loader

Principale

Trattamento

Tipi di diabete. Diabete mellito di tipo 1 e 2.

In questo articolo, imparerai in dettaglio quali tipi di diabete esistono. Discuteremo non solo del diabete "di massa" di tipo 1 e di tipo 2, ma anche dei rari tipi di diabete poco conosciuti. Ad esempio, il diabete a causa di difetti genetici, così come i disturbi del metabolismo dei carboidrati, che possono essere causati dai farmaci.

Il diabete mellito è un gruppo di malattie (disturbi metabolici) in cui il paziente ha un livello glicemico cronico elevato. Questo è chiamato iperglicemia. La causa dell'iperglicemia persistente nel diabete è la secrezione di insulina da parte del pancreas, o l'insulina non funziona correttamente. In alcuni tipi di diabete, entrambi questi fattori sono combinati in un paziente.

La mancanza di azione dell'insulina è dovuta al fatto che il pancreas non "produce" un po 'di esso, o c'è un difetto nella risposta tissutale all'insulina. Livelli di zucchero nel sangue costantemente elevati riducono la vita di una persona e portano a problemi con vari organi e sistemi corporei. Ciò è particolarmente vero per la visione (retinopatia diabetica), il rene (complicazioni del diabete sui reni), i vasi sanguigni (angiopatia - danno vascolare), i nervi (neuropatia diabetica) e il cuore.

Ora diamo una classificazione del diabete per tipo, che è stata approvata dall'American Diabetes Association nel 2010. Questa classificazione dei tipi di diabete è considerata la più completa oggi.

Diabete di tipo 1

In questa malattia, le cellule beta del pancreas vengono distrutte e questo porta a una deficienza di insulina nel corpo.

A) Diabete di tipo 1 immuno-mediato - le cellule beta muoiono a seguito di "attacchi" del loro stesso sistema immunitario;
B) Idiopatico - così dicono, se la causa del diabete non può essere accertata.

Diabete di tipo 2

Può accadere a causa dello sviluppo di un'eccessiva resistenza del tessuto all'azione dell'insulina - questa è chiamata insulino-resistenza, e in questo caso il deficit di insulina è "relativo".

Il diabete di tipo 2 è meno comune a causa della parziale violazione della secrezione di insulina da parte del pancreas, che è ancora combinato con l'insulino-resistenza.

Altri tipi specifici di diabete

A) Difetti genetici delle funzioni delle cellule beta:

  • cromosoma 12, HNF-1-alfa (MODY-3);
  • cromosoma 7, glucochinasi (MODY-2);
  • cromosoma 20, HNF-4-alfa (MODY-1);
  • cromosoma 13, IPF-1 (MODY-4);
  • cromosoma 17, beta HNF-1 (MODY-5);
  • cromosoma 2, NeuroD1 (MODY-6);
  • DNA mitocondriale;
  • altri.

B) Difetti genetici dell'azione dell'insulina:

  • tipo A insulino-resistenza;
  • leprecaunismo;
  • Sindrome di Rabson-Mendenhall;
  • dibeta lipoatrofica;
  • altri.

C) Malattie del pancreas esocrino:

  • pancreatite;
  • trauma, pancreatectomia;
  • processo neoplastico;
  • fibrosi cistica;
  • emocromatosi;
  • fibrocalculosis pancreatopathy;
  • altri.
  • acromegalia;
  • Sindrome di Itsenko-Cushing;
  • glucagonoma;
  • feocromocitoma;
  • ipertiroidismo;
  • somatostatinoma;
  • aldosteronoma;
  • altri.

E) Diabete indotto da farmaci o sostanze chimiche

  • vakor (veleno per roditori);
  • pentamidina;
  • acido nicotinico;
  • glucocorticoidi;
  • ormoni tiroidei;
  • diazossido;
  • antagonisti alfa adrenorecettori;
  • antagonisti dei beta-adrenorecettori;
  • beta-bloccanti;
  • tiazidici (diuretici tiazidici);
  • Dilantin;
  • interferone alfa;
  • inibitori della proteasi (HIV);
  • immunosoppressori (Tacrolimus);
  • oppiacei;
  • antipsicotici atipici;
  • altri.
  • rosolia congenita;
  • citomegalovirus;
  • altri.

G) Forme insolite di diabete immuno-mediato:

  • Sindrome di "uomo rigido" ("stiff-man" -syndrom);
  • anticorpi ai recettori dell'insulina;
  • altri.

Altre sindromi genetiche a volte associate al diabete:

  • Sindrome di Down;
  • Sindrome di Klinefelter;
  • Sindrome di Turner;
  • sindrome da tungsteno;
  • Ataxy Frideriksa;
  • Corea di Huntington;
  • Sindrome di Lawrence-Moon-Beadle;
  • distrofia miotonica;
  • porfiria;
  • Sindrome di Prader-Willi;
  • altri.

Nota. Un paziente con qualsiasi forma di diabete può aver bisogno di terapia insulinica in qualsiasi stadio della malattia. Il paziente riceve insulina o meno - questo non può essere un motivo per attribuire il suo diabete a una o un'altra classe.

Diabete gestazionale

L'American Diabetes Association distingue il diabete mellito gestazionale (che si è verificato in una donna durante la gravidanza) in un tipo separato. Non prende in considerazione se una donna è trattata con insulina o solo con una dieta, e anche se ci sono disturbi nel metabolismo dei carboidrati dopo il parto.

6 settimane dopo la fine della gravidanza (o successiva), la donna deve essere riesaminata e assegnata a una delle seguenti categorie:

  • diabete;
  • glucosio a digiuno alterato;
  • ridotta tolleranza al glucosio;
  • glicemia normale - normoglicemia.

Altri tipi specifici di diabete

La sottosezione "difetti genetici della funzione b-cellula" comprende quei tipi di diabete mellito, nella cui patogenesi la causa della malattia è chiaramente stabilita a causa di una violazione di determinati geni (Tabella 8). Lo sviluppo del diabete in questi casi è combinato con un difetto monogenico nella funzione delle cellule b.

Diabete mellito tipo MODY. "Il diabete mellito di tipo adulto nei giovani" (diabete ad insorgenza dei giovani - MODY) o "tipo massonico" di diabete è una malattia eterogenea, ma sono state identificate diverse forme monogeniche. L'ereditarietà del diabete mellito di tipo II e MODY è effettuata su un tipo autosomico dominante e, sebbene esistano molte somiglianze nel decorso clinico di questi tipi di diabete, queste sono malattie patogeneticamente diverse. Ad oggi sono stati identificati 5 geni, la cui mutazione porta allo sviluppo di varie forme di diabete di tipo MODY. Il risarcimento per questo tipo di diabete è stato ottenuto utilizzando la dieta e la terapia orale per ridurre il glucosio. La sorveglianza dei pazienti da oltre 20 anni dimostra che il decorso del diabete rimane stabile, la terapia insulinica, di regola, non è richiesta.

