loader

Principale

Complicazioni

Diabete di tipo 2 - trattamento e dieta

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia endocrina in cui vi è un costante aumento del glucosio nel sangue.

La malattia è caratterizzata da una ridotta sensibilità delle cellule e dei tessuti all'insulina, prodotta dalle cellule pancreatiche. Questo è il tipo più comune di diabete.

Cause di

Perché si verifica il diabete di tipo 2 e che cos'è? La malattia si manifesta con l'insulino-resistenza (l'assenza della risposta del corpo all'insulina). Negli ammalati, la produzione di insulina continua, ma non interagisce con le cellule del corpo e non accelera l'assorbimento di glucosio dal sangue.

I medici non hanno identificato le cause dettagliate della malattia, ma secondo la ricerca attuale, il diabete di tipo 2 può manifestarsi con una variazione del volume cellulare o della sensibilità del recettore all'insulina.

I fattori di rischio per il diabete di tipo 2 sono:

  1. Cibo irrazionale: presenza di carboidrati raffinati nel cibo (dolci, cioccolato, caramelle, waffle, pasticcini, ecc.) E un contenuto molto basso di cibo vegetale fresco (verdure, frutta, cereali).
  2. Eccesso di peso corporeo, specialmente nel tipo viscerale.
  3. La presenza di diabete in uno o due parenti stretti.
  4. Stile di vita sedentario
  5. Alta pressione
  6. Razza.

I principali fattori che influenzano la resistenza del tessuto ad insulina includono gli effetti degli ormoni della crescita a pubertà, razza, genere (una maggiore tendenza a sviluppare la malattia è osservata nelle donne), l'obesità.

Cosa succede nel diabete?

Dopo un pasto, il livello di zucchero nel sangue aumenta e il pancreas non può produrre insulina, che si svolge sullo sfondo di un livello elevato di glucosio.

Di conseguenza, la sensibilità della parete cellulare, che è responsabile del riconoscimento dell'ormone, diminuisce. Allo stesso tempo, anche se l'ormone penetra nella cellula, non si verifica un effetto naturale. È questa condizione che viene chiamata insulino-resistenza quando la cellula è resistente all'insulina.

Sintomi del diabete di tipo 2

Nella maggior parte dei casi, il diabete mellito di tipo 2 non presenta sintomi pronunciati e la diagnosi può essere stabilita solo con uno studio di laboratorio pianificato a stomaco vuoto.

In genere, lo sviluppo del diabete di tipo 2 inizia nelle persone oltre i 40 anni, in quelli che sono obesi, hanno la pressione alta e altre manifestazioni nel corpo delle sindromi metaboliche.

I sintomi specifici sono espressi in quanto segue:

  • sete e bocca secca;
  • poliuria - minzione abbondante;
  • prurito della pelle;
  • debolezza generale e muscolare;
  • l'obesità;
  • scarsa guarigione delle ferite;

Un paziente può non essere a conoscenza della sua malattia per molto tempo. Sente una leggera bocca secca, sete, prurito, a volte la malattia può manifestarsi come infiammazione pustolare della pelle e delle mucose, mughetto, malattie gengivali, perdita dei denti, diminuzione della vista. Ciò è spiegato dal fatto che lo zucchero, non catturato nelle cellule, entra nelle pareti dei vasi sanguigni o attraverso i pori della pelle. E su batteri e funghi zuccherini si riproducono bene.

Qual è il pericolo?

Il principale pericolo del diabete di tipo 2 è una violazione del metabolismo lipidico, che causa inevitabilmente una violazione del metabolismo del glucosio. Nell'80% dei casi, il diabete mellito di tipo 2 sviluppa cardiopatia coronarica e altre malattie associate al blocco del lume dei vasi con placche aterosclerotiche.

Inoltre, il diabete di tipo 2 in forme gravi contribuisce allo sviluppo di malattie renali, diminuisce l'acuità visiva, peggiora la capacità riparativa della pelle, che riduce significativamente la qualità della vita.

palcoscenico

Il diabete di tipo 2 può presentarsi con diverse opzioni di gravità:

  1. Il primo consiste nel migliorare le condizioni del paziente modificando i principi nutrizionali o utilizzando al massimo una capsula di agente riducente lo zucchero al giorno;
  2. Il secondo - miglioramento si verifica quando si utilizzano due o tre capsule di agente di riduzione dello zucchero al giorno;
  3. Il terzo - oltre agli agenti riducenti lo zucchero, è necessario fare ricorso all'introduzione d'insulina.

Se il livello di zucchero nel sangue del paziente è leggermente più alto del normale, ma non c'è tendenza alle complicanze, allora questa condizione è considerata come compensata, cioè il corpo può ancora far fronte al disturbo del metabolismo dei carboidrati.

diagnostica

In una persona sana, il livello normale di zucchero è di circa 3,5-5,5 mmol / l. Dopo 2 ore dopo aver mangiato, è in grado di salire a 7-7,8 mmol / l.

Per diagnosticare il diabete eseguire i seguenti studi:

  1. Esame del sangue per il glucosio: il digiuno determina il contenuto di glucosio nel sangue capillare (sangue di un dito).
  2. Determinazione dell'emoglobina glicata: il suo numero è significativamente aumentato nei pazienti con diabete mellito.
  3. Test per la tolleranza al glucosio: assumere a stomaco vuoto circa 75 g di glucosio sciolto in 1-1,5 tazze d'acqua, quindi determinare la concentrazione di glucosio nel sangue dopo 0,5, 2 ore.
  4. Analisi delle urine di corpi glucidici e chetonici: la rilevazione di corpi chetonici e glucosio conferma la diagnosi di diabete.

Trattamento del diabete di tipo 2

Quando è stato diagnosticato il diabete di tipo 2, il trattamento inizia con una dieta e un esercizio moderato. Nelle fasi iniziali del diabete, anche una leggera perdita di peso aiuta a normalizzare il metabolismo dei carboidrati del corpo e a ridurre la sintesi del glucosio nel fegato. Per il trattamento delle fasi successive vengono utilizzati vari farmaci.

Poiché la maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 2 sono obesi, una corretta alimentazione dovrebbe essere mirata a ridurre il peso corporeo e prevenire le complicazioni tardive, in particolare l'aterosclerosi.

Una dieta ipocalorica è necessaria per tutti i pazienti con eccesso di massa corporea (BMI 25-29 kg / m2) o obesità (BMI> 30 kg / m2).

preparativi

I farmaci che riducono lo zucchero sono utilizzati per stimolare le cellule a produrre insulina aggiuntiva, oltre a raggiungere la concentrazione richiesta nel plasma sanguigno. La selezione di farmaci è effettuata rigorosamente dal dottore.

