loader

Qual è il processo infermieristico per il diabete?

Il diabete, indipendentemente dal tipo diagnosticato, è una malattia complessa.

Una persona, anche con l'aiuto di parenti, non sempre può affrontare pienamente il problema e svolgere tutte le procedure necessarie correttamente e nella sequenza necessaria.

Perché ho bisogno di controllo per il diabete?

Il processo infermieristico e il monitoraggio della condizione non sono solo un aiuto per il paziente e i suoi parenti, ma anche un modo per ottenere dati scientifici.

Questo è, in sostanza, un lavoro scientifico svolto in modo pratico. Il monitoraggio da parte del personale medico è necessario per mantenere le condizioni del paziente a un livello stabile.

L'obiettivo principale del processo in corso è garantire una qualità di vita accettabile con la diagnosi. Una persona dovrebbe sentirsi a proprio agio in termini di stato fisico, spirituale ed emotivo.

È importante che il processo infermieristico tenga conto dei valori culturali del paziente nel processo di fornirgli la quantità necessaria di servizi.

L'assistenza attiva deve essere effettuata esclusivamente da uno specialista che abbia familiarità con tutte le sottigliezze e le peculiarità del caso, poiché mentre sta eseguendo una serie di misure, l'infermiera e il suo paziente sviluppano un piano di interventi che verrà eseguito secondo necessità.

I compiti dell'infermiere durante il processo infermieristico e il monitoraggio includono:

  1. Valutazione iniziale delle condizioni di una persona (esame), finalizzata all'individuazione di indicatori comuni di disturbi della salute.
  2. Uso di fonti di informazione, come una storia medica, i risultati di sondaggi, una conversazione con una persona e i suoi parenti, per ottenere un quadro clinico completo.
  3. Avvertimento del paziente e dei parenti sui fattori di rischio - cattive abitudini e nervosismo eccessivo.
  4. La necessità di registrare tutti i dati ricevuti a seguito della valutazione iniziale dello stato delle informazioni in una forma speciale, denominata "scheda di valutazione sorella".
  5. Riepilogo e analisi delle informazioni ricevute sulla salute del paziente.
  6. Preparazione di un piano di assistenza basato sui risultati e difficoltà identificate o problemi pronunciati.
  7. Implementazione di un piano di assistenza preparato in precedenza.

Il controllo del diabete mellito varia e dipende dal tipo diagnosticato in una persona:

  1. Il diabete di tipo 1 o insulino-dipendente nel 75% dei casi si verifica nelle persone di età inferiore ai 45 anni. In questo caso, l'assistenza fisica è necessaria in misura minore, se non sono presenti ulteriori malattie, il bias principale è diretto specificamente agli indicatori di monitoraggio che influenzano il corretto funzionamento di tutti gli organi e sistemi.
  2. Il diabete di tipo 2 nella maggior parte dei casi viene diagnosticato in pazienti di età superiore ai 45 anni. Questo è il motivo per cui il controllo da parte dell'infermiera dovrebbe essere al di sopra delle capacità fisiche del paziente.

Durante il monitoraggio, viene monitorata la compliance del paziente con la terapia prescritta. Un'infermiera dovrebbe guardare per peso perché l'obesità è uno dei problemi che hanno le persone con diabete.

Soggetto a controllo - il menu, l'equilibrio e la tempestività della nutrizione, il lavoro del pancreas e tutti gli organi interni, stato mentale ed emotivo, perché lo stress influenza il processo di guarigione.

CAPITOLO 2. NURSERY DEL DIABETE MELLITO DIABETE

In primo luogo, che cos'è un processo infermieristico? Questa è scientificamente e medicalmente valida tecnologia di cura del paziente. Il suo obiettivo è migliorare la qualità della vita del paziente e aiutare a trovare una soluzione sia per gli esistenti che per quelli che potrebbero sorgere in futuro. In base a ciò, vengono impostate determinate attività.

Nella prima fase, gli esami, gli infermieri aiutano a fare un quadro completo dello sviluppo della malattia. Dovrebbe avere la sua storia medica, in cui sono fatte tutte le analisi e le sue conclusioni e osservazioni sulla salute del paziente sono registrate.

Nella seconda fase, viene fatta una diagnosi, e non solo i problemi ovvi esistenti del paziente, ma anche quelli che potrebbero sorgere in futuro dovrebbero essere presi in considerazione. Naturalmente, prima di tutto, dovresti rispondere al più pericoloso per i sintomi della vita del paziente e le manifestazioni della malattia. Va tenuto presente che l'infermiere dovrebbe identificare una serie di problemi che possono rendere difficile la vita del paziente. Ciò include non solo interventi medici, ma anche preventivi, psicologici e lavoro con i parenti [6].

Nella terza fase, tutte le informazioni ricevute vengono sistematizzate e determinati obiettivi sono impostati per l'infermiere, non solo a breve termine, ma anche per un lungo periodo di tempo. Tutto questo è indicato nel piano di azione e viene registrato nella storia del paziente.

Nella quarta fase, l'infermiera agisce in conformità con il piano sviluppato ed esegue misure complete volte a migliorare le condizioni del paziente.

Al quinto stadio, l'efficacia del processo infermieristico è determinata dalla dinamica dello sviluppo della malattia e dai cambiamenti positivi nelle condizioni del paziente. Per ciascuno dei pazienti può essere assegnato al loro tipo di attività dell'infermiere. Il primo è quando una sorella lavora sotto la costante supervisione di un dottore e adempie a tutte le sue istruzioni. In secondo luogo, l'infermiera e il medico interagiscono, cioè lavorano insieme e concordano preliminarmente tra loro tutti i processi. Terzo, l'intervento infermieristico indipendente, cioè il professionista medico agisce in modo indipendente e fornisce l'assistenza necessaria al momento senza consultare il medico.

Qualunque sia il tipo di processo infermieristico sarebbero le sue azioni, deve sempre controllare e anticipare completamente lo sviluppo del processo. Indipendentemente dal fatto che funzioni sotto la guida di un medico o che tutto sia fatto in modo indipendente, questo medico è al 100% responsabile della vita e della salute del paziente. Questa è una responsabilità seria.

Come detto sopra, gli infermieri risolvono molti problemi dei pazienti, li aiutano ad adattarsi alle "realtà della loro vita presente". Ciò include la compilazione del menu e le informazioni principali sul calcolo di HE, carboidrati e calorie e la comunicazione con i parenti per insegnare loro ad aiutare il paziente. Se il diabetico è insulino-dipendente, la lezione sulle iniezioni, i preparati usati e la somministrazione corretta ricadono anche sulle loro spalle. La selezione della tariffa giornaliera viene effettuata da un medico, l'infermiera mostra solo dove inserire le iniezioni e come ottenere il medicinale.

Il processo infermieristico nel diabete gioca un ruolo importante. Dopotutto, l'infermiera è la persona con cui puoi parlare, trovare supporto e consultarti. Tutti loro sono dei piccoli psicologi che aiutano a prendere questa malattia, ti insegneranno come vivere una vita piena e dirti quali attività fisiche devi svolgere. Quindi il loro ruolo a volte è anche più significativo del medico che semplicemente prescrive farmaci.

Quindi, caratterizziamo il processo infermieristico nel diabete:

A. Esistente (reale):

- prurito della pelle. pelle secca:

- debolezza, stanchezza; ridotta acuità visiva;

- dolore agli arti inferiori;

- la necessità di seguire costantemente una dieta;

- la necessità di somministrazione continua di insulina o assunzione di farmaci antidiabetici (manin, diabeton, amaril, ecc.);

Mancanza di conoscenza su:

- la natura della malattia e le sue cause;

- auto aiuto con l'ipoglicemia;

- cura dei piedi;

- calcolare unità di pane e compilare un menu;

- complicanze del diabete mellito (coma e angiopatia diabetica) e auto-aiuto per il coma.

- stati precomatosi e comatosi:

- cancrena degli arti inferiori;

- infarto miocardico acuto;

- insufficienza renale cronica;

- cataratta e retinopatia diabetica con visione alterata;

- infezioni secondarie, malattie della pelle pustolosa;

- complicanze dovute alla terapia insulinica;

- guarigione lenta della ferita, compreso il postoperatorio.

Raccolta di informazioni durante l'esame iniziale:

Interrogazione del paziente su:

- aderenza a una dieta (fisiologica o dietetica numero 9), sulla dieta;

- sforzo fisico durante il giorno;

- terapia insulinica (nome di insulina, dose, durata della sua azione, regime di trattamento);

- preparazioni di targa antidiabetiche (nome, dose, caratteristiche del loro ricevimento, tolleranza);

- vecchia ricerca di esami del glucosio nel sangue e nelle urine e esami endocrinologici;

- il paziente ha un glucometro, la capacità di usarlo;

- la possibilità di utilizzare la tabella delle unità di pane e creare un menu per unità di pane;

- possibilità di usare una siringa per insulina e una penna a siringa;

- conoscenza dei luoghi e delle tecniche di somministrazione di insulina, prevenzione delle complicanze (ipoglicemia e lipodistrofia nei siti di iniezione);

- tenere un diario di osservazioni di un paziente con diabete mellito:

- una visita al passato e ora "Diabetic School";

- lo sviluppo del passato ipoglicemico e iperglicemico com, le loro cause e sintomi;

- capacità di fornire auto-aiuto;

- il paziente ha un "Diabetic Passport" o "Diabetic Business Card";

- predisposizione genetica al diabete mellito);

- malattie correlate (malattie del pancreas, altri organi endocrini, obesità);

- reclami del paziente al momento dell'ispezione [6].

- colore, umidità della pelle, presenza di graffi:

- determinazione del peso corporeo:

- misurazione della pressione sanguigna;

- determinazione dell'impulso sull'arteria radiale e sulle arterie del piede posteriore.

Interventi infermieristici, incluso il lavoro con la famiglia del paziente:

1. Condurre una conversazione con il paziente e la sua famiglia sulle abitudini alimentari, a seconda del tipo di diabete, dieta. Per un paziente con diabete di tipo 2, dare alcuni esempi del menu per un giorno.

2. Convinca il paziente della necessità di seguire la dieta prescritta dal medico.

3. Convincere il paziente della necessità di uno sforzo fisico raccomandato dal medico.

4. Parlare delle cause, della natura della malattia e delle sue complicanze.

5. Informare il paziente sulla terapia insulinica (tipi di insulina, l'inizio e la durata della sua azione, la connessione con l'assunzione di cibo, le caratteristiche di conservazione, gli effetti collaterali, i tipi di siringhe da insulina e le siringhe a penna).

6. Garantire la somministrazione tempestiva di insulina e farmaci antidiabetici.

- condizione della pelle;

- impulso e pressione sanguigna;

- polso sulle arterie del piede posteriore;

- dieta e nutrizione; trasmissione al paziente dai suoi parenti; - raccomandare il monitoraggio continuo della glicemia e delle urine.

8. Convinca il paziente della necessità di osservazione costante da parte dell'endocrinologo, tenendo un diario di sorveglianza, che indica gli indicatori del livello di glucosio nel sangue, urina, pressione sanguigna, cibo mangiato al giorno, terapia ricevuta, cambiamenti nel benessere.

