loader

Principale

Complicazioni

Sintomi e trattamento del diabete in gatti e gatti

Il diabete nei gatti si sviluppa a causa di un'interruzione del pancreas, che porta ad una grave carenza di insulina nel sangue. I sintomi della malattia possono comparire con una maggiore quantità di zucchero nel sangue dell'animale e l'incapacità del corpo di reindirizzare il glucosio per produrre energia.

I gatti possono soffrire di diversi tipi di diabete. Quando il primo tipo di cellule beta viene quasi completamente ucciso, il che porta all'impossibilità di ripristinare la salute del pancreas. Il diabete nei gatti del primo tipo si sviluppa abbastanza raramente. Nel caso del diabete del secondo tipo, le cellule beta non muoiono e possono continuare il lavoro a pieno titolo, rilasciando insulina. Nel frattempo, il numero di cellule diminuisce, il che porta a una mancanza di insulina nel corpo. Prima di tutto, il diabete mellito si sviluppa a causa dell'obesità.

Segni di diabete nei gatti

Questa malattia endocrina è considerata una delle più comuni tra gli animali. I sintomi iniziali della malattia possono essere rilevati quando il gatto raggiunge l'età di cinque o sei anni. Inoltre, il diabete mellito è abbastanza comune nei gatti più anziani. In questo caso, i gatti più spesso soffrono di una mancanza di insulina rispetto ai gatti.

Nonostante la mancanza di informazioni accurate sulle statistiche del diabete, è noto che oggi ci sono sempre più gatti che soffrono di questa malattia. La ragione principale per questo - l'eccesso di animali domestici. Secondo gli esperti, un animale che pesa un chilo e mezzo più del suo stesso peso è uno dei gatti obesi.

Pertanto, gli animali domestici che pesano più di sei chilogrammi cadono automaticamente nel numero di coloro che possono avere il diabete del primo o del secondo tipo. Queste cifre si riferiscono solo ai gatti di peso standard, alle razze più grandi vengono applicati altri calcoli di categorie di peso.

Sintomi del diabete

Molto spesso, il diabete nei gatti può essere riconosciuto dalla forte sete dell'animale e dalla minzione frequente. Questa condizione porta alla perdita di peso e ad un forte aumento dell'appetito.

Molto spesso, a causa del comportamento degli animali domestici, i principali sintomi della malattia possono non manifestarsi per molto tempo e il proprietario non ha nemmeno la minima idea che il suo animale sia malato. Questo è particolarmente vero per i gatti che vivono all'aperto e possono compensare indipendentemente la mancanza di liquidi da qualsiasi fonte d'acqua. Inoltre, non è facile individuare i sintomi della malattia nei gatti che mangiano prodotti naturali dai quali ricevono la quantità necessaria di liquidi.

Quando vale la pena suonare l'allarme e contattare un veterinario:

  • Se il gatto sperimenta convulsioni, perde conoscenza, cammina irregolarmente, come primo soccorso dovresti cercare di nutrire l'animale. Se ciò non è possibile, è necessario lubrificare la mucosa orale con sciroppo dolce o soluzione di glucosio e consultare un medico.
  • Un'assistenza simile dovrebbe essere fornita se i livelli di zucchero nel sangue sono inferiori a 3 mmol / l.
  • Se lo zucchero nelle urine scende a zero ei chetoni si trovano nelle urine, deve essere eseguito un esame del sangue per lo zucchero.
  • In caso di eccesso di zucchero nel sangue o di urina dopo l'analisi, è necessario contattare un veterinario entro due giorni.

Diagnosi di diabete

Se ci sono sintomi sospetti in un gatto, dovresti consultare immediatamente un medico. Se non tratti il ​​gatto da molto tempo, l'animale potrebbe sviluppare una condizione grave. Per evitare questo, è necessario prestare attenzione alla salute dell'animale domestico e monitorare attentamente la sua malattia.

Per identificare e prevenire lo sviluppo del diabete mellito, vengono eseguite analisi del sangue e delle urine. Questo aiuterà a scoprire quanto zucchero di sangue domestico è troppo alto.

In alcuni casi, un livello elevato di glucosio nel sangue può essere causato non da una malattia, ma da un evento occasionale, se l'animale ha subito uno stress o un avvelenamento tossico del corpo si è verificato. A questo proposito, per determinare la presenza di diabete, l'analisi viene eseguita ogni giorno per una settimana.

Trattamento del diabete

Se iniziamo il trattamento in tempo e seguiamo tutte le raccomandazioni prescritte dal veterinario, lo sviluppo dello zucchero può essere evitato. Il proprietario deve essere preparato per il fatto che dovrai mostrare molta pazienza e forza per guarire l'animale.

La prima cosa che devi liberarti di ciò che può provocare lo sviluppo della malattia. Quindi, in alcuni casi, il diabete può causare alcuni farmaci che vengono somministrati al gatto per un lungo periodo di tempo. Dovresti anche preoccuparti del peso dell'animale e, se necessario, fare tutto il possibile per ridurre il peso del gatto.

I gatti grassoccia devono seguire una dieta terapeutica speciale. Per questo vengono comunemente usati alimenti costosi, di alta qualità, ricchi di proteine ​​e a basso contenuto di carboidrati. La quantità minima di carboidrati aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Una corretta alimentazione eviterà trattamenti complessi con un grado debole della malattia.

Una dieta corretta aiuterà a regolare il livello di glucosio nel sangue dell'animale. Il gatto dovrebbe essere nutrito più spesso, ma in piccole porzioni. Perdere peso nei gatti pieni e mantenere un peso corporeo normale aiuta ad evitare bruschi improvvisi e cadute nello zucchero per il corpo. È importante mantenere la regolarità quando si nutre l'animale e si dà da mangiare a intervalli strettamente definiti. A questo proposito, dovresti sempre avere del cibo con una riserva per evitare di saltare la poppata.

Nei casi più gravi, al gatto vengono prescritti farmaci e insulina nel sangue. Per trovare la giusta dose di ormone, devi contattare il tuo veterinario. Il trattamento con insulina viene solitamente effettuato due volte al giorno per diversi giorni o settimane, a seconda del grado della malattia. È necessario seguire rigorosamente le istruzioni del medico e non superare la dose prescritta.

Come controllare il trattamento

Al fine di valutare l'efficacia del trattamento, il medico esegue periodicamente esami del sangue e delle urine. Sulla base dei risultati, il veterinario modifica la dose di insulina o farmaco assunto.

Affinché il medico possa avere informazioni complete sul corso del trattamento, si raccomanda ai proprietari di conservare i registri in cui sono registrati tutti i dati:

  • A che ora viene somministrata l'insulina?
  • Quale quantità di insulina viene iniettata?
  • In che ore bevve il gatto e in che quantità?
  • La quantità di acqua che bevi?
  • Peso corporeo giornaliero del gatto?

Oltre ai dati sugli esami del sangue, è necessario monitorare gli indicatori dei test delle urine di gatto. Questi dati aiuteranno a regolare la dose richiesta di insulina iniettata e scopriranno quanto è efficace il trattamento. la stessa relazione sarà richiesta se, per esempio, un gatto viene diagnosticato con pancreatite.

L'urina assunta al mattino e alla sera è richiesta per dati accurati. Puoi prendere l'urina da un animale con qualsiasi mezzo conveniente. Particolarmente adatto a questo vassoio per servizi igienici senza riempitivo, con un reticolo. Inoltre, al posto di un riempitivo, è possibile utilizzare la ghiaia, che non assorbe l'urina, a causa della quale il liquido scorre verso il fondo del vassoio, da dove può essere prelevato per l'analisi.

Se tali metodi non aiutano, un catetere urinario viene inserito nel gatto per estrarre la quantità necessaria di urina. Tuttavia, questa opzione non è adatta a tutti, poiché la raccolta delle urine deve essere eseguita più volte al giorno e prima dell'installazione di un catetere è necessaria la sedazione. Può anche danneggiare l'uretere.

Poiché gli indicatori di glicemia e di urina cambieranno quotidianamente, sarà necessaria l'assistenza continua degli specialisti veterinari.

Insufficienza di insulina nel sangue

Sovrabbondanza di insulina nel sangue può essere causata da un dosaggio improprio della somministrazione ormonale. Questo a sua volta può portare ad una forte diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue nel gatto, che può innescare l'ipoglicemia. A questo proposito, è necessario selezionare attentamente il dosaggio del farmaco e consultare sempre i veterinari, effettuando il trattamento.