Una scoperta importante degli ultimi anni è stata l'identificazione delle mutazioni nel gene mitocondriale come causa del diabete. Il genoma mitocondriale è l'unico DNA extracromosomico delle cellule umane. Il DNA mitocondriale consiste di 16569 coppie di basi che codificano 13 proteine ​​della fosforilazione ossidativa. Si ritiene che la causa delle mutazioni nel DNA mitocondriale sia NO, che svolge anche un ruolo significativo nello sviluppo del diabete di tipo I. Il DNA mitocondriale è più sensibile agli effetti dell'NO rispetto al DNA nucleare. Quantità eccessive di NO e altri radicali liberi ossidano le proteine, i lipidi e il DNA, che è un segnale per iniziare la morte cellulare programmata (apoptosi), portando a una carenza o carenza assoluta di cellule b.

Difetti genetici nell'azione dell'insulina. Lo sviluppo del diabete mellito in questo tipo è dovuto a disordini genetici associati all'azione periferica dell'insulina, che è una conseguenza delle mutazioni del gene del recettore dell'insulina. Disturbi del metabolismo dei carboidrati in tali condizioni possono verificarsi clinicamente con vari gradi di gravità - da iperglicemia moderata a decompensazione del diabete clinicamente pronunciata.

Insulino-resistenza tipo A descritto nelle ragazze della pubertà con iperinsulinemia, significativa insulino-resistenza. Questa sindrome clinica è chiamata insulino-resistenza di tipo A, in contrasto con il tipo B, il cui sviluppo è dovuto alla presenza di anticorpi contro i recettori dell'insulina. L'insulino-resistenza di tipo A si basa su un difetto congenito del meccanismo post-recettore coinvolto nella trasmissione del segnale biologico di azione dell'insulina.

Sindrome di Rabson-Mendenhall e leprechaunism - rare malattie familiari che si verificano durante l'infanzia si manifestano con una pronunciata resistenza all'insulina esogena e segni di virilizzazione.

Diabete lipoatrofico è un componente della sindrome da lipodistrofia che si verifica con insulino-resistenza. La lipodistrofia può essere generalizzata (completa assenza di tessuto adiposo) o parziale (atrofia del tessuto adiposo in parti isolate del corpo). La resistenza all'insulina è il risultato di varie mutazioni nel gene del recettore insulinico e / o meccanismi alterati del post-recettore.

Le malattie del pancreas esocrino, di regola, sono caratterizzate dal coinvolgimento di una parte significativa del pancreas nel processo patologico, mentre, insieme a una significativa violazione della funzione esocrina del pancreas, vi è anche una mancanza di funzione secretoria delle cellule b.

Pancreatite alcolica - La causa più comune di pancreatite cronica nei paesi occidentali. Stigmi clinici di alcolismo cronico, cirrosi epatica e ipertensione portale aiutano nella diagnosi. Il livello di glucosio nel sangue è altamente instabile a causa di disturbi nella dieta, deterioramento dell'assorbimento e della digestione, diminuzione della funzione endocrina del pancreas, iper- e ipoglicemia possono verificarsi per brevi periodi di tempo; la chetoacidosi è un fenomeno raro. Il trattamento con enzimi pancreatici migliora il controllo glicemico.

emocromatosi accompagnato dalla deposizione di ferro nel fegato, pancreas, pelle, genitali. Il sospetto della presenza di emocromatosi in un paziente con diabete mellito deve verificarsi quando si verifica una combinazione di tono della pelle bronzato, epatomegalia con test epatici funzionali anormali e impotenza. Un trattamento efficace dell'emocromatosi con flebotomia e farmaci che legano il ferro migliora la tolleranza al glucosio.

endocrinopatia - Malattie che sono il risultato di un'eccessiva secrezione di ormoni con un'azione controinsulinica pronunciata. Il tempo di manifestazione clinica dei disturbi del metabolismo dei carboidrati dipende dalle capacità compensatorie delle cellule B delle isole pancreatiche.

Alcuni farmaci (elencati nella Tabella 6) possono alterare la tolleranza al glucosio, causando sia l'insulino-resistenza che la disfunzione delle cellule B.

Alcune infezioni virali (rosolia congenita, citomegalovirus, parotide epidemica) sono associate a una significativa distruzione di cellule b e contribuiscono direttamente allo sviluppo del diabete. Tradizionalmente, il diabete dipendente da virus era attribuito a una delle varietà di diabete mellito insulino-dipendente, ora queste idee sono cambiate.

Forme insolite di diabete immuno-mediato (anticorpi contro i recettori dell'insulina) sono divisi in un gruppo separato. Questi includono la sindrome di immobilità o rigidità - una malattia autoimmune del sistema nervoso centrale, in cui gli anticorpi al glutammato decarbossilasi sono rilevati in titoli alti. Il lupus eritematoso sistemico e alcune altre malattie sistemiche sono combinati con la presenza di anticorpi al recettore dell'insulina. Autoanticorpi anti-insulina per i recettori dell'insulina si trovano in pazienti con distrofia papillare pigmentaria della pelle e sono la causa della pronunciata insulino-resistenza. Molte persone chiamano questa condizione Sindrome da insulino-resistenza di tipo B.

- Altre sindromi genetiche, a volte combinate con il diabete. Molte sindromi genetiche possono essere combinate con disturbi del metabolismo dei carboidrati. Questo vale per le malattie il cui sviluppo è associato a una violazione di alcuni cromosomi: sindrome di Down, sindrome di Shereshevsky-Turner, sindrome di Klinefelter, corea di Huntington, atassia di Friedreich, porfiria, distrofia miotonica, ecc.

Tipi e tipi di diabete

La medicina moderna identifica vari tipi specifici di diabete mellito, le cui principali differenze sono nella causa e nel meccanismo di manifestazione, così come nello schema della terapia farmacologica. Tutte le patologie sono alquanto simili e allo stesso tempo diverse nei sintomi emergenti, ma in ogni caso, se la condizione di una persona peggiora, è importante determinare il livello di zucchero nel sangue e, con disturbi significativi, procedere con il trattamento.

Cos'è il diabete?

Il diabete mellito, SD abbreviato, è una patologia endocrina cronica pericolosa in cui è presente una mancanza di ormone della crescita, l'insulina, nel sangue. Questo ormone specifico produce il pancreas. Nella malattia diabetica, il metabolismo del glucosio è disturbato, le cellule e i tessuti del corpo ricevono meno energia, a seguito della quale l'organismo "affama" e il suo normale funzionamento viene interrotto. In questo stato, è importante mantenere un livello di zucchero nel sangue target, individuale per ciascuno.

