loader

No. 148 C-Peptide (C-Peptide)

Marcatore biologicamente inattivo del metabolismo dei carboidrati, un indicatore della secrezione di insulina endogena.

Il peptide C è un frammento stabile di proinsulina prodotta endogenamente, "tagliato fuori" da esso quando si forma l'insulina. Il livello del peptide C corrisponde al livello di insulina prodotta nel corpo.

Nella molecola di proinsulina tra le catene alfa e beta c'è un frammento costituito da 31 residui di amminoacidi. Questo è il cosiddetto peptide di collegamento o peptide C. Durante la sintesi della molecola di insulina nelle cellule beta del pancreas, questa proteina viene tagliata dalle peptidasi e, insieme con l'insulina, entra nel flusso sanguigno. L'insulina non è attiva fino alla scissione del peptide C. Ciò consente al pancreas di formare riserve di insulina sotto forma di un pro-ormone. A differenza dell'insulina, il peptide C è biologicamente inattivo. Il peptide C e l'insulina sono allocati in quantità equimolari, pertanto, determinare il livello di C-peptide consente di valutare la secrezione di insulina. Va notato che sebbene il numero di molecole C-peptide e insulina formatesi durante la secrezione nel sangue sia lo stesso, la concentrazione molare di C-peptide nel sangue è circa 5 volte più alta della concentrazione molare dell'insulina, che è collegata, apparentemente, a una diversa velocità di escrezione di queste sostanze dal sangue.

La misurazione del peptide C presenta numerosi vantaggi rispetto alla determinazione dell'insulina: l'emivita del peptide C nella circolazione sanguigna è maggiore dell'insulina, pertanto il livello del peptide C è un indicatore più stabile della concentrazione di insulina. Nell'analisi immunologica, il peptide C non si incrocia con l'insulina, pertanto la misurazione del peptide C consente di valutare la secrezione di insulina anche durante l'assunzione di insulina esogena, nonché in presenza di autoanticorpi all'insulina, che è importante quando si esaminano pazienti con diabete mellito insulino-dipendente.

Il livello del peptide C varia in base alle fluttuazioni del livello di insulina formata endogenamente. Il rapporto di questi indicatori può cambiare a causa di malattie del fegato e dei reni, poiché l'insulina viene metabolizzata principalmente dal fegato e il metabolismo e l'escrezione del peptide C vengono effettuati dai reni. A questo proposito, la definizione di questo indicatore può essere utile per la corretta interpretazione dei cambiamenti nel contenuto di insulina nel sangue in violazione della funzionalità epatica.

  • Diagnosi differenziale del diabete di tipo 1 e 2.
  • Predire il corso del diabete.
  • Infertilità, sindrome dell'ovaio policistico.
  • Diagnosi differenziale di condizioni ipoglicemiche.
  • Sospetta ipoglicemia artificiale.
  • Valutazione della funzione residua delle cellule beta nei diabetici sullo sfondo della terapia insulinica.
  • Rilevazione e controllo della remissione (diabete giovanile).
  • Diagnosi di insulinoma
  • Valutazione della possibile patologia del feto in donne in gravidanza con diabete.
  • Valutazione della secrezione di insulina nelle malattie del fegato.
  • Controllo dopo la rimozione del pancreas.

L'interpretazione dei risultati dello studio contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Unità di misura nel laboratorio indipendente INVITRO: pmol / l.

Unità di misura alternative: ng / ml.

Unità di traduzione: ng / ml x 331 ==> pmol / l.

Valori di riferimento: 258 - 1718 pmol / l.

Diminuzione del livello del peptide C:

C-peptide, sangue

Al mattino a stomaco vuoto, solo dopo 6-8 ore di digiuno (a meno che non ci siano istruzioni speciali da parte di un endocrinologo).

Materiale di prova: raccolta del sangue

Un indicatore che riflette il livello di secrezione di insulina endogena.

Il peptide C è un frammento di una molecola di proinsulina che si separa durante la formazione dell'insulina. L'insulina è prodotta dalle cellule beta del pancreas e viene immagazzinata in esse come proinsulina. Nella molecola della proinsulina tra catene alfa e beta c'è un frammento costituito da 31 residui di amminoacidi - il cosiddetto peptide di collegamento, o peptide C. Con un aumento del glucosio nel sangue, la proinsulina viene scissa enzimaticamente in insulina e peptide C, che sono secreti nel sangue in quantità equimolari. Determinare la concentrazione di C-peptide, quindi, ci permette di stimare il livello di secrezione di insulina. A differenza dell'insulina, il peptide C è biologicamente inattivo. Le concentrazioni molari di insulina e C-peptide del sangue sono strettamente correlate, ma non coincidono. Ciò è dovuto a un'emivita diversa (per l'insulina - circa 4 minuti, per il peptide C - 20-30 minuti) e al fatto che il peptide C non viene significativamente distrutto dal fegato: a differenza dell'insulina, subisce una degradazione nei reni e parzialmente escreto nelle urine. In un test immunologico, il peptide C non si interseca con l'insulina, grazie al quale la misurazione del peptide C consente di valutare la secrezione di quest'ultimo anche in presenza di un apporto esogeno di insulina e in presenza di anticorpi circolanti all'insulina. Con la patologia del fegato e dei reni, il rapporto tra le concentrazioni di C-peptide e insulina nel sangue può variare.

Valori di riferimento - Norm
(C-peptide, sangue)

Le informazioni relative ai valori di riferimento degli indicatori, nonché la composizione degli indicatori inclusi nell'analisi possono differire leggermente a seconda del laboratorio!

testimonianza

1. Diagnosi differenziale del diabete di tipo I e II.

2. Diagnosi differenziale delle condizioni ipoglicemiche (diagnosi di insulinoma, sospetto di ipoglicemia artificiale).

3. La scelta delle tattiche per il trattamento del diabete.

4. Valutazione della funzione residua delle cellule beta prima dell'interruzione della terapia insulinica; rilevazione e controllo della remissione dopo l'eliminazione della glicotossicità (diabete negli adolescenti obesi).

5. Valutazione della secrezione di insulina nelle malattie del fegato.

6. Controllo dopo la rimozione del pancreas.

7. Esame delle donne con sindrome dell'ovaio policistico.

Aumentare i valori (positivo)

2. Accettazione di farmaci ipoglicemici.

3. diabete mellito insulino-indipendente (tipo II).

4. Insufficienza renale.

6. Sindrome dell'ovaio policistico.

7. Accettazione di farmaci contenenti estrogeni, progesterone, glucocorticoidi, clorochina, danazolo, etinilestradiolo, contraccettivi orali.