Con bassi livelli di glucosio nel sangue, un gatto può essere pigro, e spesso un animale ha un'andatura instabile, crampi frequenti, tremori e una condizione debole. Se si verificano questi sintomi, si dovrebbe cercare l'aiuto di un veterinario. Se l'animale ha un grado debole di ipoglicemia, puoi aiutare il tuo animale versando zucchero o miele nella bocca del gatto in un volume di un cucchiaio.

Diabete nei gatti: sintomi, trattamento, cause, dieta, cibo

Il diabete nei gatti è molto meno comune rispetto ai cani: in media, 1 su 400 animali è malato, la patologia è piuttosto grave, ma non è una condanna a morte: puoi e dovresti aiutare il tuo animale domestico.

La malattia appartiene al gruppo endocrino e si sviluppa sullo sfondo di una mancanza o di una completa assenza di insulina. In questo contesto, non solo il metabolismo dei carboidrati viene disturbato, ma anche l'assorbimento di grassi, proteine ​​e minerali.

L'essenza della patologia sta nel fatto che anche con una dieta a pieno titolo e una nutrizione sufficiente, l'animale non ha sostanze nutritive, perché non possono entrare nelle cellule del corpo. All'inizio, il corpo tenta di compensare questa carenza, e poi, dopo qualche tempo, si sviluppa l'esaurimento.

In altre parole, il corpo dell'animale ha bisogno di glucosio per una vita piena, che viene convertito in energia utile. Questo è possibile solo quando si interagisce con l'insulina - una specie di conduttore alle cellule. Se non c'è insulina o non ce n'è abbastanza, il glucosio non viene assorbito - il suo eccesso nel sangue e le cellule non lo ottengono. Il corpo letteralmente affama.

Nei pazienti con baffuto, sono isolati 3 tipi di diabete.

  • Tipo I - patologia insulino-dipendente - l'insulina propria del corpo non è sufficiente dal fatto che produce poco o non produce affatto;
  • Tipo II - patologia insulino-indipendente - molto poco è presente nel corpo della sua insulina e / o la sua produzione va "in qualche modo sbagliata", quindi, è come se non fosse riconosciuta e anche non si combina con il glucosio. 2/3 di tutti gli animali malati soffrono di questo tipo di diabete;
  • Diabete di tipo III o secondario - il livello di glucosio nel sangue aumenta sullo sfondo di qualche altra malattia primaria. Può essere curato - tutto viene normalizzato dopo l'eliminazione della malattia principale.

Non esistono cause univoche del diabete, ma ci sono una serie di fattori che predispongono a questa patologia:

  • l'obesità;
  • dieta malsana;
  • L'età "anziana" dell'animale;
  • sullo sfondo di eventuali malattie o infezioni interne;
  • terapia severa con effetti sul pancreas;
  • problemi nel pancreas, ecc.

Come si manifesta la malattia

Comprendere in modo indipendente che il diabete mellito è esattamente impossibile per i baffi amati (se il proprietario non ha conoscenze nel campo della medicina veterinaria). Di solito, c'è un deterioramento delle condizioni generali del gatto, i proprietari trattano gli animali per la consultazione nella clinica veterinaria, passano il solito esame del sangue biochimico, e da lì si scopre che il livello di glucosio è elevato.

I principali sintomi e segni di diabete nei gatti che possono essere notati sono:

  • aspetto doloroso;
  • lana sgualcita, sciatta;
  • apatia, debolezza, il gatto dorme più di quanto sia sveglio; quando è sveglio, non c'è giocosità;
  • cambiamento di appetito - il più delle volte l'appetito rasenta la gola;
  • obesità, seguita da perdita di peso inaspettata (anche se l'animale mangia molto - questo è solo uno dei fatti che dovrebbe allertare);
  • sete: sembra che il gatto beva costantemente;
  • quando si urina, si nota una maggiore quantità di urina (le pozzanghere diventano notevolmente grandi, più spesso si deve pulire la toilette del gatto in casa);
  • la pelle diventa più sottile (i vasi sanguigni iniziano a essere visibili sulle aree scoperte della pelle);
  • un profumo di acetone inizia a salire dalla bocca;
  • può esserci una speciale andatura "diabetica" (neuropatia periferica) - tremore dovuto alla debolezza delle zampe posteriori, quando l'animale non si attacca ai calzini mentre cammina, ma fa affidamento sull'intero piede.

Il diabete di un gatto (sintomi) può essere notato se vive in una casa privata e ha libero accesso alla strada, perché il proprietario non sarà in grado di notare la quantità di urina somministrata, quanto e dove l'animale beve e mangia, ecc.

trattamento

Solo il diabete di tipo III può essere completamente eliminato neutralizzando la malattia primaria. ie un eccesso di glucosio nel sangue e nelle urine scomparirà simultaneamente alla malattia concomitante.

La cura completa del diabete di tipo I e II è impossibile. È possibile mantenere un livello normale di glucosio nel sangue somministrando insulina e una corretta alimentazione.

L'insulina viene somministrata 1-2 volte al giorno. Il veterinario seleziona il dosaggio e il tipo di insulina in modo strettamente individuale, somministrando varie dosi e monitorando le condizioni dell'animale. Dire subito quanta insulina di cui un gatto ha bisogno è impossibile! Il diabete di tipo I richiede l'introduzione di insulina a breve durata d'azione, di tipo II - medio e di lunga durata.

Caratteristiche dell'insulina nei gatti

  1. L'insulina viene iniettata con una siringa a penna con il tipo appropriato di insulina o con siringhe da insulina regolari. È importante che la divisione minima sia 0,5 U, poiché ai gatti viene somministrato un dosaggio molto piccolo (se confrontato con l'uomo).
  2. Il dosaggio viene scelto sperimentalmente per diversi giorni, iniziando dal minimo e aumentandolo gradualmente. Durante questi giorni, ha monitorato attentamente le condizioni dell'animale domestico. Attenzione: la dose singola minima iniziale per un gatto è 0,25 U / kg di peso corporeo.
  3. È importante imparare come iniettare l'insulina esattamente per via sottocutanea (non per via intracutanea o intramuscolare). I luoghi più adatti per questo sono il garrese e la piega inguinale, che è più sottile, ma l'iniezione in essa è più dolorosa. Nell'area del garrese, la pelle viene presa con tre dita, formando una piramide e l'ago viene inserito nella base della cosiddetta piramide dal lato del pollice.
  4. Mentre è selezionata la dose di insulina, si richiama l'attenzione su:
    • comportamento animale L'animale domestico deve essere vigoroso, agile e esteriormente sano. Se si osservano vomito, nausea, diarrea o mancanza di respiro, il dosaggio non è corretto ed è inoltre necessario consultare un veterinario;
    • quantità di fluido consumato. Durante il diabete, il gatto è tormentato dalla sete evidente. Se l'animale è diventato notevolmente meno bevibile, significa che la sua condizione sta migliorando (normalmente un gatto ha bisogno di liquidi al giorno in un volume di 20 ml / kg);
    • peso corporeo dell'animale. Non ci dovrebbero essere perdite improvvise di peso. Se dopo l'inizio della somministrazione di insulina, il gatto inizia a guadagnare un po 'di peso corporeo, la condizione ritorna normale. È importante prevenire l'obesità.
  1. Durante quel periodo, quando viene selezionata la dose di insulina, è necessario controllare il livello di glucosio nel sangue e nelle urine. È importante eseguire entrambe le analisi contemporaneamente, da allora con una nutrizione scorretta nell'urina del mattino, si può osservare un leggero aumento del livello di glucosio, sebbene la condizione generale sia soddisfacente. Con il corretto decorso della terapia insulinica nelle urine il glucosio non dovrebbe essere, e nel sangue non dovrebbe essere inferiore a 4 mmol / l (con questo indicatore il dosaggio dovrebbe già essere ridotto).
  2. Ipoclicemia o ipoglicemia è molto peggio e più pericolosa che alta (!), Perché alti tassi di effetti negativi sul corpo mostrano gradualmente, e un brusco calo nel livello - immediatamente e possono portare a un risultato letale dell'animale. Pertanto, il livello di glucosio nella terapia insulinica deve essere sempre al livello superiore della norma (6-6,6 mmol / l).
  3. È sempre più sicuro iniettare l'insulina meno del sovradosaggio! Non è possibile reinserirle, anche se non è certo che l'iniezione corretta sia stata effettuata al momento giusto senza di lei o se l'animale ha avuto un sobbalzo e non ha raggiunto l'intera dose terapeutica. A volte è più sicuro perdere una iniezione piuttosto che sbagliarne due!
  4. La bottiglia di insulina aperta non viene conservata per più di 1,5-2 mesi. Ci dovrebbe sempre essere una bottiglia per ogni incidente di fuoco (si è schiantato, non ha avuto il tempo di acquistare, ecc.).
  5. Tutte le iniezioni devono essere effettuate secondo lo schema sviluppato dallo specialista veterinario e allo stesso tempo. La puntualità è molto importante nel diabete!
  6. Sempre in ogni caso critico, qualcosa di dolce dovrebbe essere a portata di mano (sciroppo di zucchero, ampolla con soluzione di glucosio, ecc.). Non ci sono incidenti che non dipendono da una forte diminuzione del livello di glucosio nel sangue - l'animale diventa bruscamente debole, i tremori appaiono in tutto il corpo e possono comparire convulsioni e perdita di coscienza. È necessario spalmare la lingua e le gengive con soluzione di sciroppo o glucosio e consegnare urgentemente l'animale al veterinario.
  7. È vietato apportare autonomamente modifiche al dosaggio di insulina assunto!