Secondo l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il numero di pazienti con diabete mellito è in costante aumento, un fatto importante è che la malattia sta diventando più giovane.

Esiste una classificazione del diabete mellito, che definisce tutti i tipi di patologia, nonché le loro caratteristiche. Tutti i tipi di diabete hanno sintomi e segni caratteristici, per imparare e capire che cosa sta progredendo la patologia di una persona, è importante superare i test in tempo, in base al quale il diabete è determinato e viene formulata la diagnosi finale.

Principali sintomi e cause

La ragione principale per lo sviluppo del diabete è una violazione dei processi metabolici nel corpo, vale a dire un cambiamento patologico nel metabolismo dei carboidrati, motivo per cui nel plasma si osserva un costante e costante aumento di glucosio. Sebbene ci siano diversi tipi di diabete, i tipi principali, i meccanismi di sviluppo e il trattamento dei quali sono fondamentalmente diversi - questo è il diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2. Il diabete di tipo 2 non diagnosticato e non curato si sviluppa in tipo 1, che è molto più pericoloso e più difficile da trattare. Se una persona ha questi sintomi, non esitate a visitare un medico:

  • una forte sensazione di sete, che non può essere alleviata anche dopo aver bevuto pesantemente;
  • numero patologicamente aumentato di minzione giornaliera;
  • deterioramento del benessere generale, sonnolenza, stanchezza costante;
  • una forte diminuzione del peso corporeo, nonostante un buon appetito, a volte incontrollato;
  • lo sviluppo della dermatite, che è difficile da trattare;
  • visione offuscata.

Man mano che la patologia progredisce, oltre ai suddetti sintomi, si sviluppano altri. Ciò riguarda principalmente l'interruzione generale di tutto il corpo. Se il livello di HbA1C raggiunge gli indicatori critici, il paziente cade in un coma diabetico, che può avere conseguenze imprevedibili. Ai primi segni sospetti la decisione più corretta sarà una visita a un endocrinologo.

Gradi di patologia

Ci sono 4 gradi di diabete:

  • Sul primo c'è una leggera corrente, che viene corretta dalla dieta.
  • Le complicazioni si stanno già sviluppando per il livello 2, lo zucchero è parzialmente compensato.
  • Il grado 3 è scarsamente trattabile, i livelli di glucosio aumentano a 15 mmol / l.
  • Di 4 gradi, il livello di glucosio aumenta a 30 mmol / l, è possibile letale.
Torna al sommario

Tipi e forme di diabete

I principali tipi di diabete sono di tipo 1 e diabete di tipo 2. Entrambe le patologie hanno una connessione comune - carenza di insulina. Tuttavia, nel diabete di tipo 1, il deficit è assoluto e nel diabete di tipo 2, carenza relativa. Nella diagnosi di entrambe le forme, è importante distinguere l'una dall'altra, poiché i principi di trattamento sono completamente diversi. Anche il diabete atipico è considerato separatamente. Il diabete atipico ha le caratteristiche di tipo 1 e 2, è anche chiamato misto. Considera i tipi più comuni di diabete. Secondo la nuova classificazione, ci sono 2 classi principali di diabete mellito - I e II.

Primo tipo

Questo tipo è anche chiamato insulino-dipendente. Sviluppato come risultato di patologia autoimmune o virale, che ha interrotto il normale funzionamento del pancreas. La malattia è più spesso diagnosticata durante l'infanzia, il più delle volte le cause dello sviluppo della patologia sono:

  • predisposizione genetica;
  • gravi malattie infettive;
  • lo stress;
  • stile di vita sbagliato.
Torna al sommario

Secondo tipo

Un'altra grande varietà è il diabete di tipo 2. Quando la ghiandola produce un ormone in quantità sufficiente, tuttavia, il corpo lo percepisce inadeguatamente, con il conseguente accumulo di glucosio nel sangue, causando iperglicemia, e le cellule e i tessuti subiscono una carenza di energia. Il diabete di tipo 2 non è una malattia congenita, si sviluppa spesso in persone che conducono uno stile di vita malsano e sedentario, hanno complicanze eccessive di grassi, consumano cibo che è abbondante in agenti cancerogeni, grassi e carboidrati semplici.

La progressione della giardiasi può anche causare patologia.

subcompensated

Quando il diabete interrompe il metabolismo dei carboidrati, quindi la terapia principale è volta a normalizzare la circolazione del glucosio nel corpo. Con il diabete diagnosticato, è quasi impossibile raggiungere la stabilità degli indicatori glicemici. Esistono tali tipi di diabete che aiutano a compensare lo zucchero nel plasma:

  • asma;
  • subcompensated;
  • compensata.

Con il metabolismo cellulare del glucosio decompensato è quasi completamente rotto, mentre il carboidrato è concentrato nel plasma sanguigno, l'analisi delle urine mostra la presenza di acetone e zucchero. Nella forma subcompensata, le condizioni del paziente sono relativamente stabili, l'esame del sangue mostra un leggero aumento di glucosio e non c'è acetone nelle urine. La varietà compensata è caratterizzata da un normale indicatore di glucosio, acetone e zucchero nelle urine non rilevato.

gestazionale

Questo tipo di diabete si sviluppa più spesso nelle donne nelle ultime fasi della gravidanza. La malattia è causata dall'aumentata produzione di glucosio, necessaria per il normale sviluppo e formazione del feto. Se la patologia viene diagnosticata solo nel periodo di gestazione del bambino, spesso dopo la nascita il problema scompare senza un trattamento speciale.

Diabete mody

Patologia ereditaria, che viene diagnosticata durante l'infanzia. I sintomi sono lievi, il deterioramento della salute non è osservato. La malattia è causata da un difetto ereditario di specifici geni che controllano il lavoro del pancreas. Non è facile diagnosticare la malattia, come spesso accade in una forma latente.

CD nascosto

Non ha sintomi pronunciati, i livelli di zucchero nel plasma sono normali, solo la tolleranza al glucosio è compromessa. Se non si identifica il problema nella fase iniziale e non si eliminano i fattori predisponenti, nel tempo questa forma si trasformerà in un diabete mellito a tutti gli effetti, che può verificarsi dopo stress, nervosismo nervoso o una malattia virale.

latente

I tipi più comuni di diabete sono varietà latenti - tipo 1 e 2. Si sviluppa come conseguenza di disordini immunitari, in cui le cellule pancreatiche specifiche responsabili della produzione di insulina vengono distrutte. Il trattamento è simile al trattamento del diabete di tipo 2, la malattia è importante da controllare per evitare conseguenze pericolose. La medicina moderna propone di trattare la malattia con l'aiuto della terapia cellulare, quando il tessuto pancreatico malato viene sostituito dal tessuto donatore.