Valori più bassi (negativi)

1. Diabete mellito insulino-dipendente di tipo I.

2. Terapia insulinica (normale reazione pancreatica in risposta all'introduzione di insulina esogena).

No. 148 C-Peptide

L'analisi del peptide è una delle procedure diagnostiche più comunemente usate per i pazienti con diabete mellito, sia del primo che del secondo tipo. È noto che questa malattia si verifica nelle donne due volte più spesso degli uomini. Nei bambini, spesso si verifica all'improvviso sullo sfondo della salute assoluta.

Il peptide C è un frammento inattivo di insulina, viene giudicato a livello di insulina prodotta nel pancreas e il trattamento di controllo. Il ritmo della sua performance è 298-1324 pmol / l.

Un esame del sangue con un peptide ha una vasta gamma di applicazioni:

  • è necessario per impostare la dose di iniezione di insulina e nel valutare il grado di ipoglicemia;
  • utilizzato per rilevare la remissione del diabete;
  • fornisce un'opportunità per valutare il livello di insulina endogena;
  • fornisce il controllo del lavoro delle cellule beta.

Per passare l'analisi con il peptide dovrebbe essere la mattina a stomaco vuoto. È necessario tenere conto del fatto che oggi ogni laboratorio ha i propri insiemi di definizione di peptide C, pertanto i loro valori di riferimento possono differire. Quando decodifica i risultati, il suo livello può essere abbassato sotto: stress, diabete di tipo 1 e intossicazione. Gli indicatori saranno aumentati in caso di: diabete di tipo 2, insufficienza renale, insulinoma, assunzione di farmaci ipolipemizzanti, sindrome dell'ovaio policistico, malattia di Itsenko-Cushing, così come quando si assumono progesterone, estrogeni, glucocorticoidi.

Il laboratorio INVITRO offre i suoi servizi relativi allo strumento essenziale ed economico di controllo metabolico ottimale e controllo individuale della terapia sotto forma di analisi del peptide C. Qui puoi fare un esame del sangue in modo rapido, indolore e ad un prezzo accessibile, il che rende possibile l'utilizzo di ricerche qualitative per il monitoraggio regolare del diabete.

  • Diagnosi differenziale del diabete di tipo 1 e 2.
  • Predire il corso del diabete.
  • Infertilità, sindrome dell'ovaio policistico.
  • Diagnosi differenziale di condizioni ipoglicemiche.
  • Sospetta ipoglicemia artificiale.
  • Valutazione della funzione residua delle cellule beta nei diabetici sullo sfondo della terapia insulinica.
  • Rilevazione e controllo della remissione (diabete giovanile).
  • Diagnosi di insulinoma
  • Valutazione della possibile patologia del feto in donne in gravidanza con diabete.
  • Valutazione della secrezione di insulina nelle malattie del fegato.
  • Controllo dopo la rimozione del pancreas.

Unità di misura nel laboratorio INVITRO: pmol / l.

Unità di misura alternative: ng / ml.

Unità di traduzione: ng / ml x 331 ==> pmol / l.

Valori di riferimento: 298 - 1324 pmol / l.

Aumento del livello di peptide C:

  1. ipertrofia delle cellule beta;
  2. insulinoma;
  3. anticorpi anti-insulina;
  4. diabete mellito non insulino dipendente (IDDM tipo II);
  5. ipoglicemia durante l'assunzione di farmaci orali ipoglicemizzanti (derivati ​​sulfonilurea);
  6. ormone della crescita;
  7. Casa APUD;
  8. insufficienza renale;
  9. assunzione di cibo;
  10. assumere farmaci contenenti estrogeni, progesterone, glucocorticoidi, clorochina, danazolo, etinilestradiolo, contraccettivi orali.

Diminuzione del livello del peptide C:

  1. diabete mellito insulino-dipendente (IDDM tipo I);
  2. terapia insulinica (reazione pancreatica normale in risposta alla somministrazione di insulina esogena);
  3. ipoglicemia alcolica;
  4. condizione di stress;
  5. anticorpi ai recettori dell'insulina (per diabete mellito insulino-resistente di tipo II).

No. 148, C-Peptide (C-Peptide)

Marcatore biologicamente inattivo del metabolismo dei carboidrati, un indicatore della secrezione di insulina endogena.

Il peptide C è un frammento stabile di proinsulina prodotta endogenamente, "tagliato fuori" da esso quando si forma l'insulina. Il livello del peptide C corrisponde al livello di insulina prodotta nel corpo.

Nella molecola di proinsulina tra le catene alfa e beta c'è un frammento costituito da 31 residui di amminoacidi. Questo è il cosiddetto peptide di collegamento o peptide C. Durante la sintesi della molecola di insulina nelle cellule beta del pancreas, questa proteina viene tagliata dalle peptidasi e, insieme con l'insulina, entra nel flusso sanguigno. L'insulina non è attiva fino alla scissione del peptide C. Ciò consente al pancreas di formare riserve di insulina sotto forma di un pro-ormone. A differenza dell'insulina, il peptide C è biologicamente inattivo. Il peptide C e l'insulina sono allocati in quantità equimolari, pertanto, determinare il livello di C-peptide consente di valutare la secrezione di insulina. Va notato che sebbene il numero di molecole C-peptide e insulina formatesi durante la secrezione nel sangue sia lo stesso, la concentrazione molare di C-peptide nel sangue è circa 5 volte più alta della concentrazione molare dell'insulina, che è collegata, apparentemente, a una diversa velocità di escrezione di queste sostanze dal sangue.

La misurazione del peptide C presenta numerosi vantaggi rispetto alla determinazione dell'insulina: l'emivita del peptide C nella circolazione sanguigna è maggiore dell'insulina, pertanto il livello del peptide C è un indicatore più stabile della concentrazione di insulina. Nell'analisi immunologica, il peptide C non si incrocia con l'insulina, pertanto la misurazione del peptide C consente di valutare la secrezione di insulina anche durante l'assunzione di insulina esogena, nonché in presenza di autoanticorpi all'insulina, che è importante quando si esaminano pazienti con diabete mellito insulino-dipendente.

Il livello del peptide C varia in base alle fluttuazioni del livello di insulina formata endogenamente. Il rapporto di questi indicatori può cambiare a causa di malattie del fegato e dei reni, poiché l'insulina viene metabolizzata principalmente dal fegato e il metabolismo e l'escrezione del peptide C vengono effettuati dai reni. A questo proposito, la definizione di questo indicatore può essere utile per la corretta interpretazione dei cambiamenti nel contenuto di insulina nel sangue in violazione della funzionalità epatica.