Correzione della dieta, alimentazione dietetica

Un gatto diabetico deve essere alimentato, a seconda delle sue condizioni generali e del tipo di insulina somministrata. Il regime di alimentazione ottimale è considerato un'alimentazione di piccole dimensioni (fino a 4-5 volte), comprese le prese di alimentazione contemporaneamente alle iniezioni o qualche tempo dopo. È importante che l'assunzione di cibo avvenga più o meno alla stessa ora, senza perdere alimentazione.

Se l'obesità è ancora lì, il veterinario svilupperà una dieta rigorosa fino a quando il peso tornerà alla normalità e poi si tradurrà in una dieta di supporto.

La principale regola di nutrizione per i gatti con diabete: i mangimi devono essere ricchi di proteine ​​e di carboidrati a basso contenuto di carboidrati!

Quando si nutrono i gatti con prodotti naturali, escludere:
  • prodotti di farina;
  • porridge di riso e mais;
  • prodotti di soia.
Il 50% della dieta totale dovrebbe essere prodotti animali:
  • manzo crudo;
  • carne di maiale;
  • un uccello;
  • pesce;
  • le frattaglie.
Il 25% dovrebbe essere qualsiasi prodotto da latte acido:
  • ricotta;
  • panna acida.
25% - verdure trattate termicamente

Alimenti per gatti diabetici

È molto conveniente nutrire i baleen con mangimi per diabetici industriali già pronti, asciutti e bagnati. I gatti più anziani ricevono il cibo umido e il cibo in scatola migliori - sono meglio digeriti e assorbiti da un corpo già anziano. Il dosaggio e la frequenza di alimentazione sono indicati su ogni confezione o lattina. Tutti gli alimenti pronti per gatti diabetici contengono una grande quantità di proteine ​​e praticamente non contengono carboidrati.

  • Alimenti per gatti per la salute di nuovo zero ($ 32 / 1,8 kg a secco);
  • Young Again 50/22 Cat Food ($ 44 / 3,6 kg secchi);
  • Dietina Veterinaria DM Diet Management (circa 1.200 rubli / 1.5 kg secchi);
  • Purina Pro Plan (circa 1200 rubli / 1,5 kg secchi, 130 rubli / 195 g cons., Fino a 100 rubli / 85 g di cibo umido);
  • Diabetico per gatti Vet Life (circa 1900 rubli / 1.2 kg);
  • Prescription Diet ™ Feline m / d ™ (circa 1.500 rubli / 1.5 kg, 140 rubli / 156 g cons);
  • Royal Canin Diabetic DS46 (1300 rubli / 1,5 kg);
  • Royal Canin Diabetic (75 rubli / 100 g di cibo umido).

Domanda risposta

Come si manifesta il diabete nei gatti e nei gatti (sintomi principali)?

Aumento dell'appetito e della perdita di peso, così come una sete limpida con una grande quantità di urina rilasciata durante la minzione: questi sono i segni principali che dovrebbero attirare l'attenzione dei proprietari di animali maledetti e incoraggiarli a visitare il veterinario.

Norma di zucchero nel sangue nei gatti?

Il livello normale di glucosio nel sangue di un gatto deve essere compreso tra 3,5 e 6 mmol / l. È determinato da un normale misuratore di glucosio nel sangue umano che funziona con il sangue capillare. Prendilo dai vasi sanguigni delle orecchie. Dalle zampe non prendere, perché i vasi sanguigni si trovano molto più in profondità di quanto si possa immaginare, e i tentativi di ottenere la quantità necessaria di materiale per l'analisi saranno irti non solo con difficoltà per il proprietario, ma anche con dolore per l'animale.

I gatti ricevono l'insulina?

Sì, certo, sono i regimi di insulina prescritti dai Murkas per l'ulteriore vita piena con il diabete. Le compresse che riducono lo zucchero in questi animali non si applicano, perché letteralmente "piantano" il pancreas.

Può un gatto con diabete aiutare i rimedi popolari?

Per curare il diabete in un gatto a casa, le ricette popolari non possono essere, ma puoi dare un decotto di alcune erbe, per ridurre leggermente il livello di glucosio nel sangue. Tuttavia, vale ancora la pena di consultare uno specialista.

  • dente di leone
    • 1 cucchiaino erbe e radici tritate, versare acqua (200 ml) e far bollire lentamente per 10-15 minuti, spegnere e lasciare per altri 30 minuti. Filtrare e versare acqua bollita in una tazza. Mangia non più di 50 ml al giorno.
    • Dare erba tritata (1 g) e radice (0,5 g) a un gatto tre volte al giorno. Per rimuovere l'amaro in anticipo, versare la pianta con soluzione fisiologica per 20-30 minuti.
  • mirtillo
    • 1 cucchiaio. bacche morbide versare acqua bollente (250 ml), quindi far bollire per non più di 2 minuti. Infondere per 1 ora: mangiare 2-3 volte al giorno, 5-15 ml, a seconda delle dimensioni del gatto.
    • 6 g di foglie di mirtillo versare 60 ml di acqua calda, portare ad ebollizione e far bollire per 5 minuti. Raffreddare e filtrare. Acqua e decotto delle bacche.
  • Fagioli asparagi - aggiungere cibo schiacciato agli alimenti dopo il trattamento termico preliminare.
  • Linden: puoi preparare il tuo gatto come un normale tè al lime. Bere 1-2 volte al giorno per 5-15 ml.
Come nutrire un gatto con il diabete?

La dieta dei gatti con diabete è una delle condizioni principali per la terapia di successo. Il primo è quello di eliminare rigorosamente i carboidrati. Inoltre, da tutta la dieta dovrebbe essere: 50% di prodotti a base di carne (carne di maiale, pollame, carne bovina, frattaglie), 25% prodotti di latte acido (particolarmente buono da dare ricotta e panna acida) e 25% verdure.

C'è qualche cibo speciale per i gatti diabetici?

Sì, e molti di loro. Per non essere confusi nella scelta, è sufficiente conoscere la composizione di questi feed. I veri alimenti per diabetici dovrebbero includere solo farina di carne da qualsiasi tipo di carne, cellulosa macinata (fibra), grassi e aromi naturali. Se nella composizione è presente un eccesso di componenti di carboidrati - più del 4% - (ad esempio farina di cereali) - non dovresti assumere tale mangime!

Come assicurarsi che il gatto abbia il diabete?

La diagnosi viene effettuata sulla base di un esame da parte di un veterinario e dei risultati di esami del sangue e delle urine, in cui verrà rilevato un livello elevato di glucosio. Questi tre fattori sono sufficienti per confermare le ipotesi sulla malattia.

Perché il mio gatto è malato di diabete?

Non ci sono ragioni incondizionate per le quali si può affermare con certezza che questa malattia si sia sviluppata. Ma ci sono fattori predisponenti, i primi cinque dei quali includono:

  • sovrappeso (obesità);
  • disturbi del pancreas, pancreatite;
  • terapia a lungo termine con glucocorticoidi o pregestageni;
  • sullo sfondo di malattie del sistema cardiovascolare, fegato, insufficienza renale cronica, varie infezioni;
  • patologie endocrine parallele (disturbi della tiroide, ipofisi ecc.)

La predisposizione genetica, come negli umani, negli animali malati è scientificamente e praticamente non provata.

Se il livello di zucchero nel sangue è caduto al contrario - come capire? Come aiutare?