Zuccherino e labili

Questa patologia si sviluppa sullo sfondo di una produzione insufficiente dell'ormone che controlla la formazione di urina. Una persona è preoccupata per la sete e una maggiore quantità di minzione, aumenta il rischio di disidratazione. Il paziente mangia male e dorme, perde rapidamente peso. Labile è caratterizzato da instabilità dell'indice di glucosio durante il giorno. Al mattino, una persona sviluppa iperglicemia e segni di ipoglicemia si verificano più vicino alla cena. Se la situazione non è controllata, il coma diabetico può svilupparsi. La forma più labili si sviluppa più spesso nella fase grave del diabete.

Altre specie

Altri tipi di diabete che sono rari possono causare fattori esterni, esempi dei quali sono contenuti nella tabella:

Classificazione dell'OMS: diabete. Che cosa dovrebbe sapere su di lui?

Definizione di malattia secondo l'OMS

L'OMS definisce il diabete mellito come una malattia metabolica cronica caratterizzata da iperglicemia (glicemia elevata). Si verifica a causa della cessazione o dell'insufficienza della secrezione di insulina nel pancreas o per la resistenza all'azione dell'insulina delle cellule di vari tessuti.

La malattia è accompagnata da un complesso disordine metabolico di carboidrati, grassi e proteine. Sulla base di questo disturbo, le complicanze a lungo termine si sviluppano gradualmente.

La mancanza di insulina può venire per molte ragioni:

  • in assenza di insulina nelle cellule beta delle isole pancreatiche;
  • con riduzione della produzione di insulina nelle cellule beta delle isole pancreatiche o durante la formazione di insulina difettosa;
  • fallimento della secrezione di insulina dalle cellule beta;
  • in caso di insufficienza del trasporto di insulina (legame alle proteine ​​plasmatiche, ad esempio, anticorpi);
  • in caso di azione insuccesso dell'insulina negli organi (interruzione dell'insulina legante al recettore o sua azione all'interno della cellula);
  • in violazione del degrado insulinico;
  • con un aumento di antagonisti dell'insulina (glucagone, adrenalina, norepinefrina, ormone della crescita, corticosteroidi).

Sintomi classici del diabete di tipo 1 e 2

La malattia si manifesta principalmente con un alto livello glicemico (alta concentrazione di glucosio / zucchero nel sangue). I sintomi caratteristici sono: sete, aumento della minzione, minzione notturna, perdita di peso con appetito e nutrizione normali, affaticamento, perdita temporanea dell'acuità visiva, coscienza compromessa e coma.

Altri sintomi

Essi comprendono: infezioni ricorrenti del tratto urinario e della pelle, aumento dello sviluppo della carie, alterazione della potenza, disturbi dello stomaco e intestinali derivanti da arterie aterosclerotiche (aterosclerosi - "indurimento" delle arterie), danni permanenti agli occhi e ai vasi della retina.

Classificazione del diabete secondo l'OMS


Secondo l'OMS, l'attuale classificazione del diabete mellito comprende 4 tipi e gruppi, definiti come violazioni al contorno dell'omeostasi del glucosio.

  1. Diabete mellito di tipo 1 (diabete insulino-dipendente): immuno-mediato, idiopatico.
  2. Diabete mellito di tipo 2 (in precedenza indossava il nome di tipo senile - diabete insulino-indipendente).
  3. Altri tipi specifici di diabete.
  4. Diabete gestazionale (durante la gravidanza).
  5. Disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio.
  6. Aumento del glucosio a digiuno (borderline).
  7. Tolleranza al glucosio alterata.

Classificazione del diabete e chi statistiche

Secondo le ultime statistiche dell'OMS, la stragrande maggioranza delle persone ammalate ha una malattia di tipo 2 (92%), il disturbo di tipo 1 è circa il 7% dei casi diagnosticati della malattia. Altre specie rappresentano circa l'1% dei casi. Il diabete gestazionale colpisce il 3-4% di tutte le donne in gravidanza. Gli esperti dell'OMS fanno spesso riferimento al termine prediabete. Assume uno stato in cui i valori misurati della glicemia già superano lo standard, ma finora non raggiungono i valori caratteristici della forma classica della malattia. Prediabete precede in molti casi l'immediato sviluppo della malattia.

epidemiologia

Secondo l'OMS, attualmente in Europa, viene registrato circa il 7-8% della popolazione totale con questa malattia. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, nel 2015 ci sono stati più di 750.000 pazienti, mentre in molti pazienti la malattia non viene rilevata (più del 2% della popolazione). La progressione della malattia aumenta con l'età, motivo per cui è possibile aspettarsi più del 20% dei pazienti tra la popolazione oltre i 65 anni di età. Il numero di pazienti negli ultimi 20 anni è raddoppiato, mentre l'attuale aumento annuale dei diabetici registrati è di circa 25.000-30.000 persone.

L'aumento della prevalenza, in particolare, della malattia di tipo 2 in tutto il mondo indica l'emergenza di un'epidemia di questa malattia. Secondo l'OMS, ora ha colpito circa 200 milioni di persone nel mondo e si prevede che entro il 2025 oltre 330 milioni di persone soffriranno di questa malattia. La sindrome metabolica, che spesso fa parte della malattia di tipo 2, può interessare fino al 25% -30% della popolazione adulta.

Diagnostica secondo gli standard dell'OMS


La diagnosi si basa sulla presenza di iperglicemia in determinate condizioni. La presenza di sintomi clinici non è costante e pertanto la loro assenza non esclude una diagnosi positiva.

La diagnosi della malattia e i disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio sono determinati sulla base del livello di glucosio nel sangue (= concentrazione di glucosio nel plasma venoso) usando metodi standard.

  • glicemia a digiuno (almeno 8 ore dopo l'ultimo pasto);
  • glucosio casuale nel sangue (in qualsiasi momento della giornata senza prendere in considerazione l'assunzione di cibo);
  • glicemia al 120 ° minuto del test di tolleranza al glucosio orale (GTCT) con 75 g di glucosio.

La malattia può essere diagnosticata in 3 modi diversi:

  • la presenza dei sintomi classici della malattia + glicemia casuale ≥ 11,1 mmol / l;
  • glicemia a digiuno ≥ 7,0 mmol / l;
  • Glicemia al 120 ° minuto PTTG ≥ 11,1 mmol / l.

Disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio

La glicemia elevata (al bordo) è caratterizzata da un livello di glucosio plasmatico a digiuno tra 5,6 e 6,9 ​​mmol / l.

