loader

10 fatti sul diabete mellito

L'Organizzazione Mondiale della Sanità insiste sulla necessità di politiche nazionali e internazionali per ridurre i fattori di rischio per il diabete e migliorare la qualità delle cure. È inoltre necessario fornire alla popolazione informazioni complete sulla malattia e sui suoi dannosi effetti sulla salute.

  • Il diabete di tipo I è caratterizzato da carenza assoluta di insulina,
  • Il diabete di tipo II si sviluppa a seguito di un uso improprio dell'insulina da parte dell'organismo.

Entrambi i tipi di diabete portano ad un aumento dei livelli di zucchero e sintomi gravi, ma nel caso del diabete di tipo II è spesso meno pronunciato.

Il diabete gestazionale è spesso osservato durante la gravidanza ed è registrato nelle persone a rischio di sviluppare diabete completo in futuro.

Proprietà utili della cicoria: i benefici e i danni del diabete, ed è possibile dare una bevanda solubile ai bambini?

Diabete e bodybuilding. Questi due concetti sono compatibili e quali sono le caratteristiche della formazione?

Il diabete di tipo I non può essere prevenuto, ma la probabilità di gravi complicazioni può essere ridotta.

Attività OMS

  • Insieme ai servizi medici locali, è impegnato nella prevenzione del diabete;
  • Sviluppa standard e norme per un'efficace cura del diabete;
  • Fornisce consapevolezza dell'opinione pubblica sul rischio epidemiologico globale del diabete, anche attraverso collaborazioni con la MFD, la International Diabetes Federation;
  • Celebrando il World Diabetes Day (14 novembre);
  • Sorveglianza epidemiologica del diabete e fattori di rischio per lo sviluppo della malattia.

La strategia globale dell'OMS sull'attività fisica, la nutrizione e la salute integra il lavoro dell'organizzazione per combattere il diabete. Particolare attenzione è rivolta agli approcci universali volti a promuovere uno stile di vita e un'alimentazione sani, un'attività fisica regolare e la lotta al sovrappeso.

Classificazione e tipi di diabete

Sotto il diabete mellito implicano una serie di malattie endocrine, che sono accompagnate da una violazione del metabolismo dei carboidrati, associata a carenza completa o parziale dell'insulina ormonale. Come risultato di tali violazioni, vi è un rapido aumento della concentrazione di molecole di zucchero nel sangue umano, che è accompagnato da sintomi caratteristici della patologia. Nella pratica medica, ci sono tali tipi di diabete come il primo, secondo, diabete gestazionale e alcune altre varietà. Qual è la particolarità di questo o quel tipo di malattia e quali sono i sintomi della patologia, considereremo nell'articolo.

Classificazione generale della malattia

Molte persone conoscono solo il primo e il secondo tipo di patologia, ma poche persone sono consapevoli del fatto che la classificazione del diabete include altri tipi di malattia. Questi includono:

  • patologia di tipo 1 o specie insulino-dipendente;
  • patologia di tipo 2;
  • diabete associato alla malnutrizione;
  • diabete gestazionale (diagnosticato nel periodo di gravidanza);
  • malattia derivante da ridotta tolleranza al glucosio;
  • diabete secondario, che si sviluppa sullo sfondo di altre patologie.

Tra tutte queste varietà, i tipi più comuni di diabete sono il primo e il secondo.

Classificazione WHO

La classificazione OMS del diabete mellito è stata sviluppata e approvata dai rappresentanti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Secondo questa classificazione, il diabete è diviso nei seguenti tipi:

  • malattia di tipo 1;
  • malattia di tipo 2;
  • altri tipi di malattia.

Inoltre, secondo la classificazione dell'OMS, si distinguono tali gradi di diabete come lievi, moderati e gravemente malati. Un grado lieve è spesso nascosto, non causa complicanze e sintomi evidenti. La media è accompagnata da complicazioni sotto forma di danni agli occhi, ai reni, alla pelle e ad altri organi. Nell'ultima fase, si osservano gravi complicanze, che spesso provocano un esito fatale.

Diabete con un decorso insulino-dipendente

Il diabete mellito di tipo 1 si sviluppa sullo sfondo dell'insufficienza completa della sintesi dell'insulina ormonale da parte delle cellule beta nel pancreas. È grazie all'ormone proteico insulina, il glucosio può penetrare dal sangue nei tessuti del corpo. Se l'insulina non viene prodotta nella giusta quantità o completamente assente, la concentrazione di zucchero nel sangue aumenta notevolmente, il che comporta molte conseguenze negative. Il glucosio non viene trasformato in energia e, con un prolungato aumento di zucchero, le pareti dei vasi e dei capillari perdono tono, elasticità e cominciano a rompersi. Anche le fibre nervose sono interessate. In questo caso, il corpo sperimenta fame di energia, non ha abbastanza energia per svolgere i normali processi metabolici. Al fine di compensare la mancanza di energia, inizia a scomporre i grassi, quindi le proteine, a seguito delle quali si sviluppano gravi complicanze della malattia.

Perché sta succedendo questo

La causa principale della patologia con un decorso insulino-dipendente è l'ereditarietà. Se uno dei genitori o entrambi soffre della malattia, la probabilità del suo sviluppo nel bambino aumenta in modo significativo. Ciò è spiegato dal fatto che il numero di cellule beta responsabili della sintesi di insulina, viene deposto fin dalla nascita. In questo caso, i sintomi del diabete possono verificarsi sia dai primi giorni di vita, sia dopo decenni.

I fattori che provocano la malattia includono i seguenti motivi:

  • stile di vita sedentario. Con sufficiente attività fisica, il glucosio viene trasformato in energia, i processi metabolici vengono attivati, il che influisce positivamente sul funzionamento del pancreas. Se una persona si muove un po ', il glucosio viene depositato come grasso. Il pancreas non affronta il suo compito, che causa il diabete;
  • mangiare grandi quantità di carboidrati e cibi dolci è un altro fattore che causa lo sviluppo del diabete. Quando una grande quantità di zucchero entra nel corpo, il pancreas è sotto una pressione tremenda, la produzione di insulina è disturbata.

Nelle donne e negli uomini, la malattia si verifica spesso a causa di frequenti stress emotivi e stress. Lo stress e l'ansia causano la produzione degli ormoni norepinefrina e dell'adrenalina nel corpo. Di conseguenza, il sistema immunitario è sovraccarico, indebolito e ciò provoca lo sviluppo del diabete. Nelle donne, i processi metabolici e l'equilibrio ormonale sono spesso disturbati durante la gravidanza.

Classificazione del diabete insulino-dipendente

La classificazione di una malattia di tipo 1 divide la patologia secondo diversi criteri. Secondo la compensazione distinguere:

  • compensato - qui il livello di metabolismo dei carboidrati del paziente è vicino alla norma;
  • subcompensato - accompagnato da un temporaneo aumento o diminuzione della concentrazione di zucchero nel sangue;
  • scompensato - qui il glucosio nel sangue non viene ridotto dalle medicine e con l'aiuto di una dieta. Tali pazienti spesso sviluppano il pre -oma, il coma, che causa la morte.

Secondo la natura delle complicanze, ci sono tipi di diabete con un decorso insulino-dipendente, come non complicato e complicato. Nel primo caso stiamo parlando di diabete compensato senza complicazioni. La seconda opzione è accompagnata da vari disturbi vascolari, neuropatie, lesioni cutanee e altre cose. Per origine, sono autoimmuni (causati da anticorpi ai loro stessi tessuti) e idiopatici (causa sconosciuta).