Durante il periodo di terapia insulinica, ci possono essere casi in cui il livello di glucosio nel sangue scende bruscamente. L'animale diventa bruscamente debole, debole, c'è un'andatura precaria, può apparire un brivido, passare alle convulsioni, c'è il rischio di perdere conoscenza. Notando una condizione simile, è necessario aprire la fiala con una soluzione di glucosio (se disponibile nel kit di pronto soccorso) o iniettare rapidamente acqua dolce (200 ml di 1 cucchiaio di zucchero nel liquido) e queste soluzioni per lubrificare la lingua e la gomma dell'animale. Dopodiché, è importante consegnare il gatto alla clinica veterinaria per la fornitura di ulteriore assistenza qualificata.

video

Diabete nei gatti: come semplificare il compito? / Diabete mellito nei gatti: come semplificare il problema?

Parole chiave: diabete nei gatti, remissione del diabete mellito, iperglicemia, ipoglicemia, terapia insulinica, dieta, esercizio fisico

Parole chiave: diabete mellito nei gatti, remissione del diabete mellito, iperglicemia, ipoglicemia, insulina, dieta, esercizio fisico

Il diabete nei gatti è una malattia endocrina frequente. La complessità della percezione di gravi disturbi endocrini porta a frequenti errori nella terapia domiciliare di gatti, diabetici. Cinque brevi fasi ci permettono di comprendere in modo coerente i problemi dell'eziologia, delle manifestazioni cliniche, della diagnosi, dei punti importanti di trattamento e della prognosi del diabete e anche di facilitare il modo di ottenere la remissione, che è l'obiettivo più desiderabile della terapia per i gatti diabetici.

Il diabete nei gatti è un disturbo endocrino comune. La complessità della percezione del grave disturbo endocrino con conseguente catarro, i diabetici. Esistono diversi modi per gestire il diabete. E rende anche più facile ottenere la remissione.

Il diabete nei gatti è una malattia caratterizzata da una deficienza insulinica relativa o assoluta e porta allo sviluppo di iperglicemia stabile. Si ritiene che il diabete sia principalmente un problema di vecchi e più vecchi gatti, perché i gatti fino a un anno hanno una probabilità 50 volte inferiore di sviluppare il diabete rispetto ai gatti di età superiore ai 10 anni. I gatti sono più propensi dei gatti a soffrire di questa malattia, ma, tuttavia, nella pratica di routine del veterinario, sta diventando più comune (se le prime statistiche straniere hanno mostrato un caso di malattia ogni 1000 gatti, allora le prove moderne indicano che il diabete mellito può verificarsi in uno su 200 gatti che sono venuti alla reception). Pertanto, possiamo affrontare questa malattia in qualsiasi fascia di età di qualsiasi genere e razza e dobbiamo essere pronti a riconoscerla per segni clinici caratteristici.

1. Quadro clinico (cosa succede al mio gatto?)

I segni clinici del diabete, a differenza di molte patologie endocrine, sono piuttosto caratteristici e possiamo anche contarli sulle dita di una mano:

• fluttuazioni di peso;

• in casi più rari con un lungo decorso di diabete mellito - neuropatia periferica, manifestata in una strana andatura plantigradale. Le cataratte, che sono spesso osservate nei cani diabetici, non sono tipiche dei gatti con diabete. Tuttavia, va ricordato che tali segni clinici possono essere osservati non solo nel diabete mellito, pertanto è necessario effettuare una diagnosi differenziale dei sintomi di disturbo. Su di esso, ci siamo fermati in dettaglio nel numero 4 della rivista VetPharma-2013, quindi vorrei solo ricordare di ipertiroidismo e insufficienza renale cronica, che non sono meno rari trova nei gatti più anziani.

Lo sviluppo del diabete nei gatti è associato a due meccanismi:

1. violazione dello stato funzionale delle cellule beta del pancreas, con conseguente alterata sintesi e rilascio di insulina e anilina;

2. l'insorgenza di insulino-resistenza, che porta a una violazione dell'utilizzo di sostanze nutritive nei tessuti che sono sensibili ad esso. La conseguenza di questi fattori è l'accumulo di amiloide nelle isole di Langerhans, un meccanismo simile per lo sviluppo del diabete mellito di tipo II è stato descritto nell'uomo. Proprio come negli umani, è possibile distinguere il diabete condizionalmente insulino-dipendente o di tipo I e il diabete insulino-indipendente o di tipo II. Così come il diabete mellito transitorio, che può verificarsi sullo sfondo di un'altra malattia, come la pancreatite, e passare attraverso un trattamento efficace. La maggior parte dei gatti ha il diabete mellito di tipo II, tuttavia, la terapia insulinica sarà una componente obbligatoria del trattamento, di cui parleremo in seguito.

2. Cause (Perché il mio animale domestico è malato?)

Non esiste un fattore incondizionato che possa essere definito la causa principale del diabete nei gatti, ma i "primi cinque" tra i fattori che contribuiscono saranno facili da chiamare per i proprietari:

• presenza di eccesso di peso;

• terapia farmacologica con progestinici e glucocorticoidi;

• malattie associate: iperlipidemia, malattie del fegato, malattie del sistema cardiovascolare, insufficienza renale cronica, patologie infettive, ecc.;

• disturbi endocrini competitivi (ipertiroidismo, acromegalia).

La questione dell'importanza della predisposizione genetica al diabete nei gatti rimane controversa. Quest'ultimo svolge un ruolo chiave nello sviluppo del diabete mellito di tipo I negli esseri umani, ma il suo significato non è stato dimostrato nei gatti.

3. Diagnosi (come essere sicuro che il mio familiare a quattro zampe abbia il diabete?)

Il diabete mellito è una patologia endocrina rara, la cui diagnosi non è difficile: per questo abbiamo bisogno di una triade:

• segni clinici caratteristici;

• iperglicemia (glicemia elevata);

• glucosuria (l'aspetto del glucosio nelle urine).

Tuttavia, nei gatti, a differenza dei cani e degli esseri umani, può verificarsi un'iperglicemia stressante durante il prelievo di sangue o altre malattie, il livello di glucosio con valori normali fino a 6,2 mmol / l può aumentare fino a 20 mmol / l. Se l'iperglicemia da stress è così elevata, il glucosio può anche comparire nelle urine (che non è caratteristico per l'uomo e il cane), perché con un glucosio superiore a 10-13 mmol / l nel sangue, passerà attraverso la barriera renale e apparirà nelle urine. Pertanto, a volte, oltre ai tre componenti elencati, che nella maggior parte dei casi sono sufficienti, talvolta possono essere necessari altri due: la determinazione dell'emoglobina glicosilata e della fruttosamina.

L'emoglobina glicosilata e la fruttosamina si formano a seguito del legame irreversibile del glucosio non specifico con i residui di amminoacidi. Il livello della loro concentrazione nel sangue è direttamente proporzionale alla concentrazione media di glucosio nel sangue per un certo periodo di tempo e il loro contenuto è determinato dal livello totale di riciclaggio delle proteine ​​corrispondenti, che è più breve per le proteine ​​del siero rispetto all'emoglobina.

La fruttosamina è un complesso di proteine ​​del siero glicate, la cui concentrazione può essere determinata utilizzando l'analisi colorimetrica, che funge da marcatore che riflette la concentrazione media di glucosio nei gatti negli ultimi 10-14 giorni. Emoglobina glicosilata - un prodotto dell'interazione dell'emoglobina e del glucosio, la sua concentrazione viene determinata mediante cromatografia - la concentrazione nel sangue riflette il livello medio di glucosio nel sangue per 60-70 giorni nei gatti, a differenza dei cani e delle persone che sono considerati un riflesso del livello di glucosio per 110 -120 giorni. Anemia (Ht< 35), гипопротеинемия будут приводить к занижению этих показателей, а хранение проб крови при комнатной температуре – к завышению. Об этом необходимо помнить при интерпретации показателей. Стоит обратить внимание на то, что показатели гликозилированного гемоглобина у кошек значительно ниже, чем у людей (Табл. 1). Причина более низкого гликозилированного гемоглобина у кошек неизвестна. Предполагают, что это следствие более короткой продолжительности жизни эритроцитов у кошек, разной проницаемости оболочек эритроцитов для глюкозы либо различий в аминокислотном составе гемоглобина у животных обоих видов, а также людей, которые определяют количество связывающих мест глюкозы.

4. Terapia (come far fronte al diabete?)

Dopo che la diagnosi è stata stabilita, è molto importante spiegare al proprietario di un gatto diabetico che il successo della terapia dipenderà esclusivamente dagli sforzi congiunti del medico e del proprietario e si sforzerà di raggiungere la massima comprensione reciproca. Formulando gli obiettivi e gli obiettivi che ci aspettiamo di raggiungere, iniziando la terapia nei gatti diabetici, vogliamo non solo eliminare i sintomi del diabete, evitare chetoacidosi, così come altre complicanze e effetti tardivi del diabete, ma anche ottenere la remissione.