La tolleranza al glucosio alterata è caratterizzata dal livello di glucosio a 120 minuti PTTG da 7,8 a 11,0 mmol / l.

Valori normali

I valori normali di glicemia a digiuno vanno da 3,8 a 5,6 mmol / l.

La normale tolleranza al glucosio è caratterizzata da glicemia a 120 minuti di PTTG.Gli sintomi tipici, tra cui la sete, la polidipsia e la poliuria (insieme alla nicturia), compaiono quando si sviluppa la malattia.

In altri casi, il paziente nota perdita di peso con normale appetito e nutrizione, affaticamento, inefficienza, malessere o fluttuazioni dell'acuità visiva. Decompensazione grave può portare a lividi. Molto spesso, specialmente all'inizio della malattia di tipo 2, i sintomi sono completamente assenti e la definizione di iperglicemia può essere una sorpresa.

Altri sintomi sono spesso associati alla presenza di complicanze microvascolari o macrovascolari e pertanto si verificano solo dopo diversi anni di diabete. Questi includono parestesia e dolore alle gambe notturne con neuropatia periferica, svuotamento gastrico, diarrea, stitichezza, anormalità nello svuotamento della vescica, disfunzione erettile e altre complicazioni, come la neuropatia autonomica degli organi competenti, deficit visivo durante retinopatia.

Inoltre, manifestazioni di cardiopatia coronarica (angina, sintomi di insufficienza cardiaca) o arti inferiori (zoppia) sono un segno di uno sviluppo accelerato di aterosclerosi dopo un decorso più lungo della malattia, sebbene alcuni pazienti con sintomi avanzati di aterosclerosi possano non avere questi sintomi. Inoltre, i diabetici tendono ad avere infezioni ricorrenti, in particolare della pelle e del sistema urogenitale, e la malattia parodontale è più comune.

La diagnosi della malattia è preceduta da un breve (con tipo 1) o più lungo (con tipo 2), che è asintomatico. Già in questo momento, l'iperglicemia lieve causa la formazione di complicanze micro- e macrovascolari, che possono essere presenti, specialmente nei pazienti con malattia di tipo 2, già al momento della diagnosi.

Nel caso di complicanze macrovascolari nel diabete di tipo 2, questo rischio è ulteriormente aumentato dall'accumulo di fattori di rischio aterosclerotici (obesità, ipertensione, dislipidemia, ipercoagulazione) che accompagnano una condizione caratterizzata da insulino-resistenza e definita sindrome metabolica multipla (MMC), sindrome metabolica X o sindrome di Riven.

Diabete di tipo 1

La definizione dell'OMS descrive questa malattia come una forma ben nota di diabete, tuttavia, è molto meno comune in una popolazione rispetto a un disturbo di tipo 2 sviluppato. La principale conseguenza di questa malattia è un livello elevato di zucchero nel sangue.

motivi

Questo disturbo non ha cause note e colpisce persone giovani e sane prima di quel momento. L'essenza di questa malattia è che per qualche motivo sconosciuto, il corpo umano inizia a produrre anticorpi contro le cellule pancreatiche che formano l'insulina. Pertanto, le malattie di tipo 1, in larga misura, sono simili ad altre malattie autoimmuni, come la sclerosi multipla, il lupus eritematoso sistemico e molte altre. Le cellule pancreatiche vengono uccise dagli anticorpi, con conseguente riduzione della produzione di insulina.

L'insulina è un ormone necessario per trasportare lo zucchero alla maggior parte delle cellule. In caso di sua carenza, lo zucchero, invece di essere una fonte di energia cellulare, si accumula nel sangue e nelle urine.

manifestazioni

La malattia può essere rilevata accidentalmente da un medico durante un controllo di routine di un paziente senza sintomi evidenti, o possono esserci vari segni, come sensazione di stanchezza, sudorazione notturna, perdita di peso, cambiamenti mentali e dolore addominale. I classici sintomi del diabete includono minzione frequente con un grande volume di urina e conseguente disidratazione e sete. Lo zucchero nel sangue è presente in eccesso, nei reni viene trasportato nelle urine e irrigidisce l'acqua a se stesso. Di conseguenza, l'aumento della perdita di acqua arriva alla disidratazione del corpo. Se questo fenomeno non viene trattato, e la concentrazione di zucchero nel sangue raggiunge un livello significativo, porta a una distorsione della coscienza e del coma. Questa condizione è nota come coma iperglicemico. Nei pazienti con diabete di tipo 1 in questa situazione, i corpi chetonici appaiono nel corpo, motivo per cui questa condizione iperglicemica è chiamata chetoacidosi diabetica. I corpi chetonici (specialmente l'acetone) causano un odore particolare dalla bocca e dalle urine.

Diabete LADA

Su un principio simile, si pone uno speciale sottotipo di diabete di tipo 1, definito dall'OMS come LADA (Diabete autoimmunità latente negli adulti - diabete autoimmune latente negli adulti). La differenza principale è che LADA, in contrapposizione al diabete di tipo 1 "classico", si verifica in età avanzata e pertanto può essere facilmente sostituito dalla malattia di tipo 2.

motivi

Per analogia con il diabete di tipo 1, la causa dello sviluppo di questo sottotipo è sconosciuta. La base è una malattia autoimmune in cui l'immunità del corpo danneggia le cellule pancreatiche che producono insulina; la sua deficienza in seguito porta al diabete. A causa del fatto che la malattia di questo sottotipo si sviluppa nelle persone anziane, la mancanza di insulina può essere esacerbata dalla scarsa risposta tissutale ad essa, che è caratteristica delle persone che soffrono di obesità.

manifestazioni

Le manifestazioni non sono particolarmente diverse dal diabete classico (tipo 1 o tipo 2); sete eccessiva e minzione, zucchero nelle urine, affaticamento, debolezza, nausea, dolore addominale, vomito, ecc.

Diabete di tipo 2


Secondo la classificazione OMS del diabete mellito, la malattia di tipo 2 è definita come una malattia diffusa che colpisce il 7-10% della popolazione. Se parliamo in generale di pazienti con diabete, la maggior parte di loro soffre di questo tipo. Nel tipo 2 e tipo 1, c'è solo una caratteristica generale - alta glicemia.

motivi

Le ragioni sono più difficili da capire rispetto al diabete di tipo 1. In questa malattia, non raggiunge la risposta immunitaria del corpo contro le cellule delle isole di Langerhans che formano l'insulina. Il diabete di tipo 2 può essere descritto come una malattia metabolica complessa, determinata dai seguenti fattori di rischio:

  • circonferenza della vita grande (cioè obesità tipo mela); la circonferenza della vita di oltre 100 cm per le donne e 90 cm per gli uomini è considerata particolarmente rischiosa;
  • colesterolo alto e altri grassi;
  • alto valore glicemico;
  • ipertensione;
  • predisposizione genetica.