9. Raccomanda esami periodici di un oculista, chirurgo, cardiologo, nefrologo.

10. Raccomanda classi nella "Scuola di diabetici".

11. Informare il paziente delle cause e dei sintomi dell'ipoglicemia, condizioni di coma.

12. Convinca il paziente della necessità di un leggero peggioramento della salute e conta ematica immediatamente contattare un endocrinologo.

13. Educa il paziente e i suoi parenti:

- calcolo delle unità di pane;

- elaborare un menu per il numero di unità di pane al giorno; assunzione e somministrazione sottocutanea di insulina con una siringa da insulina;

- regole per la cura del piede;

- fornire auto-aiuto con l'ipoglicemia;

- misurazione della pressione arteriosa [3].

Condizioni di emergenza nel diabete mellito:

A. Stato ipoglicemico. Coma ipoglicemico.

- Un sovradosaggio di compresse insuliniche o antidiabetiche.

- Mancanza di carboidrati nella dieta.

- Assunzione inadeguata di cibo o saltare l'assunzione di cibo dopo la somministrazione di insulina.

- Attività fisica significativa

Gli stati ipoglicemici si manifestano con una forte sensazione di fame, sudorazione, tremori degli arti, grave debolezza. Se questa condizione non viene interrotta, i sintomi dell'ipoglicemia aumenteranno: il tremore si intensificherà, ci sarà confusione nei pensieri, mal di testa, vertigini, visione doppia, ansia generale, paura, comportamento aggressivo e il paziente cade in coma con perdita di coscienza e convulsioni.

Sintomi di coma ipoglicemico: il paziente è incosciente, pallido, non c'è odore di acetone dalla bocca. la pelle è umida, abbondante sudore freddo, il tono muscolare è aumentato, la respirazione è libera. la pressione sanguigna e le pulsazioni non vengono cambiate, il tono dei bulbi oculari non viene modificato. Nell'analisi del sangue, il livello di zucchero è inferiore a 3,3 mmol / l. non c'è zucchero nelle urine.

Autoaiuto in condizioni ipoglicemiche:

Si raccomanda di mangiare 4-5 pezzi di zucchero ai primi sintomi di ipoglicemia, o bere tè caldo dolce, o prendere 10 compresse di glucosio 0,1 g ciascuno, o bere il 40% di glucosio da 2-3 fiale, o mangiare diversi dolci (meglio caramello ).

Pronto soccorso in condizioni ipoglicemiche:

- Dare al paziente una posizione laterale stabile.

- Metti 2 pezzi di zucchero sulla guancia, su cui giace il paziente.

- Fornire accesso endovenoso.

Soluzione di glucosio 40 e 5%. Soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio, prednisone (amplificatore), idrocortisone (amplificatore), glucagone (amplificatore).

B. Coma iperglicemico (diabetico, chetoacidotico).

- Insufficiente dose di insulina.

- Violazione della dieta (alto contenuto di carboidrati negli alimenti).

Prurito: aumento della sete, poliuria. vomito, perdita di appetito, visione offuscata, sonnolenza insolitamente forte, irritabilità.

Sintomi di coma: la coscienza è assente, l'odore di acetone dalla bocca, iperemia e pelle secca, respiro profondo rumoroso, ridotto tono muscolare - bulbi oculari "morbidi". Pulse-filiform, la pressione sanguigna è ridotta. Nell'analisi del sangue - iperglicemia, nell'analisi delle urine - glicosuria, corpi chetonici e acetone.

Quando compaiono i precursori del coma, contatta immediatamente un endocrinologo o chiamalo a casa. Con segni di coma iperglicemico, chiamata d'emergenza.

- Dare al paziente una posizione laterale stabile (prevenzione della retrazione della lingua, aspirazione, asfissia).

- Prendere un catetere delle urine per una rapida diagnosi di zucchero e acetone.

- Fornire accesso endovenoso.

- insulina a breve durata d'azione - actropide (fl.);

- Soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (fl.); Soluzione di glucosio al 5% (fl.);

- glicosidi cardiaci, agenti vascolari.

diabete ipoglicemico pre-medico infermieristico

Diabete infermieristico standard.

Possibili violazioni dei bisogni.

Mangiare (stomatite, restrizioni dietetiche).

Bere (sete, mancanza di liquidi).

Respira (coma chetoacidotico).

Excrete (danno renale).

Attrazione sessuale (impotenza).

Per essere pulito (malattie pustolose, disturbi trofici della pelle).

Mantenere la condizione (complicanze, scompenso).

Vestire, spogliare (coma).

Mantenere la temperatura (complicanze infettive).

Sonno, riposo (scompenso).

Spostamento (piede diabetico, altre complicanze).

Comunicare (ospedalizzazione, visione offuscata, ecc.).

Raggiungimento del successo, armonia.

Hanno valori di vita (depressione, paura, mancanza di adattamento alla malattia a causa della gravità della malattia e lo sviluppo di complicanze).

Gioca, impara, lavora (disabilità, cambiamenti nello stile di vita).

Possibili problemi ai pazienti.

Violazione del trofismo cutaneo.

Eccesso di peso corporeo.

Squilibrio idrico.

La sconfitta dell'attività motoria.

Mancanza di adattamento alla malattia.

Paura della perdita della vista.

Paura di perdere un figlio.

Mancanza di conoscenza della malattia.

Atteggiamento inadeguato alla malattia.

Cambiare la natura della nutrizione.

La necessità di iniezioni costanti.

Cambiando il processo familiare.

La perdita di relazioni sociali e industriali.

Isolamento durante il ricovero

Difficoltà nell'autosufficienza (mezzi di autocontrollo, medicine, prodotti).

Mancanza di valori di vita.

Mancanza di partecipazione spirituale (armonia, successo).

5) Potenziali problemi:

Rischio di perdita di coscienza a causa di iperglicemia.

Rischio di perdita della vista.

Il rischio di sviluppare la lipodistrofia.

Il rischio di violazione della pelle trofica.

Il rischio di sviluppare complicanze infettive.

Problema del paziente: sete

Obiettivi: a breve termine: il paziente non avrà sete in una settimana.

A lungo termine: il paziente mostrerà la conoscenza delle cause della sete e come combatterla

Piano di intervento infermieristico:

L'infermiera spiegherà al paziente la natura e le cause di questo fenomeno.

L'infermiera spiegherà al paziente la necessità di controllare il liquido ubriaco ed escreto.

L'infermiera avvertirà il paziente e gli spiegherà come prepararsi adeguatamente al test della glicemia.

L'infermiera verrà prescritta dal medico per monitorare lo zucchero delle urine.

Se necessario, l'infermiera eseguirà una prescrizione medica - l'introduzione di insulina o la somministrazione di farmaci sulfurei di azione ipoglicemizzante.

Problema del paziente: poliuria.

Obiettivi: a breve termine: l'urina del paziente diminuirà dopo una settimana dall'inizio del trattamento.

A lungo termine: al momento della dimissione, la diuresi è normale.

Piano di intervento infermieristico:

L'infermiera spiegherà la causa e la natura di questo fenomeno al paziente.

L'infermiera controllerà la diuresi giornaliera con la registrazione nel foglio di temperatura.

Un'infermiera parlerà di nutrizione nel diabete.

Un'infermiera prescritta da un medico monitorerà lo zucchero delle urine da una quantità giornaliera.

Un'infermiera prescritta da un medico inietterà insulina.

Problema: alto rischio di perdita di coscienza a causa di iperglicemia.

Scopo dell'intervento: il paziente conoscerà le cause dell'iperglicemia.

Piano di intervento infermieristico:

L'infermiera controllerà la tua respirazione, la pelle, i bulbi oculari.

Un'infermiera insegnerà le tecniche di autocontrollo del paziente.

L'infermiera dirà al paziente la necessità di una dieta.

Un'infermiera insegnerà al paziente e ai parenti le iniezioni di insulina.

L'infermiera somministrerà l'insulina come prescritto dal medico.

L'infermiera parlerà con i parenti dell'importanza delle regolari iniezioni di insulina.

Problema: ansia per la visione offuscata.

Obiettivo dell'intervento: il paziente dimostrerà la conoscenza delle cause della perdita della vista.

Piano di intervento infermieristico:

L'infermiera cercherà di calmare il paziente.

L'infermiera parlerà con il paziente delle cause di questa complicanza.

L'infermiera fornirà al paziente informazioni sufficienti e le includerà nel processo di collaborazione.

Un'infermiera su appuntamento con un dottore invierà un paziente a un optometrista.

5. L'infermiera introdurrà il paziente a una persona diabetica, adattata alla sua malattia.

L'infermiera parlerà con i familiari del paziente sulla necessità di supporto psicologico e assistenza nella riduzione della vista.

Processo infermieristico nel diabete

Direttore dell'Istituto per il Diabete: "Butta via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

Nella vita di tutti i giorni, prendersi cura dei malati di solito significa aiutare il paziente a soddisfare le sue varie esigenze. Questi includono mangiare, bere, lavarsi, muoversi, svuotare l'intestino e la vescica. La cura implica anche la creazione al paziente di condizioni ottimali per il soggiorno in ospedale oa casa - pace e tranquillità, un letto comodo e pulito, biancheria intima e biancheria da letto, ecc. Il valore dell'assistenza ai pazienti è difficile da sovrastimare. Spesso, il successo del trattamento e la prognosi della malattia sono interamente determinati dalla qualità dell'assistenza. Pertanto, è possibile eseguire un'operazione irreprensibilmente difficile, ma poi perdere il paziente a causa della progressione dei fenomeni infiammatori stazionari del pancreas che sono sorti a seguito della sua prolungata posizione stazionaria forzata a letto. È possibile ottenere un significativo recupero delle funzioni motorie danneggiate degli arti dopo aver subito una violazione della circolazione cerebrale o completa fusione di frammenti ossei dopo una grave frattura, ma il paziente morirà a causa di piaghe da decubito formate durante questo periodo a causa di scarsa cura.

Pertanto, l'assistenza infermieristica è una parte obbligatoria dell'intero processo di trattamento, influenzando in larga misura la sua efficacia.

Prendersi cura dei pazienti con malattie degli organi del sistema endocrino di solito include in sé una serie di attività generali svolte in molte malattie di altri organi e sistemi corporei. Pertanto, in caso di diabete, è necessario attenersi rigorosamente a tutte le regole e ai requisiti di cura dei pazienti che soffrono di debolezza (misurazione regolare dei livelli di glucosio nel sangue e registrazione della lista malata, monitoraggio del sistema cardiovascolare e del sistema nervoso centrale, cura della cavità orale, alimentazione della nave e orinatoio, cambio tempestivo della biancheria intima, ecc.) Con una lunga permanenza del paziente a letto, prestare particolare attenzione alla cura della pelle e alla prevenzione delle piaghe da decubito. Tuttavia, prendersi cura dei pazienti con malattie degli organi del sistema endocrino comporta l'implementazione di una serie di ulteriori misure associate ad aumento della sete e dell'appetito, prurito, minzione frequente e altri sintomi.

1. Il paziente deve essere collocato con il massimo comfort, dal momento che ogni inconveniente e ansia aumentano il bisogno di ossigeno del corpo. Il paziente dovrebbe sdraiarsi sul letto con un'estremità della testa elevata. Spesso è necessario cambiare la posizione del paziente a letto. L'abbigliamento deve essere ampio, confortevole, senza limiti di respirazione e movimenti. Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessaria un'aerazione regolare (4-5 volte al giorno), una pulizia a umido. La temperatura dell'aria dovrebbe essere mantenuta a 18-20 ° C. Si consiglia di dormire all'aria aperta.