Remissione: una riduzione del fabbisogno di insulina associato a una migliore funzionalità delle restanti cellule beta. La remissione clinica parziale è una riduzione significativa della dose di insulina (meno di 0,4 U / kg al giorno). Completa remissione clinica: non è necessario introdurre l'insulina esogena. Si presume che il pancreas danneggiato nei gatti, come il fegato, sia in grado di rigenerarsi entro 8-12 settimane. L'iperglicemia temporaneamente inibisce la secrezione di insulina + la deposizione di amiloide porta alla distruzione delle cellule beta. Iniziando la terapia insulinica, rimuoviamo il fattore dell'effetto tossico del glucosio, consentendo al pancreas di rigenerarsi. L'eugemia, ottenuta con la terapia insulinica + una dieta povera di carboidrati 24 ore al giorno, contribuisce alla rigenerazione del pancreas, tuttavia l'insulino-resistenza dei tessuti rimane per qualche tempo. La continuazione della terapia porta a una diminuzione dello stress ossidativo, una diminuzione della resistenza all'insulina e una diminuzione della dose di insulina. L'euglicemia a lungo termine porta al restauro del pancreas. Elevate possibilità di ottenere la remissione nei gatti con diabete mellito di nuova diagnosi con terapia a rapida attivazione, mentre la secrezione residua delle cellule beta è mantenuta e i depositi di amiloide nel pancreas non sono critici.

I componenti più importanti del trattamento del diabete nei gatti al fine di ottenere la remissione sono:

• appena possibile iniziare la terapia insulinica;

• monitoraggio intensivo dei livelli di glucosio durante il periodo di selezione della dose;

• stabilizzazione di altre malattie croniche che portano al deterioramento della salute dei gatti diabetici.

In ciascuno di questi momenti mi piacerebbe soffermarmi ancora un po '.

Molti proprietari di gatti, avendo sentito che il loro animale domestico II è un tipo di diabete, stanno cercando di fare un'analogia con le persone, chiedono di non prescrivere la loro insulina animale, temendo che in tal modo sopprimeranno la secrezione della propria insulina e semplicemente richiederanno pillole per abbassare lo zucchero. Ma non capiscono il meccanismo di azione di questi farmaci, spesso pensando che questa sia un'altra forma di rilascio, le cosiddette compresse di insulina. Pertanto, al primo ingresso, è molto importante spiegare al proprietario che i farmaci ipoglicemici di tutti e 5 i gruppi utilizzati nell'uomo (farmaci sulfonilurea, tiazolidinedioni, meglitinidi, biguanidi e inibitori della glucosidasi alfa) non miglioreranno il lavoro del pancreas, al contrario, prima o poi porteranno a il suo esaurimento completo. Mentre l'insulina correttamente selezionata può aiutare il pancreas a guarire, se il processo è ancora reversibile.

I migliori farmaci per il trattamento del diabete nei gatti sono analoghi dell'insulina ad azione prolungata: lantus, che è riconosciuto come l'insulina di prima scelta per i gatti diabetici, e Levomer, mentre ci sono meno studi clinici sul suo uso per i gatti, ma i risultati sono anche incoraggianti. Pertanto, se la durata dell'azione di Lantus è troppo breve, o ci sono malattie contro-insulari, allora è necessario provare l'uso di Levemir. Il dosaggio di lantus inizia da 0,5 U per kg di cat (cats) di massa, ma non più di 2 U durante la prima iniezione. Levemir deve iniziare a dosare con dosaggi più bassi: da 0,1 a 0,2 U per kg.

Le insuline non sono antibiotici e il loro tempo di azione è individuale: ci sono pazienti che fanno funzionare la droga per 12 ore, ci sono quelli che lavorano 18-24 ore. I gatti che hanno analoghi dell'insulina lavorano 8 ore in meno spesso e in questo caso è necessario pungere l'insulina ogni 8 ore o raccogliere l'insulina che dura più a lungo. Meno efficace con una durata d'azione più breve nei gatti sono le insuline NPH con una durata media di azione o mix-insuline, che combinano l'insulina di breve e media durata d'azione. Con queste insuline, è molto più difficile raggiungere un ciclo stabile di diabete mellito e, quindi, ottenere la remissione.

È molto difficile per il proprietario di un paziente diabetico appena diagnosticato apprendere così grandi quantità di informazioni in una sola volta, quindi ha bisogno di un sostegno costante da parte del personale medico fino a quando impara a identificare in modo indipendente i modelli nella frequenza di somministrazione e nella dose di insulina.

Un'opzione più semplice e preferibile, a prima vista, sarebbe quella di lasciare il gatto diabetico appena diagnosticato nella clinica per determinare la dose di insulina e la durata della sua azione. Tuttavia, i gatti nella clinica sono sottoposti a un forte stress, che può aumentare la glicemia da stress, e molti di loro non vogliono mangiare in clinica, il che rende anche difficile selezionare la dose. Pertanto, se il gatto si sente clinicamente soddisfacente, ha appetito, non ci sono segni clinici e di laboratorio di chetoacidosi o coma iperosmolare imminente, quindi è meglio selezionare la dose di insulina a casa.

Prima che il proprietario di un gatto diabetico abbia preso una siringa per conto suo, devi essere sicuro che il proprietario sappia che tipo di siringa da insulina ha bisogno, e più tardi, quando comprerà in una farmacia, sceglierà quella giusta. Gli analoghi delle insuline a lunga durata d'azione, come il lantus e il levemir, sono disponibili nelle penne a siringa, 1 in essi è di 1 U, ed è molto conveniente per il dosaggio, tranne quando la dose di insulina è 1,5-2,5 e così via. d. U In questo caso, sarebbe più utile usare siringhe per insulina per 0,5 o 0,3 U di U100 (in 1 ml - 100 unità di azione attiva).

Va anche ricordato che ci sono diversi posti per l'introduzione di insulina ai gatti, e la pelle nella zona del garrese è più spessa della pelle nella zona della piega inguinale. È importante avvertire il proprietario e chiedergli di esercitarsi sotto la supervisione di un medico per reclutare l'insulina (questo ridurrà al minimo la probabilità di un sovradosaggio di insulina) e iniettarlo (è importante insegnare a punzecchiare sottocute, non intracutaneamente, perché in questo caso ci sarà inadeguato riassorbimento di insulina, e non per via intramuscolare, altrimenti lavorare come insulina ad azione rapida).

Dopo la manipolazione (misurazione del glucosio o somministrazione di insulina), l'animale deve essere incoraggiato per il suo buon comportamento (Foto 5-9).

Tuttavia, lasciando la reception, il proprietario deve prima apprendere sotto la supervisione di uno specialista e quindi misurare indipendentemente il livello di glucosio. I posti migliori per catturare i gatti sono le orecchie e le zampe. Quest'ultimo, tuttavia, non può essere definito un luogo ideale per prendere il sangue a causa della potenziale minaccia di infezione in quei gatti che stanno rastrellando in bagno. È necessario che i proprietari stessi nella clinica abbiano padroneggiato semplici procedure per la raccolta del sangue, osservando alcuni piccoli dettagli (riscaldando l'orecchio, applicando pre-goccioline di olio di vaselina, usando solo lancette speciali per la raccolta del sangue e comprimendo una goccia non inferiore a 5 μl per riempire completamente il capillare strisce reattive), saranno in grado di monitorare facilmente gli indicatori glicemici a casa e, in base ai risultati, selezionare la dose e il tempo di somministrazione.

È importante avvertire l'ospite che è necessario posizionare un batuffolo di cotone tra l'orecchio e il proprio dito, in modo da non forare il dito e premere saldamente la lancetta sull'orecchio.

È stata ottenuta una goccia di sangue, ora è necessario portare un misuratore di glucosio nel sangue con una striscia reattiva per ottenere un risultato (Foto 10-14).