I farmaci antidiabetici più comuni:

  1. La metformina è il farmaco della prima scelta della terapia ipoglicemizzante in pazienti con diabete di tipo 2, obesità e iperglicemia a digiuno. Questo strumento contribuisce al movimento e all'assorbimento dello zucchero nel tessuto muscolare e non rilascia zucchero dal fegato.
  2. Miglitol, Glucobay. Questi farmaci inibiscono l'assorbimento di polisaccaridi e oligos. Di conseguenza, l'aumento dei livelli di glucosio nel sangue rallenta.
  3. I preparati del gruppo sulfonilurea (SM) della 2a generazione (clorpropamid, tolbutamide, glimepiride, glibenclamide, ecc.) Stimolano la secrezione di insulina nel pancreas e riducono la resistenza dei tessuti periferici (fegato, tessuto muscolare, tessuto adiposo) all'ormone.
  4. I derivati ​​del tiazolidinone (rosiglitazone, troglitazone) aumentano l'attività dei recettori dell'insulina e quindi riducono il livello di glucosio, normalizzando il profilo lipidico.
  5. Novonorm, Starlix. Colpisce il pancreas, al fine di stimolare la produzione di insulina.

Il trattamento farmacologico inizia con la monoterapia (prendendo 1 farmaco), e quindi diventa una combinazione, cioè, l'assunzione simultanea di 2 o più farmaci ipoglicemici. Se i farmaci di cui sopra perdono la loro efficacia, allora devi passare all'uso di insulina.

Dieta per il diabete di tipo 2

Il trattamento per il diabete di tipo 2 inizia con una dieta basata sui seguenti principi:

  • pasti proporzionali 6 volte al giorno. Prendere il cibo dovrebbe essere costantemente nel solito tempo;
  • non superare il contenuto calorico superiore a 1800 kcal;
  • il sovrappeso richiede la normalizzazione;
  • restrizione dell'uso di grassi saturi;
  • assunzione di sale ridotta;
  • ridurre la quantità di alcol;
  • cibo con un sacco di vitamine e microelementi.

Prodotti che dovrebbero essere esclusi o, se possibile, limitati:

  • contenenti grandi quantità di carboidrati facilmente digeribili: dolci, panini, ecc.
  • piatti speziati, salati, fritti, affumicati e speziati.
  • burro, margarina, maionese, cucina e grassi di carne.
  • panna acida grassa, crema, formaggio, formaggio, cagliata dolce.
  • semola, cereali di riso, pasta.
  • brodi grassi e forti
  • salsicce, salsicce, salsicce, pesce salato o affumicato, varietà grasse di pollame, pesce, carne.

Una dose di fibra per i diabetici lascia 35-40 grammi al giorno, ed è auspicabile che il 51% delle fibre alimentari sia costituito da verdure, 40% di cereali e 9% di bacche, frutta, funghi.

Menu diabetico campione al giorno:

  1. Colazione - porridge di farina d'avena, uovo. Il pane. Caffè.
  2. Snack: yogurt naturale con frutti di bosco.
  3. Pranzo - zuppa di verdure, petto di pollo con insalata (dalla barbabietola, cipolla e olio d'oliva) e cavolo stufato. Il pane. Composta.
  4. Snack - ricotta a basso contenuto di grassi. Tea.
  5. Cena - nasello cotto in panna acida, insalata di verdure (cetrioli, pomodori, verdure o qualsiasi altra verdura stagionale) con olio vegetale. Il pane. Cacao.
  6. La seconda cena (poche ore prima di coricarsi) - yogurt naturale, mela cotta.

Queste raccomandazioni sono generali, poiché ogni paziente dovrebbe avere il proprio approccio.

Segui le semplici regole

Le regole di base che un paziente diabetico dovrebbe adottare:

  • mangiare sano
  • esercitare regolarmente
  • prendere farmaci
  • controllare il sangue per lo zucchero

Inoltre, sbarazzarsi di chili in più normalizza la salute nelle persone con diabete di tipo 2:

  • il livello di zucchero nel sangue raggiunge il livello normale
  • pressione sanguigna normale
  • il livello di colesterolo migliora
  • carico ridotto sulle gambe
  • la persona si sente leggera nel corpo.

Dovresti misurare te stesso regolarmente i livelli di zucchero nel sangue. Quando il livello di zucchero è noto, l'approccio al trattamento del diabete può essere regolato se lo zucchero nel sangue non è normale.

Registra dal medico: +7 (499) 116-79-45

Il diabete mellito di tipo 2 (chiamato anche diabete non insulino dipendente) o il diabete mellito, è una malattia metabolica caratterizzata da iperglicemia cronica, che provoca una violazione della secrezione di insulina o anomalie nel processo di interazione insulinica con le cellule dei tessuti. In altre parole, la particolarità del diabete mellito di tipo 2 è il normale assorbimento dello zucchero dall'intestino in violazione del trasferimento di zucchero dal sangue ad altre cellule del corpo.

Molto spesso, il diabete di tipo 2 si sviluppa dopo l'età di 40 anni nelle persone obese e rappresenta circa il 90% dei casi di tutti i tipi di diabete. Progredisce lentamente, in rari casi accompagnato da chetoacidosi - una violazione del metabolismo dei carboidrati causata da carenza di insulina e manifestata come un alto contenuto di glucosio nel sangue e nei corpi chetonici.

Cause del diabete non insulino-dipendente

SD II è una malattia ereditaria. La maggior parte delle persone con questo tipo di malattia è sovrappeso. Pertanto, l'obesità è un importante fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Altri fattori di rischio includono:

  1. Etnia (ad esempio, gli afroamericani hanno la malattia più spesso);
  2. Stile di vita sedentario;
  3. Dieta inadeguata con un alto contenuto nella dieta di carboidrati raffinati e fibre a basso contenuto di fibre e grossolane;
  4. La presenza di ipertensione, vale a dire alta pressione;
  5. Presenza di malattie cardiovascolari.

Inoltre, le donne con ovaio policistico e quelle che hanno dato alla luce un bambino di peso superiore ai 4 chilogrammi appartengono al gruppo a rischio.