Fattori di rischio

Un paziente tipico con diabete di tipo 2 è una persona anziana, spesso un uomo obeso, di solito con pressione sanguigna alta, concentrazioni anormali di colesterolo e altri grassi nel sangue, caratterizzata dalla presenza di diabete di tipo 2 in altri membri della famiglia (genetica).

sviluppo

Il diabete di tipo 2 si sviluppa più o meno come segue: c'è una persona con una predisposizione genetica a sviluppare questa malattia (questa predisposizione è presente in molte persone). Questa persona vive e si nutre in modo malsano (i grassi animali sono particolarmente rischiosi), si muove un po ', spesso fuma, consuma alcol, motivo per cui sviluppa gradualmente l'obesità. Cominciano a verificarsi processi metabolici difficili. Il grasso immagazzinato nella cavità addominale ha la speciale proprietà di rilasciare in gran parte acidi grassi. Lo zucchero non può più essere facilmente trasportato dal sangue nelle cellule anche quando l'insulina è formata più che sufficiente. La glicemia dopo aver mangiato diminuisce lentamente e con riluttanza. In questa fase, puoi far fronte alla situazione senza immettere insulina. Tuttavia, è necessario un cambiamento nella nutrizione e nello stile di vita generale.

Altri tipi specifici di diabete


La classificazione del diabete secondo l'OMS indica i seguenti tipi specifici:

  • diabete secondario nelle malattie del pancreas (pancreatite cronica e sua eliminazione, tumore pancreatico);
  • diabete con disturbi ormonali (sindrome di Cushing, acromegalia, glucagonoma, feocromocitoma, sindrome di Conn, tireotossicosi, ipotiroidismo);
  • diabete con recettore insulinico anomalo in cellule o molecole di insulina.

Un gruppo speciale chiamato diabete mellito MODY, ed è una malattia ereditaria con diversi sottotipi che sorgono sulla base di singoli disturbi genetici.

Diabete gestazionale


La classificazione del diabete mellito e la caratterizzazione delle malattie secondo l'OMS indicano che il diabete gestazionale è un sottotipo specifico del diabete ed è il motivo per cui tutte le donne in gravidanza controllano i livelli di zucchero nel sangue. Il diabete gestazionale può essere definito come il diabete di nuova diagnosi durante la gravidanza (sebbene non sia sempre direttamente correlato alla gravidanza).

motivi

Finora, né gli specialisti né l'OMS sono stati in grado di determinare la causa esatta del diabete gestazionale è sconosciuto, tuttavia, i fattori di rischio per il suo verificarsi sono noti. Una maggiore incidenza è stata osservata nelle donne in gravidanza, nelle donne con obesità, nella storia di diabete di tipo 2, nelle donne con ovaio policistico e nelle donne che fumano.

In questo caso, il principio del diabete si basa sullo sviluppo dell'insulino-resistenza, vale a dire immunità tessutale a questo ormone. Questa malattia è molto simile al diabete di tipo 2 - l'insulina è formata, ma non fornisce un adeguato apporto di zucchero nel tessuto. Lo zucchero si accumula nel sangue, portando al diabete. L'immunità all'insulina nelle donne in gravidanza è il risultato di ampi cambiamenti ormonali durante questo periodo; anche la predisposizione genetica gioca un ruolo.

manifestazioni

Il diabete gestazionale è solitamente asintomatico all'inizio e viene rilevato per caso durante l'esame delle donne in gravidanza. Questa malattia causa difficoltà non tanto alla madre quanto al suo feto. I bambini di donne con diabete gestazionale non trattato sono anormalmente grandi, il che può seriamente interrompere il corso naturale del travaglio, motivo per cui viene utilizzato un taglio cesareo. Inoltre, questi bambini dopo la nascita hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi nell'ambiente interno, ittero del neonato e difficoltà di respirazione. Nelle ultime fasi della gravidanza, il diabete gestazionale, senza trattamento o senza trattamento, può portare ad una morte improvvisa della madre del feto, il meccanismo di questo fenomeno non è del tutto chiaro.

Specifici tipi di diabete

c) regolazione ormonale inadeguata, specialmente nei periodi di pubertà e adrenarche (questo è indicato indirettamente dall'età alla comparsa del DM1, che nella maggior parte dei pazienti corrisponde alla pubertà).

Infiltrazione dell'isoletta con linfociti (Tx1, CTL CD8), cellule NK e macrofagi (insulitis) è costantemente riscontrata nelle prime fasi dello sviluppo del diabete di tipo 1 autoimmune e indica la partecipazione ai processi patologici dell'immunità cellulare.

Gli autoanticorpi verso vari antigeni delle cellule beta si trovano nel siero nella maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 1 autoimmune allo stadio preclinico e in quasi tutti i pazienti nelle prime fasi del periodo clinico. Il ruolo degli autoanticorpi nella patogenesi del DM1 rimane aperto. Alcuni ricercatori ritengono che tutti i tipi di questi autoanticorpi compaiano secondariamente in risposta alla distruzione delle cellule beta, vale a dire non partecipare all'induzione o al mantenimento di reazioni citotossiche. Altri autori non escludono la possibilità di distruzione di β-cellule da autoanticorpi leganti il ​​complemento.

Tuttavia, l'aspetto degli anticorpi descritti indica il processo in corso di distruzione delle cellule beta, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di segni clinici di diabete. Pertanto, il rilevamento degli anticorpi contro le cellule delle isole consente di diagnosticare il diabete di tipo 1 autoimmune allo stadio latente (durante il periodo in cui è interessata una piccola percentuale di cellule insulari che non si riflette nel metabolismo dei carboidrati).

Nello sviluppo di T1DM, ci sono diversi periodi. I - è caratterizzato dalla presenza di una predisposizione genetica. Un possibile evento scatenante è un'infezione o intossicazione che innesca la distruzione autoimmune delle cellule beta. Dura da 3-4 a 10-12 anni II- in questo periodo si verifica la distruzione autoimmune delle cellule β, ma la produzione di insulina da parte delle cellule rimanenti è abbastanza sufficiente III - il periodo di "diabete latente": il glucosio a digiuno è ancora normale, ma la curva dello zucchero dopo il carico di glucosio diventa patologica, indicando una significativa diminuzione del numero β-cellule.IV- il periodo di "diabete chiaro": circa il 90% delle cellule beta, l'iperglicemia a digiuno e la clinica del diabete sono stati distrutti. L'età normale dei pazienti in questo momento è di 20 anni. Diabete V-terminale con una clinica di complicanze.