Sintomi di patologia

I sintomi della patologia insulino-dipendente comprendono i seguenti sintomi della malattia:

  • polidipsia o sete costante. A causa del consumo di grandi quantità di acqua, il corpo cerca di "diluire" l'aumento di zucchero nel sangue;
  • poliuria o minzione eccessiva dovuta all'assunzione di liquidi in grandi quantità, nonché alti livelli di zucchero nelle urine;
  • costante sensazione di fame. Le persone con patologia vogliono sempre mangiare. Ciò accade a causa della fame di energia dei tessuti, perché il glucosio non può penetrare in essi;
  • perdita di peso drammatica. A causa della carenza di energia, si verifica la rottura dei grassi e delle proteine ​​del corpo. Ciò provoca una caduta del peso corporeo del paziente;
  • pelle secca;
  • sudorazione intensa, prurito della pelle.

Per un lungo corso di patologia è caratterizzata da una diminuzione della resistenza del corpo alle malattie virali e batteriche. I pazienti spesso soffrono di tonsillite cronica, mughetto, malattie catarrali virali.

Caratteristiche del trattamento

È impossibile curare completamente il diabete mellito di tipo 1, ma la medicina moderna offre ai pazienti nuovi metodi per stabilizzare il benessere generale, normalizzare i livelli di zucchero ed evitare le gravi conseguenze della patologia.

La tattica della terapia del diabete comprende le seguenti attività:

  • l'uso di farmaci contenenti insulina;
  • dieta;
  • terapia fisica;
  • fisioterapia;
  • formazione, permettendo ai diabetici di monitorare autonomamente i loro livelli di glucosio, di auto-somministrarsi i farmaci necessari a casa.

L'uso di farmaci contenenti insulina è necessario in circa il 40-50% dei casi. La terapia insulinica aiuta a normalizzare il benessere generale di una persona, a stabilire il metabolismo dei carboidrati, ad eliminare le possibili complicanze della patologia. Spesso, quando viene utilizzata una malattia, viene utilizzato un metodo fisioterapico come l'elettroforesi. La combinazione di corrente elettrica, rame, zinco e potassio ha un effetto benefico sui processi metabolici del corpo.

Grande importanza nel trattamento della malattia ha una corretta alimentazione e sport. I medici raccomandano di escludere dal menu carboidrati complessi e prodotti contenenti zucchero. Una tale dieta aiuta a prevenire i salti di zucchero nel sangue, evitando così molte complicazioni. Un altro metodo di trattamento è l'esercizio quotidiano. Gli sport forniscono lo stabilirsi del metabolismo, che ha un effetto positivo sul lavoro del pancreas. Quando si sceglie uno sport, si dovrebbe dare la preferenza a attività come camminare, nuotare, andare in bicicletta e correre leggeri.

Malattia insulino-dipendente

Il diabete mellito insulino-dipendente (NIDDM) o la malattia di tipo 2 è una patologia endocrina, accompagnata da una diminuzione della suscettibilità dei tessuti corporei all'ormone insulina. In termini di prevalenza, questa malattia occupa una delle posizioni di primo piano tra tutti i mali, solo le patologie del cancro e le malattie cardiache sono in anticipo.

classificazione

A seconda della gravità e dell'entità della patologia, ci sono due tipi di diabete mellitico fase 2:

  • latente. Qui, un aumento della concentrazione di glucosio non può essere visto nemmeno in test di laboratorio. Questo gruppo comprende pazienti con una predisposizione alla malattia;
  • nascosto. I test di laboratorio su urina e sangue mostrano una leggera deviazione dalla norma o un livello normale di zucchero, ma il calo del livello di zucchero nel sangue durante l'analisi della tolleranza al glucosio è più lento rispetto a una persona sana;
  • chiaro. L'aumento di glucosio è chiaramente visto nell'analisi del sangue e delle urine, negli esseri umani ci sono segni caratteristici della patologia.

Il diabete di secondo grado ha diverse fasi del corso. Al primo stadio, la glicemia è lieve, i sintomi caratteristici della patologia sono assenti. Al secondo stadio, la glicemia raggiunge 10 mmol / l, si sviluppano i sintomi caratteristici di un tipo di patologia insulino-indipendente. L'ultimo stadio è il decorso più grave della malattia. Il glucosio nelle urine e nel sangue raggiunge gli indicatori critici, si sviluppano gravi complicazioni come coma diabetico, danni ai reni, al fegato, agli occhi, alla pelle e altri organi.

Cosa scatena la malattia

La differenza tra il diabete del secondo tipo e il primo è che in questo caso l'insulina viene prodotta nella giusta quantità, ma l'ormone non può degradare il glucosio, il che provoca una glicemia persistente.

Per determinare la causa esatta del tipo di patologia insulino-indipendente, gli scienziati non possono, ma chiamano determinati fattori di rischio. A loro appartengono:

  • ereditarietà;
  • in sovrappeso;
  • stile di vita inattivo;
  • patologie di origine endocrina;
  • malattia del fegato;
  • periodo di gestazione;
  • disturbi ormonali;
  • stress, raffreddori e malattie infettive.

Si ritiene che le persone a rischio dopo 50 anni, gli adolescenti con obesità, così come i pazienti affetti da grave disturbo del fegato e del pancreas.

Caratteristiche della malattia

Il primo e il secondo tipo di diabete hanno sintomi simili, perché, in entrambi i casi, il quadro clinico è dovuto ad un aumento della concentrazione di zucchero nelle urine e nel sangue.

Manifestazioni cliniche del diabete di tipo 2:

  • sete e secchezza della mucosa orale;
  • frequenti visite al bagno, la minzione è nota anche di notte;
  • aumento di peso;
  • formicolio di mani e piedi;
  • lunghe ferite e graffi;
  • costante sensazione di fame;
  • visione offuscata, problemi dentali, malattie renali.

Molti pazienti hanno nausea, dolore epigastrico, sudorazione, disturbi del sonno. Per le donne, tali manifestazioni come il mughetto, la fragilità e la caduta dei capelli, la debolezza muscolare sono caratteristiche. Gli uomini tendono a diminuire l'attività fisica, alterata potenza. Durante l'infanzia, dovresti prestare attenzione a tali segni come l'apparizione di macchie scure sotto le ascelle, un rapido aumento di peso, letargia, eruzioni cutanee, che sono spesso accompagnate da suppurazione.

Metodi di trattamento

Come nel trattamento della patologia di tipo 1, il tipo di malattia insulino-indipendente richiede un approccio integrato al trattamento. Tra i farmaci utilizzati farmaci che stimolano la produzione di insulina, dal momento che l'ormone prodotto non può più far fronte alla ridistribuzione del glucosio nel corpo. Inoltre, l'uso di farmaci che riducono la resistenza, cioè la resistenza del tessuto all'insulina. In contrasto con il trattamento del diabete insulino-dipendente, la terapia per patologia di tipo 2 non ha lo scopo di introdurre ulteriore insulina nel sangue, ma di aumentare la sensibilità dei tessuti all'ormone e di ridurre la quantità di glucosio nel corpo.

Oltre al trattamento farmacologico, a tutti i pazienti viene prescritta una dieta speciale a basso contenuto di carboidrati. La sua essenza è ridurre l'uso di alimenti con un alto indice glicemico, la transizione a proteine ​​e alimenti vegetali. Un altro tipo di terapia è lo sport. Il caricamento fornisce il consumo di zucchero e una ridotta resistenza del tessuto all'insulina. Durante l'esercizio aumenta la necessità di fibre muscolari nel glucosio, che porta ad un migliore assorbimento delle molecole di zucchero.

Complicazioni del diabete di tipo 1 e di tipo 2

Le complicazioni del diabete e le loro conseguenze si verificano nei pazienti indipendentemente dal tipo di malattia. Ci sono complicazioni del tipo iniziale e in ritardo. Entro i primi includono:

  • chetoacidosi e chetoacidosi coma - queste condizioni si sviluppano in pazienti con il primo tipo di patologia, si verificano a causa di disordini metabolici sullo sfondo della carenza di insulina;
  • coma ipoglicemico - la complicanza non dipende dal tipo di diabete, si sviluppa a causa di un forte aumento della glicemia;
  • coma iperosmolare - la condizione si verifica a causa di grave disidratazione e mancanza di insulina. Allo stesso tempo, una persona sperimenta una forte sete, aumento del volume delle urine, convulsioni, dolore nell'area del peritoneo. All'ultimo stadio, il paziente perde conoscenza, arriva il coma;
  • coma ipoglicemico viene diagnosticato in persone con il primo e il secondo tipo di patologia, sorge a causa di una forte diminuzione del livello di zucchero nel corpo. Il più delle volte, la condizione si sviluppa a causa della dose in eccesso di insulina.