Sintomi del diabete di tipo 2

Il diabete II è caratterizzato dai seguenti processi interni:

  1. C troppo alto livello di glucosio nel sangue, che porta allo sviluppo di diuresi osmotica, vale a dire eccessiva perdita renale di acqua e sali. Questo causa disidratazione (disidratazione) e lo sviluppo di una carenza di potassio, sodio, magnesio, cationi di calcio e anioni di cloro, bicarbonato e fosfato.
  2. Ridotta capacità dei tessuti di catturare e riciclare (utilizzare) il glucosio.
  3. Maggiore mobilitazione di altre fonti energetiche alternative (amminoacidi, acidi grassi liberi, ecc.).

Il livello di glucosio è determinato dall'analisi biochimica del sangue, di più qui.

Esternamente, questi processi patologici si manifestano nei seguenti sintomi:

  1. Mucose secche, grande sete, anche con alcolici pesanti;
  2. Debolezza e stanchezza generale e muscolare;
  3. Frequenti aritmie cardiache;
  4. Poliuria: minzione frequente e abbondante;
  5. Spasmi muscolari;
  6. Prurito della pelle;
  7. Scarsa guarigione delle ferite;
  8. Deviazioni dal peso corporeo normale: obesità / perdita di peso;
  9. Malattie infettive frequenti;
  10. Lesioni visive, ecc.

Diagnosi del diabete non insulino-dipendente

Il problema di fare una diagnosi sulla base dei sintomi indicati è che nel caso del diabete mellito i sintomi elencati sono espressi in vari gradi, appaiono irregolarmente e in modo non uniforme, a volte scompaiono del tutto. Ecco perché l'analisi di laboratorio del sangue, che rivela il livello di zucchero nel sangue, misurata in millimoli per litro (mmol / l), è di particolare importanza nella diagnosi di diabete II. Sangue capillare per analisi preso a stomaco vuoto, e poi - 2 ore dopo un pasto.

In una persona sana, il livello normale di zucchero è 3,5-5 mmol / l. 2 ore dopo aver mangiato, il livello normale di zucchero sale a 7-7,8 mmol / l.

Se queste cifre sono rispettivamente superiori a 6,1 mmoli / 1 e superiori a 11,1 mmoli / 1, possiamo già parlare di una diagnosi di "diabete mellito di tipo 2". Questo può essere confermato dal contenuto di zucchero nelle urine.

Trattamento del diabete di tipo 2

Il tipo 2 è considerato una forma più "mite" di diabete mellito rispetto al tipo 1: i suoi sintomi sono meno pronunciati e riducono il disagio e la sofferenza del paziente. Ma ignorare anche i sintomi implicitamente espressi, prevedendo che la malattia "passerà da sola" è estremamente imprudente e semplicemente inaccettabile. Sfortunatamente, non è in grado di curare il diabete II, ma il diabete può essere "gestito" vivendo una vita lunga e piena.

La chiave per una vita piena nel diabete è un attento controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, è impossibile superare i test di laboratorio più volte al giorno. I glucometri portatili, come OneTouch Select, vengono in soccorso: sono compatti, facili da portare con te e controllano il glucosio dove ne hai bisogno. Facilita il controllo dell'interfaccia in russo, segna prima e dopo i pasti. Il dispositivo è estremamente semplice da usare, mentre è differente la precisione di misura. Con l'aiuto di un glucometro portatile puoi tenere sotto controllo la malattia.

Il regime di trattamento per il diabete insulino-dipendente dipende dallo stadio di sviluppo della malattia. Così, nella fase I, viene mostrata al paziente dieta, riduzione dello stress, esercizio fisico moderato (camminare all'aria aperta, andare in bicicletta, nuotare), poiché anche una leggera perdita di peso in questa fase può normalizzare il metabolismo dei carboidrati nel corpo e la sintesi del glucosio il fegato.

Il rispetto della dieta per il diabete II comporta:

  • pasti equilibrati frazionati (5-6 pasti al giorno), secondo il programma e in piccole porzioni;
  • limitazione all'uso di carboidrati, proteine ​​e grassi saturi semplici e facilmente digeribili, nonché di sale e alcol;
  • un aumento del contenuto dietetico di cibi ricchi di fibre, vitamine e altri microelementi necessari per l'organismo (compresa l'assunzione di compresse multivitaminiche);
  • in caso di eccesso di peso - dieta ipocalorica (fino a 1800 kcal al giorno).

L'unico farmaco usato nella prima fase della malattia è la metformina. Alle fasi II e III, la dieta e l'esercizio fisico sono combinati con l'assunzione di farmaci privi di insulina. Tra i farmaci usati nel trattamento del diabete insulino-dipendente, ci sono i seguenti gruppi:

  1. I preparati del gruppo sulfonilurea (SM) della 2a generazione (clorpropamid, tolbutamide, glimepiride, glibenclamide, ecc.) Stimolano la secrezione di insulina nel pancreas e riducono la resistenza dei tessuti periferici (fegato, tessuto muscolare, tessuto adiposo) all'ormone.
  2. Preparativi del gruppo delle biguanidi: oggi è solo metformina. Riduce la sintesi del glucosio nel fegato e il suo assorbimento nell'intestino, migliora l'assorbimento dello zucchero da parte delle cellule e aumenta la sensibilità dei tessuti agli effetti dell'insulina. Prevalentemente metfomin è assegnato ai diabetici obesi in pazienti che stanno vivendo vari tipi di difficoltà con la perdita di peso.
  3. I derivati ​​del tiazolidinone (rosiglitazone, troglitazone) aumentano l'attività dei recettori dell'insulina e quindi riducono il livello di glucosio, normalizzando il profilo lipidico.
  4. Gli inibitori dell'alfa-glucosidasi (miglitol, acarbose) interferiscono con l'assorbimento dei carboidrati nel tratto gastrointestinale, riducendo l'iperglicemia e la necessità di insulina che si verifica dopo un pasto.
  5. Gli inibitori Dipeptidyl peptidiase 4 (vildagliptin, sitagliptin) aumentano la sensibilità al glucosio nelle cellule beta del pancreas, che migliora la secrezione di insulina glucosio-dipendente.
  6. Incretine (peptide-1 glucagone-simile o GLP-1) portano ad un aumento della secrezione di insulina glucosio-dipendente, migliorano la funzione delle cellule beta e sopprimono l'aumentata secrezione di glucagone.

Il trattamento farmacologico inizia con la monoterapia (prendendo 1 farmaco), e quindi diventa una combinazione, cioè, l'assunzione simultanea di 2 o più farmaci ipoglicemici.

In caso di complicanze, il trattamento combinato è integrato con il trattamento con insulina. La sua introduzione è una sorta di alternativa al lavoro del pancreas, che normalmente dovrebbe determinare il livello di zucchero contenuto nel sangue e evidenziare la quantità appropriata di insulina.

