fluttuazioni del glucosio durante il giorno (0, 6 - 3, 4 g / l). È pericoloso nello sviluppo della chetoacidosi e del coma diabetico.

Con diabete insipido associato a disturbi nel sistema nervoso centrale, ci sono sintomi simili (aumento della sete, aumento della quantità di urina fino a 6 litri, pelle secca, perdita di peso), ma manca il sintomo principale - un aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Gli autori stranieri sono inclini a credere che la dieta dei pazienti che ricevono terapia sostitutiva non dovrebbe limitare i carboidrati semplici. Tuttavia, la medicina domestica mantiene l'approccio precedente al trattamento di questa malattia. Una corretta alimentazione nel diabete mellito è un fattore curativo nella fase iniziale della malattia, il principale punto nel diabete nei pazienti che ricevono agenti ipoglicemici orali e necessario nel diabete insulino-dipendente.

Che dieta dovresti seguire? Sono assegnati alla Dieta numero 9 o alle sue varianti. Questa dieta normalizza il metabolismo dei carboidrati (aiuta a ridurre la glicemia e stabilizzarla a un livello vicino alla norma e previene le violazioni del metabolismo dei grassi) I principi della terapia dietetica di questa tabella si basano su una forte restrizione o esclusione di carboidrati semplici e l'inclusione di carboidrati complessi a 300 g al giorno.

La quantità di proteine ​​è all'interno della norma fisiologica. La quantità di carboidrati viene regolata dal medico in base al grado di aumento dello zucchero, al peso del paziente e alle patologie associate.

Dieta per il diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 si sviluppa dopo 40 anni ed è solitamente associato al sovrappeso. Una delle condizioni più importanti per un trattamento efficace è quella di condurre l'autocontrollo, che consente di mantenere normali livelli di zucchero nel sangue. Questo è un mezzo affidabile per prevenire le complicanze diabetiche. Il trattamento del diabete di tipo 2 inizia con la terapia dietetica, che riesce a normalizzare il peso ea controllare i livelli di zucchero.

Quale dovrebbe essere una dieta per i diabetici di tipo 2? Di solito, con il peso normale, la tabella principale n. 9 viene assegnata con un apporto calorico fino a 2500 kcal e una quantità di carboidrati di 275-300 g, che viene distribuita dal medico tra pane, cereali e verdure.

Viene data preferenza a prodotti con un indice glicemico minimo, un alto contenuto di fibre vegetali e, preferibilmente, non oltre l'elaborazione culinaria o dopo l'elaborazione minima. La tabella principale viene mostrata per l'uso continuo nel diabete di tipo 2, con gravità lieve e moderata nei pazienti con peso normale.

La nutrizione in presenza di obesità è di grande importanza, poiché la perdita di peso ha un effetto positivo sul decorso della malattia. Per l'obesità vengono prescritte varietà - diete ridotte (con contenuto calorico ridotto) contenenti 225 g, 150 go 100 g di carboidrati al giorno.

Prima di tutto, la nona dieta per il diabete mellito di tipo 2 elimina l'uso di carboidrati facilmente digeribili, che vengono assorbiti rapidamente e facilmente (dopo 15 minuti), aumentano notevolmente lo zucchero e non creano una sensazione di sazietà:

  • zucchero;
  • miele;
  • marmellate, marmellata, marmellata;
  • dolciaria;
  • sciroppi;
  • gelato;
  • pane bianco;
  • frutta e verdura dolce, frutta secca;
  • pasta.

Fornisce un uso limitativo:

  • patata come prodotto ad alto tenore di amido;
  • barbabietole, che ha un alto indice glicemico;
  • pane, cereali, mais, pasta e prodotti a base di soia.

Per la perdita di peso, le diete ipocaloriche sono ridotte a 1.700 kcal a causa della limitazione dei carboidrati a 120 grammi al giorno, con proteine ​​normali (110 g) e grassi (70 g). Consigliato svolgimento di giorni di digiuno. Oltre alle raccomandazioni di cui sopra, sono esclusi i cibi ipercalorici:

  • oli (burro e verdure), panna acida, margarina, maionese, creme spalmabili;
  • lardo, salsicce, salsicce, salsicce, carni affumicate, carne e pesce grassi, pollo con la pelle, cibo in scatola in olio;
  • formaggi grassi, fiocchi di latte, panna;
  • noci, semi, pasticcini, maionese, bevande alcoliche.