2. È necessario monitorare la pulizia della pelle del paziente: pulire regolarmente il corpo con un asciugamano caldo e umido (la temperatura dell'acqua è di 37-38 ° C), quindi con un asciugamano asciutto. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle pieghe naturali. Prima pulisci la schiena, il torace, l'addome, le mani, quindi conduci e avvolgi il paziente, quindi asciuga e avvolgi le gambe.

3. I pasti dovrebbero essere completi, opportunamente selezionati, specializzati. Il cibo dovrebbe essere liquido o semi-liquido. Si consiglia di alimentare il paziente in piccole porzioni, spesso i carboidrati facilmente assorbiti (zucchero, marmellata, miele, ecc.) Sono esclusi dalla dieta. Dopo aver mangiato e bevuto, sciacquati la bocca.

4. Monitorare le mucose della cavità orale per il rilevamento tempestivo della stomatite.

5. È necessario osservare le funzioni fisiologiche, la corrispondenza della diuresi del liquido consumato. Evitare costipazione e flatulenza.

6. Effettuare regolarmente gli ordini del medico, cercando di assicurarsi che tutte le procedure e le manipolazioni non portino preoccupazione espressa al paziente.

7. Con un attacco forte, è necessario alzare la testa del letto, fornire l'accesso all'aria fresca, riscaldare i piedi del paziente con riscaldatori caldi (50-60 ° C), somministrare glucosio-abbassamento e preparazioni di insulina. Quando l'attacco scompare, iniziano a dare cibo in combinazione con sostituti dello zucchero. Dal 3-4 ° giorno della malattia a temperatura corporea normale, è necessario eseguire procedure di distrazione e di scarico: una serie di esercizi leggeri. Alla 2ª settimana, dovresti iniziare ad eseguire esercizi di fisioterapia, massaggio del torace e degli arti (leggera macinazione, in cui si apre solo la parte massaggiata del corpo).

8. Con una temperatura corporea elevata, è necessario aprire il paziente, con i brividi, strofinare la pelle del tronco e le estremità con movimenti leggeri con una soluzione al 40% di alcool etilico usando un asciugamano non ruvido; se il paziente ha la febbre, la stessa procedura viene eseguita utilizzando una soluzione di aceto da tavola in acqua (aceto e acqua - in un rapporto di 1:10). Attaccare una bolla con ghiaccio o un impacco freddo sulla testa del paziente per 10-20 minuti, la procedura deve essere ripetuta dopo 30 minuti. Impacchi freddi possono essere applicati a grandi vasi del collo, sotto l'ascella, il gomito e la fossa poplitea. Fai un clistere purificante con acqua fredda (14-18 ° C), poi un clistere medico con 50% di analgin (1 ml di soluzione mescolata con 2-3 cucchiaini di acqua) o iniettare una candela con analgin.

9. Monitorare attentamente il paziente, misurare regolarmente la temperatura corporea, la glicemia, il polso, la frequenza respiratoria, la pressione sanguigna.

10. Durante tutta la vita del paziente è nell'osservazione del dispensario (esami 1 volta all'anno).

L'esame infermieristico dei pazienti da parte dell'infermiere stabilisce un rapporto di fiducia con il paziente e trova i reclami: aumento della sete, minzione frequente. Le circostanze del verificarsi della malattia (ereditarietà, appesantimento da diabete, infezioni virali che causano danni alle isole di Langerhans del pancreas), quale giorno della malattia, quale livello di glucosio nel sangue al momento, quali farmaci sono stati utilizzati, sono stati studiati. All'esame, l'infermiera attira l'attenzione sull'aspetto del paziente (la pelle ha una tinta rosa dovuta all'espansione della rete vascolare periferica, spesso bolle e altre pustole cutanee si verificano sulla pelle). Misura la temperatura corporea (elevata o normale), determina l'NPV (25-35 in un minuto) mediante la palpazione, l'impulso (frequente, riempimento debole), misura la pressione sanguigna.

I pazienti per tutta la vita sono sotto la supervisione di un endocrinologo, ogni mese in laboratorio determinano il livello di glucosio. Alla scuola di diabetici, imparano l'auto-monitoraggio e l'aggiustamento della dose di insulina.

Tabella 1. Osservazione ambulatoriale di pazienti endocrinologici nella città di Orel per il periodo 2013-2015

Un'infermiera insegna ai pazienti come tenere un diario di auto-monitoraggio della condizione, le reazioni alla somministrazione di insulina. L'autocontrollo è la chiave per gestire il diabete. Ognuno dei pazienti dovrebbe essere in grado di vivere con la sua malattia e, conoscendo i sintomi di complicanze, overdose di insulina, al momento giusto per far fronte a una particolare condizione. L'autocontrollo ti consente di condurre una vita lunga e attiva.

Un'infermiera insegna al paziente a misurare autonomamente lo zucchero nel sangue mediante strisce reattive per la determinazione visiva; utilizzare il dispositivo per determinare il livello di zucchero nel sangue e utilizzare strisce reattive per la determinazione visiva dello zucchero nelle urine.

Sotto la supervisione di un'infermiera, i pazienti imparano a farsi l'iniezioni di insulina con una siringa - con penne o siringhe per insulina.

Dove è necessario conservare l'insulina?

Le fiale aperte (o le siringhe riempite - penne) possono essere conservate a temperatura ambiente, ma non alla luce a non più di 25 ° C. Il brodo di insulina deve essere conservato in frigorifero (ma non nel comparto congelatore).

Siti di iniezione per insulina

Cosce - terzo esterno della coscia

Addome - parete addominale anteriore

Glutei: il quadrato esterno superiore

Spalla - terzo esterno superiore (non consigliato per l'autoiniezione)

Come iniettare correttamente

Per assicurare il completo assorbimento dell'insulina, le iniezioni dovrebbero essere fatte nel grasso sottocutaneo e non nella pelle o nei muscoli. Se l'insulina viene somministrata per via intramuscolare, il processo di assorbimento di insulina viene accelerato, il che provoca lo sviluppo di ipoglicemia. Somministrato per via intradermica, l'insulina è scarsamente assorbita.

Le "scuole per il diabete", dove insegnano tutte queste conoscenze e abilità, sono organizzate in dipartimenti e cliniche di endocrinologia.

Capitolo 2

diagnostica

La concentrazione di zucchero (glucosio) nel sangue capillare a stomaco vuoto supera 6,1 mmol / l, e 2 ore dopo aver mangiato, supera 11,1 mmol / l;

a seguito del test di tolleranza al glucosio (nei casi dubbi) il livello di zucchero nel sangue supera 11,1 mmol / l;

il livello di emoglobina glicata supera il 5,9%;

lo zucchero è presente nelle urine;

Misurazione dello zucchero Misurare i livelli di zucchero è necessario per le persone sane nel quadro di esami clinici e diabetici. Ai fini dell'esame clinico, la misurazione viene eseguita in condizioni di laboratorio a stomaco vuoto una volta ogni tre anni. Questo di solito è sufficiente per diagnosticare una malattia correlata allo zucchero. A volte, in presenza di fattori di rischio per il diabete o sospetto dell'inizio del suo sviluppo, il medico può raccomandare studi più frequenti. Per le persone sane, non è richiesto un monitoraggio costante dei livelli di zucchero e la disponibilità di un glucometro. A volte, durante una visita medica annuale, una persona scopre improvvisamente livelli elevati di zucchero nel sangue. Questo fatto serve come segnale per il monitoraggio regolare della loro salute. Per l'osservazione quotidiana, è necessario acquistare un dispositivo speciale per misurare la glicemia. Tale dispositivo è chiamato un misuratore di glucosio nel sangue.

Misuratore della glicemia e sua selezione. Questo dispositivo è specificamente progettato per misurare i livelli di glucosio nel sangue. Con l'uso regolare del misuratore è necessario avere a portata di mano una penna per piercing, lancette sterili e strisce reattive che reagiscono al sangue. Le lancette differiscono in lunghezza, quindi sono selezionate, tenendo conto dell'età dell'utente del dispositivo.

A seconda del principio di funzionamento, i glucometri sono divisi in due gruppi principali: dispositivi fotometrici ed elettrochimici. Il principio di funzionamento del dispositivo fotometrico è il seguente: immediatamente dopo che il glucosio entra nel reagente, che si trova sulla superficie della striscia reattiva utilizzata, diventa immediatamente blu. La sua intensità varia a seconda della concentrazione di glucosio nel sangue del paziente - più il colore è luminoso, più alto è il livello di zucchero. Si possono notare tali cambiamenti di colore solo con l'aiuto di uno speciale dispositivo ottico, che è molto fragile e richiede una cura particolare, che è il principale svantaggio dei dispositivi fotometrici.

Il principio di funzionamento dei dispositivi elettrochimici per misurare la glicemia si basa sulla determinazione di deboli correnti elettriche provenienti da strisce reattive, dopo che le strisce reattive reagiscono con la glicemia. Quando si misura il livello di zucchero su glucometri elettrochimici, i risultati sono i più accurati, quindi sono molto più popolari.

Quando si sceglie un glucometro, è necessario concentrarsi sempre sullo stato di salute e sulla categoria di prezzo. Le persone anziane preferiscono dare la preferenza ai glucometri ad un prezzo accessibile, con un ampio display, con indicazioni degli indicatori in russo. I giovani sono più adatti al misuratore di glicemia compatto, che può stare in tasca.

Quattro semplici passaggi per testare:

1) È necessario aprire il fusibile;

2) Prendi una goccia di sangue;

3) Applicare una goccia di sangue;

4) Ottieni il risultato e chiudi il fusibile.

Test di tolleranza al glucosio - curva con carico di zucchero. Viene eseguito se il livello di glucosio nel sangue è normale e vi sono fattori di rischio (vedi tabella).

Lo studio del fondo dell'occhio - segni di retinopatia diabetica. Ultrasuono del pancreas - presenza di pancreatite.

Livello di glucosio nel sangue durante il test di tolleranza al glucosio

prevenzione

· Prevenzione dell'obesità o del suo trattamento;

· Escludere dagli alimenti che contengono carboidrati facilmente digeribili e alimenti ricchi di grassi animali;

· Conformità con la modalità razionale del lavoro e della vita

· Utilizzare tempestivamente e adeguatamente i farmaci. prospettiva

Attualmente il diabete è incurabile. La durata della vita e la capacità di lavorare di un paziente dipendono in gran parte dalla tempestività del rilevamento della malattia, dalla sua gravità, dall'età del paziente e dal trattamento corretto. Il diabete precedente si verifica, più riduce la vita dei malati. La prognosi del diabete mellito è determinata principalmente dal grado di danno al sistema cardiovascolare. I pazienti con diabete mellito sono normodotati. In caso di diabete mellito di grado moderato e grave, la capacità lavorativa viene valutata individualmente, a seconda del decorso della malattia e delle patologie associate.

2.2.Samokontrol e formazione dei pazienti con diabete.