L'insulina viene iniettata nel corpo sotto forma di iniezione per via sottocutanea, poiché l'ingestione di insulina per via orale (attraverso la bocca) porterà alla distruzione del farmaco dal succo gastrico.

È più difficile ricostituire la capacità del pancreas, come il rilascio tempestivo di insulina, vale a dire. al momento giusto Pertanto, è estremamente importante per la capacità del paziente di combinare, coordinare i pasti e le iniezioni in modo tale che il livello di zucchero sia normalmente mantenuto in ogni momento, evitando sia l'iperglicemia, vale a dire alti livelli di zucchero nel sangue e ipoglicemia - il suo basso contenuto.

Complicazioni del diabete non insulino dipendente

Scorrendo inosservato dal paziente, il diabete II non compensato può gradualmente influire negativamente sulla sua salute e alla fine portare a gravi complicazioni - le cosiddette "complicazioni tardive del diabete", che si sviluppano diversi anni dopo. Un paziente con questo tipo di diabete aumenta significativamente il rischio di infarto e ictus, circolazione del sangue e metabolismo dei grassi sono disturbati, ipertensione arteriosa è osservata, la sensibilità negli arti inferiori è persa, organi di vista e reni sono interessati, ecc.

Ci sono le seguenti complicazioni nel diabete mellito di tipo 2:

  1. Microangiopatia diabetica - danno alle pareti dei piccoli vasi sanguigni: violazione della loro permeabilità, aumento della fragilità, tendenza a formare coaguli di sangue e sviluppo di aterosclerosi dei vasi sanguigni.
  2. Macroangiopatia diabetica - danno alle pareti dei grandi vasi sanguigni.
  3. Polineuropatia diabetica - disturbi del sistema nervoso associati alla micropatia: polineurite dei nervi periferici, paresi, paralisi, ecc.
  4. Artropatia diabetica - "crunch" nelle articolazioni, dolore in loro, restrizione della mobilità, diminuzione del volume del liquido sinoviale, aumento della sua viscosità.
  5. Oftalmopatia diabetica - sviluppo precoce della cataratta, ad es. annebbiamento della lente.
  6. Retinopatia diabetica - lesione non infiammatoria della retina, ecc.
  7. Nefropatia diabetica - danno renale, manifestato in presenza di corpuscoli sanguigni e proteine ​​nelle urine, nei casi gravi - accompagnato da glomerulosclerosi e insufficienza renale.
  8. Encefalopatia diabetica - alterazioni della psiche e dello stato emotivo del paziente, labilità emotiva (mobilità), depressione, sintomi di intossicazione del sistema nervoso centrale.

Il trattamento delle complicanze del diabete viene effettuato sotto la supervisione di un endocrinologo e di un medico specialista (oftalmologo, neuropatologo, cardiologo, ecc.).

Non dimenticare che oggi il diabete è la terza tra le malattie - le principali cause di morte (dopo le malattie cardiovascolari e oncologiche). Pertanto, in caso di qualsiasi sintomo del diabete, trascurare la propria salute, aspettandosi che la malattia "passi da sola", o cercare di affrontare i segni della malattia con i "metodi della nonna" è un errore inaccettabile e imperdonabile.

Diabete di tipo 2: sintomi e trattamento

Diabete di tipo 2 - sintomi principali:

  • pizzicore
  • Intorpidimento delle gambe
  • Minzione frequente
  • fatica
  • Bocca secca
  • Spasmi dei muscoli gastrocnemio
  • sonnolenza
  • Sensazione costante di fame
  • Prurito nella zona genitale
  • Visione offuscata
  • Aumento di peso
  • Immunità ridotta
  • Deformazione del piede
  • Guarigione lenta delle ferite
  • sete
  • Crescita gialla sul corpo
  • Crescita migliorata dei peli sul viso
  • Diminuzione della densità ossea

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune della malattia, che viene diagnosticata in oltre il 90% del numero totale di diabetici. A differenza del diabete di tipo 1, questa patologia porta alla resistenza all'insulina. Ciò significa che le cellule umane sono immuni a questo ormone.

I principali fattori che portano allo sviluppo della malattia nei bambini e negli adulti sono la mancanza di attività fisica, ereditarietà aggravata e scarsa nutrizione.

Per quanto riguarda i sintomi, non è praticamente diverso dai segni clinici del diabete di tipo 1, tuttavia, gli esperti identificano diverse manifestazioni specifiche, ad esempio l'obesità. Confrontare in modo indipendente i sintomi e il trattamento non può, perché può portare a gravi complicazioni e la morte non è esclusa.

Stabilire la corretta diagnosi richiede un approccio integrato e consiste nella realizzazione di esami e analisi di laboratorio e strumentali, nonché di misure diagnostiche eseguite direttamente dal clinico.

La tattica della terapia è solo conservativa e si basa sui farmaci e sull'osservanza permanente di una dieta moderata. Tuttavia, il trattamento popolare del diabete di tipo 2 è severamente vietato.

eziologia

Questa malattia appartiene alla categoria dei polietiologici, e questo significa che diversi fattori predisponenti influenzano contemporaneamente la sua formazione. Quindi, le cause del diabete di tipo 2 sono:

  • diagnosticare una patologia simile in uno qualsiasi dei parenti stretti. Se uno dei genitori soffre di una tale malattia, allora la probabilità del suo sviluppo tra i discendenti è del 40%;
  • dieta scorretta - nel diabete di tipo 2, si verifica una violazione del metabolismo dei carboidrati. Ne consegue che coloro che abusano di patate e zucchero, pane e dolci sono soggetti al suo sviluppo. Inoltre, vale la pena menzionare la mancanza di alimenti vegetali nella dieta. Per questo motivo, la dieta e il trattamento sono due fattori correlati;
  • la presenza di peso corporeo in eccesso, vale a dire l'obesità per tipo viscerale. In questo caso, l'accumulo principale di grasso si osserva nell'addome;
  • ipodynamia o mancanza di attività fisica nella vita di una persona - il più delle volte questo è dovuto a condizioni di lavoro sedentarie, ma può anche essere associato al corso di una malattia grave o con banale pigrizia umana;
  • la presenza di una tale patologia come l'ipertensione arteriosa - in questi casi, le letture del tonometro mostrano valori elevati del tono ematico;
  • eccesso di cibo frequente, soprattutto di notte;
  • processo infiammatorio della lesione del pancreas.