Aumento del consumo di verdure sotto forma di contorni:

  • melanzane;
  • cetrioli;
  • cavolfiore;
  • verdure a foglia verde;
  • lattuga rossa (ricca di vitamine);
  • rapa, ravanello;
  • zucca, zucchine e zucca, che hanno un effetto positivo sul metabolismo dei carboidrati.

La dieta dovrebbe essere variata, ma contenere meno calorie. Questo è fattibile se più cibi ipercalorici (per esempio salsicce o salsicce) vengono sostituiti con una quantità uguale di carne magra bollita, e il burro in un panino è un cetriolo o un pomodoro. Quindi, la sensazione di fame si spegne e si consumano meno calorie.

Con il diabete non insulino-dipendente, è necessario ridurre il consumo di alimenti che contengono "grassi nascosti" (salsicce, salsicce, noci, semi, salsicce, formaggi). Con questi prodotti otteniamo tranquillamente un gran numero di calorie. Poiché i grassi sono molto ricchi di calorie, anche un cucchiaio di olio vegetale aggiunto all'insalata ridurrà gli sforzi di perdita di peso. 100 g di semi o noci contengono fino a 600 kcal e non li consideriamo cibo. Un pezzo di formaggio magro (oltre il 40%) è molto più nutriente di una fetta di pane.

Poiché i carboidrati dovrebbero essere presenti nella dieta, dovrebbero essere inclusi carboidrati a lento assorbimento con un alto contenuto di fibre alimentari: verdure, legumi, pane integrale, cereali integrali. Puoi usare sostituti dello zucchero (xilitolo, stevia, fruttosio o sorbitolo) e contarli nella quantità totale di carboidrati. Lo xilitolo è equivalente al solito zucchero in dolcezza, quindi la sua dose è di 30 g. Il fruttosio è sufficiente 1 cucchiaino. per aggiungere al tè. Preferisci il dolcificante naturale Stevia.

Per i pazienti è molto importante conoscere l'indice glicemico (GI) di tutti i prodotti. Quando si mangiano cibi con alto indice glicemico, appare l'iperglicemia e ciò causa un aumento della produzione di insulina. I prodotti con GI medio e basso si degradano gradualmente e quasi non provocano un aumento dello zucchero. Hai bisogno di scegliere frutta e verdura con un indice fino a 55: albicocche, prugne, pompelmi, mirtilli rossi, mirtilli, pesche, mele, prugne, olivello spinoso, ribes rosso, ciliegie, uva spina, cetrioli, broccoli, piselli, cavolfiore, latte, anacardi, mandorle, arachidi, soia, fagioli, piselli, lenticchie, lattuga. Possono essere utilizzati in quantità limitate (frutta non superiore a 200 g per porzione). Va ricordato che il trattamento termico aumenta il GI. Le proteine ​​e i grassi la riducono, quindi la nutrizione dei pazienti deve essere miscelata.

Le basi della nutrizione dovrebbero essere verdure e cibi non grassi. Una dieta esemplare include:

  • Insalate di verdure fresche, verdure bollite o al forno. Cerca di limitare le barbabietole e le patate (puoi escludere completamente).
  • Carne e pesce magri in forma bollita, poiché il contenuto calorico dei cibi fritti aumenta di 1,3 volte.
  • Pane integrale, moderata quantità di cereali (esclusi riso e cereali).
  • Latticini a basso contenuto di grassi.

Lo zucchero è escluso in caso di malattia lieve e, sullo sfondo della terapia insulinica di malattia moderata e grave, è consentito un consumo di 20-30 g di zucchero al giorno. Pertanto, la terapia dietetica da parte di un medico varia a seconda della gravità della malattia, del peso, dell'intensità del lavoro del paziente e dell'età.

I pazienti hanno anche raccomandato un aumento dell'attività fisica. L'attività fisica è necessaria perché aumenta la sensibilità dei tessuti all'insulina, riducendo l'insulino-resistenza e riduce anche la pressione sanguigna e riduce l'aterogenicità del sangue. La modalità dei carichi viene selezionata individualmente, tenendo conto delle malattie associate e della gravità delle complicanze. L'opzione migliore per tutte le età sarà camminare un'ora ogni giorno o ogni altro giorno. Una corretta alimentazione e uno stile di vita vivace aiuteranno a combattere un aumentato senso di fame.