Per la prima settimana, in modo che il proprietario si senta più fiducioso, è possibile disegnare l'insulina in siringhe nella clinica, e il proprietario della casa entrerà solo, quindi la probabilità di errore sarà inferiore. È molto importante iniziare la terapia con insulina, il proprietario capisce che 1 U e 0,1 ml non sono sinonimi! E il dosaggio di insulina non viene mai eseguito in ml, solo in unità di azione attiva! Iniziando il monitoraggio intensivo di un gatto diabetico, stiamo cercando di ripristinare il suo pancreas e ottenere la remissione, il che significa che quando le cellule beta vengono ripristinate, la necessità di una somministrazione esogena diminuirà e la dose di insulina deve essere ridotta. L'obiettivo è raggiungere gli indicatori 6-10 (fino a 12) nei gatti diabetici. A questo proposito, i proprietari possono incontrare episodi di ipoglicemia e dovrebbero essere in grado di riconoscerli e rispondere adeguatamente a loro. Se il proprietario dell'animale non confonde la dose di insulina, se il gatto mangia adeguatamente, allora gli episodi di grave ipoglicemia con l'uso di analoghi dell'insulina di azione prolungata sono rari. Ma un messaggio importante: se un gatto diabetico si comporta in modo inadeguato: troppo attivo o, al contrario, passivo, ha aumentato l'appetito o una reazione è disturbata, vacilla o non risponde agli stimoli, prima di tutto è importante misurare lo zucchero e assicurarsi che l'animale non abbia ipoglicemia. Se il livello di glucosio scende al di sotto di 4 mmol / l, è urgentemente necessario nutrire l'animale e ripetere la misurazione della glicemia dopo 30 minuti. Se il livello di glucosio è inferiore a 3 mmol / l e il gatto presenta segni clinici di ipoglicemia, deve immediatamente imbrattare le gengive con miele o sciroppo di glucosio (mentre l'animale deglutisce) e portarlo in clinica il prima possibile. Se il gatto non ha segni clinici di ipoglicemia e il misuratore di glicemia mostra meno di 2 mmol / l, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che uomini e animali hanno una diversa distribuzione di glucosio. Nell'uomo il contenuto di glucosio negli eritrociti è del 42%, mentre il 58% del glucosio è nel plasma.

Nei gatti (un numero inferiore di globuli rossi, che differiscono in piccole dimensioni), il contenuto di glucosio nei globuli rossi è di circa il 7% e il 93% di glucosio si trova nel plasma sanguigno, quindi il misuratore di glicemia mostra una cifra inferiore a quella effettiva. Se il gatto non presenta sintomi clinici di ipoglicemia e il misuratore glicemico veterinario mostra un livello di glucosio inferiore a 2 mmoli, è importante assicurarsi che il capillare della striscia reattiva sia completamente pieno di sangue. Il riempimento incompleto del capillare a causa di una piccola caduta può portare a una sottostima del risultato. In questo caso, la misurazione del glucosio deve essere ripetuta.

Se la stessa dose di insulina inizia a funzionare più a lungo nel tempo e abbassa il livello di glucosio al di sotto di 4 mmol / l, questo è uno dei segni di una remissione imminente. È importante non perdere e tutto il tempo per ridurre la dose e aumentare l'intervallo. Se il glucosio viene misurato solo 1 volta al giorno prima della somministrazione di insulina, vi è la possibilità di saltare l'episodio di iperglicemia post-ipoglicemica e aumentare la dose quando è necessario ridurla. In questo caso, un aumento cronico della dose può portare allo sviluppo di resistenza all'insulina - sindrome di Somoji. I segni clinici caratteristici della sindrome di Somodzhi sono iperglicemia stabile con indicatori di diabete mellito non compensato sullo sfondo della terapia insulinica, polidipsia persistente, poliuria, polifagia e assenza di perdita di peso, e talvolta ulteriore aumento di peso. È molto importante identificare questa condizione in modo tempestivo (mediante misurazione sequenziale del livello di glucosio ogni 4 ore) e selezionare la dose corretta di insulina.

I gatti sono predatori obbligati, quindi, per un ciclo stabile di diabete mellito e raggiungimento della remissione, è importante scegliere una dieta ricca di proteine ​​in cui il contenuto proteico sia almeno del 45%. È preferibile usare cibo umido. Poiché la maggior parte dei gatti diabetici soffre di sovrappeso, la dieta deve mirare a ridurla e prevenirla. Il contenuto di arginina, che aumenta la secrezione di insulina endogena, è un vantaggio in più nella direzione dell'alimentazione ricca di proteine.

Studi condotti per studiare l'effetto dell'alimentazione proteica sul lavoro dei reni hanno dimostrato che non altera la funzione renale (urea, creatinina, fosforo) nei gatti e non peggiora la condizione dei pazienti con la fase iniziale dell'insufficienza renale cronica. Ma non può essere usato in pazienti con insufficienza renale già pronunciata. È consigliabile nutrire i gatti che hanno il diabete mellito due volte al giorno, insieme all'insulina o dopo la sua somministrazione. Tuttavia, ci sono animali, ad esempio in età avanzata, che sono molto difficili da riqualificare per passare a un altro tipo di cibo. In questo caso, vale la pena provare le porzioni di base del cibo da somministrare con insulina e avere una quantità minore della razione giornaliera per gli snack. È molto importante non sovralimentare un gatto diabetico, che all'inizio, con sintomi pronunciati di polifagia, è molto difficile. Ma il sovrappeso è un fattore che non solo contribuisce allo sviluppo del diabete, ma provoca anche insulino-resistenza, quindi per i proprietari di gatti affetti da diabete, è molto importante trasmettere l'idea della necessità di ridurre l'eccesso di peso nei loro animali domestici.

"Cosa devo fare se l'insulina non funziona?" Chiedono spesso i proprietari. Il motivo principale per l'inefficace azione dell'insulina è il proprietario dell'animale, quindi prima di tutto è necessario verificare l'accuratezza del dosaggio, la corretta somministrazione e le condizioni di conservazione dell'insulina. Se tutto è fatto correttamente, prova a cambiare la dose. Se un gatto o un gatto riceve più di 2 unità per kg di massa di Lantus o Levimir, e i valori di glucosio rimangono alti, allora stiamo parlando di resistenza all'insulina e dovremmo cercare di scoprire le sue cause. Di disturbi endocrini, le malattie antagoniste possono essere principalmente ipertiroidismo e acromegalia, molto raramente nei gatti, si verifica iperadrenocorticismo. Ma anche le malattie di routine come la cistite cronica asintomatica possono essere la causa dell'insulino-resistenza, quindi nella fase dei primi studi clinici è importante fare il quadro complessivo più completo della salute di un gatto affetto da diabete.

Oltre alla corretta selezione della dose di analoghi dell'insulina di azione prolungata e nutrizione ricca di proteine, è molto importante fare muovere il gatto. L'attività motoria è anche un momento necessario per aumentare la sensibilità dei tessuti all'insulina. Pertanto, è importante discutere con i proprietari tutte le possibilità su come far muovere il gatto di più: puoi mettere il cibo in diverse parti della cucina, comprare giocattoli nei quali puoi mettere del cibo, e il gatto avrà bisogno di sforzo fisico per farlo correre dietro al puntatore laser prima di prendere il pesce virtuale sul tablet, tutti i mezzi sono buoni.

5. Previsione (Quanto durerà il mio animale domestico dopo che ha il diabete?)

La prognosi per ciascun animale diabetico è imprevedibile. Molto dipende dal proprietario (grado di attaccamento, disponibilità a dedicare il proprio tempo al trattamento e al monitoraggio dell'animale domestico), alla presenza e alla gravità della malattia concomitante. Secondo le statistiche di autori stranieri, il 50% dei gatti con diagnosi di diabete muoiono entro 12-17 mesi dalla diagnosi (comprese le malattie aggravanti). Nelson scrive: ". nei gatti sopravvissuti durante i primi 6 mesi dopo la scoperta del diabete mellito, una buona qualità della vita viene mantenuta per più di 5 anni, nonostante la malattia... ".

Il proprietario dovrebbe ricordare che la perdita di peso contribuisce a una maggiore aspettativa di vita. Le fonti moderne sono più ottimiste sulla durata della vita dei gatti diabetici: la mediana è di 516 giorni. E, a mio avviso, questi indicatori miglioreranno con il miglioramento del monitoraggio domestico intensivo e della terapia con analoghi delle insuline a lunga durata d'azione. L'inizio precoce della terapia insulinica contribuisce al raggiungimento della remissione nel 70-80% dei gatti con diabete di nuova diagnosi. L'insufficienza renale cronica, così come il coma chetoacidotico o iper-solare, che sono stati precedentemente trasferiti, peggiorano la prognosi. Ma su questo - nei prossimi numeri della rivista.

1. Kirk R., Bonagura D. Corso moderno di medicina veterinaria Kirk. - M.: Aquarium-Print, 2005, - 1370.

2. Pibo P., B. Buzh, V., Elliott D. Enciclopedia di Nutrizione clinica dei gatti. - M.: Media-Line, 2009, - 518 p.

3. Torrance E.D., Mooney K.T. Guida per l'endocrinologia di piccoli animali domestici. - M.: Aquarium-Print, 2006, - 312 p.

4. Feldman E., Nelson R. Endocrinologia e riproduzione di cani e gatti / ed. AV Tkachev-Kuzmin e altri - M.: Sofion, 2008 - 1242 p.