Nonostante la presenza di una vasta gamma di fattori predisponenti, gli esperti del campo dell'endocrinologia concordano sul fatto che lo sviluppo della malattia si basa sulla resistenza all'insulina. Allo stesso tempo, una grande quantità di un tale ormone del pancreas circola nel corpo umano, tuttavia, praticamente non influenza la diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue, perché le cellule rimangono insensibili alla sua influenza.

A causa del fatto che l'insulina è più alta del normale, alcuni pazienti credono che il diabete di tipo 2 sia insulino-dipendente, ma non è così - è insulino-indipendente, perché i recettori dell'insulina che si trovano sulle membrane cellulari sono immuni ai suoi effetti.

classificazione

Il diabete di tipo 2 ha diverse forme:

  • con l'insorgere della resistenza all'insulina e della relativa carenza di insulina;
  • con il vantaggio di una violazione della secrezione di un tale ormone che può procedere con l'insulino-resistenza o senza di esso.

A seconda di quali segmenti saranno interessati da complicazioni, ci sono:

  • malfunzionamento dei capillari;
  • sconfitta di grandi vasi sanguigni;
  • effetti tossici sul sistema nervoso.

Mentre la malattia progredisce, passa attraverso due fasi:

  • nascosto - espresso in completa assenza di sintomi, ma presenza nei dati di laboratorio sullo studio delle urine e del sangue di piccole deviazioni;
  • ovvio - con i segni clinici portano ad un significativo deterioramento della condizione umana.

Ci sono anche le seguenti fasi del diabete di tipo 2:

  • facile - i sintomi non sono espressi da nessuna manifestazione, ma c'è un leggero aumento di glucosio;
  • moderata gravità - è considerata tale se vi è un lieve insorgenza di sintomi e deviazione dei test dalla norma;
  • grave - manifestato in un forte deterioramento delle condizioni del paziente e un'alta probabilità di complicanze.

A seconda di come procede la patologia, dipenderà dal fatto che il diabete di tipo 2 possa essere curato.

sintomatologia

I sintomi del diabete di tipo 2 non sono specifici e assomigliano molto al decorso di una malattia di tipo I simile. È per questo motivo che la diagnosi primaria è difficile e la definizione di una diagnosi corretta richiede l'implementazione di una vasta gamma di esami.

Quindi, la malattia ha i seguenti sintomi:

  • sete costante che costringe una persona ad ingerire una grande quantità di liquido;
  • grave prurito della pelle, in particolare, la zona inguinale. Questa caratteristica è spiegata dal fatto che il glucosio comincia a risaltare con l'urina, provocando l'irritazione della pelle di quest'area;
  • aumento di peso, mentre ci sarà l'obesità addominale - con accumulo di grasso nella parte superiore del corpo;
  • frequente voglia di urinare;
  • abbassando la stabilità del sistema immunitario - questo porta al fatto che una persona è più spesso esposta a malattie di diversa natura;
  • sonnolenza e stanchezza costanti;
  • guarigione lenta della ferita;
  • deformazione dei piedi;
  • intorpidimento degli arti inferiori.

Oltre al fatto che i suddetti sintomi del diabete di tipo 2 sono espressi, nel corso di questa malattia ci sono anche:

  • aumento della crescita dei peli sul viso;
  • formazione di piccole crescite giallastre sul corpo;
  • disordine di tutti i tipi di metabolismo;
  • malfunzionamento del pancreas;
  • ridotta densità ossea.

Tutte le manifestazioni cliniche elencate della malattia sono caratteristiche del diabete di tipo 2 in uomini, donne e bambini.

È sempre necessario tener conto del fatto che il diabete mellito di tipo 2 nei bambini e nelle donne durante la gravidanza è molto più difficile rispetto ad altre persone.

diagnostica

Sebbene sia possibile accertare il contenuto di glucosio nel sangue e nelle urine secondo test di laboratorio, la diagnosi comprende anche gli esami strumentali e il lavoro personale del medico con il paziente.

La diagnosi primaria è finalizzata a:

  • lo studio da parte dell'endocrinologo della storia della vita e della storia della malattia, non solo il paziente, ma anche i suoi parenti, che permetteranno di scoprire l'origine di questa malattia;
  • un esame fisico approfondito - per rilevare la presenza di obesità, alterazioni della pelle e delle mucose;
  • attento interrogatorio del paziente - per identificare la prima volta di comparsa e gravità dei sintomi nelle donne e negli uomini.

La diagnosi di laboratorio del diabete mellito di tipo 2 comporta l'implementazione di:

  • esami clinici generali del sangue e delle urine;
  • biochimica del sangue;
  • campioni per valutare la quantità di glucosio nel sangue - effettuare tale procedura a stomaco vuoto;
  • test che determinano la presenza di zuccheri e corpi chetonici nelle urine;
  • test per la rilevazione di peptidi C e insulina nel sangue;
  • test di tolleranza al glucosio.

Per confermare la diagnosi e per identificare le complicazioni, è stato fatto ricorso ai seguenti esami strumentali:

  • Ultrasuoni e risonanza magnetica;
  • scansione duplex delle arterie delle gambe;
  • ossimetria transcutanea;
  • rheoencephalography;
  • reovasografia degli arti inferiori;
  • EEG del cervello.

Solo dopo che l'endocrinologo ha studiato tutti i dati ottenuti durante la diagnosi, il medico sarà in grado di eseguire la tattica più efficace su come trattare il diabete di tipo 2 individualmente per ciascun paziente.

trattamento

È possibile eliminare una tale malattia con l'aiuto di tali metodi conservatori:

  • assumere droghe;
  • aderenza alla terapia dietetica;
  • esercizio regolare ma moderato. Si consiglia di fare ginnastica, corsa facile o escursioni non più di un'ora tre volte a settimana.

Il trattamento farmacologico del diabete di tipo 2 è volto a ricevere:

  • sostanze ormonali che aumentano la produzione di insulina;
  • significa aumentare la sensibilità delle cellule al glucosio;
  • farmaci contenenti insulina - solo con un lungo decorso della malattia.

La nutrizione per il diabete di tipo 2 richiede il rispetto di queste regole:

  • completa esclusione di dolci, pasticcini e farina dal menu;
  • assunzione di carboidrati ridotta;
  • consumo minimo di grassi, sia vegetali che animali;
  • ricevere pasti in piccole porzioni, ma sei volte al giorno.

Altre raccomandazioni riguardanti la nutrizione e i prodotti approvati per il diabete di tipo 2 possono essere fornite solo dal medico curante, poiché questo viene determinato individualmente.