La pratica ha dimostrato che il prerequisito più importante per un trattamento efficace dei diabetici è insegnare loro praticamente tutto quello che sa il medico, cioè le basi della dietoterapia, la dieta, le regole per selezionare la terapia insulinica e il trattamento con preparazioni per compresse, regime di esercizi e riposo, pianificazione familiare, ecc. è importante che il paziente abbia partecipato consapevolmente al processo di trattamento, ne abbia compreso il significato e gli obiettivi, abbia saputo quanto sia grande il valore dell'autocontrollo e della prevenzione delle complicazioni tardive. ETA deve essere integrata e comprende diversi componenti: l'uso di farmaci - insulina o farmaci ipoglicemizzanti orali, la dieta, l'esercizio fisico è laureato, prevenzione e trattamento delle complicanze tardive, paziente autogestione formazione professionale. Ignorare almeno uno dei componenti può portare a conseguenze irreversibili Il moderno concetto di gestione dei pazienti con diabete mellito tratta questa malattia come associata a un determinato stile di vita. Questo approccio mette in primo luogo il sistema di monitoraggio ambulatoriale altamente efficiente dei pazienti, piuttosto che espandere la base per il loro trattamento ospedaliero. A questo proposito, il ruolo principale del legame primario di assistenza diabetica specializzata, che è rappresentata nel nostro paese da endocrinologi e infermieri di cliniche distrettuali e dispensari endocrinologici, è ovvio. Più di 2 milioni di pazienti con diabete sono stati registrati nella Federazione Russa.

I compiti di un'efficace cura diabetica includono

· Completa o quasi completa normalizzazione dei processi metabolici al fine di eliminare le complicanze croniche acute del diabete

· Migliorare la qualità della vita del paziente: la malattia deve essere il meno possibile sul modo di vivere in modo che il paziente non dipenda dagli altri il più possibile, partecipando attivamente e con competenza al trattamento della sua malattia.

Risolvere questi problemi richiede un grande sforzo da parte degli operatori sanitari e, in particolare, nello sviluppo dei sistemi di educazione dei pazienti. A causa della carenza di endocrinologi-diabetologi e tenendo conto dell'esperienza internazionale, abbiamo sviluppato un programma di formazione per i pazienti con la partecipazione di personale infermieristico. Ciò ha permesso ai medici di occuparsi esclusivamente del processo medico.

I principi di base della dieta.

Escludere carboidrati facilmente digeribili (dolci, frutta dolce, prodotti da forno).

Dividere il pasto in quattro o sei piccole porzioni durante il giorno.

Il 50% di grasso deve essere di origine vegetale.

La dieta deve soddisfare il bisogno di nutrienti del corpo.

Osservare una dieta rigorosa

Le verdure dovrebbero essere consumate giornalmente.

Pane: fino a 200 grammi al giorno, principalmente segale.

Verdure e verdure Patate, carote - non più di 200 g al giorno. Ma altri ortaggi (cavoli, cetrioli, pomodori, ecc.) Possono essere usati senza quasi nessuna restrizione.

Frutta e bacche di varietà aspre e agrodolci - fino a 300 g al giorno.

Bevande. Consentito tè verde o nero, è possibile con latte, caffè debole, succo di pomodoro, succo di bacche e frutta, varietà aspre.

Tecniche per aiutare a ridurre l'apporto calorico e sbarazzarsi del peso corporeo eccessivo

Dividere la quantità giornaliera di cibo in quattro o sei piccole porzioni. Evitare lunghi periodi di tempo tra un pasto e l'altro.

Se hai fame tra i pasti, mangia le verdure.

Bevi acqua o bibite senza zucchero. Non dissetarti con il latte, perché contiene sia i grassi che le persone con obesità devono prendere in considerazione, sia i carboidrati che influenzano i livelli di zucchero nel sangue.

Non tenere una grande quantità di cibo a casa, altrimenti incontrerai sicuramente una situazione in cui qualcosa deve essere mangiato, altrimenti si deteriorerà.

Chiedi supporto alla tua famiglia, ai tuoi amici, vai al modo "sano" di mangiare insieme.

I cibi più ipercalorici sono ricchi di grassi. Ricorda l'alto contenuto calorico di semi e noci.

Non puoi perdere peso velocemente. L'opzione migliore - 1-2 kg al mese, ma costantemente.

Dieta standard numero 9

Di solito, la nutrizione medica nel diabete inizia con una dieta standard. L'assunzione giornaliera di cibo è divisa in 4-5 volte. L'apporto calorico totale è di 2300 kcal al giorno. Assunzione di liquidi al giorno - circa 1,5 litri. Una variante di questo potere è data nella tabella sottostante.

Tabella 2. Il rapporto tra prodotti lattiero-caseari in grammi e unità di pane

(1 XE = 10-12 g di carboidrati, 1 XE aumenta lo zucchero nel sangue di 1,5-2 mmol / l.)

Tabella 3. Rapporto tra prodotti da forno in grammi e unità di pane.

Tabella 4. Rapporto tra i cereali in grammi e unità di pane.

1 cucchiaio. cucchiaio di cereali crudi. Bollito 1 XE = 2 cucchiai. cucchiai del prodotto (30 g).

Tabella 5. Rapporto tra verdure e frutta in grammi e unità di pane.

6-8 art. cucchiai di bacche, come lamponi, ribes, ecc, corrispondono a circa 1 tazza (1 tazza) di queste bacche. Circa 100 ml di succo (senza zucchero aggiunto, 100% di succo naturale) contiene circa 10 g di carboidrati.

Tabella 5. Il rapporto tra legumi in grammi e unità di pane.

Il numero totale di calorie nella dieta dal tavolo è 2165,8 kcal.

Se con una tale dieta standard c'è una certa diminuzione del livello di zucchero nel sangue e nelle urine (o addirittura lo zucchero scompare completamente nelle urine), dopo un paio di settimane la dieta può essere espansa, ma solo con il permesso del medico! Il medico controllerà il livello di zucchero nel sangue, che non dovrebbe essere superiore a 8,9 mmol / l. Se tutto è in ordine, il medico può permettervi di aggiungere alcuni alimenti pieni di carboidrati alla vostra dieta. Ad esempio, 1-2 volte a settimana ti permetteranno di mangiare 50 grammi di patate o 20 grammi di porridge (eccetto la semola e il riso). Ma un tale aumento nell'alimentazione del cibo deve essere costantemente rigorosamente controllato per tenere conto dei cambiamenti di zucchero nel sangue e delle urine.

Menu dieta numero 9 per il diabete

Ecco la migliore opzione di pasto per il diabete per un giorno:

· Colazione - porridge di grano saraceno (grano saraceno - 40 g, burro - 10 g), pasta di carne (pasta di pesce) (carne - 60 g, burro - 5 g), tè o caffè debole con latte (latte - 40 ml).

· 11: 00-11: 30 - bevi un bicchiere di kefir.

· Pranzo: zuppa di verdure (olio vegetale - 5 g, patate inzuppate - 50 g, cavolo - 100 g, carote - 20 g, panna acida - 5 g, pomodoro - 20 g), carne bollita - 100 g, patate - 140 g, burro - 5 g, mela - 150-200 g

· 17:00 - bevete una bevanda di lievito, per esempio, kvas.

· Cena: zrazy di carote con ricotta (carota - 80 g, ricotta - 40 g, semola - 10 g, cracker di segale - 5 g, uovo - 1 pz.), Pesce bollito - 80 g, cavolo - 130 g, olio vegetale - 10 g, tè con un sostituto dello zucchero, per esempio, con xilitolo.

· Di notte: bevi un bicchiere di kefir.

· Pane al giorno - 200-250 g (preferibilmente segale).

Il diabete mellito è una malattia molto grave, che significa sindrome da iperglicemia cronica, associata a insufficiente secrezione di insulina o violazione della sua azione. Questa malattia, come si è scoperto, è di natura eterogenea, che si basa su vari fattori. Le cause del diabete non sono sempre abbastanza chiare. Nello sviluppo del deficit di insulina, una patologia ereditaria gioca principalmente il ruolo di un fattore predisponente - la nascita di un bambino con un peso maggiore, e anche il danno virale delle cellule beta del pancreas è possibile.

La diagnosi precoce e l'adeguatezza del trattamento di questa malattia sono i compiti più importanti, poiché sia ​​l'iper- sia l'ipoglicemia fungono da punto di partenza per molti meccanismi patologici che contribuiscono allo sviluppo di gravi complicanze vascolari. L'obiettivo del trattamento del diabete è raggiungere tali livelli di glucosio nel sangue durante il giorno, che sono praticamente gli stessi di quelli osservati in una persona sana. Uno studio prospettico nel 1993 ha mostrato che sia la frequenza delle complicanze vascolari del diabete che il tempo in cui apparivano erano chiaramente correlate al grado di compensazione. Mantenendo a lungo una normale (o quasi normale) concentrazione di glucosio nel sangue, è possibile ritardare o ritardare l'inizio delle complicazioni tardive.

Sfortunatamente, né la terapia insulinica, né l'uso di farmaci orali, né la dieta possono fondamentalmente risolvere il problema della cura del diabete. Gli scienziati di tutto il mondo stanno attivamente cercando tali fondi. Proposto, ad esempio, un metodo di immunosoppressione del diabete di tipo 1, che mira a sopprimere l'immunità umorale (formazione di autoanticorpi all'insulina, proinsulina). Una delle direzioni della ricerca è il trapianto di cellule beta del pancreas, una parte di un organo, nonché un trapianto completo del pancreas. Incoraggiare le possibilità della terapia genica, come evidenziato dal progresso delle tecnologie gene-molecolari. Tuttavia, la soluzione di questi problemi è una questione di futuro e con ogni probabilità

riferimenti

1.E.V. Smoleva, E. Terapia con un corso di assistenza medica e sociale primaria / E.V. Smoleva, E.L. Apodiakos. - Izd.9-e - Rostov n / D: Phoenix, 2011.

2. Smolev E.V. Infermieristica in terapia con un ciclo di cure primarie / E.V. Smoleva; di ed. a. m. n. BV Kabaruhina. - Izd.6-e - Rostov n / D: Phoenix, 2008.

3. Fedyukovich N.I. Malattie interne: un libro di testo / N.I. Fedyukovich. - Izd.7-e. - Rostov n / D: Phoenix, 2011.

4. Watkins P. J. Diabete mellito / 2a ed. - Per. dall'inglese M.: BINOM Publishers, 2006. - 134 p., Ill.

5. Mak-Morrey. - metabolismo nell'uomo. - M, World 2006

6.A.S.Ametov, A.S. Approcci moderni al trattamento del diabete di tipo 2 e delle sue complicanze - 2012.

7.A.S. Ametov, L.V. Kondratieff, M.A. Lysenko // Farmacologia e terapia clinica. - 2012

8.A.F. Apukhin, M.E. Statsenko, L.I. Inina // Medicina preventiva. - 2012.

9. Nonni I. Butrova S. Platonova N. // Your Weight and Your Health - 2008

10. Stupin V.A., Rumyantseva S.A., Silina E.V. // Approcci multidisciplinari al trattamento dell'ischemia e delle sindromi da ipossia in pazienti con diabete mellito - Mosca 2011

11. Shestakova M.V., Surkova E.V., Mayorov A.Yu. // Educazione dei pazienti con diabete di tipo 2. - Mosca 2007

Processo infermieristico nel diabete

Il processo infermieristico è un metodo di attività infermieristica scientificamente basata e praticata per assistere i pazienti.