Con un lungo decorso della malattia, i pazienti con diabete hanno complicazioni tardive. Nella tabella puoi vedere quali sono specifici per diverse forme di patologia.

Classificazione del diabete: tipi secondo l'OMS

La classificazione del diabete mellito è stata sviluppata e firmata dai rappresentanti dell'Organizzazione mondiale della sanità nel 1985. Sulla base di questo, è consuetudine suddividere diverse classi di questa malattia, causate da un aumento dei livelli di zucchero nel sangue del paziente. La classificazione del diabete comprende diabete mellito, prediabete, diabete mellito durante la gravidanza.

classificazione

Questa malattia ha anche diversi tipi, a seconda del grado di sviluppo della malattia. La classificazione del diabete mellito è condivisa da:

  1. Diabete di tipo 1;
  2. Diabete di tipo 2;
  3. Diabete insipido;
  4. Altre opzioni per il diabete.

Malattia di tipo 1

Chiamato anche diabete mellito insulino-dipendente. Questa malattia è espressa in insulina ormone del pancreas difettosa. Questo porta ad un aumento del livello di zucchero nel sangue del paziente e una mancanza di glucosio nelle cellule del corpo, dal momento che è l'insulina che è responsabile del trasporto di questa sostanza alle cellule.

Molto spesso, questo tipo di malattia si verifica nei bambini e nei giovani. Il sintomo principale di questa malattia è la chetonuria, espressa nella formazione di lipidi nelle urine, che diventano una fonte di energia alternativa.

Il diabete di tipo 1 viene trattato mediante iniezione giornaliera dell'insulina ormonale per iniezione.

I sintomi del diabete di tipo 1 sono pronunciati, possono verificarsi abbastanza rapidamente. Provocano la malattia, come è giusto, malattie infettive o altre malattie aggravate. I sintomi principali sono:

  • Costante sentimento di grande sete;
  • Prurito frequente sulla pelle;
  • Minzione frequente, in cui risalta a dieci litri al giorno.

Con il diabete di tipo 1, una persona inizia a perdere peso rapidamente. Per un mese, il paziente può ridurre il peso di 10-15 sterline. Allo stesso tempo, una persona si sente molto debole, malata, si stanca rapidamente, cammina assonnata.

Nelle prime fasi della malattia, il paziente può provare un buon appetito, ma dopo un po 'a causa di frequenti nausea, vomito, dolore all'addome, c'è un rifiuto di mangiare.

Il trattamento della malattia di tipo 1 viene effettuato somministrando insulina attraverso iniezioni, seguendo una rigorosa dieta terapeutica con l'uso di un gran numero di verdure crude.

Inoltre, il paziente impara le abilità di base della vita con il diabete a sentirsi una persona a tutti gli effetti, nonostante la presenza della malattia. Le sue responsabilità comprendono il monitoraggio quotidiano dei livelli di glucosio nel sangue. Le misurazioni vengono effettuate utilizzando un misuratore di glucosio nel sangue o in un poliambulatorio da laboratorio.

Malattia di tipo 2

Chiamare il diabete insulino-dipendente. Questa malattia si verifica nelle persone con peso corporeo normale, così come nell'obesità. L'età di pazienti il ​​più spesso è 40-45 anni. Anche in rari casi, questo tipo di diabete viene diagnosticato in pazienti giovani.

Di norma, il problema è che la malattia non ha quasi sintomi, quindi la malattia si sviluppa in modo impercettibile e graduale nel corpo. La chetonuria non viene diagnosticata in questo tipo di diabete, tranne in alcuni casi in cui una situazione stressante provoca un infarto o una malattia infettiva.

Le ragioni principali per lo sviluppo del diabete di tipo 2 sono una dieta povera, causata dal frequente consumo di prodotti di lievito, patate e alimenti con un alto contenuto di zucchero.

Inoltre, la malattia si sviluppa spesso a causa di predisposizione ereditaria, bassa attività e stile di vita improprio.

I pazienti più comuni con diabete di tipo 2 sono i seguenti pazienti:

  • Mangiare piatti con un alto contenuto di carboidrati raffinati;
  • Avere un peso corporeo eccessivo, specialmente nell'addome;
  • Predisposto al diabete dall'etnia;
  • Avere il diabete nella famiglia di persone;
  • Condurre uno stile di vita sedentario;
  • Con frequente alta pressione.

Il diabete mellito di tipo 2 non ha sintomi di per sé, quindi viene solitamente diagnosticato in base ai risultati di un esame del sangue per gli indicatori del glucosio, che viene eseguito a stomaco vuoto. Tali pazienti di solito non avvertono sete o minzione frequente.

In alcuni casi, una persona può provare prurito persistente sulla pelle o nell'area vaginale. Ci può anche essere una marcata diminuzione della vista. Molto spesso, un tipo di zucchero di tipo 2 viene rilevato quando il paziente visita un medico con una malattia.

Il diabete di tipo 2 viene diagnosticato sulla base di esami del sangue per rilevare i valori glicemici a digiuno. Questa analisi fallirà senza fallo per tutti i pazienti di età superiore ai 40 anni. Inoltre, lo studio è assegnato ai più giovani, se conducono uno stile di vita sedentario, hanno ipertensione, malattia ovarica policistica e malattie cardiovascolari. Inoltre, l'analisi viene eseguita se il paziente ha prediabete.

Il diabete mellito di tipo 2 viene trattato introducendo speciali diete terapeutiche. Inoltre, il medico prescrive l'esercizio quotidiano. Ai pazienti con peso corporeo elevato deve essere prescritta la perdita di peso. In alcuni casi, i pazienti assumono farmaci ipoglicemizzanti e iniettano l'insulina quando i livelli di zucchero nel sangue sono troppo alti.

Diabete insipido

è una malattia rara causata da un malfunzionamento dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria. Il paziente sperimenta sete intensa e abbondante minzione. Questo tipo di diabete si verifica in tre casi su 100 mila. Viene diagnosticato il più delle volte in uomini e donne di età compresa tra 18 e 25 anni.

Le principali cause della malattia sono:

  1. Tumore nell'ipotalamo e nella ghiandola pituitaria;
  2. Violazione dei vasi sanguigni nell'ipotalamo o nell'ipofisi;
  3. La presenza di lesioni cerebrali traumatiche;
  4. Predisposizione ereditaria;
  5. Disfunzione renale

I sintomi dipendono dalla gravità della vasopressina. Con una leggera penuria di urina ha una leggera sfumatura, l'odore non è presente. In alcuni casi, la causa del diabete insipido può essere la gravidanza. La malattia si sviluppa rapidamente e appare inaspettatamente. Con la forma avanzata della malattia, la vescica, gli ureteri e la pelvi renale in un paziente sono ingranditi. Se non si riempie il volume corretto di liquido, si può verificare la disidratazione, che porta a grave debolezza, battito cardiaco accelerato e ipotensione.

Altri tipi di diabete

Si verificano a causa dello sviluppo di eventuali malattie, tra cui:

  • Malattie del pancreas;
  • Malattie endocrine;
  • Violazioni causate dall'assunzione di droghe o prodotti chimici;
  • Violazioni della funzionalità dell'insulina o del suo recettore;
  • Disturbi genetici;
  • Malattie miste

Pre-diabete o ridotta tolleranza al glucosio

La tolleranza al glucosio alterata non ha sintomi importanti ed è spesso diagnosticata nelle persone con obesità. Il prediabete è una condizione del corpo durante la quale vengono superati gli indicatori di zucchero nel sangue umano, ma non raggiunge un livello critico.