  • Diagnosi differenziale del diabete di tipo 1 e 2.
  • Predire il corso del diabete.
  • Infertilità, sindrome dell'ovaio policistico.
  • Diagnosi differenziale di condizioni ipoglicemiche.
  • Sospetta ipoglicemia artificiale.
  • Valutazione della funzione residua delle cellule beta nei diabetici sullo sfondo della terapia insulinica.
  • Rilevazione e controllo della remissione (diabete giovanile).
  • Diagnosi di insulinoma
  • Valutazione della possibile patologia del feto in donne in gravidanza con diabete.
  • Valutazione della secrezione di insulina nelle malattie del fegato.
  • Controllo dopo la rimozione del pancreas.

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Unità di misura nel laboratorio indipendente INVITRO: pmol / l.

Unità di misura alternative: ng / ml.

Unità di traduzione: ng / ml x 333,33 ==> pmol / l.

Valori di riferimento: 260 - 1730 pmol / l.

Diminuzione del livello del peptide C:

GHS, test di tolleranza al glucosio con determinazione del glucosio e del peptide C nel sangue venoso a stomaco vuoto e dopo esercizio dopo 2 ore

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Valori di riferimento: per il peptide C: vedere la prova n. 148.

  1. meno di 7,8 mmol / l - normale;
  2. più di 7,8 mmol / l, ma inferiore a 11,1 mmol / l - tolleranza al glucosio alterata;
  3. più di 11,1 mmol / l - diabete possibile.
  1. il glucosio a digiuno è superiore a 7,0 mmol / l, 2 ore dopo che il carico è superiore a 11,1 mmol / l - si assume il diabete mellito, che deve essere confermato da studi successivi;
  2. il glucosio a digiuno è inferiore a 7,0 mmol / l, 2 ore dopo che il carico è superiore a 7,8 mmlol / l, ma inferiore a 11,1 mmol / l - tolleranza al glucosio alterata;
  3. glucosio a digiuno da 6,0 mmol / la 7,0 mmol / l, 2 ore dopo che il carico è inferiore a 7,8 mmol / l - glucosio a digiuno alterato.
  • Informazioni generali

* Il periodo specificato non include il giorno di assunzione del biomateriale

Urgente in 2 ore. (vedi elenco)

In questa sezione, puoi scoprire quanto costa completare questo studio nella tua città, vedere la descrizione del test e la tabella di interpretazione dei risultati. Scegliere dove portare l'analisi "Test di tolleranza al glucosio con la determinazione di glucosio e C-peptide nel sangue venoso a stomaco vuoto e dopo esercizio dopo 2 ore" a Mosca e in altre città russe, non dimenticare che il prezzo dell'analisi, il costo della procedura biomateriale, i metodi e i tempi della ricerca gli uffici medici regionali possono variare.

No. 148, C-Peptide (C-Peptide)

Marcatore biologicamente inattivo del metabolismo dei carboidrati, un indicatore della secrezione di insulina endogena.

Il peptide C è un frammento stabile di proinsulina prodotta endogenamente, "tagliato fuori" da esso quando si forma l'insulina. Il livello del peptide C corrisponde al livello di insulina prodotta nel corpo.

Nella molecola di proinsulina tra le catene alfa e beta c'è un frammento costituito da 31 residui di amminoacidi. Questo è il cosiddetto peptide di collegamento o peptide C. Durante la sintesi della molecola di insulina nelle cellule beta del pancreas, questa proteina viene tagliata dalle peptidasi e, insieme con l'insulina, entra nel flusso sanguigno. L'insulina non è attiva fino alla scissione del peptide C. Ciò consente al pancreas di formare riserve di insulina sotto forma di un pro-ormone. A differenza dell'insulina, il peptide C è biologicamente inattivo. Il peptide C e l'insulina sono allocati in quantità equimolari, pertanto, determinare il livello di C-peptide consente di valutare la secrezione di insulina. Va notato che sebbene il numero di molecole C-peptide e insulina formatesi durante la secrezione nel sangue sia lo stesso, la concentrazione molare di C-peptide nel sangue è circa 5 volte più alta della concentrazione molare dell'insulina, che è collegata, apparentemente, a una diversa velocità di escrezione di queste sostanze dal sangue.

La misurazione del peptide C presenta numerosi vantaggi rispetto alla determinazione dell'insulina: l'emivita del peptide C nella circolazione sanguigna è maggiore dell'insulina, pertanto il livello del peptide C è un indicatore più stabile della concentrazione di insulina. Nell'analisi immunologica, il peptide C non si incrocia con l'insulina, pertanto la misurazione del peptide C consente di valutare la secrezione di insulina anche durante l'assunzione di insulina esogena, nonché in presenza di autoanticorpi all'insulina, che è importante quando si esaminano pazienti con diabete mellito insulino-dipendente.

Il livello del peptide C varia in base alle fluttuazioni del livello di insulina formata endogenamente. Il rapporto di questi indicatori può cambiare a causa di malattie del fegato e dei reni, poiché l'insulina viene metabolizzata principalmente dal fegato e il metabolismo e l'escrezione del peptide C vengono effettuati dai reni. A questo proposito, la definizione di questo indicatore può essere utile per la corretta interpretazione dei cambiamenti nel contenuto di insulina nel sangue in violazione della funzionalità epatica.

  • Diagnosi differenziale del diabete di tipo 1 e 2.
  • Predire il corso del diabete.
  • Infertilità, sindrome dell'ovaio policistico.
  • Diagnosi differenziale di condizioni ipoglicemiche.
  • Sospetta ipoglicemia artificiale.
  • Valutazione della funzione residua delle cellule beta nei diabetici sullo sfondo della terapia insulinica.
  • Rilevazione e controllo della remissione (diabete giovanile).
  • Diagnosi di insulinoma
  • Valutazione della possibile patologia del feto in donne in gravidanza con diabete.
  • Valutazione della secrezione di insulina nelle malattie del fegato.
  • Controllo dopo la rimozione del pancreas.

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Unità di misura nel laboratorio indipendente INVITRO: pmol / l.

Unità di misura alternative: ng / ml.

Unità di traduzione: ng / ml x 333,33 ==> pmol / l.

Valori di riferimento: 260 - 1730 pmol / l.