Lo scopo di questo metodo è garantire una qualità di vita accettabile in una malattia fornendo il conforto fisico, psicosociale e spirituale più accessibile al paziente, tenendo conto della sua cultura e dei suoi valori spirituali.

Effettuando il processo infermieristico in pazienti con diabete mellito, l'infermiera insieme al paziente elabora un piano di interventi infermieristici, per questo ha bisogno di ricordare quanto segue:

. Alla valutazione iniziale (esame del paziente) è necessario:

Ottieni informazioni sanitarie e identifica le esigenze specifiche dell'assistenza infermieristica del paziente, nonché le opportunità di auto-aiuto.

La fonte di informazione è:

conversazione con il paziente e i suoi parenti;

Successivamente, è necessario chiedere al paziente e ai suoi parenti i fattori di rischio:

ü Abuso di alcool;

ü Nutrizione inadeguata;

ü Stress neurologico-emotivo;

Continuando la conversazione con il paziente, dovresti chiedere l'inizio della malattia, le sue cause, i metodi di indagine effettuati:

ü Esami del sangue, urina.

Passando a un esame obiettivo dei pazienti con diabete, è necessario prestare attenzione a:

ü Colore e secchezza della pelle;

ü Perdita di peso o sovrappeso.

1. Nella dieta (è necessario scoprire qual è l'appetito del paziente, se può mangiare indipendentemente o no, è necessario un dietologo specialista in materia di alimenti dietetici, anche scoprire se e quanto alcol è consumato);

. Nelle funzioni fisiologiche (feci regolari);

. In un sogno e riposo (dipendenza da addormentarsi su sonniferi);

. Nel lavoro e nel tempo libero.

Tutti i risultati della valutazione infermieristica primaria sono registrati dall'infermiere nella "Lista di valutazione infermieristica" (vedi allegato).

.Il passo successivo nelle attività dell'infermiere è la sintesi e l'analisi delle informazioni ricevute, sulla base delle quali trarre conclusioni. Quest'ultimo diventa il problema del paziente e il tema dell'assistenza infermieristica.

Pertanto, i problemi dei pazienti sorgono quando ci sono difficoltà nel soddisfare i bisogni.

Attraverso il processo infermieristico, l'infermiere identifica i problemi prioritari del paziente:

· Dolore agli arti inferiori;

3. Piano di assistenza infermieristica.

Elaborando un piano di assistenza con il paziente e i parenti, l'infermiere dovrebbe essere in grado di identificare i problemi prioritari in ciascun caso individuale, stabilire obiettivi specifici e fare un piano di assistenza reale con motivazione di ogni passo.

. Implementare un piano di intervento infermieristico. L'infermiera soddisfa il piano di assistenza previsto.

. Per quanto riguarda la valutazione dell'efficacia degli interventi infermieristici, è necessario tener conto dell'opinione del paziente e della sua famiglia.

1. Manipolazioni eseguite da un'infermiera.

- controlla il bilancio idrico,

distribuisce medicinali, li scrive sul diario dell'appuntamento,

si prende cura di pazienti gravemente malati

prepara i pazienti per vari metodi di ricerca

accompagna i pazienti alla ricerca,

Manipolazioni dell'infermiera

Iniezione di insulina sottocutanea

Equipaggiamento: siringa monouso per insulina con ago, un ago monouso aggiuntivo, flaconcini di preparazioni insuliniche, vassoi sterili, vaschetta per materiale usato, pinzetta sterile, alcool 70o o altra pelle antisettica, palline di cotone sterili (tovaglioli), pinzette (in una siringa con disinfettante) ), contenitori con disinfettanti per ammollo di materiale di scarto, guanti.

I. Preparazione per la procedura

.Chiarire la consapevolezza del paziente sul farmaco e il suo consenso all'iniezione.

. Spiega lo scopo e il corso della procedura imminente.

. Per chiarire la presenza di una reazione allergica al farmaco.

. Lavare e asciugare le mani.

. Controlla il nome, la data di scadenza del farmaco.

. Rimuovere i vassoi sterili e le pinzette dalla confezione.

. Raccogli una siringa per insulina monouso.

. Preparare 5-6 batuffoli di cotone, inumidirli con una pelle antisettica nel cerotto, lasciando 2 palline asciutte.

. Utilizzando una pinza non sterile, aprire il coperchio che copre il tappo di gomma sul flacone di insulina.

. Pulire il cappuccio del flaconcino con un batuffolo di cotone con un antisettico e lasciare asciugare o pulire il tappo del flacone con un batuffolo di cotone sterile asciutto (tovagliolo).

. Scartare il batuffolo di cotone usato nel vassoio per i materiali usati.

. Metti il ​​medicinale nella siringa nella giusta dose, cambia l'ago.

. Posizionare la siringa in un vassoio sterile e trasportare nella camera.

.Aiutare il paziente a prendere una posizione comoda per l'iniezione

"Scuola di diabete". Assistenza infermieristica per i malati

Nella "Scuola del diabete" vengono addestrate persone di diverse fasce d'età. I gruppi si formano anche tra i bambini, e l'età con un grado di pubertà è presa in considerazione. L'obiettivo della scuola è insegnare alle persone con autocontrollo del diabete. Inoltre, il compito della scuola include l'adattamento dei pazienti a nuove condizioni di vita e la prevenzione delle complicanze della malattia. L'assistenza infermieristica per i pazienti include il seguente piano di lavoro:

  • Spiegazione al paziente e ai suoi parenti che il diabete non è una malattia che può essere curata, ma un modo di vita, a cui è necessario abituarsi.
  • Sviluppo e organizzazione di un menu per bambini che limita i carboidrati digeribili (confetteria, miele, uva, banane, marmellata, zucchero, ecc.).
  • Organizzazione di un pasto di sei pasti, dove ci saranno tre ricevimenti principali e tre spuntini.
  • Insegnare tecniche di iniezione di insulina, sfumature e regole per il suo utilizzo.
  • Controllo sull'uso di farmaci antidiabetici.
  • Sviluppo del dosaggio del carico fisico e mentale per un bambino diabetico.
  • Controllo rigoroso dell'igiene del paziente.
  • Proteggere il bambino dall'acquisizione di raffreddori e infezioni associate.

Gruppi nella "Scuola del diabete"

I gruppi della School of Diabetes sono divisi in tre categorie principali.

Primo gruppo

Neonati e bambini nei primi anni di vita. Questi pazienti non sono in grado di fornire auto-cura e monitoraggio, quindi sono completamente dipendenti da genitori e personale medico. In questo gruppo è di grande importanza stabilire un contatto psicologico con la madre del bambino. Dopotutto, a causa dello stress, le madri cadono spesso in depressione e il contatto con il bambino si indebolisce. Ci sono problemi specifici che devono essere affrontati dai professionisti medici. Vale a dire:

  1. sbalzi d'umore del paziente;
  2. dolore da iniezioni e controllo del glucosio;
  3. sopprimere la paura del bambino alla vista di camici bianchi da parte di professionisti del settore medico che possono essere associati a sensazioni dolorose.

Tutti questi fattori richiedono l'instaurazione di un rapporto di fiducia tra un medico e i genitori di un piccolo paziente, poiché è estremamente necessario imparare come monitorare continuamente la malattia, sebbene sia difficile.

Secondo gruppo

Il secondo gruppo comprende i bambini in età prescolare. Va detto che prima c'erano dibattiti sulla fattibilità di addestrare questi giovani pazienti all'autocontrollo. Tuttavia, la maggior parte dei genitori ha ritenuto necessario questo addestramento.

Terzo gruppo

Studenti. Per i pazienti in questo gruppo ci sono anche i loro programmi di allenamento obbligatori:

  1. ai bambini viene insegnato il rispetto di sé e l'adattamento a un nuovo modo di vivere;
  2. a tutti viene insegnato a fare le proprie iniezioni ea monitorare la glicemia;
  3. imparare a riconoscere i sintomi della glicemia;
  4. viene anche insegnato a comprendere in dettaglio le sfumature di questa malattia;
  5. i bambini stanno cercando di aiutare ad imparare come adattarsi al monitoraggio della malattia, combinato con la scuola.

Il terzo gruppo comprende i bambini adolescenti. A questa età, una persona sperimenta i più forti cambiamenti ormonali, manifestati sia nei cambiamenti psicologici che in quelli fisici. Può esserci spesso un peggioramento del controllo del monitoraggio del diabete. E al fine di fornire un'adeguata assistenza ai pazienti durante il periodo della pubertà, la Diabetes School ha sviluppato programmi aggiuntivi. Includono:

  • la formazione della relazione di fiducia di un adolescente e del gruppo in cui è coinvolto;
  • costruire la fiducia tra il personale medico e l'adolescente;
  • aiuto psicologico e sostegno all'adolescente per i suoi piccoli obiettivi;
  • la possibile riduzione della barriera tra gli obiettivi di un adolescente e le esigenze di un nuovo stile di vita;
  • lo sviluppo di diete, la regolazione del peso corporeo, il monitoraggio costante della velocità di iniezione necessaria;
  • conversazioni confidenziali sul tema della pubertà, aiutandolo a rafforzare la fiducia in se stesso, aiutando a trovare un linguaggio comune tra l'adolescente ei suoi genitori (tenendo conto delle sfumature del trattamento).

Il lavoro degli specialisti della "Scuola di diabete mellito" è necessario per tutti e tre i gruppi di pazienti e i loro genitori. Dopotutto, quando ci si confronta per la prima volta con una diagnosi del genere, chiunque può facilmente confondersi, cadere nella disperazione, persino decidere che la vita non ha più un significato! È importante per i pazienti e i loro familiari capire che il diabete non è una frase. E se rispetti tutte le condizioni per un corretto monitoraggio e sai che c'è sempre l'aiuto degli specialisti della scuola, puoi vivere completamente libero da problemi e sentimenti spiacevoli.

Processo infermieristico nel diabete. Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata da una ridotta produzione o azione dell'insulina e porta all'interruzione di tutti i tipi di metabolismo e, soprattutto, del metabolismo dei carboidrati. La classificazione del diabete mellito, adottata dall'OMS nel 1980:
1. Tipo insulino-dipendente - 1 tipo.
2. Tipo insulino-indipendente - tipo 2.
Il diabete mellito di tipo 1 è più comune nei giovani, il diabete mellito di tipo 2 è nelle persone di mezza età e negli anziani.
Nel diabete, le cause e i fattori di rischio sono così strettamente intrecciati che a volte è difficile distinguerli. Uno dei principali fattori di rischio è la predisposizione ereditaria (il diabete mellito di tipo 2 è ereditariamente sfavorevole), anche l'obesità, l'alimentazione squilibrata, lo stress, le patologie pancreatiche e le sostanze tossiche svolgono un ruolo importante. in particolare, l'alcol, le malattie di altri organi endocrini.
Fasi del diabete:
Fase 1: prediabete: uno stato di predisposizione al diabete.
Gruppo di rischio:
- Persone con ereditarietà gravata.
- Donne che hanno dato alla luce un bambino vivo o morto di peso superiore a 4,5 kg.
- Persone che soffrono di obesità e aterosclerosi.
Stadio 2 - diabete latente - è asintomatico, il livello di glucosio a digiuno è normale - 3,3-5,5 mmol / l (secondo alcuni autori - fino a 6,6 mmol / l). Il diabete latente può essere identificato da un test di tolleranza al glucosio quando il paziente dopo aver assunto 50 g di glucosio sciolto in 200 ml di acqua, ha un aumento dei livelli di zucchero nel sangue: dopo 1 ora sopra 9,99 mmol / l. e dopo 2 ore - più di 7,15 mmol / l.
Fase 3 - diabete chiaro - è caratterizzata dai seguenti sintomi: sete, poliuria, aumento dell'appetito, perdita di peso, prurito (specialmente nell'area del cavallo), debolezza, affaticamento. Nell'analisi del sangue, il glucosio alto, il glucosio è anche possibile con l'urina.
Con lo sviluppo di complicanze associate alla lesione vascolare del sistema nervoso centrale. il fondo dell'occhio rene, cuore, arti inferiori, unire i sintomi del danno agli organi e ai sistemi corrispondenti.