Dieta per il diabete di tipo 1

Questa forma di diabete è più comune in giovane età e nei bambini, una caratteristica della quale è un improvviso esordio con disturbi metabolici acuti (acidosi, chetosi, disidratazione). È stato accertato che l'insorgenza di questo tipo di diabete non è correlata al fattore nutrizionale, ma è causata dalla distruzione delle cellule b del pancreas, che si traduce in una carenza assoluta di insulina, ridotta utilizzazione del glucosio, ridotta sintesi di proteine ​​e grassi. Tutti i pazienti hanno bisogno di terapia insulinica per tutta la vita, se la dose è insufficiente, si sviluppano chetoacidosi e coma diabetico. Altrettanto importante, la malattia porta a disabilità e alta mortalità a causa di complicazioni micro e macroangiopatiche.

La nutrizione nel diabete di tipo 1 non differisce dalla normale dieta sana e aumenta la quantità di carboidrati semplici. Il paziente è libero di scegliere il menu, in particolare con la terapia intensiva con insulina. Ora, quasi tutti gli esperti ritengono che si possa mangiare tutto, tranne lo zucchero e l'uva, ma è necessario sapere quanto e quando si può mangiare. Di fatto, la dieta si riduce a calcolare correttamente la quantità di carboidrati negli alimenti. Esistono diverse regole importanti: non più di 7 unità di pane possono essere consumate alla volta e le bevande dolci (tè con zucchero, limonata, succhi di frutta) sono categoricamente escluse.

La difficoltà sta nel calcolare correttamente le unità del pane e nel determinare la necessità di insulina. Tutti i carboidrati sono misurati in unità di pane e la loro quantità, assunta con il cibo in una volta, è riassunta. Uno XE corrisponde a 12 g di carboidrati ed è contenuto in 25 g di pane - da qui il nome. Un tavolo speciale è stato compilato per le unità di pane contenute in diversi prodotti ed è possibile calcolare con precisione la quantità di carboidrati consumati.

Nel redigere il menu, puoi cambiare i prodotti senza superare la quantità di carboidrati prescritta dal medico. Per il trattamento 1 XE può essere necessario nella colazione di 2-2,5 U di insulina, a pranzo 1,5-2 U, a cena di 1-1,5 U. Nella preparazione della dieta è importante non utilizzare più di 25 XE al giorno. Se vuoi mangiare di più, dovrai inserire insulina extra. Quando si usa l'insulina corta, la quantità di XE deve essere suddivisa in 3 pasti principali e 3 pasti aggiuntivi.

Uno XE è contenuto in due cucchiai di qualsiasi porridge. Tre cucchiai di pasta sono pari a quattro cucchiai di riso o di farina di grano saraceno e due pezzi di pane e tutti contengono 2 XE. Più forti i prodotti vengono bolliti, più velocemente vengono assorbiti e più velocemente aumenterà lo zucchero. Piselli, lenticchie e fagioli possono essere ignorati, dal momento che 1 XE è contenuto in 7 cucchiai di questi legumi. Gli ortaggi vincono a questo proposito: uno XE contiene 400 g di cetrioli, 350 g di lattuga, 240 g di cavolfiore, 210 g di pomodori, 330 g di funghi freschi, 200 g di peperone verde, 250 g di spinaci, 260 g di crauti, 100 g di carote e 100 r barbabietole.

Prima di mangiare dolci, è necessario imparare come applicare una dose adeguata di insulina. Consentire ai pazienti dolci che i pazienti che più volte al giorno controllano lo zucchero nel sangue, sono in grado di contare il numero di XE e, di conseguenza, modificare la dose di insulina. Il livello di zucchero deve essere monitorato prima e dopo l'ingestione di alimenti zuccherati e deve essere valutata una dose adeguata di insulina.

La dieta numero 9B è indicata per i pazienti con malattia grave, che ricevono dosi elevate di insulina e ha un contenuto di carboidrati aumentato (400-450 g) - sono consentiti più pane, cereali, patate, verdure e frutta. La quantità di proteine ​​e grassi aumenta leggermente. La dieta è simile nella composizione al tavolo comune, sono ammessi 20-30 g di zucchero e dolcificanti.