Tipi di diabete

Tipi di diabete mellito sono chiamati - tipo 1 e tipo 2. Entrambi i tipi di diabete mellito sono basati sull'iperglicemia, un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Nella pratica medica, il diabete insulino-dipendente e insulino-indipendente sono ancora isolati. Ma di più su questo sotto, quando descrive i tipi della malattia.

Poco sul metabolismo dei carboidrati

Ricordiamo che i normali indicatori fisiologici dei livelli di zucchero nel sangue vanno da 3,3 - 5,5 mmol / l. Sebbene recentemente le norme di vari indicatori di laboratorio, incl. e i livelli di zucchero nel sangue vengono costantemente rivisti. E in alcune fonti mediche è spesso possibile incontrare la cifra superiore - 6,1 mmol / l. Sì, e il termine "zucchero" in questo caso non è del tutto appropriato.

Il cuore del diabete è una violazione dello smaltimento di zucchero e glucosio. Vale la pena ricordare che il glucosio è un monomero, una molecola organica. Mentre lo zucchero, il saccarosio è un dimero, due molecole di glucosio. Sia il glucosio che il saccarosio appartengono alla classe delle sostanze organiche, i carboidrati. Con la rottura di 1 molecola di glucosio, da 32 a 38 molecole di ATP (acido trifosfato di adenosina), uno dei composti più ad alta energia, si formano.

Il glucosio non speso, che si combina in una catena organica complessa, forma un polimero di carboidrati o un polisaccaride - glicogeno. La maggior parte del glicogeno si accumula nel fegato, e parte di esso nei muscoli.

E da dove viene il glucosio? Le modalità di ricezione e formazione sono diverse:

  • Dall'esterno - con il cibo
  • Con la rottura del glicogeno precedentemente formato (glicogenolisi)
  • Con la ripartizione di sostanze organiche di natura non carboidratica - proteine, grassi, amminoacidi, acidi grassi (glicogenesi).

Tutto il glucosio, indipendentemente dalla via di assunzione, si accumula nella componente liquida del plasma sanguigno. Ma dopo tutto, affinché il glucosio si unisca alla catena di reazioni biochimiche, è necessario trasportarlo dal plasma alla cellula. È proprio per questo trasporto che l'enzima proteico insulinico, sintetizzato da specifiche formazioni, risponde alle cellule (beta) delle Isole Langerhans, chiamate dallo scienziato che le ha scoperte.

Il meccanismo d'azione dell'insulina non è ancora completamente compreso. È noto solo che interagisce con strutture specifiche, le cosiddette. recettori proteici sulla superficie della membrana cellulare e fornisce il trasferimento del glucosio all'interno della cellula. Saturando la cellula con il glucosio, l'insulina riduce il contenuto di questo carboidrato nel plasma sanguigno.

Inoltre, l'insulina promuove la formazione di glicogeno e inibisce la glicogenolisi e la glicogenesi. Con carenza di insulina, il diabete si sviluppa. Inoltre, questo fallimento può essere sia assoluto che relativo. A questo proposito, ci sono due tipi principali di diabete.
Torna al contenuto

Diabete di tipo 1

Il cuore del tipo 1 è la mancanza assoluta di insulina. Ciò significa che le cellule B sono affette, non secernono insulina in quantità sufficienti o non la secerne affatto. Cosa succede quando succede?

Il glucosio si accumula nel plasma sanguigno, ma la cellula non lo riceve. Un flusso insufficiente di glucosio nella cellula porta all'interruzione di tutti i processi metabolici intracellulari. Il corpo, cercando almeno in una certa misura di eliminare il problema esistente, sta cercando di ottenere glucosio dal glicogeno e da altre sostanze - i processi di glicogenolisi e glicogenogenesi sono innescati.

Ma il problema non è fisso, e ancora più aggravato. Vi è un'accresciuta ripartizione di proteine ​​e grassi e viene successivamente formata una carenza di queste sostanze nel corpo. A causa del ridotto utilizzo del glucosio, i prodotti ossidati si accumulano nei tessuti. Molti di questi prodotti, in particolare l'acetone, hanno un effetto tossico generale sul corpo e agiscono negativamente sul fegato, sui reni e sul cervello.

Inoltre, a causa dell'aumento del contenuto di glucosio, la concentrazione aumenta o, come viene chiamata, l'osmolarità plasmatica. Un simile plasma concentrato viene escreto intensivamente attraverso i reni sotto forma di urina. Il corpo perde rapidamente acqua e glucosio preziosi. La disidratazione si sta verificando e le violazioni esistenti sono ulteriormente aggravate.

L'intera tragedia della situazione è che il diabete di tipo 1 spesso si sviluppa nei bambini e negli adolescenti. La giovane età dei pazienti è una caratteristica distintiva di questa forma della malattia. E, secondo le osservazioni cliniche, minore è l'età, più grave è il corso. L'esordio della malattia è acuto, rapido, accompagnato da grave debolezza, vomito sfrenato, sete, aumento della minzione.

In assenza di misure adeguate, si verificano rapidamente disturbi della coscienza, compreso il coma diabetico. Inoltre, se non si esegue un trattamento complesso, il diabete porta rapidamente alla rottura di quasi tutti gli organi e sistemi e alla successiva disabilità. Se il diabete si è sviluppato durante l'infanzia, potrebbe esserci un ritardo nello sviluppo fisico e talvolta mentale, così come nella pubertà tardiva, nell'infantilismo.

Cause di danno alle cellule B che producono insulina, massa. Queste sono malattie del fegato, della cistifellea, del duodeno, che portano a un'infiammazione del pancreas - pancreatite. Per quanto riguarda il diabete, l'eredità è chiaramente visibile. Se almeno uno dei genitori soffre di diabete, allora la probabilità di questa patologia in un bambino è piuttosto alta.

Si alza ancora di più se entrambi i coniugi sono malati. Anche se ci sono casi in cui può verificarsi un fallimento genetico in genitori clinicamente sani, con un livello normale di zucchero nel sangue. Dopotutto, non è la SD stessa che viene ereditata, ma una predisposizione ad essa. In questi casi, i fattori di partenza vengono trasferiti malattie infettive, stress, lesioni gravi.

Oltre alle cellule B, le cellule (alfa) sono contenute nelle isole di Langerhans. Queste cellule secernono l'ormone glucagone. L'azione di questo ormone è esattamente l'opposto di quella dell'insulina. Il glucagone ha un effetto contro-insulare - impedisce la penetrazione del glucosio nella cellula e aumenta la sua concentrazione nel plasma sanguigno.