Processo infermieristico nel diabete:
Problemi del paziente:
A. Esistente (reale):
- sete;
- poliuria:
- prurito. pelle secca:
- aumento dell'appetito;
- perdita di peso;
- debolezza, stanchezza; ridotta acuità visiva;
- dolore nel cuore;
- dolore agli arti inferiori;
- la necessità di seguire costantemente una dieta;
- necessità di somministrazione continua di insulina o assunzione di farmaci antidiabetici (manin, diabeton, amaril, ecc.);
Mancanza di conoscenza su:
- la natura della malattia e le sue cause;
- terapia dietetica;
- auto-aiuto con l'ipoglicemia;
- cura dei piedi;
- calcolo delle unità di pane e della compilazione dei menu;
- usando il misuratore;
- complicanze del diabete mellito (coma e angiopatie diabetiche) e autoaiuto per i coma.
B. Potenziale:
Rischio di sviluppo:
- stati prekomatoznyh e comatosi:
- cancrena degli arti inferiori;
- infarto miocardico acuto;
- insufficienza renale cronica;
- cataratta e retinopatia diabetica con visione alterata;
- infezioni secondarie, malattie della pelle pustolosa;
- complicanze dovute alla terapia insulinica;
- Lenta guarigione delle ferite, compreso il postoperatorio.
Raccolta di informazioni durante l'esame iniziale:
Interrogazione del paziente su:
- aderenza a una dieta (fisiologica o dietetica numero 9), alla dieta;
- attività fisica durante il giorno;
- trattamento effettuato:
- terapia insulinica (nome dell'insulina, dose, durata della sua azione, regime di trattamento);
- preparazioni di targa antidiabetiche (nome, dose, caratteristiche del loro ricevimento, tolleranza);
- prescrizione di esami del glucosio ematico e delle urine per glicemia ed esame da parte di un endocrinologo;
- il paziente ha un glucometro, la capacità di usarlo;
- la possibilità di utilizzare la tabella delle unità di pane e creare un menu per unità di pane;
- la capacità di usare una siringa per insulina e una penna a siringa;
- conoscenza dei siti e delle tecniche di somministrazione di insulina, prevenzione delle complicanze (ipoglicemia e lipodistrofia nei siti di iniezione);
- tenere un diario di osservazioni di un paziente con diabete mellito:
- Visita al passato e ora "Scuola di diabetici";
- lo sviluppo del passato ipoglicemico e iperglicemico com, le loro cause e sintomi;
- la capacità di fornire auto-aiuto;
- il paziente ha un "Diabetic Passport" o "Diabetic Business Card";
- predisposizione ereditaria al diabete mellito);
- malattie associate (malattie del pancreas, altri organi endocrini, obesità);
- reclami del paziente al momento dell'ispezione.
Esame del paziente:
- colore, umidità della pelle, presenza di graffi:
- determinazione del peso corporeo:
- misurazione della pressione sanguigna;
- determinazione dell'impulso sull'arteria radiale e sulle arterie del piede posteriore.
Interventi infermieristici, incluso il lavoro con la famiglia del paziente:
1. Condurre una conversazione con il paziente e la sua famiglia sulle abitudini alimentari, a seconda del tipo di diabete, dieta. Per un paziente con diabete di tipo 2, dare alcuni esempi del menu per un giorno.
2. Convinca il paziente della necessità di seguire la dieta prescritta dal medico.
3. Convincere il paziente della necessità di uno sforzo fisico raccomandato dal medico.
4. Parlare delle cause, della natura della malattia e delle sue complicanze.
5. Informare il paziente sulla terapia insulinica (tipi di insulina, l'inizio e la durata della sua azione, la connessione con l'assunzione di cibo, le caratteristiche di conservazione, gli effetti collaterali, i tipi di siringhe da insulina e le siringhe a penna).
6. Garantire la somministrazione tempestiva di insulina e farmaci antidiabetici.
7. Per controllare:
- La condizione della pelle;
- peso corporeo:
- polso e pressione sanguigna;
- impulso sulle arterie del piede posteriore;
- aderenza alla dieta e alla dieta; trasmissione al paziente dai suoi parenti;
- raccomandare il monitoraggio continuo della glicemia e delle urine.
8. Convinca il paziente della necessità di osservazione costante da parte dell'endocrinologo, tenendo un diario di sorveglianza, che indica gli indicatori del livello di glucosio nel sangue, urina, pressione sanguigna, cibo mangiato al giorno, terapia ricevuta, cambiamenti nel benessere.
9. Raccomanda esami periodici di un oculista, chirurgo, cardiologo, nefrologo.
10. Raccomanda classi nella "Scuola di diabetici".
11. Informare il paziente delle cause e dei sintomi dell'ipoglicemia, condizioni di coma.
12. Convinca il paziente della necessità di un leggero peggioramento della salute e conta ematica immediatamente contattare un endocrinologo.
13. Educa il paziente e i suoi parenti:
- calcolo delle unità di pane;
- compilare un menu per il numero di unità di pane al giorno; assunzione e somministrazione sottocutanea di insulina con una siringa da insulina;
- regole per la cura dei piedi;
- fornire auto-aiuto con l'ipoglicemia;
- misurazione della pressione sanguigna.
Condizioni di emergenza nel diabete mellito:
A. Stato ipoglicemico. Coma ipoglicemico.
motivi:
- Sovradosaggio di insulina o mezzi di compressa antidiabetici.
- Mancanza di carboidrati nella dieta.
- Assunzione di cibo insufficiente o saltare l'assunzione di cibo dopo la somministrazione di insulina.
- Attività fisica significativa.
Gli stati ipoglicemici si manifestano con una forte sensazione di fame, sudorazione, tremori degli arti, grave debolezza. Se questa condizione non viene interrotta, i sintomi dell'ipoglicemia aumenteranno: il tremore si intensificherà, ci sarà confusione nei pensieri, mal di testa, vertigini, visione doppia, ansia generale, paura, comportamento aggressivo e il paziente cade in coma con perdita di coscienza e convulsioni.
Sintomi di coma ipoglicemico: il paziente è incosciente, pallido, non c'è odore di acetone dalla bocca. la pelle è umida, abbondante sudore freddo, il tono muscolare è aumentato, la respirazione è libera. la pressione sanguigna e le pulsazioni non vengono cambiate, il tono dei bulbi oculari non viene modificato. Nell'analisi del sangue, il livello di zucchero è inferiore a 3,3 mmol / l. non c'è zucchero nelle urine.
Autoaiuto in condizioni ipoglicemiche:
Si raccomanda di mangiare 4-5 pezzi di zucchero ai primi sintomi di ipoglicemia, o bere tè caldo dolce, o prendere 10 compresse di glucosio 0,1 g ciascuno, o bere il 40% di glucosio da 2-3 fiale, o mangiare diversi dolci (meglio caramello ).
Pronto soccorso in condizioni ipoglicemiche:
- Chiama un dottore.
- Chiama l'assistente di laboratorio.
- Lascia al paziente una posizione laterale stabile.
- Metti 2 pezzi di zucchero sulla guancia, su cui giace il paziente.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
Soluzione di glucosio 40 e 5%. Soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio, prednisone (amplificatore), idrocortisone (amplificatore), glucagone (amplificatore).
B. Coma iperglicemico (diabetico, chetoacidotico).
motivi:
- Insufficiente dose di insulina.
- Violazione della dieta (aumento del contenuto di carboidrati nel cibo).
- Malattie infettive.
- Stress.
- Gravidanza.
- Lesioni.
- Intervento chirurgico.
Prurito: aumento della sete, poliuria. vomito, perdita di appetito, visione offuscata, sonnolenza insolitamente forte, irritabilità.
Sintomi di coma: la coscienza è assente, l'odore di acetone dalla bocca, iperemia e pelle secca, respiro profondo rumoroso, ridotto tono muscolare - bulbi oculari "morbidi". Pulse-filiform, la pressione sanguigna è ridotta. Nell'analisi del sangue - iperglicemia, nell'analisi delle urine - glicosuria, corpi chetonici e acetone.
Quando compaiono i precursori del coma, contatta immediatamente un endocrinologo o chiamalo a casa. Con segni di coma iperglicemico, chiamata d'emergenza.
Primo soccorso:
- Chiama un dottore.
- Dare al paziente una posizione laterale stabile (prevenzione della retrazione della lingua, aspirazione, asfissia).
- Prendi un catetere per le urine per la diagnosi rapida di zucchero e acetone.
- Fornire accesso endovenoso.
Preparare i farmaci:
- insulina ad azione breve - actropide (fl.);
- soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (fl.); Soluzione di glucosio al 5% (fl.);
- glicosidi cardiaci, agenti vascolari.

Sebbene il ruolo di un'infermiera nella cura di un paziente con diabete mellito sia in qualche modo diverso da quello di un medico qualificato, non è meno importante, se non più significativo. Ma allo stesso tempo, richiede non solo la formazione professionale, ma anche quanta alta qualità umana.

Il processo infermieristico è un complesso di cinque attività:

La sorella raccoglie informazioni sul paziente, sul suo stato di salute. Consiste sia nelle percezioni personali del paziente che in quello che può dire l'infermiera, basandosi sulle sue osservazioni. Come risultato della prima fase, i documenti con le informazioni ricevute dovrebbero essere pronti, vale a dire la creazione della storia medica di una sorella.

2. Determinare i problemi di un paziente con diabete mellito e fare una diagnosi infermieristica.

L'infermiere dovrebbe identificare non solo i problemi che già esistono nel paziente al momento del suo lavoro con lui, ma anche quelli che sono possibili in futuro. Allo stesso tempo, tutti i problemi identificati dovrebbero essere priorizzati dalla sorella e prestare la massima attenzione al più minaccioso attualmente.

La diagnosi infermieristica e la diagnosi del medico curante non sono la stessa cosa. Il medico determina i problemi di salute del paziente con diabete e l'infermiere determina le difficoltà che sorgono da questi problemi (infermieristica).

3. Stabilire gli obiettivi del processo infermieristico, pianificando le attività della sorella.

Il piano deve necessariamente includere obiettivi a breve ea lungo termine e deve anche contenere necessariamente spiegazioni dettagliate: in che modo, con che ora e con l'aiuto di ciò che questo o quell'obiettivo sarà raggiunto.