Se il paziente riceve insulina al mattino e al pomeriggio, il 70% dei carboidrati deve essere presente in questi pasti. Dopo l'iniezione di insulina, devi mangiare due volte - dopo 15 minuti e dopo 3 ore, quando si nota il suo effetto massimo. Pertanto, nel diabete insulino-dipendente, la nutrizione frazionata è di grande importanza: la seconda colazione e lo spuntino pomeridiano dovrebbero essere fatti 2,5-3 ore dopo il pasto principale e deve contenere alimenti a base di carboidrati (cereali, frutta, patate, succhi di frutta, pane, biscotti di crusca) ). Con l'introduzione di insulina la sera prima di cena, è necessario lasciare del cibo durante la notte per prevenire reazioni ipoglicemiche. Di seguito verrà presentato il menu per la settimana per i diabetici.

I due studi più importanti hanno dimostrato in modo convincente i vantaggi del controllo del metabolismo dei carboidrati nella prevenzione dello sviluppo di complicanze microvascolari e macrovascolari. Se il livello di zucchero per lungo tempo supera la norma, si sviluppano varie complicazioni: aterosclerosi, degenerazione grassa del fegato, ma la più terribile è la nefropatia diabetica (danno renale).

La proteinuria è il primo segno di questo processo patologico, ma appare solo allo stadio IV e le prime tre fasi sono asintomatiche. Il suo aspetto suggerisce che il 50% dei glomeruli sono sclerosi e c'è un processo irreversibile. Dall'inizio della proteinuria, l'insufficienza renale progredisce, che alla fine porta allo sviluppo di CRF terminale (più spesso 5-7 anni dopo la comparsa di proteinuria persistente). Nel diabete, la quantità di sale è limitata (12 g al giorno), e nella nefropatia dei reni, la sua quantità diminuisce ancora di più (3 g al giorno). Anche il trattamento e la nutrizione regolati per l'ictus.

Prodotti vietati per diabete di tipo 2

Una dieta corretta nel diabete di tipo 2 porta a una diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue, sostituisce i farmaci, migliora i risultati, previene l'obesità. I pazienti con patologia dovrebbero scegliere i prodotti a seconda del loro effetto sulla concentrazione di glucosio nel sangue.

Questo livello è chiamato indice glicemico (GI) e viene misurato 2-3 ore dopo un pasto. Dipende dalla resistenza alla digestione e all'assorbimento, così come dal metodo di cottura e dagli altri nutrienti che contengono.

  • fornisce la giusta quantità di calorie necessarie per il funzionamento degli organi del corpo umano;
  • aiuta a ridurre il peso e mantenere il peso corporeo ottimale;
  • aiuta a controllare la concentrazione di glucosio il più vicino possibile al normale;
  • mantiene livelli lipidici ottimali (colesterolo, trigliceridi);
  • è la prevenzione delle complicanze acute e croniche;
  • migliora la salute generale.

Come scegliere i prodotti per il disturbo

La nutrizione per le persone con diabete di tipo 2 dovrebbe essere facilmente digeribile da un numero limitato di ingredienti.

  • devi mangiare 5 volte al giorno in piccole porzioni, regolarmente e in determinati momenti;
  • Si raccomanda di aumentare il consumo di prodotti contenenti carboidrati complessi, fibre alimentari (pane integrale e cereali, legumi e verdure), componenti proteici a basso contenuto di grassi;
  • verdure e frutta dovrebbero essere mangiate crude il più possibile;
  • le verdure nella dieta dovrebbero essere almeno 350-500 grammi al giorno; contengono poche calorie, danno una sensazione di pienezza, sono una fonte di vitamine, minerali e fibre;
  • i frutti nei piatti dovrebbero essere consumati nella quantità di 200-300 grammi al giorno; sono anche una buona fonte di fibre; tuttavia, è necessario fare attenzione con le banane e l'uva;
  • il cibo dovrebbe essere cotto in acqua o cotto a vapore, in umido con una piccola quantità di grasso.