Diminuzione del livello del peptide C:

C-peptide (C-peptide)

A stomaco vuoto, (non meno di 8 e non più di 14 ore di digiuno). Puoi bere acqua senza gas. Il prelievo di sangue è raccomandato al mattino dalle 8.00 alle 12.00, a meno che non sia specificato un altro orario dal medico curante. Per monitorare la terapia, il sangue viene preso allo stesso tempo. Il ricevimento dei farmaci alla vigilia o il giorno dello studio deve essere coordinato con il medico.

Metodo di ricerca: EHLA

Il peptide C è uno dei prodotti della biosintesi dell'insulina, un indicatore della secrezione insulinica endogena. Insulina e C-peptide sono i prodotti finali della conversione proinsulinica nelle cellule beta del pancreas. Il peptide C viene eliminato dal corpo attraverso i reni, l'insulina - attraverso il fegato. L'emivita del peptide C è più lunga di quella dell'insulina. La concentrazione di C-peptide nel sangue è 5 volte superiore alla concentrazione di insulina.

La determinazione del livello del peptide C viene utilizzata per chiarire la causa dell'ipoglicemia. Quando viene determinato con metodi di laboratorio, il peptide C non reagisce con l'insulina in modo incrociato, pertanto la sua misurazione consente di valutare la secrezione di insulina anche in presenza di preparazioni di insulina e in presenza di anticorpi contro l'insulina nel sangue.

INDICAZIONI PER LA RICERCA:

  • Diagnosi differenziale di DM 1 e 2 tipi;
  • Valutazione dell'adeguatezza della terapia insulinica; • Monitoraggio del paziente dopo la rimozione del pancreas;
  • Diagnosi di insulinoma;
  • Diagnosi differenziale di condizioni ipoglicemiche.

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI:

Valori di riferimento (variante standard):

Cos'è il peptide C: descrizione, norma del test del sangue per il diabete mellito (se è alzato o abbassato)

C-peptide significa "peptide di collegamento", tradotto dall'inglese. Questo è un indicatore della secrezione della propria insulina. Mostra il livello di lavoro delle cellule beta del pancreas.

Le cellule beta producono insulina nel pancreas, nello stesso luogo è immagazzinata come proinsulina, sotto forma di molecole. In queste molecole si trova un frammento di amminoacido, che è chiamato peptide C.

A mano a mano che i livelli di glucosio aumentano, le molecole di proinsulina si scompongono in peptidi e insulina. Questa combinazione viene rilasciata nel sangue è sempre correlata l'una con l'altra. Quindi, il tasso è 5: 1.

L'analisi del peptide C ci permette di capire che la secrezione di insulina (produzione) è ridotta, oltre a determinare la possibilità di insulinoma, cioè un tumore pancreatico.

Livelli elevati di una sostanza sono osservati con:

  • diabete mellito insulino-dipendente,
  • insufficienza renale
  • uso di farmaci ormonali,
  • insulinoma,
  • ipertrofia delle cellule beta.

Un basso livello di c-peptide è caratteristico di:

  1. diabete mellito insulino-dipendente negli stati ipoglicemici,
  2. condizioni stressanti.

Funzionalità di analisi

Il dosaggio del peptide C è la determinazione del grado quantitativo della porzione proteica della proinsulina nel siero utilizzando un metodo di immunochemiluminescenza.

Innanzitutto, un precursore passivo dell'insulina, la proinsulina, viene sintetizzato nelle cellule beta del pancreas, viene attivato solo quando il livello di zucchero nel sangue aumenta facendo scindere il componente-proteina C-peptide da esso.

Le molecole di insulina e C-peptide entrano nel flusso sanguigno e circolano lì.

  1. Determinare indirettamente la quantità di insulina con anticorpi inattivanti che modificano gli indicatori, rendendoli più piccoli. Viene anche usato per gravi disturbi del fegato.
  2. Per determinare il tipo di diabete mellito e le caratteristiche delle cellule beta del pancreas per selezionare strategie di trattamento.
  3. Per identificare le metastasi tumorali del pancreas dopo la sua rimozione chirurgica.

Viene prescritto un esame del sangue per le seguenti malattie:

  • Diabete mellito di tipo 1, in cui viene abbassato il livello di proteine.
  • Diabete mellito di tipo 2, in cui gli indicatori sono più della norma.
  • Il diabete mellito è insulino-resistente, a causa della produzione di anticorpi contro i recettori dell'insulina, e l'indice del peptide C viene ridotto.
  • Lo stato di eliminazione postoperatoria del cancro del pancreas.
  • Infertilità e sua causa - ovaie policistiche.
  • Diabete diabetico gestazionale (chiarisce il potenziale rischio per il bambino).
  • Una varietà di disturbi nella deformazione del pancreas.
  • Somatotropinoma, dove il peptide C è elevato.
  • La sindrome di Cushing.

Inoltre, la definizione di una sostanza nel sangue di una persona aiuterà a identificare la causa dello stato ipoglicemico nel diabete. Questo indicatore aumenta con l'insulinoma, l'uso di farmaci sintetici ipolipemizzanti.

C-peptide è abbassato, di regola, dopo ingestione di una grande quantità di alcool o sullo sfondo dell'introduzione di insulina esogena per i diabetici su base regolare.

Uno studio è nominato se una persona si lamenta:

  1. sulla costante sete
  2. un aumento della produzione di urina,
  3. aumento di peso.

Se hai già una diagnosi di diabete, la sostanza è determinata a valutare la qualità del trattamento. Il trattamento improprio porta a una forma cronica, il più delle volte, in questo caso, le persone lamentano visione offuscata e ridotta sensibilità delle gambe.

Inoltre, ci possono essere segni di scarsa funzionalità renale e ipertensione.

Per analisi, prendere sangue venoso in una scatola di plastica. Entro otto ore prima dell'analisi, il paziente non dovrebbe mangiare, ma è possibile bere acqua.

È consigliabile tre ore prima della procedura, non fumare e non essere esposti a forti stress fisici ed emotivi. A volte è necessaria la correzione della terapia insulinica da parte di un endocrinologo. Il risultato dell'analisi può essere conosciuto già dopo 3 ore.

C-peptide norma e interpretazione

Il tasso di peptide C è uguale per donne e uomini. Il tasso non dipende dall'età dei pazienti ed è 0,9 - 7,1 ng / ml. Le regole per i bambini in ogni caso determinato dal medico.

Di norma, la dinamica del peptide C nel sangue corrisponde alla dinamica della concentrazione di insulina. La norma del peptide C a digiuno è 0,78 -1,89 ng / ml (SI: 0,26-0,63 mmol / l).