5. Astrid Wehner. Diabetus meltus bei Hunde und Katze. Lezioni di EndokrinoLogie SS 2009 per studenti di MTC LMU, Muenchen.

6. Connally H.E. Clin Tech Small Anim Pract. 2002 maggio; 17 (2): 73-8. Considerazioni sul monitoraggio dell'assistenza critica per il paziente diabetico.

7. Emergenze diabetiche nei piccoli animali. O'Brien MA. Dipartimento di Medicina veterinaria veterinaria dell'Università di Illinois, Urbana-Champaign, 1008 West Hazelwood Drive, Urbana, IL 61802, USA. [email protected]

8. Rilevazione del controllo della glicemia. Roomp K., Rand J. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/

9. Gilor C., Graves T.K. Veterinario Clin North Am Small Anim Pract. 2010 Mar; 40 (2): 297-307. doi: 10.1016 / j. cvsm.2009.11.001. Insulina sintetica

10. J Diabete Sci Technol. 1 maggio 2012; 6 (3): 491-5. Metodi di monitoraggio per cani e gatti con diabete mellito.

11. Laflamme DP. J Anim Sci. 2012 maggio; 90 (5): 1653-62. doi: 10.2527 / jas.2011-4571. Epub 2011 Oct 7. Companion Animals Symposium: obesità nei cani e nei gatti: cosa c'è di sbagliato nell'essere grassi?

12. Plotnick A.N., Greco D.S. Gestione domiciliare di cani e gatti con diabete mellito. Nichols R. Semin Vet Med Surg (Small Anim). 1997 novembre; 12 (4): 263-7.

13. Predittori di remissione clinica nel diabete mellito. Zini E., Hafner M., Osto M., Franchini M., Ackermann M., Lutz T.A., Reusch C.E. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20840299

14. Rock M., Babinec P.. Diabete nelle persone, nei gatti e nei cani: biomedicina e molteplici ontologie. Veterinario ClinNorth Am Small Anim Pract. 1995 maggio; 25 (3): 753.

Trovato il diabete nel gatto: perché c'era, come trattare e nutrire l'animale

Una delle malattie comuni del sistema endocrino associata alla produzione ormonale compromessa è il diabete. Questa malattia è stata recentemente diagnosticata in modo crescente nei gatti domestici. Come negli esseri umani, gli animali hanno diverse forme di malattia. La diagnosi tempestiva e il trattamento precedente sono la chiave per il ritorno dell'animale domestico a un'esistenza normale ea una lunga vita.

Leggi in questo articolo.

Cause del diabete nei gatti

La malattia si sviluppa a causa dell'insufficiente produzione di insulina da parte di cellule pancreatiche specifiche o in caso di malfunzionamento del corpo, quando l'ormone prodotto viene lasciato inosservato dalle cellule bersaglio. Allo stesso tempo nel corpo aumenta drasticamente il livello di glucosio nel sangue. Le funzioni non solo del sistema tampone del corpo, ma anche di quasi tutti gli organi e tessuti sono compromesse.

Esperti veterinari ritengono che i motivi che portano a tale condizione includono i seguenti fattori:

  • Errori nell'alimentazione. Una dieta squilibrata è irta non solo di carenze nutrizionali, amminoacidi essenziali, vitamine e minerali, ma anche del fatto che il metabolismo fallisce, portando a una violazione della produzione di insulina.
  • Malattie digestive (gastrite, ulcera gastrica, enterite, colite) portano ad un aumento dello stress da parte del pancreas, che è spesso il meccanismo scatenante nello sviluppo del diabete. Malattia epatica cronica, patologia della cistifellea anche portare allo sviluppo della malattia.
  • Sovralimentazione. Molti esperti veterinari vedono il motivo principale per lo sviluppo della patologia endocrina nel non rispetto delle regole di alimentazione. È la sovralimentazione e, di conseguenza, l'obesità dell'animale domestico, è un fattore predisponente che provoca una diminuzione della produzione di insulina da parte del pancreas.
  • Eredità. Essendo una malattia simile alla patologia umana, il diabete felino è dovuto a una predisposizione genetica. Gli allevatori responsabili rimuovono gli animali che hanno una malattia metabolica dall'allevamento.
  • Infezioni di natura virale, che portano allo sviluppo di pancreatite infettiva ed epatite.
  • L'uso di farmaci ormonali per controllare il comportamento sessuale dell'animale domestico, il trattamento a lungo termine con glucocorticosteroidi spesso provoca lo sviluppo del diabete.

Lo stress è un fattore che contribuisce al meccanismo patologico. La sovra-stimolazione psico-emotiva del sistema nervoso dell'animale porta a un malfunzionamento delle ghiandole endocrine, all'interruzione della produzione di ormoni e alla patologia dell'apparato digerente.

Tipi di diabete nei gatti

La malattia metabolica è caratterizzata da patogenesi diversa e in questo senso può verificarsi nel primo e nel secondo tipo. Lo sviluppo del primo tipo di patologia è associato a un cambiamento funzionale nel pancreas, che causa la morte di tutte le cellule beta che producono insulina. Questo tipo di malattia è raramente diagnosticato nei gatti domestici.

La patologia insulino-dipendente è associata all'impossibilità del normale funzionamento del pancreas e richiede una terapia ormonale sostitutiva. I proprietari di animali domestici pelosi dovrebbero sapere che questo è uno dei tipi più pericolosi di malattia. I segni clinici appaiono già nella fase di vasta distruzione delle cellule secretorie pancreatiche e la prognosi è più spesso sfavorevole o cauta.

Lo sviluppo della malattia nel secondo tipo è associato alla produzione insufficiente di cellule specifiche della ghiandola insulinica. In questo caso, i tessuti ghiandolari del corpo non muoiono, ma la quantità di ormone prodotto non è sufficiente per il normale funzionamento del corpo. Questo tipo di patologia, di regola, non prevede l'uso di farmaci ormonali.

Il secondo tipo di diabete si verifica nel 70 - 80% dei casi. Tuttavia, se non si interviene tempestivamente, la patologia può trasformarsi in insulino-dipendente, il primo tipo di malattia.

Alcuni esperti tendono a distinguere e il terzo tipo di malattia, combinato. Questa forma della malattia è associata alla distruzione delle cellule beta e alla produzione insufficiente di insulina da parte del tessuto ghiandolare sano. La causa delle interruzioni endocrine più spesso sono le malattie infiammatorie del pancreas. Tale diabete è chiamato secondario.

Statistiche della malattia

Gli specialisti veterinari nazionali ed esteri hanno notato un aumento del diabete tra i gatti domestici negli ultimi anni.

Ciò è associato non solo alla prevalenza della malattia, ma anche all'espansione delle procedure diagnostiche nella pratica veterinaria. Secondo studi statistici, 2 su 1000 gatti sono soggetti a disturbi endocrini.

In questo caso, i veterinari osservano la dipendenza sessuale nella formazione della patologia: i gatti, a differenza dei gatti, hanno maggiori probabilità di avere il diabete. È stato anche notato che il rischio di sviluppare la malattia aumenta nei maschi castrati. Gli esperti associano questo fenomeno all'obesità. La quota di patologia in via di sviluppo nel secondo tipo rappresenta circa i 2/3 di tutti i casi.

I sintomi del diabete nei gatti

I segni clinici dipendono in gran parte dal tipo di malattia. Quindi, in una forma insulino-dipendente, il proprietario può osservare i seguenti sintomi in un animale domestico:

  • Aumento della sete Il segno clinico è dovuto all'elevata concentrazione di glucosio nel sangue, la cui carenza è carente di insulina. Il sistema escretore del corpo non può far fronte al carico, lo zucchero appare nelle urine, il suo volume aumenta. Il processo è accompagnato da disidratazione e aumento della sete dell'animale malato.
  • Poliuria. Minzione frequente è indolore.
  • Cambiamento di appetito Allo stesso tempo c'è sia guadagno che indebolimento di appetito.
  • Aumento del peso corporeo.
  • La lana è opaca, l'animale domestico getta costantemente, sembra sciatto.
  • Disturbi alimentari: vomito, diarrea.
  • Tachicardia. La frequenza cardiaca aumenta drammaticamente.
  • Debolezza, letargia dell'animale.
  • Camminata traballante e incerta.
  • Con lo sviluppo di intossicazione, il proprietario nota il segno più caratteristico della malattia - un forte odore di acetone dal gatto. Può sentire l'odore dalla bocca dell'animale, così come dall'urina e dalla pelle.
  • Nei casi avanzati, sono possibili convulsioni, svenimenti, perdita di coscienza negli animali.
A) Obesità. B) Neuropatia diabetica.