Alcune condizioni patologiche sono accompagnate da un aumento del rilascio di glucagone. In generale, il corpo umano è organizzato in questo modo in un modo particolare. Non solo il glucagone, ma anche la stragrande maggioranza degli ormoni, incl. l'adrenalina, gli ormoni tiroidei, hanno un effetto contro-insulare. Lo stesso effetto ha l'ormone somatotropo (l'ormone della crescita), secreto dall'ipofisi anteriore. A questo proposito, la rapida crescita dell'adolescenza può creare un carico eccessivo sul sistema endocrino e provocare il diabete.

Il fattore alimentare (cibo) gioca un ruolo importante nello sviluppo di questa malattia, specialmente negli ultimi anni. Carboidrati facilmente digeribili, grassi trans contenuti negli integratori alimentari, fast food, bevande analcoliche, creano un carico eccessivo sui linfociti B e il loro conseguente esaurimento.

Un altro meccanismo notevole per lo sviluppo del diabete è autoimmune. È il fallimento del sistema immunitario. In risposta ai suddetti fattori provocatori, un sistema immunitario indebolito può dare una risposta inadeguata. Allo stesso tempo, i propri tessuti, in particolare le cellule B, possono essere percepiti dall'organismo come antigeni estranei. Gli anticorpi rilasciati in questo processo distruggono le strutture cellulari che producono insulina.

Va notato che, nonostante la gravità del diabete di tipo 1, tutti i sintomi e le complicanze non sono fatali. La cosa principale è un trattamento tempestivo e complesso. E la pietra angolare di questo trattamento dovrebbe essere l'insulina, guidata con un obiettivo di sostituzione su uno schema sviluppato individualmente.

Solo in questa condizione per evitare problemi successivi. Ma è necessaria l'insulina. Pertanto, il diabete di tipo 1 è chiamato insulino-dipendente. Tuttavia, negli ultimi anni, ci sono state segnalazioni nelle fonti mediche per il successo del trattamento del diabete nei bambini e nei giovani senza insulina. Dicono che sono stati sviluppati schemi speciali con l'uso di rimedi naturali che rendono possibile fare a meno della terapia sostitutiva.

Tuttavia, tutti questi presunti casi di guarigione completa non sono stati confermati da osservazioni cliniche. E perché l'idea di trattare il diabete di tipo 1 senza insulina è, a dir poco, discutibile.
Torna al contenuto

Diabete di tipo 2

Questo tipo di diabete non è dovuto all'assoluta, ma relativa deficienza di insulina. Ciò significa che l'insulina è secreta in un normale, o anche in una quantità in eccesso. Semplicemente, le cellule dei tessuti sono resistenti alla sua azione.

Molto spesso, il diabete di tipo 2 è associato all'obesità. In questo stato, l'insulina secreta non è sufficiente per tutto il grasso corporeo disponibile. In contrasto con il tipo 1, il tipo 2 si sviluppa in età più matura - negli uomini dopo 40 anni, e nelle donne nel periodo postmenopausale, quando si verifica un'alterazione ormonale dell'intero organismo.

La corrente di tipo 2 non è così violenta, più benigna del tipo 1. Di norma, l'insorgenza della malattia è graduale, i sintomi sono lievi e le alterazioni patologiche non si spingono fino al tipo 1. Comunque, all'inizio. In futuro, il diabete e l'obesità portano alla progressione dell'ipertensione con aumenti della pressione alta.

Si forma un circolo vizioso in cui obesità, diabete e malattia ipertensiva si aggravano reciprocamente. Allo stesso tempo, la probabilità di sviluppare infarto miocardico o ictus cerebrale aumenta drammaticamente. In assenza di trattamento, si formano cambiamenti irreversibili nelle fibre nervose, nei vasi sanguigni, nei suoli, nel fegato, nella retina. Spesso la lesione dei vasi nel diabete di tipo 2 è complicata da ulcere trofiche della parte inferiore della gamba o cancrena degli arti inferiori.

Qualche volta, all'inizio di un corso leggero di diabete di tipo 2, per normalizzazione di zucchero nel sangue è abbastanza per perdere il peso. Nessun chilo in più - nessun problema. Ma questo è solo l'inizio. In futuro, il deficit di insulina nel diabete di tipo 2 potrebbe richiedere l'uso di compresse di agenti ipoglicemizzanti. Queste compresse stimolano la sintesi delle cellule B dell'insulina, e questo copre la sua carenza.

Tuttavia, un'ulteriore stimolazione ripetuta può portare alla completa deplezione delle cellule B e alla formazione di una carenza assoluta di insulina. Un alto numero di glucosio in combinazione con complicanze degli organi interni sono un'indicazione assoluta per passare dalle pillole all'insulina. La questione della terapia insulinica è risolta solo da un endocrinologo rigorosamente individualmente.

Dopodiché, di regola, il paziente è già condannato a ricevere regolarmente insulina. Quindi, se il tipo 1 è insulino-dipendente, il tipo 2, a seconda della fase e della natura del decorso, può essere insulino-dipendente o insulino-indipendente.
Torna al contenuto

Altri tipi di diabete

In alcune fonti emettono più diabetici in stato di gravidanza. A volte nelle ultime fasi della gravidanza c'è un aumento della glicemia. L'iperglicemia nel diabete nelle donne in gravidanza può essere così alta che può essere necessaria l'insulina. Apparentemente, il meccanismo qui è identico a quello del diabete di tipo 2 - carenza di insulina relativa.

È interessante notare che dopo un parto di successo, il livello di glucosio si normalizza spontaneamente. Pertanto, alcuni medici non sono inclini ad attribuire l'iperglicemia nelle donne in gravidanza al diabete.

Il fatto è che la base del diabete è un aumento della glicemia. Ma non tutti gli aumenti di zucchero nel sangue sono diabete. Ci sono i cosiddetti. iperglicemia sintomatica. Molte malattie infettive, fisiche, gravi lesioni, avvelenamento possono essere accompagnate da iperglicemia. Ma questo non significa che il paziente abbia il diabete.

Anche se, come già accennato, nei singoli individui, questi stati possono agire come un fattore di partenza per il diabete. Pertanto, il confine tra diabete e iperglicemia sintomatica è piuttosto sfocato e richiede un'attenta valutazione in ciascun caso clinico di un aumento della glicemia.
Torna al contenuto

Altri Articoli Sul Diabete

Con l'inizio dell'ubriachezza del corpo compaiono nausea e vomito. Questo è un processo umano-incontrollato: i contenuti dello stomaco vengono estratti in modo riflessivo attraverso la cavità orale.

Il livello ormonale ideale è la base per il pieno sviluppo del corpo umano. Uno degli ormoni chiave del corpo umano è l'insulina.

Il corpo umano è un complesso sistema di interazione tra il lavoro di organi e sistemi, manifestato dal flusso di un numero di processi vitali. Il glucosio è il componente principale di questo sistema, che fornisce energia alle cellule e ai tessuti.