Per i bambini, le regole per il prelievo di sangue non cambiano. Tuttavia, questa sostanza in un bambino durante l'analisi a stomaco vuoto può essere leggermente inferiore al limite inferiore del normale, poiché il peptide C lascia le cellule beta nel sangue solo dopo un pasto.

Se tutti gli altri studi non mostrano patologia, allora questo cambiamento nella norma non dovrebbe causare alcun problema.

Per distinguere tra insulina e ipoglicemia reale, sarà necessario determinare il rapporto tra insulina e peptide C.

Se il rapporto è 1 o meno, allora questo indica una maggiore secrezione di insulina endogena. In caso di superamento del rapporto di 1, si può affermare che l'insulina viene introdotta dall'esterno.

Il peptide C è elevato quando:

  • ipertrofia cellulare delle isole di Langerhans. Le isole di Langerhans sono chiamate aree pancreatiche dove viene sintetizzata l'insulina,
  • obesità
  • insulinoma,
  • diabete di tipo 2,
  • cancro alla testa del pancreas,
  • sindrome da intervallo QT esteso,
  • utilizzare farmaci sulfonilurea.

In aggiunta a quanto sopra, il peptide C è elevato quando si assumono determinati tipi di agenti ipoglicemizzanti ed estrogeni.

Il peptide C viene ridotto quando:

  • ipoglicemia alcolica,
  • diabete di tipo 1.

La sostanza nel siero può scendere per due motivi:

  1. Diabete mellito
  2. Uso di tiazolidinedioni come troglitazone o rosiglitazone.

A causa della terapia insulinica, potrebbe esserci una diminuzione del livello di peptide C. Questo indica una sana reazione pancreatica all'aspetto nel corpo dell'insulina "artificiale".

Tuttavia, è spesso il caso che il livello del sangue a digiuno di un peptide è normale o è quasi oltre la norma. Ciò significa che la norma non può dire quale tipo di diabete negli esseri umani.

Su questa base, si raccomanda di condurre uno speciale test stimolato in modo che la percentuale per questa persona diventi nota. Questo studio può essere eseguito utilizzando:

  1. Iniezioni di glucagone (un antagonista dell'insulina), è strettamente controindicato per le persone con ipertensione o feocromocitoma,
  2. Test di tolleranza al glucosio.

Il modo migliore per superare due indicatori: un'analisi del digiuno e del test stimolato. Ora diversi laboratori usano diversi insiemi di definizioni di una sostanza e la norma è in qualche modo diversa.

Dopo aver ricevuto il risultato dell'analisi, il paziente può confrontarlo indipendentemente con i valori di riferimento.

Peptide e diabete

La medicina moderna ritiene che il controllo del livello del peptide C rispecchi meglio la quantità di insulina rispetto alla misurazione dell'insulina stessa.

Il secondo vantaggio è che con l'aiuto della ricerca è facile distinguere l'insulina endogena (interna) dall'insulina esogena. A differenza dell'insulina, il C-peptide non risponde agli anticorpi contro l'insulina e non viene distrutto da questi anticorpi.

Poiché i farmaci insulinici non contengono questa sostanza, la sua concentrazione nel sangue del paziente rende possibile valutare la performance delle cellule beta. Ricordiamo: le cellule beta pancreatiche producono insulina endogena.

In una persona con diabete, il livello basale di C-peptide, e in particolare la sua concentrazione dopo il carico di glucosio, rende possibile capire se c'è resistenza e sensibilità all'insulina.

Inoltre, vengono determinate le fasi di remissione, il che rende possibile correggere correttamente le misure terapeutiche. Se il diabete è peggiorato, il livello della sostanza non aumenta, ma diminuisce. Ciò significa che l'insulina endogena non è sufficiente.

Tenendo conto di tutti questi fattori, si può affermare che l'analisi consente di valutare la secrezione di insulina in vari casi.

La determinazione del livello del peptide C fornisce anche l'opportunità di interpretare le fluttuazioni della concentrazione di insulina quando viene ritardata nel fegato.

Nelle persone con diabete che hanno anticorpi contro l'insulina, a volte si può osservare un livello di peptide C falsamente elevato a causa degli anticorpi che interagiscono con la proinsulina. I pazienti con insulinoma hanno un aumentato livello di peptide C.

È importante sapere che deve essere data particolare importanza al cambiamento della concentrazione di una sostanza nell'uomo, dopo aver operato sugli insulinomi. Un alto peptide C parla di un tumore ricorrente o di metastasi.

Nota: in caso di malfunzionamento del fegato o dei reni, il rapporto tra C-peptide e insulina nel sangue può variare.

La ricerca è necessaria per:

  1. Misure diagnostiche distintive del diabete mellito,
  2. La scelta dei tipi di terapia medica,
  3. Scelta del tipo di medicinale e dosaggio
  4. Determinazione del livello di fallimento delle cellule beta,
  5. Diagnosi di stato ipoglicemico,
  6. Valutazione della produzione di insulina
  7. Determinazione dell'insulino-resistenza,
  8. L'elemento di controllo dello stato dopo l'eliminazione del pancreas.

Medicina moderna

Per molto tempo, la medicina moderna ha affermato che la sostanza stessa non ha funzioni e solo la sua norma è importante. Naturalmente, si separa dalla molecola di proinsulina e apre la strada verso l'ulteriore percorso di insulina, ma probabilmente è tutto.

Qual è il significato del peptide C? Dopo anni di ricerche e centinaia di articoli scientifici, è stato reso noto che se l'insulina viene somministrata a pazienti con diabete insieme a C-peptide, vi è una significativa riduzione del rischio di tali complicazioni pericolose del diabete come:

Questo è ora dicono gli scienziati con piena fiducia. Tuttavia, non è stato ancora possibile scoprire in modo affidabile i meccanismi di protezione di questa sostanza.

Al momento, questo argomento rimane in discussione e aperto. Non ci sono prove sui motivi che spiegano questo fenomeno.

Nota: recentemente, le dichiarazioni dei medici sono diventate più frequenti nel curare il diabete a causa dell'introduzione di una sola iniezione miracolosa. Tale "trattamento" è solitamente molto costoso.

In nessun caso non si può essere d'accordo su tale trattamento dubbio. La velocità della sostanza, l'interpretazione e l'ulteriore strategia di trattamento dovrebbero essere sotto il pieno controllo di un medico qualificato.

Certo, c'è un'enorme differenza tra ricerca clinica e pratica. Pertanto, per quanto riguarda il peptide C, c'è ancora un dibattito negli ambienti medici. Non ci sono informazioni sufficienti sugli effetti collaterali e sui rischi del C-peptide.