Le azioni che il piano richiederà direttamente dalla sorella stessa sono registrate nel case history (infermieristica).

4. Realizzazione degli obiettivi.

In questa fase, la sorella dovrebbe adottare misure per prevenire varie malattie, nonché per esaminare, trattare e riabilitare i pazienti con diabete.

Esistono tre tipi di processi infermieristici che vengono selezionati individualmente per ciascun paziente:

  • La sorella esegue ciò che il medico prescrive, sotto la sua costante supervisione.
  • La sorella determina autonomamente quali azioni da parte sua sono necessarie per il paziente al momento (intervento infermieristico indipendente).
  • La sorella e il medico stabiliscono reciprocamente le loro azioni (intervento infermieristico interdipendente).

Tuttavia, nessuno dei tipi di intervento riduce la responsabilità della sorella.

5. L'efficacia dell'assistenza infermieristica.

È determinato sulla base di tutti i dati ottenuti ed è osservato nelle dinamiche dell'aggregato: l'azione della sorella è il risultato di un paziente affetto da diabete.

Feedback e commenti

Dal 1980 il diabete è stato diviso in 2 tipi (secondo l'elenco dell'OMS):

  • 1 tipo - Insulino-dipendente (osservato principalmente nei bambini e nei giovani).
  • 2 tipo - Insulino-indipendente (di solito si trova negli adulti e negli anziani).

Il processo infermieristico nel diabete mellito è un complesso di basi scientifiche, e applicate in pratica, azioni che l'infermiere svolge come aiuto per i pazienti affetti da questa malattia. L'obiettivo principale di queste azioni è garantire un soggiorno confortevole durante il periodo di malattia con l'aiuto di garantire il più confortevole stato fisico, psicologico, sociale e spirituale per il paziente, tenendo conto dei suoi valori.

Oggi, il processo infermieristico è diventato uno dei termini chiave dei moderni modelli di cura. È diviso in diverse fasi:

  1. • Esame del paziente;
  2. • Diagnosi del paziente;
  3. • Pianificazione dell'assistenza ai pazienti;
  4. • Implementare un piano di assistenza;
  5. • Valutazione dell'impatto dell'assistenza.

Durante il processo infermieristico in un paziente con diabete, l'infermiera dovrebbe, insieme al paziente, formare un piano specifico di interventi. Affinché il piano sia il più efficace possibile, è necessario alla prima valutazione (esame del paziente) trovare tutte le informazioni importanti sulla salute e distinguere parte dei bisogni del paziente per l'assistenza infermieristica, nonché parte delle azioni mediche che il paziente può svolgere in modo indipendente.

Origini dati primarie:

  1. • Conversazione con whiten e i suoi parenti;
  2. • Case history;
  3. • Informazioni ottenute al momento dell'indagine.

Il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo 1 (così come il tipo 2) inizia con la raccolta di informazioni durante il sondaggio iniziale.

È necessario chiarire con il paziente:

  1. • segue una dieta prescritta (n. 9 o fisiologica), che osserva;
  2. • Svolge attività fisiche difficili;

Successivamente, dovresti procedere a chiarire le informazioni sul trattamento:

Determina il nome di insulina, la quantità di farmaco usato al giorno, il periodo di azione, il regime di trattamento.

  • Specificare il complesso di trattamento antidiabetico.

Determina quale paziente sta assumendo farmaci aggiuntivi (eccetto insulina), in quali dosi, quali sono le caratteristiche del trattamento e se il paziente è ben tollerato.

  • Affinare le analisi dei dati.

Quando è stata l'ultima volta che un paziente ha donato sangue / urina per il glucosio, quali erano i risultati quando l'ultima volta si trovava a un appuntamento con un endocrinologo.

Se il paziente è in grado di usarlo indipendentemente, la presenza di un glucometro.

  • Informazioni sulla tabella delle unità di pane.

È in grado di utilizzare, sarà in grado di creare un menu.

  • Affina l'intuizione del paziente sull'insulina.

Sa come usare i farmaci insulinici, fare i colpi giusti, sapere dove iniettare l'insulina, se il paziente sa cosa fare in caso di complicazioni dolorose nel sito di iniezione.

Successivamente, il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo 2 (o tipo 1) procede al passaggio successivo: compilando il libro di osservazione dei pazienti con diabete mellito.

  1. • Hai mai frequentato una scuola per diabetici;
  2. • Ha mai avuto casi di stati comatosi ipoglicemici e iperglicemici. In tal caso, quali sono le cause che hanno causato e quali sintomi hanno accompagnato;
  3. • Può un paziente fornire l'auto-aiuto;
  4. • Ha un "passaporto diabetico";
  5. • Se esiste una possibilità di trasmissione ereditaria di diabete mellito o suscettibilità alla malattia;
  6. • Esistono ulteriori malattie (malattie del pancreas, della cavia, della tiroide o di altre ghiandole, obesità);
  7. • Quali sono stati gli inconvenienti durante il periodo di ispezione.

La fase successiva del processo infermieristico è l'esame del paziente, che consiste in:

  1. • Determinare il colore, l'umidità della pelle e la presenza di ferite da graffi;
  2. • peso corporeo di pesatura;
  3. • Determinazione degli indicatori di pressione;
  4. • Misurazione della frequenza cardiaca su più arterie.

Il processo infermieristico nel diabete negli anziani deve essere effettuato tenendo conto del fatto che tali pazienti appartengono più spesso al secondo tipo di diabete. Tuttavia, in vista della loro età avanzata, dovrebbero essere trattati con maggiore attenzione e con maggiore precisione per determinare i metodi di intervento infermieristico. Ad esempio, dovresti dare diverse opzioni per il menu giornaliero per consentire loro di scegliere la loro dieta.

L'elenco degli interventi infermieristici dopo l'esame (compresa l'assistenza con la famiglia del paziente):

  • 1. Condurre una conversazione sulle caratteristiche della nutrizione, a seconda del tipo di malattia. Determina la dieta.
  • 2. Convinca i pazienti con diabete nella necessità di osservare rigorosamente la dieta corretta, che è prescritta dal medico curante.
  • 3. Promuovere il diabete mellito per un regolare esercizio fisico, prescritto da un medico.
  • 4. Consigliare al paziente la natura della malattia, le possibili cause e le complicazioni previste.
  • 5. Informare il paziente sulla terapia con insulina (quali tipi sono, quanto il farmaco funziona, come combinarlo con il cibo, come conservarlo, quali effetti collaterali, tipi di aghi insulinici e come usarli).
  • 6. Per controllare la corretta somministrazione di insulina, così come altri agenti antidiabetici.
  • 7. Effettuare test su pelle, polso, peso, indicatori della pressione arteriosa, indicatori di glucosio nelle analisi e rispetto delle raccomandazioni del medico.

Il processo infermieristico nel diabete nei bambini deve essere effettuato tenendo conto del tipo di malattia insulino-dipendente. Abbastanza spesso, la diagnosi di un piccolo paziente è fatta nel periodo di coma diabetico. La prognosi per il recupero è direttamente correlata al trattamento tempestivo.

Un'infermiera deve controllare:

  1. • Presenza di un'attività fisica costante;
  2. • Conformità con la dieta numero 9;
  3. • Conduzione della terapia sostitutiva dell'insulina, tenendo conto della dose scelta individualmente;
  4. • Insegnare a un bambino sul diabete e su come autocontrollarsi.

Diabete: ho bisogno di un controllo?

Il processo infermieristico nel diabete viene eseguito in conformità con le normative vigenti. Secondo la classificazione accettata, si distinguono due tipi principali di questa malattia:

Entrambi abbastanza spesso possono essere trovati nelle persone moderne, e il processo infermieristico nel diabete può essere richiesto a quasi tutte le età. Le ragioni dello sviluppo della malattia possono essere molto diverse, ma tutte, in un modo o nell'altro, sono direttamente correlate al processo di produzione dell'insulina ormonale. Non è sempre il caso che ci sia una carenza o assenza di questa sostanza, dal momento che il suo volume può essere normale o addirittura superarlo, ma allo stesso tempo, le cellule dei tessuti interni umani non percepiscono l'ormone, il che porta ad un aumento del livello totale di zucchero nel sangue.

Il processo infermieristico nel diabete è ulteriormente complicato dal fatto che la malattia non ha sintomi pronunciati, quindi per lungo tempo può passare inosservata, causando danni significativi all'organismo. È proprio questo che è pericoloso, perché quando una persona scopre la sua diagnosi, alcune cose potrebbero già essere irreversibili e non è raro che un paziente possa sentire questa frase per la prima volta dopo aver subito un coma iperglicemico. Tuttavia, tutto questo si riferisce alla forma insulino-indipendente della malattia, dal momento che il processo infermieristico nel diabete mellito (DM-1) è un po 'più facile a causa del rapido sviluppo e della rapida determinazione della diagnosi.

palcoscenico

Ci sono tre fasi principali nello sviluppo di questa malattia:

  1. Prediabete. In questo caso, i principali gruppi di rischio sono indicati, cioè, le persone che hanno parenti con una diagnosi simile, i pazienti che soffrono di sovrappeso, le persone sopra i 45 anni o le donne che hanno dato alla luce bambini morti o bambini di peso superiore a 4,5 kg.
  2. Forma latente In questa fase, la malattia procede completamente inosservata e, molto spesso al mattino, lo zucchero rimane nel range di normalità. Può essere determinato conducendo un test specializzato della sensibilità del corpo al glucosio.
  3. Diabete. La malattia non è in alcun modo "nascosta" e, con la dovuta attenzione, può facilmente essere diagnosticata da vari segni esterni. Il processo infermieristico nel diabete mellito viene spesso prescritto dopo che il paziente ha sete costante, minzione frequente, serie acuta o perdita di peso, presenza di zucchero nelle urine o prurito.

Dopo e nel processo di determinazione della diagnosi, oltre a chiarire ulteriormente la causa specifica di questa malattia, una persona può aver bisogno non solo dell'aiuto di un medico qualificato, ma anche del supporto delle infermiere. Allo stesso tempo, non tutti capiscono cosa include la mappa del processo di cura per il diabete e che cos'è.

Compiti principali

Prima di tutto, vale la pena notare che il processo infermieristico è una tecnologia specifica per la cura del paziente che ha un fondamento logico dal punto di vista medico e scientifico. Il suo obiettivo principale è quello di massimizzare la qualità della vita del paziente, oltre a fornire assistenza nella ricerca di soluzioni non solo ai problemi esistenti, ma anche a quelli che potrebbero apparire in futuro. Sulla base di questo, viene compilata una mappa del processo infermieristico nel diabete.

Come viene svolto il lavoro?