Sostituzione di prodotti nocivi per analoghi

I diabetici possono eliminare gli ingredienti nocivi e utilizzare invece ingredienti sani nelle loro diete:

  1. Tra le farine dovrebbe limitare l'uso di strudel, croissant, pane bianco, baguette, ciabatta, torte, biscotti, riso bianco, pasta fatta con farina di grano tenero, semola, mais. Come sostituto, è meglio includere pane integrale, farina d'avena, pasta, cotto al dente, muesli, grano saraceno, prodotti di farina d'avena, riso integrale e marrone, grano saraceno, pasta, semole d'orzo nella dieta.
  2. Tra gli ingredienti a base di carne sono proibite le parti grasse di maiale, carne d'oca e anatra, frattaglie, salami, salsicce, torte e carni affumicate. Pollo, tacchino senza pelle, vitello, manzo, agnello, coniglio possono essere raccomandati per la sostituzione.
  3. I componenti del latte e formaggio che dovrebbero essere evitati nel diabete sono latte condensato, formaggio fuso, creme spalmabili, panna acida. Invece, è possibile utilizzare latte parzialmente scremato, bevande caseari - kefir, yogurt, 3% di formaggio fresco.
  4. Componenti del pesce che non sono raccomandati nella dieta: caviale, carpe, anguille, crostacei. È possibile sostituire con merluzzo, trota, mintai, tilapia, nasello, pesce persico, tonno, salmone, halibut, sgombro, frutti di mare.
  5. Anche i grassi sotto forma di strutto, burro, margarina, olio di palma dovrebbero essere limitati. È meglio usare per la preparazione di semi di colza, semi di lino, olio di soia, oliva, olio di semi di girasole.
  6. Anche alcune verdure sono considerate vietate: sono in scatola e in salamoia, oltre che cotte in grandi quantità di burro. Senza restrizioni, è possibile utilizzare cicoria, cavoli, cetrioli, pomodori, peperoni, ravanelli, lattuga, asparagi, spinaci, sedano, zucchine, prezzemolo, melanzane, porri, carote, funghi.
  7. è meglio escludere dalla dieta i seguenti frutti: in scatola, sciroppati, frutta secca, marmellate, marmellate. Invece, ricostituire la dieta con frutta fresca e bacche, come pompelmo, mandarini, arance, ribes, uva spina, fragole, lamponi, mirtilli, ciliegie, mele, prugne, pere, kiwi, cocomeri, pesche, albicocche.
  8. Noci di cocco e arachidi salate e anacardi sono anche sulla lista di divieto. È meglio mangiare noci, arachidi, nocciole, pistacchi, mandorle.
  9. Le zuppe crema e i primi piatti con farina sono meglio evitati nella dieta. Ma le verdure, cotte su carne magra, saranno utili per i diabetici.
  10. Tra le spezie, la preferenza dovrebbe essere data alle erbe secche (basilico, salvia, rosmarino, dragoncello, origano, alloro, cannella) e ingredienti naturali (zenzero, curry, senape). Ma la maionese, i condimenti per l'insalata e il sale in grandi quantità sono controindicati.
  11. Con il diabete, puoi bere acqua, caffè, erbe, frutta, tè verde, karkade, latte di soia e mandorle. È necessario escludere sciroppi, bevande gassate dolci, caffè con crema, alcool.
  12. Anche il cioccolato, il cacao e lo zucchero sono vietati per i diabetici. Invece, lo faranno gli edulcoranti e la stevia.

Cibi dolci e tritati

Il diabete si verifica dopo il consumo in eccesso rispetto agli zuccheri semplici, ad esempio quando l'eccesso di cibo è dolce. Si deve ricordare ai pazienti con patologia che la differenza principale tra zuccheri semplici e complessi è il tempo di aumentare il livello di glucosio nel sangue.

Pertanto, non si dovrebbero solo contare le calorie, ma anche pianificare i pasti in modo che non superino la dose raccomandata di carboidrati.

Cibi grassi e piccanti

Sebbene i trigliceridi non influiscano direttamente sul livello di glucosio nel sangue, questa sostanza è ancora importante nella dieta dei diabetici. Hanno bisogno di controllare i grassi saturi e trans a causa dell'aumentato rischio di malattie cardiovascolari e ictus. Mangiare a basso contenuto di grassi aiuterà a controllare i livelli di colesterolo.

In una dieta, i trigliceridi dovrebbero essere meno del 7% delle calorie, cioè con 2000 calorie al giorno, i pazienti con il secondo tipo di patologia possono consumare non più di 140 calorie sotto forma di grasso.

Migliorare i sapori del cibo attraverso condimenti e spezie è la chiave per godersi una dieta sana per i diabetici. Ma, prima di usare peperoncino e altre spezie piccanti, devi assicurarti che siano al sicuro.

Gestire il diabete di tipo 2 implica prestare particolare attenzione a ciò che si trova sulla piastra del paziente. Se inizi a mangiare con una base di cibi sani, la creazione di una dieta sana sarà molto più facile e più facile.