Il metabolismo dei carboidrati è disturbato, che in futuro potrebbe portare allo sviluppo del diabete. I pazienti che presentano sintomi simili sono principalmente a rischio e dovrebbero sapere come determinare il diabete senza test.

Nonostante il fatto che la malattia non si trasformi in diabete mellito, questa condizione spesso diventa lo sviluppo di malattie del sistema cardiovascolare, quindi può essere pericoloso dopo la morte. Pertanto, ai primi sospetti di prediabete, è necessario consultare un medico che effettuerà un esame completo, scoprire le cause della menomazione e prescrivere il trattamento necessario.

A causa della violazione dell'assorbimento di glucosio nelle cellule del tessuto o a causa dell'insufficiente secrezione di insulina, si sviluppa il prediabete e quindi il diabete. Tra le cause dei disturbi del metabolismo dei carboidrati si possono identificare:

  1. L'ipertensione;
  2. La presenza di malattie del sistema cardiovascolare, renale o epatico;
  3. Farmaci ormonali;
  4. Paziente in sovrappeso;
  5. La presenza di situazioni stressanti;
  6. Periodo di gestazione;
  7. Elevati livelli di colesterolo nel sangue;
  8. Malattie del sistema immunitario;
  9. Malattie del sistema endocrino;
  10. Mangiare analfabeta con l'uso di una quantità significativa di zucchero;
  11. Età del paziente oltre 45 anni;
  12. Predisposizione del paziente a livello genetico.

Per escludere i prediabetes, si consiglia di eseguire un esame del sangue per lo zucchero almeno due volte l'anno. Se esiste il rischio di sviluppare la malattia, i test vengono condotti almeno quattro volte all'anno.

Di norma, il prediabete viene rilevato casualmente, poiché questo tipo di malattia non ha quasi sintomi, quindi passa inosservato. Nel frattempo, in alcuni casi, il paziente può sperimentare una sete inesplicabile di sovraccarico psicologico, si stanca rapidamente al lavoro, spesso ha uno stato assonnato, soffre spesso a causa della ridotta immunità e non si sente bene.

Per confermare la presenza di prediabete, il medico prescrive un esame del sangue per il livello di zucchero, nonché un test per la tolleranza al glucosio. Se viene eseguita un'analisi del sangue di routine per lo zucchero, viene considerato il livello di glucosio elevato se le cifre superano 6,0 mmol / litro.

Quando si esegue un test per la tolleranza al glucosio, i risultati della prima porzione con un livello elevato sono 5,5-6,7 mmol / litro, la seconda porzione - fino a 11,1 mmol / litro. I misuratori di glicemia vengono anche utilizzati per eseguire un test della glicemia a casa.

Assicurati di superare il test per la tolleranza al glucosio nei seguenti pazienti:

  • Persone a rischio di interrompere il metabolismo dei carboidrati;
  • Donne durante la gravidanza;
  • Le persone che hanno spesso elevati livelli di glucosio nel sangue e nelle urine;
  • Le persone che hanno una predisposizione genetica a sviluppare il diabete.

Quando viene rilevata una violazione del metabolismo dei carboidrati nel corpo, il medico prescrive un adeguamento allo stile di vita del paziente. Una persona dovrebbe mangiare bene, esercitare regolarmente, abbandonare cattive abitudini e non lavorare troppo.

Forma gestazionale durante la gravidanza

Questo tipo di malattia, che è anche chiamata diabete gestazionale, si verifica nelle donne durante il periodo fertile e si manifesta con un aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Se tutte le misure preventive vengono rispettate, il diabete gestazionale scompare completamente dopo la nascita del bambino.

Nel frattempo, un elevato livello di zucchero nel sangue può danneggiare la salute della futura madre e del feto razuvivayuschegosya. Spesso, un tale bambino nasce troppo grande, aggiungendo problemi durante il parto. Inoltre, mentre è ancora nell'utero, può avvertire una mancanza di ossigeno.

Si ritiene che se una donna ha avuto il diabete gestazionale durante la gravidanza, questo è un segnale che lei è predisposta allo sviluppo del diabete in futuro. Pertanto, è importante che una donna tenga traccia del suo peso, mangi bene e non dimentichi l'esercizio leggero.

Le donne incinte possono aumentare i livelli di glucosio nel sangue a causa di cambiamenti ormonali nel corpo. In questo caso, il pancreas è pesantemente caricato e spesso non affronta il compito desiderato. Questo porta a disturbi metabolici nelle donne e nei feti.

Il bambino ha il doppio della produzione di insulina, motivo per cui il glucosio si trasforma in grasso, influenzando il peso del feto. In questo caso, il feto richiede una maggiore quantità di ossigeno, che non può ricostituire, che causa la fame di ossigeno.

Il diabete gestazionale si sviluppa più spesso in certe persone:

  1. Donne in sovrappeso;
  2. Pazienti che in passato avevano avuto il diabete;
  3. Donne con elevati livelli di zucchero nelle urine;
  4. Con sindrome dell'ovaio policistico;
  5. Donne la cui famiglia include persone con diagnosi di diabete.

In generale, il diabete gestazionale viene diagnosticato nel 3-10% delle donne in gravidanza. Le meno colpite sono le donne:

  • Sotto i 25 anni;
  • Con normali indici di massa corporea;
  • Con una mancanza di predisposizione genetica al diabete;
  • Non avere alti livelli di zucchero nel sangue;
  • Non si verificano complicazioni durante la gravidanza.

Classificazione moderna del diabete: tipi e forme della malattia

Il diabete mellito (DM) è un problema particolare che non consente a molte persone moderne di condurre una vita normale. Sia gli adulti che i bambini ne soffrono.

Allo stesso tempo, la prevalenza e il numero di casi con il decorso di ogni 10-15 anni aumenta quasi il doppio e la malattia stessa è molto più giovane.

Secondo le previsioni degli scienziati, entro il 2030 quasi ogni 20 abitanti del nostro pianeta soffriranno di diabete di diverso grado.

Classificazione generale della malattia

Il diabete mellito è un tipo di malattia, il cui verificarsi provoca disturbi nel sistema endocrino.

Un aumento del livello di zucchero nel sangue e la sua costante ritenzione a un livello inaccettabile per una persona sana sono caratteristiche del corpo del paziente.

Tali cambiamenti portano a successive violazioni nel lavoro delle navi, compromissione del flusso sanguigno e indebolimento della nutrizione delle cellule dei tessuti con ossigeno. Di conseguenza, c'è un fallimento di alcuni organi (occhi, polmoni, arti inferiori, reni e altri), così come lo sviluppo di malattie concomitanti.

Ci sono molte ragioni per il corrispondente malfunzionamento del corpo e l'ipoglicemia. Dalla natura della malattia dipenderà dall'intensità e dalle caratteristiche del suo corso.

Quindi, in base ai parametri delle caratteristiche generali utilizzate dai medici curanti, il diabete può essere suddiviso condizionatamente nelle seguenti categorie (a seconda della gravità del corso):

  1. facile. Questo grado è caratterizzato da un contenuto zuccherino leggermente alterato. Se si sottopone un esame del sangue per lo zucchero a stomaco vuoto, l'indice non supererà 8 mmol / l. In questa forma della malattia al fine di mantenere le condizioni del paziente in una condizione soddisfacente, sarà sufficiente seguire la dieta;
  2. moderatamente grave. Il livello di glicemia in questa fase sale a 14 mmol / l, se si esegue un esame del sangue a stomaco vuoto. È anche possibile lo sviluppo di chetosi e chetoacidosi. È possibile normalizzare la condizione in caso di diabete moderato dovuto alla dieta, alla somministrazione di zuccheri che abbassano i livelli di zucchero, così come alla somministrazione di insulina (non più di 40 OD al giorno);
  3. pesante. L'indice di glicemia a digiuno è compreso tra 14 mmol / l. Durante il giorno ci sono forti fluttuazioni significative nei livelli di zucchero. Per stabilizzare le condizioni del paziente aiuta solo l'introduzione costante di insulina, il cui dosaggio è di 60 OD.