Vale la pena notare che il trattamento indipendente del diabete mellito di tipo 2 con rimedi popolari è inappropriato - questo non farà che aggravare il problema.

Possibili complicazioni

Le complicazioni del diabete di tipo 2 sono rappresentate dai seguenti disturbi:

  • coma iperosmolare;
  • acidosi lattica;
  • ipoglicemia;
  • infarto miocardico e ictus;
  • oftalmopatia diabetica e nefropatia;
  • deformazione significativa o morte del tessuto cutaneo sui piedi;
  • aborto spontaneo o lo sviluppo di malformazioni congenite nel feto - questo si applica a quelle situazioni in cui la malattia si è formata nelle ragazze incinte.

prevenzione

Misure specifiche per prevenire lo sviluppo di una tale malattia, non esiste. Tuttavia, la prevenzione del diabete di tipo 2 è finalizzata a:

  • rifiuto completo delle dipendenze;
  • alimentazione corretta ed equilibrata;
  • prendendo solo quei farmaci prescritti dal medico;
  • regolari esami del sangue e delle urine;
  • condurre uno stile di vita attivo;
  • sbarazzarsi del peso corporeo in eccesso;
  • attenta pianificazione della gravidanza;
  • trattamento tempestivo delle lesioni infiammatorie del pancreas;
  • visita medica completa regolare

Il rispetto dei pazienti con tutte le regole su come curare il diabete di tipo 2 garantisce una prognosi favorevole. Con lo sviluppo di complicanze non esclude la probabilità che una persona possa diventare disabile nel diabete di tipo 2.

Se pensi di avere il diabete di tipo 2 e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo endocrinologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

Il diabete mellito di tipo 1 è un tipo di malattia insulino-dipendente che ha cause piuttosto specifiche. Il più delle volte colpisce i giovani fino a trentacinque anni. La principale fonte di questa malattia è una predisposizione genetica, ma gli esperti del campo dell'endocrinologia distinguono altri fattori predisponenti.

Il diabete negli uomini è una malattia del sistema endocrino, sullo sfondo del quale c'è un disturbo nel metabolismo dei liquidi e dei carboidrati nel corpo umano. Ciò causa disfunzione pancreatica, che è responsabile della produzione di un importante ormone - insulina, in conseguenza del quale lo zucchero non si trasforma in glucosio e si accumula nel sangue.

Diabete nei bambini - Disturbi metabolici, tra cui carboidrati, basati sulla disfunzione del pancreas. Questo organo interno è responsabile per la produzione di insulina, che nel diabete mellito può essere troppo piccola o si può sperimentare l'immunità completa. Il tasso di incidenza è di 1 bambino ogni 500 bambini, e tra i neonati - 1 bambino a 400 mila.

Il diabete mellito è una malattia cronica in cui è compromessa l'attività del sistema endocrino. Il diabete mellito, i cui sintomi si basano su un prolungato aumento della concentrazione di glucosio nel sangue e sui processi che accompagnano uno stato alterato del metabolismo, si sviluppa in particolare a causa della carenza di insulina, come un ormone prodotto dal pancreas, che regola la trasformazione del glucosio nei tessuti del corpo e nelle sue cellule.

Il diabete nelle donne è una patologia diffusa che si verifica sullo sfondo della disfunzione endocrina. Ci sono disordini metabolici di liquidi e carboidrati, che causano il malfunzionamento del pancreas, responsabile della produzione di insulina.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Diabete di tipo 2: sintomi, trattamento e dieta

A partire da un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue, il diabete acquisisce un quadro dettagliato della malattia, in cui i cambiamenti patologici interessano quasi tutti gli organi. Nel diabete mellito, il metabolismo del più importante substrato energetico per le cellule del corpo, il glucosio (o lo zucchero), soffre.

Questa sostanza una persona riceve dal cibo. Il sangue quindi lo consegna alle cellule. I principali consumatori di glucosio sono il cervello, il fegato, il tessuto adiposo, i muscoli. Per entrare nelle cellule, il glucosio ha bisogno di insulina - un ormone.

L'eccezione a questa regola sono i neuroni nel cervello. Lo zucchero li entra senza la partecipazione di questo ormone attraverso canali di trasporto speciali.

Secondo l'ICD-10, il diabete mellito di tipo 2 appartiene alla quarta classe - malattie del sistema endocrino e disturbi metabolici. La malattia è codificata con E11.

Diabete di tipo 2 - Che cos'è?

L'insulina è prodotta da speciali cellule pancreatiche (cellule beta endocrine). Nel diabete di tipo 1 si osserva una diminuzione assoluta dell'insulina, cioè non è affatto sintetizzato.

Per il secondo tipo è caratterizzato da una relativa mancanza di questo ormone. Ciò significa che all'inizio della malattia, le cellule beta possono produrre una quantità normale (anche elevata) di insulina, ma poi la loro riserva compensativa diminuisce.

Pertanto, il lavoro di "pompare" zucchero nella cella non viene eseguito completamente. Lo zucchero in eccesso rimane nel sangue. E poiché il corpo non fornisce nulla di "extra" nel metabolismo, un eccesso di glucosio inizia a "zuccherare" le strutture proteiche, come il rivestimento interno dei vasi sanguigni e del tessuto nervoso, che influisce negativamente sul loro funzionamento.

Questo "zucchero" (o scientificamente - glicazione) è il principale fattore nello sviluppo delle complicanze.

Al centro del diabete di tipo 2 è compromessa la sensibilità all'insulina. Anche con il suo alto livello osservato all'inizio della malattia, si osserva un'iperglicemia. Di regola, è associato a difetti nei recettori cellulari. Di solito, questa condizione si osserva nell'obesità o nei difetti genetici.

Nel corso del tempo, c'è un esaurimento funzionale del pancreas, che non può produrre ormoni per molto tempo. In questa fase, il diabete di tipo 2 si trasforma in un sottotipo insulino-dipendente, vale a dire i farmaci compressi per ridurre il livello di glucosio non sono più possibili. In questi casi è necessaria una somministrazione regolare di insulina.

cause di

Il diabete è una malattia con una patogenesi complessa (il meccanismo della formazione del processo patologico). La ragione per il "lavoro di scarsa qualità" dell'insulina, come menzionato sopra, non è nell'ormone stesso, ma nella scarsa suscettibilità all'insulina delle cellule. Questa condizione è chiamata resistenza all'insulina.

È caratterizzato dalla presenza di insulina, ma le cellule che consumano glucosio non reagiscono o reagiscono in modo imprevedibile e insufficiente.