Come mangiare quando fai una dieta di tipo 2, imparerai dal video:

Dieta per il diabete di tipo 2, per una settimana, prodotti consentiti e vietati

Il diabete mellito è una delle gravi patologie del sistema endocrino, che richiede un costante monitoraggio da parte del paziente e del medico. Chiunque sia stato diagnosticato in questo modo sarà d'accordo che la quota prevalente di restrizioni e raccomandazioni mediche riguarda la dieta quotidiana. In effetti, questo è il trattamento principale, da cui dipende direttamente il decorso della malattia, nonché le condizioni generali del paziente.

Se avete il diabete di tipo 2, la dieta è qualcosa che è importante imparare a memoria, quindi è meglio stamparlo in modo che sia sempre davanti ai vostri occhi e vi aderisca rigorosamente. Molte persone credono erroneamente che da un paio di bicchieri di alcol o una dozzina di dolci, non succederà nulla di terribile. Tali fallimenti semplicemente annullano tutti i tuoi sforzi e possono causare una condizione critica che richiede una rianimazione immediata o anche un completo fallimento del cibo.

Prima di tutto, dovresti tenere un diario alimentare (online o su carta), registrare tutto ciò che consumi durante il giorno e attenersi ad altri importanti punti nutrizionali.

Principi di nutrizione nel diabete di tipo 2

Nei pazienti diabetici che, inconsapevolmente o deliberatamente non riescono a seguire una dieta prima della diagnosi, a causa dell'elevata quantità di carboidrati presenti nella dieta, le cellule perdono la sensibilità all'insulina. Di conseguenza, il glucosio nel sangue aumenta e mantiene sempre alti i tassi. L'alimentazione dietetica per i diabetici consiste nel restituire alle cellule la normale sensibilità all'insulina, ovvero la capacità di assorbire lo zucchero.

Restrizione calorica della dieta preservando il suo valore energetico per l'organismo.

Mangiare all'incirca allo stesso tempo. In questo modo raggiungerai un normale flusso di metabolismo e il sistema digestivo.

La componente energetica della dieta deve necessariamente corrispondere al dispendio energetico effettivo.

Obbligatorio da cinque a sei pasti al giorno, con spuntini leggeri (soprattutto per i pazienti insulino-dipendenti).

Approssimativamente lo stesso in calorie pasti di base. La maggior parte dei carboidrati dovrebbe essere consumata al mattino.

Aggiungendo verdure fresche ricche di fibre da quelle consentite per ogni piatto per ridurre il tasso di assorbimento degli zuccheri semplici e creare saturazione.

Sostituzione dello zucchero con sostituti dello zucchero sicuri e approvati in quantità standardizzate.

Mangiare dolci solo nei pasti principali, e non negli snack, altrimenti ci sarà un forte salto di glucosio nel sangue.

È preferibile ai dessert che contengono grassi vegetali (noci, yogurt), poiché la scomposizione dei grassi rallenta l'assorbimento dello zucchero.

Restrizione di carboidrati complessi.

Limitazione rigorosa dei carboidrati facilmente digeribili, fino alla loro completa esclusione.

Limitazione del consumo di grassi animali.

Riduzione significativa o eliminazione del sale.

L'esclusione dall'assunzione di cibo dopo lo sport o l'attività fisica.

L'eccesso di cibo di eccezione, cioè, sovraccarico del tratto digestivo.

Una forte limitazione o esclusione di alcol (fino alla prima porzione durante il giorno). A stomaco vuoto non si può bere.

Consumo giornaliero di liquido libero - 1,5 litri.

L'uso di metodi di preparazione dietetici.

Alcune abitudini alimentari dei diabetici

Non puoi fare lunghe pause nel cibo e morire di fame.

Non puoi trascurare la colazione.

I pasti non dovrebbero essere troppo freddi o caldi.

L'ultimo pasto non più tardi di due ore prima di andare a dormire.

Durante il pasto, le verdure vengono consumate per prime, seguite da un prodotto proteico (fiocchi di latte, carne).

Se c'è una grande quantità di carboidrati in una porzione di cibo, ci devono essere i grassi o le proteine ​​corrette per ridurre la velocità della digestione prima.

È meglio bere acqua o bevande consentite prima dei pasti, ma in nessun caso bere il loro cibo.