Classificazione WHO

Fino all'ottobre 1999, la classificazione del diabete, approvata dall'OMS nel 1985, era utilizzata in medicina. Tuttavia, nel 1997, il Comitato di esperti dell'American Diabetes Association propose una versione diversa della divisione, basata sulle conoscenze e sui risultati della ricerca nel campo dell'eziologia, patogenesi ed eterogeneità del diabete accumulato durante questo periodo dagli scienziati.

La base della nuova classificazione della malattia è il principio etiologico, quindi sono esclusi concetti come il diabete "insulino-dipendente" e "insulino-indipendente". Secondo gli esperti, queste definizioni erano medici fuorvianti e hanno impedito la diagnosi della malattia in alcuni casi clinici.

Allo stesso tempo, sono state mantenute le definizioni di "diabete mellito di tipo 1" e "diabete mellito di tipo 2". Un concetto come il diabete, derivante da una cattiva alimentazione, è stato annullato, perché non è stato definitivamente dimostrato che una quantità insufficiente di proteine ​​può causare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Il diabete di fibrocruscolosi è stato deciso per essere classificato come una malattia causata dal funzionamento alterato del pancreas esocrino. Inoltre, in una categoria separata, i livelli elevati di zucchero sono fatti solo a stomaco vuoto. Si è deciso di attribuire questa condizione a un intermedio tra il normale metabolismo del glucosio e le manifestazioni diabetiche.

Insulino-dipendente (tipo 1)

In precedenza, questo tipo di deviazione era chiamato infantile, giovanile o autoimmune. Nel caso del diabete di tipo 1, è necessaria un'iniezione costante di insulina per stabilizzare le condizioni del paziente, poiché il corpo smette di produrre insulina nella quantità necessaria per uno stato di salute a causa di disturbi nei processi naturali.

I sintomi che indicano la presenza del diabete di tipo 1 includono:

  • minzione eccessiva;
  • costante fame e sete;
  • perdita di peso;
  • visione offuscata.

I sintomi sopra possono apparire all'improvviso. Il diabete di tipo 1 causa un fallimento nel sistema immunitario, durante il quale il corpo produce anticorpi contro le cellule pancreatiche. L'insuccesso immunitario di solito si verifica a causa di una precedente infezione (epatite, varicella, rosolia, parotite e molti altri).

Insulina indipendente (tipo 2)

Questo è il diabete che si verifica negli adulti. La ragione per lo sviluppo di disturbi è una diminuzione dell'efficacia dell'uso di insulina da parte dell'organismo.

Di solito la causa del diabete è l'obesità o semplicemente la presenza di sovrappeso, scarsa ereditarietà o stress.

I sintomi del diabete di tipo 2 sono simili alle manifestazioni del diabete di tipo 1. Tuttavia, in questo caso, non sono così chiaramente manifestati. Per questo motivo, la malattia nella maggior parte dei casi viene rilevata dopo diversi anni, quando il paziente ha le prime complicazioni gravi.

Fino a poco tempo fa, il diabete di tipo 2 è stato trovato solo tra gli adulti. Ma negli ultimi anni anche i bambini soffrono di questo tipo di malattia.

Tolleranza al glucosio alterata

Nella forma latente, il livello di zucchero nel sangue aumenta in modo irragionevole, dopodiché non diminuisce per un lungo periodo.

Questa condizione è indicata come tolleranza al glucosio ridotta. Esso, nonostante la presunta innocuità, può essere trasformato in diabete di tipo 2 e molte altre malattie.

Nel caso di un'azione tempestiva, la prevenzione del diabete può essere effettuata 10-15 anni prima che si verifichi. Se non viene trattato, è durante questo periodo che il fenomeno della "ridotta tolleranza al glucosio" può fluire nel diabete di tipo 2.

Diabete gestazionale

Questa è una forma di diabete in cui l'iperglicemia si manifesta prima o viene rilevata durante la gravidanza.

In caso di un tipo di malattia gestazionale, possono verificarsi complicazioni durante il parto e il parto.

Inoltre, queste donne hanno un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. In genere, i sintomi di questo tipo di diabete sono nascosti o miti.

Per questo motivo, il rilevamento della malattia non avviene sulla base dei dati ottenuti durante l'esame del paziente, ma durante lo screening prenatale.

CD secondario

Il diabete secondario è una conseguenza del decorso di malattie o cambiamenti più gravi: tumori del pancreas, pancreatite, disturbi ormonali, cambiamenti genetici e altre condizioni.

Newsletter per il diabete dell'OMS

Fatti chiave

  • 346 milioni di persone in tutto il mondo hanno il diabete.
  • Nel 2004, circa 3,4 milioni di persone sono morte a causa dell'elevata glicemia.
  • Oltre l'80% dei decessi per diabete si verifica nei paesi a basso e medio reddito.
  • Secondo le previsioni dell'OMS, per il periodo 2005-2030. il numero di morti per diabete raddoppierà.
  • Con una dieta sana, un'attività fisica regolare, il mantenimento di un peso corporeo sano ed evitando l'uso di tabacco, è possibile prevenire o ritardare il diabete di tipo 2.

Cos'è il diabete?

Il diabete è una malattia cronica che si sviluppa quando il pancreas non produce abbastanza insulina o quando il corpo non può usare efficacemente l'insulina prodotta. L'insulina è un ormone che regola i livelli di zucchero nel sangue. Il risultato complessivo del diabete non controllato è l'iperglicemia o livelli elevati di zucchero nel sangue, che nel tempo portano a gravi danni a molti sistemi corporei, in particolare a nervi e vasi sanguigni.

Diabete di tipo 1

Con il diabete di tipo 1 (precedentemente noto come insulino-dipendente, giovanile o infantile), che è caratterizzato da un'insufficiente produzione di insulina, è necessaria la somministrazione giornaliera di insulina. La causa di questo tipo di diabete è sconosciuta, quindi al momento non può essere prevenuta.

I sintomi comprendono minzione eccessiva (poliuria), sete (polidipsia), fame persistente, perdita di peso, alterazione della vista e affaticamento. Questi sintomi possono comparire all'improvviso.

Diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 (precedentemente noto come insulino-dipendente o adulto) si sviluppa a causa dell'uso inefficiente dell'insulina da parte dell'organismo. Il diabete di tipo 2, che colpisce il 90% delle persone con diabete nel mondo, è in gran parte il risultato del sovrappeso e dell'inattività fisica.

I sintomi possono essere simili a quelli del diabete di tipo 1, ma sono spesso meno pronunciati. Di conseguenza, la malattia può essere diagnosticata diversi anni dopo la sua insorgenza, dopo l'insorgenza di complicanze.

Fino a poco tempo fa questo tipo di diabete veniva osservato solo tra gli adulti, ma ora colpisce anche i bambini.

Diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è l'iperglicemia, che si sviluppa o viene diagnosticata per la prima volta durante la gravidanza.

I sintomi del diabete gestazionale sono simili a quelli del diabete di tipo 2. Più spesso, il diabete gestazionale viene diagnosticato durante lo screening prenatale e non sulla base dei sintomi riportati.

Diminuzione della tolleranza al glucosio e riduzione del glucosio a digiuno

La bassa tolleranza al glucosio (PTH) e il glucosio a digiuno compromesso (NGN) sono stati intermedi tra normale e diabete. Le persone con PTH e NGN sono ad alto rischio per il diabete di tipo 2, anche se questo non è inevitabile.

Quali sono gli effetti comuni del diabete?

Nel tempo, il diabete può colpire il cuore, i vasi sanguigni, gli occhi, i reni e i nervi.