C-peptide nel diabete mellito - come passare l'analisi e perché

Elevati valori di glucosio nelle analisi del sangue in laboratorio ci permettono di giudicare che il metabolismo dei carboidrati del paziente è disturbato, molto probabilmente a causa del diabete. Per capire perché lo zucchero è cresciuto, è necessaria un'analisi del peptide C. Può essere utilizzato per valutare la funzionalità del pancreas e l'affidabilità dei risultati del test non è influenzata né dall'insulina iniettata né dagli anticorpi prodotti nel corpo.

Determinare il livello di C-peptide è necessario per stabilire il tipo di diabete, per valutare la prestazione residua del pancreas con la malattia di tipo 2. Questa analisi sarà utile anche per identificare le cause dell'ipoglicemia nelle persone senza diabete.

C-peptide - che cos'è?

I peptidi sono sostanze che sono catene di residui di amminoacidi. Diversi gruppi di queste sostanze sono coinvolti nella maggior parte dei processi che si verificano nel corpo umano. Il peptide C, o peptide legante, si forma nel pancreas insieme all'insulina, quindi, al livello della sua sintesi, è possibile giudicare l'insulina del paziente che entra nel sangue.

L'insulina è sintetizzata nelle cellule beta da diverse reazioni chimiche consecutive. Se sali un gradino per ottenere la sua molecola, vedremo proinsulina. È una sostanza inattiva costituita da insulina e C-peptide. Il pancreas può giacere sotto forma di riserve e non gettarlo direttamente nel flusso sanguigno. Per iniziare il lavoro sul trasferimento di zucchero nelle cellule, la proinsulina viene divisa in una molecola di insulina e un peptide C, insieme entrano nel sangue in quantità uguali e vengono trasportati lungo il canale. La prima cosa che fanno è arrivare al fegato. Quando il fegato è compromesso, l'insulina può essere parzialmente metabolizzata in esso, ma il peptide C passa liberamente, in quanto è espulso esclusivamente dai reni. Pertanto, la sua concentrazione nel sangue con maggiore certezza riflette la sintesi dell'ormone nel pancreas.

La metà dell'insulina nel sangue si disintegra già 4 minuti dopo la produzione, mentre la durata del peptide C è significativamente più lunga - circa 20 minuti. Analisi del peptide C per valutare il funzionamento del pancreas in modo più preciso, poiché le sue fluttuazioni sono minori. A causa della diversa durata della vita, il livello di C-peptide nel sangue è 5 volte la quantità di insulina.

Quando insorgono più frequentemente il diabete di tipo 1 nel sangue, ci sono degli anticorpi che distruggono l'insulina. Pertanto, la sua sintesi in questo momento è impossibile da stimare con precisione. Ma sul peptide C, questi anticorpi non prestano la minima attenzione, quindi l'analisi per questo - l'unico modo in questo momento per valutare la perdita di cellule beta.

Non è possibile determinare direttamente il livello di sintesi ormonale da parte del pancreas quando si utilizza la terapia insulinica, poiché in laboratorio è impossibile separare l'insulina in proprio ed esogena, somministrata per iniezione. La definizione di peptide C in questo caso è l'unica opzione, poiché il peptide C non è incluso nei preparati insulinici che vengono prescritti a pazienti con diabete mellito.

Fino a poco tempo fa, si credeva che i peptidi C fossero biologicamente inattivi. Secondo i risultati di recenti studi hanno rivelato il loro ruolo protettivo per prevenire l'angiopatia e la neuropatia. Il meccanismo d'azione dei peptidi C è in fase di studio. È possibile che in futuro venga aggiunto ai preparati insulinici.

La necessità di analisi del peptide C

Lo studio del contenuto di C-peptide nel sangue è più spesso prescritto se dopo aver fatto una diagnosi di diabete mellito è difficile determinarne il tipo. Il diabete di tipo 1 inizia a causa della distruzione delle cellule beta da parte degli anticorpi, i primi sintomi compaiono quando la maggior parte delle cellule è colpita. Di conseguenza, il livello di insulina si riduce già durante la diagnosi iniziale. Le cellule beta possono morire gradualmente, più spesso nei pazienti giovani, e se il trattamento viene avviato senza indugio. Di regola, i pazienti con funzioni pancreatiche residue si sentono meglio e le complicanze iniziano più tardi. Pertanto, è importante preservare il più possibile le cellule beta, il che richiede un monitoraggio regolare della produzione di insulina. Con la terapia insulinica, questo è possibile solo con i test del peptide C.

Il diabete di tipo 2 nella fase iniziale è caratterizzato da una sufficiente sintesi di insulina. Lo zucchero aumenta a causa del fatto che il suo utilizzo è disturbato dai tessuti. L'analisi per il peptide C mostra la norma o il suo eccesso, poiché il pancreas aumenta il rilascio dell'ormone per eliminare il glucosio in eccesso. Nonostante l'aumento della produzione, il rapporto tra lo zucchero e l'insulina sarà superiore a quello delle persone sane. Nel tempo, nel diabete di tipo 2, il pancreas si consuma, la sintesi di proinsulina diminuisce gradualmente, così il peptide C diminuisce gradualmente fino alla norma e al di sotto di esso.

L'analisi è anche prescritta per i seguenti motivi:

  1. Dopo la resezione del pancreas, per scoprire quanta parte dell'ormone può produrre il resto dell'ormone e se è necessaria la terapia insulinica.
  2. Se si verifica ipoglicemia periodica, se il diabete non viene rilevato e, di conseguenza, il trattamento non viene effettuato. Se non si usano agenti ipoglicemizzanti, il livello di glucosio può diminuire a causa di un tumore che produce insulina (insulinoma - leggi qui http://diabetiya.ru/oslozhneniya/insulinoma.html).
  3. Per affrontare la necessità di passare a iniezioni di insulina quando il diabete è di tipo 2. Dal livello del peptide C, è possibile giudicare lo stato di conservazione del pancreas e prevedere un ulteriore deterioramento degli indicatori.
  4. Se si sospetta un'ipoglicemia artificiale. Le persone che sono inclini al suicidio o che hanno una malattia mentale possono iniettarsi insulina senza un appuntamento medico. Un forte eccesso dell'ormone sopra il peptide C suggerisce che è stata fatta un'iniezione dell'ormone.
  5. Nelle malattie del fegato per valutare il grado di accumulo di insulina in esso. L'epatite cronica e la cirrosi portano a una diminuzione dei livelli di insulina, ma non hanno alcun effetto sulla performance del peptide C.
  6. Identificazione dell'inizio e della durata della remissione nel diabete giovanile, quando in risposta al trattamento con iniezioni di insulina, il pancreas inizia a sintetizzare il proprio.
  7. Con policistico e infertilità. Una maggiore secrezione di insulina può essere la causa di queste malattie, in quanto in risposta ad essa aumenta la produzione di androgeni. A sua volta, impedisce lo sviluppo dei follicoli e impedisce l'ovulazione.