Non è possibile aumentare i prodotti GI aggiungendo farina, friggendoli ulteriormente, impanandoli in pastella e pangrattato, aromatizzandoli con burro e bollendo (zucca, barbabietole).

Quando si cuociono le polpette non si può usare la pagnotta, sostituendola con le verdure, la farina d'avena.

Con scarsa portabilità delle verdure, hanno bisogno di fare piatti al forno, varie paste e paste.

Smetti di mangiare ad una saturazione dell'80%.

Perché è necessario considerare il GI (indice glicemico) diabetico?

GI è un indicatore della capacità degli alimenti dopo che entrano nel corpo umano per causare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. È particolarmente importante considerare quando il diabete mellito insulino-dipendente e grave.

Ogni prodotto ha il suo indice glicemico. Pertanto, più è alto, più velocemente aumenta il livello di zucchero nel sangue e viceversa.

La laurea di GI divide tutti i prodotti alimentari con un mezzo basso (fino a 40) (41-70) e GI alto (oltre 70 unità). Le tabelle con una ripartizione dei prodotti in questi gruppi o calcolatori online di calcolo delle IG possono essere trovate sui portali tematici e usarle nella vita di tutti i giorni.

Naturalmente, tutti gli alimenti ad alto indice glicemico dovrebbero essere esclusi dalla dieta, ad eccezione di quelli che beneficiano l'organismo con il diabete. In questo caso, il GI totale della dieta diminuisce a causa della restrizione dei restanti prodotti a base di carboidrati.

La dieta normale dovrebbe includere gli alimenti con un indice medio (più piccolo) e basso (soprattutto) GI.

Che cos'è un'unità pane (XE) e come calcolarla?

Un'unità pane o XE è un'altra misura progettata per eliminare i carboidrati. Ha ricevuto il suo nome da un pezzo di pane "di mattoni", che si ottiene tagliando un pezzo di pane normale a pezzi e poi a metà: questo pezzo da 25 grammi contiene 1 XE.

La maggior parte dei prodotti include carboidrati, mentre non differiscono in termini di proprietà, composizione e contenuto calorico. Pertanto, è difficile determinare la quantità giornaliera di consumo di cibo, che è necessaria per i pazienti insulino-dipendenti - la quantità di carboidrati consumati deve necessariamente soddisfare la dose di insulina iniettata.

Tale sistema di conteggio è considerato internazionale e consente di selezionare la dose di insulina richiesta. L'indicatore XE consente di identificare il componente di carboidrati senza pesare, a colpo d'occhio e in modo conveniente per la percezione dei volumi naturali (cucchiaio, vetro, pezzo, pezzo, ecc.). Avendo stimato quante unità di pane vengono consumate contemporaneamente e misurando la glicemia, il paziente per il diabete mellito di gruppo 2 può immettere la dose necessaria di insulina con una breve azione prima di mangiare.

il livello di zucchero dopo aver bevuto 1 XE è aumentato di 2,8 mmol / l;

1 XE contiene circa 15 g di carboidrati digeribili;

per l'assimilazione di 1 XE richiede 2 unità di insulina;

la tariffa giornaliera è 18-25 XE, con distribuzione per sei pasti (3-5 XE - pasti principali, 1-2 XE - spuntini).

1 XE equivale a: 30 g di pane nero, 25 g di pane bianco, 0,5 tazze di grano saraceno o farina d'avena, 2 prugne, 1 mela di medie dimensioni e così via.

Prodotti consentiti e quelli che possono essere consumati raramente

Gli alimenti consentiti con diabete mellito sono un gruppo che può essere mangiato senza restrizioni.

Altri Articoli Sul Diabete

Buona giornata! Ti ho già parlato di dolcificanti naturali, ma era una semplice descrizione delle proprietà. Oggi parlerò di un dolcificante naturale a base di stevioside chiamato "Stevia" della società commerciale Leovit, scoprirete la sua composizione e le recensioni.

La resistenza all'insulina è una violazione dell'interazione dell'insulina in arrivo sul tessuto. In questo caso, l'insulina può venire sia naturalmente dal pancreas, sia attraverso l'introduzione di un'iniezione di un ormone.

Sinonimi: test di tolleranza al glucosio, GTT, test di tolleranza al glucosio, curva dello zucchero.Il test di tolleranza al glucosio è un test di laboratorio che identifica 3 importanti indicatori nel sangue: insulina, glucosio e C-peptide.