  • Il diabete aumenta il rischio di malattie cardiache e ictus. Il 50% delle persone con diabete muoiono per malattie cardiovascolari (principalmente da malattie cardiache e ictus).
  • Combinato con una riduzione del flusso sanguigno, la neuropatia delle gambe aumenta la probabilità di ulcerazione delle gambe e, in definitiva, l'amputazione degli arti.
  • La retinopatia diabetica, che è una delle cause importanti della cecità, si sviluppa a causa dell'accumulo a lungo termine di danni ai piccoli vasi sanguigni della retina. Dopo 15 anni di diabete, circa il 2% delle persone diventa cieco e circa il 10% sviluppa gravi disabilità visive.
  • Il diabete è una delle principali cause di insufficienza renale. Il 10-20% delle persone con diabete muoiono per insufficienza renale.
  • La neuropatia diabetica, che è un danno ai nervi causato dal diabete, si sviluppa nel 50% delle persone con diabete. Sebbene la neuropatia diabetica possa causare vari problemi, i sintomi usuali sono formicolio, dolore, intorpidimento o debolezza alle gambe e alle braccia.
  • Il rischio complessivo di morte tra le persone con diabete è almeno il doppio del rischio di morte tra le persone della stessa età che non hanno il diabete.

Qual è il peso economico del diabete?

Il diabete e le sue complicanze hanno un impatto economico significativo su individui, famiglie, sistemi sanitari e paesi. Ad esempio, secondo le stime dell'OMS, per il periodo 2006-2015. La perdita di reddito nazionale della Cina dovuta a malattie cardiache, ictus e diabete da sola sarà di $ 558 miliardi.

Come puoi ridurre il peso del diabete?

prevenzione

Semplici misure per mantenere uno stile di vita sano sono efficaci nel prevenire o ritardare il diabete di tipo 2. Per aiutare a prevenire il diabete di tipo 2 e le sue complicanze, sono necessari i seguenti:

  • raggiungere un peso corporeo sano e mantenerlo;
  • essere fisicamente attivi - almeno 30 minuti di attività regolare a intensità moderata per la maggior parte dei giorni; è necessaria un'attività aggiuntiva per controllare il peso;
  • mangiare cibi sani mangiando frutta e verdura tre o cinque volte al giorno, e ridurre lo zucchero e l'assunzione di grassi saturi;
  • astenersi dall'utilizzare il tabacco - il fumo aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.
Diagnosi e trattamento

La diagnosi precoce può essere eseguita con esami del sangue relativamente poco costosi.

Il trattamento del diabete consiste nel ridurre i livelli di glucosio nel sangue e i livelli di altri fattori di rischio noti che distruggono i vasi sanguigni. Per prevenire complicazioni, è anche importante smettere di usare tabacco.

Le attività che riducono i costi e sono fattibili nei paesi in via di sviluppo includono:

  • controllo della glicemia moderata. Le persone con diabete di tipo 1 hanno bisogno di insulina; le persone con diabete di tipo 2 possono essere trattate con farmaci orali, ma possono anche aver bisogno di insulina;
  • monitoraggio della pressione arteriosa;
  • cura dei piedi.

Altre attività di riduzione dei costi includono:

  • screening per retinopatia (che causa cecità);
  • controllo dei lipidi del sangue (per regolare i livelli di colesterolo);
  • screening per i primi segni di malattia renale correlata al diabete.

Attività OMS

L'OMS cerca di incoraggiare e sostenere misure efficaci per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo del diabete e delle sue complicanze, specialmente nei paesi a basso e medio reddito. A tal fine, l'OMS sta facendo quanto segue:

  • fornisce linee guida scientifiche sulla prevenzione del diabete;
  • sviluppa norme e standard per l'assistenza in caso di diabete;
  • fornisce consapevolezza dell'epidemia globale di diabete, anche attraverso partnership con la International Diabetes Federation per celebrare la Giornata mondiale contro il diabete (14 novembre);
  • effettua la sorveglianza del diabete e dei fattori di rischio per il suo sviluppo.

La strategia globale dell'OMS su nutrizione, attività fisica e salute completa il lavoro dell'OMS sul diabete, concentrandosi su approcci a livello di popolazione che promuovono un'alimentazione sana e un'attività fisica regolare, riducendo così il crescente problema globale. sovrappeso e obesità.

WHO Diabetes

c) regolazione ormonale inadeguata, specialmente nei periodi di pubertà e adrenarche (questo è indicato indirettamente dall'età alla comparsa del DM1, che nella maggior parte dei pazienti corrisponde alla pubertà).

Infiltrazione dell'isoletta con linfociti (Tx1, CTL CD8), cellule NK e macrofagi (insulitis) è costantemente riscontrata nelle prime fasi dello sviluppo del diabete di tipo 1 autoimmune e indica la partecipazione ai processi patologici dell'immunità cellulare.

Gli autoanticorpi verso vari antigeni delle cellule beta si trovano nel siero nella maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 1 autoimmune allo stadio preclinico e in quasi tutti i pazienti nelle prime fasi del periodo clinico. Il ruolo degli autoanticorpi nella patogenesi del DM1 rimane aperto. Alcuni ricercatori ritengono che tutti i tipi di questi autoanticorpi compaiano secondariamente in risposta alla distruzione delle cellule beta, vale a dire non partecipare all'induzione o al mantenimento di reazioni citotossiche. Altri autori non escludono la possibilità di distruzione di β-cellule da autoanticorpi leganti il ​​complemento.

Tuttavia, l'aspetto degli anticorpi descritti indica il processo in corso di distruzione delle cellule beta, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di segni clinici di diabete. Pertanto, il rilevamento degli anticorpi contro le cellule delle isole consente di diagnosticare il diabete di tipo 1 autoimmune allo stadio latente (durante il periodo in cui è interessata una piccola percentuale di cellule insulari che non si riflette nel metabolismo dei carboidrati).

Nello sviluppo di T1DM, ci sono diversi periodi. I - è caratterizzato dalla presenza di una predisposizione genetica. Un possibile evento scatenante è un'infezione o intossicazione che innesca la distruzione autoimmune delle cellule beta. Dura da 3-4 a 10-12 anni II- in questo periodo si verifica la distruzione autoimmune delle cellule β, ma la produzione di insulina da parte delle cellule rimanenti è abbastanza sufficiente III - il periodo di "diabete latente": il glucosio a digiuno è ancora normale, ma la curva dello zucchero dopo il carico di glucosio diventa patologica, indicando una significativa diminuzione del numero β-cellule.IV- il periodo di "diabete chiaro": circa il 90% delle cellule beta, l'iperglicemia a digiuno e la clinica del diabete sono stati distrutti. L'età normale dei pazienti in questo momento è di 20 anni. Diabete V-terminale con una clinica di complicanze.

Classificazione dell'OMS: diabete. Che cosa dovrebbe sapere su di lui?

Definizione di malattia secondo l'OMS

L'OMS definisce il diabete mellito come una malattia metabolica cronica caratterizzata da iperglicemia (glicemia elevata). Si verifica a causa della cessazione o dell'insufficienza della secrezione di insulina nel pancreas o per la resistenza all'azione dell'insulina delle cellule di vari tessuti.

La malattia è accompagnata da un complesso disordine metabolico di carboidrati, grassi e proteine. Sulla base di questo disturbo, le complicanze a lungo termine si sviluppano gradualmente.

La mancanza di insulina può venire per molte ragioni:

  • in assenza di insulina nelle cellule beta delle isole pancreatiche;
  • con riduzione della produzione di insulina nelle cellule beta delle isole pancreatiche o durante la formazione di insulina difettosa;
  • fallimento della secrezione di insulina dalle cellule beta;
  • in caso di insufficienza del trasporto di insulina (legame alle proteine ​​plasmatiche, ad esempio, anticorpi);
  • in caso di azione insuccesso dell'insulina negli organi (interruzione dell'insulina legante al recettore o sua azione all'interno della cellula);
  • in violazione del degrado insulinico;
  • con un aumento di antagonisti dell'insulina (glucagone, adrenalina, norepinefrina, ormone della crescita, corticosteroidi).