L'obesità nel diabete di tipo 2 crea condizioni in cui la normale quantità di insulina non è semplicemente sufficiente per "mantenere" tutte le cellule di grasso. Inoltre, gli adipociti (cellule adipose) sintetizzano in modo indipendente i fattori controinsulari che aumentano ulteriormente il livello di glucosio nel sangue.

Un altro fattore patogenetico di aumento dello zucchero nel secondo tipo di malattia è la mancanza di produzione di insulina subito dopo aver mangiato. Ciò porta ad un aumento critico del glucosio, che danneggia i vasi sanguigni.

In futuro, l'iperglicemia si osserva anche senza riguardo al cibo. Tutto ciò crea i presupposti per la graduale estinzione dell'attività funzionale delle cellule beta. Di conseguenza, i livelli di insulina diminuiscono drasticamente, fino alla completa assenza, quando appare la domanda di insulina.

La medicina moderna identifica i fattori del rischio diabetico:

  • età oltre 40 anni;
  • l'obesità;
  • eccesso di carboidrati e grassi, in particolare di origine animale;
  • diabete nei parenti, in presenza del quale il rischio di ammalarsi è del 40%. Tuttavia, il diabete non si applica alle malattie genetiche. Ha solo una predisposizione genetica, che si realizza solo in presenza di alcuni fattori esterni, ad esempio un eccesso di carboidrati nella dieta;
  • bassa attività fisica, perché le contrazioni muscolari normalmente stimolano l'ingresso di glucosio nella cellula e la sua rottura non insulino-dipendente;
  • la gravidanza. Nelle donne, il diabete gestazionale può svilupparsi, che dopo il parto può scomparire da solo o trasformarsi in una malattia cronica;
  • stress psicoemozionale. Questa condizione è accompagnata da una maggiore formazione di ormoni contrinsulari (adrenalina, norepinefrina, corticosteroidi) che aumentano il livello di glucosio nel sangue.

Al livello attuale di sviluppo della medicina, il diabete di tipo 2 non è considerato una malattia ereditaria, ma una "malattia dello stile di vita". Anche in presenza di ereditarietà gravata, questo disturbo di carboidrati non si sviluppa se una persona:

  • limitato il consumo di dolci e altri carboidrati facilmente digeribili;
  • controlla il suo peso, non permettendo il suo eccesso;
  • fare esercizi fisici regolarmente;
  • elimina l'eccesso di cibo.

Sintomi del diabete di tipo 2

I sintomi del diabete di tipo 2 non sono specifici. Di solito il loro aspetto non viene notato, perché la persona non sperimenta un disagio significativo nell'essere.

Tuttavia, conoscendoli, è possibile consultare immediatamente un medico e determinare la concentrazione di glucosio nel sangue. Questa sarà la chiave per il successo del risarcimento per il diabete e la riduzione del rischio di complicanze.

Le principali manifestazioni di questa patologia sono:

  1. Aumentando la quantità di urina che fa sì che una persona visiti la toilette anche di notte.
  2. Il desiderio di bere costantemente molta acqua.
  3. Bocca secca
  4. Sensazione pruriginosa delle mucose (vagina, uretra).
  5. Aumento dell'appetito associato alla compromissione della sintesi della leptina.

Scarsa capacità di guarigione delle ferite, foruncolosi (pustole sulla pelle), infezioni fungine, impotenza - questi sono indicatori frequenti e importanti della presenza di diabete. La malattia è anche la prima volta che può essere rilevata solo in ospedale per un infarto o ictus. Questo indica lo sviluppo di gravi complicanze.

I sintomi classici compaiono solo con un aumento del livello di glucosio al di sopra della soglia renale (10 mmol / l), vale a dire a questo livello, lo zucchero appare nelle urine. Valori regolatori di glucosio in eccesso, ma meno di 10 mmol / l di sangue, in effetti, una persona non si sente.

Pertanto, la diagnosi casuale del diabete di tipo 2 è un fenomeno molto comune.

Va notato che la glicazione delle proteine ​​inizia immediatamente a un livello di glucosio che supera la norma. Pertanto, la diagnosi precoce del diabete eviterà le gravi complicanze associate alla deposizione di proteine ​​glicate nella parete vascolare.

Zucchero normale prima e dopo i pasti

Misurazione della glicemia, foto

Nel diabete di tipo 2, il tasso di zucchero nel sangue prima e dopo i pasti è diverso. Questi indicatori dovrebbero essere determinati al mattino a stomaco vuoto e dopo un intervallo di 2 ore dopo i pasti, rispettivamente.

L'interpretazione del risultato dipende dal tipo di materiale studiato e dal momento del pasto:

  1. A stomaco vuoto - 5,5 mmol / l e meno sangue da un dito (sangue intero).
  2. A stomaco vuoto - 6,1 mmol / l e meno in plasma capillare o venoso (il materiale è ottenuto in laboratorio perforando una vena o cicatrizzando un dito).
  3. Dopo un intervallo di 2 ore dopo un pasto (in qualsiasi misurazione) - 7,8 mmol / lo inferiore, non superiore.

Trattamento del diabete di tipo 2

Il trattamento moderno del diabete di tipo 2 interessa diverse parti del processo patologico. Viene utilizzato come assunzione indipendente di un farmaco ipoglicemizzante, oltre a una combinazione. La scelta più ottimale è determinata individualmente dall'endocrinologo.

Trattamento farmacologico del diabete mellito di tipo 2:

1. Biguanidi (principio attivo metformina, farmaci: Siophore, Glucophage). Riducono la resistenza all'insulina, la produzione di glucosio da parte del fegato, aumentano il suo utilizzo, riducono l'assorbimento di zucchero in eccesso nel tratto gastrointestinale e riducono anche il peso corporeo, combattendo l'obesità.

Recentemente, è stata identificata una proprietà più positiva di questi farmaci - sono in grado di rallentare i processi di invecchiamento che si verificano nei pazienti con diabete in anticipo. Questo effetto si manifesta non solo nei diabetici, ma anche nelle persone sane.

2. I tiozolidinedioni (glitazoni - pioglitazone, rosiglitazone) - riducono efficacemente la resistenza all'insulina, riducono la produzione di glucosio da parte del fegato, ne aumentano l'assorbimento da parte delle cellule, migliorano il profilo lipidico (riducono la quantità di trigliceridi e acidi grassi).

I farmaci in questo gruppo sono preferiti con elevati livelli di colesterolo nel sangue.