Di per sé, una serie di misure include quanto segue:

  • Il primo stadio, dal quale il processo infermieristico inizia con il diabete mellito, è un sondaggio, quando viene fornita assistenza nell'elaborazione di un quadro completo dello sviluppo di questa malattia. È necessario comprendere correttamente che ogni persona dovrebbe avere la propria storia medica, in cui sono fatte tutte le analisi e sono registrate osservazioni e conclusioni sullo stato di salute del paziente. In questo caso, un altro punto importante per il quale viene condotto il processo infermieristico per il diabete è la raccolta di informazioni sul paziente, in quanto ciò contribuisce anche a fare un quadro accurato del problema.
  • Al secondo stadio viene fatta una diagnosi, che tiene conto non solo degli ovvi problemi del paziente, che sono presenti al momento, ma anche di quelli che possono apparire nel corso del trattamento. È del tutto naturale che, prima di tutto, la reazione degli specialisti dovrebbe essere proprio dei sintomi più pericolosi che minacciano la vita e la salute del paziente, e il processo infermieristico è usato per prevenire il diabete. I problemi del paziente sono determinati dall'infermiera e fa una lista di disturbi che possono introdurre alcune difficoltà nella vita del paziente. Allo stesso tempo, la verifica della carta e un semplice sondaggio sono lontani da tutto ciò che il processo infermieristico nel diabete è limitato in questo caso. Fasi di questo tipo richiedono già misure preventive e psicologiche, incluso il lavoro con parenti stretti.
  • Nella terza fase, viene eseguita la sistematizzazione di tutte le informazioni ottenute, dopo di che vengono stabiliti determinati obiettivi per l'infermiere, che non sono solo a breve termine, ma possono anche essere calcolati per un periodo di tempo più lungo. Tutto questo è indicato nel piano d'azione, e quindi registrato nella storia individuale del paziente, a cui è stato diagnosticato il diabete. Il processo infermieristico per questa malattia dipenderà già direttamente da quali problemi specifici sono stati identificati.

Inoltre, l'infermiera inizia ad agire in conformità con il piano sviluppato e adotta una serie di misure globali volte a garantire il miglioramento delle condizioni del paziente.

In definitiva, in base alle dinamiche dello sviluppo della malattia, nonché a vari cambiamenti positivi nella salute generale del paziente, il medico determina l'efficacia dell'assistenza dell'infermiere.

Vale la pena notare che per ogni singolo paziente può essere assegnato un singolo processo infermieristico per il diabete. La fase organizzativa qui dipende completamente da quanto sia difficile la malattia e quali misure il medico dovrebbe adottare per salvare il paziente da questo disturbo. Nel caso standard, l'infermiere lavorerà sotto la supervisione continua di un medico, seguendo tutte le sue istruzioni. Abbastanza spesso accade che il processo infermieristico nel diabete mellito di tipo 1 o anche il secondo coinvolga l'interazione tra il medico e l'infermiera, cioè quando lavorano, e allo stesso tempo concordino reciprocamente ogni attività.

Inoltre, può essere prescritto un intervento infermieristico assolutamente indipendente. In questo caso, le caratteristiche del processo infermieristico nel diabete mellito prevedono azioni indipendenti da parte del medico di fornire l'assistenza attualmente richiesta per il paziente, senza la necessità di una consultazione preventiva con il medico curante.

Caratteristiche principali

Indipendentemente dal tipo di attività cui si riferisce un'infermiera, lei dovrebbe controllare e prevedere i possibili scenari per la maggior parte, che include l'organizzazione del processo infermieristico (diabete di qualsiasi tipo). Non importa se c'è un'osservazione diretta da parte del medico o lei fa tutto il lavoro da sola - l'infermiere sarà responsabile della salute e della vita del paziente, quindi, questo problema dovrebbe essere preso molto sul serio.

Come accennato in precedenza, gli infermieri devono risolvere un numero piuttosto elevato di problemi per i pazienti e devono aiutarli ad adattarsi alle nuove realtà della vita. In particolare, anche il processo infermieristico per il diabete di tipo 2 richiede l'introduzione e la compilazione di un nuovo menu, la fornitura di informazioni di base sulla gestione del calcolo HE, calorie e carboidrati, così come la consulenza per i parenti che hanno bisogno di imparare come aiutare il paziente. Se stiamo parlando di un diabetico insulino-dipendente, allora in quel caso viene data una lezione supplementare riguardante le iniezioni, i farmaci usati e la corretta somministrazione di ciascuno di essi. La tariffa giornaliera in questo caso è scelta esclusivamente da un medico e non è inclusa nel processo infermieristico per il diabete. La raccolta di informazioni durante l'esame iniziale e i consigli su dove inserire le iniezioni e su come assumere il medicinale - questi sono i compiti principali di questo specialista in questo caso.

È necessario comprendere correttamente che, in caso di diabete mellito, l'influenza di un infermiere è estremamente importante, perché questa è la persona con cui è possibile comunicare, trovare supporto o ottenere preziosi consigli. Ciascuno di questi esperti è un po 'uno psicologo che aiuta ad accettare il disturbo sorto e aiuta ad insegnare al paziente come vivere pienamente con lui e quali esercizi fisici dovrai fare.

sondaggio

Come menzionato sopra, questo processo inizia dopo la nomina del trattamento e il trasferimento della fiducia del paziente all'infermiere. È impegnata in un esame approfondito del paziente, nello studio della storia della sua malattia e in un'indagine dettagliata per scoprire i seguenti fatti:

  • La persona ha qualche endocrina o altre malattie?
  • se l'insulina è stata assunta dal paziente prima di questo esame e, in tal caso, che cosa è stato preso esattamente e in quale dosaggio, quali altri farmaci antidiabetici e di altro tipo sono stati utilizzati;
  • c'è qualche dieta particolare che stanno seguendo, sta usando correttamente la tabella delle unità di pane?
  • se lo strumento è presente, l'infermiera controlla se il paziente è in grado di usarlo;
  • la persona viene ispezionata, l'insulina viene somministrata con una siringa standard o una speciale impugnatura a siringa, con quale procedura correttamente eseguita e se la persona è a conoscenza della possibile insorgenza di complicanze;
  • per quanto tempo è presente la malattia, se si sono verificati i coma ipo- o iperglicemici e altre complicanze, e se ciò è accaduto, quale è esattamente la causa e se la persona è in grado di agire in tali situazioni.

L'infermiera fa un gran numero di domande sulla routine quotidiana, sulle abitudini di base e sulle attività fisiche del suo paziente. Se parliamo di un bambino o di una persona anziana, allora in questo caso una conversazione preliminare con parenti o genitori è necessariamente condotta. Tale tecnologia di indagine è definita soggettiva, poiché la completezza delle informazioni in questo caso dipende direttamente dall'esperienza dell'infermiere, nonché dalla sua capacità di porre le domande giuste e di trovare un linguaggio comune con le persone.

Seconda parte

La seconda parte è un esame fisico, che include le seguenti attività:

  • Ispezione visiva generale. In questo caso, ad esempio, "borse sotto gli occhi" o edema simile possono indicare che una persona ha determinati problemi ai reni o al cuore.
  • Esame estremamente accurato della pelle Vale anche la pena notare che viene prestata particolare attenzione allo stato delle membrane mucose e, se sono pallide, indica la presenza di disidratazione nell'uomo.
  • Misurazione della temperatura, dei movimenti respiratori e della frequenza cardiaca, oltre a condurre un esame pre-medico standard.

Dopo questa procedura, il processo infermieristico continua, in particolare, viene compilata una storia medica infermieristica, che, rispettivamente, differisce da quella medica. È necessario capire che il medico, sulla base dei risultati ottenuti da test ed esami, registra ciò che sta accadendo esattamente nel corpo del paziente al momento, mentre l'infermiera, conducendo le proprie osservazioni, registra quali problemi ha il paziente in relazione alle violazioni. Un numero di informazioni aggiuntive è anche scritto nella sua storia clinica, come l'insorgenza di nevrosi, la possibilità di cura di sé e così via.

Cure ospedaliere

Durante la compilazione della propria anamnesi, l'infermiere può notare eventuali problemi specifici nel paziente, cioè indica quelli che sono presenti al momento e tiene conto di quelli che potrebbero apparire in futuro. Alcuni di questi sono abbastanza pericolosi, mentre altri possono essere prevenuti abbastanza facilmente, ma è necessario essere pronti per eventuali cambiamenti. Rivela anche fattori che possono ulteriormente provocare varie complicazioni, nevrosi, una tendenza a rompere la dieta stabilita e altre deviazioni, tenendo conto di tutto ciò nel processo di cura del paziente.

Mantenere un processo infermieristico competente è semplicemente impossibile se non è stato elaborato un piano sufficientemente chiaro. È per questo motivo che l'infermiera inserisce linee guida specialistiche nella sua versione della storia medica, in cui elenca in dettaglio tutti i possibili problemi e prevede anche di rispondere.

esempio

Tutto questo può sembrare qualcosa del genere:

  • Alcune prescrizioni del medico vengono eseguite, che vengono eseguite sotto la sua diretta supervisione o controllo. In particolare, stiamo parlando di terapia insulinica e rilascio di farmaci, preparazione per procedure terapeutiche e diagnostiche o loro implementazione e molto altro ancora. Nel processo di trattamento ambulatoriale, vengono effettuati test e controlli regolari.

Opzioni di intervento

Vale la pena notare che ci sono tre tipi principali di interventi infermieristici: l'implementazione di specifiche prescrizioni mediche, la cura diretta del paziente e varie azioni che vengono eseguite con il medico o previa consultazione.

L'assistenza infermieristica include le manipolazioni che l'infermiera esegue esclusivamente a sua discrezione, in base all'esperienza e alla storia di un caso infermieristico. In particolare, stiamo parlando dell'addestramento alle abilità di autocontrollo, dei principi di base dell'alimentazione e del controllo sulla misura in cui il paziente aderisce al regime giornaliero prescritto, alla dieta e alle istruzioni speciali del medico. Se il processo infermieristico è assicurato nei bambini con diabete mellito, avrà necessariamente una conversazione non solo con il bambino, ma anche con i suoi genitori. Il bambino non avrà paura di nulla in ospedale, mentre i genitori saranno in grado di conoscere le caratteristiche di questa malattia, la corretta preparazione del menu e le abilità di base che saranno utili nella vita con una tale malattia.

Il processo infermieristico interdipendente nel diabete nei bambini e negli adulti è un insieme di misure in cui l'infermiera condivide costantemente con il medico curante varie osservazioni, e quindi il medico prende autonomamente le decisioni su come modificare o integrare le tattiche mediche utilizzate. In questo caso, l'infermiera in nessun caso non prescriverà sonniferi per diabetici, ma dirà al medico l'insorgenza di problemi con il sonno, dopo di che deciderà sull'uso di un farmaco.

Una delle caratteristiche più importanti del diabete è che la qualità della vita del paziente dipende in modo assolutamente uguale dal trattamento, dalle cure mediche e dall'autodisciplina. Un'infermiera non tornerà a casa ogni giorno al paziente per monitorare la corretta esecuzione delle prescrizioni mediche. È per questo motivo che il processo infermieristico in caso di diabete mellito è semplicemente impossibile se il paziente non si abitua all'autocontrollo in anticipo.

Altri Articoli Sul Diabete

Le persone con diabete di solito usano metodi diversi per alleviare la loro condizione e iniziare a vivere pienamente.

Il diabete mellito appartiene al gruppo di malattie non trasmissibili, che sono la principale causa di disabilità e mortalità prematura in diversi paesi. La malattia è un grave problema di salute pubblica nei paesi europei, che colpisce persone di qualsiasi età e nazionalità.

Lavora con il diabete

Complicazioni

Il lavoro straordinario nel diabete è altamente indesiderabile. La restrizione include anche il lavoro fisico, le professioni legate a situazioni stressanti, i rischi per la vita e le condizioni di lavoro difficili.