Sintomi classici del diabete di tipo 1 e 2

La malattia si manifesta principalmente con un alto livello glicemico (alta concentrazione di glucosio / zucchero nel sangue). I sintomi caratteristici sono: sete, aumento della minzione, minzione notturna, perdita di peso con appetito e nutrizione normali, affaticamento, perdita temporanea dell'acuità visiva, coscienza compromessa e coma.

Altri sintomi

Essi comprendono: infezioni ricorrenti del tratto urinario e della pelle, aumento dello sviluppo della carie, alterazione della potenza, disturbi dello stomaco e intestinali derivanti da arterie aterosclerotiche (aterosclerosi - "indurimento" delle arterie), danni permanenti agli occhi e ai vasi della retina.

Classificazione del diabete secondo l'OMS


Secondo l'OMS, l'attuale classificazione del diabete mellito comprende 4 tipi e gruppi, definiti come violazioni al contorno dell'omeostasi del glucosio.

  1. Diabete mellito di tipo 1 (diabete insulino-dipendente): immuno-mediato, idiopatico.
  2. Diabete mellito di tipo 2 (in precedenza indossava il nome di tipo senile - diabete insulino-indipendente).
  3. Altri tipi specifici di diabete.
  4. Diabete gestazionale (durante la gravidanza).
  5. Disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio.
  6. Aumento del glucosio a digiuno (borderline).
  7. Tolleranza al glucosio alterata.

Classificazione del diabete e chi statistiche

Secondo le ultime statistiche dell'OMS, la stragrande maggioranza delle persone ammalate ha una malattia di tipo 2 (92%), il disturbo di tipo 1 è circa il 7% dei casi diagnosticati della malattia. Altre specie rappresentano circa l'1% dei casi. Il diabete gestazionale colpisce il 3-4% di tutte le donne in gravidanza. Gli esperti dell'OMS fanno spesso riferimento al termine prediabete. Assume uno stato in cui i valori misurati della glicemia già superano lo standard, ma finora non raggiungono i valori caratteristici della forma classica della malattia. Prediabete precede in molti casi l'immediato sviluppo della malattia.

epidemiologia

Secondo l'OMS, attualmente in Europa, viene registrato circa il 7-8% della popolazione totale con questa malattia. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, nel 2015 ci sono stati più di 750.000 pazienti, mentre in molti pazienti la malattia non viene rilevata (più del 2% della popolazione). La progressione della malattia aumenta con l'età, motivo per cui è possibile aspettarsi più del 20% dei pazienti tra la popolazione oltre i 65 anni di età. Il numero di pazienti negli ultimi 20 anni è raddoppiato, mentre l'attuale aumento annuale dei diabetici registrati è di circa 25.000-30.000 persone.

L'aumento della prevalenza, in particolare, della malattia di tipo 2 in tutto il mondo indica l'emergenza di un'epidemia di questa malattia. Secondo l'OMS, ora ha colpito circa 200 milioni di persone nel mondo e si prevede che entro il 2025 oltre 330 milioni di persone soffriranno di questa malattia. La sindrome metabolica, che spesso fa parte della malattia di tipo 2, può interessare fino al 25% -30% della popolazione adulta.

Diagnostica secondo gli standard dell'OMS


La diagnosi si basa sulla presenza di iperglicemia in determinate condizioni. La presenza di sintomi clinici non è costante e pertanto la loro assenza non esclude una diagnosi positiva.

La diagnosi della malattia e i disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio sono determinati sulla base del livello di glucosio nel sangue (= concentrazione di glucosio nel plasma venoso) usando metodi standard.

  • glicemia a digiuno (almeno 8 ore dopo l'ultimo pasto);
  • glucosio casuale nel sangue (in qualsiasi momento della giornata senza prendere in considerazione l'assunzione di cibo);
  • glicemia al 120 ° minuto del test di tolleranza al glucosio orale (GTCT) con 75 g di glucosio.

La malattia può essere diagnosticata in 3 modi diversi:

  • la presenza dei sintomi classici della malattia + glicemia casuale ≥ 11,1 mmol / l;
  • glicemia a digiuno ≥ 7,0 mmol / l;
  • Glicemia al 120 ° minuto PTTG ≥ 11,1 mmol / l.

Disturbi al contorno dell'omeostasi del glucosio

La glicemia elevata (al bordo) è caratterizzata da un livello di glucosio plasmatico a digiuno tra 5,6 e 6,9 ​​mmol / l.

La tolleranza al glucosio alterata è caratterizzata dal livello di glucosio a 120 minuti PTTG da 7,8 a 11,0 mmol / l.

Valori normali

I valori normali di glicemia a digiuno vanno da 3,8 a 5,6 mmol / l.

La normale tolleranza al glucosio è caratterizzata da glicemia a 120 minuti di PTTG.Gli sintomi tipici, tra cui la sete, la polidipsia e la poliuria (insieme alla nicturia), compaiono quando si sviluppa la malattia.

In altri casi, il paziente nota perdita di peso con normale appetito e nutrizione, affaticamento, inefficienza, malessere o fluttuazioni dell'acuità visiva. Decompensazione grave può portare a lividi. Molto spesso, specialmente all'inizio della malattia di tipo 2, i sintomi sono completamente assenti e la definizione di iperglicemia può essere una sorpresa.

Altri sintomi sono spesso associati alla presenza di complicanze microvascolari o macrovascolari e pertanto si verificano solo dopo diversi anni di diabete. Questi includono parestesia e dolore alle gambe notturne con neuropatia periferica, svuotamento gastrico, diarrea, stitichezza, anormalità nello svuotamento della vescica, disfunzione erettile e altre complicazioni, come la neuropatia autonomica degli organi competenti, deficit visivo durante retinopatia.

Inoltre, manifestazioni di cardiopatia coronarica (angina, sintomi di insufficienza cardiaca) o arti inferiori (zoppia) sono un segno di uno sviluppo accelerato di aterosclerosi dopo un decorso più lungo della malattia, sebbene alcuni pazienti con sintomi avanzati di aterosclerosi possano non avere questi sintomi. Inoltre, i diabetici tendono ad avere infezioni ricorrenti, in particolare della pelle e del sistema urogenitale, e la malattia parodontale è più comune.

La diagnosi della malattia è preceduta da un breve (con tipo 1) o più lungo (con tipo 2), che è asintomatico. Già in questo momento, l'iperglicemia lieve causa la formazione di complicanze micro- e macrovascolari, che possono essere presenti, specialmente nei pazienti con malattia di tipo 2, già al momento della diagnosi.

Nel caso di complicanze macrovascolari nel diabete di tipo 2, questo rischio è ulteriormente aumentato dall'accumulo di fattori di rischio aterosclerotici (obesità, ipertensione, dislipidemia, ipercoagulazione) che accompagnano una condizione caratterizzata da insulino-resistenza e definita sindrome metabolica multipla (MMC), sindrome metabolica X o sindrome di Riven.

Diabete di tipo 1

La definizione dell'OMS descrive questa malattia come una forma ben nota di diabete, tuttavia, è molto meno comune in una popolazione rispetto a un disturbo di tipo 2 sviluppato. La principale conseguenza di questa malattia è un livello elevato di zucchero nel sangue.

motivi

Questo disturbo non ha cause note e colpisce persone giovani e sane prima di quel momento. L'essenza di questa malattia è che per qualche motivo sconosciuto, il corpo umano inizia a produrre anticorpi contro le cellule pancreatiche che formano l'insulina. Pertanto, le malattie di tipo 1, in larga misura, sono simili ad altre malattie autoimmuni, come la sclerosi multipla, il lupus eritematoso sistemico e molte altre. Le cellule pancreatiche vengono uccise dagli anticorpi, con conseguente riduzione della produzione di insulina.