3. Produzione di sulfonil urea (glibenclamide (Maninyl), glimepiride (Amaril), gliclazide (Dibeton), glykvidon (Glyurenorm): mezzi che aumentano la sintesi di insulina da parte del pancreas.

Razionalmente combinato con farmaci del gruppo biguanide, che riducono la resistenza all'insulina.

4. Clays (nateglinide, repaglinide) o regolatori prandiali - preparazioni di azione rapida e ultracorta, volte a ripristinare la secrezione di insulina immediatamente dopo aver mangiato, eliminare la violazione della prima fase della secrezione di questo ormone.

Utilizzato quando c'è una forma postprandiale di iperglicemia.

5. Incretomimetria (exenatide: Byetta). Questa è una nuova classe di farmaci per i diabetici. Migliorano l'azione delle incretine - gli ormoni gastrointestinali, che influenzano la normale secrezione di insulina, sopprimono l'effetto di potenziamento dello zucchero del glucagone (l'ormone è prodotto nel fegato).

Ulteriori effetti positivi rallentano il passaggio del cibo attraverso l'intestino, riducendo l'assorbimento del glucosio e la perdita di peso.

6. Inibitore di DPP-IV (sitagliptin). L'effetto di questo farmaco è simile a quello precedente. È associato a incretine, che aumenta. Questo ha un effetto positivo sull'iperglicemia.

7. Inibitori di alfa-glucosidasi (l'unico rappresentante è l'acarbosio), che agiscono esclusivamente nel lume del tubo digerente. Rallentano l'assorbimento del glucosio senza alterare la secrezione di insulina.

L'uso di acarbose a scopo preventivo riduce il rischio di malattia del 37% (dati da Stopp NIDDM).

8. I preparati combinati contengono nella stessa compressa o capsule ingredienti attivi di diversi gruppi, ad esempio la metformina glibenclamide (Glibomet, Glucovans), che rende il trattamento più conveniente e accettabile per il paziente.

9. Insulina. Con un'assoluta mancanza di un ormone che si sviluppa nel tempo, vengono utilizzate iniezioni sottocutanee di insulina (opzione insulino-dipendente). Il trattamento con questo ormone inizia con una combinazione di preparazioni per compresse e insulina con un'azione (media) prolungata. In futuro è possibile una completa transizione alla terapia ormonale.

Dieta per il diabete di tipo 2

Il principio di nutrizione nel diabete di tipo 2, foto

Come malattia dello stile di vita, il diabete di tipo 2 viene efficacemente trattato con una dieta, specialmente nella fase iniziale. La riduzione del peso aiuta a ridurre la resistenza all'insulina ed elimina la relativa carenza di insulina causata dall'obesità.

L'essenza della dieta nel diabete è di rallentare al massimo il flusso di zucchero dall'intestino nel sangue. Ciò eviterà un forte aumento dei livelli di glucosio nel sangue immediatamente dopo aver mangiato. Pertanto, tutti i carboidrati a rapido assorbimento sono esclusi dalla dieta (hanno sempre un sapore dolce).

Il reintegro del corpo con energia dovrebbe avvenire come risultato del metabolismo dei carboidrati complessi, lunghe molecole che non possono essere immediatamente assorbite nel flusso sanguigno e richiedono una digestione più lunga.

Anche nella dieta è importante limitare il consumo di grassi e oli. Pertanto, i grassi animali sono esclusi e viene data preferenza agli oli non raffinati in quantità limitata.

Diabete di tipo 2: cosa mangiare e cosa no (tabella)?

Tutti i tipi di verdure (specialmente verdure a foglia verde) fresche e cotte

Carne magra (pollo, manzo, tacchino, coniglio)

Latticini 0-1% di grassi

Pane integrale di grano duro (con moderazione)

Frutti interi, bacche (eccetto banane e uva) con moderazione

Tutti i tipi di cereali, cereali, pasta (usare moderatamente)

Cottura: fresca, bollita, al vapore e in umido

Latticini con un contenuto medio di grassi dell'1-3%

Oli (preferisci non raffinati)

Dolcificanti (xilitolo, sorbitolo)

Tutto ciò che ha un sapore dolce a causa dello zucchero

Prodotti di farina raffinati

Carne grassa (maiale, agnello)

Latticini oltre il 3,5% di grassi

Ricotta con contenuto di grasso superiore al 5%

Bevande dolci con zucchero

Uve, banane (a basso contenuto di fibre)

Descritto nella tabella "Il principio del semaforo", sostituito dal più difficile da eseguire dal paziente nella vita di tutti i giorni, la famosa dieta numero 9. Tuttavia, nel trattamento ospedaliero del diabete mellito di tipo 2, la dieta "tavola n. 9" viene utilizzata abbastanza attivamente. I principi di questa dieta sono simili ai "semafori".

Una componente importante del trattamento è l'attività fisica. Esercizio fisico e deambulazione possono ridurre lo zucchero nel sangue, fornendo un effetto terapeutico. Ciò consente di ridurre la dose di farmaco ipoglicemizzante.

complicazioni

Le complicanze tardive sono dovute alla glicazione delle strutture proteiche. Quest'ultimo danneggia vasi di diversi diametri, incl. e microvasculatura. Le complicazioni tardive sono:

  • polineuropatia diabetica (danno alle terminazioni nervose);
  • angiopatia diabetica (malattia vascolare aterosclerotica);
  • retinopatia diabetica (una malattia della retina);
  • nefropatia diabetica (danno renale);
  • sindrome del piede diabetico.

Le complicazioni acute sono diversi tipi di grumi. Sono basati su una forte fluttuazione dei metaboliti (glucosio, corpi chetonici). La complicazione acuta più frequente è una forte diminuzione della glicemia (ipoglicemia e il corrispondente tipo di coma).

I pazienti anziani possono sviluppare coma iperosmolare, la cui causa diventa un disturbo elettrolitico durante la disidratazione.

La chetoacidosi diabetica si verifica raramente con il diabete mellito.

Altri Articoli Sul Diabete

I pazienti a cui viene diagnosticato il diabete mellito reagiscono in modo diverso a questa "notizia".

Le persone con diabete, è difficile rinunciare ai dolci. Prima di loro c'è una scelta tra sostituti dello zucchero naturali e sintetici, il sucralosio con inulina si riferisce a tali sostanze.

Il diabete insipido è una malattia rara associata ad un ridotto assorbimento di liquidi da parte dei reni. Questa malattia è anche chiamata diabete, dal momento che il suo sviluppo porta al fatto che l'urina cessa di concentrarsi e diluita, in grandi quantità, lascia il corpo.