Come funziona l'analisi per il C-peptide

Nel pancreas, la produzione di proinsulina si verifica 24 ore su 24, quando il glucosio viene gettato nel sangue è significativamente accelerato. Pertanto, risultati più accurati e stabili danno lo studio a stomaco vuoto. È necessario che almeno 6, massimo 8 ore passino dal momento dell'ultimo pasto alla donazione di sangue.

È anche necessario escludere in anticipo l'influenza sul pancreas di fattori che possono distorcere la solita sintesi di insulina:

  • giorno non bere alcolici;
  • annullare la formazione il giorno prima;
  • 30 minuti prima di donare il sangue, non stancarti fisicamente, cerca di non preoccuparti;
  • non fumare tutta la mattina fino all'analisi;
  • non bere medicine Se non puoi fare a meno di loro, avvisa il tuo dottore.

Dopo il risveglio e prima di donare il sangue, è consentita solo acqua pura senza gas e zucchero.

Il sangue per analisi viene prelevato da una vena in una provetta speciale contenente un conservante. La centrifuga separa il plasma dalle cellule del sangue e quindi la quantità di peptide C viene determinata con l'aiuto di reagenti. L'analisi è semplice, non richiede più di 2 ore. Nei laboratori commerciali, i risultati sono solitamente pronti il ​​giorno successivo.

Quali indicatori sono la norma

La concentrazione di peptide C a stomaco vuoto in soggetti sani varia da 260 a 1730 picomoli per litro di siero di sangue. In alcuni laboratori vengono utilizzate altre unità: millimoli per litro o nanogrammi per millilitro.

Norma del peptide C in diverse unità:

Analisi del peptide C (come donare e perché è necessario)

Il diabete mellito è una malattia molto difficile da diagnosticare, poiché i suoi sintomi sono piuttosto ampi e possono essere segni di altre malattie.

A volte c'è bisogno urgente non solo di eseguire test standard per il diabete, ma anche di assegnare una serie di test speciali per determinare il tipo specifico, il tipo di malattia endocrina, al fine di costruire un programma di trattamento completo individuale che possa aiutare i pazienti a far fronte alla malattia.

Questo aiuta un test speciale - analisi del peptide C.

Cos'è il C-peptide

Per dirla semplicemente, il C-peptide è un "sottoprodotto", che si forma come risultato della sintesi dell'insulina ormonale.

Tutti voi già sapete che un ormone particolarmente importante per i diabetici - l'insulina è sintetizzata dal pancreas. Il metodo della sua formazione endogena (naturale, all'interno del corpo) è un processo molto complesso e sfaccettato, che si svolge in più fasi.

Ma per parlarne, è necessario descrivere un piccolo processo metabolico che si verifica ogni secondo nel nostro corpo.

Tutti gli organi "comunicano" tra loro attraverso il sangue, che trasporta da una parte del corpo a un'altra un certo insieme di sostanze chimiche prodotte da uno o un altro organo umano o ricevute attraverso il cibo. Queste sostanze possono essere sia benefiche che dannose, che si sono formate nel processo di alimentazione delle cellule (questi sono i cosiddetti rifiuti metabolici che entrano nel sangue e sono escreti attraverso l'organo che filtra il sangue, i reni).

Il glucosio è necessario per saturare la cellula con energia.

Può essere sviluppato dalle riserve del proprio corpo (esiste una certa percentuale di riserve sotto forma di glicogeno nel fegato, nei muscoli, nelle riserve di grasso, che può anche essere usato come "cibo" per il corpo) e dagli alimenti a base di carboidrati (questa fonte di energia è la principale).

Ma da solo, il glucosio non può essere utilizzato dalle cellule senza un ormone speciale che ha la capacità di penetrare a loro. L'insulina può essere rappresentata come un cameriere, che copre per ogni cella particolare un tavolo speciale a buffet. Questo è il motivo per cui viene chiamato l'ormone del trasporto (distribuisce il glucosio).

Senza di esso, le cellule stesse non possono "mangiare" e gradualmente iniziano a soffrire di fame e morte! Ecco perché è così importante!

Nel pancreas, come molti altri organi interni, ci sono zone speciali che sono responsabili della secrezione (segregazione, formazione) di certe sostanze che accelerano o rallentano i processi metabolici (metabolismo), che è la base del benessere dell'intero corpo umano interno.

In particolare, il nostro eroe nasce sotto forma di una sostanza speciale composta da diversi elementi.

Inizialmente, in una zona speciale della ghiandola (in β-cellule o nella sezione pancreas, questo è un gruppo speciale di cellule chiamate isole di Langerhans), uno speciale processo primario di reazioni chimiche inizia in risposta ad una maggiore quantità di zucchero nel sangue, risultando in una grande massa di amminoacidi (110 aminoacidi ).

Se è più semplice dire che esiste un laboratorio chimico nelle cellule beta in cui il processo di formazione dell'insulina attiva inizia aggiungendo vari elementi.

Questi stessi 110 amminoacidi sono chiamati preproinsulina, costituita da peptide A, peptide L, peptide B, peptide C.

Questa massa non assomiglia affatto alla solita insulina, ma è solo una preparazione approssimativa, che richiede una buona elaborazione, che ci consente di separare gli elementi di cui abbiamo bisogno.

L'elaborazione consiste nel fatto che la catena chimica è scomposta dagli enzimi (sono enzimi), il che ci consente di separare solo ciò che sarà necessario per la formazione dell'ormone che stiamo cercando.

Questo separa una piccola parte del peptide L.

In questa fase, appare la cosiddetta proinsulina, una sostanza più vicina all'insulina "pura".

Ma è "vuoto", inattivo e non può entrare in rapporti speciali con glucosio dolce e altre sostanze. Attiva un altro insieme di enzimi che separano il peptide C dalla sostanza, ma allo stesso tempo formano un forte legame tra i peptidi A e B. Questo legame è uno speciale ponte disolfuro.