L'insulina è un ormone necessario per trasportare lo zucchero alla maggior parte delle cellule. In caso di sua carenza, lo zucchero, invece di essere una fonte di energia cellulare, si accumula nel sangue e nelle urine.

manifestazioni

La malattia può essere rilevata accidentalmente da un medico durante un controllo di routine di un paziente senza sintomi evidenti, o possono esserci vari segni, come sensazione di stanchezza, sudorazione notturna, perdita di peso, cambiamenti mentali e dolore addominale. I classici sintomi del diabete includono minzione frequente con un grande volume di urina e conseguente disidratazione e sete. Lo zucchero nel sangue è presente in eccesso, nei reni viene trasportato nelle urine e irrigidisce l'acqua a se stesso. Di conseguenza, l'aumento della perdita di acqua arriva alla disidratazione del corpo. Se questo fenomeno non viene trattato, e la concentrazione di zucchero nel sangue raggiunge un livello significativo, porta a una distorsione della coscienza e del coma. Questa condizione è nota come coma iperglicemico. Nei pazienti con diabete di tipo 1 in questa situazione, i corpi chetonici appaiono nel corpo, motivo per cui questa condizione iperglicemica è chiamata chetoacidosi diabetica. I corpi chetonici (specialmente l'acetone) causano un odore particolare dalla bocca e dalle urine.

Diabete LADA

Su un principio simile, si pone uno speciale sottotipo di diabete di tipo 1, definito dall'OMS come LADA (Diabete autoimmunità latente negli adulti - diabete autoimmune latente negli adulti). La differenza principale è che LADA, in contrapposizione al diabete di tipo 1 "classico", si verifica in età avanzata e pertanto può essere facilmente sostituito dalla malattia di tipo 2.

motivi

Per analogia con il diabete di tipo 1, la causa dello sviluppo di questo sottotipo è sconosciuta. La base è una malattia autoimmune in cui l'immunità del corpo danneggia le cellule pancreatiche che producono insulina; la sua deficienza in seguito porta al diabete. A causa del fatto che la malattia di questo sottotipo si sviluppa nelle persone anziane, la mancanza di insulina può essere esacerbata dalla scarsa risposta tissutale ad essa, che è caratteristica delle persone che soffrono di obesità.

manifestazioni

Le manifestazioni non sono particolarmente diverse dal diabete classico (tipo 1 o tipo 2); sete eccessiva e minzione, zucchero nelle urine, affaticamento, debolezza, nausea, dolore addominale, vomito, ecc.

Diabete di tipo 2


Secondo la classificazione OMS del diabete mellito, la malattia di tipo 2 è definita come una malattia diffusa che colpisce il 7-10% della popolazione. Se parliamo in generale di pazienti con diabete, la maggior parte di loro soffre di questo tipo. Nel tipo 2 e tipo 1, c'è solo una caratteristica generale - alta glicemia.

motivi

Le ragioni sono più difficili da capire rispetto al diabete di tipo 1. In questa malattia, non raggiunge la risposta immunitaria del corpo contro le cellule delle isole di Langerhans che formano l'insulina. Il diabete di tipo 2 può essere descritto come una malattia metabolica complessa, determinata dai seguenti fattori di rischio:

  • circonferenza della vita grande (cioè obesità tipo mela); la circonferenza della vita di oltre 100 cm per le donne e 90 cm per gli uomini è considerata particolarmente rischiosa;
  • colesterolo alto e altri grassi;
  • alto valore glicemico;
  • ipertensione;
  • predisposizione genetica.

Fattori di rischio

Un paziente tipico con diabete di tipo 2 è una persona anziana, spesso un uomo obeso, di solito con pressione sanguigna alta, concentrazioni anormali di colesterolo e altri grassi nel sangue, caratterizzata dalla presenza di diabete di tipo 2 in altri membri della famiglia (genetica).

sviluppo

Il diabete di tipo 2 si sviluppa più o meno come segue: c'è una persona con una predisposizione genetica a sviluppare questa malattia (questa predisposizione è presente in molte persone). Questa persona vive e si nutre in modo malsano (i grassi animali sono particolarmente rischiosi), si muove un po ', spesso fuma, consuma alcol, motivo per cui sviluppa gradualmente l'obesità. Cominciano a verificarsi processi metabolici difficili. Il grasso immagazzinato nella cavità addominale ha la speciale proprietà di rilasciare in gran parte acidi grassi. Lo zucchero non può più essere facilmente trasportato dal sangue nelle cellule anche quando l'insulina è formata più che sufficiente. La glicemia dopo aver mangiato diminuisce lentamente e con riluttanza. In questa fase, puoi far fronte alla situazione senza immettere insulina. Tuttavia, è necessario un cambiamento nella nutrizione e nello stile di vita generale.

Altri tipi specifici di diabete


La classificazione del diabete secondo l'OMS indica i seguenti tipi specifici:

  • diabete secondario nelle malattie del pancreas (pancreatite cronica e sua eliminazione, tumore pancreatico);
  • diabete con disturbi ormonali (sindrome di Cushing, acromegalia, glucagonoma, feocromocitoma, sindrome di Conn, tireotossicosi, ipotiroidismo);
  • diabete con recettore insulinico anomalo in cellule o molecole di insulina.

Un gruppo speciale chiamato diabete mellito MODY, ed è una malattia ereditaria con diversi sottotipi che sorgono sulla base di singoli disturbi genetici.

Diabete gestazionale


La classificazione del diabete mellito e la caratterizzazione delle malattie secondo l'OMS indicano che il diabete gestazionale è un sottotipo specifico del diabete ed è il motivo per cui tutte le donne in gravidanza controllano i livelli di zucchero nel sangue. Il diabete gestazionale può essere definito come il diabete di nuova diagnosi durante la gravidanza (sebbene non sia sempre direttamente correlato alla gravidanza).

motivi

Finora, né gli specialisti né l'OMS sono stati in grado di determinare la causa esatta del diabete gestazionale è sconosciuto, tuttavia, i fattori di rischio per il suo verificarsi sono noti. Una maggiore incidenza è stata osservata nelle donne in gravidanza, nelle donne con obesità, nella storia di diabete di tipo 2, nelle donne con ovaio policistico e nelle donne che fumano.

In questo caso, il principio del diabete si basa sullo sviluppo dell'insulino-resistenza, vale a dire immunità tessutale a questo ormone. Questa malattia è molto simile al diabete di tipo 2 - l'insulina è formata, ma non fornisce un adeguato apporto di zucchero nel tessuto. Lo zucchero si accumula nel sangue, portando al diabete. L'immunità all'insulina nelle donne in gravidanza è il risultato di ampi cambiamenti ormonali durante questo periodo; anche la predisposizione genetica gioca un ruolo.

manifestazioni

Il diabete gestazionale è solitamente asintomatico all'inizio e viene rilevato per caso durante l'esame delle donne in gravidanza. Questa malattia causa difficoltà non tanto alla madre quanto al suo feto. I bambini di donne con diabete gestazionale non trattato sono anormalmente grandi, il che può seriamente interrompere il corso naturale del travaglio, motivo per cui viene utilizzato un taglio cesareo. Inoltre, questi bambini dopo la nascita hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi nell'ambiente interno, ittero del neonato e difficoltà di respirazione. Nelle ultime fasi della gravidanza, il diabete gestazionale, senza trattamento o senza trattamento, può portare ad una morte improvvisa della madre del feto, il meccanismo di questo fenomeno non è del tutto chiaro.

Altri Articoli Sul Diabete

Con il diabete, è necessario seguire una dieta quotidiana rigorosa. È possibile consentire l'uso di pepe bulgaro nel diabete di tipo 2? Mangiare questo utile vegetale può essere, ma solo previa consultazione con il medico per evitare complicazioni indesiderate.

Borse per l'insulina

Trattamento

Il diabete mellito insulino-dipendente è una malattia in cui è presente una disfunzione pancreatica completa. E per compensare l'ormone che cessa di produrre (insulina), vengono prescritte speciali iniezioni di insulina.

Cosa mostra l'analisi dell'insulina? Capiremo. Perché una persona che non è malata dovrebbe controllare il contenuto di sangue di un componente come l'insulina?