Con lo sviluppo di una malattia del secondo tipo in un animale malato, le seguenti manifestazioni cliniche sono annotate:

  • Aumento dell'appetito
  • Rapido aumento di peso, obesità.
  • Polidipsia. L'animale beve costantemente acqua.
  • Minzione indolore frequente.
  • La condizione dell'animale domestico è generalmente soddisfacente.

A differenza del primo tipo di diabete, la forma non insulino-dipendente non è accompagnata dall'odore di acetone dell'animale.

Diagnosi del diabete nei gatti

È impossibile fare una diagnosi corretta basandosi solo sui segni clinici, con una malattia così complessa. I metodi clinici e di laboratorio per testare il sangue e le urine di un animale domestico vengono in soccorso.

Nell'analisi dei liquidi biologici, uno degli indicatori della malattia è l'eccesso del livello di glucosio nel sangue e la presenza di zucchero nelle urine.

Oltre a determinare la concentrazione di glucosio, vengono eseguiti un esame emocromocitometrico completo, la determinazione dell'insulina e l'equilibrio acido-base. È importante che il proprietario sappia che tutti i test devono essere eseguiti solo a stomaco vuoto.

Il veterinario ti istruirà inoltre a identificare la quantità di acqua che il tuo animale domestico consuma. Al fine di stabilire la patologia dell'ecografia del pancreas condotta. Per una diagnosi differenziata, viene eseguito un esame del cuore, del fegato e degli organi digestivi.

Per informazioni su come utilizzare correttamente il misuratore nei gatti, guarda questo video:

Trattamento del diabete nei gatti

La strategia di trattamento per la malattia endocrina dipende principalmente dal tipo di malattia. Pertanto, in caso di diabete del primo tipo, vengono prescritti senza indugio preparazioni di insulina ad azione rapida. Se la malattia si sviluppa secondo il secondo tipo, gli ormoni possono essere sostituiti con farmaci ipoglicemici o prescrivono insulina a media o lunga durata d'azione.

Compresse ipoglicemizzanti

I farmaci che abbassano il livello di glucosio nel sangue sono prescritti per il secondo e il terzo tipo di malattia. I mezzi riducono efficacemente la concentrazione di zucchero nel corpo, riducono i suoi effetti negativi su organi e sistemi, migliorano le condizioni del corpo nel suo complesso. I gatti usano farmaci come Metformina, Glipizid, Glikvidon, Miglitol.

I farmaci devono essere assunti solo su indicazione di un medico e sotto il suo controllo. Il fatto è che gli agenti riducenti lo zucchero hanno una serie di effetti collaterali: conducono all'amiloidosi e hanno un effetto negativo sul pancreas.

Iniezione di insulina

L'uso di ormoni è difficile da determinare la dose ottimale. Per fare questo, nella clinica per 18-24 ore, la glicemia viene misurata dopo l'introduzione di una certa dose di insulina. Il tempo, la durata e la forza dell'effetto del farmaco ormonale sono rivelati. Sulla base di questi dati, uno specialista veterinario elaborerà uno schema per l'uso di insulina in un caso particolare.

Per i sintomi, la diagnosi e il trattamento del diabete nei gatti, guarda questo video:

Complicazioni del diabete nei gatti

L'astuzia della malattia endocrina non sta solo nell'invisibilità dei segni clinici, ma anche nella gravità delle complicazioni a cui conduce la patologia. L'alta concentrazione di glucosio nei fluidi corporei ha un effetto distruttivo su quasi tutti i sistemi di un animale malato.

chetoacidosi

Con un'alta concentrazione di glucosio, l'animale sviluppa chetoacidosi diabetica. La condizione è caratterizzata da un alto livello di contenuto ematico di corpi chetonici, che sono prodotti dalla disgregazione del grasso.

Dal punto di vista clinico, il fenomeno si manifesta con il forte odore dell'acetone da parte di un animale malato, sete irrefrenabile, mancanza di respiro, ridotta attività cardiaca.

Senza la fornitura di cure veterinarie urgenti, una grave condizione dell'organismo nella chetoacidosi diabetica spesso porta alla morte dell'animale. Puoi solo riportare in vita il tuo animale domestico con insulina e terapia infusionale.

Neuropatia diabetica

Alte concentrazioni di glucosio nel sangue causano danni alle terminazioni nervose periferiche. Questo fenomeno si manifesta clinicamente sotto forma di debolezza degli arti posteriori. L'animale ha un'andatura incerta e instabile. Il gatto malato comincia a camminare su tutto il piede, senza calpestare le dita.

Ipoglicemia e ipopotassiemia

Una diminuzione del livello di glucosio inferiore a 3,3 mmol / l è chiamata ipoglicemia ed è una conseguenza dell'alto livello di insulina nel corpo dell'animale. I sintomi dell'ipoglicemia sono i seguenti:

  • stato ansioso ed eccitato dell'animale;
  • tremori muscolari, tremore dei muscoli individuali;
  • incoordinazione, andatura instabile;
  • letargia, sonnolenza;
  • svenimento, perdita di coscienza.

Per un animale, il pericolo del fenomeno sta nello sviluppo del coma ipoglicemico e della morte. A casa, è necessario aumentare urgentemente i livelli di zucchero nel sangue. A tale scopo, il gatto viene versato in una soluzione zuccherina concentrata in bocca o iniettato per via sottocutanea con 10 ml di glucosio al 5%. L'animale deve essere consegnato urgentemente a un'istituzione specializzata.

L'ipokaliemia, caratterizzata da una diminuzione della concentrazione di potassio, è dovuta a diverse ragioni. In primo luogo, la minzione frequente promuove la rimozione di un elemento dal corpo. In secondo luogo, le iniezioni di insulina portano ad un consumo intenso di potassio da parte delle cellule del corpo.

Di conseguenza, una condizione grave si sviluppa in un animale malato. Si sviluppa vomito, diarrea e insufficienza cardiaca acuta. La mancata fornitura di assistenza urgente e qualificata porta alla morte.

Come controllare il livello di zucchero del gatto

Dopo aver stabilito la diagnosi e prescritto il trattamento, il proprietario dell'animale malato ha un compito importante: controllare il livello di zucchero nei liquidi biologici. Il metodo più comune di controllo a casa sono le strisce reattive per la determinazione dello zucchero nelle urine. Con il loro aiuto, il proprietario ha un'idea dello stato dell'animale e può regolare la dieta o applicare misure appropriate.

Un metodo di controllo più accurato sono i misuratori di glicemia veterinari. Sono usati nei casi più gravi di diabete, quando è necessario avere una chiara idea del livello di zucchero nel corpo.

Regole nutrizionali e scelta del cibo per gatti con il diabete

Oltre al trattamento medico di un gatto malato, la nutrizione dietetica non è di nessuna importanza, che è prescritta dal medico curante per quanto riguarda i singoli indicatori di zucchero nell'animale domestico. La dieta dovrebbe essere ricca di cibi proteici. Particolare importanza è data alle fibre. La fibra alimentare rallenta il rilascio e l'assorbimento del glucosio nel sangue. I carboidrati vengono somministrati all'animale al minimo.

Nutrire l'animale malato dovrebbe essere in piccole porzioni, 5 - 6 volte al giorno. Questa modalità consente di rimuovere il carico dal pancreas e aiuta a mantenere la concentrazione di glucosio nel sangue a un livello costante per tutto il giorno.

Uno specialista veterinario può prescrivere un mangime medico professionale. Di norma, la dieta prescritta dura tutta la vita.

Cibo per gatti con diabete

Il diabete in un gatto domestico è una delle complesse malattie associate a disordini metabolici. La rottura endocrina porta allo sviluppo di processi patologici in quasi tutti gli organi e sistemi del corpo. In caso di diagnosi e trattamento tardivo, le complicanze possono essere fatali. Il proprietario deve comprendere il pericolo della malattia e fornire all'animale un'assistenza qualificata e un'assistenza competente.

Altri Articoli Sul Diabete

Le persone con diabete dovrebbero prendersi cura della propria salute. Pertanto, gli endocrinologi spesso li raccomandano di usare integratori alimentari che possono saturare il corpo con vitamine e elementi benefici.

L'endocrinologia studia la struttura e il funzionamento delle ghiandole endocrine, la produzione di ormoni e il loro effetto sul corpo umano.

Prugne con diabete

Diagnostica

Nelle diete consigliate per i pazienti, i frutti sono tradizionalmente utilizzati. I frutti interi sono una fonte di vitamine, acidi organici, oligoelementi minerali, fibre. Le mele a basso contenuto calorico, arance, pompelmi sono ampiamente richiesti.