Le catene di peptidi A-B collegati da ponti disolfuro sono la nostra insulina ormonale, che è già in grado di svolgere il suo ruolo e distribuire il glucosio nelle cellule.

Insulina e C-peptide nel sangue vengono rilasciati in egual misura!

Ma qual è il ruolo del residuo C non è ancora chiaro. Gli scienziati tendono a credere che non svolga alcun ruolo significativo nel metabolismo e lo attribuisca ad un numero di prodotti residui ottenuti nel processo di scambio.

Questo è il motivo per cui il peptide C viene attribuito in modo così irresponsabile ai sottoprodotti che entrano nel sangue dopo la formazione di una sostanza insulinica.

È considerato finora, dal momento che i chimici non riescono a capire perché questo elemento è necessario. La sua funzione e i benefici per il corpo rimane un mistero. Tuttavia, dopo aver condotto una serie di studi, gli scienziati americani arrivarono a una conclusione inaspettata. Se la stessa quantità di C-peptide viene somministrata contemporaneamente con insulina ai diabetici, allora vi è una notevole riduzione del rischio di sviluppare complicazioni del diabete, come ad esempio:

Ma è impossibile curare il diabete con il peptide C!

Inoltre, il costo di tale sostanza sintetizzata artificialmente è ingiustificatamente elevato, poiché non è prodotto nell'ambito di prodotti farmaceutici sfusi e non è ufficialmente accettato come farmaco terapeutico.

Come testare il C-peptide

L'analisi sul c-peptide, come molti altri tipi di ricerche di laboratorio, viene eseguita rigorosamente a stomaco vuoto!

Deve passare almeno 8 ore dopo l'ultimo pasto.

Seguire una dieta speciale o una serie di altre raccomandazioni non è necessario.

Affinché il test mostri risultati affidabili, devi condurre il tuo solito stile di vita, ma non mangiare la mattina presto prima di donare il sangue per l'analisi. Certo, non puoi bere alcolici, fumare o usare altre droghe.

Lo stress influenza anche lo stato del sangue prelevato per l'analisi.

Naturalmente, non dovremmo dimenticare che il glucosio influenza direttamente la sintesi dell'insulina. Se la sua concentrazione nel sangue è grande, allora stimola il pancreas a rilasciare una maggiore quantità di ormone nel sangue, la stessa quantità sarà nel sangue e nel C-peptide.

Di solito, il test è preso da una vena.

Perché nelle analisi di laboratorio è determinata dalla quantità di peptide C, e non dall'insulina stessa?

Certamente, questo fatto è piuttosto strano dato che il C-peptide è un prodotto laterale e non necessario della sintesi ormonale. Allora perché riceve così tanta attenzione quando l'ormone attivo e pronto per lavorare è più importante?

Tutto è facile! La concentrazione di sostanze nel sangue è variabile, in quanto svolgono un certo ruolo e vengono gradualmente consumati.

La vita dell'insulina è molto piccola - solo 4 minuti. Durante questo periodo, aiuta a digerire il glucosio nel processo del metabolismo intracellulare.

La durata della vita del peptide C è molto più lunga - 20 minuti.

E una volta che sono assegnati in quantità uguali, è molto più facile giudicare la quantità di insulina dalla concentrazione del peptide "laterale".

Questo suggerisce che la quantità di insulina nel sangue è 5 volte inferiore alla quantità di C-peptide!

Motivi ai fini di tale analisi

Perché abbiamo bisogno di una simile analisi, abbiamo già menzionato all'inizio dell'articolo, ma possiamo essere nominati anche per altri motivi:

  • Si prevede di introdurre la terapia insulinica individuale nel processo di trattamento di un paziente con diabete mellito di tipo 2

Il medico deve essere convinto delle proprietà qualitative del pancreas per produrre una certa percentuale di insulina endogena in risposta all'iperglicemia. Sulla base dei risultati ottenuti, è molto più semplice verificare la dose richiesta dell'ormone. In futuro, questo test può assegnare e ri.

  • inesattezze nella diagnosi

Quando sono stati ottenuti altri test di laboratorio, ma secondo i loro risultati è difficile giudicare il tipo di diabete mellito, questa analisi può facilmente determinare il tipo specifico di malattia: se c'è molto peptide C nel sangue, allora viene fatta una diagnosi di diabete di tipo 2, se la sua concentrazione è bassa, quindi parla del diabete di tipo 1.

  • a una persona viene diagnosticata l'ovaia policistica

La quantità di insulina nel sangue influenza direttamente lo stato funzionale delle ovaie. Se non è abbastanza nel sangue, può causare: amenorrea primaria, anovulazione, esordio precoce della menopausa, o servire come una delle ragioni per cui la fecondazione è un processo molto difficile, e talvolta impossibile. Inoltre, l'insulina influenza anche la produzione di ormoni steroidei nell'ovaio.

  • è necessario controllare la capacità residua di sintetizzare l'ormone endogeno dopo l'intervento chirurgico sul pancreas
  • una persona soffre di frequenti attacchi di ipoglicemia, ma non ha il diabete

Trascritto e tasso C-peptide

A seconda del metodo di ricerca, la norma oi valori di riferimento sono i seguenti:

  • 298 - 1324 pmol / l
  • 0,5 - 2,0 mng / l
  • 0,9 - 7,1 ng / ml

Se il sangue ha un alto contenuto di questa sostanza, allora questo indica le seguenti malattie e deviazioni:

  • diabete di tipo 2
  • stadio di nefropatia V (malattia renale)
  • insulinoma
  • ovaio policistico
  • uso della terapia con compresse ipoglicemiche
  • Malattia di Itsenko-Cushing
  • prendendo un certo numero di farmaci (glucoctikoidi, estrogeni, progesterone)

Se bassa concentrazione:

  • diabete di tipo 1
  • stato mentale instabile causato da frequenti tensioni
  • intossicazione da alcol

Altri Articoli Sul Diabete

Molte persone si chiedono se lo zucchero nel sangue è 7, cosa vuol dire? Infatti, gli indicatori di glucosio nel range normale indicano che il corpo funziona pienamente, tutti gli organi interni e i sistemi funzionano correttamente.

Il diabete mellito insulino-dipendente è una delle forme della malattia, caratterizzata da una diminuzione della sensibilità delle cellule e dei tessuti del corpo all'azione dell'insulina ormonale.

La maggior parte degli alimenti del solito menu giornaliero di una persona ha un indice glicemico, un indicatore che aiuta a determinare quanto presto dopo aver mangiato un pasto, lo zucchero contenuto in esso entra nel sangue.